Il nuovo Gesù Cristo


Poi parlano delle torture degli americani, delle violenze sui monaci tibetani, dei soprusi dei talebani, della pulizia etnica in Bosnia, degli stermini in Ruanda, dei desaparecidos, dei giornalisti che scompaiono in Russia, dei diritti civili violati in Cina, dei blogger imprigionati in Egitto, delle bombe in Israele, delle prigioni libiche, del regime iraniano, dei fascisti, dei nazisti, dei gulag russi, della mafia russa, della tratta delle schiave, dei papponi albanesi, dei metodi della camorra, dei capoclan mafiosi, delle violenze sulle donne in Arabia Saudita, delle esecuzioni islamiche, delle decapitazioni in Iraq, dei metodi dell’Apartheid in Sud Africa, dei conquistadores spagnoli, della Santa Inquisizione, degli schiavi nelle piantagioni di caffè, dei bambini che cuciono i palloni, delle mini-prostitute tailandesi, della tratta delle nigeriane, degli zingari che rubano i bambini, delle bombe al fosforo su Fallujah e sulla striscia di Gaza…
Angelino Alfano, invece, parla di caduta accidentale dalle scale.
Questo è il corpo di Stefano Cucchi, offerto in sacrificio per noi e per tutti, in remissione dei nostri peccati.


70 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Non ci sono parole, solo rabbia che cova , voglia di vendetta e pietà…

    Ma quando ci fulminerà  Dio, chi potrà dire che non abbia fatto bene!?

    Claudio con tutto il rispetto per gli aggiornamenti dell’aquila, a questa vicenda devi dare più spazio nei prossimi mesi.

     A presto,

                     Claudio

  • 20gr di fumo.

    Ripeto, 20gr di fumo.

    20gr.

    Se non e’ la droga ad uccidere stiate pur certi che c’e’ chi provvede.

    20gr. di fumo, porca di quella troia.

  • Sono denza parole…… questa è a mio avviso UNA PALESE E LEGALIZZATA VILAZIONE DELL’ART 2 DELLA COSTITUZIONE <<LA REPUBBLICA TUTELA E DIFENDE I DIRITTI INVIOLABILI DI OGNI UOMO…..>> GIUTIZIA PER LA FAMUIGLIA COCCHI SUBITO!!

  • E’ vergognosa la mancanza di indignazione e decisa presa di posizione di politici, alte gerarchie delle forze dell’ordine…. solo silenzi e omertà, degni atteggiamenti di un paese al regime.

    Mi vergogno di essere italiano ormai, nulla può essere obiettato, le ultime tracce di dignità di un popolo si stanno sciogliendo come neve al sole…

  • La penso come Mastar. Facciamo solo in modo che Stefano e la sua famiglia abbianogiustizia. Con fermezza dobbiamo rompere i coglioni. Con fermezza dobbiamo evitare che questo ragazzo sia dimenticato. Dimenticato come gli altri…

  • Il diritto originariamente nasce per tutelare dai soprusi coloro che sono fisicamente meno forti.

    Siamo tornati all’età della pietra. 

     Appena ho visto le foto sono rimasto veramente scioccato.

    Dopo qualche secondo mi è successa una cosa strana. Ho pensato ai telefilm che vede mia moglie, quelli che mostrano cadaveri squartati in continuazione.

    Non riuscivo a distinguere la finzione dalla realtà!

  • Veramente senza parole…….

    L’unico pensiero che mi viene in mente è solo questo…..

    Ma la Chiesa dov’è ?

    Come mai non si pronuncia ?

     

     

    • …la vera chiesa non esiste……la chiesa di oggi sono loro……quindi visto che ci credono…..possano sprofondare all’inferno!!!!!!!!

    • la chiesa? ma di che chiesa parli? Ma quando mai il vaticano si è preoccupato della povera gente? Sono duemila anni che pensano solo ai soldi e al potere… Come disse il Cardinal Mazzarino: “il trono si conquista con spade e cannoni ma si conserva con dogmi e superstizioni”. Parole sante!

  • A me hanno indignato le dichiarazioni fatte da Ignazio La Russa. Senza conoscere i fatti, il nostro caro ministro ha detto che il comportamento dei carabinieri è stato assolutamente corretto in questa occasione. Spero solo che la Giustizia(quella vera) faccia chiarezza su questa ennesima morte orribile…

  • Secondo me queste foto non andavano pubblicate. È il tranello sempre in agguato che tende la civiltà dell’immagine…  Il problema grave comunque è la situazione in cui è avvenuto il delitto, il rapporto deteriorato con le istituzioni democratiche, l’abuso d’ufficio… Due più due fa quattro; un ragazzo incensurato finisce in carcere (si dice per possesso di droga) e non ne uscirà di lì se non cadavere… beh!… La storia insomma la si conosce, abbastanza da non dare adito a dubbi: si tratta di mero omicidio di stato, o meglio di una sua parte (speriamo minima!) deviata, chissà quanto preter- e quanto -intenzionale! [Abbiamo già visto queste devianze anche a Bolzaneto e da altre parti].  Osceno e deprecabile è il comportamento delle istituzioni verso i familiari.

    La Russa è pronto a giurare sull’integrità dell’arma… poi in base a che cosa non si sa, forse per suggerimento dello spirito santo.  Integrità in questo caso vuol dire che nessuno dei cinquantamila armigeri possa commettere il benché minimo delitto. Se vogliamo signor ministro che l’arma resti onorata e senza macchia è meglio toglierne lo sporco, nevvero?, facendo chiarezza, isolando le cosiddette mele marce in modo che non possano intaccarne il candore. Abbiamo dei condannati in via definitiva in parlamento e già non va troppo bene. In quanto a giustizia, ordine e pulizia avete una visione abastanza autoreferenziale. Si resta esterefatti come gli ebrei nei campi di concentramento incapaci di credere che tutto ciò possa accadere ed essere reale… Ormai, non sappiamo con chi abbiamo a che fare… Le istuituzioni sono reticenti e omertose più o meno come lo è la mafia. Da buoni cittadini di questo stato italo-mafioso ormai non più latitante – ma governante! -, dovremmo fra non molto esprimerci, in ossequio alle leggi vigenti (poco importa se scritte o meno) degli onorevoli uomini d’onore, in modalità evasiviva del tipo “nienti sacciu e nienti viddi”. 

    Che si apra una commisione d’inchiesta sia sull’arma che sulla polizia carceraria, gli stronzi verranno prima o poi a galla. C’è sempre sempre questo circolo vizioso, questa presa di posizione tra filo-governativi e filo-oppositori che risolvono tutto nel solito battibecco scaricabarile riguardante il caso specifico di turno da strumentalizzare.  

    • le commissioni parlamentari italica hanno sempre e solo “scoperto tutto per non sapere niente del vero”…

      L’indignazione è umana e per fortuna che c’è perché al suo scomparire non sarà più neppure la sensibilità umana. Un conto è sapere in che merda di paese viviamo, un conto è non indignarsi nanche più. Io personalmente me ne andrò non appena avrò il sentore dell’assuefazione.

      Sul fatto che le foto non dovessero girare, sono in assoluto disaccordo. C’è chi le usa per l’audience, c’è chi la usa per segnalare i livelli di abuso di potere raggiunti, c’è chi le sua per sapere la verità e diffonderla semplicemente…

    • Il desiderio di pubblicare le foto è stato della famiglia Cucchi. Secondo me ha fatto bene. Queste immagini hanno il preciso scopo di fare vedere la realtà per quella che è e non lo spettacolo che tutti i giorni ci propinano i media nel continuo vortice di stupidità e di falsità. Invece di paragonare il corpo massacrato di Stefano ai film dell’orrore che vediamo in tv dovremmo paragonarlo al corpo dei nostri figli, ai nostri amici, ai nostri parenti.  Ci siamo allontati talmente tanto dalla realtà che non vediamo nemmeno più chi ci sta vicino? Diamo così scontato il fatto che alla nostra famiglia non accadrà mai niente per il semplice fatto che sia la nostra? Davvero pensiamo che tutto ciò che riguarda gli altri sono solo immagini che girano dentro uno schermo? Stiamo perdendo tutti la nostra identità, non ci riconosciamo più né in noi stessi né negli altri. Stiamo diventando esseri amorfi… delle amebe. Un ragazzo è morto da solo, massacrato, nel suo dolore fisico e dell’anima, con la certezza che nessuno avrebbe potuto salvarlo perché nessuno è stato fatto avvicinare. Io non lo so quale sarebbe stata la mia reazione, ma la rabbia… Non si digerisce nemmeno il dolore, perché non può essere puro dolore quello che in questo momento stanno provando i suoi familiari, perché non hanno avuto nemmeno la possibilità di viverlo. Tu vedi tuo figlio, lo lasci in custodia alle forze dell’ordine, cammina sulle sue gambe, ti guarda, ti parla, poi lo ritrovi disteso sul lettino dell’obitorio massacrato… non può esserci spazio per il dolore perchè non c’è una giustificazione nell’accaduto. Credo si possa diventare matti… spaccare tutto il mondo o spaccarti tu dentro.

    • Teleabuso, altri mi hanno già preceduto, ma lo ribadisco: è stata la famiglia di Cucchi a chiederne la divulgazione, al preciso scopo di fare sì che se ne parli, come è giusto che sia.
      E stanno ottenendo il loro scopo.

    • scusami, ma sarei un minimo più obiettivo.

      Dal servizio, dove si poteva evitare di dire che era un tossicodipendente, si evidenziano tutti i punti salienti e oscuri, comprese le dichiarazioni dei vari medici che sarebbero stati in relazione con il povero scomparso.

      Buttarla in politica sarebbe un errore banale e grossolano, le responsabilità sono generali e istituzionali soprattutto.

  •  

    Da una parte..un ragazzo di 31 anni, trovato con 20 grammi di erba, viene arrestato, non gli vengono concessi gli arresti domiciliari, non gli viene permesso di incontrare i propri familiari e, alla fine, muore in carcere, pestato a sangue e massacrato da ignoti. Dall’altra..decine e decine di autori di innumerevoli e nefandi reati di mafia siedono ancora comodamente in Parlamento e ci governano. Buongiorno Italia…

  • Io non mi dilungo oltre a ciò che dovrei, ma voglio sottolineare che viviamo in uno stato di polizia: se va bene a loro ok, altrimenti…  Guarda quanta polemica si fa sul Berlusca o Marazzo, quello è importante: un calcio nel culo e fuori dai coglioni. Se in Italia vi è una giustizia deve essere applicata con ogni sua forma, anche per degli agenti di polizia che non hanno fatto il loro dovere come al giuramento che hanno espresso. Ma sappiamo già come finirà questa faccenda, con un paio di anni e la condizionale non sconteranno nulla del loro comportamento scorretto.   Ma, il pensiero mi viene spontaneo, se hanno combinato questo e poi ne vogliono uscire come nulla fosse, atribuendo l’ accaduto alla vittima stessa, cos’ altro avranno combinato durante la loro permaneza in polizia? Per venti GR di fumo non si pesta un ragazzo in quella maniera, c’é qualcosaltro sotto. La magistratura deve fare il suo lavoro, senza tener conto che il giovane possa essere un drogato  ( ho i miei dubbi, uno che fuma non è da considerare drogato, a mio avviso ) e che i REI sono o erano poliziotti. Chi sbaglia paga porca miseria. RIVOGLIO LA MIA ITALIA Mi sono dilungato oltre, le cose sono molte su cui discuttere, chiudo qui. Dico solo che il Paese non funziona. BASTA.

  • Laura ha scritto :
    Il desiderio di pubblicare le foto è stato della famiglia Cucchi. Secondo me ha fatto bene. Queste immagini hanno il preciso scopo di fare vedere la realtà per quella che è e non lo spettacolo che tutti i giorni ci propinano i media nel continuo vortice di stupidità e di falsità. Invece di paragonare il corpo massacrato di Stefano ai film dell’orrore che vediamo in tv dovremmo paragonarlo al corpo dei nostri figli, ai nostri amici, ai nostri parenti.  Ci siamo allontati talmente tanto dalla realtà che non vediamo nemmeno più chi ci sta vicino? Diamo così scontato il fatto che alla nostra famiglia non accadrà mai niente per il semplice fatto che sia la nostra? Davvero pensiamo che tutto ciò che riguarda gli altri sono solo immagini che girano dentro uno schermo? Stiamo perdendo tutti la nostra identità, non ci riconosciamo più né in noi stessi né negli altri. Stiamo diventando esseri amorfi… delle amebe. Un ragazzo è morto da solo, massacrato, nel suo dolore fisico e dell’anima, con la certezza che nessuno avrebbe potuto salvarlo perché nessuno è stato fatto avvicinare. Io non lo so quale sarebbe stata la mia reazione, ma la rabbia… Non si digerisce nemmeno il dolore, perché non può essere puro dolore quello che in questo momento stanno provando i suoi familiari, perché non hanno avuto nemmeno la possibilità di viverlo. Tu vedi tuo figlio, lo lasci in custodia alle forze dell’ordine, cammina sulle sue gambe, ti guarda, ti parla, poi lo ritrovi disteso sul lettino dell’obitorio massacrato… non può esserci spazio per il dolore perchè non c’è una giustificazione nell’accaduto. Credo si possa diventare matti… spaccare tutto il mondo o spaccarti tu dentro.

     

    Assolutamente daccordo Laura

  • hanno ripristinato la pena di morte

    solo che non lo sapevamo

    tra l’altro mi chiedo: se il colpevole è arrivato all’omicidio, è un caso unico o è un’usanza consolidata quella di pestare? quanti non hanno denunciato? forse che l’evento collaterale morte non era previsto e tutto sarebbe passato sotto silenzio?

  • dimenticavo, è dal g8 di genova che non ho più alcun tpo di fiducia nelle forze dell’ordine

    qua son riusciti persino a rubare la pistola dalla fondina del vigile in servizio al mercato… e mi chiedo anche se è vero, che l’avessero rubata e non ci sia sotto qualcos’altro

    e dovrei sentirmi protetta?

  • Agghiacciante. E poi la magrezza da campo di concentramento di quel corpo… ma quanto deve aver sofferto quel povero cristo prima di morire?

    Ha ragione Claudio.farna #1, ora bisogna tenere alta l’attenzione su questo e su tutti gli altri casi analoghi. Non possiamo piu’ tollerare che questi nazisti vigliacchi continuino ad imperversare nascondendosi come topi di fogna dietro una divisa (della quale sono indegni) e la complicita’ mafiosa dei propri commilitoni.

    Perche’ qui la cosa che mi fa impazzire e’ il metodo da cosca mafiosa: in una caserma o in una prigione viene fatto fuori a botte un poveraccio, e nessuno sa chi e’ stato, nessuno ha visto, nessuno parla. Perche’ se parli, se “tradisci” un collega, in quegli ambienti sei finito. Come le cosche mafiose, ormai le forze dell’ordine sembrano agire nella totale impunita’, con la stessa autoreferenzialita’, la stessa propensione criminale, la stessa impenetrabilita’.

    Ha ragione Pancho Pardi sul Fatto Quotidiano di oggi: le migliaia di uomini e donne onesti delle forze dell’ordine che ogni giorno onorano la loro divisa dovrebbero essere i primi a pretendere di ripulire i propri Corpi di appartenenza da certa feccia. Altrimenti si rischia una pericolosa delegittimazione di coloro che dovrebbero garantire la legalita’, per giunta in un paese in cui legalita’ e stato di diritto fanno acqua da tutte le parti.

    Ma tutto questo il nosto governo e’ troppo stupido e arrogante per comprenderlo.

     

  • Io ho paura per i miei due figli. E ricordo l’altro ragazzo, le cui immagini sono su youtube da anni. Non potrò proteggerli per sempre, prima o poi lasceranno il nido e in quali mani li lascerò? Tante ore per farli nascere, tante cure per farli crescere e poi un imbecille qualsiasi te li porta via. Pensate che ne ho altri quaranta di figli, i miei alunni. Come posso loro insegnare il rispetto, quella che l’altra tizia chiama cittadinanza e costituzione quando quest’ultima viene stralciata ed i cittadini se ne fregano? Mi fermo qui, non voglio mettere nei guai Claudio. 

  • povera italietta, uno stivale sempre più puzzolente… Ha ragione Saviano la Camorra (intesa come corruzione, intrigo, violenza e soprusi) è ormai dappertutto e soprattutto in televisione!!! Caso Marazzo: mica focalizzano il problema che 4 ufficiali dell’arma intimoriscono le prostitute a mò di arancia meccanica fino ad estorcere denaro ai loro clienti…no, si limitano a raccontare la vita segreta e i gusti "peccaminosi" di marazzo MA CHI SE NE FREGA! e poi ora silenzio su questa faccenda che definire scabrosa è niente… ma non mi basta che a pagare sia un semplice appuntato (…) i capi dove sono? è ora che iniziano a "cadere" le teste dei pesci grandi DIMISSIONI e carcere per chi si permette di considerare un cittadino inerme carne da macello. che fine ha fatto il rispetto per la vita santo dio!!! la chiesa dove si nasconde?? fai come lo struzzo ora? la politica? ma lasciamola perdere, è troppo impegnata a guardare nel buco della serratura di casa marazzo per accorgersi del DELITTO commesso e non servono i RIS e i plastici di BRUNO VESPA per svelare il colpevole di questo OMICIDIO. vergognosi anche i medici omertosi…la camorra è davvero dappertutto. MI FA SCHIFO OGGI  ESSERE ITALIANO

  • Anch’io credo che la famiglia abbia fatto bene a pubblicare le foto. Se non l’avesse fatto, nessuno ne parlerebbe già più.

     

  • Allucinante.

    Quanto coraggio ci sarà voluto per picchiare così un ragazzo inerme ?

    Bravi ! Forti con i deboli.

    Chiediamoci però anche cosa sta succedendo a partire dalla politica per arrivare a questi comportamenti.Non sarà che per mostrare al paese efficienza contro la criminalità “non convenzionata” si stanno facendo pressioni raccolte di buon grado da qualche balordo ?Tanto l’impunità è dietro l’angolo.

    Il G8 insegna.

  • Non ho parole nemmeno io… la chiesa non c’è mai stata, c’è solo per fare dei grandi sermoni contro il preservativo in africa etc etc….  Ci meravigliamo solo dopo che le cose succedono dimenticandoci del passato …(vedi G8 Genova) io sono il primo a farlo , forse perchè la nausea di vedere e sentire queste cose è già arrivata da un pezzo , ma non è ficcando la testa sotto terra che si risolvono le cose . Ammiro le persone come Claudio che mettono in risalto quello che le Televisioni ed i giornali del PRIMER ci nascondono.. Povero Stefano e poveri i suoi cari…

    Ragazzi ce lo stanno mettendo in quel posto senza sputo…  

    • …ce l’ hanno già messo in quel posto.  Io mi stupisco del fatto che è stato rieletto, ma gli Italiani, quando si sveglieranno ? Siamo un popolo di ” masochisti “

  • Se solo pensate che quello che viene a galla è la minima parte di quello che accade credo vi venga da vomitare all’istante. E non sono queste foto a provocarlo ma il pensiero che qualcuno possa pensare di sostituirsi a Dio (o alla sua funzione, per chi crede in qualcosa). Forse Dio è morto, come cantava Guccini, ma ragazzi siamo ancora sulla Terra e c’è in corso una guerra per accaparrarsi il potere. In Italia ci sono tanti poteri, quelli Istituzionali sono fantocci, quelli reali operano. Quello che sta accadendo è che più si va avanti e più i poteri reali si vanno scoprendo e la cosa più orribile è che noi ci stiamo abituando all’idea senza accorgercene perché, nel frattempo, ci hanno riempito il cervello di talmente tante cazzate che esso si è arreso. Il nostro cervello si è adagiato in un caldo torpore che ci fa sentire bene, solo che non ci accorgiamo che il caldo torpore viene dalla merda su cui ci siamo adagiati e il giorno in cui ce ne accorgeremo sarà troppo tardi.

  • …..su Repubblica di oggi, allegato di Firenze: " Fuggito all’alt dei vigili poi picchiato con pugni e calci" la denuncia di uno studente universitario di 22 anni. "quando sono sceso dalla macchina con le mani alzate, sono stato picchiato per otto minuti con pugni e calci da dieci vigili"

    Io sono seriamente preoccupato, ogni volta che vedo una macchina delle forze dell’ordine mi fa paura l’idea di essere avvicinato da loro, e veramente proccupante.

     

  • mi vergogno di essere italiano ovunque guardi corruzione mafia omerta e ingiustizie che schifo e dire che volendo potremmo essere un grande paese

  • Dio ce’ ed esiste !

    Verrete puniti di cio’ che commettete, questo non e un bel spettacolo da far vedere,ma se legge ci sara’, vi condannera all’Inferno !

    Dio ci ha creati,non per distruggerci………….

     

    le mie piu’ sentite condoglianze alla famiglia Cucchi.

    "Salvo.R.

     

  • Troppe volte, nell’ultimo periodo, mi sono trovata a pensare: “VERGOGNA”.

    Ma qui, non si vergogna mai nessuno di chi dovrebbe farlo.

    Solo quelli come me che, nel sentire la parole di Angelino Alfano, provano molta vergogna per l’ Italia.

     

  • mi fa veramente piacere che in italia ci siano tante persone buone…difendete pure i soggetti come questo che un giorno magari ruberanno la borsetta di qualche vostro caro e magari lo strisceranno per terra fino a farlo morire per, magari, comprarsi questi “miseri” 20 grammi di fumo o che magari vi entreranno dentro casa quando voi non ci siete e quando ritornerete vi faranno piangere perchè magari avere perduto tutto quello per cui avete sacrificato la vostra vita o che magari andranno nelle negli uffici postali o bancari dove lavorano i vostri cari e si presentano con un bel siringone insanguinato e infettato pronto per essere sferrato verso chi si oppone… sempre per quei miseri 20 grammi di fumo.

    bravi, difendete sempre a spada tratta questi poveretti che un giorno i miseri 20 grammi potrebbero venderli ai vostri figli..e visto che, a quanto leggo, non vi dispiacerebbe, forse sono io fuori dal coro…ma ne sono fiero.

  • Un grazie e vicino alla famiglia perch’è sia detto e accertato quello che veramente è accaduto.vedi queste foto e ti si contorce lo stomaco nel pensare a tutte le botte da lui ricevute!!credo che già da diversi anni si sia fatto molto poco per difendere i nostri diritti e saperci veramente aiutare uno con l’altro,e non permettere più che queste cose accadino.sembriamo un popolo con il cervello atrofizzato,reagiamo subito a queste notizie , ma sappiamo anche dimenticarle presto!!non si devono dimenticare nessuna di queste morti che avvengono in perfetto silenzio e omertà.mi chedo chi sa picchiare un essere umano in questa maniera che persona possa mai essere,se facessero qualcosa così a uno dei loro figli vorrei vedere come starebbero!!vergogna!!quale vergogna possono avere mai simili esseri!!che paese siamo mai diventato!! difendiamoci,difendiamo i nostri figli,da questo potere abnorme che non rispetta niente e nessuno!!

  • Mi complimento con Diego per la sua partecipazione e lezione di vita: ” domani pero’, se verrai sorpreso alla guida con il cellulare, o senza la cintura di sicurezza dovrai venir picchiato anche tu. ”  Perché è cosi che va in Italia. Chi è in possesso di 20 grammi di fumo viene amazzato, chi viene sorpreso alla guida con il cellulare gli viene tagliata la mano ” colpevole “, chi non indossa la cintura di sicurezza gli fraccassiamo le gambe? Allora dobbiamo premiare i magistratti che rilasciano dopo pochi giorni i pirati della strada. Com’é che funziona, perché ormai abbiamo perso il senso delle cose. Una cosa Diego ti voglio dire con gran rumore: ma va fan culo, tu sei malato e ipocrita, perché non si uccide un ragazzo per un po’ di fumo. Guarda bene le foto, è stato massacrato: due vertebre rotte, il coccige rotto, e le tumefazione sul volto non sono causate da una caduta dalle scale. Benediciamo i carabinieri che ci hanno liberato un criminale. Bravo.

  • CON VENTI GRAMMI D’ERBA IL GIUDICE HA RIFIUTATO I DOMICILIARI E DI FATTO LO HA CONDANNATO AL MASSACRO!!!

    DA UNA PARTE IL MARCIO CHE C’è NELLE FORZE DELL’ORDINE,

    DALL’ALTRA UNA MAGISTRATURA DEBOLE COI FORTI E FORTE COI DEBOLI.

    POI AL POTERE UN PUGNO DI MAFIOSI.

    ALLA FAMIGLIA CUCCHI TUTTO LA MIA SOLIDARIETA’

    IO TOLGO IL TRICOLORE DA CASA MIA, ANZI PRIMA DI BUTTARLO MI CI PULISCO IL CULO

     

     

     

  • Ah dimenticavo

    DIEGO

    CANDIDATI ALLE ELEZIONI CHE TI FANNO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COSI ALMENO POTRAI CONTINUARE A FARE LA MORALE A TUTTI E FARTI LE TUE BELLE STRISCIATE IN SANTA PACE (MAGARI CON UN BELL’ESCORT)

    SEI L’ITALIA CHE AFFONDA

  • Vigliacchi, bestie, bastardi, schifosi, infami, merde, fate vomitare, siete dei luridi maiali, vi odio mi fate vomitare, provo il massimo disprezzo per la vostra divisa per la falsità che esplicitate…..Quanto vi odio, se mi rubano il motorino o se mi entrano i ladri in casa giuro su dio che mi arrangio mai più crederò nele forze dell’ordine…l’ordine di che? Non basterebbe picchiarvi vi vorrei vedere sottoterra…MERDE!!!!

  • stato indegno!!!

    ..ci governa una dittatura…e ancora perdiamo tempo dietro alle maschere di mmerda che ci propinano i media? ma voi nn provate vergogna?

     

     

    • mentre quando il prode diliberto (un ex gerarca della RSI ) confermò i GOM come mai i compagnucci della parrocchietta non levarono alti lai?

       

      ci scapparono pure diversi morti ma, ovviamente quelli non contano, vero parrocchiani?

       

       

       

       

  • Stefano Cucchi e prima Aldrovandi e prima tanti altri..guardate le cose dall’alto che si vedono e si spiegano meglio.. le cosidette forze dell’ordine non sono al servizio dei cittadini ma solo di alcuni cittadini..voglio dire che quei bastardi assassini con la divisa sono soltanto i cani da guardia dei Signori del Palazzo che fanno le leggi e che li usano per farla rispettare.. li tengono a pane e acqua per renderli più rabbiosi.. e la cosa più disperante è che tanti giovani come Stefano magari ammirano pure i Signori del Palazzo (gente che ha fatto i soldi) e li votano pure.. ..

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi