Il Teorema Aureo della Chiesa Cattolica

Prendete una decina di vetrini da laboratorio. Distribuite sulla loro superficie campioni di informazione libera che avrete opportunamente raccolto e catalogato con cura. Osservate attentamente al microscopio i flussi logici e le contraddizioni che emergono nella comparazione tra un vetrino e quello successivo, ed annotate tutto ordinatamente in un quaderno di appunti, preferibilmente il vostro blog.
Siete adesso in grado di replicare uno ad uno gli esperimenti empirici, i passi necessari ad enunciare il seguente Teorema Aureo della Chiesa Cattolica, la cui prima formulazione viene comunemente fatta risalire ad un controverso blogger del XXI secolo: Claudio Messora (talchè in letteratura non è infrequente trovare l’enunciato anche sotto il nome di Teorema di Byoblu).

Ipotesi


  1. La riforma H.R.3962 di Obama introduce fondi federali che consentono finalmente a circa 36 milioni di americani di acquistare una protezione assicurativa sanitaria. E’ passata alla Camera e attende ora il valico del Senato.
  2. La Chiesa Cattolica è tra i beneficiari dell’8 per 1000 sul gettito fiscale IRPEF, l’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche che copre sia il lavoro autonomo sia quello dipendente. Grazie ad un meccanismo artificioso elaborato da Giulio Tremonti a metà degli anni ’80, la Chiesa Cattolica ne incamera quasi il 90%, a fronte di una quota di preferenze espresse del solo 34,56%. Circa un miliardo di euro l’anno.

Tesi


La Chiesa Cattolica dispone che i soldi pubblici vengano utilizzati per fini coerenti con la sua etica, tranne il caso in cui vengano destinati a sè medesima, ove al contrario sono ammesse deroghe.

Dimostrazione


  1. La Chiesa Cattolica ha imposto a Obama, a titolo di precondizione per l’avvallo della riforma sanitaria,  un emendamento presentato da Bart Stupak, approvato con 240 sì e 194 no, che impedisce ai fondi pubblici di finanziare interventi di aborto. Inoltre, impedisce ai cittadini che si avvarranno dei fondi federali di acquistare piani assicurativi che coprano gli interventi di elective abortion, ovvero l’interruzione di gravidanza prima della ventesima settimana per motivi diversi dalla salute della madre o da malattie fetali.
    L’emendamento recita così:

    The amendment prohibits federal funds for abortion services in the public option. It also prohibits individuals who receive affordability credits from purchasing a plan that provides elective abortions. However, it allows individuals, both who receive affordability credits and who do not, to separately purchase with their own funds plans that cover elective abortions. It also clarifies that private plans may still offer elective abortions.

  2. La prostituzione muove un giro d’affari non indifferente, spesso oggetto di indagini fiscali e di multe della Commissione Tributaria, come nel caso della prostituta costretta dal fisco a saldare 70.000EUR di tasse inevase. Tasse che evidentemente producono un gettito IRPEF. Nessuna obiezione di coscienza perviene dalla Chiesa Cattolica circa l’opportunità di decurtare da quel miliardo annuo, percepito mediante il meccanismo dell’8 per mille, la quota di gettito IRPEF derivante da operazioni di recupero fiscale sulle attività di sfruttamento della prostituzione.
  3. Al punto 1 si evince che la Chiesa Cattolica esige che i fondi pubblici non finanzino pratiche contrarie ai comandamenti della sua fede.
    Al punto 2 si evince che la Chiesa Cattolica non esige che le pratiche contrarie ai comandamenti della sua fede non finanzino i fondi pubblici. Nè tantomeno esige che le pratiche contrarie ai comandamenti della sua fede non finanzino le casse della Chiesa Cattolica stessa.

CVD. Come Volevasi Dimostrare.
SONDAGGIO


20 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  •  La Chiesa Cattolica dispone che i soldi pubblici vengano utilizzati per fini coerenti con la sua etica, tranne il caso in cui vengano destinati a sè medesima, ove al contrario sono ammesse deroghe.

    tutto ciò è di uno squallore spaventoso. non ci sono parole.

    voglio un hacker disposto a infiltrare queste informazioni durante il tg1.

    basta

  • Scusa ma gli omicidi, perché l’aborto è un omicidio legalizzato, sono "pratiche contrarie ai comandamenti della sua fede"? Scusa ma credo che tu abbia le indee molto confuse, credo che come blogger quando ti occupi di informazione, non disinformazione come quella che hai fatto, sei migliore che come "matematico" che affronta dimostrazioni riguardanti la Chiesa e il Vaticano dove probabilmente i fumi ideologici di cui ti sei imbevuto ti accecano la mente e soprattutto il giudizio.

    Ma tu conosci realmente quello che fa la chiesa tutti i giorni in Italia? Con i suoi limiti senza dubbio ma anche con le sue infinite risorse. Quante comunità di recupero della prostituzione conosci? Quante persone che ne fanno parte hai conosciuto e sai per caso dove si sono formate queste persone che dedicano le loro notti magari sui marciapiedi insieme a quelle povere donne e lo sai dove la trovano la forza per fare quello che fanno? Dove saranno finiti mai tutti questi soldi rubati agli italiani, per che cosa saranno mai impiegati? Una buona parte finiscono per mantenere i nostri sacerdoti e attraverso di loro arrivano indirettamente a tutti noi credenti e non, cristiani, mussulmani, … o atei che siamo. Ma come arrivano? Attraverso il loro servizio ministeriale certamente e rivolto principalmente ai credenti ma anche attraverso le opere sociali dirette rivolte a tutti per non parlare poi di tutto il bene che arriva a tutti in modo riflesso attraverso i credenti laici anche fuori dall’ambito strettamente ecclesiale.

  • Teorema dimostrato, caro Claudio, COME VOLEVASI DIMOSTRARE. Si condanna l’aborto a prescindere perchè gli orfanatrofi li gestiscono loro, si condanna la pedofilia ma si tollerano i preti pedofili, si condanna la contraccezione ma si permette che l’AIDS si porrti via mezza Africa (l’altra mezza se la portano via colera, dissenteria e soprattutto fame).Si solleva dall’incarico il sacerdote che ha sposato la donna cge era uomo ma si tollerano Bilingo e i Lefebriani.

    E soprattutto se c’è un Papa che la pensa in modo diverso, dura 33 giorni.

     

     

     

     

  • ….Troppo grande Claudio…..ma d’altronde…..

    ……..”Come volevasi dimostrare”……!!!!

     

    P.S.  credo che presto tutti i vescovi indiranno un sinodo su di TE………

    Il cui titolo sarà…..”Byoblu….l’anticristo del XXI secolo”…..!!!!

  • Il Vaticano, sicuramente, é lo Stato piú ricco al mondo. Ha ben saputo fare degli affari con la colpa, la miseria e la “fede”. Ci sono buoni e cattivi uomini dentro qualsiasi religione e per trovarli dovremmo vedere i casi particolari, ma parlando della religione come un “organismo” é un fatto (come ora logicamente lo ha espresso Messora) che la cattolica non é una chiesa, ma una corporation, che non si fa scrupoli da dove venga il soldo “per aiutare”…

    Il punto é chiaro: se hai bisogno di soldi per “aiutare”, ma se hai anche una “moralitá” da respettare, devi esser coerente!!! Non puoi condannare le “pratiche contrarie ai comandamenti della [tua] fede”  per un lato, e per l’altro prendere senza rimorso i soldi senza guardare da dove viene… e questo é solo il caso de la prostituzione… nel mio paese si prende anche dal narco… chissá, in Italia anche dalla mafia?

     

  • Sono un po’ confuso …. ma la Chiesa Cattolica è un entità laica o religiosa?

    “non rubare” è un comandamento laico o religioso?

    E allora perchè c’è anche CL e la Compagnia delle Opere?

  • questo paese avrebbe gia’ 300 parassiti al governo da sopportare ma avere anche un intero altro stato (CdV) sul groppone e’ davvero troppo. Con un governo asciutto e onesto e senza la chiesa da allattare saremmo tra i paesi piu’ ricchi del mondo secondi solo al sultanato del Brueni e Singapore.

  • Secondo il diritto canonico della Chiesa Cattolica io e la mia compagna siamo SCOMUNICATI perché abbiamo dovuto ricorrere all’aborto al 5 mese per malformazioni ad organi del feto incompatibili con la vita e sindrome cromosomica. Siamo SCOMUNICATI de iure senza bisogno di alcun atto formale. A parte il fatto che posso dirlo a tutto il mondo con orgoglio di essere uno SCOMUNICATO che VUOLE DIVENTARE PROTESTANTE per togliere il proprio apporto numerico al cattolicesimo, ritengo che la norma che prevede di assegnare il 90% ad un 30% non solo sia iniqua, ma sia da condannare moralmente. La Chiesa è diventata un mercato, e Cristo, se mai è esistito, avrebbe cacciato i mercanti dal tempio! 

    • La Chiesa non è un mercato però è fatta da uomini che a volte la possono rendere tale e comunque non è tutta la Chiesa. Molti dei giudizi che ho letto sia in approvazione dell’articolo che in risposta della mia critica sono abbastanza superficiali e un po’ qualunquistici, nel merito è troppo difficile sostenere che l’aborto è un omicidio a prescindere del giudizio che ne può dare una religione e non ho espresso un giudizio morale su questo ho soltanto sottolineato come la disinformazione spesso criticata giustamente negli altri a volte la utilizziamo anche noi se ci fa comodo, parlare di interruzione della gravidanza fa meno male del sostenere ho ucciso mio figlio/a, inoltre poi considera che situazioni come la tua sono una piccolissima percentuale dei casi in cui si è scelto di sopprimere una vita, scelte difficili come quella che avete preso nei confronti di vostro figlio ti lasciano dei dubbi e ti lacerano l’anima, la rabbia contro la Chiesa purtroppo non te li allieverà e non te li allieveranno nè il plauso di qualcuno nè la condanna di qualcun altro. Il nostro peggior giudice spesso siamo noi stessi più che qualcun altro solo se si lascia lo spazio alla misericordia di Dio siamo realmente capaci di perdonarci e di perdonare.

  • Saretta ha scritto :
    A me sembra che “i fumi ideologici” li stia dimostrando tu, che ti inalberi così tanto per una semplice e chiara esposizione logica: se i fondi pubblici non devono andare a finanziare interventi medici di tipo abortivo, perché non sono in linea con i dettami della fede cattolica, allora non bisogna neppure prendere fondi pubblici che arrivano dallo sfruttamento della prostituzione. E’ un esercizio di logica che vedo però ti infastidisce, lasciando trasparire un atteggiamento di fanatismo. Respira, ragiona, e tutto ti sarà più chiaro. Secondo: parli di dove vanno i soldi dati alla chiesa.. e lo vieni a scrivere qui? Proprio qui? Leggiti il post di Claudio: Il vero costo dei crocifissi. Ecco il link: http://www.byoblu.com/post/2009/11/04/Il-vero-costo-dei-crocifissi.aspx?page=all Ne riparliamo dopo, ok?

     

    @giu-lo conosci questo Prete? http://www.lavocedifiore.org/SPIP/article.php3?id_article=2182

  • Giu ha scritto :
    la chiesa ottiene di non finanziare un omicidio, invece di dirgli brava anche solo per questo, la si mette in croce, uno stato che uccide i propri figli non ha futuro, 

    E dagliè….

    Ciccio, sono le tue opinini personali. Le tue e quelle della chiesa. Che la chiesa ha imposto con violenza per secoli, e che ora impone con ricatti. Davvero, presto la chiesa scomparirà, ne sono convinto. Religioni migliori, più vive e vitali la soppianteranno. E me ne dispiace perchè c’è tanto di buono dentro. Purtroppo il male sopravanza il bene.

  • Ho letto: “La Chiesa Cattolica ha imposto a Obama”

    Impossibile, stiamo parlando di una democrazia, dove si discute e si trovano degli accordi, specie in favore della maggioranza, tenendo conto anche delle minoranze. Se leggiamo qui scopriamo che è la confessione religiosa più numerosa d’America … ha un peso politico (non la chiesa ma i cattolici) ogni cattolico si muove seguendo i propri principi derivanti dall’istituzione religiosa. E’ normale per un cattolico essere contro l’aborto (inteso come togliere qualcosa che diventerà un qualcuno, poco comodo dovuto ad un atto di irresponsabilità, non di amore). E in questo articolo si è documentato solo per dar ragione all’ipotesi. Insomma non tanto corretto … come fanno molto giudici oggi … hanno in mente chi è il colpevole e tentano con ogni mezzo di trovare prove (o crearle su misura) per avere ragione (“tanto è stato sicuramente lui” … ho sentito dire da un giudice)

    Poi leggo:

    “La prostituzione muove un giro d’affari non indifferente, spesso oggetto di indagini fiscali e di multe della Commissione Tributaria, come nel caso della prostituta costretta dal fisco a saldare 70.000€ di tasse inevase. Tasse che evidentemente producono un gettito IRPEF. Nessuna obiezione di coscienza perviene dalla Chiesa Cattolica…”

    A parte che qui in Italia la prostituzione non c’è “gettito IRPEF” quindi manco si deve porre il problema, non ci trovo nulla di strano se una prostituta dona soldi alla Chiesa … chi ha pulito i piedi a Gesù è stata una prostituta!

    Qui si viene presentato dei documenti con il solo fine di denigrare la Chiesa, una sorta di vedere il problema secondo una prospettiva distorta e con gli occhiali sbagliati!

    Gli esseri umani sbagliano … la Chiesa è fatta da esseri umani! degli errori ci sono sempre stati (vedi le crociate) ma basta rimettersi a leggere i principi per poter valutare il tutto! I fondamenti della democrazia della legge uguale per tutti, hanno fondamenti nella religione cattolica!

    Ma la domanda giunge spontanea … non è che si cerca di colpevolizzare la Chiesa a tutti i costi? Trovando ogni mezzo per farlo? Chi dice che è sempre giusto questo o quell’articolo? Il dubbio di vedere una mezza verità c’è!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi