Il dittatore dello stato libero di Bananas

Una volta si diceva C’è del marcio in Danimarca, ma i tempi cambiano. Dopo gli svedesi, oggi sono i danesi a dire che c’è del marcio in Italia. Lo dicono anche in televisione. Aftenshowet, un programma molto seguito, il 16 giugno ha mandato in onda un servizio con il giornalista danese Morten Beiter che, avendo la fortuna di seguire le vicende del nostro paese, non si annoia mai e soprattutto ha lo stipendio assicurato.
Per l’Europa siamo il bau-bau, l’uomo nero della democrazia. Per dirla come loro, siamo una democrazia un po’ particolare. Forse anche una consolazione: in fondo, non sono ancora finiti come noi. Che si tratti di uno spot o di un’intervista, i loro pezzi iniziano sempre con un paradosso: «Immagina che Lars Lokken – il Premier danese – possegga e controlli gran parte dei media danesi. Immagina che sia stato oggetto di numerosi procedimenti penali, coinvolto in casi di corruzione, truffa ma, ogni volta che il sistema giudiziario sta per processarlo, immagina che si faccia una legge per mettersi al riparo. Immagina ancora che il nostro Premier passi il suo tempo tra feste private con amici e giovani ragazze… [ndr: ora si scopre che venivano pure pagate]. No, eh? E’ un po’ difficile da immaginare. Tutto ciò è realtà in uno dei più grandi paesi europei, l’Italia.»
Ecco il testo dell’intervista.
Intervistatore: «Benvenuto a Morten Beiter. Tu sei stato spesso in Italia per lavoro e sei un conoscitore della sua politica. Berlusconi è stato coinvolto in diversi scandali per anni, ed è ancora al potere. Che genere di persona è?»
Morten Beiter: «E’ un uomo che non va visto come un moderno politico. Per lo più è un principe d’altri tempi che può permettersi di agire come desidera.»
Intervistatore: «Se c’è qualcosa che non gli va giù?»
Morten Beiter: «Se c’è ad esempio una legge che può metterlo nei guai con la giustizia è sempre pronto a farne subito una nuova. Ad personam.»
Intervistatore: «Qui abbiamo una clip dove Berlusconi agisce in modo non conscono al ruolo che ricopre. [ndr: trasmettono il video di Berlusconi che si scopa una vigilessa per strada] Come reagiscono gli italiani davanti a queste cose?»
Morten Beiter: «Beh, una grossa fetta di italiani prova vergogna per il fatto che il loro primo ministro venga deriso all’estero. Ma c’è anche una parte di italiani che non considera ciò negativamente, e che pensa che le sue uscite siano parte del suo modo di essere giovanile
Intervistatore: «E’ questa la figura dell’italiano tipo?»
Morten Beiter: «Beh, gli italiani sono tanti e diversi. Berlusconi è “un” tipo, ma è prima di tutto un uomo con un enorme potere politico ed economico.»
Intervistatore: «Abbiamo un frammento video che mostra come Berlusconi spesso attiri l’attenzione dei media di tutto il mondo. Qui è in Russia, dove parla del Presidente degli Usa Obama. [ndr: trasmettono il video di Berlusconi dove dice che Obama è abbronzato] Giovane, bello e abbronzato. E lo dice ridendo! Come si potrebbe definire questo atteggiamento? Poco elegante? Divertente?»
Morten Beiter: «E’ tipico dell’humour di Berlusconi. Molti ridono delle sue battute, delle sue barzellette. Anche oggi, in occasione della sua visita ufficiale negli Usa, è tornato sulla famosa battuta dicendo che andrà bello e abbronzato per non sfigurare con Obama.»
Intervistatore: [incredulo ]«Non riceve critiche per questo?»
Morten Beiter: «Certamente, l’opposizione le fa, ma chi è dalla sua parte prende tutto positivamente.»
Intervistatore: «Perchè funziona così in Italia? Qui da noi se il Premier si comportasse così’, sarebbe un casino!»
Morten Beiter: «L’Italia è una democrazia un po’ particolare. Berlusconi controlla anche una parte importante della stampa che non osa criticarlo. In Italia prevale un certo atteggiamento acritico nei confronti dei potenti. Su questo non c’è alcun dubbio!»
Intervistatore: «Abbiamo una clip su una sua visita ai terremotati dell’Abruzzo, in aprile, dove fa una battuta su un Assessore donna molto procace. [ndr: trasmettono il video di Berlusconi che chiede di palpare la signora
Morten Beiter: «Si trattava di un Assessore di Trento, una donna visibilmente formosa. Berlusconi non è riuscito a trattenersi dal fare la solita battuta e ha detto: “Posso palpare un po’ la signora?“. A seguire, le risate di chi gli stava intorno. Lo trovano divertente. Una persona potente che ritiene di poter dire e fare ciò che gli pare.»
Intervistatore: «Ne esce ogni volta bene?»
Morten Beiter: «Già!»
Intervistatore: «Lo scandalo più recente riguarda i problemi con la moglie. La separazione, le feste con giovani ragazze… Quali sono le conseguenze?»
Morten Beiter: «Sul piano politico? Non ne ha risentito granché: alle europee ha preso circa il 35%. Un po’ meno delle sue previsioni, ma rimane politicamente forte. Chi lo vota continua a farlo e il paese rimane diviso tra chi lo odia e chi lo ama. Più estremista diventa, più il paese si spacca. Sono sempre meno quelli che gli sono indifferenti, mentre aumentano i pro e i contro.»
Intervistatore: «A 72 anni, quanto ancora può durare?»
Morten Beiter: «Io credo che possa durare ancora a lungo. E’ molto attivo e sembra godere di buona salute. C’è piuttosto da chiedersi cosa accadrà dopo Berlusconi. L’opposizione è debole, frammentata e incapace di coalizzarsi.»
Intervistatore: «A te non dispiace tanto, altrimenti non potresti scrivere più nulla su tutto questo…»
Morten Beiter: «Non c’è dubbio. Quando l’Italia non è governata da Berlusconi rischia di diventare noiosa!»

15 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  •  
    Quando le proposte della maggioranza dei cittadini, verso le soluzioni alle necessità che sentono più urgenti avranno un peso minore di quelle diffuse da pochi con i media, di fatto, non si vivrà più in uno stato democratico.
     
    Un leader scaltro, che ha come obiettivo il controllo di una nazione democratica moderna, non compie mai azioni che non sono motivate dalla massa.
     
    Proporre invece di Reagire:
     
     
  • Proprio oggi ho ricevuto la mia bella letterina di licenziamento!!
     
    Mi fà piacere saper che, colui che dovrebbe, pagato profumatamente (e che cazzo di profumo!!), risistemare la situazione economica italiana disastrata e instradare il paese fuori dalla crisi economica mondiale, organizzi festini con belle giovani donne incurante di quello che accade,  Ma tanto a questo signore a conti fatti ma che cavolo gliene frega di aiutare la gente….ha 72 è ricco sfondato ha tutto tromba 1000 volte più di me che ne ho 34 di anni, ha ville sparse per l’itlia/mondo….perchè cruciarsi e indaffararsi per aiutare 60 milioni di sconosciuti!!
     
    Quest’estate mentre risparmierò fino all’ultimo centesimo del tfr che mi daranno a casa mia perchè non potrò nemmeno permettermi di fare una vacanzina ad uno stagno e mi dannerò a trovare un altro lavoro, se mai riuscirò a trovarlo, il signor Berlusconi se ne andrà a zonzo con il suo bellissimo yotch pieno di ragazze giovani da palpare e se ne starà lì ad abbronzarsi così non sfigura dinanzi a Obama la prossima che volta che lo incontrerà…
     
    come disse il Marchese del Grillo nel film:
     
    <<…io sono io e voi non siete un cazzo!!>>
  • Io odio Berlusconi lo vorrei veder morto, ma in questo video secondo me i gironalisti si soffermano troppo sulla sua vita privata e il suo atteggiamento in ambiti spesso non politici.
    Perchè non si è accennato alle dichiarazioni in abruzzo secondo me scandalose, quando dice prendetela come un week end al mare!!!
    Per me lui può andare a zoccole tutti i giorni non c’è problema, però prima dobbiamo vivere in un paese dove tutto funziona, se lui fa il suo lavoro e lo fa bene e poi va a zoccole non me ne frega niente.
    Peccato che lui non fa funzionare un cazzo e sta distruggendo il nostro paese e le nostre vite.
    Alla fine mi vien quasi da dire che gli italiani se lo meritano, visto che son così scemi da rivotarlo…….
    • Sicuramente non lo meritano, ma SICURAMENTE lo votano, altrimenti non si spiegherebbe perchè è ancora al governo nonostante tutto-
  • Io odio Berlusconi, ma in questo video secondo me i gironalisti si soffermano troppo sulla sua vita privata e il suo atteggiamento in ambiti spesso non politici.
    Perchè non si è accennato alle dichiarazioni in abruzzo secondo me scandalose, quando dice prendetela come un week end al mare!!!
    Per me lui può andare a zoccole tutti i giorni non c’è problema, però prima dobbiamo vivere in un paese dove tutto funziona, se lui fa il suo lavoro e lo fa bene e poi va a zoccole non me ne frega niente.
    Peccato che lui non fa funzionare niente e sta distruggendo il nostro paese e le nostre vite.
    Alla fine mi vien quasi da dire che gli italiani se lo meritano, visto che son così stupidi da rivotarlo…….
     
  • REPUBBLICA:
     
    "…Confindustria: pil 2009 a -4,9%

     
    ripresa "faticosa" nel 2010
     
     
    Allarme occupazione. Nei due anni tra il primo trimestre del 2008 e il primo del 2010, la recessione causerà la perdita di circa un milione di unità di lavoro (tra posti di lavoro e cassa integrazione). Il Centro studi di Confindustria sottolinea che il tasso di disoccupazione arriverà quest’anno all’8,6% e nel 2010 al 9,3%, "livello che non veniva più toccato dal 2000".

     
     
     
     
    CHE CULO FACCIO PARTE DI UNA STATISTICA AZZECCATA!!!!
     
    QUESTA NOTTE PRIMA DI CORICARMI DEDICHERO’ UNA PREGHIERINA A BERLUSCONI PERCHE’ SI ABBRONZI BENE E PALPI BENE QUEST’ESTATE….
     
    SIGNOR PRESIDENTE SI METTA LA CREMINA PROTEZIONE TOTALE MI RACCOMANDO NON VORREI MAI CHE SI SCOTTASSE AL SOLE DELLA SARDEGNA CHE POI MI ENTRA AL BILIONAIRE CON FACCIONE TUTTO ROSSO!!! BERE UN CRISTAL IN QUELLE CONDIZIONI CHE INDECENZA!!
  • Temo che quello spezzone in cui si vede il suo sosia con la vigilessa, infici la presentabilità dell’intero servizio.
    E che quello sia un sosia è evidente: papi non avrebbe certo fatto un gesto del genere; la vigilessa non sarebbe mai stata lì di spalle in quel frangente; il personaggio sembra veramente Silvio; gli uomini di scorta non sono credibili, come atteggiamento e come fisionomia, né sono i soliti che si vedono sempre quando c’è quello vero.
  • Temo che quello spezzone in cui si vede il suo sosia con la vigilessa, infici la presentabilità dell’intero servizio.
    E che quello sia un sosia è evidente: papi non avrebbe certo fatto un gesto del genere; la vigilessa non sarebbe mai stata lì di spalle in quel frangente; il personaggio sembra veramente Silvio; gli uomini di scorta non sono credibili, come atteggiamento e come fisionomia, né sono i soliti che si vedono sempre quando c’è quello vero.
  • Temo che quello spezzone in cui si vede il suo sosia con la vigilessa, infici la presentabilità dell’intero servizio.
    E che quello sia un sosia è evidente: papi non avrebbe certo fatto un gesto del genere; la vigilessa non sarebbe mai stata lì di spalle in quel frangente; il personaggio sembra veramente Silvio; gli uomini di scorta non sono credibili, come atteggiamento e come fisionomia, né sono i soliti che si vedono sempre quando c’è quello vero.
  • come si può continuare a lsciare il governo di un paese,"esercito,servizzi segreti"in mano ad un cocainomane puttaniere?Bisognia informare tutti gli italianidi questo.Non è solo una vergognia ma anche pericoloso.
    saluti Giuliano da Berlino
  • Segnalo due "chicche".
     
    La prima: in zona Rimini arriva la segnalazione di una certa Katya, la riporto:
    "Alzando la cornetta sono rimasta sbigottita.La voce era proprio quella di Berlusconi (con un sottofondo musicale) che mi parlava. Dopo il primo momento di stupore misto a rabbia ho capito che era la nuova campagna elettorale del PDL. Ora, qui a Rimini, mandano registrazioni telefoniche, famiglia per famiglia,alla ricerca di voti per i prossimi ballottaggi. Spero tanto che i miei concittadini e gli Italiani sappiano usare bene la testa e non si facciano infinocchiare dalle chiacchiere inconcludenti di questa parte politica."
     
    La seconda, la pubblicano invece in Francia:
    Chirac et le cavaleur Berlusconi
     
    "Ce bidet, tu ne peux pas savoir combien de paires de fesses il a accueillies!"
    "Questo bidet -caro Chirac, ndt- non puoi immaginare quante paia di chiappe ha accolto!"
     
    L’ancien président français a confié quelques souvenirs de sa visite d’une villa berlusconienne.
     
    Jacques Chirac a évoqué récemment devant un visiteur deux souvenirs précis qu’il a de Silvio Berlusconi, "un type un peu étrange", alors que celui-ci suscite dans son pays une vive polémique pour son penchant supposé pour les jolies jeunes filles.
    Jacques Chirac reçoit Silvio Berlusconi à L’Elysée, le 4 octobre 2005.
     
    Un jour, le président du Conseil italien invite le chef de l’Etat français – sans son épouse, Bernadette – dans l’une de ses villas. Quand il lui montre sa salle de bains, il agrémente la visite d’un commentaire: "Ce bidet, tu ne peux pas savoir combien de paires de fesses il a accueillies!"
     
    Une autre fois, Jacques Chirac remarque la présence de nombreux magazines avec des photos de femmes dénudées. "Je feuillette un peu, ce n’était pas très convenable, a raconté Jacques Chirac. Et je lui demande pourquoi il a laissé traîner toutes ces revues." Réponse de Silvio Berlusconi, qui joint le geste à la parole: "Celle-ci, je l’ai eue, celle-là aussi…"
     
     
     
  •  Berlusconi lo Odio Perchè, facendo cazzate, lui viene idolatrato, mentre se io le faccio, vengo classificato come il classico "Scemo del Villaggio". Lui Si Tomba anche le Ragazzine più adatte al Sottoscritto e le fa diventare famose, mentre io mi accontenterei di fare da autista alla mia cantante preferita! Che mondo di Feci!!!!<
  • Non so se esagero, ma penso che Berlusconi incarni molto bene il cittadino italiano.
    La "reale" maggioranza (ben oltre il 35% elettorale) lo invidia e vorrebbe trovarsi al suo posto.
     
  • Nonostante l’intervistatore lo incalzasse per fargli dire qualcosa di eclatante, la persona intervistata ha risposto da vero gentiluomo dimostrando come il cliche della sinistra "L’Italia sfigura all’estero". "tutti ci prendono in giro", sia in realtà un convincimento nostrano di chi buon anima non riesce a darsi pace del fatto che Berlusconi governi il paese. All’estero siamo visti come un paese atipico, come l’Italia di sempre. Perchè diciamocelo normali non siamo stati mai. Berlusconi incarna l’italiano tipo, pizza, donne, mandolino e anche un pò mafia. Ma questa è l’Italia di sempre e nel mondo saremo sempre visti cosi.
  • I più visti

    Sostieni l’Informazione Libera

    Hot News

    Top

    Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi