L'ombra sulla rete

 
Ricevo e pubblico questa lettera che mi invia Enzo Di Frenna, scrittore, giornalista e blogger.

 

Lettera di Enzo Di Frenna
A chi stai dando fastidio? Chi controlla la rete?

Ebbene sì: gli ultimi video dall’Abruzzo di Byoblu danno fastidio a qualcuno. A chi? Ma certamente alla struttura segreta che, in qualche appartamento di Roma, o in un uffico distaccato a Milano, sta monitorizzando la Rete, l’unica vera fonte d’informazione ancora libera in una Italia ad un passo dal golpe democratico.
Immagina la scena, caro Claudio: alcuni giorni fa hai pubblicato su You Tube una video intervista ad una donna abruzzese che spiega come si è salvata dal terremoto, grazie all’amicizia personale di Giampaolo Giuliani, il tecnico esperto di radon. Non hai violato nessun copyright. Non hai pubblicato immagini di altri se non materiale partorito dalla tua telecamera. Ma quel video dava fastidio. You Tube lo elimina, indicando una generica “violazione delle norme” della community.
Faccio una domanda: qualcuno ha telefonato all’ufficio milanese di Massimiliano Magrini, country manager di Google Italia (proprietaria di You Tube) dicendo che il tuo video andava elimininato perché violava qualche norma? Mi sembra difficile pensarlo, e se fosse possibile, sarebbe davvero molto grave. Allora perché a Milano qualcuno ha segnalato il tuo video per censurarlo? Dico Milano, perché l’America neppure sa di te e Giuliani: alla sede centrale di You Tube non può certo essere arrivata nessuna segnalazione. E allora: perché togliere quel video che parla di prevenzione in Abruzzo? La risposta ufficiale non credo che arriverà mai. Ma proviamo a ragionare: quel video dava fastidio a chi manovra il potere in Italia. E quel potere ha stanze segrete, orecchie che ascoltano, occhi che guardano: sono persone specializzate che lavorano in appartamenti anonimi. La malagestione dell’Abruzzo porta via consensi, indigna la popolazione, offre pretesti all’opposizione. Meglio tacere. E far tacere.
E veniamo agli ultimi due video di Byoblu. L’altro giorno segnalavi, attraverso un’audio intervista a Giuliani, che i livelli di radon erano in crescita a nord dell’Aquila. È una informazione. Una notizia. Ed è lecito fornirla. Prima della grande scossa che ha devastato l’Abruzzo si era verificata la stessa cosa, a quanto pare. Dunque, questo tipo di informazione potrebbe allertare chi è preposto alla prevenzione e fare così tutto il possibile per evitare eventuali rischi. Ma ecco che i principali giornali nazionali – tra cui il Corriere della Sera – ti indicano come il sito che favorisce il panico [ndr: Il Corriere della Sera ha pubblicato la smentita di Giuliani, il quale ha dichiarato che non si riferiva alla mia intervista, la quale era autentica]. Su You Tube circola anche un video manipolato, con tue immagini e un audio montato ad arte: viene immesso nella rete dei Social Network ed ecco che la voce di propaga. È un attimo. Poi quel video sparisce. Ma sono sufficienti anche solo 2 ore per propagare una notizia infondata.
Infine, nel tuo video di oggi fai luce sulla menzogna messa in giro: Giuliani dichiara e riconosce che hai fatto corretta informazione. Lo riconosce pubblcamente. E aggiunge: il video che ho denunciato in Questura era un altro. Non il tuo.
Dunque, chi ha orchestrato la manovra per screditarti? Da quale appartamento di Roma o Milano lo ha fatto? E soprattutto: perché? Anche in questo caso le risposte sono semplici: Byoblu comincia a dar fastidio. Sei monitorizzato, caro Claudio. Ti seguono. Ti leggono. Sanno che in questi giorni sei tra i primi 30 blog più letti in Italia. Dunque ci proveranno ancora. Cercheranno di screditarti, o di farti chiudere.
Chi manovra nelle stanze segrete, però, pensa con la vecchia logica del potere: basta impedire a qualcuno di parlare attraverso i giornali o la tv, e quella persona non esiste. Ma la Rete non è così. Se ci provassero, diventeresti più famoso. I professionisti della disinformazione sono bravi. È gente sveglia. Ed hanno appoggi importanti nelle stanze che contano. Nella mia video-inchiesta sulla “tv italiana gestita dagli uomini Delta” spiego come possono essere raffinate le tecniche di persuasione e di manipolazione capaci di disinformare e distrarre l’opinione pubblica dai grandi temi sociali. Chi le usa, le usa con bravura. Ma chi gestisce le stanze del potere non sa ancora gestire lo straordinario mezzo che è Internet. Ci prova, ad arginarlo, ma è completamente diverso dai vecchi mezzi d’informazione. Ha uno schermo come la tv, ma funziona con una nuova logica: ha migliaia di accessi e ognuno crea migliaia di connessioni, o mani che scrivono, o bocche che parlano. Come cavolo fermare una cosa del genere? Di fatto, è impossibile. Possono solo fare qualche legge (e ci stanno provando) per imbavagliarla. Ma a quel punto verrebbero allo scoperto. E per loro sarebbe l’inizio della fine.
Quindi credo che, dopo il grande lavoro che hai fatto nell’ultimo anno, sia arrivato il momento di pubblicare, appena possibile, il libro del blogger Claudio Messora. E continuare a fare informazione libera.
Un caro saluto,
Enzo Di Frenna
Giornalista professionista, ex redattore di cronaca giudiziaria “La Voce di Montanelli
www.enzodifrennablog.it

136 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ma non ti sembra di dare troppo credito al tecnico Giuliani? Così facendo potresti tanto dare informazioni veritiere quanto cattiva informazione e visto che ti seguono in molti, gli stessi potrebbero essere forviati dalla verità, se realmente dobbiamo credere alle parole del tecnico ci voglio prove, altrimenti si finisce come nella favola del attenti al lupo 🙂
    Ti consiglio per non perdere credibilità di ascoltare anche la voce di un vero scenziato esperto.

    • E’ proprio questo il punto che sto cercando di sollevare anch’io da un paio di giorni… ok la censura (ci sono degli elementi che possono far supporre che il blog abbia dato fastidio a qualcuno che stia cercando di "bloccarlo"), ok la libertà di informazione, ok i complimenti all’autore del blog, ma… vogliamo fare anche un pò di sana critica "scientifica" all’operato di Giuliani?

      Ieri ho chiesto se qualcuno avesse a disposizione delle pubblicazioni scientifiche fatte da Giuliani e soci sulla loro scoperta. Tra le varie segnalazioni ricevute, solo due erano pertinenti alla mia richiesta: il brevetto originale dell’invenzione di Giuliani (http://www.wipo.int/pctdb/en/wo.jsp?WO=2004061448) e la cronistoria della scoperta, così come raccontata in un documento dalla stessa equipe di Giuliani (http://www.chiocciolandia.it/component/option,com_docman/task,doc_download/).

      Inviterei coloro che siano realmente interessati a discutere SCIENTIFICAMENTE del lavoro di Giuliani ad usare i doumenti di cui sopra come base di partenza per la discussione.

      Io, da parte mia, dò qualche spunto per partire:

      (1) Nella sezione "Documents" del brevetto, è possibile trovare un pò di documentazione originale. Tra questi documenti, è particolarmente interessante il brevetto italiano, che contiene due figure finali (Figura 3 e Figura 4) che dovrebbero dimostrare, a detta degli autori, la corrispondenza tra i picchi di rilevamento del Radon e i terremoti successivi. Entrambi questi grafici presentano alcuni picchi che sembrano anticipare di qualche ora eventi sismici che si sono effettivamente verificati nel 2002 (tra cui quelli del Molise); ma, negli STESSI grafici, sono presenti anche molti altri picchi di radon che invece non corrispondono a scosse. Cioè, dato un picco di radon, è possibile che corrisponda ad una scossa successiva ma è anche possibile di no. Inoltre non viene mostrato nessun contro-esempio, cioè nessun caso di rilevamenti di Radon in corrispondenza di giornate in cui NON ci sono state scosse: non è cioè possibile verificare se, quando non ci sono scosse, i livelli di radon siano effettivamente sempre bassi oppure continuino a verificarsi, di tanto in tanto, altri picchi.

      (2) In entrambi i documenti (sia il brevetto che la cronistoria della scoperta) si danno numeri, riscontri e grafici ben definiti per mostrare la effettiva capacità degli strumenti di misurare la concentrazione di Radon… quando invece si tratta di dimostrare la correlazione esistente tra la concentrazione di Radon misurata e il verificarsi di terremoti, il discorso si fa molto più vago e meno scientifico: sono mostrati pochissimi dati, grafici poco chiari dei quali non viene spiegata la chiave di lettura, o addirittura si dice soltanto a parole (senza il supporto di dati o di grafici) che "la correlazione tra misurazioni di radon ed occorrenza di scosse è stata eccezionale"…

      (3) Resta misterioso il motivo per cui il brevetto di Giuliani, seppur valido in mezzo mondo, sia stato ritirato proprio in Giappone (la nazione che teoricamente potrebbe essere più interessata alla sua scoperta). Resta anche misterioso come abbia fatto l’equipe di Giuliani a trovare i soldi per il brevetto (che sono tantissimi, per un brevetto di questo tipo valido in così tante nazioni), quando poi lo stesso Giuliani si lamenta dei pochi fondi da sempre avuti a disposizione… non avevano i soldi per costruire nuovi rilevatori di Radon ed approfondire le loro ricerche, ma li avevano per il brevetto? Strano….

      Infine, lancio un appello all’autore del sito: nella prossima intervista a Giuliani, perchè non porgli qualcuna delle domande "scomode" di cui sopra? Se è davvero in buona fede, non farà fatica a rispondere e magari dssiperà un pò dei dubbi degli scettici come me….

    • Mi pare di avere fatto un appello, qualche post fa, tra i commenti, a chi vuole discutere seriamente e muovere critiche fondate con l’intento di fare luce.
      Organizzate una serie di domande serie, approvate da tutti i lettori interessati, documentate.
      Io prendo le domande e organizzo un’intervista a Giuliani in cui gli chiediamo di dare risposta ai quesiti sollevati.
      Se ci state, organizzatevi.

    •  Mah… credo che quanto riportato da Angel esaurisca più o meno l’argomento.
      Se effettivamente c’è maggiore emissione di radon in corrispondenza di forti stress meccanici sotterranei, questo non vuol dire che l’energia in gioco venga liberata tutta nello stesso momento.
      D’altra parte lo stesso Giuliani nel filmato dice che in conseguenza dei picchi è possibile una forte scossa come n piccole.
      Diciamo che concessa la buona fede si può quantomeno contestare l’attendibilità scientifica e l’efficacia di un metodo a questo stadio. Questo non comporta la mancanza di credibilità del filone di ricerca, ma è solo la constatazione di quanto l’attuale stadio, poco più che embrionale, sia stato sopravvalutato.
      Sono il primo ad essermi interessato all’operato di Giuliani e ad essermi incazzato per quanto sia stato snobbato, ma penso che le cose vadano valutate per quello che sono.
      … e comunque il vecchio Occam ci prende sempre…

    • Chiedere a Claudio del troppo credito che sta dando a Giuliani è davvero strano. E’ ovvio che lui non possiede le competenze per valutare la bontà scientifica dell’operato e delle affermazioni di Giuliani. Si limita semplicemente a dargli voce, visto che in molti (o in ‘pochi’, a seconda dei punti di vista) evitano accuratamente di farlo. Magari lui s’è chiesto il perchè proprio di questo e intervistandolo ha condiviso con noi l’opinione di un cittadino che ha qualcosa da dire, Giampaolo Giuliani.

      Sono giunte ieri le conferme che a Giuliani il credito lo stiano dando enti e persone ben al di sopra di qualunque ‘sospetto’ e/o mire disinformative: mi riferisco ad esempio alla NASA, che da anni ha allo studio le variazioni degli elementi superficiali della crosta terrestre a seguito dei terremoti, sotto la direzione di Dimitar Ouzounov, presso il Goddard Space Flight Center.
      E’ stato contattato in forma privata da un aderente di Per il Bene Comune in merito alla collaborazione di questo ente con Giampaolo Giuliani, a seguito del terremoto in Abruzzo, ed ha confermato quanto anche da Byoblu riportato, ovvero che i dati rilevati da Giuliani sono stati acquisiti dal laboratorio statunitense per un "cross checking" con i dati in loro possesso, rilevati dal satellite.
      Aggiunge, Dimitar, che la validazione delle rilevazioni di Radon in occasione di eventi sismici, è una parte di un nuovo filone di ricerca attivato presso quel laboratorio. E conclude con «The provided Rn data so far are very useful and Giuliani observations are one of the rare cases of direct measurements of gas variations close by location and during the time of major seismic event.»
      Non ho ancora ricevuto l’autorizzazione da parte dell’aderente PBC a diffondere l’email di richiesta (e relativa risposta di Dimitar Ouzounov), mi basta comunque come ulteriore conferma del fatto che Giuliani non è il ‘buffone’ che vogliono dipingere, ma una persona dedita alla ricerca con estrema serietà e… con risultati concreti ed utilissimi per la comunità intera, anche nel prossimo futuro.

      In bocca al lupo a Claudio e Giampaolo Giuliani.

    • Un po’ di domande un po’ tecniche.

      1) Nell’abstract della registrazione del brevetto si dice che la macchina di Giuliani "is able to detect gamma particles generated from the decay of Radon (222Rn)". Ora a meno che Giuliani non abbia fatto scoperte che rivertano la fisica e la chimica dell’ultimo secolo, il Radon 222 (unico isotopo naturale) decade per emissione di particelle alfa non gamma.
      I raggi gamma sono composti da fotoni gamma, le particelle alfa sono nuclei di Elio, non si assomigliano manco un po’.

      2) Leggendo nella rete ho trovato che il dispositivo deve essere interrato. Come mai? Per quale ragione fisica la concentrazione di radon a 20mt sotto terra dovrebbe essere quantitativamente differente che a livello del suolo.

      3) Come può la permeabilità al radon degli strati rocciosi tra l’evento e il sensore mutare senza mutare apprezzabilmente lo stato fisico della roccia stessa.

      4) Il signor Giuliani ha supposto una correlazione fra i terremoti e le stagioni (posizione relativa della terra nella sua orbita), dall’analisi del database mondiale dei terremoti si evince esattamente il contrario.

      5) La più importante. Cosa secondo la sua teoria causa l’aumento della concentrazione del radon?

      6) Come il suo detettore riesce a discriminare tra i raggi alpha prodotti dal decadimento radioattivo del radon e quelli prodotti dagli altri elementi radioattivi presenti nel suolo?

      Per ora mi fermo, ma volendo posso fornirne altre, che però preciserebbero di informazioni certe sulla struttura interna della macchina di Giuliani.

  •  Mah… sono d’accordo su molti punti, ma temo che in questo caso si stia un po’ esagerando con la paranoia.
    Sebbene abbia notato una strana concomitanza tra la pubblicazione delle rilevazioni radon e il down della macchina faccio notare che il buon Claudio sta ospitando questo blog sulla macchine di Aruba, le quali non brillano certo per efficienza e stabilità.
    I problemi recenti parevano dovuti a un attacco DDOS, che però non sono molto diversi da un sovraccarico della macchina. E’ stato verificato un grafico degli accessi in seguito alla pubblicazione del video? Il mio dubbio è che, visto l’interesse attuale per l’argomento, ci siamo accalcati troppo su byoblu e l’abbiamo fatto sedere.
    Detto questo concordo totalmente sulla mancanza di democrazia nella comunicazione in questo paese. Sarebbe ora che qualcuno ricominciasse a fare davvero il giornalista… o almeno che facessero tornare in tv gente come Luttazzi, Grillo e magari il buon Claudio 🙂

  • Claudio, sei un grande.
    Il successo che hai e’ tutto meritato.
    Secondo me dovresti trattare tutti i temi. Dalla politica, all’economia, alle scienze, etc.. tutto. Tutto cio’ che serve ad aprire gli occhi e le orecchie. Tutto cio’ che dall’alto qualcuno non vuole che se ne parli.
    E poi parlare di tutti. Da berlusconi, Franceschini, a Di Pietro.
    Dimostrare di non fare tendenza politica.
    Con stima.
    Cianu da Torino.

  • I veri scienziati esperti hanno avuto un grande successo: almeno trecento morti, e gli immigrati che pagavano l’affitto in nero nel centro de L’Aquila, chi li ha contati? Oltre mille feriti, di cui duecento gravi, il capoluogo e i paesi della provincia distrutti o semidistrutti, decine di migliaia di persone senza più la casa!
    Più scienziati di così!

    • Per lo meno sii corretto.

      I veri scienziati ammettono di non sapere nemmeno se sia possibile prevedere un terremoto.

      I veri scienziati sviluppano una teoria che giustifichi le osservazioni e senza di quella non si azzardano a fare asserzioni sulle osservazioni fatte.

      In assenza di una teoria che supporti le osservazioni di Giuliani, l’errore di interpretazione è dietro l’angolo.

      Vuoi un esempio identico di ragionamento.

      Da mie osservazioni ho notato che tutte le persone che sviluppano il cancro al seno, hanno anche la vagina. La causa del cancro è la vagina.

      Ti fidi di questi ragionamenti?
      O trovi ridicolo il mio solo perchè lampantemente errato, mentre quello di Giuliani un po’ più oscuro ti pare migliore.

  • Chiunque ha esperienze politiche di qualsiasi tipo, sa che le cose vanno esattamente nel modo descritto da Enzo, e che non è affatto una paranoia, ma il modo normale di funzionare del controllo sociale e mediatico in Italia, soprattutto negli ultimi anni. Tuttavia mi pare che per ora ne esci bene, Claudio: la loro azione ha aumentato la visibilità del tuo blog, mentre le tue risposte chiare e inequivocabili li hanno sputtanati, aumentando la tua credibilità. Fossi in te, riprenderei e approfondirei l’inchiesta sulla catena di comando della Protezione civile, tanto per non farsi distrarre dalla loro azione di disturbo, e anche per vedere cosa combinano come prossima mossa. Infatti secondo me sono in difficoltà, e se li attacchi di nuovo fanno una stronzata.

    A proposito: cari saluti a tutti i nemici della repubblica che in questo momento ci stanno leggendo. Vi auguro di essere processati per alto tradimento e di finire appesi a Piazzale Loreto, come da tradizione 😉 Ciao!

  • Claudio, secondo me…si, è plausibile che ci sia qualcuno nei piani alti che ti voglia screditare e mettere il bastone tra le ruote..però, a mio parere c’è anche una grande quantità di gente che semplicemente non ha capito i contenuti del tuo video (quello originale dell’intervista a Giuliani) e ha frainteso anche in maniera ingenua i tuoi propositi e le tue intenzioni di informare in maniera libera sull’aumento del radon.. Il punto è che c’è molta gente che non sa chi sei, cosa sia Youtube…non sanno che i video hanno degli autori..ecc ecc…
    Farò un video su questo..lo pubblicherò in serata…

    • Sicuramente è probabile un mix tra le due cose.
      Comunque l’esperienza insegna.
      In ogni caso sottolineo, e sottolinerò sempre, che gli allarmi erano partiti addirittura dalla sera prima, e che già la mattina si facevano sfollare fabbriche e supermercati (pubblicherò testimonianze nel merito). Del resto lo stesso Giuliani nell’intervista telefonica pietra dello scandalo, asserische che ci sono evacuazioni in corso, dunque come può essere stato il video la causa di tali allarmi? Anche questa è disinformazione.
      Ieri sera ancora Vespa parlava di video montati ad arte e fasulli, dopo che dalla mattina era disponibile la smentita di Giuliani su tale punto.

      L’indicazione della data "27 aprile 2009" l’avevo messa e sottolineata con forza proprio per evitare che il video potesse essere visto in seguito, a distanza di giorni o mesi, e potesse essere preso per attuale e generare preoccupazione all’infinito.

      Io ho preso un informazione dello stesso Giuliani e l’ho pubblicata. Questo non è un telegiornale nazionale e non ha la stessa audience. L’invito a fare una passeggiata, in una città dove quasi tutti vivono nelle tende, era frutto solo di buon senso e non poteva creare panico perchè, come dice lo stesso Giuliani nell’intervista, erano già tutti per le strade, nelle case non c’era nessuno. Serviva a evitare di tornare in luoghi pericolosi almeno per un po’. 
      Credo che qualcuno non abbia capito, mentre altri abbiano cavalcato la cosa in maniera strumentale.

      Del resto bisogna abituarsi. Più la visibilità cresce, più crescono anche i detrattori e gli squali.

    • Aggiungi pure che ultimamente su certi siti molto conosciuti e su cui si fa business c’è una discreta tendenza a pararsi il culo anticipatamente senza rispettare affatto l’utente. Non è la prima volta che utenza FaceBook vengono rimosse a priori senza nessuna motivazione conosciuta o che video interi o solo il loro audio vengono segati da YouTube. Spesso i meccanismi che bannano sono automatici e probabilmente non hanno solo criteri espressi in maniera esplicita, ma sono guidati da reti bayesiane; come dire: si trovano da soli le regole.
      Detto questo: tira una gran brutta aria, gente.

      PS a proposito di allarmismo e di notizie non riportate in Italia potrebbe interessarvi questa: "Obama secretly tested for swine flu after man he shook hands with in Mexico drops dead the next day. Officials concerned because Obama’s touch usually heals"

    • Ovviamente…ma è anche comunque fisiologico che qualcuno a prescindere dagli allarmi precedenti al tuo video, si sia allarmato ulteriormente e oltre le tue intenzioni e quelle di Giuliani.. Ti faccio un esempio: sul tuo blog nel post del 27, c’erano 3 parole in carattere grossetto: Radon, PREOCCUPANTI, Protezione Civile.. Il tutto abbinato alla parola "Allarme Radon a Nord dell’Aquila", piu la frase finale sulla passeggiata all’aperto.
      Una persona distratta, magari un po troppo emotiva e precipitosa..si impanica e diffonde magari anche solo a voce, notizie false..in maniera ingenua, su un eventuale disastro..
      Il punto è questo…magari non ha nemmeno letto tutto il post, e nemmeno ascoltato bene il video.. E chissà quante centinaia di persone avranno reagito cosi anche in buona fede..

      p.s. ho fatto il video dove dico queste cose, lo sto finendo di montare poi lo caricherò..

    • E se lo avessi intitolato "vediamo un po’: che si dice del radon oggi a L’Aquila?", credi che la stessa persona frettolosa lo avrebbe letto?

      L’allarme c’era. Era giusto sottolinearlo perchè l’attenzione, su un allarme, va richiamata, altrimenti che allarme è.
      Diverso è dire: "ci sarà un evento catastrofico", dal dire "i livelli sono preoccupanti, potrebbero scaricarsi in un po’ di scossettine, o in una unica".

    • Ma infatti sono d’accordo con te, è diverso dire che c’è un allarme per il Radon troppo alto,e dire che ci sarà un evento catastrofico (tralaltro cosa che non ha mai detto ne tu ne Giuliani..).
      Claudio, per intenderci, io sono dalla tua parte in tutto e per tutto, sto solo cercando di capire dove si è sbagliato in questa vicenda… Quello che intendo, è che un tuo servizio sul blog dove per dovere di cronaca metti in "allerta" circa l’aumento del radon, è di facile strumentalizzazione si, ma anche di facile incomprensione…

  • E, aggiungo…oggi parlare di Byoblu, creare un fantomatico problema d’informazione manipolata è il modo più semplice per distrarre l’attenzione.
    La maniera migliore per fare quello che si deve fare a L’Aquila…un G8 inutile e spavaldo davanti ad un G20 appena terminato ed un altro che sta per iniziare. Milioni di soldi dei cittadini spesi in propaganda politica, milioni di soldi dei cittadini per fare una vera e propria campagna pubblicitaria.
    In un altro Paese non sarebbe stato mai possibile.
    Questo i cittadini non devono saperlo e  non possono sentirlo.
    Allora nasce il caso Byoblu e nasce il caso Veronica Lario e nasce il caso Le Veline in Parlamento.
    Svegliamoci gente! Ora che domani è troppo tardi!

    ED ORA CENSURATE PURE QUESTO! 😉

  • Juda non è proprio così. Vero che tanti accessi possono intasare la linea ma non è possibile se si parla di un blog. Richiami la pagina quindi generi traffico, poi fine. Per poter saturare la banda dovresti fare giusto quel milione di accessi contemporanei che però ralenterebbero il blog per qualche minuto. Qui non si tratta di minuti ma di ore.  Anche vero che Aruba, come telepiu e altri, ofrono delle linee schifose. Non si possono dare pareri senza avere in mano i log del server comunque ho controllato il blog quando era down.  Da cmd si pingava a una media di 200ms e aveva parecchi packet los.Il il dns funzionava ma non accedevo al sito. Aruba li potrebbe sicuramente dare una risposta concreta. Di solito, quando ci sono questi probblemi o è l’isp o è un bel Ddos che generalmente dura da qualche ora a qualche giorno.

    C14o

    • Non sapendo di che macchina si tratta e quanto sia buono il codice non si può essere certi di quale fattore di carico possa sopportare. Aggiungi che molti, proprio notando l’impossibilità di accedere, probabilmente avranno fatto più tentativi di accesso prolungando i problemi di carico.
      Comunque sia anche a me sembra strano dipenda da un eccessivo numero di accessi contemporanei.
      Anche io ieri ho fatto un tracert per vedere, ma non l’ho salvato. Il tempo di ping maggiore non era comunque a fine trace. Comunque sia potrebbe benissimo essere un problema da problemi di rete, come pure, come ho già detto, un attacco DDOS vero e propio, ma è possibile capirci qualcosa solo dando un’occhiata al log.

    • topo ruggente, nessun hosting condiviso.
      Un server dedicato di discreta potenza. Costo: 1600€ l’anno. Uno dei tanti costi da sostenere, ma inevitabile pser la nuova configurazione del blog (che cambierà e si arricchirà parecchio prossimamente)

    • topo ruggente, nessun hosting condiviso.
      Un server dedicato di discreta potenza. Costo: 1600€ l’anno. Uno dei tanti costi da sostenere, ma inevitabile pser la nuova configurazione del blog (che cambierà e si arricchirà parecchio prossimamente)

    • topo ruggente, nessun hosting condiviso.
      Un server dedicato di discreta potenza. Costo: 1600€ l’anno. Uno dei tanti costi da sostenere, ma inevitabile pser la nuova configurazione del blog (che cambierà e si arricchirà parecchio prossimamente)

  • da quando ho postato su questo blog, sono risultato iscritto alla newsletter, che inoltra un messaggio per ogni nuovo thread al mio indirizzo di posta elettronica.non so se questo sia accaduto per un mio innavvertito clic sul pulsante ” Avvisami quando un nuovo elemento è stato aggiunto”, ma so che le mie richieste di disiscrivermi, fino ad ora, sono rimaste inevase. prego gentilmente i gestori del sito di controllare la cosa.ma già che ci sono, esprimo due idee sul tema di oggi:sinceramente, mi sembra che ci stia un po’ parlando addosso. Sono accaduti dei fatti, ed è bene che abbiano avuto la risonanza che meritavano, ma ora si lasci che i fatti abbiano il proprio corso.è un po’ piagnone questo modo di raccontarseli senza costrutto.

  • @ angel (01)
    Ora che si è scoperto il trucchetto e che si sono svelati gli altarini della censura, qualcuno già ammette, come te, dicendo "ok, la censura…, ok la libertà di parola…".
    Noto sempre che l’intento è quello di portare tutto sul piano della scienza, come se questa fosse l’unico metodo di conoscenza. Basta! La scienza NON E’ UN DOGMA! La Storia è zeppa di errori commessi dalla scienza. Non dico che non serva, ma la scienza deve saper chinare il capo, ogni tanto, non essere così supponente e giudicatrice, metro di tutte le cose, e deve saper ammettere che esistono diversi approcci al dato reale.
    Sai una cosa? Probabilmente il metodo di Giuliani non ha i requisiti che cercate voi (per questo insistete, per poi affossare), ma per quanto ne sa mio nonno, contadino, un dolore al suo callo non ha mai fallito una previsione di pioggia! Altro che millibar in quota e proiezioni computerizzate da show televisivo!
    Stammi bene.

  • Se creiamo una ragnatela nella rete, vedrete che nessuno può censurare nulla. Creiamo una associazione di blogger, webmaster ed esperti informatici sotto un unico simbolo. La censura non potrà colpire migliaia di canali e/o server individuali.

    Tutti gli enti hanno un capo [diciamo pure un PADRONE] perchè chi ubbidisce al padrone è solo il cane. Se consideriamo che il cane segue sempre il padrone noi saremo sempre 1000 contro uno.

    Bisogna applicare la legge della giungla. Oramai siamo in guerra. E’ questa si può vincere solo con l’astuzia…

    http://reporterpercaso.blogspot.com/

  •  e’ la terz volta che provo a postare il mio commento,non so’
    riprovo
    ciao Claudio,scusa L’off Topic,ma se analizzi bene in parte c’entra eccome se c’entra!
    Hai ascoltato l’intervista a berlusconi in merito alle dichiarazioni della di lui moglie? Mister B.ha prontamente smentito,ovviamente la moglie è vittima del "Potere meditico comunista della sinistra"(per le falsita’) potere mediatico???da che pulpito!!!grrrrrrrrrr,quei porci comunisti di Repubblica??????Comunisti???????quest’uomo non ha le ide chiare,no,no,no,no, non ha nessuna cippalippa di idee chiare,NOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!
    Perchè non scrivi di quel che sta combianndo la Carlucci,per "limitare la rete"??si, lo so’ che hai toccato l’argomento piu’ volte,ma nella sua (di mister B e non della Carlucci,lei ,in qst caso è solo il braccio armato alla censura Berlusconiana)proposta di legge,lei asserisce che sarebbe un giusto controllo,alla rete contro i pedofili,peccato che all’interno del disegno non ci sia un solo frammento alla questione "pedofili"ma solo totale controllo alla rete,sulla rete,contro,in particolare a chi scrive e a chi come te fa VideoEditingBlog,che trovvo ottime,nel video non si puo’ mentire,mentre le dichirazioni si fanno sempre in tempo a smentire,a modificare a NON essere fraintesi, capito,etc,etc,etc,,insomma tutto e il contrario di tutto-Nel frattempo approvano leggi che poi sara’ difficile abrogare !!
    gabrybabelle

  • ..dovremmo stare a sentire il tipo del primo post che ti esorta a sentire uno….SCENZIATO??? ..torna a scuola poi ne riparliamo và! ..a preferisci..a SQUOLA??? AHAJAHAHA! CIAO

  • Ciao a tutti.
    mi sembra chiaro, al di là delle tante parole scritte e non, che per il solo fatto che questo blog, la cancellazione dell’intervista su you tube, i continui appelli alla calma dei burattinai e dei burattini che tirano le fila e dirigono la nostra vita quotidiana ti danno l’idea caro Claudio che questo Blog ha COLPITO NEL CENTRO…. non servono troppe disquisizioni, scientifiche e non… qui bisogna continuare cosi’ a maggior ragione, stai dando fastidio, anzi state dando fastidio, tu, Grillo, la MissKappa e questo deve darvi lo sprone per andare avanti nella ricerca delle verità altrimenti noi tutti veniamo rinchiusi in un ‘TRUMAN SHOW’ dove ci vogliono far credere che la terra è quadrata e il sole sorge a ovest!!! Si va avanti e noi con Voi…

  • non ti seguo però ogni tanto vedo qualche tuo video. Comunque sia, credo di aver capito la questione.  Volevo solo obiettare una cosa: per richiedere la rimozione di un video da youtube è necessaria una telefonata? Non basta segnalrlo sul sito ?

  • Frenna scrive:

    "Ma chi gestisce le stanze del potere non sa ancora gestire lo straordinario mezzo che è Internet. Ci prova, ad arginarlo, ma è completamente diverso dai vecchi mezzi d’informazione. Ha uno schermo come la tv, ma funziona con una nuova logica: ha migliaia di accessi e ognuno crea migliaia di connessioni, o mani che scrivono, o bocche che parlano. Come cavolo fermare una cosa del genere? Di fatto, è impossibile. "

    Si, si può fermare
    (purtroppo) una cosa del genere, caro Frenna: basti ricordare agli italiani chi è il proprietario della rete telefonica attraverso cui passa la "libertà" degli italiani…

  • Ottima idea!

    Bene, prendi nota…

    Chiedi a Giuliani di chiarire cosa misura!

    Perche’ non e’ che si capisca molto bene… dice di non aver costruito un radometro… perche’ troppo costoso… allora, cosa misura?? le emissioni gamma emesse dai nuclei assieme alle particelle alfa?? a me non risulta che vengano emessi anche dei gamma… ma so per certo che emissioni gamma non sono rare per nuclei pesanti che decadono in quel modo! chiarisca questo punto!!!

      Se cosi’ fosse, allora, avrebbe anche senso che lui sia stato in grado di prevedere (o vedere) il sisma di Sumatra! avrebbe senso!

      Cioe’ in pratica… domanda diretta: si potrebbe dire che i suoi cubi siano degli equivalenti dei calorimetri elettromagnetici usati negli acceleratori?? tarati per quelle particolari emissioni gamma… di energia nota?? visto che probabilmente un gamma emesso da un nucleo di radon avra’ un’energia tipica e di certo non casuale!

    Secondo, chiedi anche di dare TUTTI i dati presi negli anni… cosi’ da poter avere una statistica che comprenda TUTTI i picchi … e di annotare quali picchi non abbiano avuto un sisma a seguito! di modo da stabilire una relazione di causa-effetto tra gli eventi… con relativa probabilita’ statistica!

      E’ ovvio che si debbano prendere in esame anche le "previsioni" non riuscite… senno’ tanto vale fare un oroscopo!!!!

      Se non ti e’ chiaro qualcosa chiedi pure spiegazioni!

        CIAO!

    • Credo che pomik abbia centrato le domande in particolare la seconda, vogliamo vedere tutti i dati che ha preso dall’inizio della sperimentazione fino ad adesso 🙂

    • Vogliamo vedere? Oooohhh!!
      Chi vuole vedere? Ma chi siete per giudicare? Ma che coraggio avete? Tornate nel vostro "club del bel sismografo"!

  • @ pomik
    Perché non inventi delle domande da fare anche a quelli del club dei sismografi? A cosa sono mai serviti?
    Non mi sembra che la scienza ufficiale possa avere voce in capitolo e attendere spiegazioni, fare domande… se poi non è mai stata in grado di prevedere un solo terremoto. Perché paghiamo questi club di vulcanologi? Per vedere i cilindri che girano con un pennino che ci scrive su?
    Scusa se sono polemico, ma in questo caso occorre.

    • In primis ringrazio pomik, il suo post mi ha aperto la mente e confermo il decadimento alfa e non gamma (per la terza volta).

      In secondo luogo premetto che quanto sto per affermare è basato su un ipotesi di funzionamento della macchina di Giuliani.
      Ipotesi:
      La macchina misura un aumento della concentrazione di Radon.

      Ora per te Roberto, un ragionamento molto poco scientifico.
      Abbiamo il rilevatore sotterrato in un ambiente chiuso. Tale ambiente avrà una radioattività totale (alfa, beta e gamma) causata dal decadimento degli elementi contenuti nel terreno circostante, tale valore è misurabile con un normale contatore geiger (ca 200€)

      Entro un accettabile approssimazione tale concentrazione può ritenersi costante.

      Ora chiamiamo RTa (radioattività totale alfa) RTb (la beta) TRg(la gamma)
      RT = Rta + RTb +RTg
      Fin quì è semplice

      Semplicemente prima di un terremoto abbiamo un aumento della concentrazione di radon, allora abbiamo un aumento della radioattività totale, basta misurare la radioattività totale, il segnale di pericolo è il delta (differenza) fra il valore medio e quello misurato.

      Ora sotto terra è impossibile che avvengano significative variazioni di radioattività escluso l’effetto che Giuliani sta studiando.

      Il dubbione è se poteva farlo con un contatore geiger perchè non l’ha fatto?

    • @ topo
      Il dubbione è se poteva farlo con un contatore geiger perchè non l’ha fatto?

       ALLORA!

        TU dici che il radon decade solo alfa… io non ne sarei tanto sicuro… emissioni gamma si hanno spesso in presenza di decadimento alfa… COMUNQUE!

        Giuliani non usa alcun contatore geiger… misura I GAMMA… almeno questo e’ quello che dice lui, ma non e’ chiaro!!!! infatti… proprio perche’ non e’ chiaro se questo radon decade anche in quel modo!

        … non ha usato un radometro vero e proprio perche’ costava troppo… se si facesse chiarezza su questi punti non sarebbe male, anzi, e’ doveroso!

    • ‘spetta, andiamo con ordine!

      Giuliani NON MISURA ALCUNA RADIAZIONE ALFA… ne’ beta (questa si’ assente)… ma, DICE LUI, GAMMA… e lo fa con una strumentazione che misura SOLO gamma!!! lui non vede gli alfa… e non vede i nuclei di radon!!!! e questo lo dice lui, non me lo sto inventando io!!!!

      Ecco perche’… prima di tutto, Giuliani deve chiarire COSA misura… e poi COME!

      … su significato delle misure ne parliamo dopo!

    • Non mi interessa cosa misura Giuliani, se la sua macchina funziona come ipotizzato da me in base alle informazioni trovate in giro.

      Non gli servirebbe vedere "solo i gamma" o i nuclei di radon o qualsiasi altra cosa.

      Poichè il radon è l’unica sostanza radioattiva che può cambiare di concentrazione in un ambiente chiuso a 20mt sotto terra, la differenza di radiazione è imputabile solo al radon, vistro che le altre sono praticamente costanti.

      Con un geiger misuri la radiazione totale e quando essa varia oltre certi limiti mandi la mail di avvertimento.

      Quì rimangono solo due ipotesi.
      1) Il funzionamento della macchina è radicalmente diverso da quello che ipotizzo
      2) C’è qualcosa di molto strano

      Mi rifiuto di pensare che Giuliani ed i suoi collaboratori non siano arrivati ad un ragionamento tanto semplice.

  • ciao claudio premetto che sicuramente hanno cercato di screditarti ma c’è una cosa che non mi convince molto di questa storia: dove sarebbe il video contraffatto che adesso è sparito? sembra che non lo abbia visto nessuno.. possibile che qualcuno non lo abbia scaricato prima che sparisse? tu personalmente lo hai visto?

  • Ho il sospetto di essere stato frainteso!!!!

    Le domande che ho scritto sono doverose e banali… e non sono di certo le sole.

    Ho massimo rispetto per una persona che PAGA DI TASCA SUA per le sue ricerche!

    Apprezzo l’impegno di Giuliani… e ritengo che il suo operato sia DOVEROSO e NECESSARIO!!!

    Ma se questo vuol dire non fare domande o chiedere chiarimenti… allora non ci siamo! io chiedo… ANZI… ho appena cominciato 

    Ed aggiungo!

      Lo scopo della Scienza NON e’ quello di descrivere un fenomeno… MA quello di capirlo, descriverlo… e poter prevedere altri fenomeni dello stesso tipo! ovvero poter fare previsioni… un sismografo non fa previsioni, ma prende nota di un evento avvenuto!

      I sismologi non sono "scienziati"… ma dei semplici "burocrati" che prendono nota di un evento… senza la benche’ minima voglia o capacita’ di andare oltre!

      La Scienza DEVE capire… e prevedere.

      E giusto per… in risposta a chi vorrebbe delle pubblicazioni scientifiche di Giuliani… se costui avesse letto e sentito TUTTI i video pubblicati da Claudio eviterebbe di fare simili richieste,… Giuliani dice che gli "esperti" mandati da "tizio" (presumo Boschi) abbiano bollato il suo lavoro come insignificante perche’ i terremoti non si possono prevedere!!!!

      Non serve essere dei luminari per capire che siamo di fronte ad una comunita’ scientifica che di scientifico ha solo il nome.

      Il vero scienziato crede a tutto… e non crede a nulla… chiede, guarda… osserva e DEVE cercare di capire tutto… una minima relazione tra emissione di radon e terremoti avrebbe dovuto far rizzare le orecchie A TUTTI… invece non interessa a nessuno, almeno in Italia… e colui che fa ricerche in tal senso deve essere sempre e comunque diffamanto o reso ridicolo… tutto cio’ sarebbe normale??

      Mi sovviene un’altra domanda, piu’ di carattere "teorico" che altro:

      ammesso che vi sia una relazione tra emissione di radon e crepe nella crosta terrestre,… in una zona in cui vi siano stati gia’ migliaia di terremoti… e quindi gia’ ampiamente "crepata"… non e’ ragionevole pensare che degli eventuali picchi di radon siano da imputare alla presenza di queste crepe, che ormai sono innocue perche’ non hanno "sotto" nulla che muove le zolle??

      QUINDI… l’allarme che avrebbe scatenato questo pandemonio… per via di questi picchi di radon… non potrebbe essere un "falso positivo" da imputare alla presenza di notevoli danni nel sottosuolo?? esiste una casistica in tal senso, ovvero, dei precedenti??

      Spero di essere stato chiaro!

    • Anche il cittadino comune vuole capire e crede in tutto o in nulla. Io voglio capire, ad esempio, perché paghiamo strutture e istituti (scientifici, parascientifici, non m’importa) che non servono a niente?

  • solidarietà a giuliani…. personalmente preferisco sapere quando devo andare a fare una passeggiata… e voglio essere libera di scegliere… libertà….

    • Poniamo che tu voglia essere informata della possibilità di "fare una passeggiata", e viva la libertà. Mettiamo che ci fosse una mailing list legalissima, non sottobanco alla quale chi vuole può iscriversi.

      Mettiamo che oggi arriva quest’email che ti invita a fare una passeggiata. Ti arriva perchè è una tua scelta. La passeggiata può essere salutare come può essere "superflua" … ma meglio non rischiare.

      Dall’altra parte c’è Anna, la tua amica. Anna invece è ansiosa, anche troppo. Decide, per suoi motivi, che non vuole essere informata sulla possibilità di fare una passeggiata e viva la libertà.

      Come ti comporteresti in questa situazione? Avviseresti Anna oppure la sottoporresti a pericolo? Lasceresti che la tua amica Anna riceva da te, o da altri, in via indiretta quella mail (allerta) che aveva scelto di non ricevere, per non cadere nel "vado, non vado, ma se vado non succede e se non vado succede e poi chi altri dovrei avvisare?"

      Te lo chiedo non per vena polemica, ma per esaminare un dilemma in tutto!

      Ciao! e … tienici aggiornati eh!

    • Molto ironico… comunque c’è la protezione civile che tranquilizza gli ansiosi… è molto efficiente in questo!!!
      Ponilo a loro il tuo dilemma…

    • Per Giovanni,
      avviserei Anna più di quanto non l’avviserei.
      Lo farei perché le scelte di tipo "testamentario" devono poter essere reversibili e non definitive.

    • Non era affatto ironico e NON mi aspettavo questo tipo di risposta. Pensavo avessi delle tue idee e invece hai risposto nel modo più .. .. non so neanche come definirlo. Polemica a tutti i costi. Io avevo posto una domanda a te e non hai neanche saputo darmi una risposta per quanto riguarda te. Almeno Rihoir ha risposto, ha detto la sua. Tu?

      Chiederò alla protezione civile. Chiederò loro cosa faresti tu.

  • Ciao Claudio premetto che sicuramente qualcuno sta remando contro ma c’è una cosa che non mi torna: dov’è il video falsificato incriminato? possibile che nessuno lo abbia notato, nessuno lo abbia visto o meglio scaricato? tu personalemente lo hai visto?

  • Robe’… scusa… ma ho il timore che tu stia esagerando!

    I sismografi SERVONO… anche solo per monitorare il movimento della crosta terrestre… il problema e’ che per "qualcuno" rappresentino l’unica strumentazione valida…

      Ma questo e’ un altro discorso…

     

  • caro claudio,
    la tua visibilità (!) trasmette coraggio d’azione e, di conseguenza, fai del bene alle persone cm me che si sentono afflitte da una fottuta dominazione culturale e fisica. apprezzo, in particolare, la tua idea che la rete sia nient’altro che connessione di persone vere e proprie alla stessa stregua di un gruppo che s’incontra regolarmente in un bar. u tub nn è virtuale, ma vere carni et ossa.
    mi piace tanto chi riesce a creare paradossi (o a scioglierli, naturalmente). è una questione di talento: l’artista, infatti, crea paradossi culturali; lo scienziato dovrebbe risolvere quelli naturali…
    e chi ha talento con coraggio, diceva un certo wittgenstein, è dotato di genio. quale responsabilità!
    a presto,
    a.b.

  • certamente esistono anonimi uffici e anonime persone che manipolano le informazioni e intendono "plasmare" l’opinione pubblica, ma sono convinto e in questo non credo di essere troppo ottimista, che siano agli ultimi colpi.
    Usiamo la rete in modo intelligente e distinguiamo la spazzatura dal buono dell’ Informazione.

    Neppure io ho visto il video incriminato, ma credo che lo abbiano tolto dopo poco tempo a causa di qualche errore grossolano, tipo montaggio da cani o nome dell’autore in bellavista.

  • Vorrei rispondere a Enzo Di Frenna.

    A mia opinione la sua teoria sulle "stanze del potere", applicata al "caso Messora" non regge.

    E’ vero che il blog è stato messo offline proprio mentre venivano fatte girare voci per screditare l’operato di Claudio.
    E’ vero che qualcuno ha fatto un collage audio/video per screditare Claudio.
    E’ vero che i media hanno subito amplificato la notizia e "costretto" Giuliani a sporgere denuncia contro ignoti, mettendo forse a rischio il blog.

    Tuttavia… se queste persone sono più che uno sparuto gruppo di interessati, se sono più di una piccola lobby di potere politico magari inserita all’interno di servizi pubblici, avrebbero potuto azzittire Claudio in decine di altri modi.

    Come va il mondo lo sappiamo tutti, non c’è bisogno di piazzare una bomba sotto casa per far paura a qualcuno.
    Non c’è bisogno di togliere il lavoro a parente e amici per far capire che la strada imboccata non è quella giusta.
    Non c’è bisogno di offrire patti economici vantaggiosi, un lavoro in qualche bella redazione, o in testa a qualche tg nazionale… se si ha potere, se si è uno Stato di Potere, queste cose non si minacciano o offrono, si mettono in pratica, si affida la vicenda ai ROS, ai Servizi Segreti…

    Poi…il blog di Claudio sta su server Aruba, non ci vuol nulla a contattare il gestore e bloccare tutto per motivi di interesse nazionale, dovreste saperlo meglio di me come gira l’Italia.

    Insomma, a mio modesto parere siamo davanti a un gruppo di persone ristretto, magari ben organizzate e forse con i contatti giusti, ma che certo non è in grado di influenzare e manovrare a piacemento.
    Altrimenti Giuliani sarebbe già stato promosso a capo di qualche progetto nazionale del quale, per contratto, non può parlare con chicchessia…
    Fine delle interviste, fine del radon, fine di tutto.
    E che dire della signora con figli che ha rilasciato l’intervista?… si fa presto, se si è davvero nella stanza dei bottoni, a pagare una somma per far ritrattare la testimonianza.

    Il modo migliore per tacitare le persone è offrirgli l’opportunità della vita imbrigliandole poi con catene legali e vincoli di sicurezza.
    Se non l’hanno fatto, è perchè non possono.

    Tant’è, questa la mia opinione.

  • Secondo me una domanda da porre a Giuliani è questa:
    Come mai la comunità scientifica (http://www.sciam.com/article.cfm?id=radon-earthquake-prediction) dice che con i mezzi che si hanno oggi non è possibile prevedere dei terremoti con precisione (tal ora in tal posto) se non con gli impulsi elettromagnetici?
    Cito le frasi del fisico: "It has too many false positives to be useful," says Rundle, a professor of physics, geology and engineering at U.C. Davis. ""We actually do forecasting but we do that using probabilities. We can’t say that an earthquake is going to happen at this point in time and space."

    Vorrei ricordare che sono frasi e considerazioni prese da Scientific American rivista di indubbia validità-

  • Ed infatti… Giuliani usa proprio le emissioni gamma, ovvero fotoni… ovvero impulsi elettromagnetici… per le sue previsioni!!!

    La domanda e’ comunque valida… ^__^ te la concedo!

  • questa storia di Giuliani ha dell’inquietante perchè ora cè davvero da preoccuparsi.

    comunque l’Agi oggi ha diffuso un’agenzia di stampa con la notizia che Di pietro ha incontrato Giuliani all’Aquila… L’onorevole non ha poi voluto rivelare i contenuti dell’intervista affermando che riferirà tutto alle autorità competenti!

    dico solo speriamo che si faccia luce su questa storia.
    Grazie claudio per questo spazio!

  • poi ora si parla di G8, di visite importanti in città e non si parla della cosa più importante : La prevenzione e la ricerca scientifica !!!!!!!!!!!! ora che si può ancora cercano di occultare questa cosa!

  •    forse giuliani è un millantatore, da quel che risulta ha portato la sua famiglia e altri del condominio in salvo, penso sia bene approfondire i suoi studi prima  di approvarlo o demonizzarlo. perchè il suo video è stato oscurato, a chi dava fastidio?

    • Come le teorie scientifiche, anche la buona fede va dimostrata.

      Per ora (con i pochi dati che abbiamo) il riassunto è questo.

      Giuliani ha pagato di tasca sua lo sviluppo di una macchina di cui detiene i diritti di produzione e il cui funzionamento è tuttora coperto da ampio mistero.

      Ha investito il suo denaro, rischiandolo, ma nel caso abbia ragione la macchina mica te la regala.
      Non si accontenta della gloria da come si è mosso ha fatto i suoi conti, altrimenti invece che un brevetto bastava qualcosa tipo una GPL (Gnu Public Licence).

  • …Chi controlla la rete?????????

    Byoblu, non stai scivolando sempre più nel complottismo?
    Ci mancava solo questa!!! Tanto vale che ti associ a Luogocomune e siti parenti. Magari viviamo anche in una terra cava come sostiene Mazzucco,  Forse non siamo mai stati sulla Luna ecc..
    Byoblu: ti ritenevo una persona seria! Hai fatto ottime interviste  all’ingiustamente dimenticato Francesco di Stefano di Europa 7, ad Antonio di Pietro che ti stima, hai fatto inchieste aggressive sulla vergognosa "bancarella" di Gianni Chiodi e le promesse di Berlusconi prontamente rimangiate. Hai persino osato contestare la gogna mediatica di Beppe Grillo contro gli abitabìnti delle FarOer etc.

    Ora mi armi tutto sto casino per un falso allarme di Giuliani, che prima si fa intervistare da te, Poi "qualcuno" gli fa vedere un video proprio come il tuo e con lo stesso titolo ,ma un audio diverso su youtube, Poi ne fa oggetto di denuncia, senza manco telefonarti,  rischiando così di farti chiudere il sito senza "snaggarlo", senza registrarne almeno l’audio e senza neanche copiarsi il link ne segnarlo nella denuncia!!! (ma ci fa o ci è? e fin qui lo dico al singolare). Poi sto video scomparirebbe in poche ore senza che nessun’altro qui lo abbia visto e senza che rimanga una copia cache in nessuno dei motori di ricerca. E tu continui ad affidarti ad una persona così "geniale" e "vittima in buona fede"? 
    Ma percè diavolo Giuliani, invece di sottintendere complotti temendo "telefoni sotto controllo", far denuncie insensate e vantare contatti con scienziati Russi e NASA (sicuramente più seri di lui) non mette i suoi rilevamenti degli ultimi anni nelle mani di un qualsiasi statistico o di un laureando per una tesi, e ci fa capire dati alla mano e non per pareri o affermazioni gratuite a posteriori, qual’è la effettiva sensibilità e specificità del suo metodo, e quindi la pubblica come Dio comanda? Esiste ad esempio la ROC Analysis. http://en.wikipedia.org/wiki/Receiver_operating_characteristic. Sai cosè? Al limite: se tirando una moneta ci azzecca il 100% delle volte il metodo è ideale. Se ci azzecchi il 50% delle volte, il metodo non funziona. Punto.

    Insomma, di tutto quanto dice questa lettera e dalla sequenza di eventi precedenti ci ho capito solo una cosa sensata: che YouTube ha eliminato un tuo video senza giusta motivazione. E allora perchè non pretendi semplicemente ragioni al gestore, o non telefoni semmai tu a guesto Massimiliano Magrini? Attaccati al telefono e  fai casino!
    Per caso, vedo che Paolo Attivissimo ha ricevuto un analogo avvertimento ma ad opera di persone note. Guarda caso quei complottisti, che qui non ripeto  per evitare la solita manfrina sui "debunker".
    Guardati http://attivissimo.blogspot.com/2009/04/youtube-il-copyright-come-censura.html . Il suo caso sembra molto simile ed da informazioni su come si può procedere a contestare le denunce e le violazioni fasulle.

    Byoblu, non scordare il rasoio di Occam. Qui in Italia non servono complotti misteriosi quando quelli veri sono già sotto i nostri occhi.  Quando abbiamo un gigantesco conflitto di interessi  di un premier che controlla anche TV concorrenti e ne nomina il CDA a casa propria; abbiamo le proposte di legge Carlucci e D’alia sul web, E’ in atto lo scempio della Corte dei conti e del CSM, Abbiamo decine di condannati in Parlamento che legiferano e fanno cacciare i magistrati che indagano sui loro traffici con il plauso del CSM, ANM e ministro Anfame, Abbiamo TIR che sversano allegramente solventi fra le bufale campane e i pozzi prendon fuoco da soli, come denunciato da Report fra l’indifferenza generale. Tutto tragicamente alla luce del sole!!!!!
    Io non so se considerare con pena o rabbia la cieca dietrologia Italica. Quella di coloro che, di fronte a tutto sto schifo, continuano a dire "Mah, chissà cosa c’è sotto"?
    Ma cosa vuoi che ci sia sotto la merda di più schifoso????

    Per favore tu, e Di Pietro evitate di sputtanatevi ancora su idiozie come queste. O le battaglie vere per la democrazia le perdiamo, E poi tornare indietro sarà molto ma molto dura….
    Ciao 🙁

  • OK OK
    i documenti non bastano MAI ai debunker.
    OK
    apriamo una discussione approfondita sulle questioni scientifiche.
    ma perché pretendere di farlo nel posto sbagliato?
    un richiamo all’ordine ed un po’ di disciplina informatica non guasterebbe byo?
    ad ogni tread si ripete ossessivamente lo stesso copione, qui stiamo parlando di censura l’aspetto tecnico è OT.
    penso che tutti i documenti del universo non basterebbero, perché queste sono azioni di DISTURBO. l’insistenza e la veemenza con cui vengono perpetrate queste richieste OT lasciano in me pochi dubbi!
    l’unico cosa che mi permetto di proporre a Claudio di aprire un post specifico.
    (domanda x Claudio: il software del tuo blog non consente di aprire forum? su argomenti specifici come questo sarebbe utile avere un area dedicata)
    comunque qui siamo a casa di Claudio ed e lui che decide liberamente quali argomenti seguire, sottolineo che anche troppo gentile e disponibile nei confronti di chi commenta OT io non lo sarei.
    vorrei far presente a taluni che l’osservazione empirica dei fenomeni naturali è alla base di gran parte della tecnologia/scienza disponibile.
    citazione:
    Da mie osservazioni ho notato che tutte le persone che sviluppano il cancro al seno, hanno anche la vagina. La causa del cancro è la vagina.

    Ti fidi di questi ragionamenti?
    io non mi fiderei.
    ma questo è un errore di logica, il discorso sembra filare ma é di tipo DEDUTTIVO e quindi non garantisce la conclusione, inoltre l’inferenza e ASSENTE!
    PREMESA: tutte le persone che sviluppano il cancro al seno, hanno anche la vagina.
    INFERENZA: ?????
    CONCLUSIONE: La causa del cancro è la vagina

    troppo facile!
    salute mx.

    • ciao claudio…
      scusami per la divagazione sulla logica, ma la storia del cancro al seno l’aveva tirata fuori un utente in un commento precedente,
      con l’intento di screditare proprio a livello logico la teoria giuliani.
      con me sfondi una porta aperta, sono favorevole a considerare le teorie di giuliani, e credo nella sua buona fede.
      salute e lubertà
      MX.

  • ma se…
    intendevi questa come inferenza…

    PREMESA: tutte le persone che sviluppano il cancro al seno,

    INFERENZA: hanno anche la vagina.

    CONCLUSIONE: La causa del cancro è la vagina
    CONCLUISONE: CORRETTA il cancro al seno viene solo a chi ha la vagina

    troppo facile!

    salute mx.

    • PREMESA: tutte le persone che sviluppano il cancro al seno,

      INFERENZA: hanno anche la vagina.

      CONCLUSIONE: La causa del cancro è la vagina

      CONCLUISONE: CORRETTA il cancro al seno viene solo a chi ha la vagina

      CONCLUSIONE GIULIANI la presenza di vagina è un indicatore del cancro al seno.

    • Negazione dell’antecedente, quando si fa risalire un evento ad una causa non necessariamente correlata.

      Mio cugino ha urlato. Subito dopo è crollato il Muro di Berlino. Mio cugino ha fatto crollare il Muro di Berlino.

    • Sì, Pomik, è come tu dici.
      Riportando l’esempio di scuola proposto al caso Giuliani, se il radon fosse posta quale condizione necessaria (ovviamente laddove la qualità del suolo ce lo consente e limitatamente a tale ambito) allora, anche in presenza di una bassa specificità (molti falsi allarmi), bisognerebbe insistere, perché si è scoperto qualcosa – non tutto s’intende, e questa cosa qui serve a qualcuno che in tale ambito geografico vive.

      Per rispettare il nostro presupposto di necessarietà, è ben vero che la sensibilità dovrebbe essere al sicuro: un sisma non dovrebbe in teoria mai presentarsi senza il radon (falsi negativi = 0).

      In concreto, purtroppo, io questo non lo so. I dati non li conosco. Ma il ragionamento mi sembra sensato.

      Per parte mia sono già molto contento che Giuliani non sia snobbato a prescindere come se fosse un visionario.
      Quindi grazie a te, a topo.ruggente e ad angel (mi scuso con gli altri che seguono le vostre orme vhe ometto) per il vostro interesse.

      cs

  • Buongiorno a tutti.Sono entrata in questo blog, leggendo l’articolo sul Corriere. Detesto vedere politicizzare qualsiasi tipo di espressione tanto quanto detesto chi, uscendo fuori dal coro, venga messo alla gogna, venga considerato sconveniente.
    Non si riesce più ad essere se stessi, spontanei, perchè bisogna prima considerare l’effetto che si provoca per una nostra esternazione! Non si può gridare la nostra rabbia senza essere giudicati volgari. Non ci si può interessare ad un tecnico perchè non riconosciuto scienziato…..non ci si può interessare a lui, perchè hanno preso una toppa non considerandolo quella sera……Questo avviene ovunque purtroppo, senza distinzione di colore politico, sopratutto se sei uno che non conta, che non ha potere. Ci si nasconde dietro un’ideologia politica, ma in realtà è l’individualità che si vuole oscurare, per non assumersi le responsabilità e nel coro ci si mischia come le pecore in un gregge, sentendosi più forti, credendo di tramutarsi in branco di leoni.
    Buona giornata a tutti voi, Roberta.

  • Non so se sia un caso, ma da ieri è inaccessibile il blog di Martinelli. Prima c’era una specie di pagina pubblicitaria, ora dà "operazione completata" ma la pagina rimane bianca.

  • Gentilmente, vorrei sapere se il mio commento di ieri si è perso per motivi tecnici oppure non ha visto la luce per motivi di natura differente.

    grazie

  • ByoBlu (più singolare di un semplice Claudio),
    qualunque computer collegato in rete può essere un valido server. Le ditte specializzate usano apparecchiature e connessioni appropriate a una moltitudine di blog ed altro, una connessione ADSL è sufficiente anche per un blog come il tuo, permettendo di non dipendere da YouTube od altri (pur potendo continuare ad usarli).
    Se hai un Mac il sw (server Apache) è già preinstallato e di utilizzo banale.
    OT: sarebbe interessante vedere come e perché questa pratica viene osteggiata, in particolare da Fastweb.

  •  Il giornalismo ha dei costi (non ultimo quello eventuale di un avvocato per difendersi da false accuse), se aggiungi la possibilità di contributi senza carta di credito, p.e. postali, io e forse altri potremmo aiutarti non solo a parole.

  • In attesa che venga aperto un post specifico per le domande "tecniche" (come qualcuno ha chiesto, infastidito dal fatto che si parli seriamente del problema invece di accettare le affermazioni di Giuliani come verità di fede), io dico la mia sulle domande da fare a Giuliani…

    Condivido e propongo anch’io le stesse domande già poste da topo ruggente (in risposta al post n.1), da pomik (in risposta al post n.18) e da caracuni (in risposta al post n. 32).
    Oltre a queste domande (tutte ben poste e per niente "offensive"… se Giuliani ci darà una risposta convincente, tutti saremo molto più contenti di accettare il suo metodo come valido!!), io metterei l’accento su un paio di domande un pò meno tecniche e un pò più "pratiche"…

    (1) Dove ha trovato Giuliani i soldi per pagare il brevetto dell’invenzione? Lo ha pagato di tasca sua, o è stato finanziato da qualcuno?

    (2) Perchè il brevetto è stato ritirato proprio in Giappone (nel 2006)?

    La domanda su cui porrei maggiormente l’accento, e che più di ogni altra potrebbe aiutare a dissipare i dubbi, è quella in cui si chiede a Giuliani di farci vedere più dati, in modo da stabilire con più chiarezza la correlazione esistente tra picchi di radon e scosse successive. In particolare, un pò di grafici relativi a giornate "normali" (senza terremoti) sarebbero estremamente interessanti…
    Proporrei a Giuliani (se fosse possibile) di darci due grafici temporali relativi a un mese di rilevamenti: il primo, che corrisponda ad un mese durante il quale ci sono state scosse; il secondo, corrispondente ad un mese durante il quale non ci sono state scosse.

    In generale, la cosa che mi lascia più perplesso sono affermazioni come quella fatta da byoblu nel suo commento al post n. 39:

    "A quanto ho capito, su una sequenza di 28 misurazioni, tutte e 28 hanno evidenziato correlazioni fortissime. Oltre l’80% di accuratezza. Il restante 20% pare che fosse legato non al non verificarsi di un sisma, ma all’incertezza nello stabilire a priori se si sarebbe trattato di una unica scossa o magari di più di una che si sommano, di cui evidentemente è impossibile stabilire epicentro e magnitudo singole."

    Ok, se così fosse saremmo tutti molto contenti, ma perchè Giuliani non ci fa vedere i DATI relativi a questa "sequenza di 28 misurazioni"? Perchè ce li racconta solo a parole? Dati e grafici alla mano, potremmo credergli partendo da qualcosa di più tangibile e non soltanto per verità di fede…

    • 28 misurazioni nell’arco di?

      Sono stati fatti test per assicurarsi che il fenomeno non sia
      a) Localizzato
      b) Temporale
      c) Casuale

  • claudio… giuro che non avevo visto il commento(renzo) sopra il mio….
    non avevo nessun intento polemico, ho riletto solo ora i commenti e l’ho visto.
    lascio al giudizio dei lettori ogni conclusione sulla questone posta da renzo.

  • Sulla questione Giuliani:

    Ho letto che possiamo suggerirti delle domande da "girare" a Giuliani, se le riterrai interessanti.

    Caro Messora, il punto non è intervistare Giuliani, cosa pure leggittima, ci mancherebbe altro ..

    ..il punto è che Giuliani -se non si vuole mettere nei guai per procurato allarme- ha solo una strada: esplicitare il metodo che Giuliani utilizza per passare dalle rilevazioni dei suoi strumenti al modello predittivo. Oltre che poter essere pubblicato su una rivista scientifica -un tale articolo che illustri il suo metodo- deve rispondere ai canoni della scienza.

    Quando Einstein disse -per la prima volta- che il tempo non scorreva sempre allo stesso modo (ad esempio in un orologio su un laboratorio ancorato alla superficie terrestre e un altro orologio per esempio su un aereo) … lo presero per pazzo.

    Però pubblicò la deformazione temporale che il suo modello prevedeva e quindi quando si fecero le misure sperimentali e si verificò che il modello era esatto -> Einstein divenne il può grande scienziato che la storia dell’umanità abbia avuto (e non solo per la questione del tempo, ma -in specie- per la formula di conversione massa energia).

    Nel caso di Giuliani urge una cosa analoga: necessita un modello matematico (magari probabilistico). Se Giuliani è un "praticone" e non sa realizzare il modello -da sé- consigliagli di farsi aiutare, ma il modello va esplicitato -> altrimenti lo manderanno (quasi sicuramente) in galera, per procurato allarme, appunto.

    Se vi serve la mia collaborazione, essendo io ingegnere e specializzato in teoria della misura, collaborerò volentieri (gratuitamente) al comitato scientifico che io invito Giuliani a organizzare con persone di sua fiducia.

    Hai la mia casella di posta.

    Auguri,

    L

  • @angel

    non sono un fisico nucleare, come la maggior parte delle persone presenti.
    e non mi intendo di misurazioni delle particelle.
    la risposta alla tua domanda e si, penso che bisogna approfondire le questioni "tecniche" anche in un discorso pubblico (come questo) ma senza i pregiudizi velatamente presenti in alcune "insistenze" domande reiterte e che sottintendono l’inaffidabilità di un uomo (non presente)che finora, in pubblico ha rilsciato interviste di tipo divulgativo, e quindi per loro stessa natura non esaustive.
    se poi volete proseguire la chiacchierata "tecnica" fatelo pure non sarò io a impedirvelo.
    ma non potevo tacere la violazione del topic
    Claudio ha anche "concesso" questa violazione, ma a cose fatte.
    e stata comunque una forzatura nei suoi confronti.
    depistaggi conplotti & co purtroppo sono una realtà e il nostro claudio (come dimostra anche ATTIVISSIMO) non e l’unica vittim dell’avvelenamento della rete.
    parlare di conplottismo et simila (come ha fatto qualcuno) fuori dal contesto in esame è fuorviante e scorretto.
    salute.
    MX.

  • Ora faccio una domanda un po’ stupida, ma mi viene da ridere:

    non si fa altro che mettere in discussione Giuliani ad ogni sua sillaba da qualche giorno, fra i commenti, e ciò potrebbe essere molto costruttivo se ne nascesse in effetti un’indagine approfondita… ma noto che lo si fa senza una qualifica, senza un nome e cognome, senza una controtesi attendibile, unicamente alzando polverone con dubbi (leciti per l’amor di dio) e domande a raffica.
    Domande rivolte peraltro a gente come me che di lavoro fa tutt’altro che il sismologo e che sta qua dentro unicamente per sentire la voce di chi è stato cassato dall’informazione pubblica.

    Trovo abbastanza inutile continuare a chiedere a Claudio o ai suoi lettori (tra cui io) di INDAGARE su Giuliani quando non lo si è fatto per tutta la vita assistendo alle interviste delle trasmissioni TV o leggendole sui giornali convenzionali. Cos’è, per ottenere credibilità almeno paritaria al TG4 (e quindi di livello piuttosto infimo) Claudio deve farsi sette volte il giro del mondo sugli alluci quando agli altri non è richiesto?

    Si tratta per lo più di acquisire le informazioni che Claudio ci fornisce e (se ci va) approfondirle, non vedo proprio perchè qua dentro si dovrebbero produrre articoli scientifici a sostegno di un’intervista. Il sig. Giuliani risponde per se stesso anche troppo, mi pare di vedere.

    Non lo so, ho la sensazione che così non si vada da nessuna parte. Il modo in cui io (personalissima opinione) utilizzo questo blog è quello di immagazzinare informazioni da fonti alternative alla divulgazione standard. Credere o meno alle previsioni di uno che fa il sismologo da qualche decennio o meno, sta solo ed unicamente a me… dov’è la disinformazione nel DARE un’informazione?

  • Premesso che credo nella buona fede di Giuliani e nella validità (anche se solo preliminare) della sua attività di ricerca. Peccato sia un "cane sciolto" e che i nostri illustri istituti di ricerca abbiano altro a cui pensare…
    Una cosa però mi piacerebbe chiedergli: se e come è possibile distinguere tra gli aumenti di radon (tipo quelli del 6 aprile) che sono stati seguiti da una sola forte scossa e gli aumenti di radon (tipo quelli del 27) che invece sono stati seguiti da numerose e piccole scosse.
    E poi: ma è vero che parte dei suoi strumenti sono andati distrutti? Gli aumenti del 27 da quanti strumenti sono stati osservati?

    Ciao e complimenti per il blog

  • Nedo, scusa… ma chi mai ha chiesto a Claudio di produrre articoli scientifici??!

    Claudio ha chiesto domande specifiche da rivolgere a Giuliani, punto!

    Nessuno chiede nulla di piu’ a Claudio… CI MANCHEREBBE!!!! cioe’, chiede, lo ha chiesto lui  

    E poi, se si puo’ approfondire la vicenda a te dispiace??

    • Penso che tu, topo.ruggente e angel possiate ben porre le vostre domande.
      Penso anche che ciò potrebbe dare valore aggiunto a Byoblu e ai byobluers, aumentando il coefficiente tecnico (sono sicuro, senza diventare un sito per esperti della materia).

      So per certo che Claudio è molto impegnato e ha una sua linea editoriale.

      Penso che una maggiore iniziativa e una maggiore responsabilità darebbe più sostanza ai vostri propositi e risulterebbe più fruttuosa per questo blog.

      Avanzo quindi la proposta che vi organizziate attivamente come gruppo di interesse per stendere una lista organica di domande da porre a Giuliani. Secondo me sarebbe utile accorciare la catena delle comunicazioni (anche perchè Claudio potrebbe avere alcune difficoltà nell’interpretare tecnicamente il senso delle vostre domande meglio di voi.

      Che te ne pare?

      Un saluto,
      cs

    • Uhm… pare che ci sia stato un casino di codice html nel mio commento… che lo rende quasi illeggibile. provo a ripostarlo:

      Mi riferivo anche a commenti nei post precedenti, in cui si faceva esplicita richiesta agli utenti ed anche all’admin di postare (termine odioso, avevo preferito sostituirlo con un non precisamente corretto "produrre") articoli scientifici che parlassero dell’attività; di Giuliani. Qualcosa di riconosciuto dalla comunità; scientifica cosiddetta, insomma.
      Da li la mia considerazione: per quale ragione io, admin e giornalista freelance o semplice lettore, devo postare una cosa del genere quando l’oggetto del topic è l’intervista ad un signore che fa un determinato lavoro e sostiene delle tesi UNICAMENTE per dargli voce quando i media tradizionali gliel’hanno tolta si dica pure in virtù; di scarso approfondimento o disinteresse del tema?
      Dovrei forse, secondo tale assunto, dedurre che ad ogni intervista del TG1 o del TG4 siano seguite produzioni di prove talquali da parte dell’audience per una tacita legge che prevede l’obbligo di intervistare solo qualcuno di cui si sa vita morte e miracoli?
      Concordo comunque nel dire che la rete è grande proprio per questa sua ambivalenza, per la quale ad un’informazione POSSA seguire un approfondimento che provenga da molte fonti, ma non per questo accuserei l’admin di dare troppo credito ad una persona senza produrre (o "postare") il suo curriculum vitæ; per intero… se quella persona si rivelerà in futuro un cialtrone, sarà la persona stessa a doverne pagare le conseguenze… altrimenti si fa garantismo sempre e solo verso gli inquisiti e si nega la fiducia agli incensurati
      😉

  • Si potrebbe usare google docs o roba simile, stendere un documento a 18000 mani.

    Chi è tecnico aggiunga la parte tecnica, chi non lo è, ma è interessato aiuti comunque, che più sono i cervelli meglio è.

    Alla fine Claudio potrà consegnare il documento conclusivo a Giuliani.
    Credo che sarebbe bello avere una lista di domande della gente comune con risposte per la gente comune.

  •  Io stò con Claudio al 100% e creedo che da questa faccenda Ci siamo solo rafforzati e siamo più forti di prima, Vai così Claudio 

    Meetup di Beppe Grillo La Spezia

  • Caro Byoblu e cari bloggers,

    Ho rivisto ora il mio commento #38 ed i successivi.
    Anche se vedo che qualcuno ha ripreso i miei temi (#47 per le informazioni di Paolo Attivissimo su come procedere in caso di oscuramento) (#40-05 e #46 , 46-03 e #50 per la sensibilità/specificità ed una richiesta a Giuliani dei suoi dati) temo di essere stato da altri assai frainteso.
    Qualcuno ha citato la netiquette, dandomi forse del maleducato e due voti negativi. Apprezzo Roberta #41 che detesta “chi, uscendo fuori dal coro, venga messo alla gogna e considerato sconveniente”.
    Forse ho usato espressioni troppo dure, l’ho scritto di getto al rientro di una giornata di duro lavoro ed esprimendo senza mezzi termini tutto il mio disappunto. Se Byoblu si è sentito offeso gli chiedo scusa. Non era nelle mie intenzioni offenderlo, ma solo esprimere con una certa rabbia la mia contrarietà a come vengono affrontati certi argomenti, nella maniera più sbagliata (e nel momento più sbagliato).

    Soprattutto mi riferisco alla sconsiderata denuncia fatta dal Giuliani. Ma ditemi voi come fa una persona presumibilmente onesta ed in buona fede, nella sua attuale situazione di attenzione dei media, a lanciare una denuncia “contro ignoti” per una presunta intervista manipolata “vista su internet” senza citare ne il link ne gli autori salvo poi correggersi dicendo che il video era “un altro”, ben sapendo che questo avrebbe potuto danneggiare Bioblu, fargli chiudere il sito e magari beccarsi una bella denuncia per procurato allarme? Mi pare sia questa azione, più di qualunque “allarme” (dovuto presumibilmente a chi accedeva ai grafici nel suo sito) a generare tutto l’attuale carosello mediatico.
    Possibile che nessuno di voi si sia chiesto o voglia rispondermi/si a una semplice domanda:
    Qual’è una spiegazione plausibile ad una azione del genere?
    Non so a voi ma, nella mia modesta opinione, questo purtroppo rafforza la sensazione di scarsa affidabilità che ho già espresso nei post precedenti citando affermazioni di Giuliani (tutte documentate da video su YouTube) nei quali egli affermava cose diametralmente opposte: es: in una che lo sciame dal 15 gennaio era anomalo, e in un’altra che non era affatto anomalo, in una che la notte del terremoto era in casa e l’ha vista torcersi, in un’altra che era fuori casa con tutta la famiglia ecc. ecc.

    Saluti

    • Può anche darsi che il Sig. Giuliani non conosca queste tacite regole del web percui si debba salvare un link, scaricare un documento, etc. E’ un signore dell’età di mio padre e forse più, il quale ha lavorato per 30 anni davanti ad un PC limitandosi ad utilizzarlo per le operazioni che gli servivano per lavoro, se gli dici "link" quello alza un sopracciglio… parlo di mio padre eh, che non è uno sprovveduto, era un quadro direzionale di una nota banca tra le più sane. 😉

      Probabilmente Giuliani ha agito in modo sconsiderato agli occhi di un utente della rete, ma in modo assolutamente normale di fronte ad un documento prodotto da ignoti (certo, poteva salvarsi il nickname di YT di chi ha postato il video contraffatto ma… come sopra…), anche un filo esausto di vedere la sua figura professionale continuamente oggetto di manipolazioni.

      Non credo che volesse far ricadere volutamente le colpe sul Messora, a dimostrazione del fatto che abbia poi rilasciato lui una smentita celere ed argomentata e che nella denuncia, appunto, non ne abbia mai fatto il nome pur conoscendolo.

  • Volevo fare un’osservazione: la censura, voluta o meno, del video ormai noto, c’è stata, la reazione della rete anche. Ma diamo il giusto peso a questa cosa. Ho letto il post, questa lettera pubblicata da Enzo Di Frenna, e mi è parso per un attimo lo sfogo di un complottista. Non so se fosse ironico in certi passaggi, ma anche dai commenti vedo prendere forma un ambiente da scie-chimiche. Dai, siamo seri, non sto dicendo che non ci sia stata volontà di colpire Byoblu, ma calcare troppo sulla vicenda, prospettando task force segrete che vigilano su facebook e youtube mi sembra un po’ azzardato e soprattutto controproducente. Già li vedo, i detrattori della rete: "Avete visto? Pensano che ci sia un complotto governativo contro quel blog!". Reagire sì, ma occhio alla misura… ci sono cose che sarà sempre molto difficile provare.

    In sintesi: pieno concordo col commento #31

    Enjoy

  • A PROPOSITO DI COMPLOTTI… un momento di riflessione!

    CHI dice che la tal IPOTESI sia un complotto… e quindi, secondo il sentir comune, una falsita’?? una esagerazione?? una invenzione… ecc…ecc… ??

    Di solito proprio chi difende le solite "verita’ ufficiali"…. che mai e poi mai qualcuno puo’ permettersi di mettere in discussione… pena la forca!!!

    Un complotto… in realta’, o presunto tale, nasce per comodo! diventa un ottimo sistema per nascondere la verita’… racconti una palla, la fai raccontare a tutti… la fai scrivere su tutti i giornali… e, di colpo, quella palla diventa UNA VERITA’ inconfutabile ed indiscutibile!

    Questo sistema funziona con tutto!!! anche il "presunto" complottismo relativo al controllo occulto della rete e’ una realta’ nascosta!

    Si potra’ pensare, magari, che LE ISTITUZIONI non permetterebbero mai un fatto simile… PALLE… questi meccanismi sono messi in atto proprio da loro!

    E per far notare che dopotutto cio’ che dico non e’ una idiozia… vi invito alla visione di questo video:

      http://www.youtube.com/watch?v=Qslx5XZp2vI&feature=channel_page

      PRIMA di dire che sono matto… GUARDATE… e poi chiedetevi…

      MA ALLORA… cosa ci hanno raccontato in questi anni?? SOLO PALLE???

      … no, non solo palle… ANCHE DI PIU’…

      E QUINDI, prima di bollare questa o quella "ipotesi" come complottismo… un attimo di silenzio, e riflettete!!!!!

  • … 01/05/2009 ore 23 circa… volevo rivedere un mio preferito: "piero ricca su ferrara/aborto", ma scopro che questo come altri video di blogosfere è stato disattivato… tutto sotto controllo infame, nn è così?

  • Bhe.. per arrivare ad un golpe ce ne vuole. Noi non temiamo tali controlli in quanto riportiamo ciò che gia esiste in rete e non siamo degli sprovveduti. Anche qualcuno di noi a lavorato per lo stato in ambienti molto delicati e per molti anni. Diventerebbe una lotta alla pari.. Buon lavoro quindi agli ipotetici 007, che noi pensiamo possano essere a Roma e non a Milano. Anche noi abbiamo degli spyweb..

    http://reporterpercaso.blogspot.com/

  • Bhe.. per arrivare ad un golpe ce ne vuole. Noi non temiamo tali controlli in quanto riportiamo ciò che gia esiste in rete e non siamo degli sprovveduti. Anche qualcuno di noi a lavorato per lo stato in ambienti molto delicati e per molti anni. Diventerebbe una lotta alla pari.. Buon lavoro quindi agli ipotetici 007, che noi pensiamo possano essere a Roma e non a Milano. Anche noi abbiamo degli spyweb..

    http://reporterpercaso.blogspot.com/

  • Bhe.. per arrivare ad un golpe ce ne vuole. Noi non temiamo tali controlli in quanto riportiamo ciò che gia esiste in rete e non siamo degli sprovveduti. Anche qualcuno di noi a lavorato per lo stato in ambienti molto delicati e per molti anni. Diventerebbe una lotta alla pari.. Buon lavoro quindi agli ipotetici 007, che noi pensiamo possano essere a Roma e non a Milano. Anche noi abbiamo degli spyweb..

    http://reporterpercaso.blogspot.com/

  • Caro emilio e cari liberi informati, Vi scrivo per esprimere il mio rammarico. Parliamo di etica, di morale, di legalità, di diritti e poi tutti pronti a trasformare una tragedia in un teatrino sconcertante su giuliani si o giuliani no. Gente, al posto di pendere dalle labbra di chi afferma di fare informazione e poi non esita a tuffarsi (in buon stile vespaiolo) su false e stupide scoperte, navigate su internet e visitate il sito dell’UGSV, vi renderete conto che la scossa del 6 aprile non è stata di 5,8 di magnitudo, bensì secondo l’istituto americano di 6,3. Sapete che significa? Sappiate che quando il terremoto è d’intensità superiore al 6 % lo stato è tenuto a risarcire il 100%. Non è più interessante dibattere e cercare di capire come mai si sia potuta verificare una differenza tale tra due istituti geofisici? Ma evidentemente a voi interessa di più fare "informazione" e quindi continuate pure con il teatrino giuliani si giuliani no… 

  • Nessuno ci impedisce di fare entrambe le cose!

    ANZI!!!

    Pero’… devi vedere con esattezza a quala scala si riferisca!!!

    Perche’, esiste la Magnitudo Richter che conosciamo tutti… e qui dovremmo stare sui 5,8 o 5,9 … e ne esiste un altra (di cui io, francamente, ignoravo l’esistenza) che e’ una evoluzione della Richter… per la quale staremmo sui 6,3!!

    Che poi lo stato cerchi di avere dei motivi per non pagare… CAPIRAI CHE NOVITA’…

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi