La CBS oscura Beppe Grillo su YouTube

In questo momento, alle 3.51 di notte del 25 settembre, l’account YouTube di Beppe Grillo, StaffGrillo, risulta sospeso. L’immagine di cui sopra è tutto ciò che compare digitando l’indirizzo del canale: http://www.youtube.com/StaffGrillo.
La sospensione dell’account sembra essere determinata da un reclamo di violazione del copyright da parte di CBS, in relazione al post Primarie dei cittadini 2.0: Stato e cittadini, per il quale Casaleggio Associati, l’azienda che gestisce il blog di Grillo, aveva scelto di pubblicare su YouTube un sunto della puntata del Late Show di David Letterman nella quale è stato di recente ospite Barack Obama.

Una sintesi dello show, di proprietà della CBS (la versione integrale è disponibile qui), è correntemente pubblicata sul canale YouTube della CBS stessa, ma ad una veloce ricerca sul portalone di videosharing compaiono attualmente centinaia di altre registrazioni caricate da privati cittadini, tutte correntemente visibili, non oscurate. La prima impressione, dunque, è che attraverso la CBS si sia esplicitamente voluto colpire Grillo.
 La sospensione del canale ottiene l’effetto collaterale di oscurare tutti gli altri video pubblicati dal blog di Grillo, tra cui anche il penultimo, dal titolo Santa Mafia. Il video conteneva un’intervista alla scrittrice tedesca Petra Reski, del settimanale tedesco Die Zeit, da vent’anni corrispondente in Italia per la stampa tedesca, le cui pagine sono state censurate alla fonte, prima ancora della pubblicazione, per volontà dell’autorità giudiziaria tedesca, intervenuta su richiesta di alcuni personaggi i cui nomi sono ben noti perché figurano nelle informative di polizia sia italiane che tedesche, nei documenti giudiziari e in numerosi resoconti giornalistici. Nomi che non potevano essere pubblicati in un libro.
L’edizione italiana del libro, e dunque la videointervista, coinvolgerebbe direttamente Marcello Dell’Utri, che avrebbe già minacciato querela nei confronti di Petra Reski. La giornalista, tra le altre cose, denunciava la totale assenza di qualsiasi mezzo di informazione, dalla stampa alla televisione, alle udienze dei processi a carico di Dell’Utri.
Nell’attesa di conoscere le motivazioni ufficiali dell’oscuramento del canale di Grillo, non può che destare molta preoccupazione la deriva che la libertà di informazione in rete sta subendo, dal gravissimo tentativo di irrigidimento prospettato con il Disegno di legge dell’On.Pecorellaavvocato di Silvio Berlusconi (vedi il post Berlusconi fa causa alla rete) – ai sequestri sempre più frequenti dei blog, fino alle rivendicazioni di violazione di copyright, usate con precisione chirurgica su blogger selezionati, mentre centinaia di altre copie pirata vengono ignorate e lasciate circolare liberamente.


Il Gruppo su Facebook:  CONTRO L’OSCURAMENTO DI GRILLO SU YOUTUBE



AGGIORNAMENTO 25 sett. h. 14:30
La motivazione ufficiale dell’oscuramento è stata confermata: la CBS ha reclamato una violazione del copyright sullo spezzone di video tratto dalla puntata del Late Show, ospite Barack Obama. Attualmente, tuttavia, su YouTube risultano ancora migliaia di spezzoni della puntata incriminata, nessuno di loro è stato vittima di operazioni di censura.
Lo staff di Beppe Grillo sta ricaricando i video del blog su Vimeo, una piattaforma alternativa di videostreaming molto nota. Nel contempo è in corso una mediazione con Google per cercare di riattivare il canale YouTube e non perdere il numero spropositato di abbonati. Il nuovo canale Vimeo di Beppe Grillo è il seguente: http://www.vimeo.com/beppegrillo
Sul Blog di Grillo èstato pubblicato un post sull’argomento:
http://www.beppegrillo.it/2009/09/419_video_di_gr.html


AGGIORNAMENTO 25 sett. h. 15:10
Byoblu.Com ha fornito questa notte il link all’integrale dell’intervista di Barack Obama al Late Show di David Letterman
Ora, lo staff di Grillo, chiede di inviare tutti un commento al video in questione, chiedendo a David Letterman di intervenire sulla questione che investe pesantemente la libertà di informazione in Italia.
Rinnovo il link al quale postare il commento:
http://www.cbs.com/late_night/late_show/video/?pid=gFt6B0WR4_mQt8pMYe48CeKXusX7Ffjn&vs=Big%20Show%20Highlights&play=true#formCommentlink
Il messaggio è il seguente:
Dear David Letterman,
CBS has asked YouTube to remove a video published by Beppe Grillo related to your interview to the president Obama because of infringment of copyright.
The result is that all the 419 video published and linked on the first Italian blog (www.beppegrillo.it) have been removed.
The video had been subtitled into Italian to underline the freedom of the information in the USA.
I ask your intervention on Cbs to eliminate its request.
Italy is 73rd on the rank for freedom of the information. Help us not to worsen.
Regards.”
La traduzione è: “Caro David Letterman, CBS ha chiesto a YouTube di rimuovere il video pubblicato da Beppe Grillo circa la tua intervista al presidente Obama, per questioni di violazione di Copyrights. Il risultato è che tutti i 419 video pubblicati e linkati dal primo blog italiano (www.beppegrillo.it) sono stati rimossi. Il video era stato sottotitolato in italiano per sottolineare la libertà di informazione negli USA. Ti chiedo di intervenire presso la CBS per eliminare la sua richiesta di rimozione. L’Italia è settantatreesima per quanto riguarda la classifica della libertà di informazione. Aiutaci a non peggiorare. Cordiali saluti.
 


AGGIORNAMENTO 25 sett. h. 17:20
Grazie alla mobilitazione della rete e alla mediazione dello Staff di Grillo, l’account Youtube di Beppe Grillo è stato riattivato da poco. Ciononostante, non è disponibile il video della puntata del Late Show di David Letterman, con lo spezzone dell’intervista a Barack Obama. Il video è stato rimosso anche dall’account Vimeo di Beppe Grillo, presumibilmente dallo stesso Staff di Grillo in via cautelativa, nell’attesa della risposta alle sollecitazioni inviate a David Letterman sulla questione.

45 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sono spariti anche altri video nelle ultime ore mi pare di capire, ma con qualche "stranezza".
     
    Sulla home di Youtube compaiono un paio di video con Claudia Mori, frammenti di una puntata di un insulso reality della Rai.
    Lo stesso video è stato ripreso da Repubblica ieri e, solo su Repubblica, è pienamente visibile:
     
    Su YT, invece, almeno quel paio di link in cui mi sono imbattuto, sono oscurati, mi riferisco ai primi due di questa ricerca:
     
    C’è dell’altro. Se si prova a cliccare sullo username di chi ha caricato i video della Mori, si nota che questi sono raggiungibili e si possono visionare gli altri video proposti dall’utente, a differenza dello user StaffGrillo, totalmente oscurato.
     
    Strano eh?
  • Questa notte se si provana ad andare nella categoria NOTIZIE E POLITICA di youtube  ci si imbatteva in un mucchio di video bianchi appartenenti ad account youtube appena eliminati.
     
     
    La censura del web è ufficialmente inziata.
  • Questa storia dei diritti è un gran presa per i fondelli. Anche a me in passato hanno bannato l’account di Youtube semplicemente perchè avevo caricato uno spezzone della durata di un minuto di un film di "serie B". Nel caso di Grillo credo che i motivi siano altri. Mi preoccupano le parole dette da Obama nei giorni scorsi riguardo ai blog… Sembrava di ascoltare Berlusconi.
    • Nel tuo intervento dici che "ascoltando Obama sembrava di ascoltare Berlusconi". Sono curioso di vedere quella clip, me la mandi per cortesia? Mi trovi anche su FB. grazie.
            
      Maxso Maxazine ha scritto il 25 settembre 2009 alle 09.36 
      Questa storia dei diritti è un gran presa per i fondelli. Anche a me in passato hanno bannato l’account di Youtube semplicemente perchè avevo caricato uno spezzone della durata di un minuto di un film di "serie B". Nel caso di Grillo credo che i motivi siano altri. Mi preoccupano le parole dette da Obama nei giorni scorsi riguardo ai blog… Sembrava di ascoltare Berlusconi.
       
       
       
    •  E’ semplice: sia Obama che Berlusconi sono i servi delle stesse persone. Quando senti parlare loro in realta’ senti parlare chi li controlla 
  • Scusa Claudio,
    se la violazione riguarda solo il video della CBS perchè oscurare completamente il canale? non avrebbero dovuto oscurare solo il video in questione?
  • C’è poco da aspettare le motivazioni ufficiali, se non potevano pubblicare quello spezzone quelli del tubo si attaccheranno a questo, e a nulla vale la scusa "così fan tutti", diranno che stanno lavorando per rimuovere anche gli altri video e che non hanno nulla di personale contro Grillo. Come è successo a te Claudio, ci sono i pro e i contro nello sfruttare una piattaforma esterna per lo streaming dei video…
    Certo che potevano stare un po’ più attenti quelli della casaleggio, fino ad oggi non mi pare che avessero mai pubblicato materiale di produzione esterna, ci potevano pensare… Che poi la regola di sospendere tutto un account sia discutibile è un altro discorso…
  • Ore 10,24, ho fatto una prova dal sito di Grillo.
    Stanno ricaricando tutto su vimeo.com, se cliccate sui filmati dal sito di grillo vi reindirizza su vimeo e tutti i filmati presenti risultano caricati da al massimo poche ore, vediamo quanto dura.
    • A me Youtube ha sospeso l’account, con vari video caricati dal sottoscritto x lavoro oltre a centinaia di preferiti interessanti, a causa di un reclamo della Warner per una canzone (uprising dei Muse, tradotto:la rivolta)associata a immagini dei nostri politici corrotti e alla sovraimpressione del testo tradotto il cui significato calza a pennello. La motivazione di Youtube è stata una presunta violazione del copyright alla Warner, ma nel frattempo migliaia di video che utilizzavano la canzone in questione come soundtrack sono ancora disponibili su youtube.
       
      la mia versione censurata della canzone è visualizzabile qui:
       

  • Ciao Claudio ho appreso quanto accaduto a Beppe Grillo. poco fa.

     
    Beh volevo lanciare un’iniziativa popolare tipo sommossa di rete.
    Inviamo tutti un’email di richiesta di ativazione dell’account di Beppe
     
    scriviamo tutti a security@youtube.com
    Dicendo
    Io ….. chiedo ufficialmente la riapertura dell’account StaffGrillo in quanto si il video incriminato ha potuto violare le regole del CopyRight ma non è leggittimo boigottare tutto l’itero archivio.
    In caso contrario sarò costretto a rinunciare all’utilizzo di Youtube come mezzo di fruizione di video in streaming.
    Quando ne arriveranno parecchie di queste richieste mi sa che si potrà fare attirare l’attenzione.
    Magari si potrebbe usare il loro stesso mezzo
    Facendo un video in cui diciamo quello che pensiamo su sta cosa…
    Siamo tutti farabutti
    Loro non mollano …. nemmeno noi.
  • Ha già trasfertito su Vimeo..! e funziona anche meglio!.
    La rete non la fermi con la carta bollata.. ahahahahahaha.
    Stanno impazzendo tutti quanti. é come cercare di scopare il mare…per dirla alla toscana..
     
  • Si, è vero. La Casaleggio sta spostando i filmati su vimeo. Qui "Santa Mafia". Se YouTube non dimostra un po’ di buon senso gli utenti semplicemente si trasferiranno altrove, è il bello della rete. Anche se in realtà il problema è a monte… semplicemente si dovrebbe dire che una volta che "qualcosa" va in onda in una tv, questo "qualcosa" può essere ritrasmesso liberamente. Perché non ha senso che io pubblico un minuto di una trasmissione per evidenziarne un passaggio ai miei amici o a chi se l’è persa e rischio di vedermi chiudere il canale.
  • Primo effetto collaterale de "Il Fatto Quotidiano" di Marco Travaglio.
    La Terra comincia a TREMARE !!! E allora giù la maschera … il re è oramai nudo !!
    Chiusi nella loro roccaforte i padroni si sentono oramai accerchiati e smascherati. 
    I loro animali da soma e da stalla cominciano a prendere coscienza del loro stato di schiavitù e sfruttamento … la guerra sta per cominciare !!
  • Diritti della CBS?!?!?!
    Ho cercato su YT "obama letterman show" e ho ottenuto 746 ricorrenze, tra cui quella ufficiale della CBS.
     
    Poi ho cercato "petra reski" e ho ottenuto 2 ricorrenze, di cui una in tedesco, e un’altra con un’intervista di RaiNews24 di 23 min. L’ho ascoltata tutta… dire che è di un edulcorato politically correct è un eufemismo… non un nome, un riferimento, niente… solo un salotto tra amici alla Marzullo….
     
    Allora, mi sono fatto una domanda… e mi son dato una risposta!
     
  • Probabilmente dalle parti di youtube si stanno muovendo un po’. proprio la settimana scorsa ci è stato bloccato un video di Videomarta (qualcuno la ricorda). Era quello dell’allattamento al seno, e conteneva un’immagine di un secondo e mezzo di un seno nudo con cui volevamo scherzare per sdrammatizzare il tema importante.
    Ergo… violazione delle regole del sito.
    Il video era lì da più di un anno con decine di migliaia di visite… poi la settimana scorsa è stato bloccato…
  • Secondo me ci hanno fatto pasturare come i pesci per un po’ per ingrossare il bacino d’utenza e adesso cercano di metterlo a frutto e "valorizzarlo". Noto che anche le ricerche su google (di cui youtube è una costola) sono strane ultimamente. Cercavo un’azienda, che ha un suo sito, prima di trovarlo google mi ha sottoposto paginate e paginate di mediatori, di siti di indicizzazione di imprese, dalle pagine utili a kompass a quant’altro. Per trovare direttamente il sito ho dovuto usare yahoo che non mi ha visualizzato neanche il link alla main, bensì a una sottopagina.
    La rete si sta muovendo e temo che le logiche siano quelle "note".
     
    Ciao
  • Questa è censura bella e buona, se vogliono cancellano solo il video, ne sò qualcosa perchè l’altrogiorno caricai un video e neanche dopo 5 minuti che era stato caricato la Fox mi ha cancellato il video.
    Mi sà che stavolta Grillo ha lasciato il fianco scoperto e i poteri forti ne hanno approfittato per attaccare 
  • che dire….siamo alla frutta
    invece di andare allo stadio a esultare come tanti beoti quando la nostra squadra fa goal…
    e se marciassimo contro roma una domenoca!?
    50000 persone di uno stadio faranno paura, o no?!e’ un segnale forte di come ci siamo rotti i coglioni!!!
     
    siamo rincoglioniti dal lavaggio del cervello che i mass media ci danno.
    questi sono i risultati e la pura verita’ . appena si dice qualcosa che realmente non va, (concludete voi…)
     
    allo stadio ogni tanto ci scappa il morto, ma credetemi e’ il male minore…
     
     
  • C’è anche da dire che il blog di grillo è il più visto in italia, quindi i video sono tra i più visti su youtube soprattutto rispetto agli altri utenti che hanno caricato il medesimo spezzone. Quindi ovviamente la CBS andrà a colpire con i suoi reclami grillo e non i singoli utenti.
  • Mi viene il sospetto che ci sia qualcuno a capo di Google Italia che non ama Beppe Grillo. Vi ricordate quando Google evitava misteriosamente e scrupolosamente di suggerire le parole "Beppe Grillo Blog" (e simili) tra le ricerche?
    Vi ricordo inoltre che YouTube è stata acquistata da Google nel 2006.
  • In effetti suona strano; perché intanto la prima "operazione" dovrebbe essere l’eliminazione del video che viola il cpyright, e una notifica all’utente (e magari la sospensione avviene dopo N notifiche, non subito)… ma questo potrebbe essere un modus operandi normale di YT.
    ma poi il fatto che esistono moltissime altre violazioni che passano allegramente intoccate,… fa sospettare che ci sia una mira specifica.
  •  anche su vimeo il video è stato rimosso ( penso vista la conferma della cbs) direttamente da beppe,quindi non è possibile più visionarlo,non comprendo cosa centra solo un video con tutto il resto del canale di youtube…..<
  • bhé… se per il "commento" di un solo lettore hanno tolto il post di Messora, non c’é da stupirsi che per "diritti" oscuranno il canale di un contestatario cosí importante come Grillo. Una mossa in piú dal governo per "oscurare" la vera oposizione pensante…mi dispiace, qualcosa si deve fare, si?
  • Si deve smettere di usare you tube o google. Sono in mano al nemico. Su altre piattaforme minori la censura non e’ cosi’ immediata. Comunque si dovrebbero condividere tutti i video anche su piattaforme di tipo torrent in P2P cosi’ i video resteranno nei computer degli utenti e sara’ facile per chiunque scaricarli. Non fossilizziamoci sugli stessi metodi. Le vie della rete sono infinite
     
  • se questa storia, che si tratti di censura ono, potrà far cambiare la rete e imetodi concui noi la usiamo, in meglio..ben venga..dovremmo riflettere sul cambiamento di certe abitudini, sfruttare piattaforme non in mano ai soliti grandi gruppi, concordo pienamente.
  • Sarebbe corretto, ora che l’account è di nuovo tornato in linea, ringraziare Letterman.
    Sul suo sito ho postato un commento di ringraziamento.
    L’educazione e la cortesia prima di tutto.
    ++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
     
    Dear David Letterman,
     
    thanks to you or CBS, YouTube revoked the suspenction pending over Beppe Grillo’s YouTube account, and now all Beppe Grillo’s video on YouTube are fully visible.
     
    Thank you very much Mr. Letterman.
     
    Libero Dalla Guerra,
    Forlì, Italy
  • Intimidazione!
    A qualcuno risulta qualche inciucio tra la CBS e le tv nostrane, o tra la CBS e i "soliti noti"? Qui c’è qualcosa che non torna, perchè è stata applicata una punizione severissima solo contro una persona, mentre tutti gli altri erano "a piede libero".
     
    Lottiamo contro l’utilizzo selvaggio del copyright!
  • Ciao,
    tu che sei fans di Beppe Grillo, perche’ non parli di chi gestisce il suo blog e chi c’e’ dietro: la Casaleggio Associati. 
     
    Nota: La Casaleggio Associati gestisce tutti i contenuti del Blog di Beppe Grillo, Di Pietro e decide o no cosa pubblicare su entrambi i Blog.
     
    Sarabbe opportuno approfondire chi sono i soci fondatori della Casaleggio Associati e i suoi partner commerciali.
     
    Tutto puo partire dalla visione di questo video:
    http://www.youtube.com/watch?v=rMZJFdmhGXY
     
    Saluti. Viva la condivisione.
     
  • I nuovi video dal Blog di Grillo vengono ancora caricati e linkati su youtube.
    Se però dopo quello che è successo, lo staff di Grillo insiste con youtube vuol dire che la lezione non è servita. Questi inconvenienti a mio parere dovrebbero essere utili per creare degli anticorpi contro quello che non va in rete e a tenere la testa alta. Alla fine siamo noi utenti a decidere il successo o meno di un sito, di una piattaforma, di un programma…
  • I più visti

    Sostieni l’Informazione Libera

    Hot News

    Top

    Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi