Il Senatore Rossi sgancia la bomba: la politica è addomesticata!

Il Senatore Fernando Rossi, XV Legislatura, dopo 40 anni di casta ha deciso che non ne poteva più, e ha fondato un nuovo movimento che si propone di mettere finalmente al centro la cosa più ovvia, più banale ma paradossalmente meno considerata al mondo: il bene comune.

E’ venuto a trovarmi. Vuole liberarsi da un fardello.
Queste sono le sue prima parole a Byoblu.com. Ne seguiranno presto altre..


Non parlo a tutti gli italiani, non parlo a quelli coinvolti nelle organizzazioni della malavita e non parlo a quelli coinvolti nelle clientele dei partiti che ogni giorno sono all’assalto del denaro pubblico.
Vorrei parlare agli italiani che possono ragionare delle questioni del nostro paese.

La mia esperienza fatta al Senato mi porta a ritenere che i mali di queto paese abbiano delle ragioni profonde: il potere della malavita, il grande potere delle banche, e le strutture clientelari dei partiti che sono organizzazioni immodificabili, pena la loro totale scomparsa. Il punto fondamentale che mi ha portato ad allontanarmi dal partito dei comunisti italiani e ad entrare in un altro ordine di ragionamenti è stato constatare che il reale potere politico non sta nel Parlamento. Ricordo che nella finanziaria del 2006, poichè il mio era tra i voti determinanti al Senato, riuscii ad ottenere l’impegno del Governo ad affrontare il tema delle risorse ferme nella banche, i cosiddetti fondi dormienti che da 15 anni nessuno muove più nei conti bancari. Altri stati li utilizzano, perchè sono risparmi di tutti i cittadini fermi nel sistema bancario. L’Italia no. Perchè? Ora, il ragionamento era: perchè le banche sono fortissime e non hanno nessuna intenzione di restituire allo stato questi soldi. Però il Governo accolse la mia richiesta e decise che avrebbe prelevato queste risorse. 14 miliardi ritenevamo noi insieme all’ADUSBEF, dall’interno di Banca Italia ci fecero sapere che al massimo erano 10 miliardi. Non era poco, visto che era più della metà della finanziaria in discussione. Morale: il Governo deciso che questi venivano rimessi ai cittadini nell’interesse pubblico, però non fece niente. E così sono passati due anni senza che il Governo facesse nè la commissione per trattare con Banca Italia nè la normativa per la ripartizione di questi fondi che nel provvedimento avevamo ottenuto andassero ai risparmiatori traditi dei Bond Argentini, della Parmalat, delle grandi cooperative in cui i soci avevano lasciato i risparmi di una vita e al finanziamento per risolvere il problema del precariato. In due anni il Governo non ha fatto nulla. Allora era valida la prima impressione, e cioè: le banche sono fortissime. Più dei partiti!

Un’altra riprova la abbiamo sul tema del signoraggio. Ogni anno uno stato che fa parte dell’Unione Europea e ha adottato la moneta dell’euro preleva tot miliardi di euro in carta moneta e a fronte di questo prelievo si indebita al 2% con la BCE per questi soldi che vengono dati in gestione allo stato medesimo. Alla fine dell’anno la BCE fa un bilancio e la differenza tra il costo di stampa di questa moneta e il suo valore nominale lo riparte tra gli stati membri. La cosa curiosa è che questo riparto di soldi va anche alla Banca d’Inghilterra che non ha adottato l’euro, e sarebbe interessante andare a studiare perchè la Banca d’Inghilterra, al di là della sua fortissima presenza massonica, abbia il diritto di avere i profitti dai debiti fatti dagli altri stati che hanno adottato l’euro. Quando si ripartono questi soldi a livello europeo, essi vanno non agli stati che si sono indebitati ma alle banche. Quindi la Banca d’Italia, che è un organismo privato composto dalle maggiori banche del nostro paese – lo stato ha solo il 5% attraverso l’INPS -, beneficia del debito del paese. Aumenta il debito pubblico italiano, aumentano i profitti dei banchieri attraverso Banca Italia.

Altro elemento che da il segno del potere enorme delle banche – tutti sanno che le banche, la sanità, l’università.. sono fortemente permeate dalle organizzazioni massoniche – è dato dal fatto che quando si passò da banca pubblica dello stato a banca privata entrarono 62 miliardi di euro, 40 in riserve auree e 22 in valuta pregiata. Altri paesi europei, sulla stessa convenzione della BCE, utilizzano questi soldi e sono autorizzati ogni anno ad immettere sul mercato l’equivalente di 5 tonnellate di oro, a riduzione del debito. Qui hanno parlato per anni e ancora continuano a parlare di debito pubblico, ma questi soldi non li vogliono usare. Restano a Banca d’Italia. Altri paesi li utilizzano. Perchè? Ovviamente perchè è fortissimo il sistema delle banche e del sistema creditizio. Poi andiamo a scoprire che da Prodi a Draghi al presidente Ciampi.. sono tutti uomini della Goldman Sachs, una grande agenzia finanziaria della Federal Birou, quindi il potere reale sta in questi grandi gruppi finanziari, e tutto quello che successivamente ho letto, studiato è conferma di questo. I partiti, ormai, come i governo sono permeati da questo enorme potere finanziario e massonico, nei loro vertici, nelle loro strutture determinanti. Questo non vuol dire che non ci siano persone in buona fede dentro questo o quel partito e che cercano di affrontare i problemi. Sono ornamentali. La linea di fondo dei partiti attuali è difendere questo sistema economico, basato sullo strapotere dei grandi gruppi finanziari. E ci ritroviamo dentro un Europa che non è l’Europa dei popoli ma è l’Europa delle banche. Noi discutiamo ma è la BCE che decide la politica. Il Governo adotta dei provvedimenti a sostegno degli artigiani, degli agricoltori, dei commercianti, dei lavoratori, del sistema pensionistico eccetera eccetera… ma la BCE decide la sua politica indipendentemente dalle scelte di chi è eletto dal popolo. Già questo meriterebbe un grandissimo approfondimento, ma nella misura in cui l’euro è fortissimo rispetto al dollaro l’economia americana riparte, ripartono le esportazioni e l’economia europea compresa quella italiana sono allo stremo. Queste scelte non le fa il Governo, non le fanno i partiti: le fa la BCE, che è un organismo composto da banche private.

Abbiamo fatto le recenti elezioni dove da una parte c’era il PDL di Berlusconi, dall’altra il PDL meno elle di Veltroni, e si dicevano “tu hai copiato il mio programma“, “no: tu hai copiato il mio!“, “noi l’abbiam fatto prima!“, “voi l’avete fatto dopo!“, “sì però l’avete copiato!“.. Di fatto l’Italia doveva scegliere tra un programma ed un altro programma copiati l’uno dall’altro, a detta dei leader dei due movimenti.
Chiamarla ancora democrazia è un bello sforzo, ma va bene: continuiamo pure a chiamarla democrazia! In queste elezioni doveva esserci una famosa legge: la par condicio, che consentisse ad un cittadino italiano di usare la democrazia che significa conoscere per scegliere.
E che cosa conosce l’elettore italiano se il movimento di cui noi facciamo parte, come altri movimenti, hanno avuto lo 0,01 o lo 0.02 di spazio nelle televisioni, perchè c’era un minimo di finzione rispetto all’applicazione della par condicio? Sulla carta stampata ancora più disastrosa la presenza di idee che non fossero quelle di Veltroni o di Berlusconi, o dei loro reggicoda all’interno della Lega o all’interno di IDV. Su cosa si poteva scegliere? Su nulla. Le banche e i grandi gruppi d’affari che dalla mattina alla sera operano per utilizzare il denaro pubblico avevano fatto un assicurazione sulla vita. Chiunque avesse vinto, il loro potere sarebbe rimasto inalterato.

E si parla tanto di magistratura perchè è l’unico potere dove un magistrato che voglia fare il magistrato ha la possibilità di farlo. La politica son già riusciti ad addomesticarla e non fa più paura.

 

125 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ma no! il signoraggio e’ una stronzata.la bce deve uscire in pari… tanto presta, tanto deve ritornare…ma perche’ nei discorsoni sul signoraggio nessuno parla mai del fatto che un sacco di soldi prestati non vengono restituiti?alla fine i conti tornano… o l’euro non sarebbe la moneta piu’ forte del mondo.

  • …riusciremo mai a vivere serenamente una politica più pulita????…..GIAAAANNIIIIIIIII ,l’ottimismo è il profumo della vita!!!…ma haimè,chi visse sperando morì…non si può dire!byoblu sei un GRANDE!

  • Mi sento un pollo in batteria, un maiale all’ingrasso, un ingranaggio di un meccanismo malato dal quale non posso sfuggire.Disgusto e avvilimento, l’iniziativa personale mi sembra sempre più una goccia nel mare… Posso rinunciare all’auto e al conto in banca, posso boicottare un prodotto e comprarne un altro (per poi scoprire che sono lo stesso gruppo), partecipare a referendum che vengono ignorati, manifestare a rischio di randellate gratuite… ma siamo pochi, troppo pochi, “svegli” in questo matrix!Scusate lo sfogo, grazie Byoblu 🙂

  • Insomma il laboratorio democratico è partito alla grande!!Bravo Byoblu. T’invio un video in cui il grande Bob Kennedy nel 1968 profetizzava l’estendersi a piovra dell’ impero economico divoratore dell’intera società globale…

  • Ascoltate travaglini, ricordatevi che Marco Travaglio (trovate il filmato su you tube) ha negato l’esistenza del signoraggio, un brutto autogol…a futura memoria…cosa dirà Travaglio in futuro? Travaglio un neoliberista e un manipolatore di masse! Grazie Rossi!

  • Finalmente!Ma se è dal 1694 che questo sistema si regge così,ma ritengo anche da molto più lontano,cambierà qualcosa oppure l’Argentina è vicina?Io mi sistemo l’orto,e se vorrà mangiare dovranno farlo anche il direttore della banca.

  • Travaglio neoliberista!Esiste solo una vera ed unica battaglia da sempre: LA propietà della MONETA—e un neoliberista come Travaglio non è che non sa..è la sua ideologia che glielo vieta.

  • Avevo già chiaro che il dollaro e l’euro vivono in simbiosi. Non è che l’euro è più forte, dal momento che la gente comune e i piccoli produttori ed esportatori sono bloccati con una moneta con la quale non si commercia internazionalmente e che è troppo cara; e vorrei capire perchè se l’euro e più forte continuiamo a pagare di più per il petrolio -a parte delle speculazioni ingovernabili- to those who speak english Watch: watch?v=WmcC_QAzI_4(se non mi avete capito.. mi dispiace!: )

  • che l’economia è strutturale e la politica sovrastuttura è un concetto marxista che gli unici a far finta di non sapere per non combattere il potere economico sono i falsi comunisti nostrani che ci marciano dentro questo sistema

  • ll signore in questione tocca il tema dei poteri transnazionali ed apre la porta aperta del potere massonico. Ad intgrazione, possiamo mettere che in tempi diversi, uomini politici, industriali e banchieri italiani, anche in contemporanea con la loro partecipazione alle amministrazioni nazionali, hanno partecipato alle riunioni di un comitato chiamato gruppo Bilderberger. Questo è un comitato di affari e controllo politico nato nell’immediato dopo guerra e così denominato perchè le prime riunioni si tennero nell’albero Bilderberger in Olanda. Questi uomini di cui dicevo, si chiamano famiglia Agnelli, Draghi, Tremonti, Mario Monti, Padoa Schioppa, Veltroni e D’Alema, John Elkan ed altri. Questo gruppo esiste da anni e da anni Travaglio prima ed il Corriere della Sera poi, ne fecero menzione. Sono cose note e alla portata di tutti. Non vado oltre. Al link qui sotto si possono vedere i partecipanti alle riunioni di questo comitato e facendo una ricerca a nome bilderberger è possibile conoscerne la storia. Questi sono i fatti, le conclusioni traetele Voi… http://www.nwo.it/lista.html

  • ciao a tuttii…vedendo questo filmato e guardando gli altri filmati su youtube inerenti al signoraggio,si vedono un sacco di persone autorevoli che conoscono il problema…tipo Di Pietro,Grillo,Lannutti,Benettazzo ecc…poi…guardo cosa ne pensa Travaglio(persona che stimo tantissimo)…lui non ha negato l’esistenza…infatti ha detto:”il signoraggio sarà anche un problema…però questi signori raccontano bugie” ecc…quindi vorrei capire:qual’è la verità?????????Perchè Travaglio dice che ci sono delle balle inerente a questo argomento senza negare il problema???????SONO VERAMENTE CONFUSO PORCA MISERIA…

  • Porcamiseria!!!! La nostra vita non vale veramente un cazzo! Uomini,donne,vecchi,bambini…..siamo come animali da allevamento: buoni per essere munti, tosati, e, quando è il momento….SCANNATI!!! Tutto si sacrifica sul’altare del dio profitto, e se volete avere una idea di quello che hanno fatto e tuttora fanno le banche, vi consiglio di vedere su google video il documentario “Zeitgeist, The Movie” in tre parti (la terza è sulle banche) con sottotitoli in italiano, dopodichè traetene voi stessi le conclusioni.

  • Nel “laboratorio sulla democrazia” due post fa si discuteva anche di questo (accenni di critica delle tesi sul signoraggio). Personalmente credo che la faccenda del signoraggio nasca da un’errata concezione della moneta e del valore… ma non è sbagliato considerare il momento originario (la creazione del denaro) come uno degli snodi dell’economia del debito… che riguarda TUTTI GLI ASPETTI della nostra vita, incluso il “Padre nostro” (“rimetti a noi i nostri debiti… ecc…”, anche lui della Bilderberg??? :). Che senso ha mettere in discussione il signoraggio e non il capitalismo? In particolare quello neo-liberista… Non va più di moda? Meglio sollevare una questione che trova d’accordo anche Forza Nuova?… Mah! C’è da riflettere… e studiare tutti, non affidarsi alle tesi di chi si suppone sappia tutto di economia. L’ideale sarebbe spiegare la macroeconomia (e la sua critica, che latita da un bel po’) come a Superquark.PS: Zeitgeist è un bel film (l’ho anche nel mio blog), ma è da prendere con le pinze… Meglio “Diario del saccheggio”… Mantenere la giusta distanza critica!… e diffidare di chi distribuisce verità come una merce. Bella semplice e polposa. Non è così…E comunque è chiaro che l’Italia è un Paese governato da mafiosi aiutati da massoni e servizi segreti… E’ dal dopoguerra che prendiamo ordini dagli States su tutto. Ora anche dall’Europa…Les jeux sont faits.

  • Il cosiddetto signoraggio è un argomento didattico, facile da comprendere: chi stampa banconote nuove emette un debito verso la comunità che è dichiarato inesigibile per legge (Nixon, Ciampi). Questo significa che le banconote fresche di stampa vengono cedute al prezzo nominale più gli interessi (visto che in cambio si ricevono titoli di stato a scadenza, subito rivenduti, pardon ricollocati dalle banche azioniste della banca centrale, il tipografo delle banconote). Nel loro bilancio le banche centrali hanno la voce “banconote in circolazione”, ma al di là del lato del registro in cui sono scritte sanno tutti che è denaro incamerato all’origine che non verrà mai restituito. Stessa cosa per una buona percentuale del denaro non posseduto ma ugualmente prestato dalle banche ai privati, su garanzie esilissime (dal 2 al 12% dell’importo secondo Basilea2). Per di più tali riserve sono formate da denaro di altri privati tenuto in custodia dalle banche stesse. Questo è un po’ più difficile da capire, lo chiamano (sempre impropriamente) signoraggio secondario, ma è la parte di gran lunga più grande del bottino delle banche, un furto legalizzato fondato sul potere privato di creare denaro dal nulla, un potere che per legge di natura dovrebbe appartenere esclusivamente alla comunità economica, il popolo, lo Stato, che dovrebbe redistribuire equamente alla comunità tali proventi.Ma non è tutto, il peggio deve ancora venire: un’altra forma di creare denaro dal nulla sono gli strumenti finanziari. Ne inventano di continuo. Sono oggetti immateriali ai quali viene conferito valore commerciale per puro e semplice regolamento privato, o contratto, inventato dal creatore, la banca. Più il contratto è astruso, “strutturato”, più il pacco per l’investitore è assicurato. Qui le banche prendono due piccioni con una fava: da veri croupiers da casinò guadagnano sempre dal gioco d’azzardo proposto e gestito (salvo rare eccezioni, non tutti sono perfetti). Ma lo scopo più importante è quello di riuscire a parcheggiare a tempo indeterminato quantità enormi di denaro nel circuito finanziario, quel circuito aperto al pubblico ma interamente gestito dal sistema bancario, in particolare dalle cosiddette banche d’affari (ormai quasi tutte). Qui i veri Paperon De Paperoni (azionisti di riferimento in incognita, non parco buoi) si creano dal nulla enormi masse di denaro in surplus rispetto alle reali esigenze di liquidità dell’economia fisica mondiale, ma riescono a realizzare il miracolo di non generare una proporzionale inflazione (che sarebbe a tre cifre), per il semplice fatto che quelle fortune non entrano (quasi) mai nel mercato dell’economia fisica, quella dei comuni mortali che sono la stragrande maggioranza della popolazione.Botte piena e moglie ubriaca. Questi giochi di prestigio sono furti belli e buoni, non c’è dubbio, basati sul furto della sovranità monetaria dei popoli. Qui il liberalismo non c’entra niente! E’ il contrario del liberalismo.Sarebbe come dire che l’economia mafiosa è liberale!Non sapremo mai se il liberismo è meglio o peggio del comunismo, siamo precipitati nell’era di Alì Babà e i quaranta ladroni.Alberto

  • riusciremo a infilarci in testa che per crescere dobbiamo smettere di credere alle scarramucce destra vs sinistra e sinistra vs destra e accorgerci che l’unica maniera di sopravvivere a noi stessi sarà subordinare l’importanza del potere economico rispetto all’importanza degli esseri umani?mha, bho, bha… vedremo

  • Parole sante.E’ ora che qualcuno incominci a informare il pubblico dove risiedono i veri centri di potere e come esercitano la loro estesa influenza.Il signoraggio–quote di utili sull’emissione di carta moneta– riconosciute alla Gran Bretagna, nonostante non faccia parte della zona euro, possono dipendere dal fatto che quest’ultima possiede(incredibilmente!) il 15,98% della BCE, e la Danimarca l’1,78%.Buon lavoro.

  • …Veramente un colpaccio, grande Byoblu!! Senatore Rossi, complimenti e grazie per averci confermato i nostri tristi e più che mai inquietanti sospetti…..Di fronte a queste parole mi sento piccolissima e impotente…. consigli? Speranze? Azioni forti di contrasto??

  • La moneta è lo strumento della “mano invisibile”, anche se nessuno si domanda di chi sia. Volete liberarvi: adoperate il baratto, non può essere tassato e nessuno può lucrare di nascosto o deformare il reato. solo i ricchi sanno che la monete è solo carta. Sono i poveri che danno valore alla carta.Spegnete la tv e pensate solo con la vs testa.

  • io o marco? :DAnche i macachi sanno dell’esistenza un gruppo (bilderberg) per portare il mondo ad un nuovo ordine mondiale. Dentro ci sono banchieri, massoni, imprenditori, grandi aziende, policiti e militari. Il tutto si muove lentamente con tante motivazioni create ad-hoc per far accettare alla gente leggi e condizioni di vita che altrimenti non accetterebbero (vedi terrorismo e patriot-act).”non devi aiutare chi non vuole essere aiutato”

  • Il Sen Rossi mi convince…Solo gli idioti non cambiano mai idea dato che nella vita si impara e ci si evolve.Ciò che dice è molto interessante, penso tutto vero e molto molto avvilente.

  • a rinocard…non credo sia stato il senatore rossi a portare berluskazz sull’onda. il senatore rossi si è sempre astenuto nelle votazioni… e se mai l’infido bertinotti e compagni. occorre ricordare le votazioni in parlamento e non parlare per sentito dire. verificare…verificare…

  • La Banca d’Inghilterra è il centro del potere economico mondiale. Attenzione però a quale massonerie vi riferite: ce ne sono moltissime e molte non hanno niente a che fare con la massoneria inglese cui fa capo il duca di Kent che verrà sostituito da Carlo quando verrà incoronato. Il re di Svezia è pure uno di questi massoni. Le logge miste (che includono donne) e quelle non riconosciute dalla massoneria inglese contano poco niente.

  • Ci pisciano addosso e dicono che piove.Aumentano i tassi di interesse dei mutui a tasso variabile, appena piove o esce il sole e nessuno li controlla.Donniamo iniziare a mettergliela noi a loro.Iniziamo ad andare in massa a prelevare i nostri risparmi, voglio vedere dove vanno a prendere i soldi che avete deposito e che ora non hanno.

  • non per niente alla riunione top secret dello scorso Bilderberg…c’erano ben 46 economisti tra i tanti…il potere ce l’ha chi ha i soldi…e chi ce l’ha i soldi???

  • Sig.Senatore Rossi potrebbe essere stato anche un suo conto bancario e non penso che le sarebbe piaciuto se qualcuno avesse messo le mani sul suo conto…A questo punto mi viene spontaneo dirle…e’ logico che la gente si mette i soldi sotto la mattonelle (o in conti esteri)…Per il resto, non e’ nuova come cosa sapere che l’inghilterra non sia entrata in europa:punto primo l’inghilterra ha una moneta forte…perche’ andarci a perdere…punto due inghilterra e america sono una cosa.

  • dichiariazioni interessanti ed “illuminanti”.grazie claudio per l’ottima idea del “giornalismo partecipato”, dove mi sembra che proprio il signoraggio bancario necessitasse di chiarimenti da parte di diversi utenti…..

  • Mi aggancio a quel che scrive Alberto Conti…Certo che la mafia è un ostacolo al liberismo e al sistema virtuoso che si sforza di promuovere. Ma… siamo sicuri che esista un liberismo virtuoso? Non è che le nobili intenzioni vengono SEMPRE tradite per la semplice possibilità di farlo? (“L’occasione fa l’uomo ladro“). E poi anche la mafia mi sa che si è adeguata economicamente parlando. Il liberismo non implica e non cerca uno sviluppo del welfare, se non come ricaduta della crescita generale… e diciamo che “trascura” la pubblica amministrazione… e se si arriva a depredarla con speculazioni o frodi cosa vuoi che sia? E’ un’interpretazione del liberismo… una sottobranca che l’Italia, Mafialand, interpreta benissimo… Liberismo e corruzione convivono benissimo. E’ solo una questione di indole…Trovo un po’ riduttivo contrapporre il solo comunismo al capitalismo neo-liberista… Non ci sono solo 2 sistemi economici (esistono molte varianti all’interno di ogni sistema)… e di certo a me il comunismo sovietico o autoritario (ma c’è mai stato un comunismo non-autoritario su larga scala? no) non interessa. Anche se un bel sequestro di proprietà privata mediante rivoluzione non ci starebbe male :)L’idea di alcuni Paperon de Paperoni coi soldi accantonati in qualche deposito (per fare il bello e il cattivo tempo) è alquanto singolare e interessante… ma chi lo sa? bisognerebbe indagare oltre…Quanto al signoraggio secondario, è chiaro che permette a banche private di controllare la quantità di moneta (virtuale e non) circolante, permettendo dei poteri incontrollati sulle comunità nazionali… Ma questo voler riportare a terra il valore (territorializzare il valore, tornare indietro ad un’idea che poi a qualcuno fa venire in mente di rispolverare il baratto o la Nazione tradita…) è impresa vana (o reazionaria, arcaicizzante). Il valore (assunto che è sempre una convenzione) oggi è dato dalla circolazione e dalla velocità degli scambi. Il denaro entra in orbita. Con queste storie del signoraggio primario e secondario, pare di vedere qualcuno che cerca di saltare per sottrarre qualche banconota a questo gigantesco flusso turbinoso che vola alto fino in cielo (lievita per indebitamenti seriali, per gloria del plusvalore). Questa “visione” sicuramente nasce da una situazione critica dal punto di vista economico. Non abbiamo abbastanza soldi. E ne avremo sempre meno perché ci sono nuovi soggetti che stanno crescendo esponenzialmente, domandando beni come mai in passato (Cina, India). Le risorse sono quelle… dobbiamo imparare a perdere parte (o gran parte) dei nostri privilegi. Ma è dura. Penso che faremmo anche noi la guerra per accaparrarci risorse… altro che mondo solidale, buono e altre ideologie del “volemose bene”! Liberi di pensarlo, per carità… ma chi ora ha nelle sue mani il mondo non l’ha pensato buono, statene certi (e guarda positivamente alla diffusione del cancro, allo sterminio per fame, all’incidente nucleare e non solo per lucro ma per continuare a manterere invariato un rapporto di forza che l’esplosione della crescita demografica e della “ricchezza” globale mette in crisi).Una soluzione possibile? Ecco una ricetta di massima: – Una maggiore trasparenza del potere (economico e politico, che ora non c’è per niente né in Italia, né in Europa, né in America). – Una domanda di democrazia partecipata che si può ottenere solo con la presenza fisica, insistente, tensiva, delle masse nelle piazze.- Un forte richiamo alla legalità nella cosa pubblica come in quella privata.- Una de-centralizzazione del potere e dell’energia.- Meno vessazioni dello stato (il 42% di pressione fiscale è davvero troppo) e delle aziende nei confronti dei cittadini (le bollette ti cercano sempre, sono quelle che ti vogliono più bene, più dei tuoi migliori amici, più della mamma).- Un’evoluzione delle coscienze di ognuno e una crescita generale del livello di consapevolezza… Chi sa, si salva (come per gli gnostici).

  • Entrare in confusione su questi temi è la cosa più facile e normale. Se così non fosse la grande truffa finanziaria non avrebbe le dimensioni attuali, delle quali anche qui si trattano solo le briciole.Ad esempio il debito pubblico, adombrato come colpa dei governi precedenti. A parte il debito con l’estero, di cui il terzo mondo porta ancora le ferite impossibili da guarire, il debito pubblico interno è un ossimoro, non esiste per definizione. Produrlo, legittimarlo, accrescerlo, pagarci sopra gli interessi con le tasse ai cittadini è solo un’interpretazione sbagliata del concetto moderno di denaro, un imbroglio malcelato dalle più strampalate spiegazioni. Dal momento che l’oro non basta più (perchè non ce n’è abbastanza) a garantire la vecchia cartamoneta convertibile, il denaro finisce di essere una merce (oro) come le altre, ed inizia ad essere pura convenzione sociale, garantita dallo Stato. Non esiste motivo al mondo per cui l’unico garante possibile non sia anche l’unico soggetto autorizzato a produrre questo tipo di denaro dal nulla.Già, ma lo Stato è incapace, inefficiente, corrotto, spendaccione, meglio dare queste incombenze alla banca centrale privata, loro sì che se ne intendono e sono onesti! Meglio fermarsi qui, se no si entra nel mondo di Biancaneve e Cappuccetto Rosso.Gli esempi sono migliaia, l’economia è complessa perchè riguarda la quotidianità di miliardi d’individui interconnessi, ma i principi base sono elementari, come a Monopoli (inteso come vecchio gioco).Per mille problemi ci vorrebbero mille soluzioni, ma non dimentichiamo che viviamo ancora su un unico pianeta sferico, e per il momento nessuno se ne può andare. Le Cayman fanno ancora parte del pianeta Terra!Io personalmente non so se per il bene dell’umanità sia meglio il libero mercato o lo stato sociale che si occupa di tutto. Di fatto a fronte dell’antica decima si paga più del 50% di tasse, e non mi risulta che vengano oculatamente impiegate per migliorare i servizi ai cittadini. Il grosso se ne va per la tangente! Allora visto che lo Stato fa schifo però ci vuole, l’unica è migliorare lo Stato, renderlo vero e non più casta a copertura di interessi privati.Il primo provvedimento serio, fattibile da domattina, lo si può prendere con un tratto di penna, la stessa penna che ha firmato migliaia di contratti pubblici e privati truffaldini, schiavizzanti, di stampo mafioso.Articolo 1 della Costituzione (Europea, per dare il buon esempio):Ogni emissione di nuova moneta in qualsiasi forma (cartamoneta, mutui, strumenti finanziari, ecc) è monopolio di Stato e il valore nominale ricavato viene contestualmente ripartito equamente tra tutti i cittadini (sconto fiscale, opere pubbliche, servizi pubblici, pari opportunità, diritto allo studio, sostegno ai bisognosi, ecc. ecc).Alberto

  • Travaglio non credo che neghi la questione del signoraggio, anche perche’ ha detto che non la conosce, quindi non puo’ contestare qualcosa che non sa. Dice che la questione e’ un’altra cosa rispetto a quello di cui si occupa lui e che sicuramente non e’ cosi’ determinante perche’ appunto se avessimo avuto altri governanti forse avremmo avuto un paese migliore. Anche gli altri stati europei avranno avuto il problema del signoraggio ma stanno meglio di noi, se non altro negli ultimi 50 anni mediamente hanno avuto una situazione socio-economica tutto sommato florida anche grazie ai politici.Saluti

  • Da EmilianobrunoStimati amici, finalmente è nato un laboratorio complimenti!!Per prima cosa un rigraziamento e un encomio a Alberto Conti: sono anni che sento sparlare ovvero parlare a sproposito di SIGNORAGGIO e non che letto di tutto soprattutto cose inesaatte o volutamente tendenziose.L’espsizione di Alberto è perfetta nella forma e nella sostanza.Per seconda vorrei anche fare un complimento a Valerio quello che ho letto nel suo Blog mi sembra un pensiero degno di stima e cosa d’interesse per tutti!! INVITO CHI DAVVERO VORREBBE PARTECIPARE A UN LABORATORIO D’IDEE DI CONNETTERSI AL SUO BLOG!Un complimento anche per Nadia e per Bananasplit, che dimostrano di avere ancora il pensiero. Riferendomi al titolo di un gran bel spettacolo di Giorgio Gaber che titolava “UNA VOLTA C’ERA IL PENSIERO”.SE QUESTO POST PASSA IN TESTA HO MESSO UNA MIA MAIL E, IN ATTESA CHE IL BUON CLAUDIO PREDISPONGA UNO SPAZIO ADATTO PER DARE AD OGNUNO LO SPAZIO PER DIRE LA SUA IDEA SUL CHE FARE, INVITO IN PRIMO LUOGO SIA ALBERTO CHE VALERI E CHIUNQUE ALTRO NE SIA INTERESSATO A INVIARMI LA RICHIESTA DI TUTTE LE INFORMAZIONI SULLA MIA IDEA SUL COSA E COME FARE… sOTTOLINEO A vALERIO CHE AVRA’ DAVVERO LA POSSIBILITA’ DI RICREDERSI! Soprattutto sul fatto di Buonismo, ecc. L’idea in verità è di trasformare la solidarietà in un’opportunità per tutti e non solo di guadagno o di potersi gradualmente crearsi un laroro e un reddito alternativo all’attuale sistema!!In alto il cuore a tutti, …

  • Quello che volevo dire, è che ho studiato un modo concreto per creare coesione a un bene comune come dice Claudio. Ma anche e soprattutto di mettere a disposizione uno strumento concreto valido per chiunque, un nuovo modo di fare circolare il denaro direttamente tra i partecipanti e a vantaggio di tutti, per creare una attiva partecipazione a una nuova forma di democrazia diretta che incomincerebbe da una Comunità che cresce in internet e tra la gente comune rapidamente, in modo esponenziale!!Alla prossima, emilianobruno

  • Caro Alberto, ho finito in questo momento di leggere il tuo ultimo post.Non so chi sei ma è evidente che sei una “persona informata” sui fatti dell’economia e perciò in questo “Videoblog” il più adatto a capire e dare una gradita opinione in merito.Mi piacerebbe davvero uno scambio di idee ovvero di sentire la tua e l’opinione di Valerio sul Progetto 2013: “un Vivere migliore”e di poter rispondere a qualsiasi vostra domanda od obiezione.Cordialmente, emilianobruno

  • La signora dei video nel sito di Nadia, contesta le tesi sul signoraggio bancario (sovranità monetaria, ecc…) ma mi sembra un po’ troppo schierata a favore del sistema attuale (in più di una considerazione)…La “valorizzazione” del denaro mediante sommatoria di prestiti (di cui parla la signora su citata) è un criterio su cui riflettere. Il denaro risulta praticamente il nulla, ma rende… questo è il suo segreto “occulto”. Viene creata questa simulazione di valore col meccanismo debito-interesse, che noi stessi facciamo valere nella vita di ogni giorno (non c’è un peccato originale… è semplicemente che peccano tutti). Semplicemente dando per scontato che il nostro stipendio (il mucchietto di cartastraccia) sia scambiabile con il nostro lavoro, la nostra vita, il nostro tempo. Dando la nostra vita a credito e facendocela rimborsare a rate (rinunciando anche ad interessi e surplus)… facendo mediare le transazioni di contante alle banche, dando credito allo stato e alla sua capacità di sdebitarsi, pagando i creditori, giocando in borsa, comprando beni inutili… facendo tutto quello che “normalmente” si fa…[Solo che questa economia del debito si è svincolata dall’orbita degli stati nazionali… e sta diventando una legge di fluttuazione globale, che fa fluttuare anche i poteri con sé, che divengono neutri, senza ideologia, con il volto occasionale di qualche loggia di affaristi… E’ come se la Terra avesse intorno un anello di banconote e finanzieri (cittadini satellitari e cosmopoliti…). Una specie di Saturno tecnocratico… che mira a rendere tutto virtuale, simulato].In ogni caso, la filiera dei vantaggi, degli approfittamenti (se non delle ruberie: “fatta la legge, trovato l’inganno”) è in ciascun punto della circolazione e dello scambio del denaro. Anche quando il fruttarolo al mercato mi frega sul peso… Morale globale potrebbe essere: “Ruba un po’ meno”… Forse un maggior numero di persone vivrebbe meglio…Anche perché sfido chiunque ad abbandonare un sistema come quello capitalistico che garantisce a tutti una dose omeopatica (o anche massiccia) di cattiveria da esprimere…Magari il debito pubblico così alto dipende dal fatto che l’Italia è il punto di riferimento della mafia mondiale (con conseguente emorragia di contante che non produce ricchezza)…

    PS: Da qui si capisce che tenere basso il tasso di sconto, mantiene bassa l’inflazione, ma in modo proporzionale il debito dai primi anni ’90 è cresciuto a dismisura, con le prime politiche di avvicinamento all’Europa… ed ha ripreso a crescere dopo la definitiva conversione in euro della lira.

  • Valerio sembra che proprio, …Vorrei solo ancora una volta esporti il mio punto di vista su quello che tu sembri proprio essere “allergico”.Io non sono un buonista, e non credo nel buonismo!Pratico invece lo spirito di servizio e credo e pratico l’umana solidarietà. Ma soprattutto credo che la soluzione di moltissimi problemi si potrebbero risolvere con la “reciproca solidale collaborazione o meglio cooperazione.Io per esempio cinque anni fa “ho adottato un papà” non mi è stato difficile con le premesse sopra e per di più ho perso mio padre quando avevo 15 anni. Non ostante che papà Dante, la persona che ho adottato ha 94 anni ed è in parte inabile e molte volte la notte riesco a dormire solo poche ore, riesco occuparmi totalmente di lui e di me. Sono io che lo lavo, vado a fare la spesa, preparo i pasti mi occupo delle sue necessita paramediche e della casa. Ma a parte lo spirito di servizio e l’umana solidarietà ho anche sperimentato concretamente in parte lo spirito del progetto che propongo. Lui infatti mi ha permesso economicamente di continuare ad investire energie sia economiche che intellettuali, “a volte di più e a volte di meno”, per quanto riguarda quelle intellettuali. Cordialmente,

  • Non sono “allergico”… ;)Quanto al tuo progetto, preferisco aspettare che pubblichi il tuo pensiero da qualche parte… ed io essere uno dei tanti che sta a leggere.Anche perché mi sembra di capire che tu voglia comunicarlo al più largo numero di persone possibile…Ti rinnovo gli auguri di poterlo fare il più presto possibile!*********** ERRATA CORRIGE: nel mio ultimo commento, nel PS, ho letto male il primo periodo di crescita del debito. Dev’essere colpa della cervicale che ho da 2-3 giorni… se piego il collo di lato ho le vertigini 🙂

  • Nel tuo Ps l’errore in verità sta nel fatto che la teoria economica afferma che tenere alto il tasso di sconto mantiene bassa l’inflazione. Ed è quello che la Bce sta facendo in questo momento ma con risultati inesistenti.Per la maggior parte degli addetti ai lavori, la causa sta nel fatto che praticamente l’inflazione è importata dall’acquisto delle materie prime , petrolio e cereali in primis, ma non solo.Io al momento sto cercando una verifica e confronto sia nello specifico del progetto che sul modo o la forma di esternalo. Prima speravo di trovare un primo confronto con Claudio e poi eventualmente attraverso lui con qualsiasi altro visitatore del suo Videoblog. Ma non so perché non riesco a inviargli alcuna mail ai suoi indirizzi indicati e cosa strana nemmeno lui riesce a inviare mail a me. Poi visitando il tuo Blog e trovando così d’interesse ii tuoi post e i due ultimi film e il tuo ultimo post. E leggendo i tuoi post e di Alberto in byoblu, e constatato le vostre capacità di comprensione delle cose, ho creduto e sperato di poter avere intanto con voi un confronto diretto. Se non siete disponibili pazienza per esporre il progetto direttamente in internet ho bisogno di trovare prima una persona “amica” disponibile e capace di consigliarmi sul come ovvero la forma migliore di esporre la cosa.Ti auguro che i dolori cervicali passino quanto prima. Io uso aspirine e olio di semi di lino ovvero “omega 3” per me funziona bene.Cordiamente, emilianobruno

  • Allora correggo i 2 errori così:PS: Da qui si capisce che tendenzialmente alzare il tasso di sconto mantiene bassa l’inflazione, ma in modo proporzionale il debito per tutti gli anni ’80 è cresciuto a dismisura, per poi contenersi con le prime politiche di avvicinamento all’Europa negli anni ’90… ed ha ripreso a crescere dopo la definitiva conversione in euro della lira.

  • @ ValerioNaturalmente un alto tasso di sconto ovvero un alto costo del denaro fa aumentare il debito pubblico, ma anche una spesa fuori controllo e non invece sottocontrollo può aumentare il debito più ancora di un alto tasso di sconto dovuto al rischio d’inflazione.Giusto Alberto?Alla prossima,

  • vorrete mica negare che berlusconi sia il male assoluto, e le impronte ai bimbi rom, le leggi vergogna, l’esercito nelle strade, ah dimenticavo i vergognosi pestaggi di genova. Boh io non vi capisco.

  • Discussione interessantissima (Alberto sei davvero un grande!). Peccato che la mia formazione umanistica mi fa capire un quarto di quello che scrivete :-(Cercherò di applicarmi di più ;-)@Valerio: la tua ricetta di massima mi sembra una sintesi del programma del movimento “Per il Bene Comune”@Claudio: grazie

  • Discussione interessantissima (Alberto sei davvero un grande!). Peccato che la mia formazione umanistica mi fa capire un quarto di quello che scrivete :-(Cercherò di applicarmi di più ;-)@Valerio: la tua ricetta di massima mi sembra una sintesi del programma del movimento “Per il Bene Comune”@Claudio: grazie

  • Discussione interessantissima (Alberto sei davvero un grande!). Peccato che la mia formazione umanistica mi fa capire un quarto di quello che scrivete :-(Cercherò di applicarmi di più ;-)@Valerio: la tua ricetta di massima mi sembra una sintesi del programma del movimento “Per il Bene Comune”@Claudio: grazie

  • Creiamo un comitato di bloggers, di liberi pensatori, diamo vita al popolo silenzioso di internet. Coinvolgiamo i giovani attivamente non per finta nella politica, loro e soltanto loro potranno salvalrci. Sono un uomo di 30 anni e in questo paese non conto un cazzo eccetto quando si vota per le solite mummie maledette, chi ha più di 50 anni A CASA!!!!!!!!! sei troppo lento per questo mondo. Se non sai mandare un e-mail fai parte del 1800, inparaaaaaaaaaaa!!!!! In Europa non ci prendono in giro guardano a noi come al terzo mondo. Sveglia signori dietro le alpi c’è la vita vera. Altro che rialzati Italia, schiatta Italia

  • le banche? i partiti? l’europa? la massoneria? MA VIAAAA! In fisica(io non sono un fisico e tantomeno un matematico) esiste il 3° principio della dinamica che dice che:- ad ogni azione corrisponde sempre una reazione uguale e contraria. Quindi le mutue azioni fra due corpi sono sempre uguali e dirette in senso contrario(wikipedia). questo significa che e’ in atto una guerra fra poteri perche non si puo’ fare una guerra contro nessuno! sembra che qualcuno voglia dire che le banche tengono in pugno il popolo………….!mi viene in mente una battuta ma non e’ questa la giusta sede! se il popolo e’essenzialmente composto da coglioni e da cretini non sarebbe meglio che i coglioni cominciassero a fare la guerra alle teste di cazzo anziche’ metterli a governare!? ah gia’ ! se facessimo cosi’ non saremmo coglioni !ma c’e’ qualcuno che puo’ dirmi chi sono questi che si stanno contendendo il potere? o stanno soltanto cercando di scoprire fino a che punto siamo coglioni????????????????????????????!|

  • Stiamo lavorando ad un bel progetto , siamo di Arcipelago Toscana se ti va e condividi il nostro lavoro siamo a disposizione per ogni informazione possibile.Il Signoraggio è la malattia , noi una cura possibilewww.arcipelagotoscana.orgwww.progettoscec.comwww.arcipelagolombardia.itwww.centrofondi.itwww.mogulus.com/arcipelagoscectv

  • Grande senatore Rossi,chi ti ascolta non può non sostenere “IL BENE COMUNE”.Mandiamo a casa tutta questa classe politica che rappresenta solo se stessa!!!!Non mollate

  • Grande senatore Rossi,chi ti ascolta non può non sostenere “IL BENE COMUNE”.Mandiamo a casa tutta questa classe politica che rappresenta solo se stessa!!!!Non mollate

  • Grande Rossi! Io ho votato per il Bene Comune, proprio perchè è l’unico movimento politico che mi rappresenta maggiormente. Il risultato però ha parlato chiaro, e lo strapotere mediatico di Berlusconi ha vinto… senza VERA democrazia e informazione, il cittadino non può scegliere

  • e quindi?Dire che son tutti d’accordo perché massoni è negare che quelli d’accordo lo sono perché seguono i medesimi interessi:che vi possano essere logge è la conclusione, non la premessa.Se questo “sistema organizzativo” esiste, è perché funziona (almeno per i suoi membri), quello da valutare è quindi con cosa sostituirlo, prima che come abbatterlo:Prendere a sassate un bancomat non ti riduce la rata del mutuo!

  • Grandissimo video.Uno dei migliori e dei più esaustivi.Grande senatore Rossi.Spero che questo video lo vedano i vari grillo e travaglio (sopratutto travaglio) disinformatori sul problema signoraggio e banche.

  • Qual’è la verità?molti siti in internet dicono che i soldi dei conti bloccati andranno sul fondo per cui sono stati assegnati e non rimarranno bloccati come dice Rossi.A marzo 2009 verremo a sapere se quei soldi sono andati a buon fine, ma intanto youtube, google & c. non sono fonti abbastanza autorevoli per risolvere questi dubbi. Io vorrei sentire una controparte informata.

  • E poi per quanto riguarda le impronte bhe… dopo passeremmo ai microcip….ragazzi guardate su youtube e cercate RFID…

  • e fosse vero anche solo un decimo di quanto raccontato sarebbe comunque gravissimo!! L’ Italia è un paese di ingnoranti e di gente molto facile alla manipolazione. Non ci sarà mai una verità su questa storia. Questa non è una questione politica ma di diritti civili!! Chi difende questa storia e la paragona alla questione giustizia attuale non ha capito niente della vita! Meditate gente…

  • Sono orgogliosa di aver dato la mia preferenza a un uomo cosi’……grazie di esistere senatore.Voglio sognare che in un futuro non molto lontano “Per il Bene Comune” diventi il simbolo di rinascita di ogni italiano

  • Grazie al senatore Rossi e bravissimo a byoblu.Bel blog, molto curato e grazie di aver fatto conoscere in maniera corretta il senatore Rossi, che sembrava un pericoloso comunista filo-berlusconiano secondo la stampa….Ancora complimenti.

  • si dovrebbe incriminare i nostri politici per alto tradimento alla nostra costituzione! condannarli a vivere con la pensione sociale!

  • tutto scandalosamente vero……MA IL GIUSTO DIO LI PUNIRA’ TUTTI………….ma per il momento puniamoli noi anche nel nostro piccolo diffondendo la verità e parlandone con gli altri

  • tutto scandalosamente vero….MA IL GIUSTO DIO LI PUNIRA’ TUTTI…..intanto possiamo punirli anche noi nel nostro piccolo diffondendo la verità parlandone con gli altri

  • Il signoraggio nella versione complottista è una bufala. Credo se lo sia inventato un certo Pascucci ma non potrei giurarlo.
    Provo a spiegarmi. Il signoraggio come credo sappiate benissimo è
    "l’aggio del signore" ovverosia il guadagno che chi aveva il potere di battere moneta si trovava in tasca, guadagno prodotto dalla differenza tra il costo per produrre la moneta e il valore nominale della stessa una volta prodotta. Per fare un esempio: con un chilo d’oro in polvere o lingotti si potevano comprare meno cose di un chilo di fiorini d’oro. Il marchio del signore conferiva un valore aggiunto all’oro. Per quanto riguarda le monete metalliche il guadagno è proprio la differenza tra costo di produzione e valore nominale. Per le banconote questa definizione non funziona. Non funziona perché le banconote hanno vita breve. Dopo pochi anni di vita una banconota finirà certamente distrutta da chi l’aveva prodotta (infatti la banca centrale che emette le banconote è tenuta a riprendersele gliene vengono portate di usurate). Cosa significa questo? Per esempio. Io emetto una banconota da 100 euro. Ci compro 100 euro di beni. Quando la banconota sarà usurata io sono costretto a riprendermela dando indietro 100 euro di beni. Quanto ho guadagnato? Se i beni che avevo comprato mi hanno fruttato interessi ho guadagnato gli interessi maturati per tutto il tempo che la banconota è stata in circolazione. Altrimenti non ci guadagno nulla (trascurando gli effetti dell’inflazione, altrimenti ci guadagno qualcosa visto che i beni che restituisco per il valore di 100 euro sono di meno di quelli che avevo avuto anni prima con un potere di acquisto maggiore. Notare però che le BC comprano bot che si svalutano esattamente come le banconote (stesso valore nominale) e quindi per loro l’inflazione non comporta alcun guadagno). Invece le monete metalliche hanno una vita lunga e una volta messe in circolazione ci rimangono. Quindi se io emetto una moneta da un euro ci compro un euro di beni e me li tengo. Capito questo diventa chiaro che la definizione del signoraggio complottista: "signoraggio=differenza tra costo di produzione e valore nominale" è applicata erroneamente alle banconote. Quindi non è vero che il guadagno delle banche centrali è la differenza tra costo di produzione e valore nominale delle banconote. Vi sembra poco affermare che se le BC emettono 100 euro ne guadagnano 100 + interessi invece del reale guadagno pari ai soli interessi?
    E’ un errore grossolano. Inoltre gli interessi servono a coprire le spese per mantenere in piedi le banche centrali (spese che ci sarebbero anche se fosse lo stato ad emettere le banconote) e di quello che avanza la gran parte finisce ancora allo stato sotto forma di tasse.
    I soldi (pochi milioni di euro da dividere tra gli azionisti) che rimangono non possono certo giustificare "a priori" l’esistenza di complotti.
    Pertanto il debito pubblico italiano non deriva dal signoraggio bancario ed è stato creato senza ombra di dubbio dai nostri politici "mani buche".
  • I finanziamenti Pubblici (da Privati), devono essere aboliti onde evitare influenze esterne da multinazionali (vedi USA).

    I partiti dovranno godere del solo finanziamento statale uguale per tutti.

    Nel caso privati intendessero finanziare la politica dovranno versare direttamente nelle casse dello stato che in parti uguali dividerà la somma.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi