Il parto della madre nera


Gli avvoltoi roteano alti nel cielo. Sentono il puzzo di carogna  spandersi tutto intorno. Sono eccitati, inquieti, e nella frenesia del rito famelico abbandonano la loro abituale codardia venendo allo scoperto, planando sulla radura in gruppetti sempre più folti. Così Vespa, Sansonetti ed affini iniziano a volteggiare intorno a Berlusconi. Qualcuno si avvicina e prova a dare una beccata. Il pachiderma allo stremo reagisce debolmente, incespica, prova a fare paura, ma la sua fine è segnata.
Sono le regole della savana. Gli uccelli spazzini non cacciano, non ne sono capaci. Attendono che altri lo facciano per loro. Così, il giornalista saprofago, consapevole di infierire su un corpo inerte, decide di affondare sul conflitto di interessi, senza vergogna, senza pudore, come se il sovrano deposto l’avesse finito lui, dopo una lunga, estenuante e valorosa battaglia. Il suo sguardo compiaciuto scintilla di una malvagità primordiale. Non conosce lealtà nè riconoscenza. Dileggia lo sconfitto, vantando meriti di guerra sui quali non ha alcun titolo, avendo assistito all’epico scontro nascosto dietro a montagne di letame, oscurandosi alla vista dei prodi combattenti per non essere chiamato alle armi, nutrendosi di avanzi in putrefazione, mimetizzato nel guano. Ora che la bestia è morente, ora che può vederne il sangue scorrere in rivoli sempre più insistenti, ora che il drago è in ginocchio, solo ora può uscire allo scoperto e prepararsi a salire sul cavallo del vincitore.
Mai prima d’ora Vespa avrebbe osato ricordare al presidente del Consiglio, nel pieno delle sue facoltà e del suo vigore politico, che controlla tre televisioni private e tre pubbliche, in qualità di capo del governo. Mai avrebbe ammesso che… sì, questo è un reale problema per la democrazia. Mai l’avrebbe contraddetto nel suo vaniloquio di autoglorificazione, nella sua autoproclamazione di Mister Statista del XX secolo, se non l’avessero informato che il re è nudo, se non avesse avvertito il tanfo di putrefazione esalare sotto al doppio petto blu dell’imperatore. Mai si sarebbe avventato ringhiando e sbavando con insolente spavalderia contro la mano del padrone, se non per accreditarsi con calcolato opportunismo presso la corte della nuova famiglia reale. Il re è morto, viva il re!
Quando la casta di cortigiani cessa la servile processione sotto gli altari del potere, potete starne certi: è solo questione di tempo. Presto la carogna sarà divorata.
Un nuovo dragone sta per sorgere dal ventre della madre nera.
 

63 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ottimo pezzo davvero, non ho visto la puntata se non nei primi stralci che mamma youtube mi offre, inquietante situazione deve essere stata.
    Chissà chi sarà il nuovo dragone, tu hai qualche idea? Ho sentito parlare di Tremonti, e poi ho visto e letto di tutti i piccoli o grandi nani che han cominciato a sgomitare, a tessere le loro tele, facendosi nel frattempo l’occhiolino tra di loro ma tenendo sempre il coltello ben nascosto nelle maniche delle loro giacche. C’è un gran fermento, che purtroppo però non lascia prevedere nulla di buono. 
  • B: "In politica c’è bisogno di un ricambio generazionale".
    V: (ridacchiando) " No, mi scusi, è che detto da lei, che non è proprio un ragazzino…."
     
    B: "Nel movimento politico ci sono vari organi che si riuniscono, si consultano…"
    V: "Ma poi decide lei!"
     
    B: (monologo)
    V: "Presidente, non siamo in campagna elettorale".
     
    Perdonate le imprecisioni, vado a memoria…
    Vespa è diventato comunista!
    • non illudetevi. c’e ancora molto tempo, anche se a noi italianoida’ fastidio la puzza che emana dalla vostra propaganda!
      ecco appunto. queste domande e osservazioni sono SEMPRE state fatte e rintuzzate da B, anche nelle trasmissioni di Vespa. solo che Vespa e’ educato e corretto, non saltafosso come Travaglio, Santoro e altri.
      comunque, non preoccupatevi che B.sta preparando con calma la sua sostutuzione, con qualcuni che solo lontanamente possa reggere il confronto con le sue capacita’.
      e comunque Vespa ha dovuto essere un po’ piu’ critico, non perche’ abbia cambiato idea, ma perche’ pressato dalla direzione RAI. comunque B. non ha certo paura di queste domande, perche’ come dice spesso, si puo essere proprietari della stampa e della TV, ma quando Iene, Striscia, Zelig e compagnia cantando lo dileggiano continuamente e Mentana e Costanzo hanno sempre affermato di non essere mai stati condizionati da B. (e Mentana lo ha sostenuto anche dopo la sua dipartita!), vuol dire che e’ vero. altro che TV che lo  difendono!
    • E’ proprio quello che sto invitando tutti a fare: finita l’ubriacatura Berlusca va loro sbattuta in faccia la loro codardia prima che cambino giacchetta!
      Memorizziamo nomi, creiamo files su tutti i "pronati" di oggi: dovranno essere i reietti di domani!
  • Ma sinceramente io ieri ho guardato gran parte della puntata di porta a porta,ma non vedo nulla di positivo all’orizzonte,vespa dopo le sue affermazioni veniva sempre smentito e zittito dal padrone,a volte anche con battute tipo "e ma io sono un dittatore no?lo posso fare allora" e subito dopo risata.
    voi dovete immedesimarvi negli i taliani che lo votano,che lo amano e quando vedono questo show,loro sono felici credono in lui e in tutto quello che dice,vanno fieri del voto speso per lui.
    comunque sia anche dovesse cadere berlusconi,non riponete troppe speranze nel mondo politico,perché non è li la soluzione,ma è in noi.
     
    SI DOVREBBE PARLARE UN PO DI PIU’ DEL SIGNORAGGIO BANCARIO
    •  Condivido perfettamente e aggiungo: mai abbassare la guardia, la sinistra, oggi, non ha ancora definito la sua connotazione di partito liberal/socialista, ci sono troppe tendenze "contrapposte" (cattolici e comunisti) che potrebbero portare l’italia verso una forma di governo contrario a forme di libertà "concreta".
       
    • Stefano, se leggi bene i soldi spesi "per l’Irpina"  (o forse dovrei dire con la scusa dell’Irpinia) non sono circa 60 miliardi, ma circa 60MILA miliardi di vecchie lire.
      Un’enormità che ha finanziato, in gran parte, il salto di qualità della malavita campana e l’intreccio contorto tra criminalità e politica.
  •  
    c’è poco da fare, sta veramente male… a tratti non ho potuto fare a meno di dare una sbirciatina a rai1 e la cosa sorprendente era il balbettio di emilio vespa che ogni tanto cercava di "limare" il delirio propagandistico di "piccolo cesare"(come lo chiama Camilleri) e ha più volte detto "su dai, presidente, su dai. cioè, vespa che dice su dai al presidente del consiglio è meraviglioso…
     
  • .. è quello che temono in parecchi .. ora che il NANO da giardino di cactus è prossimo alla dipartita CHI sarà l’EREDE designato .. Fini? E’ morto impiccato con la SUA stessa corda! Casini .. percarità DIVINA(qualunque essa sia) … temo Bossi … NO, il MEZZO UOMO MORTO che CAMMINA è più nella fossa del NANO stesso … allora CHI?! TERRIBILI DISGRAZIE precipiteranno nel paese degli ALLOCCHI …
  • Io non ho guardato Vespa perchè non riesco piu’ a fare il numero 1 sul telecomando; quando sto per premere il tasto un ancestrale istinto di sopravvivenza mi blocca i sensi e la mano. Ho provato a spostare RAI 1 in posizione 99 sul telecomando premendolo quasi per sbaglio, ma questa volta la TV si è bloccata e sono saltati i circuiti: non potrò piu’ vedere RAI 1!  
  •  Mi offro per far ripetizioni di matematica. Certo, con un capoccione del genere avrò un bel da fare, ma almeno impara a fare i conti. In cambio? Mi accontento: ministero della pubblica istruzione…vuoi vedere come sistemo tutto?
  • Ciao Claudio,
    Fantastico Pezzo..!!! è Meraviglioso..!!!
     
    se non ti querelano Berlusconi o Vespa, ti prometto che lo farò io…
     
    Questo pezzo va gratificato con almeno una querela o un nobel per la letteratura….il pulitrzer.
     
    ..naturalmente scherzo….solo sulla querela però.
    di nuovo complimenti.
  •  Premetto che non ho visto la puntata, ma credo che non ci sia, attualmente, nessun motivo di "esultare" sulla fine del dragone. Da come si è svolta la politica del nostro primo fino ad oggi, il tutto rientra nei parametri. 
    Da quello che scrivi, sembra che ci sia stato un contraddittorio, peccato che il contraddittorio sia stato il sig. Vespa, cioè persona che condivide appieno la politica del governo.
     
  • Caro Claudio…

     
    a ben guardare… Berlusconi non ha MAI CONTATO NULLA.
    Lui è un servo di servi, mandato avanti per fare la parte VISIBILE del lavoro.
     
    Ora te lo esplicito.
    Berlusconi è SERVO della Mafia, che lo ha finanziato e fatto partire. Quindi ricattabile dalla Mafia e criminalità organizzata.
     
    La Criminalità organizzata è serva delle finanza mondiale (Banche, Finanziarie ecc.ecc.) che muove la politica e che ricicla e indirizza i capitali sporchi che la criminalità organizzata non potrebbe nascondere e ripulire.
     
    QUINDI:
    Berlusconi è un SERVO di SERVI:
     
    Servo della Mafia, a sua volta Serva della Finanza.
    Non è mai contato nulla. Esegue ordini e fa da "richiamo". Mentre chi comanda sul serio resta ben fuori dalla inquadratura.
    Semplice ed efficace. Ora che è diventato "instabile" lo si sostituirà con un altro pupazzo.
    TUTTO qua…
    Forse è solo un modo diverso di dire esattamente le stese cose dette da Te. Ciao, In bocca al lupo!
  • Caro Claudio…

     
    a ben guardare… Berlusconi non ha MAI CONTATO NULLA.
    Lui è un servo di servi, mandato avanti per fare la parte VISIBILE del lavoro.
     
    Ora te lo esplicito.
    Berlusconi è SERVO della Mafia, che lo ha finanziato e fatto partire. Quindi ricattabile dalla Mafia e criminalità organizzata.
     
    La Criminalità organizzata è serva delle finanza mondiale (Banche, Finanziarie ecc.ecc.) che muove la politica e che ricicla e indirizza i capitali sporchi che la criminalità organizzata non potrebbe nascondere e ripulire.
     
    QUINDI:
    Berlusconi è un SERVO di SERVI:
     
    Servo della Mafia, a sua volta Serva della Finanza.
    Non è mai contato nulla. Esegue ordini e fa da "richiamo". Mentre chi comanda sul serio resta ben fuori dalla inquadratura.
    Semplice ed efficace. Ora che è diventato "instabile" lo si sostituirà con un altro pupazzo.
    TUTTO qua…
    Forse è solo un modo diverso di dire esattamente le stese cose dette da Te. Ciao, In bocca al lupo!
  • Caro Claudio…

     
    a ben guardare… Berlusconi non ha MAI CONTATO NULLA.
    Lui è un servo di servi, mandato avanti per fare la parte VISIBILE del lavoro.
     
    Ora te lo esplicito.
    Berlusconi è SERVO della Mafia, che lo ha finanziato e fatto partire. Quindi ricattabile dalla Mafia e criminalità organizzata.
     
    La Criminalità organizzata è serva delle finanza mondiale (Banche, Finanziarie ecc.ecc.) che muove la politica e che ricicla e indirizza i capitali sporchi che la criminalità organizzata non potrebbe nascondere e ripulire.
     
    QUINDI:
    Berlusconi è un SERVO di SERVI:
     
    Servo della Mafia, a sua volta Serva della Finanza.
    Non è mai contato nulla. Esegue ordini e fa da "richiamo". Mentre chi comanda sul serio resta ben fuori dalla inquadratura.
    Semplice ed efficace. Ora che è diventato "instabile" lo si sostituirà con un altro pupazzo.
    TUTTO qua…
    Forse è solo un modo diverso di dire esattamente le stese cose dette da Te. Ciao, In bocca al lupo!
  •  
     
    Osservazione acuta, come sempre, che pone di conseguenza l’altra domanda, sul dopo-berlusconi.
    Mi ricorda la situazione precedente, quando molti vedevano in Prodi il salvatore, mentre già allora erano chiare le premesse del disastro totale che poi si è visto manifestarsi in molti suoi aspetti.
     
    Non è cambiato nulla, se non in peggio. Che sia questa la vera notizia? Che finalmente abbiamo toccato il fondo? Che questa è l’unica premessa per un possibile rinnovamento vero, che "dal basso" possa finalmente arrivare il colpo di coda di un popolo agonizzante?
     
    Un commento prima di me ricorda il tema ignorato del signoraggio bancario, al quale avevo iniziato a lavorare per Claudio su sua richiesta, già dall’estate 2008. Perchè la cosa è abortita silenziosamente? C’erano notizie più importanti? Era troppo rischioso? Si temevano figuracce? Me lo sto ancora chiedendo adesso, mentre vedo i rischi delle querele, delle minacce di chiusura, degli attacchi alla rete che dimostrano quanto cominci a diventare pericolosa per questo sistema. Ma anche quanto siamo deboli, inefficaci rispetto alla gravità della situazione.
     
    • Avevi iniziato a lavorare per Claudio Messora sul signoraggio? E la cosa è abortita silenziosamente? Questo significa che Claudio ha dei (fondatissimi) sospetti, se non certezze, e la cosa gli fa onore.
    • @FitTizio, che ovviamente teme di svelare la sua vera identità.

       
       
      La tua opinione non è tua, ma la rispetto come qualunque altra, frutto di ignoranza (nella più bonaria delle ipotesi).
       
      Signoraggio non è solo stampare biglietti colorati vendendoli per denaro vero, senza altre responsabilità future. E’ soprattutto credito a riserva frazionaria, privatizzare i guadagni e socializzare le perdite, ingegneria dei derivati a scopo di rapina, generare le condizioni necessarie e sufficienti per gonfiare bolle speculative, inflazione, cicli finanziari, creazione di liquidità in eccesso e sua concentrazione, politica del potere fondato sul debito diffuso e sul corrispondente credito concentrato in poche mani, controllo del mondo attraverso il controllo della moneta, ecc. ecc.
       
      Per quanto mi riguarda dovevo solo tracciare le domande per un intervista a Tamburro, autore di una tesi su Banca d’Italia disponibile in rete.
       
      Ma il punto non è credere o meno alle interpretazioni di ciò che sta avvenendo alternative a quelle degli economisti di sistema (vedi ad es. movisol : 12.09.09 • Come la FED comprò gli economisti di professione). Il punto è informare sull’informazione negata, senza necessariamente prendere posizione per l’una o l’altra parte, come ad es. Claudio ha appena fatto a proposito di Montanari-Gatti e del loro microscopio elettronico dedicato allo studio delle nanopolveri.
       
      La verità è che sulle questioni bancarie non si rischia tanto la faccia, quanto il culo.
  • Claudio… vuol dire che… ti sei… ti sei sciroppato la puntata di Porta a Porta?? Tutta intera?
    Cioè… sei riuscito a restare davanti al televisore per tre ore ad ascoltare i deliri di onnipotenza dello psiconano, restando sano di mente??
    Complimenti, davvero, per la resistenza psicologica… ma come hai fatto? Yoga, autoipnosi, tecniche di training autogeno, Taekwon-do, meditazione buddhista?
    DICCI COME HAI FATTO! 😀
     
  • Premetto che non ho visto il "Berlusconi’s show"! In ogni caso penso che quello che abbia detto sia gravissimo perchè 60 miliardi di una volta non sono più 30 milioni di adesso… Con quei soldi…(se a questo punto esistono xkè mi aspetto anche tattiche particolari da parte sua)…gli aquilani non ci faranno nulla ugualmente! Pensate a cosa facevate negli anni ’80 con un milione di lire e cosa ci fate adesso con 500€…SKIFATO!
  •  cmq non so se l’avete saputo ma il programma di ieri di Vespa e’ stata un debacle clamorosa..
     
    Mediaset ha ottenuto il 22.61% di share con 5.750.000 di spettatori contro il 13.47% e 3.219.000 spettatori di RaiUno.
     
     
     
    tutto quel casino per niente..!! 
     
    PAPI E’ AGLI SGOCCIOLI ?? !!
  • Ho fatto una considerazione di questo tipo: a tutti capita di fare svarioni matematici quando si è stanchi e deconcentrati, ha lavorato troppo e gli serve una vacanza, per cui direi: "hai vinto, non ti processiamo e non ti diamo più fastidio, ti offriamo una vacanza a vita ai caraibi in mezzo a tonnellate di gnocche purché te ne vada fuori dai c******i!" Voglio vedere chi non accetterebbe un’offerta del genere.
  •  non vorrei essere la pecora nera del gruppo, ma personalmente a L’Aquila per quanto riguarda le case si lavoro, questo va riconosciuto!Certo non tutto va bene, però c’è anche da dire che Vespa è stato molto equo!
  •  
    La cialtroneria al potere comincia a persuadermi.
    Questo è molto di più di qualsiasi cosa ci saremmo potuti augurare, è molto di più della dittatura del proletariato. Questa è dittatura del mentecariato.
    Questa è rivoluzione allo stato puro, sicura demolizione dello stato di cose esistenti, il suo decadimento feroce.
    Auguriamoci uno mille centomila Berlusconi in tutta Europa!!
    Ma dove lo troviamo uno come lui?
    Uno cosi incline a far emergere la follia e la schizofrenia del potere in tutto il suo fulgore, in tutta la sua limpidezza?
    Cosi’ capace di mostrare l’immostrabile faccia del potere?
    Cosi’ bravo a render chiaro che il re non è solo nudo, ma anche impotente, idiota, meschino, parassita, inconcludente e patologicamente racconta-cazzate?
    BERLOSCONI FOR PRESIDENT!!!
  • MA DA CHI SIAMO COMANDATI?!
    DA UN INCAPACE CHE NON SA TRASFORMARE NEMMENO LE LIRE IN EURO??? :((((   E BRUNO VESPA??? E’ 1 GIORNALISTA??!!!??
    X FORTUNA CHE CI 6 TU’…BYOBLU’
     
    COMPLIMENTI PER IL SERVIZIO…..E…..
    A PROPOSITO DI CIFRE :
    10 100 1000, ANZI 60.000.000 DI CLAUDIO MESSORA!!! ; D
     
     
  •  Io penso che l’Italia ha il premier che merita, siamo un popolo di egoisti,superficiali,arrafatori,bigotti.
    In qualunque altro paese sarebbe già in galera o a mendicare sui gradini di una chiesa, qui invece attacca tutti, magistrati,politici,giornalisti e televisioni, tutti quelli che ovviamente non gli appartengono.
    Ma ormai è alla frutta è solo un povero vecchio pieno di cerone, con i capelli finti i denti finti,il sorriso finto,i sondaggi finti che come tutte le persone anziane non vuole essere contradetto, accompagnamolo dolcemente al giudizio finale.
  • Ormai occorre scendere in piazza per mandar via questo cialtrone volgare e ignorante. Bisogna andare a Roma sabato e da qualsiasi altra parte si organizzi una protesta. Per adesso non bisogna pensare agli altri. Cacciamo via lui. A quelli dopo, penseremo dopo. Cerchiamo di dimostrare di essere finalmente un popolo.
  • avete tutti il cervello in pappa, siete indegni se preferite i iadri dei governi andreotti, fanfani, pomicino, craxi, tanassi, rumor, ochetto, d’alema, ecc. ecc. non sarete mai pronti per il salto di qualità e rimarrete meschini in eterno!
  •  non vorrei dire cazzate ma se i euro sono 2000 lire 
    1 miliardo di euro dovrebbe fare 2000 miliardi di vecchie lire visto che un milione corrisponde a 2 miliardi
    ho l’impressione che qui si da veramente i numeri
  • I pentiti votatori di questo essere ( e ne sono moltissimi oramai anche dei insospettabili specie quelli che ci davano dei rosiconi nei vari forum perche non cistava bene lui), si stanno domandando se siamo in in piena dittatura sociale, mediatica ben mimetizatica agli occhi dei polli che lo hanno fatto salire! avete voluto la bicicletta ade pedalate!! andale! andale!
     
    Complimenti  x questo bel sito
  • Capitolo I°)
    Che l’informazione italiana sia profondamente assoggettata ai poteri politici ed economici è un dato di fatto. Oltre al Duopolio RAI/MEDIASET , cito di seguito i gruppi editoriali dei maggiori quotidiani nazionali che sono controllati da politici e da aziende. La Repubblica, l’Espresso, Radio deejay e Radio Capital sono del gruppo editoriale L’Espresso SpA che risponde direttamente alla famiglia De Benedetti. Il Corriere della Sera, il gruppo RCS, la Gazzetta dello Sport, Radio 105, Radio Montecarlo e le case editrici Rizzoli, Bompiani, Fabbri Editori, Sonzogno, Sansoni. Hanno fra i suoi maggiori azionisti Mediobanca con Marina Berlusconi nel C.D.A, Fiat, il gruppo Pirelli di Tronchetti Provera, e Banca Intesa San Paolo. Il quotiano torinese La Stampa appartiene alla FIAT. La Confindustria con l’attuale presidente Marcegaglia controlla il Sole 24 Ore. Milano Finanza è del gruppo Mediolanum, di proprietà per il 50% della Fininvest di Maria Elvira Berlusconi. Panorama e Radio 101 sono editi dalla Mondadori che fa parte anch’essa della Finivest.
     
    Capitolo II°):
    Il Giornale, fondato da Indro Montanelli nel 1974 è di proprietà, per l’89%, di Paolo Berlusconi. La maggiore azionista de “Il Foglio”, quotidiano fondato nel 1996 da Giuliano Ferrara, è Veronica Lario Berlusconi, con il 36% delle azioni. Il Messaggero e Il Mattino appartengono Gaetano Caltagirone, dove la figlia, Azzurra
    risulta essere compagna del leader Pier Ferdinando Casini. Attraverso una lunga e articolata normativa, col tempo sempre più clientelare e gravosa, avviata in epoca moderna con la legge n° 461 del 5 agosto 1981, chiamata “Disciplina delle imprese editrici e provvidenze per l’editoria”, e proseguita poi con la legge n° 62 Nuove norme sull’editoria e sui prodotti editorialidel 7 marzo 2001, lo Stato italiano elargisce, annualmente, intorno ai 700 milioni di euro per finanziare i vari gruppi editoriali. Alcuni esempi:il Corriere della Sera, e quindi il gruppo RCS, ottiene dallo Stato circa 23 milioni di euro l’anno. Il quotidiano della Confindustria, “Il Sole 24 Ore”, riceve più di 19 milioni di euro, quello della Fiat ne percepisce 7 milioni e la Mondadori, l’azienda di Silvio Berlusconi, 10 milioni, oltre a uno sconto statale per le spedizioni postali di quasi 19 milioni.
    Capitolo III°):
    Siamo un popolo talmente stupido e masochista che facciamo ridere tutto il mondo alle nostre spalle, ci siamo fatti portare via tutto (anche la libertà) da un gruppo di faccendieri. Il Berlusconi si è costruito l’impero Mediaset con i soldi degli Italiani, una parte li ha avuti dalle Banche con la mediazione di Craxi, una parte gli sono rimasti nelle mani con la morte di Craxi e una parte con l’aiuto di intrallazzatori vari come Dell’Utri, Previti, etc. etc. per non parlare poi delle evasioni fiscali; queste manovre detrattorie sono diventate debito pubblico a carico degli italiani. Domanda se tutti gli italiani pagano i debiti causati da queste manovre, sbaglio nel dire che diventano automaticamente i legittimi proprietari di Mediaset? La Televisione Italiana lottizzata sino al midollo e con un esubero incredibile di raccomandati, è mantenuta con il canone dagli Italiani, che sono i veri proprietari della RAI in contropartita ricevono solo false informazioni e disinformazione. Veniamo all’editoria in genere, se gli italiani elargiscono e/o subiscono questo odioso furto legalizzato di finanziamenti a favore degli editori di cui sopra, diventano automaticamente i veri proprietari di questi gruppi editoriali. In parole povere se io pago i debiti e i costi di un’Azienda, con documentazione comprovante, divento di fatto socio, se supero il 50% di apporto di capitale divento socio maggioritario.
    Capitolo IV°)
    Come siamo arrivati a tutto questo? Stiamo pagando l’errore fatale di non essere subito insorti, quando ci hanno scippato il referendum sul NO! al finanziamento ai partiti. Da quel momento hanno cominciato a derubare a più non posso gli italiani; gli imprenditori che diventavano senatori per varare le loro leggi “ad personam” e una serie innumerevole di saccheggi consumati dai vari dis”onorevoli” che si sono succeduti nel tempo, sino ad arrivare ad una situazione attuale INTOLLERABILE! Dove la ricchezza è in mano a poche persone e la povertà è cresciuta in modo esponenziale. Viviamo in un Paese dove si finanzia il “ricco” con i soldi del povero, non esiste un qualsivoglia ammortizzatore sociale per le categorie disagiate del tipo: disoccupati, pensionati, sfrattati e quanto altro. Questi parassiti di stato ed i partiti che li hanno generati, parlano di debito pubblico salito alle stelle, dicono che ogni nascituro parte con un debito (in quota parte). Questi delinquenti si dimenticano di chiarire che il debito pubblico lo generano loro con i loro costi, le auto blu, i loro intrallazzi, le tangenti, le assunzioni clientelari, (potrei andare avanti per ore ad elencare il loro modus operandi delinquenziale); dico solo che i miei debiti li ho sempre pagati e i loro debiti non li voglio pagare. Provino LORO a vivere con una misera pensione di € 450.00, come hanno imposto a oltre 6 milioni di pensionati.
    Andate a casa disonesti!!!!!!!
     
  • Non ho resistito alla tentazione di dare un’occhiata alla trasmissione per vedere fino a che punto si sarebbe spinto a sparare cazzate……
     
    E’ stata veramente una schena SBALORDITIVA !
     
    Anche io ho pensato subito che Silvio stesse veramente molto male: 
     
    la scena che mi ha fatto più impressione è stata quella in cui il direttore del quotidiano la Nazione ha iniziato a slinguazzarlo per benino e le telecamere riprendevano Silvio mentre ciodolava e si gongolava come in una psico-regressione allo stato puerile di 3-4 anni di età……
     
    PERCHE’ NON ABBIAMO UNO PSEUDO OBAMA PER COLMARE IL VUOTO DI POTERE CHE SI VERRA’ A CREARE ALL’IMMINENTE CADUTA DEL VECCHIO DITTATORE !!!???
  • Chiedo venia per l’OT e per il probabile uso improprio che faccio di questo spazio ma DANIELE MARTINELLI sta manifestando sul suo blog segni di cedimento… è evidente quanto sia impegnativo e troppo poco remunerativo essere blogger (tra l’altro così attivi e validi al pari di Messora).
     
    Non perdiamo una risorsa così importante di informazione libera. SUPPORTIAMOLO!
     
     
  • Eh no…mi spiace non sono daccordo.Il re è vivo e vegeto e le esternazioni provocatorie del buon vespa non sono altro che un prolungamento della recita teatrale preparata dalla tv…si perchè date le polemiche di questi giorni e la cancellazione di ballarò si sono preparati un bel tatrino per dimostrare che i giornalisti (ebbene si anche vespa lo è) non sono così asserviti al potere ma…ma..ma…tutto fa parte del gioco come le orwelliane rettifiche delle razioni di cioccolata opuure  la glorificazione o la distruzione di un dato personaggio a secondo delle necessità del potere……..vespa è stato ancora una volta uno strumento di propaganda….che ne pensate?
  •  Ottimo, grazie. Potresti aggiungere un’altra cazzata detta dal premier. Più in là nella trasmissione quando parlano di immigrazione, il silvio parla di asilo nido invece che di asilo politico e la cosa più divertente è che nessuno dice niente, nessuno lo corregge. Il classico vecchio rimba che nessuno ascolta…per fortuna nemmeno gli italiani visto lo share di ascolto della trasmissione.
  •   Caro Claudio… son rimasto veramente colpito da questo post, articolo, poesia d’alto livello, chiamalo come vuoi…
    E’ semplicemente spaziale!! hai reso l’idea come nessun altro essere umano sarebbe stato in grado di fare, questo è poco ma sicuro.
    Scusa, ma non ho saputo resistere alla tentazione di comunicartelo 🙂
    Per il resto sappi che ti seguo con devota costanza, i tuoi articoli, video e quant’altro sono realizzati con un incredibile accuratezza e soprattutto CHIAREZZA! complimenti, non mollare.
    Andrea
     
    Ps: in riferimento al post – e adesso che il re è nudo? mah… mi è più facile pensare che è QUASI nudo… chissà! rimaniamo in attesa..
  • l’ho già visto su un altro blog, forse quello di Gilioli "piovono rane", e concordo con chi diffida della prossima caduta del nanoduce. A quanto pare i tremilioni di ascoltatori di Vespa erano, per la maggior parte, i detrattori del Berlusca. Che comunque vada vince sempre.
    1. perché canale5 Mediaset vince gli ascolti della serata e incamera un’altro tassello nel bottino da presentare agli inserzionisti pubblicitari;
    2. perché il telespettatore tipo ed elettore del PdL, guarda caso come viene ribadito da settimane su tutti i siti e i blog di "pensatori liberi" come riteniamo tutti di essere, non guarda i programmi di informazione ma tutt’altro purché non manchino gli ingredienti giusti (tette e culi)
    ergo
    il rimbambimento a mezzo TV è completato. E avanti con il piano di rinnovamento targato P2 (PDue)
  •  Anche in radio (mi pare fosse una puntata di "La Zanzara" su radio24) una settimana fa, circa, si parlava del fatto che voci di corridoio darebbero Berlusconi per morto (politicamente) e sarebbe già pronto Montezemolo per sostituirlo (questo dunque il dragone partorito dalla madre nera?).
    Con argomenti e modi diversi, ma giungono alle stesse conclusioni in parecchi, da Guzzanti padre, a Barnard…
  • Ci dobbiamo vergognare noi Italiani a Salire sempre sul carro del Vincitore, non pensando che quello avrebbe potuto Barare!!!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi