La Holding Berlusconi

 Io pensavo che la Consulta si fosse riunita per valutare l‘incostituzionalità di una legge dello Stato italiano, per gli amici: il Lodo Alfano. Invece, è una specie di udienza preliminare per i processi contro Berlusconi: la corruzione del diversamente stipendiato David Mills, già condannato in primo grado a 4 anni e 6 mesi, l’irregolarità nella compravendita dei diritti televisivi Mediaset e la corruzione dei senatori eletti all’estero.
Che l’imputato non sia l’esecutivo ma un cittadino italiano, lo si capisce dal fatto che in aula ci sono i suoi avvocati difensori personali, gli amici di una vita Niccolò Ghedini e Gaetano Pecorella. Che paghiamo noi. Li paghiamo noi e lavorano per lui. Ghedini non si capisce dove abbia trovato il tempo di scrivere e pronunciare l’arringa, visto che di giorno dovrebbe fare il parlamentare con i nostri soldi. Pecorella, tutto sommato, è meglio se si occupa del suo cliente e lascia perdere i disegni di legge sulla rete. Anche se lo fa con i nostri soldi.
Tra i giudici della Corte Costituzionale, quelli che hanno ammesso a intervenire la difesa dell’imprenditore chesièfattodasolo, ma non la sua accusa la Procura di Milano -, è veramente curioso che ce ne siano due, Luigi Mazzella e Paolo Maria Napolitano, che ancora devono smaltire le libagioni consumate con l’imputato e con il suo avvocato, quello che oggi li arringava. A tavola rutto libero, in aula toghe e formule di rispetto. E’ proprio vero che gli uomini bisogna prenderli per la gola. Gli italiani, invece, vanno presi per il culo.
E mentre la farsa dell’udienza preliminare porta in scena lo spettacolo istituzionale più triste dal dopoguerra – e con la prima repubblica pensavamo di avere visto già tuttoCalimero trova il modo di fare il perseguitato speciale perfino in una delle rare occasioni in cui deve pagare. La corte dei suoi giullari ha già invaso televisioni di ogni ordine e grado per gridare al “piano eversivo della magistratura rossa“. Loro che adorano il re eversore per eccellenza.
Berlusconi, De Benedetti non sarà un santo, ma la Mondadori te la sei intascata grazie a Cesare Previti, ora non rompere i coglioni e paga. Cosa vuoi che siano 750 milioni di euro per la Fininvest: mal che vada aumenti un po’ l’IVA a Sky, mortifichi qua e là il palinsesto RAI, ti fai un lodo per sospendere il pagamento di quel misero 1% di fatturato con cui paghi le frequenze rubate a Francesco Di Stefano e in un paio di mesi risistemi i conti. Tanto, è evidente che tu non sei un presidente del Consiglio, ma un amministratore delegato. L’Italia è la tua holding, il Consiglio dei Ministri è il CDA. le istituzioni e i tuoi gruppi sono le società controllate, la magistratura non è altro che un gruppo di sindacalisti rompicoglioni e noi siamo tutti tuoi dipendenti.


SEGNALAZIONI:
Il Gruppo Facebook: URLA IL TUO NO AL LODO ALFANO!!!

16 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Per quanto mi riguarda, considero Silvio Berlusconi un Totò Riina con cervello… Se ci fate caso, utilizza la stessa tattica usata dal boss mafioso nel suo processo. E’ inutile girarci intorno, alla fine quel dannato Lodo Alfano passerà.
  • E’ una vergogna!!!!! Abbiamo una classe dirigente non eletta direttamente dai cittadini che fa i propri interessi e non quelli del popolo .Questo vale anche per i collaborazionisti(opposizione) che di fatto hanno consegnato volutamente l’italia ad un regime.
     
     
  • Se la consulta non dichiarerà il Lodo incostituzionale; vestite nero e non trattenete le lacrime, avrà inizio il funerale della nostra democrazia…
  • Così concludi il pezzo: "noi siamo tutti tuoi dipendenti."
     
    A me sembra che siamo poco più che sudditi mal pagati.
     
    Al sentire le notizie di questi ultimi giorni, tra lodi, scudi e tragedie di fango mi sta venendo una depressione.
     
     
  • La foto a illustrazione di questo post mi provoca forti conati di vomito.
    Vorrei sapere se devo rivolgermi al medico o se è un fatto normale.
  • mai come in questo momento, dopo aver attentamente ( letto e riletto) il pezzo, mi rendo tristemente conto di aver scelto bene quando anni orsono decisi di lasciare l’italia…

     
     
    … domenica allo Smeraldo ho percepito, "forte" la volonta’ di cambiare, speriamo sia possibile quanto prima, infatti entro qualche anno avro’ la possibilita’ di cambiare cittadinanza, sarebbe bello poter rimanere CITTADINO italiano, sarebbe veramente bello!
     
  • La procura della Repubblica di Milano non è stata ammessa a discutere il lodo Alfano.

     
    Ma i giudici Mazzella e Napolitano, contigui e conviviali del nano, alzeranno regolarmente la mano.
  • pecorella, vattene!
    ghedini, datti foco!
     
    ps: grazie sempre claudio per il tuo meritevole lavoro. ce ne fossero!
    mi chiedo difatti da troppo tempo: a quando un po’ di giustizia anche nel mondo giornalistico? un po’ di piazza pulita, insomma; vale a dire: che gli scribacchini copia/incolla, i voltagabbana, quelli senza arte né parte (alla telese, facci, mentana e compagnia bella, per intenderci) facciano pure altri mestieri tipo i presentatori di programmi televisivi decorativi, d’intrattenimento facile… nn certo d’informazione. eh no, nn è proprio il loro talento quello… e invece, guarda un po’ come va alla rovescia il mondo, perdiana!
  • Grazie per questo post dai toni forti e diretti che ho appena provveduto a linkare su FB.
    In questo momento si critica molto l’atteggiamento di Di Petro, Grillo e di chiunque altro stia alzando i toni. A mio avviso invece bisogna aumentare il livello dello scontro, perché in tempi passati un atteggiamento morbido e accomodante ha portato a nefandezze come il fascismo, il nazismo e i campi di concentramento.
  • non fa na piega….questa è la triste realtà,non vorrei essere pessimista ma non vedo niente di nuovo all’orizzonte,mangiano tutti dallo stesso piatto…………ciao
  • Ma sai che stavo pensando la stessa cosa?
    Hanno parlato tre (non uno, tre!) avvocati personali di Mr. B. Ma a che titolo parlavano? Erano i tre defensori del cittadino Berlusconi, che cavolo c’entravano?
    Va ben che è stato il Tribunale di Milano (dove mr. B è imputato) a far ricorso alla Consulta, ma se il giudizio richiesto era sulla costituzionalità, che avranno avuto da raccontare? Che Mr. B non ha mai evaso le tasse e quindi il lodo Alfano è costituzionale?
    La prossima volta alla Consulta ci mando un mio amico avvocato a parlare delle palle di fra marzo…
     
  • Ma chi ha deciso di scrivere "la vostra decisione sancirà se esiste ancora una speranza di legalità in questo paese e consegnerà i vostri nomi alla storia di questo paese"?
    E’ di un lirismo inutile, disperato e applica la stessa pressione dell’avvocatura di Stato e dei delirii dei sostenitori di Berlusconi. Lo fa alla rovescia, ma il principio è lo stesso.
    A loro si richiede solo di fare il lavoro previsto dalla Costituzione, senza valutazioni ulteriori, né politiche, né di opinione, né basate su timori vari, ecc. Il lodo va valutato alla luce della Costituzione.
    E basta. 
    Mica ci devono accontentare perché ci appelliamo accorati e preoccupati.
    Solo da noi succedono ‘ste cose.
  • dipendenti?
    magari!
    siamo tristemente sudditi!
    Un dipendente, per quanto abbia una indiscutibile misera paga, almeno ha uno stipendio.
    Grillo la pensa diversamente… loro sono i nostri dipendenti… dovrebbe rivedere un po' di cose anche lui alla luce di tutto quello che succede nel nostro paese… perchè l'italia non è una nazione, non lo è mai stata.
    "Qualcuno" disse :"abbiamo fatto L'italia ora facciamo gli italiani"…  e di questi nemmeno l'ombra!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi