Lettera aperta a Gianni Chiodi.

 

Lettera aperta a Gianni Chiodi
Dove sono finiti i soldi degli abruzzesi?

 

Video correlati

Di Pietro sul punto La grande balla Regionali d’Abruzzo
Di Pietro sulla balla di Berlusconi a Chieti La grande balla di Berlusconi in Abruzzo La casta degli elettori in Abruzzo

Invito tutti i lettori a copiare il testo di questa lettera e inviarlo a Gianni Chiodi, per chiedergli di farsi intervistare e spiegare pubblicamente dove sono finiti i soldi degli abruzzesi, promessi da Berlusconi il 12 dicembre a Chieti e spariti solo sei giorni dopo a Roma.
 

 
In alternativa, scrivi a:

Oppure telefona:

  • Teramo:
    • 0861.210538
    • 0861.432106
    • 0861.4395209
    • 0861.213046
    • fax: 0861.417697
  • Pescara:
    • 3661919298
  • L’Aquila:
    • 3398925226
  • Chieti:
    • 3312945383

 

Lettera aperta a Gianni Chiodi
Governatore della Regione Abruzzo

Caro Presidente,
mi chiamo Claudio Messora, meglio conosciuto in rete con lo pseudonimo di Byoblu. Curo un blog di informazione politica, sociale e ambientale – www.byoblu.com – dal quale ufficialmente mi rivolgo a lei. Ho seguito da vicino la campagna elettorale che il 15 dicembre scorso l’ha portata a conquistare la carica di Governatore della Regione Abruzzo.
Credo nella libera informazione. Essere un informatore libero non significa non avere opinioni personali, a differenza di quello che alcuni credono, ma essere liberi di scrivere ciò che in piena onestà intellettuale si ritiene giusto, senza essere costretti ad aderire a un progetto editoriale che orienta il senso e le finalità della comunicazione.
Alcuni mi accusano di essere fazioso, cioè di deformare la realtà allo scopo di condizionare le idee dei miei lettori. A sostegno del loro convincimento, individuano le prove di questa presunta faziosità nel fatto che spesso intervisto personaggi legati ad una sola parte politica. E’ vero. Quello che però i miei detrattori non sanno è che non dipende esclusivamente da me. Oggi chi ricopre un ruolo che lo porta ad avere visibilità mediatica spesso non accetta di farsi intervistare da chi pone domande che possono essere considerate scomode. Così si finisce sempre per confrontarsi con personaggi che non temono i contenuti del’intervista, con il rischio di suonarsela e cantarsela da soli senza un reale contraddittorio.
Per esempio, durante la campagna elettorale per le regionali d’Abruzzo ho chiesto più volte al suo staff di poterla incontrare, videocamera alla mano, per offrire a lei l’occasione di illustrare il suo pensiero politico e ai lettori la possibilità di valutare le differenze che, su temi precisi e di capitale importanza, qualificavano la sua candidatura rispetto a quella dell’onorevole Carlo Costantini. Ho garantito un’intervista serena, in un clima dialogante e disteso, e che sia la ripresa video che la successiva trascrizione testuale sarebbero state riportate nella loro totale integrità, senza tagli nè commenti fatti a posteriori, come del resto credo sia conveniente e doveroso quando si accoglie un ospite. Ho ottenuto risposte vaghe ed evasive.
Non sono riuscito ad incontrarla. Viceversa, ho ottenuto ampia disponibilità del suo contendente.
Oggi, ad un mese dal suo successo elettorale, torno a chiederle un confronto, questa volta pubblicamente perchè non mi si possa accusare di non voler dare spazio alle posizioni della nuova maggioranza, che proprio in questi giorni si sta insediando al Consiglio Regionale de L’Aquila.
Per rendere ancora più chiaro il mio intendimento e facilitarle la decisione, dichiaro anticipatamente il contenuto della domanda che ho intenzione di porle.
Ho seguito da vicino e videoripreso le dichiarazioni del Presidente del Consiglio, che lei conosce bene, a Chieti il 12 dicembre. Silvio Berlusconi ha promesso, in cambio della preferenza degli abruzzesi per il suo schieramento, che il 18 dicembre il CIPE, il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica da lui stesso presieduto – quindi soli 6 giorni dopo – avrebbe stanziato 16 miliardi per le infrastrutture. Se lo ricorderà di certo, visto che c’era anche lei quel giorno. Questa somma sarebbe stata utilizzata, in tutto o in parte, specificatamente per le infrastrutture di cui gli abruzzesi hanno bisogno, e per la velocizzazioni della Pescara Roma. Il 18 dicembre il CIPE si è riunito come da programma, ma ha stanziato solo meno della metà dei fondi previsti per le infrastrutture, e non mi risulta essere stato destinato un solo euro alla Regione Abruzzo e ai bisogni dei suoi cittadini, che avevano creduto alla promessa elettorale e avevano scelto di fidarsi concedendo allo schieramento di centrodestra la loro preferenza.
Questa evidente discrepanza tra le dichiarazioni rilasciate in pompa magna e i fatti immediatamente successivi è passata inosservata sugli strumenti di informazione considerati tradizionali (giornali e televisioni).
Non a me, che in base a queste evidenze ho realizzato un intervento dal titolo La Grande Balla di Berlusconi in Abruzzo, dove è possibile apprezzare con precisione come il premier si è espresso, grazie alle riprese audio video effettuate in loco durante l’evento.
Nelle vesti di nuovo Governatore della Regione Abruzzo, nonchè di esponente autorevole dello schieramento del Presidente del Consiglio, la invito quindi a spiegare agli abruzzesie agli italiani che son governati dallo stesso Presidente Berlusconi – come mai la garanzia rilasciata in cambio del voto è stata così platealmente disattesa, e cosa ha intenzione di fare perché il governo centrale, che lo stesso Berlusconi ha dichiarato le sarebbe stato vicino durante questa legislatura, rispetti i termini del contratto elettorale siglato a Chieti il 12 dicembre. Attualmente, parrebbe infatti che gli abruzzesi abbiano in mano un’assegno scoperto.
La ringrazio per l’attenzione e da oggi, sabato 17 gennaio 2009, inizio ad attendere di conoscere la sua disponibilità per realizzare un’intervista sul tema.
Attendo io, attendono gli italiani che usano la rete per informarsi, ma soprattutto attendono i cittadini abruzzesi che mi onoro di rappresentare con questa richiesta.
Cordiali saluti,
Claudio Messora,
aka (also known as) Byoblu.
byoblu@byoblu.com

58 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Bravo Claudione! Ammesso e non concesso che ti dia risposta positiva per un’intervista, potresti gentilmente chiedergli che fine hanno fatto quei curricula raccolti col banchetto prima che glielo facessero togliere? Io non lo so ma probabilmente sarebbe bene prendere i nomi e verificare che effettivamente il voto di scambio non avvenga, anche con quei pochi nominativi raccolti…
    Sei un grande.

  • Bravo Claudio. Prima di vedere questo tuo video ho condiviso un video sul nostro Governatore Renato Soru. Nel canale ho raccolto alcuni video in una playlist, tra cui si trova quello che mostra il vergognoso e biffonesco comizio di Berlusconi davanti all’abitazione del nostro Presidente della regione, con relativa risposta da parte dell’interessato. Invito tutti a vederla, per vedere il nostro Presidente del Consiglio al suo peggio. Come troppo spesso gli accade.

  • solo un distinguo alle parole di Di Pietro. me-coglioni è di fatto anche padrone della TV pubblica, con poche eccezioni. Sono miope io o vedo solo portaborse nei palinsesti a piu’ ampia diffusione? Accuso il colpo, una buona fetta di responsabilità ce l’ha proprio chi fa numero nell’audience di quella "ampia diffusione". Ecco perchè apprezzo l’informazione che fai

  • solo un distinguo alle parole di Di Pietro. me-coglioni è di fatto anche padrone della TV pubblica, con poche eccezioni. Sono miope io o vedo solo portaborse nei palinsesti a piu’ ampia diffusione? Accuso il colpo, una buona fetta di responsabilità ce l’ha proprio chi fa numero nell’audience di quella "ampia diffusione". Ecco perchè apprezzo l’informazione che fai

  • solo un distinguo alle parole di Di Pietro. me-coglioni è di fatto anche padrone della TV pubblica, con poche eccezioni. Sono miope io o vedo solo portaborse nei palinsesti a piu’ ampia diffusione? Accuso il colpo, una buona fetta di responsabilità ce l’ha proprio chi fa numero nell’audience di quella "ampia diffusione". Ecco perchè apprezzo l’informazione che fai

  • Ciao Claudio ho apena fatto la mia ….piccola parte: ne ho spedite 3 di lettere al …….nostro gianni. Nel frattempo sicuramente saprai che hanno già rilasciato 4 licenze per la trivellazione……… ma non ci aveva assicurato che non sarebbe mai successo????

  • Vorrei rispondere a Lucaforme, nel momento in cui il PD non fa campagna elettorale per diversi motivi, tra cui il fatto che non hanno digerito Carlo Costantini come candidato presidente e chi fa campagna del PD lo fa ponendo alla gente il voto disgiunto contro Carlo Costantini, indicando altri candidati presidenti, è ovvio che l’elettore è sconcertato e preferisce stare a casa che andare a votare. La colpa a questo punto di chi è? Analizza bene tutti i risultati (differenze regionali 2005, 2008; differenza voti partiti e preferenze candidati presidenti), vedrai che mi darai ragione.

  •  Bravo Claudio, continua cosi!!!

    Chiaro, diretto, efficacissimo!!!!!

     

    Credo che, almeno per i blogger del Grillo, tu stia diventando un punto di riferimento molto importante!!!

     

    Non farci mai mancare i tuoi video!!!

     

    In bocca al lupo per tutto!!!

  • Leomenca …e invece, Byoblu subito al posto di Vespa? Anzi, invece di monopolizzare porta a porta con Vespa, liberiamo la trasmissione facendola condurre a rotazione, con voto da casa per i migliori conduttori (tanto come telespettatori siamo maturi, ormai ci sono tante trasmissioni con i voti da casa), poi i conduttori nominati e votati escono…

  • Le solite promesse fatte dalla categoria dei falsi e bugiardi:i politici.Questo avalla la mia scelta della ‘scheda bianca’,visto che non credo piu’ alle recite di questa gentaglia. Grazie Byoblu per l’informazione.

  • Bravo Claudio come sempre. Ma non aspettarti una chiamata celere. Per prepararsi le adeguate (ed evasive) risposte ‘sta gente qua ha bisogno dell’intermediazione di un giallista coi cosiddetti. E poi, una volta ottenuto un testo discreto, devono impararsi tutto a memoria, poveretti…

  • La gente crede alle favole e alle pagliacciate di un mafioso piduista,perchè stupirsi? Meglio lasciare il paese come ho fatto io, in attesa che il mausoleo di Arcore abbia un proprio motivo di esistere

  • Il problema è anke il fatto ke non c’è ricambio, non c’è alternativa elettorale nella attuale classe copilitica. Ogni volta è come se ci kiedessero come suicidarci, se impiccandoci o sparandoci alla tempia.

  • Caro Claudio,
    siamo trooppo pochi!
    Finchè esisterà la narcotizzazione di massa
    ed il disinteresse per la vera informazione,
    siamo una minoranza in estinzione!
    Serve uno scossone più forte!
    Ma quale?

  • non é vero!!! io ho fatto proprio come dice Claudio e gli ho inviato subito una mail a questo presidente Chiodi,al limite potevo fottermene,visto che:
    1)Vivo all´estero
    2)Non sono Abruzzese
    3)Non sono uno che gira la faccia altrove
    4)Bisogna a imparare a fare sentire la nostra
    voce di cittadini.
    5)Bisogna imparare a chiedere conto a chi ci governa,tra l´altro con il nostro mandato é
    pure un nostro sacrosanto diritto.
    6)Bisogna passare dalle parole ai fatti.
    7)Adesso basta!!!

  • Caro Claudio,

    perchè non vai ad indagare sui soldi che Abruzzo24Ore.tv ha preso dalla Provincia dell’Aquila e dalla Provincia di Teramo (entrambe di centrosinistra) per curare la campagna di informazione sui centri dell’impiego? Non so se te ne sei accorto, ma questa "presunta" testata di informazione oltre a non fare informazione attaccava Chiodi solo su alcuni vicende per cui erano particolarmente interessati.

  • i giornali e le televisioni sono al 90& nelle mani di Berlusconi. Il restante 10% lavora in condizioni disagiate e con scarsità di risorse. In questi giorni Berlusconi invece di preoccuparsi della crisi;fabbriche che chiudono, famiglie che non arrivano a fine mese. se ne và in giro x la Sardegna a fare campagna elettorale, con elicottero dell’esercito e scorta, pagata con i nostri soldi. Dall’America giunge un segno di speranza. Cambiare si può, non bisogna mollare.

  • Ciao Grande BYO
    per non sbagliare ne ho inviate 3 di mail a tutti e 3 gli indirizzi che hai pubblicato.
    Nel caso in cui ce la facessi a realizzare l’intervista, chiedigli pure del "centro oli" di Ortona dove hanno rilasciato già 4 licenze per trivellazioni…..quando lui in campagna elettorale aveva assicurato che non sarebbe mai successo….!!!!
    Sempre così Grande Claudio!!!

  • Cittadina marchigiana esprime tutta la sua solidarietà.

    Non mollate, questa battaglia è anche la nostra.

    Grazie!

     

    PS. FIDANZATO SARDO RINGRAZIA……. "e speriamo che la rivolta inizi proprio dalla  Sardegna" !!!!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi