A volte ti trasmettono

 

 
Sembra incredibile, ma ogni tanto la televisione si accorge della rete.
Adesso è anche chiaro perché il governo ce l’abbia così tanto con Rai Tre.

22 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Si ti ho visto in Tv Claudio, proprio verso le 14.00 circa di oggi!   Ho pensato che non ci credevo  e anche “finalmente anche in tv così la gente dorme di meno e s’informa dippiù”   

    Fantastico, davvero fantastico, si è parlato anche della carte dei cento, che dire quando ci vuole ci vuole. Ti prego signore facci la grazia apri la mente di più persone possibili, facci questo regalo di Natale con un pò di persone sveglie in più, grazie.

     

  • Ecco lo sapevo, mi hanno telecorrotto anche il byoClaudione . Oggi su Rai3, domani al grande fratello, dopodomani a fare il trenino a buona domenica e – se ci scappa anche qualche crimine – candidato alle prossime politiche per qualche partito. Peccato, vorrà dire che per la vera informazione mi dirotterò sul sito di Quagliariello…

  • .. @uruk-hai. MoLto bello il commento ironico ;DD

    Gr@nde CLòd!! Se l’Informazione va avanti, il mondo va avanti.

    Chiaramente entrambi i video condivisi su FB!

  • ..Stò strabuzzando Ù©(๏̯͡๏)Û¶..gli oCchi..non posso crederci…!!…. spero rimandino in onda il ‘pezzo’.. -magari in prima serata TV- meglio ancora su bolb è uno dei pochi che guardo..senza..  GrandeeeÙ©(-̮̮̃-̃)Û¶.. meglio tardi che mai.!!.....

  • vero Claudio Messora mi piace molto è un signore e mi sembra molto preparato e carismatico…..

    non ti far corrompere mai….quando ti capiterà pensa a tutti noi qui sul tuo blog !!!!!!

  • Su Corriere.it  leggo testualmente che Pier Silvio Berlusconi (poco prima dell’apparizione ravvicinata e traumatica della bela madunina al nostro Silvio)….

    “… ha concluso un’operazione da oltre un miliardo compran­do in Spagna un’altra rete televisiva (Cuatro) dal grup­po Prisa (editore di El País ), ed entrando nella tv satelli­tare Digital Plus con il 22% accanto a Telefonica (21%) e al gruppo guidato da Juan Luis Cebrian. Una mossa che porterà Mediaset a essere la prima società in Europa nel campo delle tv commerciali”.

    Sembra che questa tendenza ad accaparrarsi la maggior parte delle emittenti televisive, anche a livello europeo, da parte della famiglia Berlusconi, abbia ovviamente uno scopo non solo commerciale, ma anche di controllo delle informazioni, come stiamo sperimentando e subendo qui in Italia da diverso tempo. Con lo slogan implicito: corruttori e corrotti di tutto il mondo unitevi.  Il piano di rinascita democratica piduista però, che aveva come obiettivo anche il controllo dell’informazione, appartiene al vecchiume di una ormai vecchia ideologia. In quegli anni nessuno poteva prevedere la forza della Rete che ha materializzato qualcosa di spaventoso per i nostri cari aspiranti golpisti, attualmente al governo: il No B-day; ha dato una scossa a questo sistema. È stata proprio la Rete, presumibilmente, a salvare dal golpe. Questa nostra svergognata classe mafio-piduista  per quindici ha insistito, ha ridotto la tivvù pubblica a un letamaio per quanto concerne l’informazione (quella vera), la quale però procedeva e procede per canali diversi come quelli della Rete. Esempi ne sono il Passaparola di Marco Travaglio, Il blog di Grillo, di Piero Ricca e anche i blog che definiamo impropriamente minori (per numero di visitatori, ma non per questo meno importanti) come quello di Messora e Martinelli. Insomma la Rete ha contribuito in modo determinante  a ridare un’informazione corretta, non occultata dal regime o dalla viscida par condicio. È stata la vera opposizione, insieme a Di Pietro, a questo parlamento democretinamente (sic) eletto.

    Le televisioni ormai sono fattibili anche tramite web con una modica spesa rispetto a quella mastodontica delle tivvù commerciali e pubbliche.  Basta una linea a fibre ottiche efficiente e un blog può trasformarsi in una televisione.  Lo studio può essere anche una stanza qualsiasi, persino il bagno di Messora. Lo spostamento  degli inviati in zona, può essere effettuato per es. sia da  Messora che dai suoi iscritti dotati di videoregitratore  e di una certa capacità professionale. Non mi dilungo sull’aspetto tecnico della faccenda, ma una tale televisione, fatta in casa, non avrebbe i difetti e le spese di quelle più grandi, condizionata per di più da diversi fattori,  e dove vi è sempre lo zampino dello Stato. Finalmente avremo una televisione pluralista, liberata e libera, soprattutto dai conflitti di interessi.

  • Adesso capisco perchè raitre è l’unico canale tv  che a volte riesco a  vedere. Conoscete altre trasmissioni simili a NEAPOLIS sulle altre reti? 

  • L’unico problema, come al solito, è che è stato trasmesso all’interno del programma Leonardo (dura pochi minuti), e solo pochi lo conoscono.

    Bisogna avere tanta, ma tanta, ma tanta, ma tanta, ma tanta, pazienza…..

  • AZZ…. ma allora esisti davvero .

    No, scusa  perchè credevo fossi un ologramma , un’entità virtuale,infatti  quale persona sana di mente si sbatte con articoli , servizi e quantaltro per ……NIENTE ???

    Credo che  la forza della rete sia in persone, che come te Claudio, mettano le sue capacità , le passioni e la faccia senza chiedere nulla in cambio, in poche parole un GRANDE.

    Oggi su rai3 , domani  chissà  …..ospite fisso ad Annozero, ma…   spero di no , dove lo trovo un altro che fa informazione dal cesso di casa.

  • Perché sei un bravo ragazzo, perché sei un bravo ragazzo e nessuno lo può negar!

    Quanto segue, amico mio, ti calza a pennello:

    Nothing truly valuble arises from ambition or from a mere sense of duty; it stems rather from love and devotion towards men and towards objective things” – Eistein

    C.M. Supporter!

  • OT

    stavo pensando alla famiglia di Tartaglia, e a quello che sta passando. Leggevo qualche giorno fa della difficoltà che stanno vivendo, non dev’essere facile.

    La solidarietà credo che andrebbe data a loro: io condanno il gesto di aggressione, ma credo che il maggiore danno lo abbiano subito i genitori di Massimo Tartaglia, brave persone, onesti lavoratori, certamente del tutto estranei ai fatti.

    NOn si potrebbe fare qualcosa per loro? Magari una lettera di solidarietà da sottoscrivere via web, che nulla avrebbe a che fare con l’esaltazione pazzoide e un po’ autolesionista di quel gesto scriteriato.

  • Io ho aperto un bar pochi mesi fa e mi chiedevo come mai nessun bar del mio paese offrisse ai suoi clienti il wi-fi, poi ho provato a fare richiesta e mi è arrivata la risposta: come dice Scorza nell’intervista, per poter offrire questo servzio bisogna registrare i clienti con carta d’identità…immaginate un bar all’ora di punta, la mattina per le colazioni o la sera per l’aperitivo…dovrebbe come minimo assumere personale e quindi il 100% rinuncia.

     

    Nel mio paese, Cecina LI, hanno o stanno allestendo una rete wii fi, disponibile soltanto lungo la via principale, dove si possono collegare al massimo 30 utenti alla volta, al costo di 5 euro(non so se una tantum o al mese)….un pò misera, ma è già un piccolo passo avanti….

  • …dai Claudio, magari la prossima intervista sarà per il tg4.

    L’unica domanda sarà una cosa tipo “Ma tu stai dalla parte giusta o sei solo uno dei tanti comunisti in circolazione? Ti prego non deludere il Direttore…

    Loro non si arrenderanno mai. Ma noi neppure.

  • é Proprio vero che i Politici ce l’abbiano così tanto con RAI tre!!! é l’unico canale Pubblico con ancora della Libertà

  • Grande Cluadio, piano piano la rete stà prendendo i suoi spazi, gli spazi che merita e che gli competono essendo nel 2010 oramai. Sono fiero che ti abbiano mandato in onda, l’aver visto questo video mi ha dato un pò di speranza in più. Impegnamoci tutti per migliorare e ne guadagneremo tantissimo in qualità della vita, è per il nostro bene!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi