Leopardi come Nostradamus.

Sempre caro mi fu quest’ermo colle1,
E questa siepe2, che da tanta parte
De l’ultimo orizzonte il guardo3 esclude.
Ma sedendo e mirando, interminato
Spazio di là da quella, e sovrumani
Silenzi4, e profondissima quiete
Io nel pensier mi fingo5, ove per poco
Il cor non si spaura6. E come il vento
Odo stormir tra queste piante, io quello
Infinito silenzio a questa voce
Vo comparando7: e mi sovvien l’eterno,
E le morte stagioni8, e la presente
E viva, e ‘l suon di lei. Così tra questa
Infinità s’annega il pensier mio:
E ‘l naufragar9 m’è dolce in questo mare10.

Leopardi aveva capito tutto. L’Infinito è stato scritto con una straordinaria capacità di anticipare i tempi. Dal Colle1, Napolitano lancia i suoi moniti. La fitta siepe2, la grande muraglia sulle frontiere, separa il nostro sguardo3 dal mondo oltreconfine. Nei silenzi4 dell’informazione noi ci fingiamo5 liberi, ci fingiamo uno stato democratico. Non so a voi, ma a me il cor si spaura6, e non poco. Quando faccio il raffronto7 tra quello che dicono di noi, e quello che ci viene detto, il mio pensiero va alla stagione morta8 della democrazia. Sì: stiamo naufragando9. In un mare10. Peccato non sia acqua!

Raccoglie l’appello SAVEITALIANS un nostro connazionale da anni al di là della siepe. Il suo nick su YouTube già da solo è un programma: freedomanddemocracy. Ascoltiamolo.

 

 

27 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Dai “sovversivi” di RAINEWS24 (gli stessi che mandarono in onda un servizio sulla falsa emergenza della “monnezza” a Napoli qualche notte fa…):- Giorgio Napolitano si augura che “non sia troppo lontano il momento in cui per parlare con l’Europa il presidente degli Stati Uniti potra’ chiamare un singolo numero di telefono e trovare all’altro capo chi sappia e possa rispondergli rappresentando e impegnando l’Unione Europea nel suo insieme”. Lo diceva questo 1° luglio nella stessa sala di Palazzo Madama in cui al suo fianco c’era il solito Kissinger (uno specialista degli incontri pre-dittatura, vedi la vicenda Pinochet)… Altri soggetti “pericolosi” erano presenti: Draghi, Tremonti, John Elkann… tutti frequentatori del gruppo Bilderberg, i sostenitori delle deliranti tesi di un Nuovo Ordine Mondiale (NWO) da imporre alle masse (finanziariamente già lo fanno e lo hanno sempre fatto) senza legittimazione democratica.Da questa parte della siepe c’è un Presidente della Repubblica (non poi così Morfeo…) che non fa il suo dovere e che secondo me ha anche un po’ paura…Dall’altra parte della siepe, oltre alla marea cui accennava Claudio, c’è pure una “loggia” un po’ più internazionale…Viva gli irlandesi.

  • Dai “sovversivi” di RAINEWS24 (gli stessi che mandarono in onda un servizio sulla falsa emergenza della “monnezza” a Napoli qualche notte fa…):- Giorgio Napolitano si augura che “non sia troppo lontano il momento in cui per parlare con l’Europa il presidente degli Stati Uniti potra’ chiamare un singolo numero di telefono e trovare all’altro capo chi sappia e possa rispondergli rappresentando e impegnando l’Unione Europea nel suo insieme”. Lo diceva questo 1° luglio nella stessa sala di Palazzo Madama in cui al suo fianco c’era il solito Kissinger (uno specialista degli incontri pre-dittatura, vedi la vicenda Pinochet)… Altri soggetti “pericolosi” erano presenti: Draghi, Tremonti, John Elkann… tutti frequentatori del gruppo Bilderberg, i sostenitori delle deliranti tesi di un Nuovo Ordine Mondiale (NWO) da imporre alle masse (finanziariamente già lo fanno e lo hanno sempre fatto) senza legittimazione democratica.Da questa parte della siepe c’è un Presidente della Repubblica (non poi così Morfeo…) che non fa il suo dovere e che secondo me ha anche un po’ paura…Dall’altra parte della siepe, oltre alla marea cui accennava Claudio, c’è pure una “loggia” un po’ più internazionale…Viva gli irlandesi.

  • Grazie per la descrizione dall’estero, mi pare corretta!!A proposito di save italianshttp://current.com/items/89067435_la_nuova_mafia_liquida

  • Berlusconi ha peggiorato la nostra immagine all’estero … qualcuno pensava che potesse essere una miglioria? … Come possono pretendere rispetto degli elettori che mettono al governo un personaggio simile? … Le condanne si dovrebbero scontare in carcere non in Parlamento … Che vergogna!

  • ciao fratelloe grazie mille sei stato davvero esaurienteadesso vado ne strangolo 5 o 6 o 20 o 100poi ti richiamo per farti tornare abbiamo bisogno di gente come teciao

  • La Politica nell’antica Grecia era l’Arte di amministrare la città. Nel sostantivo”Arte”stava, e sta, l’ essenza della Politica. L’Arte non è improvvisazione del genio ma presuppone conoscenza e rigore per tradurre la realtà in prodotti belli e buoni. La Politica, anch’essa Arte, presuppone scienza e saggezza, rigore e moderazione e deve basarsi su valori etici da diffondere. Ogni cittadino deve essere politico nel proprio Stato, informandosi, approfondendo, pensando con la propria testa, filtrando l’informazione ed AGENDO, con il proprio comportamento sociale, secondo la propria etica. Gandhi diceva «SONO LE AZIONI CHE CONTANO. I NOSTRI PENSIERI, PER QUANTO BUONI POSSANO ESSERE, SONO PERLE FALSE FINTANTO CHE NON VENGONO TRASFORMATE IN AZIONI».

  • La Politica nell’antica Grecia era l’Arte di amministrare la città. Nel sostantivo”Arte”stava, e sta, l’ essenza della Politica. L’Arte non è improvvisazione del genio ma presuppone conoscenza e rigore per tradurre la realtà in prodotti belli e buoni. La Politica, anch’essa Arte, presuppone scienza e saggezza, rigore e moderazione e deve basarsi su valori etici da diffondere. Ogni cittadino deve essere politico nel proprio Stato, informandosi, approfondendo, pensando con la propria testa, filtrando l’informazione ed AGENDO, con il proprio comportamento sociale, secondo la propria etica. Gandhi diceva «SONO LE AZIONI CHE CONTANO. I NOSTRI PENSIERI, PER QUANTO BUONI POSSANO ESSERE, SONO PERLE FALSE FINTANTO CHE NON VENGONO TRASFORMATE IN AZIONI».

  • “SONO LE AZIONI CHE CONTANO. I NOSTRI PENSIERI, PER QUANTO BUONI POSSANO ESSERE, SONO PERLE FALSE FINTANTO CHE NON VENGONO TRASFORMATE IN AZIONI”Stupenda.Aggiungo una massima inglese simile: “IT IS NOT WHAT YOU ARE WHICH DEFINES YOU, IT IS WHAT YOU DO” [NON E’ QUELLO CHE SEI A DEFINIRTI, MA E’ QUELLO CHE FAI]

  • No,non siamo felici,calorosi sì….direi di sì, ….infiammati,dal livore di vederci umiliati da una classe politica di ..forse nemmeno troppo ladri (-1!!!) INCAPACI,solo INCAPACI…che tristezza…Torna,Freedom…e mi darai ragione.Grazie e ciao

  • Bella poesia che si rilegge sempre volentieri. Azzeccato e divertente il tuo raffronto, byoblu, vedo che sai spaziare non solo nella politica e nella regia ma pure nell’infinito… Complimenti veri. Anche a freedomanddemocracy, che con quelli come lui porta nel mondo l’onore dell’Italia. A quando il momento che riusciremo a tenerle qui le menti migliori occupandole nei punti strategici per la ripresa: nella Sanità e nella Ricerca, nell’Istruzione, nei vari enti Statali, al posto di chi a quei posti ci arriva solo perchè è pieno di raccomandazioni, non di professionalità. A catena arriverebbero soluzioni ad altri problemi e piano piano potremmo avvicinarci ad essere una nazione civile..! Buon lavoro 😉

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi