Napolitano e il Monito Incompiuto


Giorgio Napolitano ha lanciato un monito:

« L’interesse del paese, che deve affrontare seri e complessi problemi di ordine economico e sociale, richiede che si fermi la spirale di una crescente drammatizzazione cui si sta assistendo delle polemiche e delle tensioni, non solo tra opposte parti politiche, ma tra istituzioni investite di distinte responsabilità costituzionali.
Va ribadito che nulla può abbattere un governo che abbia la fiducia della maggioranza e del Parlamento, in quanto poggi sulla coesione della coalizione che ha ottenuto dai cittadini elettori il consenso necessario per governare.
E’ indispensabile che da tutte le parti venga uno sforzo di autocontrollo nelle dichiarazioni pubbliche, e che quanti appartengono alla istituzione preposta all’esercizio della giurisdizione si attengano rigorosamente allo svolgimento di tale funzione.
Spetta al Parlamento esaminare in un clima più costruttivo misure di riforma volte a definire corretti equilibri tra politica e giustizia.»

Signor Presidente, con tutto il rispetto, si è dimenticato di aggiungere, in fondo al monito:

«Spetta altresì al potere giudiziario individuare ogni eventuale violazione al principio di legalità e procedere a far rispettare l’articolo 3 della Costituzione: LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI

Sennò è un monito incompiuto, come la decima sinfonia di Beethoven.

20 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Signor Presidente, come lei ben sa, la Costituzione è stata scritta con il sangue di chi ha sacrificato la propria vita per gli ideali di libertà, solidarietà e uguaglianza.

    Con questo sangue i Padri Cosituenti hanno scritto i suoi articoli per garantire pari opportunità e diritti.

    Da un Presidente della Repubblica mi aspetto un imperativo invito al rispetto della Costituzione, non un asettico consiglio a moderare i toni come se si parlasse di una riunione di condominio.

    E se di condominio si tratta, si ricordi che si tratta della NOSTRA CASA, e l’amministratore lo paghiamo noi.

  • “Va ribadito che nulla può abbattere un governo che abbia la fiducia della maggioranza e del Parlamento, in quanto poggi sulla coesione della coalizione che ha ottenuto dai cittadini elettori il consenso necessario per governare.”

    Ecco dove cade l’asino.

    Tutta questa gente si e’ autonominata perche’ nessun parlamentare ha specificamente ottenuto dai cittadini il consenso per governare.

    I cittadini hanno soltanto votato il partito, perche’ altro non potevano fare.

     

  • Che delusione il MIGLIORISTA Napolitano si è venduto come era pronto a vendersi a Crxi alla fine degli anni 80. ANDATE A VEDERE CHE COSA ERANO I MIGLIORISTI DI QUI NAPOLITANO ERA IL”PORTAVOCE” io ho publicato qualche cosa su FB dalla germania.       saluti da Berlino

  • questa notizia, letta stamattina su Ansa, mi ha lasciato molto perplesso.

    E’ chiaramente un educatissimo “redarguimento” alla magistratura, quindi apre la strada a seri dubbi circa una certa qual parzialità, da parte di chi ha pronunciato queste frasi.

    Mentre sto cercando di dire quel che penso, sto contemporaneamente cercando il format, che eviti a Claudio dei guai legali come già è successo; non è cosa facile. Cercando di restare sui generis, tengo a dire che mi sono sembrate parole conseguenti ad una determinata architettura; parole che rispondono ad un copione prestabilto. Come ci fosse dietro un certo qual interesse, a che vengano prononciate !

    Vabbe cambiamo argomento….

    Sempre stamani, mi trovavo a scrivere su holy google la seguente key string di ricerca : “lista appartenenti alla loggia p2”. C’è da dire che è incredibile quanti nomi saltano fuori, divisi per iniziale del cognome per altro. Mi chiedo seriamente, se tutti questi “professionisti” iscritti, come si può ben vedere, non siano poi confluiti in altre logge massoniche, e se, per altro, non vi sia un certo qual legame latente, sotterraneo, fra tutti questi movimenti “culturali” come logge, “ORDINI CAVALLERESCHI” (nazionali e non) e via dicendo…

    W la gente “in tenda” !

  • La salute, la forza, la lucidità mentale appartengono, tranne rari casi, alla giovinezza. Il presidente Napolitano è troppo vecchio. Non è colpa sua. Se ha omesso qualcosa, è perché ormai la memoria gli fa un po’ difetto e acqua da tutte le parti: centro, centro-destra, centro-sisnistra… Di omissis ne commette a bizzeffe, ma involontariamente (diamogli almeno questa attenuante!) e comunque anche in questo modo è un ottimo sostegno per il governo berlusconico che ne approfitta all’istante per cogliere la palla la balzo.

    Nel caso della reticenza napolitanica, ai fini democratici, il taciuto è molto più importante del detto.

    Napolitano imperversa con la sua reticenza; Bersani, pensando di stare al teatro e non in parlamento, si intercala nel ruolo di Amleto declamando il suo essere o non essere… più tra i vivi; D’Alema in perperua fuga da se stesso e dal partito… Una deriva dei continenti. Siamo proprio messi male!

  • pertini era un presidente degno di tale carica!!!!

    un partigiano che sapeva bene per cosa ha combattuto, ed in qualita’ di presidente, la coscenza gli avrebbe impedito di prendere le parti di chi vuole “disonorare” il sangue versato per scriverla!


  • Un piccolo importante OT .

    Ciao Cludio, ieri 27/11/ al tribunale di Bari ci “doveva” essere il processo a Don Raffaele Fitto, si ci doveva, ma stranamente propio nello stosse giorno c’ era lo sciopero degli avvocati penalisti ! COINCIDENZE?? 

    Qui il link dal blog    nel frattempo ho incontrato l’avvocato Quaranta difensore di Tarantini, quello dei festini a base di escort e cocaina .. ma questa è tutta un’altra storia … con due risatine !

    Miky

    QuiBAriLibera

  • Quel che sta succedendo da anni è chiaro: appena dopo mani pulite le tv berluscones hanno iniziato la lenta ma inesorabile demonizzazione della magistratura. Oggi siamo arrivati a questo punto: si da dell’eroe a un mafioso (mangano), si fa senatore un condannato a 9 anni e 2 mesi per associazione mafiosa (dell’utri), si difendono a spada tratta politici accusati di connivenza con la mafia (cosentino e schifani). Inoltre: si riversano tutte le colpe dei problemi del paese sulla magistratura facendoli passare per quelli che scarcerano gli assassini e gli stupratori senza però mai ricordare che se lo fanno è perchè sono obbligati ad applicare le leggi che il parlamento emana; si demonizza la costituzione tacciandola di vecchia carta anacronistica che impedisce le riforme, arrivando a dire addirittura che insegnarla a scuola sarebbe male.

    Mi sembra tutto chiaro no?

  • Ma che bravo napolitano! Invece di criticare il malfattore, critica la Magistratura.

    Tra poco lo sentiremo cantare “meno male che silvio c’e`”. Che presidente!

    Pertini: che nostalgia (anche Scalfaro, perche` no? un onest’uomo).

  • «Spetta al Parlamento esaminare in un clima più costruttivo misure di riforma volte a definire corretti equilibri tra politica e giustizia.»

    Non esclusivamente, e solo a certe precise condizioni.

    Si chiama forma ripartita concorrente.

    I conflitti di attribuzione tra i poteri dello Stato, ad esempio non sono di competenza del Parlamento, ma della Corte costituzionale. E l’iniziativa in tal senso spetta al potere che si ritiene leso.

    I conflitti tra legge e Costituzione sono ancora una volta della Corte costituzionale (giudizi incidentali). E l’iniziativa spetta alla parte in giudizio che si ritiene lesa e successivamente al giudice che ritenga al questione di legittimità costituzionale “non manifestamenete infondata).

    Quanto ai poteri parlamentari, essi possono modificare l’ordinamento secondo il rango della modifica proposta. Se è di tipo Costituzionale non basta, l’organo serve una particolare procedura, in mancanza della quale è il popolo partecipante a referendum che decide (138 Cost.).

    Potere di iniziativa generale avrebbe poi lo stesso Presidente della Repubblica – ammesso che capisca qualcosa di diritto e la smetta di fare il persuasore morale ragionando di testa propria (potere che la costituzione non gli concede).

    Napolitano e Berlusconi su certe cose sono in sintonia: parlano per approssimazioni (l’uno perchè impreparato, l’altro come tecnica di pesca a strascico) e seguendo il desiderio personale di vedere le cose come gli piacciono (l’uno in buona fede, l’altro in fede cattivissima e altamente lesiva degli ecosistemi sociali).

  • Giorgiè, se te sei rotto le scatole de fa il presidente, e te scoppia il mal de testa se si fa “confusione” o si scaldano gli animi, ti consigliamo caldamente di farti ricovverare alla clinica Santa Rita di Milano. Dicono che siano bravissimi, vai giorgè, pensa alla salute!!!

  • Come qualc’uno ha già scritto, “lo è oppure ci fà”..??

    Ci fa, ci fa in combutta  (sembra dai suoi attuali atteggiamenti) con il cavaliere (sich) S.Berluskoni.

    Con il volere del popolo/ino, andò al governo tanti anni fa, un certo “benito mussolini” detto il “duce”. Anche lui eletto quasi con un plebiscito. allo pari di S.B. ci portò in un conflitto mondiale. Per levarcelo dai piedi lo dovettero giustiziare. Si vuole davvero che la Storia si ripeti…? Meglio di No, non è vero.? E allora, che minchiate dice questo pseudo o quasi Presidente Nopolitano..? Purtroppo non si può dire “se ne vada in pensione” poichè questo “governo” ne piazzerebbe uno di “loro”, e noi, dalla padella si cadrebbe nella brace. Se il “duce” fosse stato messo a tacere in tempo debito molti guai e dolori il Popolo italiano se li sarebbe risparmiati….queste idee di grandezza portano solo miseria e morte..!! Io che risiedo all’Estero ne sono al riparo, ma per tutti coloro che votato non lo hanno sarànno, senza colpa, puniti…! E non sarebbe giusto. Vi saluto…..  Masaghepensu (Ma se ci penso) 


    • pensaci bene quando parli di Mussolini……

      pensa che se non c’era lui che si alleava con Hitler in italia venivamo bombardati e completamente rasi al suolo dalle truppe di Hitler, non solo…..sarebbe venuto anche meno lo sbarco degli americani in Sicilia, dato che il controllo totale in italia sarebbe stato di Hitler…..pensaci bene !!!!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi