Corrompete a più non posso


Siamo un popolo di corrotti. Più corrotti del Cile, dell’Uruguay, di Cipro, dell’Estonia e della Slovenia. Più corrotti del Botswana!
Più corrotti di Taiwan, della Corea, delle Isole Mauritius, di Macau (non so dove sia Macau, ma sono meno corrotti di noi!). Perfino in Ungheria e nelle isole di Capo Verde sono più onesti di noi. Anche il Bhutan, la Repubblica Ceca, la Lituania, le Seychelles, il Sudafrica, la Lettonia… Addirittura i pirati della Malesia sono meno corrotti di noi. Se Salgari fosse vivo, oggi Sandokan lo avrebbe ambientato qui da noi: è pieno di corsari!
Siamo corrotti, come un mazzo di chiavi corrose, arrugginiti come la serratura di una cella che non viene usata mai. Qui da noi è tutto in vendita, più che in Namibia, più che all’isola di Samoa, più che in Slovacchia e a Cuba.
Siamo più corrotti della Turchia! Per forza poi andiamo a pregarli di entrare nella Comunità Europea: magari ci rendono migliori!
Nella classifica della corruzione stilata da Transparency International, in un anno abbiamo addirittura perso 8 posizioni e siamo scivolati al 63° posto.
Il cammino per raggiungere la Somalia al 180° posto è ancora lungo, ma ce la possiamo fare!
Coraggio: datevi da fare. Se avete amici che vi possono fare un favore, pagateli. Se avete bambini piccoli che possono riordinare casa al posto vostro, dategli una mancetta di nascosto. Pagate la suocera per parlare bene di voi con vostra moglie. Date doppia razione di crocchette al cane se abborda le belle ragazze al parco. Corrompete, corrompete, corrompete a più non posso!

Possiamo ancora farcela…

36 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Se vuoi la verità devi rivolgerti a Minzolini del TG1 o Fede del Tg4, o …….

      Col digitale terrestre la scelta aumenterà, abbi fede!

  • Oi te ne offro 30 io se scrivi che sei tesserato al PDL e voglio rovinarmi ci metto

    uno bellissimo spremi agrumi MEDIASETSHOPPING.

  • Interessante, come a pag. 18 del global corruption barometer 2009: alla domanda “sareste disposti a pagare di più per essere in una società più libera dalla corruzione?”… gli italiani rispondono in percentuale medio bassa.

    Ma qui la risposta come va interpretata? in molti rispondono No, non voglio pagare di più perchè non dovrebbe esserci corruzione, di norma…. oppure No, non mi interessa e mi va bene così?

    E pensare che in Ghana, Uganda e Zambia pagherebbero per avere una società meno corrotta: come ci stiamo riducendo….

  • certo che sei veramente instancabile claudio. uno non fa in tempo a leggere un post che ne arriva un altro. grazie di esistere.

    la corruzione sembra davvero far parte del codice genetico dell’italiano, è triste ma è evidente. credo che, qui da noi, lo si insegni ai bambini, da subito, ci si compiace quando li si vede fare i furbi, giocare scorrettamente(nella quasi totalità dei casi a calcio), quando li si vede riuscire in qualcosa sfruttando un compagno di classe etc.

    se poi gli si insegna pure a guardare e imitare le sconcertanti, raccapriccianti dimostrazioni di miseria umana(non nel senso di indigenza) che propina ogni giorno la televisione ad personam è davvero la fine.

  • ancora poco e Messora potrà comprarsi la casa al mare 8)

    comunque vedrò di corrompere la mia gatta affinchè non miagoli alle tre di notte, e visto che ci sono corrompo i miei prof per farmi aumentare i voti 8)

  • biglombo la stranezza è dovuta al fatto che gli utenti del sito global corruption barometer non capitano a caso, ma ci arrivano per via di ricerche proprio sulla corruzione…

    comunque dai ragazzi russia e cina sono comunque dietro di noi, si può fare di più!

  • Purtroppo questa consuetudine è radicata nella maggioranza degli italiani, per questo la nostra classe dirigente politica, imprenditoriale o sindacale che sia è quella che è.

    Io mi baso sull’osservazione dei gesti quotidiani dei normali cittadini e noto come questa prassi assieme ad altre di inciviltà e maleducazione siano la norma, mentre il comportamento responsabile, civile e rispettoso è raro e pure deriso, tacciato di sfigatismo.

    Chi fa 2 metri in più per attraversare sulle strisce è sfigato, chi non ruba il posto in coda approfittando d’una distrazione è sfigato, chi si tiene la carta, la cicca, i mozziconi in macchina e non li butta dal finestrino è uno sfigato, chi non sta a 10 centimetri dal paraurti dell’auto che lo precede è uno sfigato.

    È innegabile che in italia vige il codice non scritto del più furbo, di chi riesce a fare le scarpe agli altri ad ogni costo, qualunque sia il grado d’inciviltà che te lo consente.

    Sulla nostra bandiera andrebbe bene il volto di Corona, colui il quale ha capito bene chi sono gli italiani e in base a cosa giudicano una persona.

  • Oi Claudio, che differenza c’e’ fra corrompere e dare la mancia?

    Ah, forse uno e’ un persuasivo pre-pagamento, l’altro no. Pero’ certe volte anche la mancia e’ un tacito obbligo, e se non la dai e’ meglio che scappi in incognito.

    E il pizzo, quello come lo consideri?

    Un mio conoscente, inutile dirlo, uno che ha fatto carriera, diceva sempre che siamo tutti in vendita, basta accordarsi sul prezzo. Si puo’ fare anche a rate.

     

     

  • Salve, c’è bisogno di ribadire una piccola cosina URLANDOLA visto che ai tg in tv stan facendo passare il NO BERLUSCONI DAY  che al tg lo chiamano

    “manifestazione antigovernativa organizzata dall’idv”

    perchè evidentemente NO BERLUSCONI DAY  non si può dire…

    la manifestazione, che si sia d’accordo o meno, è stata organizzata dalla rete, dai bloggers, da facebook, e non dall’idv, che casomai ha soltanto aderito in un secondo momento… ditelo ai giornalisti della tv e al tg 1 (Servizio di Bruno Luverà’ e Natalia Augias dall’edizione delle 20:00 del 16 novembre 2009)

    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-3e0ff93c-4c58-47e2-8384-cd41d9c9a4b3.html

  • Intanto che si discute di “corruzione si, corruzione no”, Silvio quatto quatto ci ha fregati tutti. Notizia  ANSIA: – La camera ha approvato un DDL che prevede la modifica dell’articolo uno della Costituzione. Infatti in esso vi si legge…

    L’Italia è una Repubblica delle Banane, fondata sulla corruzione. La sovranità appartiene ai populisti della libertà che la esercitano nelle forme (femminili) e in culo alla Costituzione.

     

  • byoblu ha scritto :
    PER QUELLO ME NE DEVI DARE ALMENO 1500€ 🙂

    hai. siamo rimasti al 179.

    così la Somalia non la becchiamo proprio.

  • Ognuno vanta i suoi primati!

    Noi abbiamo chi gira con la “escort”, chi va a Via Gradoli durante le ore di servizio, chi si prende un misero stipendio per rappresentarci virtualmente quando si decide delle nostre teste, chi fa le case di cartapesta, chi tira coca invece di pensare a tutelare i diritti dei cittadini, noi abbiamo Impregilo e scusa se è poco, noi abbiamo chi inavvertitamente fa cadere un detenuto, noi abbiamo il miglior vaccino contro l’influenza suina, noi abbiamo chi mette all’asta i beni confiscati ai mafiosi, noi abbiamo Fede, Vespa, Ghedini, Alfano, la Gelmini e la Garfagna …noi abbiamo tutto e di più.

    Meno male che abbiamo anche BYOBLU! Ma quanto vuoi Claudio per organizzare quel benedetto BYOBLU RAVE?

    

  • Claudio se aggiungiamo le raccomandazioni alla dilagante corruzione, ci arriviamo prima al 180° posto! Queste classifiche che non vengono mai fatte vedere dai media tradizionali sono abbastanza inquietanti… 74°posto (se non erro) per la libertà di informazione, tanto è vero che siamo considerati paese semi-libero; 63° posto per la corruzione, c’è da buttar via sta cakkio di tv. INTERNET FOREVER.

  • Buona sera Claudio.

    La notizia e’ apparsa su un quotidiano inglese con la faccia di silvio piena di fondotinta

    Ho controllato le statistiche degli anni prima. Dal 2002 l’Italia e’ passata dal 20mo posto al 63mo…

  • Ciao Claudio sono un tuo assiduo lettore che si rispecchia nella maggior parte delle cose che scrivi e che crede nell’importanza del ruolo della rete per far arrivare ai cittadini un’infomazione che non sia allineata e faziosa. Mi piacerebbe però sapere qual’è la tua opinione in merito al NO Berlusconi Day di cui si fa un gran parlare in questi giorni. Volevo sapere se non ritieni che sia importante dare risalto all’iniziativa che ha avuto il web come suo incubatore naturale. Mi piacerebbe sapere, inoltre,  se hai deciso di partecipare. Grazie un tuo estimatore.

  • Vedere, in quella classifica, la Svizzera al 5° posto, visti i recenti fatti, mi fa un po’ ridere.

    Ma siamo sicuri, Italia a parte, che i paesi ai primi posti siano così incorruttibili?

  • Da quanto si legge sul "Resto del Carlino" di oggi (18/11/2009) a pagina 25, pare che Brunetta stia esultando per la diminuzione della corruzione nella PA che secondo lui sarebbe scesa del 20% nell’ultimo anno..  francamente, è ormai da un po’ di anni che mi sembra che l’italia stia vivendo in una parodia di del romanzo "1984" di George Orwell. (http://it.wikipedia.org/wiki/1984_%28romanzo%29)

    PS: Grande ByoBlu!

  • Ciao che la Italia fa schifo non ci piove

    ma hai menzionato paesi tipo l’uruguay che nella clasifica di 189 paesi si trova al posto 25° insieme al cile per moralità.

    Quando la italia berlusconiana si trova al 64 credo non paragonare questi paesi piu puliti con la schifezza italiana exportatori di mafia e di porcherie anzi ti dico di piu vs licio gelli ha fatto tantissimi affari con dittatori latino americani

    Sono questi i veri terroristi tipi come gelli berlusconi delutri e certamente un popolo servile che li vota puntualmente.

    La colpa è tutta vostra, e cada popolo ha lo che se merita, Pensa nella bolivia quando hanno tentato privatizare l’acqua la gente a calci nel culo si lo ha proibito

    invece qui domani sara privatizata.

    ciao cordialmente

    un latino americano

  • Devo aggiungere un’ultima cosa per amore di verita’ (e non per minimizzare le colpe nazionali).

    Nella classifica il Lussemburgo e’ al 12esimo posto, quindi in una posizione ancora rispettabile.

    Io in Lussemburgo ci sono stata, ed ho constatato di persona come sia una nazione fondata sulle banche. In Lussemburgo ci sono piu’ banche che negozi di alimentari.

    Ora, in queste banche vi si trovano ingenti depositi monetari che sono il risultato di evasione fiscale, di trattative molto personali fra persone di dubbia reputazione, di bustarelle, eccetera. Ingenti capitali sottratti ai popoli e custoditi con grande cautela e segretezza:

    http://www.bloomberg.com/apps/news?pid=20601087&sid=a71W.d0sH5e4&refer=home

    Il fatto che nel Lussemburgo la gente comune sia un tantino restia a farsi corrompere non significa assolutamente che il Lussemburgo in se’ sia al di sopra della corruzione.

    Se si fiancheggia evasione e delinquenza si diventa complici del malfatto.

  • Claudio in realtà non mi è sfuggito il tuo post di sabato.. cmq sono andato a rileggerlo per rinfrescarmi la memoria. Con tutta onestà mi sembra un pò tiepidino nel sostenere un evento che secondo me ha una valenza ancora non compresa a pieno da quelli che come te che si spendono per informare la gente attraverso la rete. La prima manifestazione nazionale organizzata da blogger che utilizzano internet per informarsi ogni giorno e non si lasciano indottrinare da Tv e giornali forse meritterebbe una maggiore attenzione e risalto da parte tua non credi?. A volte ho l’impressione che ci sia un pò di pregiudizio e diffidenza nei confronti di questa iniziativa proprio da coloro, che anche  solo indirettamente, hanno contribuito a far nascere. L’indignazione scaturita dalla conoscenza non si forma in un giorno ma ha bisogno forse di un periodo di incubazione. Ora a quella conoscenza, a quella indignazione hai contribuito anche tu. Per questo mi sarei aspettato un maggior slancio da parte tua nel sostenere  l’iniziativa nata sul web. Invece ho l’impressione che proprio dal web venga il maggior pregiudizio quasi che qualcuno si sentisse deufradato di un qual cosa, quasi che ci fosse un pò di gelosia nei confronti di quella creatura (il popolo del wb) che rivendica il diritto di esistere e  di risplendere di luce propria. Non voglio pensare che sia così , ho troppo rispetto per quello che tu come tanti altri (Martinello, Grillo, Ricca..) fate ogni giorno per il bene dell’informazione. Sono contento che andrai al NO-B-DAY di Londra, un pò meno che qualche tuo lettore abbia capito che il NO-B-DAY si tenga solo a Londra.. e poi perchè non metti qualcosa che pubblicizzi in maniera permanente la manifestazione??. La guerra in internet si combatte a suon di gettoni di presenza ma a volte ci sono cose più importanti. Ciao Claudio

  • Ciao …bellissimo blog…complimenti per le tematatiche affrontate,per queelo e per come lo esprimi e soprattutto per farlo mettendoci la faccia!

    Sai…sono presente anch’io su Facebook col mio blog http://libertadipensiero.info/ ma ho scoperto solo da poco tempo il tuo…ho visto che siamo in sintonia su molte cose e mi chiedevo se ti andava di darci una manno a vicenda…

    …Libertà di pensiero conta oramai quasi 2000 fans su Facebook e 150 sostenitori su Networked blogs…macina 800 pagine viste al giorno e 500 lettori fissi di cui 20 (in crescita) solo da google…pur nato solo pochissimi mesi fa sotto altro nome e con ben + modeste intenzioni…

    …mi ero proposto infatti di selezionare post scomodi per proporli alla gente nudi e crudi…per farla pensare,anzi,per invogliarla a farlo!

    …per ora scrivo solo sporadicamente “pezzi miei” ma dato il grande riscontro che hanno e la soddisfazione che ho nello scriverli (ma quanto mi capirai in questo momento! ;-D) mi sono dato obiettivi ambiziosi ed intendo fare un “editoriale” al giorno…

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi