La guerra in Georgia

Nel corso degli ultimi milioni di anni siamo passati dall’utilizzo dell’energia umana a quella meccanica ed elastica, attraversando quella animale, quella lignea, per arrivare al carbone. L’era del carbone è iniziata alla fine del ‘700 e si è conclusa nei primi anni ’60, con l’avvento dell’Era del Petrolio. E adesso?
Sono entrato in possesso delle previsioni energetiche per i prossimi 150 anni.

L’utilizzo del petrolio andrà scemando, passando dal 38% del 2010 al 30% nel 2050. Il nucleare non farà molta strada: dall’attuale 5/6% forse salirà al 7%. Le energie rinnovabili come il solare, le biomasse, l’eolico, il geotermico.. Beh, non illudetevi: dall’8% attuale si guadagneranno circa il 12% che, intendiamoci, rappresenta pur sempre un incremento di oltre il 200% in termini di consumi globali soddisfatti, che nel frattempo saranno aumentati dagli 11 miliardi di tonnellate equivalenti di petrolio attuali – TEP– a quasi 20.
Ma c’è una fonta, una sola, della quale abbiamo ancora riserve per almeno 200 anni, e che tra gli anni ’30 e gli anni ’40 prenderà il sopravvento su tutte le altre. Sto parlando dell’Era del Gas Naturale. E da dove arriva quasi tutto il gas naturale che consumiamo in Europa? Ma dalla Russia, naturalmente! A meno che… non si costruiscano gasdotti che passano al di fuori del territorio sovietico. Diciamo, dalle parti della Georgia?

E allora parliamo della Georgia! In Italia arriva solamente una parte della storia. Arrivano immagini dei morti causati dalla Russia, a volte palesemente false come quelle della Reuters, ma nessuno parla dei 1600 morti caduti sotto il fuoco georgiano. Del resto, almeno tre quarti dei profughi censiti dalla Croce Rossa sono osseti, mica georgiani! Eppure non li vedete spesso in tv, vero? Come mai? Forse è meglio fare un passo indietro.

L’anno scorso, il presidente della Georgia ha ordinato ad alcune compagnie israeliane specializzate nella sicurezza circa un migliaio di consulenti militari, per addestrare le forze armate georgiane in tattiche da combattimento. Da Israele arrivano a Tbilisi anche soluzioni sull’intelligence militare e sulla sicurezza. Quindi dietro all’attacco georgiano in Ossezia si muove l’intelligence israeliana. Mosca aveva ripetutamente chiesto a Gerusalemme di cessare l’assistenza militare alla Georgia, cosa che ha messo in crisi le relazioni diplomatiche tra la Russia e Israele. Ma quali interessi può avere Israele da quelle parti?

Dal Mar Caspio parte il secondo oleodotto più lungo al mondo, chiamato BTCBaku-Tbilisi-Ceyhan. Nel maggio 2005 da Baku ha cominciato a pompare petrolio che, dopo un viaggio di oltre un anno, lungo 1768 km, ha cominciato ad affluire in un porto a sudest della costa mediterranea turca. Da lì ad Haifa, l’oro nero è separato da un breve tratto di mare. Dopo che, in precedenza, Putin aveva rifiutato di portare gas nei porti israeliani,l’indipendenza della Georgia è una chiave fondamentale nella sopravvivenza in sicurezza dell’oleodotto, che bypassa completamente i territori russi.
Inoltre, la Russia ha bisogno di mantenere il controllo totale sul Mar Nero, per continuare ad esercitare il ruolo di monopolista del gas naturale nei confronti dell’Europa, liberandosi della scomoda Ucraina, e diventare così il nuovo OPEC del secolo a venire.

E l’Italia? Beh: mentre l’Europa sta finanziando Nabucco, un tubo lungo 3.400 Km che a partire dal 2010 porterò il gas naturale dal Mar Caspio fin nel vecchio continente, saltando a piè pari Russa e Ucraina allo scopo di affrancarsi così dal monopolio sovietico, l’Italia va in controtendenza. Il 18 gennaio 2008 l’ENI e Gazprom, sua omologa russa, hanno registrato in Svizzera la joint venture South Stream per la costruzione di un omonimo gasdotto che dalla Russia porterà il gas naturale direttamente in Italia. Questo rafforzerà la leadership sovietica nel campo energetico proprio mentre il resto del mondo cerca di indebolirla.

Chissà: sarà di questo che parlavano Berlusconi e Putin a Villa Certosa?

 

Video allegati:

 

Effetto serra for dummies Energia solare for dummies
Effetto Serra for Dummies Energia solare for dummies
Alcune fonti:

Israel backs Georgia in Caspian Oil Pipeline Battle with Russia
International Energy Agency
i falsi della Reuters
L’oleodotto Nabucco
Comunicato dell’ENI sulla Joint Venture ‘South Stream AG’, 50% ENI e 50% Gazprom

121 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ahahahahahah! Ma dove sei andato in vacanza?… Giusto per evitare posti con zombie guardiani nei paraggi… 🙂

    E poi… un gasdotto ci vorrebbe a parte solo per gli accendini tuoi! 🙂

    Il video è esilarante, anche se si parla di cose tragiche… E’ un interessante contaminazione di generi: tra gioco di ruolo e Blair witch project, tra un reportage di guerra e la messinscena goliardica… A parte che condivido l’osservazione sull’aggressione da parte della Georgia (i 1600 morti osseti che nessuno vede), il linguaggio che adoperi è davvero originale…

    Vai con la contaminazione dei "memi".

  • Bravo come sempre Claudio! OT scusa Claudio ti mando oggi la email del sig. Mario e il succinto della problematica, te lo mando sulla email del tuo sito fine OT.

    Il Nuovo Ordine Mondiale si vuol fregare le riserve naturali russe. Bruuuuuuuuuuutta idea dico io. Li consideravo piu’ intelligenti ma devo ricredermi. La volta che saro’ costretto a rimettermi l’ uniforme non sara’ per un paese occidentale.

  • A breve ci sarà qualche esplosione nucleare, morirano migliaia di innocenti. Servirà per ripulire le zone più "ostili" e giustificare in attacco armato della Russia contro gli U.S.A.

  • Con questi video notturni stai perdendo le impronte digitali del pollice ahah. Comunque la fonte e’ comedonchisciotte . o r g? Perche’ mi pare di aver letto li queste informazioni. p.s.: l’impostazione del video e’ geniale.

  • lol ma Byoblu che razza di video stai facendo?
    Youtube ti ha esaurito davvero 🙂 non bastava fare informazione normale come al solito?
    Andava benissimo anche lo sfondo della tua camera per i video

    Ciao

  • Molto bello il montaggio del video, e molto interessante il contenuto…

    Mi piacerebbe sapere dove trovi tutte queste informazioni, che a noi comuni mortali sembrano inaccessibili..

  • La qualità dell’informazione è sempre ottima, ma il filone "byoblu in fuga" non mi fa impazzire come stile.

    Comunque sei sempre il migliore. In più ho notato che possiedi anche doti atletiche insospettate! Ciaooooo…

  • L’importante e’ essere informati su quello che realmente stia succedendo, sapere e’ gia un passo avanti.
    Dai versi si direbbe che i disinformatori siano quei ‘porci’di Ri__ta e F__e.
    Video splendido, mi sembra che sei finito in "Resident Evil" adesso.

  • altro che menphis75, qua si che c’è da preoccuparsi e toccarsi i coglioni.

    A parte gli scherzi, dovresti approfondire questa faccenda della georgia.

    ps mi dici quali sono le tue fonti sulle 1000 ucciioni georgiane?

  • Nessuno fa previsioni energetiche per i prossimi 150 anni, ed anche previsioni a 30-40 anni di distanza si sono dimostrate completamente incorrette. Prendi dei numeri di scientific american anni 70, e nota che loro pensavano che i computer più veloci sarebbero dovuti essere immersi in nitrogeno liquido a causa del calore. Ora ho un notebook che è più potente di qualsiasi cosa immaginabile solo 30 anni fa, per cui le previsioni sono come le profezie di nostradamus "chiacchere per portinaie."

  • previsioni IEA, Internation Energy Agency, nonchè di un certo Abdallah Jumah, numero uno di Saudi Aramco, che al World Energy Council nel 2007 afferma: "Ne avremo per 200 anni" riferendosi al Gas Naturale.

  • Teorie assolutamente probabili… gli interessi in gioco sono tanti e il ragno tesse la sua tela…
    Per il video… caspita! Sei proprio un professionista!
    Dovresti fare il regista, avresti successo! Complimenti!
  • E’ abbastanza ovvio che la stampa occidentale non parli dei morti fatti dal governo georgiano, preferendo accentuare i crimini di parte russa.

    Se i rapporti d’alleanza fossero invertiti, ogni giorno al tg sentiremmo parlare dei crimini georgiani e del nobile intervento umanitario russo.

  • condivido il pensiero di paperinik67
    interessante …

    le fonti di energia governano il mondo e non da oggi .. è una lunga scia che non parte manco da Mattei ma ben prima

  • Scappa scappa…se puoi. Ok. Vengo nel blog.
    PS- A questo punto c’è da augurarsi una sola cosa: che sto caspita di petrolio eo gas finisca in fretta. Naggia…dopo se la prenderanno con l’acqua.

  • Ho come l’impressione che le cose siano ben peggiori di come le hai raccontate. Aspettiamo Novembre e poi…una bella bomba nel panettone. Eh già. In campagna elettorale certe cose è meglio non dirle. Ma dopo le elezioni…di cui si sa già chi sarà il vincitore, si ricomincia il giro. Un biglietto per i prossimi quattro anni.

     

  • Complimenti per il video,aggiungi sempre delle novità a questa avventura:-) Le sentinelle sono favolose…
    Detto questo,per entrare nel merito dell’articolo dico che c’è da preoccuparsi,non tanto per le informazioni che non filtrano (adesso è il male minore) ma delle lotte di potere che si esercitano dietro queste millantate "guerre di pace".
    Come disse qualcuno;beati coloro che non detengono risorse primarie…potranno vivere sempre in pace!

  • Ragazzi anche hitler con l’operazione Barbarossa voleva andare da quelle parti…

    L’Italia dalla fine della guerra, visti che i ns alleati anglosassoni non volevano darci energia per evitare una potenza nel mediterraneo, Mattei ha fatto il salto ed è andato a comprare energia dai loro nemici: Ussr, Libia e Iran comprando gas e guardando al futuro. Se scoppia la guerra con 1 di questi paesi noi rimaniamo al buio perchè ai ns alleati non frega niente di noi se non militarmente.

  • Gli anglosassoni hanno iniziato le loro guerre in mediooreinte nell’800 per il petrolio e hanno fatto guerra a tutti quelli che li ostacolavano in questo campo (Germania e Giappone). La politica aggressiva ha avuto solo un rallentamento in epoca clinton, ma già a metà anni 90 nelle università repubblicane si sdiceva che solo un evento catalizzatore avrebbe rilanciato la lotta per gli interessi in quella zona: Afghanistan, Iraq, Iran e Siria.

    inviterei a guardare la politica con più disincanto.

    un solo dato l’85% dell’energia che consuma il paese viene dall’estero, e per quasi la totalità da Russia, Libia e Iran.

    diciamo che i russi sono i ns spacciatori…

  • Una cosa che mi incuriosisce della situazione è: come mai Berlusconi non controlla i propri media (rai+fininvest+mondadori) e difende il suo amico Putin?! Perchè in una situazione in cui dire la verità (la Russia non è più colpevole della Georgia) conviene (si avvicina l’inverno o no?! Con cosa ci scalderemo?!) i media italiani si sono buttati a pesce in un vicolo cieco?! Credo che questa sia l’ennesima occasione in cui i media italiani si sono dimostrati incapaci di gestire delle notizie che non siano la solita pappina politica in cui il giornalista funge solo da "cameriere" dei politici… Mah…

  • Video molto bello!
    I contenuti come al solito li sai spiegare in modo chiaro e lucido, facendo dell’ottima informazione. In questo caso resa più appetitosa da un interpretazione che ti tiene con il fiato sospeso.

    L’idea di essere perseguitati dalla disinformazione e voler lottare a tutti costi con la propria coscienza e a dir poco geniale. Il mio giudizio è ottimo.
    Ciao

  • L’Italia dai tempi di Andreotti e Moro ha sempre fatto il Doppio Gioco con dei risultati TRAGICI come la strage di Bologna ,Fiumicino e Ustica…L’attacco alla Sud Ossetia e’ stata una BESTIALITA’ attentamente orchestrata dalla Russia che con provocazioni continue ha stimolato quel COGLIONE del presidente GEOGIANO (Peraltro avvisato dalla NATO a stare PUT)..Sappiamo tutti che molti Israeliani sono di origine RUSSA e Putin ha INFILTRATO il MOSSAD BIG TIME…COMPLIMENTI PRESIDENTE.

  • Qualcuno sa dirmi quale sia stata la giustificazione ufficiale della Georgia alla sua invasione dell’Ossezia del Sud, quest’ultima repubblica indipendente?
    Oh, ma siamo matti!
    Mica si può invadere un Paese un giorno si e un giorno no, come se niente fosse!

  • Lo aveva dichiarato in campagna elettorale, se fosse diventato presidente avrebbe "ripreso" l’ Ossezia e cacciato coloro che girasse con passaporto russo.

    Ma il diavolo fa le pentole e non i coperchi, e lui e l’ amichetto ammaracano se la son presa al culo. E io son contento 🙂

  • Io Vivo in Brasile e, purtroppo qui di pozzi ce ne sono tanti, pensate che é stata innaugurata un aplattaforma di estrazione a 300 chilometri dalla costa e ritira petrolio a 2000 metri di profonditá nella crosta pre-sale!!!

    Dalle fonti PETROBRAS la sacca é di dimensioni enormi e sono pronti a piazzarne moltre altre lungo la costa brasiliana, con particolare riguardo al tratto (Espirito Santo – Bahia)…

    http://www2.petrobras.com.br/ri/spic/bco_arq/2902_entrada_em_producao_-_p-34.pdf

    Spero solo che questo non degeneri in qualche guerra, visto che le truppe armate brasiliane non sono fra le piú moderne.

    ….speriamo bene

    Ps: Byo … ma tu hai fatto anche teatro o cinema nella tua vita???? …anche se la vita in italia é un cinema da tanti anni!!!

    Bellissimo video….ti porgo i miei modesti complimenti

  • scusa ma io non ho capito una cosa. se l’italia va a braccietto conla russia per la costruzione del gasdotto South Stream allora perchè l’italia mostra la georgia vittami della russia e non la russia vittima della georgia come invece te dici..?
    se l’italia è con la russia dovrebbe spalleggiarla o no?

    grazie

  • Minkia che analisi: la Russia farà passare il SUO gas dalla GEORGIA? Stavolta ti danno il nobel, il Pulitzer e pure l’oscar tutti insieme.

  • grandissimi i tuoi video…

    inizialmente il filone "in fuga" nn mi piaceva molto ma poi devo dire che è prodotto, interpretato e montato veramente bene… pensavo ke sarebbe bello che beppe grillo prendesse te per "gestire" il suo sito…(mandando afanc*****) casaleggio!!! c***o ke salto di qualità (ed onestà)….

    scusate era solo un pensierino… grande Claudio (cose ke fanno pensare, e parecchio)

  • Claudio che dire. Completo e preciso come al solito.Grazie per avermi fatto riflettere.

    Dal video mi sembra di vedere una radura nelle vicinanze, ci sono i margini per l’atterraggio.Dammi le tue coordinate che intanto vedo di rimediare un Apache…

     

  • Sei nel XXI secolo …

    in confronto i media tradizionali sono roba da buttare nel cesso.

    tra 6 mesi sarai il piu’ cliccato nella rete italiana.

  • Georgia admits dropping cluster bombs

    The Georgian government has admitted dropping cluster bombs in its military offensive to regain control of South Ossetia, reports Human Rights Watch.

    The international organisation says it has received an official letter form Georgia’s Defense Ministry that acknowledges the use of the M85 cluster munition near the Roki tunnel linking South Ossetia with Russia.

    The M85 is the same weapon that was used extensively by Israel in its 2006 war with Hezbollah in Lebanon.

    Human Rights Watch has also said that Russia used the widely condemned weapons in several places during the conflict. Moscow has rejected the accusations.

    http://www.russiatoday.com/news/news/29788

  • Ciao Claudio,
    premetto che mi è troppo piaciuto il tuo ultimo video e sono stato il primo a commentarlo… ho solo una paura alla luce anche dei commenti letti…

    Ho paura che l’attenzione in questo modo un pò si distolga dalle cose importantissime che dici.. diciamo che dopo anni e anni di lavaggio televisivo ora siamo abituati a farci rapire dagli effetti speciali e a dare meno peso alla sostanza.
    Credo che il top della tua grandezza tu ce l’abbia quando fai quei servizi supportati da tabelle, immagini esplicative ecc…

    Detto questo sei un grande, un mito!!! 🙂

  • Lo stile serve per avvicinare anche un pubblico meno aduso ad occuparsi di questi problemi. Altrimenti rischiamo di suonarcela e cantarcela da soli.

    Poi ricordate sempre che un articolo si può anche leggere: tutto il testo insieme alle fonti è disponibile come in qualsiasi altro blog. Il video in questo senso è solo un richiamo, un invito a venire e raccogliere atomi e molecole da riorganizzare. Ricordatevi che il vostro lavoro di interpretazione è insostituibile.
    Qui non si tratta di "credere" o non credere. Si tratta di avere degli elementi, una visuale nuova, e rielaborarla ad opera di ciascuno di voi, indipendentemente.

  • Gran bel video! non sapevo se essere incazzato per la serietà dei contenuti o se ridere per i grugniti!! sei troppo spaziale claudio!
    🙂
    Scherzi a parte, a caldo il primo quesito che mi nasce è "cosa si può fare?" l’unica cosa che mi viene in mente al momento è spargere la notizia.. ma poi?
    Ad ogni modo è’ chiaro che le guerre nascono quando i profitti di qualcuno sono a rischio.. e coloro che alla fine si salvano son sempre quelli che le commissionano. Che frustrazione..

  • ma scusate se era israele a volere l’unità della georgia per salvaguardare il gasdotto del mar caspio allora perchè cavolo è stata la georgia stessa ad attaccare per prima all’improvviso l’ossezia del sud uccidendo migliaia di persone e commettendo atrocità??? in questo modo ha provocato nel peggior modo possibile la reazione russa che adesso si che ha una diretta influenza in due regioni della georgia compromettendone l’unità…

    Queste due repubbliche difficilmente avrebbero dichiarato guerra alla georgia che è troppo forte per loro, insomma sembrerebbe che israele avrebbe spinto per una soluzione peggiore del male…cosa che non credo proprio. Io vedo due conseguenze immediate a questa guerra il rilancio in maniera definitiva dello scudo spaziale e del sistema antimissile in polonia e il riaffermarsi come grande potenza della russia. A discapito di migliaia di morti e di tante atrocità commesse..

  • Grande video come al solito.

    La realtà è che invece che sfruttare le risorse locali (leggasi rinnovabile) presenti ovunque, si cavalca il solito binomio armi-olio. a dispetto di tutti.

  • Anche in questo caso ottimo video, la qualità di quello che posti migliora di volta in volta. Apprezzo molto anche il fatto che sul tuo sito pubblichi le fonti di quello che trovi e il testo integrale.
  • Uno strano miscuglio fra un modo di fare controinformazione retorico e veramente originale. A me è piaciuto molto, specie l’accendino che si accende e si spegne. E che poi scotta. E’ intermittente, come le informazioni e la voglia di farci qualcosa. Quello che non condivido è che le le sentinelle drlla censura non stanno ai confini, ma dentro di noi … meglio non guardare, non sapere.
  • @emimancuso.

    Vero! Del resto l’ambivalenza interpretativa ti permette di leggerlo ai livelli che ti sono più congeniali.
    Di sicuro siamo infestati di piccoli disinformatori che imperversano nelle nostre stesse coscienze.

  • Grazie per l’analisi degli eventi corretta (come sempre)

    Certo che sarebbe una grandissima figata se Europa 7 finalmente decollasse e sui loro schermi vedessimo Travaglio, Ricca, Beppe e anche .. ByoBlu!

    Berlusconi non avra’ abbastanza culi e tette da mostrare in TV per tenere la gente in coma farmacologico.

  • Israele + USA contrastano Russia. Italia si prostra a entrambi. Che logica c’è? Non che il caimano debba essere anche logico, ha già troppe qualità, però l’interpretazione ne soffre.

    Quanto a peppeddu (ma chi sei?) vorrei ribaltargli l’augurio: spero che Claudio abbia grande successo, ma resista alle sirene che inquinano la trasparenza dei tre citati e dei tanti altri sottintesi. Con questo non rinuncio ad apprezzare quanto di buono hanno portato, ma la fiducia è un’altra cosa!

    Alberto

  • Alberto,

     probabilmente, dato anche il millantato o reale rapporto che intercorre tra Berlusconi e Putin, ambisce a stare in mezzo e fungere da mediatore. Non dimenticare che il 17 novembre 2005 Berlusconi era insieme a Putin in Turchia, per l’inaugurazione del BlueStream, il gasdotto diretto Russia-Turchia, dove ENI ha svolto un ruolo importantissimo nella stesura delle tubazioni sotto al Mar Nero. Dunque gli interessi in gioco tra Russia e Italia sono tanti, senza contare che l’altro anno rischiavamo di stare a secco e al freddo con l’aggravarsi della crisi del GAS ove era coinvolta anche l’Ucraina.

    Secondo me Berlusconi sta in mezzo, tant’è vero che la Russia esplicitamente non ha smesso di rinigraziare Frattini per le sue parole durante la guerra in Georgia. E Berlusconi è quello che più di tutti ha spinto per una mediazione senza ritorsioni contro la Russia al recente summit europeo sulla questione.

    2+2 = ?

  • Con un po’ di tempo ho preso i link che hai lasciato come fonte e li ho spulciati per benino.Non è stato così semplice perché alcuni sono stranieri ma…perseverando un po’ ce l’ho fatta a cavarne qualcosa.Bene il tuo articolo non fa una grinza riportando bene le notizie.Non ne avevo dubbi,ma è sempre una controprova in più che avvalora il tuo lavoro.

    Come ho già espresso;beati coloro che non hanno risorse primarie,vivranno sempre in pace.Ma è inqueietante il tunnel scuro che sta prendendo la nsotra società…

     

  • claudio ma prima di fuggire hai chiuso il gas .stai attento che se ti prendono ti portano a guantanamano e li il computer non te lo fanno usare anzi ti resettano la memoria .comunque vada in culo alla balena

     

  • Ciao Claudio, a parte il doveroso prostrarmi a cotanta dovizia di dati e informazioni che come sempre ci offri anche in questo video, ho da farti una domanda che non c’entra un caNIENTE (o quasi). Ti avrei scritto in privato ma non riesco a reperire un indirizzo mail per farlo, percui la scrivo qui. Cancellala pure una volta che avrai risposto (tu hai le mail degli autenticati, vero?) sempre se ti va di farlo ovviamente.

    Sono anche io un youtuber, anche se di tutt’altro genere… ho necessità di montare dei bei video sui miei lavori e gradirei qualche info tecnica su quel che usi tu. Il software e la configurazione del PC mi bastano, non starò lì a tediarti pretendendo anche che tu mi insegni i segreti del mestiere, tranquillo… è solo che non ho proprio idea di cosa usare perchè coi montaggi video son proprio a digiuno (il mio massimo è windows movie maker che si impalla anche sul mio 3200… ora ho compreso che non è un problema di CPU.  -_-‘)

    Saresti tanto gentile da mandarmi giusto queste poche info?

    Grazie mille in anticipo e senza interessi allo scadere della cedola…

  • Bellissimo. Originale il sistema che hai trovato per informare. Continua così. Ehi…non è che c’hai veramente qualcuno alle calcagna e i tuoi sono messaggi criptati?!? eheheh

  • confesso: non ho letto tutti i commenti sotto.

    Non ho capito:

    1) gli isdraeliani difendono l’oleodotto (petrolio) perchè Putin ha rifiutato di far arrivare il gas naturale in Isdraele? E perchè il rifiuto?

    2)dove si trova ‘sto gas? mar Caspio o è diffuso un pò in tutta Russia?

    Se si trova nel mar caspio, non c’è l’azerbaijan in mezzo, tra la georgia ed il mar caspio? e quelli chi li gestisce?

    3) l’italia non ha appena fatto arrivare dalla spagna un rigassificatore che permette di far arrivare gas anche da altre parti del globo e non solo russia?

    questo significa che facciamo la parte della solita "puttana" che fa accordi con i Russi con il gasdotto ma nel frattempo si assicura anche altre fonti? cioè, in questo modo miniamo il monopolio russo anche noi, no?

    Byoblu, sul momento, grazie ai tuoi video d’effetto mi convinci, ma poi, cartina alla mano e testo sotto gli occhi, mi vengono fuori i dubbi.

     

     

  • "Chissà: sarà di questo che parlavano Berlusconi e Putin a Villa Certosa?"
     

    Può essere che Berlusconi e Putin a Villa Certosa abbiano parlato anche di questo.
    L’operazione però faceva parte molto più probabilmente del fantomatico accordo ENI-GAZPROM pianificato e sottoscritto da Putin e Prodi il 5 marzo 2007, a Bari.
    Prodi però è molto più furbo di Berlusconi, e non ha illustrato agli italiani il costo di quegli accordi, né il contenuto. Per questo ho detto "fantomatico".
    Li ha firmati a porte chiuse, e basta. Qualcuno qui li conosce nei contenuti? No. Nessuno.
    Nella conferenza stampa Prodi ha spiegato solo e soltanto che “ tra Eni e Gazprom è stato stretto un accordo modello per cuiENI SALE A MONTE E GAZPROM SCENDE A VALLE” (mecojoni – ndr) con un partenariato strategico che consentirà una vera e propria integrazione tra il comparto degli idrocarburi italiano e quello russo”.
    Chiarissimo. Altro che Berlusconi.
    Capito? Eni sale a monte, e Gazprom scende a valle. E chi non capisce, è un bambinetto deficiente.

    http://www.comune.bari.it/comune/opencms/sito/Bari/dettaglio.jsp?cdFileName=/sito/Bari/common/index_010307_095947.xml
     

  • @Paola

      1) gli isdraeliani difendono l’oleodotto (petrolio) perchè Putin ha rifiutato di far arrivare il gas naturale in Isdraele? E perchè il rifiuto?

    Non è che lo difendono perchè Putin ha rifiutato di portare il gas. Lo scacchiere è complesso. Lo difendono perchè è petrolio che gli arriva. E tu sai quanto sia prezioso oggi come oggi e soprattutto domani. Quindi devono fare in modo che quella fonte continui ad approvvigionarli. Per fare questo, l’area circostante deve essere stabile. Da qui il loro prendere il controllo della Georgia militarmente. E siccome Israele controlla la Georgia militarmente, e come abbiamo visto Georgia e Russia non vanno a braccetto, ecco la riluttanza della Russia a fornire gas a israele.

    2)dove si trova ‘sto gas? mar Caspio o è diffuso un pò in tutta Russia? Se si trova nel mar caspio, non c’è l’azerbaijan in mezzo, tra la georgia ed il mar caspio? e quelli chi li gestisce?

    L’Axerbaijan al momento non è un problema, almeno fintanto chè la Georgia continua a fare da cuscinetto. E’ come presidiare un’area con un alfiere. Mai giocato a schacchi?

    3)[…]ma poi, cartina alla mano e testo sotto gli occhi, mi vengono fuori i dubbi.

    Fai bene a farti venire i dubbi. Ricorda sempre che nessuno di quelli che danno verità lapalissiane sa realmente come stanno le cose. Le persone di cui ti puoi fidare davvero sono quelle che, come te, sanno di non sapere, ma contribuiscono alla ricostruzione ragionevole dello scenario.

    Certo.. se venisse Putin a fare un post ci aiuterebbe molto… 🙂

  • La Russia concentra forze armate lungo il confine con l’Estonia

    http://ru.delfi.lt/news/politics/article.php?id=18432703

    La Russia ha concentrato un imponente contingente militare al confine con l’Estonia. Lo riferisce un rapprensentante delle forze militari estoni Leo kunnas a Eesti Express.
    Secondo quanto riferisce il tenente colonnello, l’aera dell’Estonia a confine con la Russia si trova in uno stato di allerta.
    Si tratta della Pskov division, che comprende un reggimento composto di sei battaglioni e forze aeree. Kunnas ricorda che il territorio del Distretto Militare di Leningrado ha un gran numero di combattenti, assaltatori e sistemi di difesa aerea.
    Ha anche aggiunto che vi sono forze schierate a pochi minuti di volo dal villaggio

  • geniale mix zombie- blair witch project grande byoblu, e si capisce bene anche il contenuto del video mentre ci si diverte a vederlo! : )

  • Berlusconi????

    (2006-2007)

    (..) "Listening to the Eni chief talk about energy dependency is like getting parenting advice from Britney Spears – you’d be crazy to take it seriously.

    For one, this is the corporation that single-handedly delivered control of the Italian energy market to the Kremlin following Gazprom’s MoU with Algeria – a move which I said made Eni the first victim of the Gas Opec. Shortly thereafter, Scaroni signed the largest supply deal on earth with Russia, and gave Gazprom direct access to Italian consumers. Prime Minister Romano Prodi has also eagerly joined the parade to make Italy Russia’s favorite toy in the EU, competing with the likes of enchanting Germans of the SPD. During all this backslapping and multi-billion euro deal signing, who is representing the interests of Italian consumers?

    Eni was also one of the very first foreign owners of Yukos assets sold in illegal auctions. This made many people, including myself, very upset that energy companies were being pressured by the Kremlin into doing things to help legitimize Russia’s human rights abuses and illegal seizures of property. (..)

    http://www.robertamsterdam.com/2007/11/baloney_scaroni.htm

     

  • "ma sì…teniamoceli buoni i russi, tanto poi se si incazzano noi ci faremo difendere dagli americani" …..sono così bravi i nostri capi di governo a leccare tutte e due contemporaneamente una chiappa e l’altra del mondo. poi passeremo anche alla terza chiappa : la Cina. sarà una ginnastica faticosa!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi