I prossimi a morire

300 bare. 300 nomi. Uccisi, ma non dal terremoto. Dalle case assassine. Costruite rubando sui materiali, rubando sulla sicurezza. Uccisi dall’edilizia selvaggia, da parcheggi sotterranei ricavati erodendo le fondamenta degli edifici. Da chi doveva vigilare e non ha vigilato. Da chi doveva fermare i lavori e non è intervenuto. Da una causa rimasta pendente, da una condanna che non è mai arrivata.

300 cadaveri, disposti in file ordinate davanti al Presidente del Consiglio. 300 altri, disposti alla rinfusa, sotto alle macerie. In Irpinia furono coperti da colate di cemento, per evitare epidemie. Verranno fuori tra duemila anni, come a Pompei.
Nel frattempo, altri se ne andranno. Molto prima, forse tra venti o trent’anni. Quando meno se lo aspettano, implacabilmente, inesorabilmente. Con tutta probabilità, inspiegabilmente. Noi invece il perchè lo conosciamo già…
L’eternit è un materiale isolante fatto con l’amianto. L’amianto è un minerale fibroso, i cui filamenti sono così leggeri da restare in sospensione nell’aria per molto tempo, e sono così piccoli da avere un diametro inferiore a quello che le nostre vie respiratorie sono in grado di filtrare. Basta inalarne uno, uno solo. Poi, non resta che aspettare.  Le patologie connesse si sviluppano anche dopo venti o trent’anni. Si chiamano asbestosi, mesotelioma, carcinoma polmonare, e sono tutte mortali.
Nei giorni successivi al sisma, i comuni colpiti erano polveriere di calce ed altri materiali finemente triturati. A fine giornata, il sapore di calcinacci e muratura rimaneva nella gola e nei polmoni. Quanti degli edifici crollati avevano un tetto in eternit? Almeno il 20, 30%. L’aria era satura di amianto.
Dal momento del crollo in poi, ogni respiro a L’Aquila e dintorni è stato una probabile condanna a morte. I sopravvissuti, i soccorritori, i giornalisti, gli operatori, le forze dell’ordine e i parenti accorsi alla disperata ricerca di notizie dei loro cari, …tutti.
Saranno i prossimi a morire.

24 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • QUESTO NON SI PUO’ PROPRIO IGNORARE…

    SI TROVA A PAG 236 DEL LIBRO GOMORRA, DI SAVIANO CAPITOLO "CEMENTO ARMATO":

    "..Io so e ho le prove.So come è stata costruita mezz’Italia.E più di mezza.Conosco le mani,le dita e i progetti.E la sabbia.La sabbia che ha tirato su palazzi e grattacieli.Quartieri,parchi e ville.A castelvolturno nessuno dimentica le file infinite dei camion che depredavano il Volturno della sua sabbia.Camion in fila che depredavano le terre costeggiate da contadini che mai avevano visto questi mammut di ferro e gomma.Erano riusciti a rimanere senza emigrare e sotto i loro occhi gli portavano via tutto.
    ORA QUELLA SABBIA è NELLE PARETI DEI CONDOMINI ABRUZZESI,NEI PALAZZI DI VARESE,ASIAGO E GENOVA.Ora non è più il fiume che va al mare ma il mare che entra nel fiume…"

    Il problema appunto è che il sale corrode il ferro del cemento armato e le pareti diventano fragilissime

  • Vorrei chiedere perché non sono state usate le mascherine, almeno dai Vigili del Fuoco. Ma poi mi viene in mente che nel 2001 a New York (non cent’anni fa nel cuore dell’Africa nera) i soccorritori dovevano lavorare senza perché Mr. Giuliani non voleva che le mettessero, visto che secondo lui non c’erano problemi. Quando poi è emerso che il WTC era una asbestos bombshell, e che Giuliani aveva mentito, la cosa gli è costata la candidatura alla presidenza. Non che faccia nessuna differenza per chi si è già ammalato o si ammalerà, ma almeno lì le cose hanno delle conseguenze.
    Qui non verrà mai fuori nulla e, come al solito, nessuno pagherà.
    Ma come dice fabioromeo, speriamo che qualcuno abbia inalato a pieni polmoni, e che finalmente sia fatta giustizia.

    • Purtroppo questo è successo spesse volte. A Chernobyl le poche maschere disponibili non vennero subito date ai soccorritori anche per non creare ulteriore panico sulla popolazione e l’opinione pubblica. Mi sembra di capire che ogni volta che succedono incidenti eccezionali è usanza dei governi cercare con tutti i mezzi possibili di far apparire le situazioni il meno gravi possibili agli occhi delle popolazioni, senza pensare alle conseguenze…..

    • Purtroppo questo è successo spesse volte. A Chernobyl le poche maschere disponibili non vennero subito date ai soccorritori anche per non creare ulteriore panico sulla popolazione e l’opinione pubblica. Mi sembra di capire che ogni volta che succedono incidenti eccezionali è usanza dei governi cercare con tutti i mezzi possibili di far apparire le situazioni il meno gravi possibili agli occhi delle popolazioni, senza pensare alle conseguenze…..

    • Purtroppo questo è successo spesse volte. A Chernobyl le poche maschere disponibili non vennero subito date ai soccorritori anche per non creare ulteriore panico sulla popolazione e l’opinione pubblica. Mi sembra di capire che ogni volta che succedono incidenti eccezionali è usanza dei governi cercare con tutti i mezzi possibili di far apparire le situazioni il meno gravi possibili agli occhi delle popolazioni, senza pensare alle conseguenze…..

  • Questo mi fa rabbia e mi fa venir voglia di piangere, come piangeranno le famiglie di chi per fare del bene ne pagherà le conseguenze…
    Purtroppo l’erba cattiva non muore mei , semmai soffoca chi le sta intorno…
    cate

  • Perchè si è smesso di scavare? Non c’è più Nessuno o Si Vuole che Non ci sia più Nessuno? Dove sono Tutti gli Altri cittadini e quelli di di Altre Etnie? Trovati TUTTI? Studenti, lavoratori in nero e non, affittuari di "sotto-spazi" in Nero! La Presidente della Regione ha detto che sotto è tutta una galleria, c’era qualcuno?
    Spero di sbagliarmi completamente……  Spero!

  • non tutti sanno che anche con l’attentato alle torri gemelle si è sprigionato un ingente quantitativo di polveri di uranio (contenuto nelle torri) che si è diffuso per New York…

  • Ma tanto si sa che i primi a morire sono sempre gli ultimi della categoria, quelli che fanno lavori piu’ pericolosi, piu’ duri, piu’ sudati, pagati poco per quello che fanno. Da tempo che succede cosi’ e se qualcuno non ferma questo orrore si andra’ sempre peggio.. anche grazie ai "vostri politici"(x quelli che ancora votano!)

  • Certo..! E  moriranno sereni … A differenza di chi vivrà ( e morirà ) continuando a manipolare e a preoccuparsi di coprire Verità con altre
    sempre verità ma non centrali… non  causa  prima…..un po lateralizzate….e le lateralizzazioni  si sa no, caro Claudio, cosa provocano.
    Non sono d’accordo che siano state solo le case ad uccidere
    gli Aquilani . La CAUSA prima sono stati gli atteggiamenti di persone
    che nel loro operare hanno dimenticato una cosa molta importante.
    Non voglio perdere questo semplice ma onesto pensiero. Solo così credo che si possa dare, a chi ha sbagliato, la possibilità di chiedere PERDONO. E tutto il resto è VITA.  Buon Proseguimento

  • Forse qualcuno di voi ha visto il film V per Vendetta. E io, dannazione, non vedo alternative a quella che sceglie il protagonista del film…

  • Ciao Claudio, ho avuto il piacere di scoprire il tuo blog pochi minuti fa.

    Negli ultimi mesi ho avuto il modo di discutere con altre persone sul motivo dell’aumento di morti avvenute nella mia città, tutte persone che conducevano una vita sana decedute per tumori, malattie polmonari e altre malattie simili.
    Ho letto questo articolo e ho pensato che possa esserci un nesso con i fatti accaduti 12 anni fa, sono di Fabriano e ricordo molto bene il "il sapore di calcinacci e muratura rimaneva nella gola e nei polmoni."
    Non c’è una disciplina che studia i danni del sisma nel tempo, spero di sbagliare e spero che anche tu ti stia sbagliando, ma a volte le coincidenze hanno davvero una base scientifica.
    Un saluto, e a presto.
    samuele

  • Probabilmente c’erano molti più serbatoi dell’acqua di eternit. Sono sicuri finché integri e trattati con vernice vetrificante, ma dopo un terremoto ovviamente tutto questo non è più vero. Nonostante qualcuno possa sostenere il contrario, per problemi di costi spesso e volentieri non sono mai stati rimossi ne è piena l’Italia.

  • Giocate in borsa: la Roche e la Glaxo vanno alla grande!!! come vedete non tutte le influenze, soprattute se "suine", vengono per nuocere!
    Le lobby farmaceutiche staranno festeggiando a champagne e caviale anche a maggio!
    Non bastano i vaccini che cercano di farci prendere ogni santo ottobre per prevenire chissà quale pericolosa influenza, per non parlare della vergognosa politica che hanno fatto nelle scuole per vaccinare le bambine e le adolescenti per l’HPV, adesso ci devono far rimporre pure il prosciutto o ai più fortunati una meritata vacanza in Mexico!
    "Too much ado for nothing" (Troppo rumore per nulla) scriveva Shakespeare.
    Comunque se andate su http://www.peacereporter.net c’è un articolo del 28 aprile, molto interessante sull’"influenza suina".
    Volevo fare un copia incolla, poi non l’ho fatto perché tra le scritte in piccolino ho letto:

    Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
    In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

    Ops! in un altro commento l’ho fatto! Ma davvero non si può fare?

  • Giocate in borsa: la Roche e la Glaxo vanno alla grande!!! come vedete non tutte le influenze, soprattute se "suine", vengono per nuocere!
    Le lobby farmaceutiche staranno festeggiando a champagne e caviale anche a maggio!
    Non bastano i vaccini che cercano di farci prendere ogni santo ottobre per prevenire chissà quale pericolosa influenza, per non parlare della vergognosa politica che hanno fatto nelle scuole per vaccinare le bambine e le adolescenti per l’HPV, adesso ci devono far rimporre pure il prosciutto o ai più fortunati una meritata vacanza in Mexico!
    "Too much ado for nothing" (Troppo rumore per nulla) scriveva Shakespeare.
    Comunque se andate su http://www.peacereporter.net c’è un articolo del 28 aprile, molto interessante sull’"influenza suina".
    Volevo fare un copia incolla, poi non l’ho fatto perché tra le scritte in piccolino ho letto:

    Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
    In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

    Ops! in un altro commento l’ho fatto! Ma davvero non si può fare?

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi