Gladiatori a Palazzo di Giustizia

Mediolanum. Un tardo pomeriggio estivo. Sotto alle mura del palazzo. In lontananza, in cima alla monumentale scalinata, un gruppo di guardie del re osserva pigramente la scena. Sembrano leoni nell’afa di una pianura africana. La gente si affolla dinnanzi a un capannello di cittadini con i vessilli in mano. L’atmosfera è quella immota che precede il temporale. C’è un senso come di attesa. Hanno vagato per mesi, dopo la disfatta del loro esercito. Hanno visto i loro amici cadere sul campo, hanno ancora negli occhi una domanda senza risposta. Il loro re ha firmato la resa. Pacatamente. Serenamente. Loro no!


C’è un uomo tra loro. Sembra portare nel cuore il peso più grande. Non piange la perdita della sua casa, o della sua famiglia, no. Esterrafatto, assiste alla profanazione del tempio. Vede l’invasore vilipendere i valori con i quali è stato cresciuto, saccheggiare la propria terra, schernire gli dei, bestemmiare sui testi sacri. La canicola estiva imperla la sua fronte. Ha chiamato a se i suoi vecchi amici, e ora loro sono lì. Attendono. Sotto il sole. Per quanto grande sia il dolore, più grande è l’orgoglio del nome che porta. Un lampo di fierezza gli illumina il volto, e allora si erge, posando lo sguardo silenzioso suoi suoi compagni, uno ad uno. E inizia a chiamarli.
Dall’alto di quelle mura, sessant’anni di storia della Costituzione li guardano. Un imperativo morale che non si può tradire. Così, ecco i testimoni dei fratelli caduti rivendicarne l’eroismo, impugnare l’elsa delle spade inerti ed iniziare a brandirle, perchè nessun sacrificio fosse stato vano. E ancora, ecco strateghi ed esperti delineare il profilo del nemico, individuarne il tallone d’Achille, suggerire strategie e stendere piani d’azione. E poi gli oracoli, i profeti, i guerrieri. Eccoli prendere la parola a turno, brandire le mazze, lanciare urla di guerra, incitare e spronare gli astanti. Qualcosa è inziato. Una scintilla mai sopita, forse creduta spenta, tuttavia costantemente protetta e conservata come atto di fede prende improvvisamente a brillare. E’ pronta per incendiare gli animi.

L’uomo, lo sguardo di pietra incastonato tra lineamenti rocciosi, alza una mano e prende a parlare. Sono parole che nascono incerte, forse incredule, ma che diventano via via più corpose con l’avvicendarsi dei pensieri. E sono pensieri arditi, immagini potenti. Nascono dall’abisso dove era sprofondato il cuore e si fanno più spaventose e prolifiche con l’emergere di una nuova consapevolezza. La voce sprofonda e tuona cavernosa, arricchendosi di sonorità ancestrali cui fanno eco le lance sbattute a terra, in sintonia con il ritmico cadenzare dell’inconscio tribale.

Ora gli uomini e le donne respirano all’unisono, e sono divorati dalla stesso desiderio, ma non è vendetta quella che vogliono. E’ solamente giustizia.

E la avranno. Se continueranno a credere.

 

151 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • E’ davvero ora di alzare la voce davanti alla più vergognosa e strisciante dittatura del peggiore politico mai esistito. Meraviglioso vedere che ogni giorno ci sono persone nuove che si svegliano, che capiscono, che si informano e che alzano la voce.Deve vincere la giustizia. Grazie byoblu

  • Ma allora eri tu! mi sembrava di averti riconosciuto cacchio, ma non sapevo fossi di milano! ero di fianco a te, ad ascoltare, con lo zainetto in spalla da bravo studente 🙂 alla faccia della ragazza che diceva che non c’erano gli universitari.Metterò il video sul blog

  • èvero, è ora di svegliarsi e non limitarsi ad aspettare grillo, il web è pieno di “profeti” capagi di organizzarsi ed aiutare alla stessa maniera di grillo (forse hanno meno soldi ma conta poco)Secondo me occorrerebbe organizzare tante manifestioni di piazza, non solo il solito V-Day che per uanto utile poichè sempre accompagnato da raccolte firme, rischia di diventare “ualcosa di monotono” schernito dai giornali ormai schiavi del governo.Se iniziassero a nascere molti movimenti dello stesso tipo non sarebbe possibile ne ignorarli, ne tacitarli.Che dite, sbaglio?

  • sul fatto che sarebbe utile che ci fossero tanti movimenti che si autorganizzano e manifestano, sicuramente hai ragione.Sul fatto che non sarebbe possibile ne ignorarli, ne tacitarli, non lo so.Il nostro scopo non deve essere arrivare ai telegiornali, ma alla gente direttamente.I telegiornali ce li dobbiamo proprio dimenticare…

  • magari!!! e sottolineo “magari”!!!avete visto cosa e’ successo in argentina???????? manifestazioni con milioni di persone,il governo si dimette,34 morti,le “madri”(dei desaparecidos)che portano una bandiera infinitamente lunga……………..(diario del saccheggio -fernando solanas)!!!!!poi quando viene il momento di concretizzare……carlos menem si ripresenta alle elezioni e quasi quasi rivince,il popolo non e’ in grado di fornire una nuova classe dirigente e……………continua a pagare,morire e soccombere sotto una “nuova” classe dirigente che altro non e’ che il rimpasto di quella vecchia!(Fernando Pino Solanas – La dignidad de los nadies) siamo in grado di fare una “rivoluzione francese”???????????no!!!!!!!e allora proviamo un’altra strada?cio’ a cui ti opponi persiste! karl gustav jung!!!!! proviamo allora a lasciarlo andare…….. chissa’ che nella distruzione di questo stato non distrugga anche se stesso (anzi…..diamogli anche una mano!!!!!)P.S. complimenti per i tre video collegati!!!!!!!!!! alcatraz

  • Dal Vday di Bologna l’Italia sta cambiando. Da una parte i politici cercano di creare una supercasta per i loro comodi, fregandosene altamente dei cittadini. Dall’altra stanno emergendo associazioni e manifestazioni di democrazia diretta, non comandate da Grillo, ma liberamente emerse da quella pentola a pressione che sta scoppiando. La crisi italiana è ormai alle porte, il governo non fa nulla, pensa a quanto è bello allo specchio, insieme agli amici del PD.

  • Grazie per le riprese! E’ stato un bell’inizio quello di ieri. Anche se ero abbastanza vicino al palco non si sentiva benissimo, l’audio dei tuoi video invece è molto meglio.

  • Grazie per avermi fatto partecipare a questa protesta, pur non potendo essere li.Devo dire che Nando Dalla Chiesa è stato veramente convincente, chissà quali sono i rapporti con la sorella…Comunque penso che fino a quando questi messaggi non avranno una vera diffusione, sarà dura svegliarsi dal torpore…Si dice che ci siano problemi più gravi, ma cosa c’è di peggio del perdere la condizione di stato democratico? Senza questo non si va che tutti al macero, a parte uno ovviamente…

  • Ottimi video. Gli argomenti già li conoscevo,ma vanno gridati sempre più forte per superare quel muro di disinformazione e indifferenza furbescamente teso a noi tutti. Unica pecca,l’intervento di Agnoletto,che reputo un coglione patentato.

  • Ottimo servizio come sempre.Ad ogni modo io sono contrario alle bandiere di partito come ho visto sullo sfondo perchè sono convinto che il buonsenso non appartiene a nessuno schieramento in particolare.Non cadiamo in questo trabocchetto che loro usano da secoli altrimenti saremo sempre dimezzati, perchè messi l’uno contro l’altro.

  • la gente guarda i problemi di casa sua..e dice “ma cosa me ne frega di Berlusconi e i suoi processi”…e non capisce che finchè li sta uno che fa solo i suoi interessi ,nel suo orto non crescerà nulla..

  • le bandiere c’erano, ed è stato consigliato di portarle, per dimostrare ai capi dei vari partito che anche la famosa “base” è contraria alla loro linea di (non)opposizione.Ciao

  • Vi chiedo di girare tutte le CITTA’, informate la gente….i media frullano il cervello con stronzate..LASCIANDO LA GENTE NELL’IGNORANZA!!!GRAZIE PER QUELLO CHE FATE..

  • wow altro che antica grecia anzi colosseo romano tra sciavi leoni e gladiatori….. o meglio una bella corrida!!!! dilettanti allo sbaraglio!!! pero bell’impresa bravo ottimo inserto per noi tutti. ciao jurji

  • Che tristezza. Argomenti vecchi, immagini banali, contenuti sostenuti ormai solo dai trombati e nei salotti shic. Siete lontani dalla democrazia mille miglia. La magistratura non può essere un potere e nemmeno un contropotere. I magistrati devono soltanto applicare le leggi, possibilmente in silenzio e non pensare di farle. Demagia demodè. L’unica cosa positiva è che più personaggi come te insistono con questi falsi editoriali e più la stragrande maggioranza degli italiani si allontana e vota da un’altra parte. Non mollate però, abbiamo ancora bisogno di voi per arrivare almeno al 90%

  • @hugmeno male che, siccome dici che io sono fazioso (invitami pure ad un incontro del PDL), ci sei almeno tu sul web che non lo sei! :)Ultima cosa. Questo non è un editoriale.. Se non ti hanno spiegato la differenza, questa si chiama cronaca.

  • Da quando la Costituzione e i diritti del Popolo Italiano sono diventate demagogia demode’? Non lo sono mai diventato e non lo diveteranno mai, per fortuna. E non sarai di certo tu “hug”, account senza nome, senza faccia e senza coraggio a decretare la democrazia, la giustizia e l’uguaglianza come cose “fuori moda”. Ne’ tu ne’ tutte le televisioni e giornali venduti di tutto il mondo messi assieme. E neanche 1000 account fasulli che postano 100.000 commenti idioti scritti dalla stessa tastiera.

  • battuta trita e fuori luogo. La democrazia sarebbe quella di alcuni magistrati che pretendono di fare politica e di imporre loro le leggi. In base a quale principio democratico ? Sono forse stati eletti da qualcuno ? Solo in america i giudici vengono eletti dal popolo e si presentano e rispondono sulla base di quanti delinquenti hanno mandato in galera. La magistratura italiana al contrario ha vinto un concorso statale e di arroga il diritto di pontificare e dire che cosa è giusto e cosa è sbagliato. L’unico legittimato in questo senso è il parlamento tramite la sovranità che gli ha conferito il popolo. Più voi tenete le fette di mortadella sugli occhi e più ci sono possibilità di far crescere anche in Italia una democrazia compiuta.

  • Caro “hug”, se fossimo in una democrazia compiuta, o anche solo negli USA (che proprio compiuta come democrazia non e’), il buon Silvio Berlusconi starebbe in galera da un pezzo in compagnia dei gangsta rapper, e non avremmo bisogno di smantellare la giustizia e riscrivere la costituzione per non fargli pagare il conto.

  • Varude, datti una calmata, rilassati. Cosa c’entra la costituzione, non credo che dica che i magistrati hanno il potere di fare le leggi. Informati prima di attaccare a testa bassa. In quanto al popolo italiano mi sembra che la pensi molto diversamente dai tuoi luoghi comuni. Coraggio che la vita è bella nonostante la mediocrità acritica di certe posizioni.

  • Cosa centra la costituzione? Datti una ripassata … Articolo 3 Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. Articolo 21 La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. Articolo 101 + 104 La giustizia è amministrata in nome del popolo. I giudici sono soggetti soltanto alla legge. La magistratura costituisce un ordine autonomo e indipendente da ogni altro potere.

  • In Italia nessun magistrato si è mai arrogato il diritto di legiferare, al massimo la Corte Costituzionale stabilisce se una legge presenta elementi di anticostituzionalità, com’è suo preciso dovere. Riguardo al concetto di democrazia esso si basa essenzialmente su cultura, autoregolamentazione e rispetto, principi da tempo ignorati da gran parte degli italiani a cominciare da Berlusconi. Per ciò che ti riguarda, invece, ritengo che tu non li abbia mai conosciuti. Chiaro hug?

  • Ma che bravi! Adesso che vi siete tutti espressi con il solito pensiero unico, vi sentirete fieri di voi stessi. Ancora una volta avete affermato la vostra superiorità morale ed intellettuale, per la quale solo e soltanto voi avete ragione.E’ la stessa presunta ed ostentata superiorità morale che che ha fatto perdere le elezioni a tutta la sinistra, facendone scomparire una parte dalla storia. Del vostro concetto di democrazia c’è da avere terrore, assomiglia molto di più al funzionamento dei soviet che non al volere del popolo. Credo infine che se di Current Italia non gliene frega niente a nessuno sia proprio per la presenza di persone come voi che politicizzando alla maniera di Travaglio e di Santoro tutto quanto, recano un grave danno di immagine al progetto. Voi non sapete partecipare a voi piace il giustizialismo.

  • Sono ancora una volta inorridito e sgomento quando oggi,accendendo la televisione,scopro che per i nostri media le notizie sono: 1^fa caldo;2^quali le persone a rischio?3^Donadoni si o no?mentre nel NOSTRO parlamento stanno votando un decreto sulla giustizia che nemmeno nell’Argentina dei generali…VERGOGNA!!!!

  • Hug. “Ancora una volta avete affermato la vostra superiorità morale ed intellettuale, per la quale solo e soltanto voi avete ragione” Questo mi sembra un commento un po’ acido da chi non sapendo replicare dialetticamente non sa altresì riconoscere del vero nelle parole del cosiddetto avversario. Se invece inziassimo tutti a ragionare cercando ogni tanto di riassorbire le differenze, anzichè difenderle tutte ad oltranza, non sarebbe meglio?”Del vostro concetto di democrazia c’è da avere terrore, assomiglia molto di più al funzionamento dei soviet che non al volere del popolo.” Questa poi, dovresti spiegare meglio. Io credo che un processo debba svolgersi sino al suo compimento, e non vada bloccato da una legge. Altrimenti questo come lo chiami? Se chiami “Soviet” rivendicare l’autonomia dei tre poteri costituenti una democrazia liberale, allora devi chiamare “regime”, o “fascismo”, o “dittatura” l’influire con leggi apposite sui propri destini processuali. Altrimenti non c’è coerenza.”Credo infine che se di Current Italia non gliene frega niente a nessuno sia proprio per la presenza di persone come voi che politicizzando alla maniera di Travaglio e di Santoro…”Questa è la sezione “NEWS”. Nelle “NEWS” ci possono essere notizie di ogni genere, tra cui sicuramente anche quelle “politiche”. Intendi censurarle per caso? In quale modo queste notizie, con le rispettive discussioni, sarebbero dannose? Forse che la partecipazione politica, con i diversi colori che le sono propri, non è un processo vitale e sano di una normale democrazia? Cosa ti disturba? Pensarla diversamente?Sei libero di farlo, e lo stai facendo. Cosa vorresti quindi? Che gli altri perdipiù tacessero?Ti svelerò un segreto. Quando leggo un commento, magari anche uno dei tuoi, cerco sempre di capire in cosa posso essere daccordo, prima ancora che schierarmi per definizione. Tu fai la stessa cosa?

  • hug probabilmente durante le elezioni dormivi, non ti sei accorto che la sinistra ha perso proprio perche’ facendo l’amicona con Silvio (e anche per mille altri motivi) non rappresentava piu’ molti di noi? Altro che superiorita’ morale … se sei rimasto ancora alla pantomima sinistra vs. destra, comunisti vs. liberali … salutami i dinosauri. L’unica vera guerra e’ tra gli interessi personali di un singolo uomo, ,tale S.B., e l’Italia. Non e’ piu’ necessario essere “di sinistra” per voler combattere contro le leggi porcata. Basta essere italiani con una coscienza e un cervello disinquinato dai media …

  • infatti io di sinistra non sono mai stato. Anche se in un certo senso ne condivido una certa impostazione umanistica.Questo non mi frena dall’essere critico nei confronti di “quello che quando è troppo, è troppo”, per dirla alla maniera popolare.

  • poi dici che berlusconi non è buono,senza di lui pensa che noia:tutti a dire che prodi e bertinotti erano dei buoni. ti ricordo che la forleo e de magistris sono stati fatti fori da prodi e mastella con bertinotti silente. la casta è trasversale.

  • Ma Salvatore Borsellino dov’era quando Prodi, D’alema ed amici stavano massacrando la Forleo e De Magistris??? Basta citare Unipol. E poi insomma la sinistra si fa solo i propri interessi e si è messa d’accordo con Berlusconi su Rete4 sempre tramite D’alema e c’è un video in yt. L’Italia è governata da Vaticano, Massoneria, Mafia e questi politici che si fanno solo gli affari loro, e tutti i video in YT del mondo non cambieranno tale situazione.

  • prova a caricare la versione in alta definizione.Vai alla pagina del video su YouTube e clicca su “guarda in alta definizione” (piu’ o meno) in basso a destra sotto al video.L’audio è migliore (anche se a me non pareva proprio: hai disabilitato loudness e/o filtri analoghi?)

  • uhm… Hug, la persona più omologata con le “idee” della maggioranza vi fa notare che siete “omologati” nel senso del “giustizialismo”?Se è così siete omologati tutti :)Prendiamola come un invito ad elaborare pensieri originali ed eccezioni…

  • Grazie per questo importantissimo documento!Spero che dalle parole si passi ai fatti e si possa andare in una direzione opposta a quella che ha preso l’Italia. Esercito nelle città, sopressione del potere giuridico per i più forti, mi ricordano qualcosa di molto brutto già visto nel passato

  • Se non era per te Byo non avrei visto queste testimonianze.Esercitare tutti i nostri diritti di cittadini liberi, è l’unico modo per cambiare qualcosa, della retorica e l’indifferenza dei politici non so che farmene.

  • non si può pretendere giustizia da chi è addirittura indagato tra i mandanti occulti delle stragi di capaci e via d’amelio (berlusconi è indagato proprio per queste stragi oltre che per vari intrallazzi con mafia e massoneria).

  • non si può pretendere giustizia da chi è addirittura indagato tra i mandanti occulti delle stragi di capaci e via d’amelio (berlusconi è indagato proprio per queste stragi oltre che per vari intrallazzi con mafia e massoneria).

  • non si può pretendere giustizia da chi è addirittura indagato tra i mandanti occulti delle stragi di capaci e via d’amelio (berlusconi è indagato proprio per queste stragi oltre che per vari intrallazzi con mafia e massoneria).

  • « Preferirei andare dal dentista per sette ore di seguito, piuttosto che trovarmi a discutere un’altra volta con Franco. » (Adolf Hitler) « È meglio la peggiore delle democrazie che la migliore di tutte le dittature » (Sandro Pertini) « Il vero potere risiede nelle mani dei detentori dei mass media[1] » (Licio Gelli) « Nessuno può negare che la P2 sia un’associazione a delinquere[2] »(Sandro Pertini, Presidente della Repubblica, 1981)Il cesarismo è la categoria in cui Max Weber e Antonio Gramsci facevano ricadere le dittature del loro tempo. Questi regimi non si basano solo su strumenti di repressione, ma anche sul consenso. Sono incentrati sulla figura di un capo carismatico e su un forte apparato statale. All’ideologia si sostituisce il carisma del capo. Caratteristica di questa dittatura è la mediazione tra interessi contrastanti. Il termine deriva dalla dittatura di Cesare nell’antica Roma. In base all’ideologia si parla di sultanismo (cesarismo reazionario), peronismo (cesarismo apolitico, definizione talora considerata ambigua), bonapartismo (cesarismo rivoluzionario, quello di Napoleone I e Napoleone III). da wikipedia alcatraz

  • Diamoci una contata…secondo me siamo tanti a pensarla come i partecipanti alla manifestazione. Possibile che non possiamo fare più di così? Abbiamo poca voce, ci stanno imbavagliando sempre più strettamente.Spero che scaturisca prima possibile un’IDEA vincente.

  • hug, la magistratura è uno dei poteri dello stato!!!INDIPENDENTEdagli altri poteri.capito? eh no tu questo nn puoi capirlo…demagogia la manifestaz.a favore dello stato di diritto???ma da dove vieni? dal cile di pinochet??ehi, hug, io sono di SINISTRA! ma si può ancora dire no?

  • byoblu mi sembra proprio che il tuo lavoro , che adesso è anche un po il nostro piano piano stia DECOLLANDO .Ed io sto incominciando a provare un sentimento , una sorta di agitazione interiore .vi voglio bene ragazzi .

  • Bellissimo lavoro! grazie, Claudio! anch’io sono convinta che la esposizione di bandiere (di qualunque tipo) sia solo un danno alla causa, perché verrebbe usata “contro”. Meglio evitare i vessilli, basta identificarsi come “Italiano incazzato”. Chi si ribella all’attuale situazione non ha bisogno di bandiera, è solo un cittadino che pretende una classe politica onesta, che faccia gli interessi della gente e che restituisca dignita agli anziani e speranza ai giovani.

  • Piero Ricca su Tutti !!!Ma che razza di leggi e riforme stanno facendo per il Popolo Italiano ?!?Comincio a pensare che l’abolizione dell’ICI sulla prima casa ce la faranno pagare amaramente.

  • Qui ci vuole una marcia! Una manifestazione davanti al parlamento! Ci vuole organizzazione, forza, voce! Abbiamo pochissima voce! Dobbiamo urlare, farci sentire, andare sotto casa loro! Altrimenti continueranno a gettarci fango adosso e a rendere la nostra democrazia uno squallido involucro vuoto. QUANTO ANCORA DOBBIAMO STARE ZITTI???

  • Da Current.Tvhttp://current.com/items/89045786_gladiatori_a_palazzo_di_giustizia_milanoNon mi interessa votare il video, questa storia delle votazioni è una buffonata e lo sanno tutti.Altro che dinosauri, siete voi che siete ancora bloccati alla questione degli interessi personali, al conflitto di interessi e ad altre banlità di questo tipo che non hanno mai interessato nessuno.Forse voi non vi siete accorti che gli italiani, l’Italia ha votato, si è espressa in modo chiaro come mai prima nella storia della repubblica ed ha scelto di essere governata proprio dalla persona che secondo voi dovrebbe stare in galera.A questo punto che cosa fate ? Pensate di deleggitimare l’intero popolo italiano, che ha ancora esprime un gradimento del 65 %Non vi soge mail dubbio di essere voi completamente fuori da quello che interessa alla gente ?Infine vorrei chiarire una cosa. A me di parlare di politica interessa fino ad un certo punto, non sopporto chi gira con la mortadella sugli occhi e basta. Quello che veramente non sopporto è che blogger faziosi, editorialisti per hobby o per disperazione, con scarse conoscenze del linguaggio audiovisivo – dato il basso livello dei pod – abbiano occupato lo spazio di Current Italia vanificando qualsiasi possibilità di sviluppo.Una proposta così spudoratamente politicizzata, parlo di Cuirrent, può interessare solo a qualche frequentatore di salotti in cui si discute da oltre 15 anni delle stesse inutili cose, sempre in meno, sempre meno convinti, sempre con meno argomenti e di conseguenza sempre più faziosi.Sulla sbagliata e dannosa politicizzazione di Current vorrei un serio confronto e non su Berlusconi che ormai, per merito vostro, si può addirittura permettere con un governo di destra di fare cose di sinistra. E gli italiani sono con lui, in barba a tutti i discorsi sul conflitto di interessi.Per favore, non fate morire Current nella banalità degli stereotipi e dei luoghi comuni.

  • Dahttp://current.com/items/89045786_gladiatori_a_palazzo_di_giustizia_milanoquoto hug “questa storia delle votazioni è una buffonata e lo sanno tutti”caspita, siamo d’accordo, anche a me era sembrato che mettere solamente una croce ogni cinque anni senza poter scegliere i candidati non fosse costituzionale

  • Dahttp://current.com/items/89045786_gladiatori_a_palazzo_di_giustizia_milano”Altro che dinosauri, siete voi che siete ancora bloccati alla questione degli interessi personali, al conflitto di interessi e ad altre banlità di questo tipo che non hanno mai interessato nessuno.”scrivendo cose del genere non fai altro che umiliare te stesso … per favore lascia stare.

  • #Qualche domanda:- a chi pensate che interessi il conflitto di interessi di Berlusconi ?Agli Italiani ? Non sembra, considerato che lo hanno votato in massa e gli hanno consentito di formare il quarto governo in 14 anni.Se la magistratura è autonoma che si comporti come tale. Perchè deve esprimere opinioni politiche su leggi approvate dal parlamento ? Si trattasse almeno di una magistratura efficiente ! La magistratura italiana è in realtà senza vergogna, non mi ricordo un caso che sia stato risolto, parla come se i processi li facesse ma in realtà non li fa, una paio di settimane fa un giudice è stato finalmente sospeso perchè dopo 8 anni non aveva ancora scritto le motivazioni della sentenza, proprio di oggi è l’obbligo alla riassunzione chi ha rubato nelle valige dei passeggeri a Malpensa, una banale causa di condominio dura almeno 10 anni.Questa è la magistratura italiana.E secondo voi chi governa dovrebbe farlo sotto il ricatto di simili giudici ? Sarebbe un’altra anomalia italiana dato che in tutti il mondo è diverso.Che questa sia la sezione news o la sezione pod non cambia di molto. Dahttp://current.com/items/89045786_gladiatori_a_palazzo_di_giustizia_milanoCurrent sta offrendo un’immagine troppo politicizzata e schierata e sinceramente non credo che questo possa favorire il processo di invenzione di una tv partecipata.Ripeto: parliamo di questo dato che il progetto è prima di tutto un progetto televisivo. Per le polemiche politiche tanto care a certi blog ci sono in rete altri spazi. Lasciamo che in Current si esprimano di più i videomaker con prodotti validi linguisticamente, sperimentali, innovativi e non con cronache mascherate da editoriali ed editoriali travestiti da cronaca giornalistica.

  • Dahttp://current.com/items/89045786_gladiatori_a_palazzo_di_giustizia_milano@HUGhug – a chi pensate che interessi il conflitto di interessi di Berlusconi ?orikstes-AD ogni persona che è ancora in grado di comprendere quale danno puo provocare al paese un informazione di parte unilaterale ed assoluta .Hug- Agli Italiani ? Non sembra, considerato che lo hanno votato in massa e gli hanno consentito di formare il quarto governo in 14 anni.orikstes- questo , con tutto il rispetto , mi sembra già il danno provocato da un informazione di parte unilaterale ed assoluta .Hug -Se la magistratura è autonoma che si comporti come tale. Perchè deve esprimere opinioni politiche su leggi approvate dal parlamento ? Si trattasse almeno di una magistratura efficiente ! La magistratura italiana è in realtà senza vergogna, non mi ricordo un caso che sia stato risolto, parla come se i processi li facesse ma in realtà non li fa, una paio di settimane fa un giudice è stato finalmente sospeso perchè dopo 8 anni non aveva ancora scritto le motivazioni della sentenza, proprio di oggi è l’obbligo alla riassunzione chi ha rubato nelle valige dei passeggeri a Malpensa, una banale causa di condominio dura almeno 10 anni.orikstes- vedrai che adesso andrà ancora più lenta.Hug_ E secondo voi chi governa dovrebbe farlo sotto il ricatto di simili giudici ? Sarebbe un’altra anomalia italiana dato che in tutti il mondo è diverso.orikstes -fammi un esempio veramente congruoorikstes -per le ultime due lamentati con la direzione .ciao

  • @hugio non comprendo qual’è il tuo punto. Cerchiamo di riflettere.Viviamo in una democrazia. Su questo concordiamo, no? Più o meno malata, ma i principi di base sono scritti lì. Tra questi c’è la libertà di pensiero, parola, opinione bla bla bla..In questo contesto, la tua stessa domanda “a chi volete che interessi” è un “non-senso”.Infatti per le caratteristiche di una democrazia, basta che interessi ad una sola persona.Se se ne parla, è perchè interessa ad almeno **due** persone.. le quali hanno tutti i diritti costituzionali di parlarne a iosa, anche di notte sognando, se vogliono.Quindi se in Italia c’è gente che “ne parla” non è un problema. Il fatto poi che tu definisca “blogger fazioso” un blogger che per definizione è uno che dice quello che pensa, e quindi per forza di cose è “fazioso”, è un altro “non-senso”.Che male farebbe un blogger, diciamo io, a raccontare la sua verità e a mostrarla? Cos’è.. corre il rischio forse di convincere qualcuno?E se lo convincesse, significa che la sua argomentazione cessa di interessare solo a lui, ma interessa almeno a due persone. Il chè, tornando al concetto di democrazia, è perfettamente legittimo.Tu, per converso, hai il diritto di dire “a me non interessa”, e nessuno può offenderti per questo. Magari hai anche ragione tu, ma ciò non toglie che “parlare” è il sale della democrazia. E i blogger fanno questo. Ci sono anche un sacco di blogger che difendono tesi opposte. Li chiami faziosi per questo? Li vorresti chiudere? Aprine uno dove inneggi al conflitto di interessi, se credi. Io non verrò mai lì a insultarti.Ah già.. non ti interessa parlarne. Ma allora perchè sei qui a discuterne? perchè qui su questo articolo? Perchè intendi privare un cittadino (io) del diritto di parola? O perchè vuoi salvare Current.Ok. allora parliamo della tua visione di Current e degli editorialisti “per disperazione”.Per come la vedo io, Current è divisa in due parti. Una contiene materiale che viene eventualmente, a INSINDACABILE giudizio della redazione, scelto per passare su un canale tv satellitare. Gli interventi si chiamano POD e hanno regole più o meno precise ( secondo me un po’ fumose ma diciamo che se vogliamo capirne il senso, ci riusciamo anche, basta guardare cosa passa in televisione e ti fai un’idea).Poi c’è una sezione NEWS che funziona un po’ stile giornalismo distribuito. Hai la tua segnalazione, il tuo articolo, la tua notizia di qualsiasi tipo e la posti.A chi interessa se la guarda. Niente più, niente meno.Cos’ha a che fare questo con la sezione televisiva e con la qualità dei contenuti audio /video. E cosa c’entra con le scarse conoscenze del linguaggio audiovisivo? Perfino se io volessi far vedere una cosa e girassi un video con il cellulare sarei libero di farlo. Le news non vanno in tv. Sono una specie di forum. Quindi libero.Quindi che tu venga a sindacare cosa può essere postato e cosa no, mi sembra fuori luogo, tanto più che il video che ho postato riguarda una manifestazione svoltasi ieri a Milano, con interventi di politici. Quindi è una news a tutti gli effetti. Non è neppure un mio editoriale “disperato” che può o meno disturbarti.Ultima cosa. C’è un concetto che non ti è chiaro.Tu intendi Current un luogo dove si fa televisione. Bene. E dentro questa televisione, chi decide quali sono gli argomenti da trattare, e la forma con la quale farlo? Tu?Tu avrai dei parametri tuoi. Possono anche essere validi, non lo discuto anche perchè non li conosco. Ma se in Italia i tuoi concittadini hanno a cuore un certo tema, in quale modo il loro sentire è meno valido del tuo e puoi permetterti di delegittimarli?Riformulo: se in italia la gente (= un certo numero di persone che vota) vuole sentire/vedere in tv trasmissioni che affrontino certi temi, tu come puoi impedirglielo o solamente pensare che questo genere di contenuti sia meno valido solo perchè non interessa a te?Non ti sembra un atteggiamento antidemocratico?Io quando vedo una cosa che non mi piace, faccio click e cambio pagina, e questa è la mia maniera di dissentire. E’ la maniera democratica del web.Se tante persone invece postano tra le news contenuti politici e ne discutono, significa che c’è bisogno di parlarne. Che loro perlomeno ne hanno, tutto qui. Magari tu sei interessato a tutt’altro, forse a qualcosa che è più attinente alla sfera artistica dell’audiovideo, ma ciò non toglie che se fossero in tanti come te e tutti partecipassero, i contributi del genere che ti piacciono supererebbero i contenuti di genere politico che avversi.Se così non è non te la devi prendere con chi esercita semplicemente il suo diritto ad esprimersi, ma a tutti quelli che non partecipano e non propongono contenuti che vanno nella tua direzione.Sono loro che sono assenti, non siamo noi ad essere troppi.Spero che il concetto, che è di una banalità sorprendente, non ti sfugga.

  • IN DEMOCRAZIA? SIAMO in democrazia? GRAZIE per avermelo ricordato, mi sembrava che…..Gente svegliamoci da questo stato di torpore, SVEGLIAMOCI! ripeto in tutti i video che guardo, facciamo qualcosa, io non so’ cosa, pero’ non restiamo SOLO dietro questo cazzo di monitor, tanto credo che a breve ci togliera’ anche questo! dira’ che ci fa’ male agli occhi, e siccome lui ha avuto mandato popolare, deve decidere per la salute dei SUOI cittadini. SVEGLIAMOCI! ma io dico: ma non c’e UNO, UNO SOLO, dei parlamentari del PDL che dica BASTA!, NON E’ POSSIBILE! STIAMO ESAGERANDO! NESSUNO HA UN SOLO BRICIOLO DI DIGNITA’? meno male che veltroni dice che in autunno (IN AUTUNNO?)FAREMO, SI, INSOMMA, AGIREMO, ANZI REAGIREMO, CIOE’COMBATTEREMO, PERCHE’ ABBIAMO CAPITO CHE lui E’.. CERTO’ SE CONTINUA COSI’ NON POTREMO CONIDERARLO TRA I grandi STATISTI, MA SE SI FERMA, SE SI CALMA, ALLORA SI’ CHE SCRIVERANNO NEI LIBRI DI STORIA CHE egli fu..

  • Mitico Byoblu!! Cmq vorrei difendere Agnoletto, mi spiace per chi lo ha definito un coglione patentato, ma a mio avviso e’ una persona meravigliosa e intelligente. Credo che chi lo ha etichettato cosi’ non ha nessuna vera conoscenza della persona.

  • la magistraturaNON fa politica, i giudici APPLICANO la legge, ke evidentem qualcuno vuole cambiare PRO DOMO SUA. La magistratura sta solo difendendo se stessa, la sua autonomia!!! COME PUOI PARLARE DI RICATTO???sei troppo ideologizzato!!

  • grande dalla chiesa…mi piacerebbe creare a palermo un gruppo di giovani che credono alla forza dell’informazione giusta… ma mi sembra essere sola…contattatemi se esistete… ci si può incontrare e organizzarci meglio per fare qualcosa , tutti insieme e dare una mano a questa povera italia dilaniata da imbroglioni e ladri… FACCIAMO GIRARE.. FACCIAMO GIRAREEEEEEEEEEEEEEEEEEEE…..grazie per questi video illuminanti…”se non si comincia mai non esplode mai nulla”…

  • cazzo, non dirmi che non conosci nessuno che è capace a tradurre in un inglese corretto…! Il mio non è adatto alla lettura di un madrelingua, anche se potrebbero comunque esser semplificate alcune parti del testo. Cerco tra amici se ce n’è qualcuno abile con la lingua non solo con la sua morosa, nel frattempo faccio la trascrizione dei tre video. Ok?Dovresti metter tra i servizi offerti alla clientela anche i bollettini informativi PRIMA delle manifestazioni, se non mi fai sapere quando ci sono, che te lo pago a fare il canone? ;D

  • Grazie per aver ripreso .. io ero nel “giro dell’inferno” per il gran caldo in Via Larga ..Grazie per aver ripreso un evento che ha avuto una buonissima affluenza (circa un 1.000 credo) visto la scarsa informazione pre e post evento .. resistere resistere resistere 🙂

  • Ciò che gli Italiani dovrebbero capire è che è in atto una strategia volta a dividere tra loro le persone, proprio per evitare ciò che sta accadendo: che aprano gli occhi, che comincino a comunicare fra loro e che si coalizzino contro il VERO nemico comune! Finché saremo divisi fra opposte fazioni, con diverse bandiere e differenti interessi “di bottega”, non combineremo mai nulla e tutto si ridurrà ai soliti vecchi e inutili girotondi. DIVIDE ET IMPERA, vecchia strategia che funziona sempre!

  • più che contro il vero nemico direi una lotta a favore della verità e della giustizia..xke il vero nemico è difficilmnente distinguibile dato che ognuno si fa i cazzi suoi

  • Ha ragione Marghellina… Esiste un quarto, un quinto potere… e così via… Non si sa bene da dove cominciare, ma da qualche parte si dovrà pure. Quello che comincia spontaneamente ha sempre qualcosa di buono (all’inizio).Quando ho letto lo scritto di Byo (non avevo ancora cliccato il play del video) pensavo parlasse di maori neozelandesi, riti tribali… 🙂 poi mi sono trovato davanti a uno “speakers corner” come ce ne dovrebbero essere tanti in ogni città. Sarebbe bello che si trovasse il gusto di parlare e discutere anche ogni giorno tra cittadini (pochi e buoni) invece che aspettare le folle oceaniche (del 25 luglio di Grillo o molto peggio dell’autunno caldo fassinianamente paventato dalla profezia del Veltro – ecco rivelato il mistero dantesco).La massa è impenetrabile, indistinta… Si eccita per il solo fatto di essere ammassata e gongola della sua potenza cieca. E’ bello essere tutti assieme. Ma non è questo. E’ importante riprendere a parlare. In pochi. E senza “infiltrati”… Che pena sentire il disco rotto dell’informazione di regime anche in un libero cittadino…

  • Ehi!! Ho letto il tuo commento sul mio blog! Ti ringrazio di cuore!!E ricambio in pieno i complimenti!! Te li meriti tutti! Complimenti per la qualità e la scelta stilistica! Vedo infatti che il seguito non ti manca!! 😉

  • Wow che scossa il tuo sito! Sono senza parole. Avevo visto qualcosa di tuo su tutubi poi non mi era più capitato.Ora ti linko e non ti mollo piùComplimenti!

  • PREPARIAMOCI PER IL PROSSIMO EVENTO: Giustizia: Italia dei Valori in piazza 8 luglio25 giu 17:27 PoliticaROMA – L’Italia dei Valori di Antonio Di Pietro e’ pronta a scendere in piazza l’8 luglio a Roma. Lo ha riferito il senatore dipietrista Elio Lannutti. La manifestazione e’ stata organizzata per protestare contro la norma blocca-processi, gli attacchi del premier Silvio Berlusconi alla magistratura. Nel mirino anche banche e mutui. In piazza Navona potrebbero esserci anche l’artista genovese Beppe Grillo e il giornalista Marco Travaglio. (Agr) http://www.corriere.it/ultima_ora/notizie.jsp?id={69FD94FC-582D-416D-B9BD-97538C3568F7}

  • CONTRO ORDINECredo che sia la stessa manifestazione di cui parlava IDV solo che si fara’ da un’altra parte:Roma, 8 luglio, manifestazione in piazza del Pantheon. Passaparola!Colombo, Pardi, Flores d’Arcais: tutti in piazza contro le leggi-canagliaArticoli CorrelatiCare concittadine e cari concittadini,il governo Berlusconi sta facendo approvare una raffica di leggi-canaglia con cui distruggere il giornalismo, il diritto di cronaca e l’architrave della convivenza civile, la legge uguale per tutti.Questo attacco senza precedenti ai principi della Costituzione impone a ogni democratico il dovere di scendere in piazza subito, prima che il vulnus alle istituzioni repubblicane diventi irreversibile.Poiché il maggior partito di opposizione ancora non ha ottemperato al mandato degli elettori, tocca a noi cittadini auto-organizzarci. Contro le leggi-canaglia, in difesa del libero giornalismo e della legge eguale per tutti, ci diamo appuntamento a Roma l’8 luglio in piazza del Pantheon alle 18, per testimoniare con la nostra opposizione – morale, prima ancora che politica – la nostra fedeltà alla Costituzione repubblicana nata dai valori della Resistenza antifascista.Vi chiediamo l’impegno a “farvi leader”, a mobilitare fin da oggi, con mail, telefonate, blog, tutti i democratici. La televisione di regime, ormai unificata e asservita, opererà la censura del silenzio.I mass-media di questa manifestazione siete solo voi.On Furio ColomboSen. Francesco PardiPaolo Flores D’Arcais(26 giugno 2008)http://temi.repubblica.it/micromega-online/l8-luglio-in-piazza-contro-le-leggi-canaglia/

  • Altra manifestazione:A Bologna: presidio promosso dall’Arci di Bologna per lunedì 30 giugno, alle ore 18, davanti al Palazzo di Giustizia (Piazza dei Tribunali, 4), a cui il Partito Democratico di Bologna aderisce e invita alla massima partecipazione, per manifestare la più netta contrarietà alla norma del decreto sicurezza, in discussione in questi giorni in sede parlamentare, che sospende lo svolgimento di molti processi.http://www.panchopardi.it

  • forse sl x un attimo la rivoluzione mi è parsa + vicina siete grandi continuate così nel mio piccolo continuerò a sostenervi e a informare ki nn ha ancora capito cosa ci sta capitando….

  • Dahttp://current.com/items/89045786_gladiatori_a_palazzo_di_giustizia_milanoChe senso ha continuare questa discussione ? Soltanto uno: solo se riusciamo a spostare il discorso su un altro piano e cioè il progetto di Current .Io sono fondamentalmente d’accordo con gli ultimi due interventi di byoblu.E’ ovvio che chiunque può postare sia news che pod sui contenuti che ritiene più interessanti o sui quali si ritiene maggiormente competente. Che lo faccia in modo più o meno fazioso, con il paraocchi, dipende unicamente dalla sua sensibilità culturale.Cadere nella faziosità è molto facile, soprattutto quando si scrive un post su un blog o un forum e si è obbligati per forza di cose ad una sintesi che può essere male interpretata.Quello che io vorrei sostenere è un altro punto di vista che non mi interessa tanto proporre sul piano politico quanto sul piano del progetto televisivo.Intanto ritengo profondamente sbagliata la decisione di mettere le news in prima pagina perché questo caratterizza ancora di più sul piano politico l’immagine di Current che viene presa d’assalto molto più dai blogger che non dai videomaker. La cosa non è da trascurare in quanto c’è una profonda differenza tra blogger e videomaker e solo in pochissimi casi le due figure coincidono.Un videomaker professionista assegna molta più importanza alla forma ed alla sperimentazione, non a scapito dei contenuti, ma è sicuramente più attento al risultato estetico del suo lavoro che non un blogger. Parlo di estetica del linguaggio audiovisivo, naturalmente.Fin dall’inizio attorno a Current si sono aggregati blogger di una certa area politico-culturale che ne hanno in un certo senso “danneggiato” l’immagine. Su questo punto hanno ragione le pochissime voci di dissenso politico che raramente si leggono in qualche post.Non ritengo colpevoli i blogger ma ritengo che la redazione e direzione di Current abbia sbagliato completamente a lasciar crescere una immagine troppo politicizzata del progetto. Se si vuole fare un televisione partecipata “di parte”, ok la cosa è legittima, ma io penso che sia completamente sbagliata.Current secondo me deve offrire spazio ai videomaker professionisti, elaborare e dichiarare un politica editoriale.Doveva essere fatto subito, fin dalla presentazione, invece che organizzare una presentazione con finte domande ad Al Gore e non ci troveremmo oggi a discutere di Berlusconi ma avremmo una qualità di pod molto più elevata .Siamo ancora in tempo: meno post e news di politica (per i blogger ci sono altri spazi nella rete) e più produzioni video su contenuti proposti alla redazione e dalla redazione condivisi (per i videomaker gli spazi in rete, nonostante il dilagare dei video, sono ancora molto scarsi).Questo è anche un appello ai videomaker a farsi avanti e proporre il loro punto di vista.Sulla news di byoblu voto no per un motivo molto semplice: in Italia c’è ancora di non vuole accettare la legittimità di Berlusconi a governare e questo francamente, dopo le ultime elezioni, è veramente inconcepibile. Chi si attesta su queste posizioni delegittima la volontà degli elettori. Poi possiamo dare la colpa all’informazione, alle televisioni, a chi vogliamo.E’ però incontestabile che la gente, gli elettori, gli abbiano affidato il mandato di governare.Anche questa è democrazia.

  • #@castzineSulla distinzione tra bloggers e videomakers mi trovi daccordo. E’ quello che vado sostenendo da sempre, ma si fa fatica a comprenderlo.L’equivoco è che molti intendono Current come un luogo elitario per professionisti o semiprofessionisti videomakers. Current è stata però presentata come televisione “democratica” nel senso dello spazio riservato anche ai “contenuti”, perfino fatti con una webcam. Se questo non era voluto, è stata sbagliato il lancio. Se invece era voluto, tutto quello che vi accade è frutto della normalità.Logico poi che per realizzare un POD di qualità ci voglia molto più tempo che mettersi lì con la videocamera a parlare, e questa può essere una lettura del perchè non ci siano tanti POD quanti videopost di blogger.Io ormai metto i miei interventi solo nella sezione NEWS, e non ho alcuna intenzione di autocensurarmi fino a quando Current non dovesse esplicitamente prendere una posizione.Due osservazioni.1. tu vuoi che Current decida cosa deve essere postato, anche a livello di news, e cosa no. In sostanza vuoi che operi una censura preventiva. Se così fosse, non sarebbe nulla di dissimile da una televisione tradizionale, mentre invece sembrava si stesse proponendo per dare voce ai videomakers ma anche ai bloggers, cioè a chiunque avesse qualcosa da dire che venisse giudicato interessante dalla gente, voti alla mano2. Berlusconi è stato eletto. La democrazia ha fatto il suo corso e infatti sta governando.Democrazia singnifica anche avere la possibilità di dissentire da questa scelta. In quale modo il mio dissenso dovrebbe turbare il senso della democrazia? Democrazia non è “una volta che hai vinto io non devo più esercitare il mio diritto di critica”. Democrazia è esattamente l’opposto. Non comprendo perchè molti vorrebbero tacitare le voci di dissenso. Se non siete daccordo con l’espressione di questo dissenso, continuerete a votare dove avete votato prima, ma l’espressione del dissenso stesso è il sale della democrazia stessa.

  • Ma come fareste a vivere senza Berlusconi. Siete ossessionati. Di questo passo, sempre con il vostro fondamentale contributo, penso che assumerà ad interim anche ruolo del papa.Le cose dette sui giudici non sono soltanto vere, sono sacrosante. Santo subito !

  • Non è necessario essere politicamente schierato a sinistra per dichiararsi contrario ai provvedimenti che il governo Berlusconi sta attuando.Non è necessario essere contro Berlusconi per capire quanto siano catastrofici questi provvedimenti. Si può essere anche di destra e non accettare questo modo di fare politica. In Italia è difficile che si possa pensarla cosi.Ma se c’è chi, politicamente schierato a destra, accetta tutto quello che un governo di destra, anche quello peggiore possibile, propone, allora il problema è culturale. Una cultura da tifoso di calcio, come se riconoscersi in un lato politico possa essere di per se l’accettazione in toto dei programmi che provengano dal proprio lato politico, come, per l’appunto, uno che tifa la sua squadra, sia pure essa la più scorretta e antisportiva esistente.Sarebbe ora di crescere, di uscire dalle gabbie che ci imprigionano in uno schifoso schierantismo da cui io mi sento molto lontano.

  • Dahttp://current.com/items/89045786_gladiatori_a_palazzo_di_giustizia_milanoNon mi interessa fare un dicorso politico, e dal mio punto di vista non sempre sono d’accordo con claudio.Ritengo però che nella sezione news sia giusto ed auspicabile che ci siano pod che si occupano di politica.La politica, che ci piaccia o meno è parte integrante della nostra società e dobbiamo confrontarci per cercare di capire come stanno lavorando le persone che ci rappresentano.Che poi se ne occupino in maniera più o meno faziosa dovrebbe servire a valutare anche opinioni diverse dalle nostre. Utopia?Per questo voto ok.

  • #@hug.”le cose detto sui giudici non sono soltanto vere, sono sacrosante”.E tu, invece.. tu: non sei fazioso? Non ti poni neppure il problema di mettere in discussione il lavaggio continuo del cervello che mr. B. ti fa. Prendi per buone le sue parole. Non ti interessa che una carica istituzionale così alta sia entrato in possesso della Mondadori grazie alla corruzione di giudici (c’è una sentenza definitiva), per esempio.Non te ne frega niente che stia per subire una condanna che sta cercando di evitare grazie da un decreto blocca processi che metterà in ginocchio la magistratura.Secondo me posizioni come le tue si spiegano solo con l’ignoranza totale del funzionamento di una democrazia liberale, che si base sulla separazione tra i poteri.Il potere legislativo deve essere completamente separato dal potere esecutivo così come da quello giudiziario.E altrettanta netta separazione ci deve essere con il quarto potere: l’informazione. Perchè se l’informazione è controllata allora è logico che le persone, e tu ne sei un esempio, siano portate a ritenere vero quello che “sentono”.Per te non conta niente questa definizione di democrazia?E se credi nella separazione dei poteri, come puoi, anche solo “cerebralmente” e non “con il cuore” (lui è un’ottimo demagogo comunicatore), ritenere candidabile una persona proprietaria di tre televisioni e della maggior parte della carta stampata che conta?E’ una contraddizione in termini. Non è questione di ossessione, E’ questione di portare l’Italia sul rispetto dei principi democratici che altrove nel mondo è dato per scontato.Se smetti di guardare RAI.SET e ti informi sulle altre reti europee (lo sai l’inglese?) la tua visione delle cose cambia.Accetta un consiglio: non credere a me. Fatti un giro in europa, leggi i giornali e guarda la televisione.

  • Bravi RICORRERE PRESSO LA COMMISSIONE EUROPEARIBELLARSI!prima di abituarsiprima che sia troppo tardiprima di non accorgersi più di niente”C’è un solo modo per vedere realizzati i propri sogni: SVEGLIARSI!Bandiera bianca MAI!!!Chi ha paura della verità e della giustizia?I LADRII BUGIARDII CORROTTII CORRUTTORII MAFIOSII COLLUSIGLI ASSASSINI

  • “Una cosa è il consenso, un’altra sono le regole” parole sante! Ma piuttosto, parole da prima elementare, che qui in Italia siamo costretti ad usare contro dei cafoni furbi che stanno facendo regredire l’intelligenza degli italiani. Allora, segueno la logica Berlusconiana, siccome egli è stato eletto dal popolo può anche uccidere un passante, tanto gli italiani l’hanno votato e lui è autorizzato a fare di tutto!P.S. Perchè hai messo quel sottofondo fastidioso ossessivo a Piero Ricca?? ;p

  • xhug.Beh, senza MR B vivremmo sicuram. in un paese normale, come il resto d’europa. Ossessionato è il tuo padrone, ma dai giudici,vedi FAMIGLIA CRISTIANA, non l’UNITA’. …PAPA..eh, mi spiace ma nn è possibile, x fortuna! Presidente della repubblica, invece…Cosa ha detto,il tuo capo,”i giudici sono il cancro della società“?Non tutti, squillante, ad es. no…Detto ciò aggiungo che berlusc. sarebbe anche simpatico, ma il berlusc. politico…è una delle 7 piaghe d’egitto…

  • Peccato quello bandiere con la falce e il martello sullo sfondo … riescono a dare una “mezza ragione” a quelli che denunciano la politicizzazione della Magistratura. Per il resto un plauso a quei pochi italiani che ancora riescono a levare una voce di democrazia contro una politica che ormai è solo oligarchia… se l’Unione Europea svolgesse correttamente il proprio lavoro, i nostri “politici” non potrebbero continuare a fare un uso privato della cosa pubblica.

  • Secondo me il problema del video sono quelle bandiere lì dietro… nulla da ridire per l’IDV, ma RF? Dov’ è il signor Bertinotti? E allora ‘ste bandiere strumentalizzano una manifestazione CIVICA. Se vogliamo più gente, se si vuole un movimento, non facciamo gli errori fatti e rifatti. Parliamo alla gente comune, non alle nicchie partitiche. Convinzione sì, intelligenza anche. Ricordiamoci che sono lupi. Basta una bandiera per farsi dare un nome al tg. Con il nome ci fregano.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi