Dopo il G8 l’America ci umilia ancora, e peggio.

Al recente G8 lo staff presidenziale USA aveva consegnato una simpatica cartelletta stampa ai giornalisti intervenuti, presentando il nostro Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, come un politico dilettante, eletto solo grazie al controllo che opera sull’informazione.

Bob CostasLo scorso venerdì sera gli states hanno fatto di più, e se possibile ancora peggio. La NBC, durante la cerimonia d’apertura dei Giochi di Pechino, trasmessa durante il prime time, per voce dei suoi due commentatori Bob Costas e Matt Lauer, ha solennemente sbeffeggiato Berlusconi davanti all’america intera, per l’occasione incollata al televisore. Dopo avere seguito le telecamere che inquadravano tutti gli 80 capi di stato, ed avere mantenuto un tono di una formalità ineccepibile, al turno dell’Italia Costas e Lauer sono improvvisamente divenuti faceti, e ridacchiando hanno così commentato: «Il primo ministro italiano Silvio Berlusconi ha rinunciato ad essere qui stasera insieme agli oltre 80 capi di stato. Perché a Pechino fa caldo. Troppo caldo per lui. Matt LauerA 72 anni è troppo anziano per un viaggio del genere. Del resto, è il più ricco magnate italiano dei media ed è anche primo ministro del Paese! Se sei ricco e potente come lui, puoi permetterti di startene a casa a guardare la cerimonia. Comodamente seduto davanti alla tv».
Analogo trattamento per gli atleti italiani. Mentre i profili dei campioni tedeschi, spagnoli, francesi e inglesi veniva passato in rassegna minuziosamente, gli atleti italiani sono stati mostrati solo per pochi secondi, con inquadrature di sfuggita. Un trattamento da paese del terzo mondo.

Lo sapevamo già. Lo sapevamo che l’Italia sta scivolando inesorabilmente verso il terzo mondo, del quale entrerà ufficialmente a fare parte entro il 2050. E non siamo certo noi quelli che devono convincersi che vivono in un paese dove le più elementari regole della separazione tra i poteri vengono barbaramente infrante.

Sì, noi lo sapevamo. Ma la certezza che ora lo sanno anche tutti gli americani, permettetemi di dirlo, mi lascia comunque l’amaro in bocca.

 

Video allegati

34 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • E ancora una polemica ridicola! La Francia è molto piu criticata e ridicolizzata in America!Sei d’accordo con gli americani razzisti ? Ami Bush , Mccain (piu vecchio di Berlusconi..)?Il razzismo antiitaliano (Sacco Vanzetti…) è la colpa degli italiani ?L’antisemitismo è la colpa degli ebrei ?Il razzismo antinero è la colpa dei neri ?Ma molti americani (colti) amano l’italia.Sono stanco del cretinismo antiitaliano!

  • io credo che il picco più alto dell’ignoranza sia la presunzione, se poi il tutto arriva da due americani che rispondono al nome di Bob Costas e Matt Laue, quel picco diventa estremo…..

  • Ormai Berlusca è alla frutta… purtroppo però lui non molla, e continua a far apparire l’Italia come una barzelletta. Il problema è che ci riesce benissimo!

  • Si, ma Mcain non e’ un despota: non controlla la maggior parte dei media in USA, non ha il monopolio in molti settori in cui dovrebbe esserci il libero mercato e sopratutto non ha grandi conflitti di intersse…

  • NBC critica l’età di Berlusconi…Lei conosce la tv americana (network) NBC ?Lei conosce i grandi conflitti di interesse di Bush e Cheaney con Halliburton, il petrolio ?NBC ne parla ? no! NBC ha criticato Bush per l’irak ? Mai!Mediaset è molto più libera.E che paga per Obama o Mccain ? L’Italia ha seri problemi ma in Italia, abbiamo un’immagine molto superficiale del mondo, per esempio, per me le media stranieri sono più controllati meno diversi, vivo in Francia e conosco questa situazione.

  • L’immagine dell’Italia sta toccando il fondo, mai stata cosi’ bassa da dopoguerra.Nessuno riesce a capire come sia possibile che la mafia sia al governo e non succeda niente.

  • in realtà non è vecchio Berlusconi…lui è stato clonato 20 volte…ogni volta perchè se ne cadeva qualche pezzo, una volta i capelli,un’altra il fegato, e l’ultima fu al cervello…In realtà, a parte gli scherzi, non è potuto andare a Pechino perchè doveva farsi clonare completamente..

  • Bhè sinceramente apprezzerei un politico che si astenesse dalle olimpiadi dicendo la verità … comunque in merito al nano-pelato sto notando che è ODIATO da tutto il mondo … i “big” della terra lo sbeffeggiano, lo prendono per il culo … insomma è un lacchè come fede … uno scendiletto, uno zerbino.Vi rendete conto che se avessimo al governo persone come Enrico Mattei, l’italia sarebbe la nazione più ammirata del MONDO !!!

  • Ma non aveva detto che “con lui” l’Italia ottiene una grande considerazione all’estero?Strano quello che dice lui “è la verità” no?????Mi sa che hai capito male!!!!!Devi seguire il TG4 per essere sempre informato in maniera imparziale non la NBC eh!

  • Il cretinismo italiano è quello di chi ha votato un uomo che detiene il controllo dei mezzi di informazione. La colpa degli italiani è l’ignoranza delle più elementari regole su cui si basa una democrazia liberale.L’America non è la sola a sfotterci. In Francia sulle tv girano documentari che ridicolizzano Berlusconi. La Svezia ci ha fatto addirittura uno spot sulla sua televisione di stato, che dopo avere mostrato immagini eloquenti di berlusconi e qualche scritta considerevole, recitava “Tv Svedese, Tv Libera”.Per non parlare dei tabloid inglesi e della satira tedesca.Chi ancora si ostina a non rendersene conto, deve staccare la spina della sua televisione perennemente sintonizzata sui canali Mediaset e Rai.

  • certo, è amaro sentirsi sbeffeggiare. Ma, permettetemi di dirlo, non è che gli americani possano poi permettersi di dare lezioni di democrazia e civiltà alla gente…popoli di sanguisughe del pianeta per i quali nulla esiste se non è in vendita o alla TV…

  • Certo. Fossero solo gli americani.I francesi hanno documentari sulla tv di stato che sbeffeggiano Berlusconi. Non parliamo dei tabloid inglesi e dei commenti dei tedeschi. La Spagna ha più volte accusato la nostra “informazione” di depistare dai problemi reali gli italiani.E per quanto riguarda la Svezia…. giudica tu.Bisogna staccare la spina e rendersi conto della realtà.

  • secondo me”quelli ridevano”proprio perche ci invidiano il vecchio nano. pensano: guarda questo vecchio che riesce a far ritornare l’italia indietro di 70 anni! guarda questo vecchio come riesce ad infinocchiare gli italiani! guarda questo vecchio che riesce a farsi le leggi ad-personam e nessuno parla! guarda questo vecchio che riesce a non farsi processare, guarda questo vecchio che e’ padrone di tutte le tv italiane, guarda questo vecchio. ma gli italiani sono proprio.c..penseranno..e ridono!

  • Guardate che TUTTI buttano palate di merda sul nano … forse c’è qualcosa sotto … forse è meglio che si ritiri … forse da fastidio a “qualcuno” !!!Certo che per farsi prendere per il culo da bush ce ne vuole !!!

  • Ho ritrovato un mio amico che lavora in africa, mi ha detto che si VERGOGNA ad essere italiano, c’è più democrazia là che in questa italetta soubrettiana.Nn capisco questo accanimento a difendere un PARASSITA FALLITO come il nano, all’estero ha dimstrato quello che valeva (ZERO), FALLTO E PROCESSI IN CORSO.Ma è possibile che solo in italia è riuscito a fare il miracolo ???O è “fortunato” solo in italia o gli itaGliani sono COGLIONI !!!

  • Certo, sarebbe meglio avere un presidente gaio e sveglio com’è stato Prodi o come sarebbe potuto essere Veltroni…Gli Americani, in democrazia, fanno parlare tutti, noi Italiani, diamo spazio e ascolto agli intellettuali e ai no global. Anche questo sito internet mi sembra faccia parte di queste categorie.Quando i comunisti (o progressisti o democratici, come gli piace essere chiamati ultimemente) dimostreranno di avere idee propositive e smetterla con cazzate e ostriuzionismo, riusciranno a ottenere anche più voti.Un sincero grazie a Prodi e Veltroni.Grazie al loro operato, gli Italiani hanno aperto gli occhi, e mi auguro quindi un futuro migliore per l’Italia… senza di loro

  • Caro Massimova,ne io ne tu possiamo sapere cosa effettivamente ha fatto Berlusconi (o il nano, come preferisci chiamarlo tu, forse ignorando che è alto 2 cm in più del suo predecessore).Quello che è particolare notare è che Berlusconi ha partecipato dal 1994 a oggi a 2502 udienze in processi a suo carico, e che quelli terminati si sono risolti TUTTI con completa assoluzione.Altrettanto particolare notare come Prodi, D’Alema o Fassino non abbiano mai partecipato ad alcun processo dato che SEMPRE, durante le indagini, sia stato destituito il pool, o trasferiti giudici, o come di recente addirittura destituiti i giudici….pensaci…

  • Caro Trace (a proposito.. ma non ce l’hai un nome?)Gli Americani, in democrazia, fanno parlare tutti, noi Italiani, diamo spazio e ascolto agli intellettuali e ai no global. Anche questo sito internet mi sembra faccia parte di queste categorie. E infatti, visto che siamo in democrazia, stai parlando anche tu. Fammi la cortesia di non inscatolare però tutto in una “categoria”, anche se tra le due che hai citato, quella degli intellettuali tutto sommato non mi dispiacerebbe. Meglio che quella degli spettatori di Amici o del Grande Fratello. Sostenere l’innocenza di uno, dimostrando la colpevolezza di un altro non è poi sostenibile logicamente. Prodi, D’Alema e Fassino possono essere stati dei farabutti, senza con ciò togliere che Berlusconi non sia stato mai condannato in via definitiva per l’essersi fatto leggi ad personam che lo togliessero d’impiccio, piuttosto che l’aver lasciato condannare altri in suo luogo (vedi Previti per il caso della corruzione del giudice Metta nell’acquisizione della Mondadori, di cui certo il beneficiario non era Previti). Non scadiamo in sterili contrapposizioni ideologiche. Le ideologie sono sbagliate e portano sempre a scarsi risultati.Mi auguro che tornerai almeno a leggere la risposta.Ciao

  • Salve Byoblu (ti chiami veramente cosi?)Se vogliamo paragonare le informazioni dei media veri (tv e stampa) con tutte quelle che esistono, non mi sembra un confronto reale…Quando sento parlare di attacco alla democrazia, mi viene da ridere, visto che negli ultimi 60 anni, i media sono sempre stati gestiti dalle stesse persone, e non mi venite a parlare di Berlusconi, lavorano più comunisti in Mediaset che a Rai 3.Quest’articolo è fazioso come tanti altri che vengono proposti in internet o tv.Ricordo quando il 7 gennaio 2006 Prodi ebbe il coraggio di dichiarare che la sua finanziaria approvata il 30 dicembre 2005 stava già dando ottimi risultati, in base ai dati istat sul recupero dell’evasione pubblicati il 4 gennaio.Peccato che i dati istat si riferivano al 1° semestre 2005.Non mi baso sulle ideologie, ma sui fatti.La sinistra continua a basare la politica sull’antiberlusconismo, non ha mai ridotto la spesa, ma solo aumentato le tasse; Berlusconi, per quanto odiato, ha, durante tutti i suoi governi, ridotto il carico fiscale e migliorato l’economia italiana.Per sapere la verità, non serve andare a leggere le dichiarazioni di Fassino, ma è sufficiente leggere il contenuto dei siti camera.it, senato.it e istat.it.

  • shahshas questa non la sapevo shahshas, che storia, davvero se non ci rendiamo conto che stiamo diventando ridicoli al mondo… e per colpa di chi…. boh boh chissà se un giorno ci sveglieremo..

  • Ho seri dubbi che Mediaset sia stata contro la guerra, sinceramente non guardo molto i loro TG, ma fino a 2 anni fa c’era un sorta di regime mediatico che faceva da cappa all’informazione italiana. In questa situazione non c’era molta possibilita’ di parlare contro la guerra, non ricordo servizimediaset che lo facessero.

  • La NBC nel mondo è la televisione più influente a livello di tecnologie, argomenti e opinione. Quello che fa NBC è “legge” per ogni altro broadcaster quindi… Sì, NBC è il centro del mondo.

  • Ma perchè se Berlusconi è tutto questo sfacelo tutti lo votano?

    Gli Italiani hanno ancora voglia di un nuovo duce.

    Chi è causa del prprio male pianga sestesso.!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi