Il destino dei profeti

Prima venne la tribù. Il capo era uno dei suoi membri. Quello più forte. Non c’era bisogno di raccontare le cose, perchè delle cose stesse tutti erano parte. Poi le tribù iniziarono ad incontrarsi, nei grandi raduni. Chi ci era stato, tornava sempre con una storia buona per il focolare, la sera. E con una collanina di conchiglie.
Ci volle allora un capo tra i capi, così inventammo il re. Dalla gente, lo separava l’esercito. Le pesanti mura di palazzi e castelli, sempre più grandi, nascondevano al popolo i luoghi dove si prendevano le vere decisioni. La verità non fu più immediatamente percepibile: qualcuno doveva raccontarla. Magari dandole una limatina prima di affidarla agli araldi.

Così nacque il sospetto. E con il sospetto i suoi profeti.


Guarda il video su YouTube

Gente strana, bene informata. O semplici pazzi, ma tutti fuori dal palazzo. Quindi, per la gente, più affidabili. Li potevi ascoltare nei mercati, nelle piazze. Ti mettevano in guardia, contestavano la verità ufficiale. E facevano proseliti!
Così, il potere dovette prendere le sue contromisure e inventò la censura. Le teste presero a rotolare giù dai ceppi come castagne mature, ma la leggenda sopravviveva. Talvolta in eterno! Alcuni profeti organizzarono dei controeserciti. Altri divennero martiri. Scherniti dal regime. Celebrati dalla storia.
E quando fu versato abbastanza sangue perchè potesse essere rivendicata la libertà di parola, il potere prese ancora una volta le sue contromisure, e inventò l’informazione. Con la I maiuscola. In questo modo le parole vennero divise in sacre e profane, ufficiali e senza valore. I profeti continuarono a parlare, ma non erano più credibili. Alcuni divennero attrazioni di regime, confinati nell’angolo di un parco, lo Speaker’s Corner, e lì vennero lasciati liberi di fare il loro numero da circo, di fronte a capannelli di persone divertite.

Poi nacque la rete.

Le informazioni iniziarono a tracimare dalla diga dei media ufficiali, voce dell’establishment, e iniziarono a diffondersi in maniera incontrollata. I profeti vi si riversarono, ed iniziarono a chiamare a sè il popolo, fino ad allora tenuto in coma farmacologico. Dapprima con i loro scritti, poi con le loro immagini, finchè dalla rete tornarono a riempire le piazze.
Non è ancora chiaro come, non è ancora chiaro quando, ma se la storia insegna davvero qualcosa, il potere prenderà una volta ancora le sue contromisure. Probabilmente lo farà dall’interno: dividendo la rete buona da quella cattiva, la rete autorevole e ufficiale da quella sovversiva e criminale. La gente pagherà per ascoltare una versione conveniente della verità, annunciata dai nuovi araldi.

Ma i profeti, i profeti… Loro troveranno sempre il modo di tornare a parlare.

111 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sono il primo a commentare mi sa… I tuoi video sono sempre meglio! Un vero godimento! 🙂 Ho sempre adorato lo spostamento dei generi (questo si potrebbe definire un documentario profetico, un’etologia della razza umana, un riassunto dell’umanità ad uso degli extraterrestri).Un po’ tutti speriamo che la rete e i blog cambino un pezzo di realtà. Ma il potere è molto subdolo… la sua natura è quella di scomparire (e far scomparire). Il potere non è neanche troppo estraneo a ciascuno di noi… Ci vorrebbe un antiparassitario.Anche nel mio blog ho scritto del Potere (e della Massa). Sono certo che c’è da studiare bene la situazione… per capire cosa fare. L’importante è non cadere nella trappola dell’indignazione e del “J’accuse” senza conseguenze che va tanto di moda. Diffondere, come fai te Claudio, una cultura dell’ironia condita di surrealismo, con informazione e divulgazione di concetti in modo chiaro e diretto, è cosa davvero molto nobile… Non capisco quelli che preferiscono Beppe Grillo! :)Sei la TV del futuro!Un suonatore di ud (turco però)

  • Bel video, mi ha fatto venire in mente la faccenda di quella tribù recentemente avvistata in amazzonia. Siccome guardo sempre meno la tv , la prima a parlarmene è stata mia madre. Mi raccontava come tentassero di colpire l’elicottero che li fotografava con le loro frecce, lo faceva con quel lieve sorriso di chi compatisce una “tenera ignoranza” (povera mammma). Mentre parlava io sognavo di essere uno di quegli indios, libero, libero, libero!Se solo avessi le palle, scapperei da questa follia!Bravo byoblu…

  • Ottimo Claudio !Sempre un piacere vederti ed ascoltarti nei tuoi video simpatici ma che sanno far scivolare il messaggio a mo’ di busta sotto la porta dell’indifferenza…Continua cosi !Ti vogliamo in TV !A proposito, sti ultimi giorni sto seguendo http://www.arcoiris.tv e penso che quella sarebbe un buon inizio per i tuoi video….

  • Al di là della “filosofia” del video (che è comunque fantastico mi stavo commuovendo lol), fai notare nel finale un fatto importante… che il potere tornerà con qualche contromisura come ha sempre fatto dopotutto.Appunto dividere la rete “buona” da quella “cattiva”… chissà con quale criterio decideranno… e soprattutto con che mezzo lo faranno.Già con i sequestri stan facendo qualcosa, anche se si può rimediare facendo risiedere il blog in un server estero.Attendo quel momento con curiosità ma soprattutto con molta ma molta paura… non ho tutta questa voglia di tornare al periodo in cui la TV mi cullava il cervello, convinto di essere totalmente informato con trasmissioni come Striscia la Notizia e le Iene.

  • il potere messianico del profeta è quello di far giungere alle teste pensanti il suo messaggio:fede,dell’utri,mentana,scotti,ferrara, letta.il concettodi,libertà,è,a,volte,umoristico.pensa agli ebrei.aggiogano il mondo al loro despotismo economico,ma aspettano un liberatore.

  • Io assumerei te al tg1! Il tuo video mi ha convinto ancora di + della mia idea. Democrazia diretta! Usare la rete non solo per un’informazione libera, ma anke per prendere decisioni politiche come nell’agorà in antica grecia o nei comuni Italiani del medioevo o come dicevi nelle tribù d’avanti al fuoco. Crollereberò i re, i nani e i gobbi.Spero un giorno di vedere un tuo video sulla democrazia diretta, magari il continuo di questo; non è detto ke stavolta vinca il re.

  • Bio qui ti scontri con i limiti delle menti popolari. Nel 1985 in epoca reganiana, mi ricordo da ragazzo, oltre il 75% della popolazione era favorevole ad un attacco prevntivo nucleare contro i nemici russi.Io pensavo “ma questi sono deficienti”.in Italia nonostante tutto in parlamento rimane solo il re silvio e il finto antagonista walter (peggiore anche del primo).e la gente chi ascolta? guardatevi “niente di nuovo sul fronte occidentale” e cercate di salvare voi stessi.

  • Sai far passare il messaggio, oserei dire al pari di Sergio Zavoli ,in chiave moderna.Ripeto, su Europa7 quando gli daranno le frequenze.Mi sono letto sia la sentenza del Consiglio di Stato sia della Corte Europea.Sostanza di tutto il brodo è che l’assegnazione delle frequenze da assegnare ritorna in mano al governo, tenendo presente che le normative europee ostano a quelle nazionali in materia di telecomunicazioni.Non sarei così pessimista.

  • BOICOTTIAMO le loro televisioni – spegni la TELEnon guardiamo più i Finti TG – non guardiamo le fiction – non guardiamo i programmi a quiz -BOICOTTIAMO le loro tasche!!!e se oscurano la rete ricominciamo con i segnali di fumo.

  • Concordo, qualunque siano le condizioni, i profeti non molleranno mai.Speriamo che la gente sia sempre sveglia abbastanza…sia sempre più sveglia…che si riesca a stare UNITI nonostante tutto…specie considerati i tempi che sembrano venire…

  • Ormai sperare in un Europa7 è totalmente inutile.Con tutta l’informazione che arriva dalla rete la gente è rimasta comunque ottusa di fronte a questo argomento, da capire poi il perchè.La cosa migliore veramente è spegnere la TV e sperare in un futuro nel quale Internet surclasserà totalmente la TV, come fu la radio per la TV stessa quando venne inventata e commercializzata.

  • per mè internet puo essere censurato solo in stati non democratici (che lo riducono al livello di un fax)possono censurare qualche post , qualche mail qualche sito web , quello che manca sono i profeti

  • Proprio stamane, per esprimermi in un forum di berlusconiani, sono stato denigrato, deriso ed additato come matto. Mi hanno dunque suggerito la carriera di profeta…anche loro non vogliono le intercettazioni.

  • video fantastico Claudio.. dunque siamo i nuovi profeti? o nuovi partigiani? 🙂 cmq è chiaro che chi comanda il mondo è molto preoccupato della liberta’ di informazione che c’e’ in rete e sicuramente si è gia’ attivato per sventare il pericolo che la gente sappia..

  • Credo che internet è sfuggito di mano al potere costituito, sarà un pò dura controllare le informazioni, sono milioni di pagine, l’unico sistema è creare il blackout totale, ma ci fanno di mezzo anche chi Governa, smascherando palesemente la loro intattendibilità!! Per Profeta cmq si intende chi porta la Verità, per svegliare lo spirito e l’anima di chi dorme, e viene appositamente lasciato nell’igroranza per garantirne il controllo.. c’è un cambiamento cmq rispetto al passato , oltre la rete, adesso i Pofeti sono molti, diffusi ovunque, in passato erano pochi…e l’inganno ormai diventa sempre più palese… solo che non si trova la forza di reagire, a casua delle divisioni imposte!

  • Quel che mi colpisce è la qualità anche dei commenti rispetto a blog più seguiti di questo… (magari Claudio cassa quelli “brutti”… e fa bene se lo fa :)Resto scettico sulla possibilità di trasformare magicamente la rete in una nuova agorà… la digos sarebbe molto facilitata nelle indagini! :)Secondo me dovremmo cominciare a considerare che la nostra forza non sta nell’individuo “schermato” dal computer, ma nel fatto di essere “massa”. Che segue le leggi della meccanica, della termodinamica… dell’elettromagnetismo… Siamo come mucche al pascolo, altroché… la migliore delle nostre menti, anche Claudio, il nostro videomaker preferito, ahimé non conta molto. Non siamo “famiglie”, non siamo “consumatori”, non siamo “utenti”… non siamo neanche “cittadini”, “popolo”, “giovani”… Ma cosa cavolo siamo mi chiedo? Cosa contiamo? Ci si può accontentare di essere un profeta? Cosa possiamo fare?Io non ne posso più di essere stimolato ad agire per cambiare un sistema, quando non posso fare nulla se non discutere e solidarizzare con le poche persone che frequento! O fare bei video informativi, canzoni satiriche e quant’altro…La massa fisica dei nostri corpi (vivi possibilmente) ha ancora un senso per chi gestisce questo immenso “scaricabarile” che è il potere? O saranno indifferenti anche quando saremo miliardi di persone affamate di internet, energia elettrica e risorse primarie sempre più care e rare?Siamo come mucche al pascolo che cercano di fermare una locomotiva.PS: E la locomotiva in questione è probabilmente lanciata nel vuoto (come in “Cassandra Crossing”…). Dovremmo pensare come fronteggiare la crisi del capitalismo globale.Territorializzare la gestione delle risorse, sviluppare una multi-professionalità per ciascuno di noi, ricercare forme di democrazia diretta e redistribuire drasticamente le ricchezze (spezzando le oligarchie bancarie e il cinismo criminale dei “padroni del mondo” stile Bush). Cambieranno solo se si renderanno conto che stanno producendo la loro fine oltre che la nostra. Come dico nel mio blog (http://valeriomele.splinder.com): Il capitalismo globale è un controsenso… il capitalismo (l’idea che la sola cosa che conti sia far soldi) funziona solo se sono pochi a trarne vantaggio a danno di molti, non se tutti (e sono miliardi di persone!) vogliono accedere improvvisamente alla grande torta del consumo e della comunicazione avvantaggiandosi su tutti ad ogni costo (di inquinamento o vite umane). Penso ai Cinesi, ai paesi dell’Est, ai Paesi in forte crescita industriale… o anche alla mentalità “truffaldina” dell’italiano medio, perché no…E’ in gioco la nostra estinzione oltre che la nostra costituzione, secondo me, se non pensiamo un’economia differente.

  • video strepitoso,mi sono commossa! immagini veramente suggestive,è vera poesia!! amara, com’è la realtà…bravo, come sempre.

  • @Valerio, Caro Valerio, no: non casso nessuno. Semplicemente, secondo me, la tipologia dei miei contributi è tale da attrarre persone che sono motivate allo scambio culturale, alla dialettica, aperte al confronto. Taglio solo, ma per fortuna succede rarissimamente, i commenti esclusivamente volgari e fini a se stessi.

  • a volte mi chiedo se non sia meglio (o + conveniente) bersi in letizia le verità ufficiali, forse scavando troppo c’è il pericolo che venga su solo cacca che sommerge tutto tranne i castelli dei re… in ogni caso grazie byoblu per il contributo alla riflessione

  • Uffa! Sta per prendermi uno sconforto irreversibile. Comunque grazie, byoblu. Mi piacciono molto i tuoi video e una cosa è certa :forse sarà inevitabile affondare, ma voglio farlo con gli occhi il più possibile aperti.

  • Le cotromisure sono già state elaborate. La prima si chiama globalizzazione. Essa permette di esercitare un controllo più diretto e ferreo restringendo o assorbendo le varie autonomie locali. La seconda si chiama “disegno intelligente”. Con essa si ottiene il beneplacito e la collaborazione della religione, da sempre grande deterrente contro lo sviluppo scientifico e culturale dei popoli grazie all’influenza che esercita da millenni sulle nostre ataviche paure.

  • L’antica forma di informazione nel futuro sarà la chiave.In un mondo pieno di tecnologie l’antico diventa la cosa più affidabile.quando ci sara’ quello che si prevede, i profeti continuerano a parlare SEMPRE Passaparola

  • Video molto attuale…Bilderberg in Virginia quest’anno si riuniscono i grassi banchieri internazionali tra cui il nostro m.Draghi,padoa schioppa e se leggete il giornale di blondet potete conoscere tutti i partecipanti a questo congresso in cui si decidono le sorti del mondo…ma nessun mass media ne parla!!!!E’ un congresso più importante del G8 eppure nessuno ne parla!!!!!

  • davvero un bel video molto incisivo ed espressivo spero che il potere non riesca a trovare una contromisura contro LA RETE perchè l’informazione è il principio della DEMOCRAZIA e voglio sottolineare questa parola DEMOS-CRATIA potere del popolo e finche ci saranno persone come noi che creano guardano e diffondono libera informazione varrà la pena lottare x essa

  • Io non sarei così critico riguardo all’informazione, è vero, è informazione di stato, le vere Notizie sono proprio quelle che non dicono, però non siamo ancora arrivati a livelli orwelliani, dove l’informazione è assoluta menzogna al servizio del potere.Tuttavia,l’informazione italiana è schifosa, anzi, in altri paesi non avrebbe tale nome

  • Grande Bellissimo ho paura tu abbia ragione il nano prenderà le contromisure però potremmo usare la sua contromisure il TELEFONO visto che sarà vietato ITERCATTARLO

  • questo video è forte,si capisce bene(almeno per me)che cosa vuole dire,i retroscena di “ogni scena”(sorry il rigiro di parole)ma ho letto anche i vari commenti e non mi pare che tanti abbiano capito,o forse è che ogununo ci vede qualche cosa di diverso….Il mondo è bello perchè vario… ciao byoblu, gabrybabelle

  • la chiave non è personale nè sociologica. E’ più onirico-sciamanica. L’eterno conflitto tra la passione terrena e l’anelito alla purezza, che incessantemente continua ad albergare nei nostri cuori, e che si libera in particolari individui che raggiungono lo stato di grazia, e l’obiettivo della loro esistenza. Per chi crede nel karma.

  • Io resto dell’idea che da soli non si fa nulla… in massa altrettanto… che il potere siamo anche noi… che non ci sono cattivoni al potere da una parte e dall’altra noi che non contiamo un granché e che siamo buoni… e che essere informati non cambia il mondo… il mondo cambia se cambiamo il modo di approvvigionarci energia e cibo e se riprendiamo corpo FISICO in una massa consapevole… una massa di individui animati da un solo grande precetto: non rompersi le scatole vicendevolmente… Individui-stato. Anche perché non sopporto tanto la gente…

  • Buongiorno Claudio, ti invio tre video semplici semplici, poco più d’un quarto d’ora di visione per capire come funzionano le cose e cosa si può fare per cambiarle (segnalazione che magari li farà postare anche a te nel tuo blog). Pigia qui dentro per la versione stringata (8 minuti):http://arcanopennazzi.wordpress.com/2008/06/13/obsolescenza-pianificata/E qui dentro se hai da dedicarti qualche minuto in più:http://arcanopennazzi.wordpress.com/2008/06/13/la-storia-delle-cose/Cose vere e belle a tutti!Arcano PennazziBlog: http://arcanopennazzi.wordpress.com/Video: http://www.youtube.com/ArcanoPennazziMail: arcanopennazzi@gmail.comSkype: arcanopennazzi4

  • interessante il messaggio del video… le contromisure sono gia’ prese dal potere… e’ la rete stessa… per la prima volta nella storia dell’umanita’ tutto e’ registrato, niente si distrugge, l’informazione puo’ essere conservata in milioni di copie, tutto cio’ che facciamo lavorando, che guardiamo nel tempo libero, che comunichiamo… andatevi a vedere chi sono i fratelli Negroponte… uno il supercapo dei servizi USA, l’altro prof all’MIT, il guru di un computer per ogni bambino… et voila’

  • Carao Arcano, “La storia delle cose” l’ho già guardato tutto. In maniera semplice ed esaustiva riassume un po’ tutta la filosofia che sta portando gli esseri umani verso un futuro non più sostenibile. Tutto vero, tranne la cosa del PC, che magari anche volutamente semplifica dicendo però una ca@@ata clamorosa. Ma il concetto in sè resta valido. Ho un colapasta che era di mia nonna e ancora adesso è in grande forma. Se ne avessi comprato uno nuovo l’anno scorso, ora sarebbe quasi da buttare via.

  • Tanto inquietante quanto vero, qualche tempo fa il “potere di sinistra” aveva già provato a limitare l’informazione libera, equiparando blog e forum o semplici siti d’infrmazione (anche informatica) a testate giornalistiche, chidendo un “direttore responsabile”. Spese improponibili per la maggior parte dei siti web che, appunto vivevano, grazie alle spese esigue richieste intrinsecamente da questo tipo di media. Il “potere di destra” che ha seguito,ha aggiunto un altro mattone cercando di completare l’opera,chiedendo una copia “di ogni modifica apportata a blog,forum e mezzi di informazione genereale” da masterizzare su dvd e spedire alla biblioteca di Firenze.Non importa che siano di destra o di sinistra,al potere,la gente che pensa e si scambia idee,NON PIACE,perché se comincia a pensare oltre ad incazzarsi al bar,scatta la ghigliottina.. Ottimo video, come sempre..

  • Ciao Claudio, è da un pezzo che voglio scriverti, ma ho troppe cose da dirti e idee confuse, oggi ne hai per lo più aggiunta un’altra… quindi non mi resta che prender la palla di rimbalzo e rimandartela forte indietro.Ma vendi energia? Puoi farmi un preventivo più dettagliato?Sei al corrente del Gruppo d’acquisto di pannelli fotovoltaici di Jacopo Fo? Scriverò un post in questi giorni e c’appiccicherò il tuo video con il link al gruppo d’acquisto di Fo. Se anche tu li commerci meterò anche il tuo link, così chi meglio produce e meglio tratta il cliente, fa l’affare! (Sono un “tifoso” delle ecotecnologie e spesso ne parlo, ma sai che il silicio è quotato in borsa ed di proprietà e quindi appannaggio delle sette sorelle vero? Comunque anche in un ottica di decrescita, il fotovoltaico è ottimo, però prima vanno tappati i buchi delle dispersioni delle nostre case fatto col culo, e perdonami i buchi!).Sterzo verso quel che volevo dirti da tempo, apprezzo molto i tuoi lavori ed anche i miei (Bukowski e la puzza dei propri stronzi docet…) e pure quelli di qualche altro “pazzo” telematico. Pensi realisticamente che ce la faremo a creare sulla rete una vera alternativa alla tv ed alla carta stampata? Non dovremmo trovare un modo più organico di fare rete restando però liberi di dire e postare quel che desideriamo?Europa 7 resterà ai box per altri lustri, e alternative che si confacciano alla mia etica e alla mia morale, che poi è quella di una persona “normale” e onesta non ne vedo, e impegnarsi perché il sogno di fare qualcosa di bello e artistico, sfoci nel venire stipendiati dal duopolio raiset è proprio una magra consolazione…Cosa ne pensi di una sorta di consociazione tra blogger? Come si può organizzarla?Apprezzo Beppe Grillo e Jacopo Fo e chiunque si impegni socialmente ma di contro praticano una sorta di sfuttamento consapevole, nei confronti dei tanti che si impegnano, collaborano e spesso hanno un lavoro precario.Io nel mio piccolo, siccome scrivo e bramo la mia indipendenza, sto lavorando all’apertura della mia casa editrice on-line.Vedremo cosa succede…Perdonami per averti investito, fai pure con calma!Dice il saggio: “Troppa carne al fuoco, cuoci, cuoci, non cuoce un cazzo!”Che riportato da un vegetariano fa un certo effetto…P.S. Conosciamo una persona in comune che è Davide Bernardelli.Arcano PennazziBlog: http://arcanopennazzi.wordpress.com/Video: http://www.youtube.com/ArcanoPennazziMail: arcanopennazzi@gmail.comSkype: arcanopennazzi4

  • Non so… magari si dovrebbe pensare ad unire sforzi e differenze in un “Movimento dei Bloggers”… Credo che sia una battaglia decisiva… Basta che non ci dipingano subito come Black BloG o ci tassino un tot a post… o ci chiedano le impronte digitali prima di digitare un post…Possiamo sempre aprire blog all’estero…Io continuo a pormi l’atroce dubbio di essere segretamente d’accordo con chi sta sfasciando il mondo… Anche io in effetti nutro fantasie apocalittiche… La sola differenza è che loro ci lucrano “qualcosa”… Del resto come si fa ad essere costruttivi e propositivi con facce come quelle che vedo in TV…Mi godrò la vita per qualche altro anno (sapete, la vita è bella… la mia donna pure)… poi andrò sciamanicamente e oniricamente a trovare una dimensione migliore, chissà… Claudio, se fa lo stesso viaggio, potrebbe fare i tagli di montaggio e postare un video da questa “altra dimensione”. E stupirvi ancora.I suoi video mi piacciono perché non li sento pessimisti… E capisco che lui si diverte un casino a farli… Questa sua “ironia” lo santifica…Io sono già santo da un pezzo…

  • Un altro dubbio… particolarismi e desiderio di accaparrarsi una fetta di spazio di informazione “alternativa” stanno spezzando la possibilità di un “movimento dei bloggers”… Occorrerebbe lavorare ad un “manifesto” comune… Beppe Grillo, per esempio, è una figura troppo egemone… anche se ha senza dubbio avuto il merito di organizzare una manifestazione in grande stile, oscura gli altri bloggers… forse anche loro ammalati di protagonismo. Come non sottrarsi a questa tentazione di questi tempi?Guardate: mi accontenterei anche di un sito pieno di link che illustri e coordini la galassia dei bloggers che discutono sugli argomenti che ci stanno più a cuore (economie biocompatibili e più eque, politiche meno dissennate e criminali, libertà di parola e iniziativa, ecc…). Di cui Grillo non è che un’espressione. Non santifichiamo le icone. Noi siamo, uno per uno, l’iicona di noi stessi. Per quanto mi riguarda, l’anarco-individualismo è la mia ispirazione prima… Anche il rifiuto di simboli e bandiere di Beppe nazionale va in questo verso… Ma nooooo, mai parlare di termini che possano far lontanamente pensare alla politica! Quindi sono d’accordo. Niente riferimenti politici (se non citati e circostanziati). Il solo spazio politico rimastomi, come dico da tempo, è il mio intestino…Ma se proprio dobbiamo far finta che ci sia uno spazio politico, superiamo steccati e differenze e troviamo un terreno comune… Credo che ormai ci siano molti bloggers che dicono cose simili e fanno proposte simili…Chi sa indicarmi un “database” ampio su questi blog, che esista già, da qualche parte nella rete?

  • Concordo sul fatto che da soli non si va lontano. Il senso della rete è la squadra, è la forza della condivisione, delle energie distribuite, sinergiche. Il disegno emerge dal complesso dei particolari.Io sto muovendomi nella direzione del lavoro di squadra, sinergico.. Però finalizzato. La trattazione deve essere sistemica, il format il più possibile omogeneo. Altrimenti la comunicazione diventa disorganizzata e poco efficace.Presto lancerò il mio SOS. :)p.s.. Arcano, perdona se non ti ho risposto. Sono indaffaratissimo. Ma ti leggo sempre.

  • Claudio!… altro che chiusura dei blog… Ho appena visto Larussa in TV felicitarsi per la proposta di mettere l’esercito a supporto sul territorio per non ben definite operazioni atte a garantire la nostra SICUREZZA! (apprifittando della “dissuasione” della nostra attenzione da parte della nazionale di calcio…).Altro che chiusura dei blog… si stanno garantendo il controllo del territorio con la forza (dopo i tre anni di galera per chi intercetta i “furbetti”). Non ci chiuderanno i blog, ci chiuderanno direttamente in qualche caserma a “chiacchierare” con l’esercito…Questo è fascismo. Non va tollerato. Occorre un S.O.S. sì… ma non abbiamo referenti validi in Italia. Ci vorrà un S.O.S. internazionale.Noi parliamo di informazione e quelli si preparano a menare… Nei prossimi giorni penso che proporrò di barattare la mia cittadinanza con una a caso… quella dell’Honduras può andare…

  • purtroppo vedo commenti solo di persone già attente. grazie comunque, bel lavoro.ps. l’esercito nelle strade! DA RABBRIVIDIRE.Eppure non c’è opposizione. ma che succede? Titta Colleoni

  • Per quanto riuscirai a superare te stesso con questi magnifici video? XDDavvero bello…ho la pelle d’oca…e il messaggio è davvero forte!!Complimenti! Alla prossima…saluti!

  • Io credo che si sia ormai affermato un controllo sul nostro pensiero, qualsiasi sia il metodo e lo strumento o il periodo storico. Proprio da quando i greci hanno compreso e diffuso che la filosofia è dimostrabile in ogni essere vivente. Un pensiero indotto ti fa credere in una verità che non corrisponde al reale. Ottimo lavoro!

  • Hai dimenticato il sistema scolastico che trasmette la cultura solo a certi tipi di intelligenza.E’ quello che ha prodotto Letizia Moratti,Vespa,Sgarbi,Mazza,etc.Eliminato molti geni.Censura i “suicidi scolastici”.Bisogna riformare prima di tutto la scuola…seriamente.

  • Hai perfettamente ragione.Hanno utilizzato la stessa strategia che usava Hitler manipolando l’Informazione e motivando i suoi soldati affinche potessero uccidere più persone possibili.Ma per ogni dittatura e sterminio di massa c’è una reazione del popolo che difficilmente accetta la propria fine.

  • a volte mi chiedo se non sia meglio (o + conveniente) bersi in letizia le verità ufficiali, forse scavando troppo c’è il pericolo che venga su solo cacca che sommerge tutto tranne i castelli dei re… in ogni caso grazie byoblu per i tuoi ottimi contributi alla riflessione

  • o credo che si sia ormai affermato un controllo sul nostro pensiero, qualsiasi sia il metodo e lo strumento o il periodo storico. Proprio da quando i greci hanno compreso e diffuso che la filosofia è dimostrabile in ogni essere vivente. Un pensiero indotto ti fa credere in una verità che non corrisponde al reale. Ottimo lavoro!

  • effettivamente la storia è fatta di corsi e ricorsi e dal passato non impariamo nulla ergo ci dobbiamo aspettare la censura da un momento all’altro Ma i grandi manovratori hanno un solo scopo,il denaroCerchiamo di colpirli nel portafoglio prima che ci tarpino le ali;penso al boicottaggio dei loro mezzi,”informazione”, all’ignorare i loro “testimonial”,i loro status simbol Ma tutto questo dovrebbe arrivare dai più giovani,attraverso un’accresciuta capacità critica Come sempre video di spessore.

  • byoblu … l’Autorità Garante del Commercio e del Mercato ha attivato (finalmente) il numero verde dove segnalare pubblicità ingannevoli 800166661 … è un ottimo servizio !!!Passa parola

  • infatti la publicità,a incrementato l!immigrazione,la t.v. oltre a rovinare il corso politico italiano…ah rovinato la vita di molti immigrati…(bioblu bravo come sempre) Commenta questo

  • Molto suggestivo il video…e quanto vere le parole soprattutto quando si tratta di “informazione ufficiale” rea di corrompere le menti del popolo e di mentirgli spudoratamente

  • Molto suggestivo il video…e quanto vere le parole soprattutto quando si tratta di “informazione ufficiale” rea di corrompere le menti del popolo e di mentirgli spudoratamente

  • Molto suggestivo il video…e quanto vere le parole soprattutto quando si tratta di “informazione ufficiale” rea di corrompere le menti del popolo e di mentirgli spudoratamente

  • No, sai come faranno a distruggere il potenziale potere informativo della rete? Non comprandola, perchè la rete è libera, e lo sarà sempre; semplicemente la screditeranno. Verrà un periodo in cui ai Tg faranno vedere una caterva di servizi su psicopatici e malati che usano Internet per le porcate, e in questo modo lanceranno il messaggio: usi Internet? Sei un malato, un delinquente, è una cosa da perversi! Ovviamente questo periodo verrà quando le informazioni presenti in rete diventeranno una serie preoccupazione per la classe politica..per il momento stanno attaccando Grillo, che ne divulga i poteri, ma presto attaccheranno anche la rete.

  • no. Non potranno più farlo. Perchè tra poco in rete ci saranno tutti. E nessuno potrà più contrabbandarla per quello che non è. Sì, tentativi di bloccare la circolazione delle informazioni in rete sono non solo prevedibili, ma ce ne sono già.La rete dovrà essere unita, per quel giorno. Solo così resterà libera.Per questo bisogna “contarsi”. Bisogna sapere di dover scendere in piazza in qualsiasi momento per levare una voce udibile e temibile.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi