Il Pinocchiomane

 

 

1. La Grande Balla 2. Lettera a Chiodi 3. Reazion
La grande balla di Berlusconi in Abruzzo Videolettera a Gianni Chiodi Fatto l'inganno, trovata la legge!

 
ATTENZIONE. COMUNICATO IMPORTANTE
Il Pinocchiomane, il fantomatico distributore di palle, è tornato in azione. I luoghi dove mette a segno i suoi colpi sono sempre gli stessi: le elezioni regionali, le grandi tragedie e gli incontri con le donne. Nell’ultimo caso, il Pinocchiomane distribuisce palle di forma testicolare, e non è il naso che gli si allunga.
Se succede qualcosa di brutto nella vostra zona, e subito dopo vedete arrivare una piccola statua di cera la cui statura reale è proporzionata a quella morale, indossate immediatamente la mascherina filtra-palle. Poi aiutate anziani, donne e bambini intorno a voi, assicurandovi che indossino la mascherina a loro volta. Solo dopo, infilate nelle tasche della gente una copia di questo articolo. Particolare attenzione debbono prestare i cittadini di Viareggio, dove il Pinocchiomane sta tentando di mettere in circolazione promesse da marinaiola sua specialità – sapientemente miscelate a lacrime di coccodrillo.
Egli lavora così: si fa strada nelle coscienze indebolite dalle sciagure improvvise, rese vulnerabili da un futuro incolore e senza speranza, e prende in mano la situazione. Se è con una donna prende in mano un altro tipo di situazione, ma il suo pezzo forte in ogni caso resta la promessa di fondi. I fondi che propone sono sempre stanziati nel prossimo Consiglio dei Ministri.  Ieri, a Viareggio, alcuni testimoni oculari riferiscono infatti che il Pinocchiomane abbia detto: «Il prossi­mo consiglio dei ministri de­creterà lo stato di emergenza per la città e metterà a dispo­sizioni tutti i fondi necessari per ricostruire al 100% le case distrutte».
Il Pinocchiomane è sempre stato creduto. Poichè non gli si allunga il naso, ma un’appendice nascosta nel cavallo dei pantaloni, è difficile coglierlo in fallo. Tuttavia, da questo genere di balle è possibile difendersi ricordando che:

  • In Abruzzo, il 12 dicembre 2008 a Chieti – due giorni prima del voto – lo avevano sentito dire che sei giorni dopo, al CIPE, avrebbe stanziato 16 miliardi di euro. Dei sedici miliardi non fu stanziato neppure un centesimo.
  • In Sardegna, durante la campagna per le regionali, promise fondi per la Sassari-Olbia. Successivamente, i soldi per la Sassari Olbia svanirono nel nulla.
  • Sempre in Abruzzo promise la ricostruzione al 100% delle case. In realtà quello che fece fu emanare un Decreto che dispose un dilazionamento fiscale e l’indebitamente dei cittadini.

Sebbene inizi a diffondersi la consapevolezza dell’inconsistenza delle sue promesse – ieri a Viareggio è stato fischiato pesantemente – gli scienziati stanno studiando il modo di inattivarlo definitivamente, rendendolo riconoscibile. L’idea è quella di collegare una funicella alla zona inguinale, allacciando l’altro estremo della stessa ad un interruttore che comanda una lampadina rossa posta sulla testa del Pinocchiomane. In presenza di una balla, che comporta l’allungamento dell’appendice genitale, la funicella si tende, l’interruttore scatta e la lampadina si illumina. Voilà: la balla è servita.
Unico inconveniente: la vita delle lampadine è espressa in ore, dopodichè saltano. In questo caso, dovendo stare ininterrottamente accesa, dovrebbe essere sostituita ogni qualche giorno, con ulteriore aggravio di spesa per le tasche dei contribuenti.
Forse Giuliani può costruire un rivelatore di balle basato sul decadimento delle cellule cerebrali. In fondo, il Pinocchiomane rappresenta l’evento catastrofico supremo per la nostra democrazia.

21 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • bah, c’è poco da aggiungere quando si parla delle balle di B. Agli occhi di chi è Vigile e Virtuoso sono balle colossali e non possono essere scambiate per altro.
     
    Adesso neanche mi arrabbio piu’ quando vedo B. in televisione a sparar cazzate, mi viene solo un senso di tristezza
  • A me non fanno inorridire le sue balle.
    Secondo me Berlusconi di per sé è innocuo; lo definirei onesto, perché sono convinto che tutto quel che dice e fa è frutto della buona fede.
    A me, invece, preoccupano fortemente coloro che gli stanno attorno e che lo sfruttano; si! lo sfruttano.
    Berlusconi è usato da un gran numero di delinquenti (al pari dei nazisti che contornavano Hitler?) ed una parte, forse la più piccola, siede in parlamento e straparla spesso e volentieri in TV, da quelli del PD (Pi Due) a quelli del PDL (Pi Due Lusso).
    Preoccupa molto anche l’enorme numero di persone che incontro durante la giornata e che lo sostiene a spada tratta (frutto del lavaggio del cervello o di pericolosa volontà?).
  • Chiedo scusa per l’ulteriore commento, ma ho appena visto un video di Rainews24 in cui Berlusconi rassicurava, coloro che erano presenti nella sala consiliare di Viareggio, anche per la non compromissione della stagione turistica.
    Con tutto quel che è successo, invece di stare a risolvere le cause, ci si preoccupa se la stagione turistica subirà flessioni o meno?
    Possibile che nessuno gli abbia tirato una scarpa?
  • vabbe’ Claudio ma ormai e’ tardi visto che adesso c’e’ Cappellacci e comunque Soru sapeva benissimo come funzionava la macchina tritapalle del berlusca ma come hai visto non si puo’ nulla con un italia tenuta in uno stato di torpidita’ catodica permanente, quando poi ti devi confrontare con lo stesso che controlla lo stesso mezzo catodico e ha il massimo dei poteri istituzionali. Se si doveva fare qualcosa lo si doveva fare prima e forse l’ultimo che poteva farlo era d’Alema ma quel codardo, oltre ad aver perso un’occasione d’oro per irrobustire il suo governo ha venduto l’italia al puttaniere di arcore. Pero’ il coraggio di farsi vedere in giro ancora quello ce l’ha.
     
    • Daccordo che ha in mano potenti media, ma questo non vuol dire che sia invincibile. Lo dimostrano anche tutti questi tentativi di imbavagliare la rete: è chiaro che ha paura.
      Ultimamente, in base ai sondaggi, l’ indice di gradimento è sceso di 10 punti (60% contro il 70 di circa un mese fa, correggetemi se sbaglio).
      E non dimentichiamo i risultati dei ballottaggi delle elezioni locali.
      Non rassegnamoci così facilmente
  • Non è troppo tardi. Qualcuno che usa i neuroni c’è, altrimenti questo blog non esisterebbe. Lo so che la tivvvvù non lo dice, ma qualcuno inizia a protestare. A Napoli, ad esempio, nei giorni scorsi: prima un piccolo comitato precari della scuola e poi gli operai senza lavoro. E anche a Viareggio è stato fischiettato. Come disse Galileo? Eppur si muove.
    Mi auguro solo una cosa: la stampa estera si sta divertendo a sputtanare – ops, mai termine fu così adatto – il "diversamente alto", che si muovino anche al G8 e che qualcuno dall’estero molli un ceffone se misterB fa le corna in diretta o cerca di toccare le tette alle prime minestre ciofeca. Che lo prendano a improperi quando scherzerà sulle donne o se tenterà di tergiversare sulle sue scandalose vicende o, peggiò, urlerà nuovamente alla congiura.  Altrimenti, c’è da pensare che anche l’estero sia d’accordo e ciò mi riporta ad un pezzo di storia del colloquio dell’esame di stato diversi anni fa.
  •  Chissà quanta Energia Produrra se quel Meccanismo venisse collegato ad un generatore!!!! >:-) Troppo Bella!!! Hahahaaha!!! Sigh! <:-(
  • Non so come mai ha tutto questo consenso tra i cittadini, le bugie che racconta sono talmente palisi che mi è difficile credere che possa essere così amato.
     
     
    Leonardo C.
     
  • Non avevo visto il video per Soru   …Stupendo!!! Peccato non l’abbia utilizzato!
    Il fatto che ripeta sempre le stesse balle e che la gente nonostante l’evidenza continui a votarlo (ha promesso a Viareggio che sarà ricostruito tutto e " a nostre spese" (come se li tirasse fuori di tasca  sua)  vedi in Abruzzo che ancora non ho capito se riusciranno a prendere l’indennizzo del 100%  almeno sulla prima casa ergo lui è un abilissimo venditore di fumo (e consumatore di coca)  e noi  siamo un popolo di creduloni, babbioni, a cui basta far oscillare davanti agli occhi la carota (che di volta in volta è l’ici, meno tasse, chiù pilu ppè tutti..) che ci scordiamo subito tutto 
    • Tutto il centrosinistra sardo non ha mosso un dito contro gli anni di attacchi ininterrotti e di censure assolute portate avanti dai media di regime sardi (L’Unione Sarda e Videolina, per chi non lo sapesse). Oltretutto non ha mai fatto nulla per pubblicizzare in modo massiccio i risultati ottenuti sui vari fronti. Insomma, tra disinformazione, attacchi, calunnie, censure e silenzi, l’esito delle scorse Regionali era quasi inevitabile. Nel frattempo la Sardegna torna indietro di cinquant’anni e qualcuno se ne stupisce pure…
  • balle su balle su balle, però ho negli occhi la signora bionda del video dove viene contestato che grida silvio silvio.Quella li è il problrema ormai non berlusconi in se.
    Sono i mille berlusconi del tuo e del mio quartiere il problema, tutto parte come sempre dall’informazione..
  •  
    votato oggi in Parlamento il ddl sicurezza(per CHI?)che di fatto introduce il reato di CLANDESTINITA’ e ufficializza le RONDE …. adesso sì che i cittadini si sentono più sicuri .. :-(!!
     
    già partita la campagna di reclutamento: CITTADINI, PATRIOTI, KAMERATEN!!
     
    Aderite con ONORE e GLORIA(a DIO piaccia)alla lotta per difendere il SACRO SUOLO della PATRIA … aderite in massa al pattugliamento in anfibi e uniformi GNI nelle strade e periferie delle vs città … ARRUOLATEVI o IMPAVIDI e VALOROSI nelle pattuglie dei RINCO BOYS*!! Partecipate numerosi …. riccchi premi e cotillones!!
     
    *vieni anche tu nei RINCO BOYS!!
    La versione ufficiale dello slogan per la campagna di reclutamento 2009-2010 potrà subire variazioni a carattere locale o regionale(es:per le zone definite della PADAGNA lo slogan sarà:
    "vieni anche tu nei PIRLA BOYS"!!
    in rispetto alla normativa in vigore per le autonomie locali e regionali ed alle minoranze(e minorati)culturali e linguistiche.
     
Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi