Moratoria contro Francesco Alberoni


In America un ultrasettantenne su quattro naviga e legge un blog. L’80% della popolazione è connessa. Obama fa campagna su internet e diventa Presidente, sfruttando il mezzo più democratico al mondo.  In Europa l’utilizzo di internet è in forte ascesa. Nel 2008 la Francia è balzata dal 49% al 62%. La Spagna dal 45% al 51%. L’Inghilterra dal 67% al 71%. La Germania dal 71% al 75% e la Danimarca dal 78% all’82%.  L’Italia è l’unico paese dei 27 dell’Europa allargata nel quale si registra una flessione dell’utilizzo di internet. Nel 2007 navigavano 43 famiglie ogni cento. Nel 2008 ne sono rimaste solo 42. Gli italiani erano un popolo di navigatori. Poi sono affondati.
 Francesco Alberoni ha scritto un articolo sul Corriere della Sera nel quale si lamenta che «La nuova generazione non ha radici, non ha fondamenti etici, non ha cultura né classica, né politica».  Alberoni è un sociologo. Specializzato negli affari di cuore. Sa tutto dell’amore. L’esperienza se l’è fatta sul campo. Ha tre figli da una donna. Un quarto da una seconda, ed è sposato con una terza. Se tanto mi da tanto, figuriamoci cosa mi può combinare quando parla di cose di cui non capisce niente. Internet, per esempio.
Eppure, il 23 febbraio sul Corriere della Sera la sua rubrica titola con scioltezza “Una moratoria per i giovani. Spengano YouTube e Chat“. Firmato: Alberoni Francesco.  Chissà se Alberoni ha mai letto un blog. A giudicare dal fatto che sul suo sito web non indica neppure un indirizzo email, sembrerebbe che non sappia neppure tenere in mano un mouse.  Allora proviamo a spiegargli un paio di cose.
In Sardegna il corpo elettorale è formato da 1.456.422 iscritti, dei quali solo 957.983 hanno votato. Tra Cappellacci e Soru uno scarto di appena 87.000 preferenze. La mia Lettera aperta a Renato Soru è stata vista 50.000 volte. Circa 35.000 spettatori unici, il 2,4% degli elettori aventi diritto. Il resto si è informato sul network di Zuncheddu, l’imprenditore edile in affari con Berlusconi cui fanno capo i mezzi di informazione più influenti della regione: Videolina, Radiolina e l’Unione Sarda che si è sempre rifiutata perfino di intervistare Renato Soru.
Non dico il 100%, ma se anche solo il 5% degli elettori si fosse informato in rete, Berlusconi e il figlio del suo commercialista sarebbero andati a casa.
La moratoria Alberoni dovrebbe chiederla contro Il Grande Fratello, contro Uomini e Donne, contro il TG1 che non titola nulla sulla corruzione di Mills ad opera di Berlusconi, e contro il giornale dove scrive, che nell’edizione del 18 febbraio riserva un riquadro di 3,5x9cm, in un azzurrino chiaro poco visibile, alla condanna che avrebbe coinvolto il Presidente del Consiglio di un grande stato democratico se il suo avvocato Ghedini non avesse promulgato in fretta e furia il Lodo Alfano, riportando poi l’articolo a pagina 21, dopo i gossip e le notizie di cronaca.
Caro Alberoni, se tu fossi un ottantenne americano, avresti una possibilità su quattro di informarti in rete, di leggere un blog, di spegnere la televisione e guardare con quanta passione milioni di italiani cercano disperatamente di produrre e consumare informazioni che non siano controllate, strumentali, deformate ad uso e consumo delle oligarchie di potere.
Ma sei italiano, e la rete per te è come il Rock’n’Roll per i miei nonni: un’invenzione del demonio.
Per questo motivo, siamo noi a chiedere una moratoria contro Francesco Alberoni, per istigazione alla schiavitù culturale.

42 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Come sempre i tuoi post centrano il bersaglio! Continua così…; a me non resta che essere fiero di averti linkato nel mio blog.

    Marco Scarpino

    • Vittorio Alfieri
      Della Tirannide
      "CAPITOLO SECONDO
      Cosa sia la tirannide
      Tirannide indistintamente appellare si debbe ogni qualunque governo, in cui chi è preposto alla esecuzion delle leggi, può farle, distruggerle, infrangerle, interpretarle, impedirle, sospenderle; od anche soltanto deluderle, con sicurezza d’impunità. E quindi, o questo infrangi-legge sia ereditario, o sia elettivo; usurpatore, o legittimo; buono, o tristo; uno, o molti; a ogni modo, chiunque ha una forza effettiva, che basti a ciò fare, è tiranno; ogni società, che lo ammette, è tirannide; ogni popolo, che lo sopporta, è schiavo.
      E, viceversa, tirannide parimente si dee riputar quel governo, in cui chi è preposto al creare le leggi, le può egli stesso eseguire. E qui è necessario osservare, che le leggi, cioè gli scambievoli e solenni patti sociali, non debbono essere che il semplice prodotto della volontà dei più; la quale si viene a raccogliere per via di legittimi eletti del popolo. Se dunque gli eletti al ridurre in leggi la volontà dei più le possono a lor talento essi stessi eseguire, diventano costoro tiranni; perchè sta in loro soltanto lo interpretarle, disfarle, cangiarle, e il male o niente eseguirle. Che la differenza fra la tirannide e il giusto governo, non è posta (come alcuni stoltamente, altri maliziosamente, asseriscono) nell’esservi o il non esservi delle leggi stabilite; ma nell’esservi una stabilita impossibilità del non eseguirle.
      Non solamente dunque è tirannide ogni governo, dove chi eseguisce le leggi, le fa; o chi le fa, le eseguisce: ma è tirannide piena altresì ogni qualunque governo, in cui chi è preposto all’eseguire le leggi non dà pure mai conto della loro esecuzione a chi le ha create.
      "

  • Internet non è solo il mezzo più democratico di informazione attualmente inventato dall’uomo… è anche tantissime altre cose assieme: una libreria multimediale immensa in cui trovare enciclopedie e dizionari GRATIS, storia, geografia, filosofia, etica, diritto civico, letteratura e musica solo per citare alcune cose. Certo, c’è anche il porno. Certo, c’è anche chi spaccia e se ne vanta nei forum. Ma non ci credo che una persona "di cultura" possa cadere nel tranello di pensare che sia tutto un disastro perchè ci sono anche cose negative.

    Un mattarello può servire per stendere la pasta sfoglia, ma anche per uccidere a badilate… vogliamo una moratoria per i mattarelli?

    Andiamo, cerchiamo di non essere ridicoli. Ammettiamolo quando spariamo una cappellata.

    • Chiaro, ma basterebbe che così come li trova chi vuole comprarla (online) li trovasse anche la Digos… invece di aspettare che si costituiscano da soli.
      Come si fa ad imputare alla rete qualcosa di illecito, quando è a disposizione ANCHE delle forze dell’ordine che sicuramente hanno piattaforme ben organizzate (sic!) di controllo con filtri e parole chiave?

  • Grande Byo, sempre molto sensibile alla "guerra alla Rete" che sta per iniziare in Italia e non solo.

    Non so se hai visto il video che ho fatto, analizzando come i TG nazionali hanno trattato la notizia della condanna MILLS, cmq te lo linko:

    LINK DIRETTO

     

    Buon lavoro! Trarco

  • Mi permetto di linkare un articolo di Zambardino (Repubblica) dove ha parlato della "presunta fonte" di Alberoni. Sempre nel post c’è un altro link al post del matematico Alberto Berretti che dice "Perche la maggior parte delle persone nn capisce un acca di internet"…

    Questo è il link di Zambardino:

    http://zambardino.blogautore.repubblica.it/2009/02/25/da-oxofrd-la-vendetta-di-alberoni/

    questo Berretti:

    http://vittoriozambardino.repubblica.it/zetavu/2009/02/perch%C3%A9-la-maggior-parte-delle-persone-non-capisce-unacca-di-cos%C3%A8-internet.html#more

     

    Povera Italia!

  • Come giustamente dici, è un sociologo che s’intende d’affari di cuore.

      Ricordo i suoi interventi in TV (ora non so se seguitano ad invitarlo, perchè la TV la vedo pochissimo), già a quei tempi erano di un livello  molto basso, figuriamoci ora che l’età, certamente, non l’aiuta.

     

  • Siamo l’unico paese in recessione perché ci stanno portando alla fame. Per risparmiare soppravvivere c’è gente che rinuncia ad avere l’auto, rinuncia alle ferie, al telefono in casa, internet in certi casi diventa un lusso. Le nostre tariffe sono tra le più care d’europa, per questo c’è meno gente che naviga, anche se alla televisione ed ai programmi “lavacervello” non rinunciano. La televisione è a senso unico a favore di Merdaset. C’è più ignoranza in Italia che nel terzo mondo, anzi, ormai siamo diventati noi il terzo mondo.

  • avevo letto l’articolo e quello che mi ha sorpreso maggiormente è stato il fatto che il giornalista non ha nominato affatto la parola "TV" (che detto tra noi, e non lo dire a nessuno, andrebbe spenta affinchè la gente torni a pensare con la propria testa)

  • Ma chi è Albertoni?

    La mia battuta che il fotovoltaico lo metterei anche sul cupolone è stata presa in parola da FIAT LUX.

    Tremondi davanti a Metana ripete la battutina che non siamo in dittatura, come se tra la libertà d’infrmazione e la dittatura non possano esistere passaggi intermedi, di ignota entità.

     

  • Complimenti Claudio, come sempre fai degli articoli eccezzionali…ma Alberoni chi lo paga ? Ieri sera sulla trasmissione di Radio2 "Caterpillar", v’era un professore che parlava contro il nucleare e dei passi da gigante fatti dalla Spagna con l’eolico ( in 1 anno  prodotti una quantita’ di Megawatt tanto quanto la produzione di corrente di 2 centrali nucleari…di quelle che "costruiremo" tra 20 anni). Sempre sull’onda mi raccomando.CIAO

  • Bellissimo post, Claudio, come sempre peraltro. E mi piace molto la sinergia con gli altri che alla fine combattono la stessa battaglia. Uniti si vince

    OT, sono dubbiosa sulla nuova grafica: belli i colori e le nuove funzionalità, ma la parte destra a me rimane fuori campo, dà un’aria di un po’ vuoto. Devo resettare qualcosa?

    • Ciao Caterina,

         la piattaforma è nuova, riscritta appositamente da Mauro e Orazio, con l’aiuto di Antonio per quanto riguarda la grafica. Sicuramente piano piano si sistemeranno tante cose, e tante miglioreranno.

       In basso trovi le email di Mauro e Orazio. Scrivi a uno dei due, magari gli spieghi meglio.

       Ciao!

  • Alberoni non è considerato neanche dai suoi colleghi, giuro che non sono mai riuscito a finire uno dei suoi articoletti e non sono proprio lunghi ma di una noia e scontatezza sconcertante.

    E riporto anche qua una citazione della rete al riguardo:
    “venti bigliettini dei baci perugina letti tutti di fila fanno un articolo di Alberoni”

  • Ciao Claudio,

    ti leggo quasi quotidianamente dal dì della tua lettera aperta a Renato Soru…

    Il riferimento che fai alle scorse elezioni in Sardegna in questo ultimo post è proprio una fotografia della realtà…

    Bellissimo e Utilissimo il tuo blog, continua così!

     

    Mika

     

  • grazie per esserci Claudio é da pocco che ti leggo ma da quel giorno ti visito quotidianamente trovandoti sempre viccinissimo al mio pensiero

  • Avevo già letto il tutto sul blog di Daniele Martinelli…

    è davvero una vergogna… questi vecchi non meritano neanche commenti… sono obsoleti… l’italia è un paese di obsoleti…

    viva la rete!

  • Scusate, ma chi è che ancora legge Alberoni…? Uno che scopre ogni volta l’acqua calda e parla di stronzate. Un po’ come l’altro pontificatore, Zucconi su Repubblica. Ma avete ancora lo stomaco di leggere spazzatura simile?

    ps: complimenti per il blog, ottimo lavoro

    (Ciao da Montreal)

  • Non posso non fare i miei complimenti ad un ottimo giornalista come Antonio Martinelli, del quale condivido ogni parola in questa risposta al decadente Aberoni. Non è la prima ovlta dle resto che Alberoni cerca di propinarci minchiate simili del resto si è fatto una buona formazione nel buon salotto del maurizio costanzo show, dove ogni sera stava a sputtare sentenze dall’alto della sua figura di detentore della conoscenza, del resto credo che alla sua età sia  giunta l’ora di ritirarsi degnamente anzichè cercare di rimanere sulla cresta dell’onda  e mostrare che il "rincoglionimento" senile  arriva anche per lui!

    un ringraziamento accorato a Martinelli a Byoblu e a tutti quelli come voi che credono e continuano a lottare per un ainformazione libera!

    Antonella

  • Alberoni è sempre e solo un rompicoioni, capace solo di  illudersi  con il suo

    credere di sapere, e sono  chiare  le  sue  lacune. Grande ByoClaudio..

    e complimenti per il  look pasquale.  Buon Proseguimento

  • sicuramente Alberoni e un personaggio "superato", sicuramente non e mai stato all’altezza di veri sociologi come Umberto Eco (che non si e mai definito tale) , e sicuramente Claudio hai ragione sull’utilizzo delle rete in Italia, ma e anche vero e non possiamo dare torto ad Alberoni sul livello socio-culturale italiano specie delle ultime generazioni che si riflette purtroppo nella quotidianeità a vantaggio come sempre di pochi.

  • mi sembra che le media pre-internet cominciano a spaventarsi da se stessi, vedendosi citati nel internet. appena adesso capiscono le stronzate che hanno messo in giro perche le vedono commentate.

  • quando sento certecose mi vergogno proprio di essere italiana…….siamo manipolati in tutto e per tutto…….ma non riusciamo a fare qualcosa PER USCIRE DA QUESTA SCHIAVITU’? o vogliamo fare la fine dei cinesi…..e ora di svegliarci popolo italiano

  • sono contrario alla censura della rete
    Dittatori informatici, politici corrotti, pagati dallo psiconano
    vi prendesse un colpo a tutti.

  • Condivido pienamente la fresca analisi fatta da Daniele Martinelli su quanto scritto sul Corriere delle Sera dal benemerito e blasonato Francesco Alberoni. Mi ha messo di buon umore facendomi, oltre che ridere, anche poi inevitabilmente riflettere… Credo, comunque, che Alberoni abbia una sua innata maniera arrogante di proporsi e proporre, costruita metodicamente, sedimentata nel tempo, tale da dare l'impressione di voler imporre la sua esperienza di vita  (le sue opinioni) corredate di una valenza quasi scientifica. L'età non lo aiuta di certo a cambiare e può darsi che questo esperto di turno sia in buona fede, ammesso che la fede (non dubitando di sé stessa) la si voglia considerare buona.

  • In effetti quel vecchiaccio matusa è proprio “out” !!!

    Peccato che dica solo che è necessario che la gente,giovani in particolare,dovrebbero imparare a vivere anche nel mondo reale,non a vivere davanti ad un computer;

    NON che una persona non si debba INFORMARE su internet(tant’è vero che ha la sua pagina facebook e carica regolarmente video su youtube,in uno dei quali dice proprio che è un bene utilizzare internet dato che la tv è ormai inutile per quanto riguarda l’informazione!).

    Insomma,non ha detto “fiaschi”;lo so,vi sembrava…..

    Una forcaiolata(con tanto di moralizzazione slla sua vita sessuale)andata a vuoto…….

     

    Saluti.

     

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi