Byoblu incontra Di Pietro – I blog e la legge sull’editoria


Vasto 2008 è iniziata in maniera febbrile. Di Pietro, da buon padrone di casa, si occupava personalmente di qualsiasi cosa, dalle previsioni del tempo al pranzo. Anna, sua figlia, sembrava un messaggio di posta elettronica: imperversava in lungo e in largo, attraversando Palazzo d’Avalos a velocità quantiche, trasportando allegati di varia natura ora all’organizzazione, ora agli ospiti, ora al suo adorato papà.
Tutti estremamente gentili e disponibili. Tutti anche estremamente indaffarati. Non era francamente il luogo adatto per affrontare le decine di questioni che avete posto qui sul blog. Così ho concordato con il suo ufficio stampa una giornata a Roma interamente dedicata a fare chiarezza sulle vostre perplessità. Tempi brevi. Vi tengo aggiornati.

Una bella chiacchierata informale con il Presidente dell’Italia dei Valori è comunque servita a sciogliere il ghiaccio. Nella prima parte abbiamo parlato di blog e di editoria. Ecco cosa ci siamo detti.

Byoblu: «Dott. Di pietro, innanzitutto la ringrazio perchè avvicinarsi in questo modo al mondo dei blogger è un segnale di trasparenza e di quell’essere diretti di cui in questo momento il paese ha bisogno.»

Di Pietro: «Io su questo vorrei ribadire il mio impegno non solo nelle feste di partito che può anche fare comodo, ma in sede istituzionale. Abbiamo lanciato infatti, in questa assemblea programmatica dell’Italia dei Valori, l’idea del comune trasparente. Ogni consigliere comunale, assessore, sindaco, assessore provinciale e così via, ogni eletto dell’Italia dei Valori, ogni amministratore dell’Italia dei Valori ha ricevuto l’ordine di mettersi a disposizione di coloro che con una videocamera vogliono andare a videoregistrare ciò che accade nelle sale dove si decide, e quindi in questo modo facendo sì che tutti i cittadini possono sapere quel che accade. So che alcuni comuni già lo fanno direttamente in streaming, alcuni comuni lo sopportano, alcuni comuni chiamano i carabinieri, li fanno sloggiare. Noi dell’Italia dei Valori vogliamo avocare a noi questa responsabilità. Laddove noi siamo presenti voglio vedere come fanno a dire al consigliere comunale, provinciale, regionale non fare entrare la telecamera del tuo collaboratore.»

Byoblu: «Dott. DiPietro, quando l’Italia dei Valori mi ha invitato qui a Vasto, io ho lanciato l’iniziativa sul blog, ai miei lettori, tra i quali vi sono molti elettori IDV, di porle direttamente delle domande. Ne ho ricevuto tantissime, e ho ricevuto anche l’assicurazione dal suo ufficio stampa che troveremo il tempo nel prossimo futuro per evaderle tutte. Per ora gliene faccio tre. La prima è questa.
Il mondo dei blog è scosso per la sentenza che di recente ha condannato lo storico Carlo Ruta per il reato di stampa clandestina. L’Italia dei Valori ha presentato una interrogazione parlamentare con Giuseppe Giulietti, definendo la cosa un attacco alla libertà di espressione. Qualcuno ha fatto osservare, in rete, che Giulietti era la stessa persona che nel 2001, probabilmente non con l’Italia dei Valori, è stato relatore di questa legge, ed assicurava che non sarebbe mai stata strumentalizzata per attaccare la libera informazione in rete. Prima di tutto volevo sapere se una tiratina d’orecchie a Giulietti gliela diamo, e secondariamente qual’è l’impegno di Italia dei Valori per consentire che questa legge possa essere riveduta perchè anche in Italia, come avviene nel resto del mondo a parte certi paesi che non vogliamo nominare, si arrivi ad una effettiva libertà di espressione sul web.
»

Di Pietro: «Andiamo con ordine. Innanzitutto io ricordo quando Giulietti disse, nel 2001, che tutto sommato è una norma che attiene ad avere il riconoscimento, lo storico di chi svolge una certa attività di informazione ed è bene che ci sia. Già allora noi abbiamo avuto modo di dire guarda che in un paese normale è così. In un paese anormale finisce per diventare tutta una censura. Finisce per impedire al cittadino di informare e di essere informato. E infatti adesso si è ricreduto e l’ha dovuto porre.
Ma non è tanto questa la questione quanto il fatto che l’Italia dei Valori ha assunto direttamente come proprio onere, come proprio impegno di lavoro quello di portare all’interno del parlamento questo impegno di libertà e di trasparenza, il diritto alla stampa, questa evoluzione del diritto alla stampa. Non solo con l’interrogazione parlamentare di sostegno a quello che è stato condannato – la colpa non è del giudice, la colpa è della norma -, ma noi abbiamo anche messo insieme una proposta i nostri uffici legislativi su questo stanno lavorando. Stiamo facendo pressione presso i presidenti dei gruppi parlamentari affinchè sia messa all’ordine del giorno una proposta che abroga quella norma. E’ una norma senza senso, senza logica, fuori storia, anacronistica. E’ una cosa senza nè capo nè coda, è stata fatta quando non c’era tutta questa possibilità di comunicare, quando bisognava andare in giro con il megafono.
Seconda questione è che l’Italia dei Valori ha preso posizione nei confronti del blogger che è rimasto imbrigliato in questa vicenda. Noi prendiamo occasione da questa vicenda per lanciare questo allarme, tanto che noi assisteremo cammin facendo la vicenda personal giudiziaria di questa persona perchè riteniamo che il giudice, con un’interpretazione secundum legem ma anche secondo il buon senso della legge, senza forzare la legge, possa arrivare lo stesso ad un proscioglimento, ad una assoluzione perchè deve rendersi conto che siamo in un mondo completamente diverso. Non ha senso assimilare la carta stampata all’autoinformazione cui ogni cittadino ha diritto. Io ho diritto, grazie a Dio ho la parola. Allora quello che è sordomuto cosa fa? Avrà un suo altro modo, e quando l’evoluzione tecnologica mi da la possibilità di parlare attraverso un blog, perchè a voce posso dirlo e col blog no? Io, oggi, nessuno mi può impedire qui, in mezzo a questo giardino, o sul marciapiede, di mettermi in piedi e di cominciare a urlare a tutti che il mondo è quadrato. Il problema è cosa dico, se sono credibile o meno. Non ho capito perchè lo posso dire in mezzo a una piazza, e non lo posso dire in una piazza virtuale. Cosa c’entra questo con l’organizzazione di una filiera di stampa e quindi con la necessità di registrarsi in tribunale? Per andare a parlare in mezzo alla strada e dire il mondo è quadro non ho bisogno di nessuna autorizzazione.
»

Byoblu: «E’ un po’ come lo Speakers’ Corner a Londra.»

Di Pietro: «Ma questo è uno Speakers’ Corner. Il blog è come uno Speakers’ Corner mondiale e virtuale.»

45 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Byo, non ti fare intenerire!

     Anche il migliore fra loro è quello che dalle mie parti si definisce "vurpone scuppettisciatu", ossia una vecchia volpe che ha già ricevuto parecchie schioppettate.

    Non ti fare intenerire! Sii un giornalista, se giornalista vuoi fare! Purtroppo sono richieste varie doti, come un’invidiabile faccia di bronzo. Io infatti non riuscirei mai a farlo 🙂

  • ESAGERATO!!! (in senso buono) Un intervista a Di Pietro!! E’ sempre piacevole vedere un politico di peso dare la giusta importanza e il giusto valore ad internet. Grazie mille del video Claudio!

  • @Alfiere

    saró di parte ma é difficile davvero avere una faccia di bronzo con Di Pietro.. sai perché….

    Perché non ne hai bisogno….

    Piuttosto Byo Alle prossime domande fagli sapere che i blogger seguaci e non di Di Pietro…. vogliono il solare e l´eolico, .. e di smetterla con sto gas, carbone petrolio..etc.

  • Spero che sia l’inizio di una nuova mentalità di dare luogo ad una nuova politica fatta di confronto delle idee per migliorare le politiche che servono a tutti. Vogliamo un informazione libera che non tema di dire la sloa verità dei fatti.

  • Grande Claudio e grande Di Pietro…io credo che lui sia il futuro….so che sara’ difficilissimo ma vorrei lui come prossimo presidente del consiglio…..

  • Lettera per byo…….    Dalla ciurma del CAS…..

    Siamo a Milano e stiamo indagando su ki ha pestato a morte ABDUL ….

    …..quando li troviamo te li portiamo dove vuoi tu così li intervisti va bene?

     

    Rispondi please………..

  • Komunque saremmo kontenti ad un tuo ingresso in politika ma….

    …..nn si riskia , con l’attuale legge elettorale , un ulteriore dispersione dei voti?

    A , e vero , da noi esiste il conteggio elettroniko nn c’è riskio di vincere!

    Per ora noi siamo dell’idea ke è tempo di agire , si , pero’ nn esiste la carburazione adatta fra i cittadini ke sono troppo all’oskuro di tutto questo!

    C’è bisogno di eventi importanti ke kostruiskano la base su kui korrere!

    Si perkè bisognerà korrere e per farlo si ha bisogno di tutto il konseso delle varie parti sociali……..

    ……ci spieghiamo?

    Komunque kome organizzazione segreta e kome società politika ti salutiamo (facci sapere per l’intervista proposta prima dalla nostra assemblea della ciurma)!!!!!!

    heheheheheheheheheh!

    Il comandante CAS….delegato dalla ciurma!

     

  • Non sarà l’angelo della grotta, ma Di Pietro è pur sempre una persona civile e ben disposta al dialogo. E’ vero, prende un sacco di soldi coi rimborsi elettorali… ma CHI a capo di un partito NON LO FA?

    Sarà presidente di due o tre società, ma è forse illegale? è in conflitto di interessi con lo stato per gestire un’agenzia immobiliare? E’ contro la legge candidare un amico e la moglie? Ragazzi, ricordiamoci che siamo stati (e siamo tutt’ora) governati per 3 volte da uno che ha piazzato mezza P2 nella propria squadra di governo, possiede 3 reti nazionali e ne controlla indirettamente altre 3, fa leggi per se e per i suoi amichetti, e chi più ne ha più ne metta.

    E’ vero che due torti non fanno una ragione, ma non vorremo mica PARAGONARE le due persone? No, dico…

    Comunque, bravo Claudio. Attendo con trepidazione le altre parti dell’intervista (ce ne sono altre vero?) e ti rinnovo la mia stima, sperando che tutto questo non ti travolga e ti impigli nella rete subdola dell’informazione di partito… ma non mi sembri affatto il tipo.

    Grazie!

  • Purtroppo Tonino rimane quel che è: un prezzolato, del quale io non ho più stima. Un ometto col pallino del denaro che si è mangiato moltissimi rimborsi pubblici per l’IdV in modo assolutamente antidemocratico, facendo fuggire tanta gente onesta dal suo partito, disgustata dalla schifezza IdV (per esempio Elio Veltri, Giulietto Chiesa o Franca Rame). Rimane un servo delle banche e dei massoni, un leccaculo degli industriali del cemento.

    Vi prego caldamente di informarvi su Tonino: costui è un prezzolato, punto e basta. Un fannullone che (populisticamente) approfitta della nulla opposizione a Berlusconi da parte del Partito Berlusconiano di Waterloo Veltroni per raccattar voti. Siamo messi malissimo: peggio di così non si può.

  • Da quando Giulietto Chiesa si è messo a parlare di 11 settembre ha detto talmente tante str****e che ho perso la poca stima che avevo in lui.Per fortuna non è più nell’ IDV.

  • @Enrico Torielli

    Spero tanto che tu non abbia ragione, per il semplice fatto che a oggi è l’unico che sembra essere diverso dal resto della mandria in parlamento, se è come dici tu siamo veramente nella merda più merda che c’è, e allora davvero ci rimane solo l’emigrazione.

    Speriamo solo che il byoblugiornale faccia luce nei prossimi tempi sulla questione.

    Io tuttavia ho capito una cosa… Gesù in politica (e fuori) non c’è, quindi per forza in ciascuno troverai delle magagne, mi auguro a questo punto che le sue non siano macchie troppo grandi da giocarsi i voti degli ultimi onesti/informati che ancora abitano sparuti questo Paese…

  • Grazie Enrico: se puoi darci te tei siti su cui informarsi, su google se digiti di pietro ho paura che rimandano subito alsuo sito!

    e sono d’accordo pienamente su quello che dici! buon vita a tutti!

  • del DISCEPOLO 1816 c´é un video tutto per voi, sul quale potete documentarvi con prove in mano…

    per quanto riguarda L´ON. DI PIETRO

    linkate i documenti per provare quello che dite di Di Pietro….

     

    tornate nelle vostre FOGNE….discepoli…

    ps: NON DIMENTICATE LA CAZZUOLA……

    patetici

  • rocco, se non citi il video è inutile che ne parli…

    per quanto riguarda le fogne io non ci vado, perchè ho paura dei topi di fogna patetici come te.

    p.s. byo comunque chiediti perchè ha chiamato te e non grillo, ben più famoso (senza offesa)….

  • @drey

    giá ci stai nella fogna… e non te ne accorgi…

     

    come non ti sei accorto che il video sta un pochino 15 centimetri +/- sulla tua destra con il titolo IL DISCEPOLO 1816.

    adesso PERÓ dammi i link DELLE TUE CALUNNIE A DI PIETRO.

    adesso scusa vado …allergico alle rattasane.

  • @Drey

    Sinceramente credo che il problema non sia chi ha chiamato. A parte il fatto che noi non sappiamo se Grillo o chi del suo staff/sostenitori/Meetup sia stato invitato o meno, penso che, se effettivamente è come dici tu, Di Pietro abbia scelto Claudio per il fatto che è una persona qualsiasi su cui ancora nessuno può storcere il naso. Grillo di fatto è odiato da tutti (destra, sinistra, giornali, tv e molti, anche "internettari", non lo apprezzano più come un tempo), e molta più gente avrebbe alzato un sopracciglio su una sua partecipazione ufficiale a Vasto.

    Questo oltre al fatto che benchè simpatizzino l’uno per l’altro, ufficialmente hanno sempre cercato di farlo vedere il meno possibile, la partecipazione del comico a un incontro del partito sarebbe stato fin troppo inequivocabile.

    Poi… si sa… mia opinione…

  • ecco….continua a vivere e dipendere da quello che dice il sito casadellalegalitá…….

    alla faccia della cultura….

    quanti anni hai ??? 14?

    comunque adesso che lo dicono loro ci credo davvero …ho cambiato oipinione su Di Pietro…. ma va a c…

  • invece di insultare perchè non ci dici cosa c’è di sbagliato e dove  nel dossier di casadellalegalita.org ?

    lo sai che Di Pietro ha avuto nel suo partito persone con tessera nella p2 ?

  • E molto probabilmente non hai neanche letto nulla di quello che è scritto in quel dossier.

    Leggi ( TUTTO) prima di criticare.

    copia/incolla dal dossier :

    "Antonio Di Pietro, in difficoltà per la presentazione delle liste, chiede aiuto a Cirino Pomicino. Ora, non ricorda chi è costui? Non ricorda che è un pregiudicato, con gli altri, al centro della campagna “Parlamento Pulito” di Beppe Grillo, che lui aveva sottoscritto? Ma soprattutto non ricorda che fu proprio lui, ancora con la toga, a farlo condannare a Milano? Probabilmente non ricorda o non vuole ricordare e Cirino Pomicino, nel suo ultimo libro, lo sbeffeggia tranquillamente."

  • @drey scrive:
    p.s. byo comunque chiediti perchè ha chiamato te e non grillo, ben più famoso (senza offesa)….
     

    Grillo non c’è mica bisogno di "chiamarlo". Grillo e DiPietro sono manifestamente legati da una stessa linea di pensiero. Prova ne è che Grillo sta facendo la campagna per le webcam nei comuni, che personalmente sposo (Vedere: "Macerata: no alle webcam in comune"), e contemporaneamente Di Pietro, come sostiene apertamente nel video allegato al post (l’hai guardato?) "ordina" a tutte le amministrazioni comunali dove ci sono consiglieri, assessori e amministratori IDV di permettere ai cittadini di riprendere pubblicamente le sedute. Spero non ti sembri una coincidenza. Cosentini, il prossimo candidato IDV alla carica di governatore della regione Abruzzo, ha dichiarato pubblicamente che se fra due mesi e mezzo verrà eletto, metterà il comune in streaming. Una coincidenza?

    Grillo non viene perchè fa il comico e perchè sostiene le liste civiche. Se venisse al congresso dell’Italia Dei Valori, smetterebbe di sostenere le liste civiche e sosterrebbe l’Italia Dei Valori, non credi?

    Da ultimo, io sono stato invitato in quanto blogger, e probabilmente in quanto blogger medio-famoso, dalle idee certamente non distanti da quelle di IDV. C’era anche un ragazzo di Disinformazione.it. Se parli dei blog e poi inviti solo Grillo, di quali blog parli? Tecnicamente quello di Grillo non è un blog, perchè Grillo non interviene nei post. E’ più simile ad un giornale.

    Non ho dimenticato le domande che mi avete posto per Di Pietro. Mi ha garantito una seduta apposita, in segno di trasparenza, per un’intervista approfondita. Lì non ci sarebbe stato il tempo, Di Pietro correva da una parte all’altra senza sosta.

    Stiamo a vedere.
    Domani e dopodomani posto altre due chiacchiere con il Presidente di Italia dei Valori.

     

  • un sito ..

    ne avete altri per avere un riscontro oppure si deve credere a quelle che dice una singola persona….

    no perché l´immagine di falcone e borsellino la stanno usando tutti ultimamente silvio per primo, sembra che vada di moda, come dire se ci metti la forto dell´eroe Falcone la notizia é vera… ma va la

  • Rocco… da un frequentatore di questo blog mi aspetterei una mentalità un pò più aperta. Qui nessuno ha verità inconfutabili, anzi, io personalmente coltivo l’arte del dubbio positivo.

    Siccome anche su Di Pietro ho dubbi, preferisco non vederlo come il messiah (con la h, come scrive byoblu) giunto fra noi per salvarci dal nanetto.

    Il fatto del legame Di Pietro – rete lo vedo un pò forzato sempre per il solito motivo della casaleggio associati… ma anche in questo caso, finchè la barca va nella mia (nostra?) stessa direzione tanto vale restare a bordo.

    Certo, se perseguiamo la politica del meno peggio molto probabilmente lui è il meno peggio. Anche se personalmente il mio meno peggio è Montanari…

    Ora ti prego di non riempirmi di insulti 😉

  • non mi aspettavo una risposta diversa da uno che ha un blog, per di più della casaleggio… facciamogli qualche domandina la cui risposta sia meno scontata…

  • Che palle sto Torielli, sempre con sta storia.  Smettiamola di fare gli oltranzisti, Tonino nonostante tutto sta facendo molto, io valuto quello che fa ora. Per me e’ sufficiente, alternative non ne esistono. Se poi pensiamo alle elezioni europee dubito che qualche altro partito riesca a superare il 5%, non e’ cosi’ facile almeno si ha la certezza di superare lo sbarramento. Non credo neanche che sia una volpe, vediamo cio’ che combina poi potremo giudicarlo, intanto osserviamo cio’ che di postivo sta facendo che nel contesto del nulla italiano e’ gia’ parecchio.

    Saluti

     

  • Ragazzi ragazzi… sè fate così fate il gioco del caccolaio di arcore, bisticciare, andare l’uno contro l’altro (e lui si fà le pippe), no ragazzi bisogna remare nella stessa direzione, capisco che non può essere simaptico a tutti DiPietro, capisco che può aver sbagliato (chi di noi non ha mai sbagliato?), capisco tutto, ma la Libetà di Informazione ha bisogno di "un’alleato" politico, (io non ho votato IDV) è l’unico che parla di certi argomenti, che tenta di fare qualcosa (magari anche per i suoi interessi = voti) ma cmq propone, crca di essere costruttivo non distruttivo (Vi ricordate da chi siamo governati?)!

    Perciò Ragazzi l’Unione fà la Forza, tutti uniti vinceremo, sè ci dividiamo vincerà ancora "lui"…

  • Fabioromeo, se chi detiene il potere lo utilizza per scopi malvagi,l’unico modo per sconfiggerlo e migliorare le cose è avere il potere..(Nelson Mandela). Il problema non è avere il potere, il problema è in che modo lo si utilizza.Questo x dire che Di Pietro ovviamente vuole i voti e il potere x migliorare le cose. L’IDV con Di Pietro, che certamente non è uno stinco di santo, qualche caduta di stile l’ha avuta pure lui,d’altronde nessuno è perfetto,è cmq l’unico partito politico affidabile e trasparente,che dimostra di volere una VERA democrazia,giustizia giusta,libertà,legge uguale x tutti ecc.(ricordiamoci sempre che molti altri paesi se la passano molto peggio di noi,ma di sto passo li raggiungeremo presto).è  l’unica vera opposizione al nano maledetto,l’unico che sta dimostrando coi fatti di essere dalla parte della gente,e non certamente da ieri,insomma l’unica speranza che abbiamo all’interno del parlamento  (certo tutti preferiremmo Einaudi). Sembra propio l’unica, si xke il PD con Veltroni,al costo di non ammettere di essere stato fottuto a sangue dal nano (spero davvero x ingenuità,e non xkè 6 un diversamente concorde Walter,o si?) e seguire l’IDV in piazza,sta continuando a fare il gioco del nano!<  sta solo dimostrando di non avere le palle,tante chiacchere,tra l'altro nemmeno tanto chiare agli occhi della gente che deve capire,ma zero,o quasi,fatti. Certo è che se l'IDV è la barca della salvezza,ha cmq bisogno di aiuto,mio tuo,vostro,di tutti,,diffondendo consapevolezza, incazzandoci,criticando,informandoci e informando,facendo valere sempre e cmq la verità.Claudio Messora è e 6 un esempio,grazie davvero per cioè che fai. Quindi ragazzi,gambe in spalla e ribaltiamo sto paese!

  • Sì, ma il problema da te affrontato circa legge sull’editoria (e il diritto d’autore) nel "ruggito per youtube" non può essere limitato alla critica dell’antiquato reato di "stampa clandestina"… E’ proprio che quando si tratta di colpire gli interessi miliardari della SIAE (mascherati da censura) tutti ci si tira un passo indietro e si crea un comitato permanente che fronteggi di volta in volta il nemico, ovvero la nostra libertà di parola… Mi rendo conto che finché Berlusconi è al governo c’è da auspicare che non si tocchi la legge sull’editoria! Immaginate che scempio censoreo potrebbe combinare un uomo che ha dichiarato ieri a "Porta a porta" che l’esercito l’ha espressamente schierato per reprimere le manifestazioni "irragionevoli" di piazza (le manifestazioni di Chiaiano, della base Nato di Vicenza, dei no-TAV… che anche Di Pietro considera "irragionevoli"…).

    Detto questo sarebbe auspicabile che Di Pietro precisasse, (a prescindere) con una proposta di legge NON AMBIGUA, la faccenda del libero blog, della libertà di pubblicazione del proprio pensiero su blog e siti senza obblighi editoriali (ahimé quando IDV era nella maggioranza c’è stata una legge ferragostana che rema in senso contrario, obbligando i bloggers a divenire editori…) e prendesse una posizione anche sulla questione del FAIR USE . Un atto di civiltà per l’Italia… che di recente si distingue solo per aggressioni razziste e revisionismo fascista. Nessuno nota più il premier in camicia nera o che parla solo dalla sua postazione col Tiepolo imbracato alle spalle, snobbando programmaticamente il Parlamento… Questa è persuasione occulta, lento abituare i cittadini al progressivo ritorno del fascio…

  •  Di Pietro di diritto e leggi non capisce una mazza, sarebbe stato meglio fargli qualche domanda sull’esperimento del cern di Ginevra, per quello che ne poteva sapere era la stessa cosa.

  • Su YouTube noto una sorta di pensiero "pro dipietrista" uniforme e a volte molto elevato. E’ vero che Tonino fa opposizione, ma ad informarsi meglio sembra proprio che lo stesso Tonino sia una sorta di "La Trippa" dell’antiberlusconismo (vi prego di vedere il video del mitico Totò sul politico… che ridere :P). Purtroppo debbo dar torto a Travaglio sugli indagati: nell’IdV ce ne sono tanti, soprattutto in ambito locale.
    Ho trovato molti link sul tema:
    http://vitoschepisi.wordpress.com/2008/02/23/la-doppia-morale-di-di-pietro/
    http://www.pensierolibero.eu/tgeu/index.php?op=new&id=364
    Ed ecco i numeri vergognosi:
    http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200809articoli/36237girata.asp

  • Interessante. Bravo byo, non mollare, stai dietro a tutti.

    Ora mi chiedo due cose, ragioniamoci:

    1) Di Pietro vuol far abrogare la norma (controlliamo! lo farà? ci proverà? con che impegno?) e contemporaneamente dire "dai, non forziamo la norma, assolviamolo senza forzarla" … strano e interessante, da tenere sotto controllo.

    2) Afferma che sulla pubblica piazza c’è libertà di parola _MA DIPENDE DA COSA IO AFFERMO_ … e dunque non è chiaro. C’è infatti da far la prova: devo annunciarmi, devo chiedere il permesso e ottenere autorizzazione, devo dire cosa dirò? Oppure dopo un po’ arriva la polizia e per "ragioni di ordine pubblico" io, tu, chiunque, non può più essere così libero?

    Siamo molto in silenzio sulle cose importanti. Troppo.

    Mi interessa questa cosa delle telecamere nelle sale comunali, voglio proprio vederla. Dovrebbero metterci direttamente le webcam, istituzionalmente. Ma poi andrebbero al bar, discuterebbero e poi direbbero le cose ad uso e consumo delle telecamere, no?

    Da provare.

  • Osservazioni di Di Pietro (sul mondo dei blog e su Cossiga) equilibrate  e piene di buonsenso. E questo sarebbe il politico eversivo dipinto da tanti media?

  • PER CG

    L’affermazione di Di Pietro cui ti riferisci nel tuo punto 1) è da intendere così:

    La norma deve essere modificata, ma il giudice aveva già in sé gli strumenti per assolvere lo storico: infatti si è applicata una fattispecie normativa propria del mondo dell’editoria ad una realtà diversa che è quella di internet.

    Non mi sembra che le due cose siano contraddittorie: in altre parole Di Pietro dice, rendiamo esplicita con una modifica legislativa, un principio che è già contenuto – implicitamente e quindi non è immediatamente visibile – nel nostro ordinamento giuridico.

  • Grande Byo! Bel blog complimenti! Anche io sono un blogger da diversi mesi e come te cerco di diffondere il più possibile informazione vera e documentata, quella che ormai giornali e tv non fanno più.

    Se ti va di dare un’occhiata al mio blog e magari di commentare qualche mio intervento l’indirizzo è http://deejaydave.spaces.live.com/.

    Ci sentiamo presto,

    ciao Davide

  • signor presidente del consiglio ,sigror ministro dell’economia ma quando pensate di fare l’elemosina alla peble quando questi tirano le cuoia per poter risparmiare a vostro vantaggio visto che l’aiuto e’ per persone over 65 in su piu’ tempo si perde meno saranno l’elemosine per che di questo si tratta il governo precedente ha fatto l’elemosina sia per il mese di agosto che per NATALE senza umiliare i sudditi come state facendo voi. andate a quel paese

  • TONINO VAI FAGLI VEDERE CHI E’ DI PIETRO NON TI FERMARE CONTRASTA IL NANO E LA SUA BANDA  PENSO CHE PRESTO RACCOGLIERAI  I FRUTTI STA PERDENDO LA PASIENZA QUESTO è UN BUON SEGNALE CONTINUA  A MARCARLO IO SONO CON TE COME TANTI ALTRI HAI LA NOSTRA FIDUCIA LA FIDUCIA DEL POPOLO ITALIANO NON TI FARE INTIMORIRE DI CHI MOSTRA I MUSCOLI PERCHE SONO MUSCOLI DI FACCIATA (PALLONI GONFIATI) FORZA TONI.

    TI SALUTO

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi