Sisma, stessa sequenza del pre terremoto

Come è ormai consuetudine, il blog ha raggiunto Giampaolo Giuliani per dare una risposta alla fame di notizie che comprensibilmente attanaglia i cittadini abruzzesi, specialmente ogni volta che la terra ricomincia a tremare. Si è creato un enorme interesse intorno alle sue ricerche, e preannuncio che entro qualche giorno sarà disponibile sul blog una ulteriore intervista in cui il ricercatore aquilano, sulla scorta dell’appassionata discussione circa la tecnica di misurazione del Radon che si è sviluppata sul blog – per esempio nel post “Giuliani: INGV in ritardo di 10 anni sulla ricerca” e nel post “Le nuove scosse del 22 e 23 giugno – si addentrerà con maggiore chiarezza nel funzionamento dei suoi rilevatori. Non mancheranno colpi di scena.
Mi segnalano da più parti che il sito web dell’INGV da alcuni giorni non riporta più le indicazioni sulla magnitudo delle scosse telluriche abruzzesi. Oggi tra l’altro risulta del tutto irraggiungibile. Solo quattro giorni fa, nel post “L’INGV risponde“, Antonio Piersanti – INGV – notava che «tutte le considerazioni quantitative che Giuliani fa sull’attivita sismica di questi giorni provengono dagli apparati di monitoraggio INGV». Ho cercato di mettermi in contatto con Antonio ma non è raggiungibile neppure lui. Che l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia sia chiuso per ferie?
Nel frattempo, Giuliani va avanti. Ecco la trascrizione dell’intervista contenuta nel video.
Claudio Messora: «Giampaolo, che novità?»
Giampaolo Giuliani: «In questo momento, da un po’ di giorni la terra sta tremando a una trentina, quarantina di chilometri da L’Aquila, nel territorio compreso tra i monti della Laga e il Reatino. Diciamo che gli epicentri sembrano essere localizzati quasi tutti tra Città Reale e Montereale, quindi interessano i paesi di Borbona, Capitignano etc.. C’è una frequenza molto alta di eventi, per fortuna di piccola intensità. Parliamo di eventi strumentali, settanta al giorno circa e anche più, con dei picchi che arrivano anche a 3.1, 3.2.
Sembra anche che ci sia un incremento. In realtà noi stiamo monitorando la situazione con il nostro Radon e osserviamo che si mantiene ad un livello simile alla settimana scorsa, intorno al 2.200 di counting rate. E’ leggermente in aumento. Mentre i giorni precedenti questo incremento di sismicità era quasi sceso di 500 punti, in questo momento si è rialzato, riportandosi ad una media di 300 punti più su. Questo giustifica la frequenza di eventi che si sta verificando, e tra l’altro come dicevo prima gli eventi che osserviamo non sono localizzati sul nostro territorio, ma in realtà sono distanti tra i 30 e i 40 chilometri da L’Aquila. Bisogna mantenere d’occhio quella zona, perchè se gli eventi dovessero incrementare allora la situazione potrebbe diventare un pochino più seria.»
Claudio Messora: «Noti dei paralleli tra la situazione della successione di eventi di gennaio, febbraio, marzo scorsi e quella attuale?»
Giampaolo Giuliani: «In un certo senso sì, perché negli ultimi giorni questo incremento di eventi sismici, anche se la maggior parte a livello strumentale tra cui alcuni a 3/3.2 che la popolazione riesce ad ascoltare e che incutono un certo timore, sembrebbe avere la stessa progressione. Ciò non toglie che il tutto possa fermarsi prima. Al momento, diciamo che non abbiamo nessuna informazione su un evento molto forte. Però, come tu ben sai, noi riusciamo a prevedere eventi più forti tra le 6 e le 24 ore prima. Quindi, in questo momento [ndr. 30 giugno 2009 ore 14:40], possiamo dire che per le prossime 24 ore osserviamo solo una sequenza sismica con massimo di 3.1 / 3.2. Poi, eventualmente dovessimo osservare qualcosa di più delicato, sarei il primo a mettere in allarme le persone, a dire “state attenti, se doveste ascoltare più di due scosse nello stesso giorno di una certa entità, allora decidete di dormire fuori“.»
Claudio Messora: «Avvertiresti anche il blog nel caso di un incremento anomalo delle tue rilevazioni di Radon?»
Giampaolo Giuliani: «Certo, certo! Direi a tutti di prestare molta attenzione alla situazione, perchè in quel caso sarebbe diventata delicatissima. Perché non avvisare le persone e dire di stare molto all’erta? In ogni caso, da qui a 24 ore non ci dovrebbe essere nessun evento catastrofico. Stiamo osservando un leggero incremento di Radon, speriamo che non vada su. Però nei prossimi giorni quello che controlleremo è proprio la soglia, perché un incremento della soglia significa anche un incremento di eventi sismici. Comunque tutte le mattine e tutte le sere mi chiamano un po’ da tutto l’Abruzzo per avere le previsioni del tempo.. volevo dire del terremoto.. per cui avrò l’opportunità di allertare un po’ tutti quelli che mi chiamano per dire State attenti, State meno attenti, State molto più attenti
Claudio Messora: «Allora ti chiameremo anche noi del blog tutte le mattine così faremo un bel boxettino nell’angolo a destra…»
Giampaolo Giuliani: [ndr: ride] «No, ti prego!»
Claudio Messora: «…scriveremo “Le previsioni meteo di Giampaolo Giuliani”»
Giampaolo Giuliani: «Va bene!»
Claudio Messora: «Ciao Giampaolo, grazie.”»
Giampaolo Giuliani: «Ciao.»
SEGNALAZIONI


LA REALTA’ PARALLELALettera di Fabrizio Iuliano
Ciao Claudio,
sono un ragazzo di L’Aquila, e ahimè sto vivendo in una realtà parallela a quella che molti giovani della mia età vivono. Purtroppo ogni giorno ci sbattono im faccia nuovi problemi legati a questo sisma. Mi paicerebbe che qualcuno parlasse di questi problemi, REALI, visto che l’informazione “pubblica” non ne tratta e si concentra solo su stronzate.
Berlusconi parla di 15000 persone sistemate in queste casette di legno entro novembre, che per lui sarebbero la totalità degli aquilani. Peccato che noi sfollati siamo molti di più: le cifre dei non agibili si agirano sulle 40000 persone. Significa che a novembre 25000 persone saranno ancora in tenda o in altre destinazioni, ma non nelle loro case.
Berlusconi ci ha promesso cassa integrazione per liberi professionisti, commercianti e artigiani del centro storico. Io appartengo alla categoria e ancora non vedo un euro, cosi come il bonus di 400 euro a famiglia per pagarsi un affitto ancora non viene dato.
Poi nel quotidiano la vita non è ripresa affatto come dicono in televisione, perchè molti sono disoccupati e in tenda. Tra l’altro quando dicono che riapre un qualcosa come per esempio una scuola, si è vero: ha riaperto, ma si tratta di una. Molta gente probabilmente non potrà iscrivere i propri figli qui a L’Aquila a settembre, cosi come gli universitari non potranno tornare perche non ci sono posti letto per i fuori sede.
Se ascolti ogni singolo aquilano ti tira fuori un problema dopo l’altro, cosi come con questo decreto legge sarà impossibile vedere la mia cara piccola città ricostruita.
cordiali saluti
Fabrizio Iuliano

50 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ciao Claudio,
     
    ti segnalo la pagina a cui si accede ai Grafici che cerco di tenere sempre il più aggiornati possibile.
     
    Ho appena aggiunto un analisi della situazione dei Monti Reatini.
     
    spero di aver fatto cosa gradita.
     
    Web.
  • Per prima cosa ringrazio Giampaolo Giuliani e Byoblu per quello che stanno facendo. Grazie di cuore.
     
    L’idea di creare un piccolo box dove giornalmente avere delle informazioni sulla situazione radon credo sia eccezionale.
    Vi prego non abbandonate l’idea.
     
    Grazie e buon lavoro.
     
     
     
  • non porto alcun contributo a quello che Giuliani e Claudio in differenti modi fanno in modo straordinario. Mi premeva dire una cosa la SCIENZA vera è fatta di umiltà : cioè il fatto di accettare di non sapere tutto , ma addirittura che non si possa sapere tutto. Chi non ha compreso in fisica e matemetica il PRINCIPIO DI INDETERMINAZIONE DI HEISENBERG e il TEOREMA DI GODEL  non ha compreso che le verità matematiche e scentifiche sono limitate.
  • La cosa più triste è la lettera sulla "Realtà parallela", lettera che verosimilmente sarà letta da poche persone all’infuori di questo blog… Non vorrei risultare ‘evangelico’ ma ‘non si vive di solo pane’, e non si può pensare che l’esistenza possa essere semplice sopravvivenza.
     
    Non so quali tipi di climi ci siano in Abruzzo e nelle varie zone, ma vi immaginate cosa possano essere le tende adesso con questo caldo infernale? E la sera, tra qualche mese? E cosa faranno tutte queste persone senza scuola, università, lavoro, servizi, etc? Peggio che prigionieri nella loro stessa terra…
  • Grazie,
    veramente grazie.
     
    Non posseggo le parole per descrivervi l’utilità del servizio che state offrendo.
     
    Grazie 
  • Volevo ringraziare Giuliani e te Claudio, io sono fuori Italia, ma ho vissuto dal vivo la paura del terremoto a solo 20 km dall’epicentro…
    e ora che sto vedendo che sta di nuovo prendendo forza, l’unica maniera per tenermi aggiornata siete voi, e così ho il modo di "aiutare e tutelare" anche da lontano la mia famiglia….
     
    Grazie davvero a voi che ci mettete la Faccia ed il cuore!
     
  • Tra una settimana a l’Aquila dovrebbero arrivare i capi di stato per il G8, con un intero esercito a garantire la loro sicurezza.
     
    Dite che si sentiranno sicuri, con la terra che je trema sotto al culo?
     
  • Grazie a Claudio per darci notizie sulle "previsioni meteo" (a proposito….ma com’è che per il meteo si può parlare di "previsioni" e per i terremoti le previsioni non sono possibili? Boh…i misteri della scienza…) e grazie soprattutto a Giuliani per il suo lavoro…
     
    Una richiesta….non si potrebbero fare le previsioni…diciamo…nel tardo pomeriggio/sera? Come potete vedere dall’orario del mio commento…qua la notte è dura!!!
     
    Grazie ancora!
  • un grz enorme  a claudio x l’impegno ke mette x tenerci aggiornati suul’evoluzione del sisma in abruzzo!!!un grz a giuliani ke nonostante la situazione tragica a l’aquila continua i suoi studi e ci informa di come procede la situazione!
  • Grazie grazie grazie!!! Lo dico avendo vissuto tutta la tragedia e rischiando di trovarmi anch’io sotto quelle macerie dell’Università di Lettere dell’Aquila, dove per fortuna ci sono rimasti solo i nostri cari libri. Mi viene ancora un brivido se penso… "se fosse successo di mattina..!!!". Per questo grazie mille a Giuliani che con la sua umiltà e senza nessuna pretesa da superuomo ci rende partecipi della situazione per quel che la natura gli presenta davanti mano mano. Più lo ascolto e più si capisce la sua sincerità, buona fede, passione per quello che fà. E grazie a Claudio perchè permette tutto questo. Tanta gente ancora crede di poter avere notizie di GIuliani dalla TV, che cretini, ed io li "dirotto" su questo sito. Speriamo di essere sempre più numerosi.
    1. Proprio per questo e per quanto riguarda la situazione all’Aquila, nessun TG ha parlato della grossa manifestazione di domenica degli Aquilani: Bertolaso continua a girare tra le tende dicendo che a settembre tutti avranno una casa, ma la gente non è così deficiente da crederci e soprattutto si è informata alla fonte. Ha chiesto ai muratori e alle ditte che stanno lavorando a quelle prime case e la risposta è stata che forse, se tutto andrà liscio, saranno pronte per fine Dicembre! E solo per 3000 persone. Le altre 37000? Giustamente una mia amica sfollata mi chiedeva: " E quelle prime poche case a chi toccheranno? Con che criterio le affideranno?" Rimarranno a scavare il fango alto 40 cm nelle tende e poi a picconarlo perchè si secca, come in questi giorni, per chissà quanto tempo. E intanto tutto Luglio si preannuncia piovoso…Scusatemi per questi miei sfoghi, ma tornare al centro dell’Aquila e vedere tutto ancora così abbandonato ( a parte le Chiese ovviamente ) con quell’odore e quel silenzio da cimitero ( vi assicuro che è proprio lo stesso) mi ha fatto un brutto effetto. Ma intanto hanno creato dal nulla un aeroporto e 30km di strada in un battibaleno, per non parlare di tutto il rinnovamento della già nuova sede della Guardia di Finanza. Hanno messo anche i sanitari firmati e quelli che c’erano erano appena stati cambiati. Ed il nostro caro aquilano bruno Vespa che fine ha fatto? 
  • Il giornale locale delle mie parti, "Il centro", ha pubblicato un’intervista ad Emanuele Tondi, docente di ‘Rischio terremoti’ dell’Università di Camerino che dice: " nessuno può escludere che si possano verificare altre scosse di notevole entità e se dovesse verificarsi non avverà all’Aquila ma più a nord, nella zona dove ci sono già segnali rilevanti dell’evoluzione della crisi sismica". In maniera enigmatica aggiunge: " LA PROTEZIONE CIVILE SA QUELLO CHE DEVE FARE."
    Staremo a vedere, anzi, speriamo di vedere qualcosa adesso e non dopo un’eventuale tragedia che potrebbe non arrivare mai, ma siamo alle solite, prevenire è meglio che curare, o no? Ovviamente i sindaci di Campotosto e Montereale ( gli epicentri ) sono terrorizzati e chiedono casette di legno che non arriveranno mai… Il sindaco di Campotosto chiede l’evacuazione di massa chiudendo i paesi, prima di dover far fronte ad un nuovo funerale collettivo.
  • Ciao!
    Sono una ragazza di Montereale, è da giorni che se ne sentono di tutti i tipi qui da noi…prima che ci deve devastare, poi che tutto è normale.L’unico di cui mi fido è Giampaolo Giuliani, credo sia l’unico che ci abbia davvero capito qualcosa, o che comunque ci dice come stanno davvero le cose.
    Sapere che lui sta monitorando la nostra faglia mi rende un po’ più tranquilla(di certo non fermerà il terremoto,ma sicuramente mi salverà se dovesse vedere qualcosa di anomalo).
    Lo ringrazio da qui, perchè non ho altro modo di farlo…e ringrazio anche te che ci tieni sempre informati!
  • Salve a tutti.
     
    Ieri era stata lanciata l’idea di fare in questo sito un piccolo box (aggiornato quotidianamente), curato da Giuliani, relativamente all’evoluzione del radon ed a possibili rischi per tutti noi.
    Volevo chiedere a Claudio se l’idea e’ percorribile o meno.
    Indubbiamente sarebbe un "servizio" di estrema utilita’ che aiuterebbe a convivere con questo terribile mostro che quotidianamente ci minaccia subdolamente sia dal sottosuolo che da dentro le nostre menti.
     
    Rinnovo i miei ringraziamenti a Giuliani (per il suo infaticabile lavoro) e a Claudio per la costante informazione.
     
    Un saluto a tutti.
  • Ciao a tutti,
    desidero inviare un attestato di stima e di riconoscenza a Giuliani per la sua attività di ricerca che solo la pseudoscienza ufficiale si rifiuta di considerare.
     
    Grazie anche a Claudio per l’utilissimo servizio che ci fornisce attraverso questo sito. A tale proposito, credo anch’io, Claudio, che la tua idea (espressa nell’intervista a Giuliani) di un piccolo box sull’andamento quotidiano del radon  sia graditissima a noi aquilani al fine recuperare un po’ della perduta tranquillità…
     
    Un caro saluto
     
     
     
  • la situazione si fa preoccupante anke i giornali spargono il rischio forte di una forte scossa tra i monti reatini e il lago di campotosto
  • Per Claudio Messora.

     
     
    Ho accolto con piacere la disponibilità di Giampaolo Giuliani a fornire chiarimenti circa il funzionamento dei suoi rivelatori gamma e, spero, del funzionamento nel suo complesso del sistema di monitiraggio delle variazioni di concentrazione di radon.
    Mi è parso di capire in questi mesi che oltre a misurare il radon con maggiore efficienza, questi strumenti gli hanno permesso di elaborare nuove teorie riguardanti la genesi dei terremoti e la loro evoluzione, per cui spero che vorrà informarci anche su questo aspetto della vicenda.
    Vorrei chiederti se ritieni opportuno che fossero preparati dei quesiti da sottoporgli ; cioè pensi che all’eventuale intervista si possa dare, per così dire una certa scaletta con domande che poi sarebbero quelle, sostanzialmente, che più ricorrono tra chi segue con interesse i suoi lavori ?
    In pratica vorrei offrirmi per stilare un elenco di cose da chiedere se lo ritieni opportuno o realmente utile.
    Qualora tu avessi già scelto lo schema da seguire per condurre l’intervista sappi che comunque mi fido delle tue capacità  di porre efficacemente i quesiti consapevole del fatto che hai sicuramente seguito  le nostre discussioni sul tema e avrai colto le perplessità che permangono sull’aspetto tecnico del sistema di Giuliani, per quanto, naturalmente, non si pretenda certo da parte nostra di erudirsi scientificamente a livelli eccelsi, mentre confidando nel suo linguaggio immediato e pratico credo che certi concetti possano essere accessibili anche (o forse meglio !) a noi.
     
     
    Grazie, ciao.
  • ora però devo dirne una pesante: c’ è il dolore, la stanchezza, ecc..
     
    MA IL TERREMOTO IN ABRUZZO NON E’ STATO IL PRIMO SISMA DI TUTTI I TEMPI!!!
     
    capisco le persone, però ci vuole realismo. Nella lettera "Realtà parallela" si parla di 15000 persone rimesse (forse) in casa a novembre come fossero noccioline. Ragazzi, ma cosa volete?
     
    Non sopporto il Governo ma questa la devo dire: insomma ci sono dei limiti pratici. Non si può pretendere – con una città intera "venuta giù" – di essere a posto e tranquilli in 6 mesi!!
     
    la gente dell’ Irpinia sta ancora in roulotte.
     
    Anche quando si sono lamentati dei ritardi dei soccorsi ad Annozero: il vero problema era il non aver attuato un presidio, ma TRE ORE per veder arrivare i primi soccorsi sono un tempo brevissimo, soprattutto considerata la portata della situazione e l’ assenza, come detto, di misure preventive.
     
    quindi, va bene lamentarsi ma ci vuole costrutto. Hanno aperto una scuola? Bene! Intanto c’ è quella.
     
    Poco meno della metà della gente (e non ci credo) sarà sistemata a novembre? Benissimo, l’ altra metà aspetterà magari altri 6 mesi.
     
    valutate un momento le dimensioni del problema, prima di lamentarvi a tutto spiano
    • Come giustamente dici questo non è stato il primo terremoto di tutti tempi, ed infatti per l’ennesima volta ci è toccato contare i morti.
      Il problema è: quando si comincierà a fare prevenzione?
      Per prima cosa cominciare a costruire bene, meno crolli = meno morti e più case che restano agibili, non credo ci voglia un genio della matematica per capirlo.
      Numero due dare a gente come Giuliani tutto il supporto possibile per aiutarle ad andare avanti con i loro studi, invece di farli passare come dei ciarlatani.
      Purtroppo credo che nessuna delle due cose accadrà…
       
       
      Non so se è vero che in Irpinia c’è ancora gente nelle roulotte (la cattiva informazione purtroppo funziona), ma se lo fosse non significa che gli aquilani non debbano pretendere una ricostruzione veloce e fatta bene. Questo fatto serve solo a far aumentare la rabbia.
      In Italia si trovano soldi per tutti: politici delinquenti, mafiosi, lecchini, raccomandati, vallette (per non dire di peggio). Per tutti, tranne per chi ne ha bisogno veramente…
       
       
  • IPSE DIXIT
     
    Ma non avevate scritto che:
     
     
    Ieri mattina alle 9.30, Giuliani mi stava raccontando di come dalla sera prima i suoi strumenti indicassero un imminente forte sisma, almeno un sei di magnitudo, dall’altra parte del pianeta. Alla fine del nostro colloquio, durato fino alle undici – che metterò online in più parti – arriva una telefonata. Un sisma di grado 6.5 si era verificato circa alle 4.17 (ora italiana) nei pressi delle Isole Vanuatu, nel Pacifico. Ho visto una venatura di comprensibile soddisfazione allargarsi come una faglia sul suo volto, mentre un collaboratore gli comunicava la notizia.

     
     
    La crosta sotto a L’Aquila è molto giovane ed ha uno spessore di venti o trenta chilometri appena. In altre zone, lo strato di roccia solida che galleggia sul mantello può arrivare anche a un centinaio di chilometri, sotto le grandi catene montuose. Quando l’Africa ci schiaccia contro l’Europa, l’Abruzzo scricchiola. E’ come stare in piedi su un autobus all’ora di punta, circondati da giocatori di rugby grandi e grossi il doppio di noi.
     
    La buona notizia è che, secondo Giuliani, la catena di eventi sismici che hanno colpito L’Aquila negli ultimi mesi ha le stesse caratteristiche di quella che si è verificata nel 1300 e nel 1700. Entro al massimo un paio di mesi dovrebbe tornare in letargo e darci una nuova opportunità di costruire edifici che rispettino le normative europee in materia di prevenzione. Una casa deve poter attraversare illesa un terremoto del sesto grado, e deve riportare solo lievi danni con un sisma dell’ottavo grado. Ovvio, che la stessa casa deve essere costruita lontana dalle faglie.
     
    Dove sono le faglie lo sanno i geologi, ma i geologi sostengono di non essere stati interpellati durante la stesura dei piani per la ricostruzione. E’ come se un pirata non consultasse la mappa del tesoro, o come se un astrofisico ignorasse volutamente le carte celesti.
     
    Presto pubblicherò la loro denuncia.
     
    • Ciao Claudio,
      e’ possibile sapere qualcosa da Giuliani circa la situazione nelle prossime 24 ore?
      Grazie in anticipo.
      Saluti
  • mah…io ho letto l’articolo del centro e non si parla della certezza di un terremoto, ci può stare come nn ci può stare x niente!!!Giampaolo può darci previsioni di 24H al massimo non credo x ora ci siano terremoti imminenti, al massimo sarebbe interessante il livello del radon a ke punto sta e la quantità di scosse strumentali ke ci sono!!!ma credo ke x il fine settimana il signor massora(grazie claudio x aver accetato l’amicizia s facebook) potrà darci nuove notizie grazie a nuove interviste a giuliani!
  • incredibile l’epicentro è a poggio roio a 1km da l’aquila! 3,4? a me sembra ke il terremoto sia stato declassato oppure hanno fatto media, si xkè la scossa è iniziata leggera, poi ha quasi smesso x riprendere molto + forte poi è smessa!
    Giuliani deve darci qualke info , xkè questa ripresa nell’aquilano?!?!
  • ciao questa mattina sono veramente indignata, ho saputo che gia’ da alcuni giorni PRIMA del 6 aprile, nei bunker della cittadella della guardia di finanza avevano ammassato circa duemila bare nel caso la scossa si fosse verificata di giorno!!!!!!!!!! non credete a chi vi dice che non ci sono piu’ pericoli, fate come consiglia giuliani cercate di mettervi al sicuro, ai signori non interessa la protezione dei cittadini, ma la protezine dei loro INTERESSI!!!!!! voglio proprio vedere se ci sara’ un giornalista capace di chiedere conferma di ciò al signor bertolaso. 
  • Salve, dire che ormai sono stanco delle riassicurazioni di questi fantomatici tecnici e poco…
     
    Poco fa alle ore 11:03 abbiamo avvertito un altro evento di Ml 4.1 e profondità 8,8 km. localizzato nell’ Aquilano.
     
    Tutto è normale ascoltando i Tg… 
     
    Da questa notte 3,4 – 2,6 – 3,6 – 4,1 tutte nell’ Aquilano ma….
     
    Chiedo cortesemente al grande Claudio se può contattare Giuliani, almeno tutti noi sapremo cosa aspettarci, ormai questo Blog è l’unica VERA FONTE di informazioni che almeno io conosca.
     
    Grazie in anticipo.
     
     
     
     
  •  rispondo a Godot_74… nn ho prove certe, è una delle tnt strane voci ke sono riuscite ad uscire dalla caserma!!! forse qlc1 , se vuole, potrrebbe chiedere conferma ai sig. Berlusconi, Bertolaso, ecc….magari ci interessa di + di con chi va a letto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • mi sorge solo un dubbio che alla fine è quello che sorge a tutti, io credo fortemente in giuliani, ma queste previsioni dovrebbero essere pubblicate prima di eventuali sismi importanti e non dopo, xche tutti sono bravi a dire che il radon si è alzato, cmq io ci credo , cmq i risultati spero vengano messi tra poco o molto presto altrimenti si rischia che mettiamo le corna viene la scossa e poi tutti bravi a parlare del radon…
    in bocca lupo a claudio e giuliani
Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi