Sette vizi capitali?


Il 1° novembre 2009 il blog pubblica 10 domande per Stefania Giannini, Rettrice dell’Università per Stranieri di Perugia, all’epoca in odore di candidatura per la presidenza alla Regione Umbria. Dalla Giannini non arriva nessuna conferma e nessuna smentita, ma il 2 novembre si riunisce il PDL che inizia a premere per la Todini, e il 3 esce questo trafiletto sulla stampa locale:

Stefania Giannini
fuodi da giochi, dunque. Una coincidenza? Possibile.
 
Nel frattempo altre 7 domande spuntano come funghi, e con innocente pudore, come si porge un fiore, le rivolgo alla signora Giannini.

  1. Il 1° Luglio 2008 sul Giornale dell’Umbria usciva un articolo molto ben dettagliato sull’accordo fra baroni che avrebbe pilotato la scelta dei concorsi per i posti di nuovi docenti e ricercatori. In particolare l’articolo riportava testualmente:

    la rettrice Stefania Gianni punterebbe su Rosa Capozzi per un posto da associato e da ordinario per Giovanni Paciullo, uno dei suoi più convinti e accesi sostenitori.

    Ci può spiegare perché tale articolo non è mai stato smentito?

     
  2. Corrisponde al vero che alcuni dei concorsi hanno avuto procedimenti inusuali, come nel caso dei concorsi L-FIL-LET/11Letteratura italiana contemporanea e L-LIN/01Glottologia e linguistica, con un solo candidato alle prove finali?
    http://www.unistrapg.it/italiano/ateneo/concorsi_selezioni/docenti.php
  3. Corrisponde al vero la presenza all’interno dell’Università per gli stranieri di un concorso per “Costruzioni idrauliche, marittime, idrologia“? E che tale concorso sia stato vinto da una parente molto vicina al Prof. Ubertini nonostante non avesse il miglior curriculum fra quelli presentanti al concorso?
    http://www.unistrapg.it/italiano/ateneo/concorsi_selezioni/docenti.php
  4. Corrisponde al vero che siano stati istituiti e attivati Master a pesante carico dell’Università, nonostante il regolamento sull’attivazione dei Master cosi reciti?SEZIONE IV : DISPOSIZIONI ECONOMICO-FINANZIARIE
    ART. 16 COPERTURA FINANZIARIA DEI CORSI DI MASTER
    1. L’istituzione e l’attivazione di un corso di Master non deve comportare, di norma, oneri a carico del bilancio di Ateneo.
    2. La copertura finanziaria delle attività relative ai corsi di Master deve, pertanto, essere assicurata dalla contribuzione per l’accesso e la frequenza al corso versata dagli iscritti ovvero da erogazioni a ciò specificamente destinate da enti e soggetti esterni sulla base di appositi  accordi.
  5. In particolare, corrisponde al vero che il Master di 1° livello in “Sviluppo e Promozione delle risorse culturali e turistiche” prevedeva già al momento della sua approvazione una differenza fra entrate e uscite per l’università di 153.450 Euro? Che tale Master prevedeva una collaborazione con l’Umbria Incoming, azienda partecipata dalla Regione attualmente fallita ed in fase di liquidazione? E che tale azienda è la stessa azienda che ha fornito i servizi per il viaggio in Cinadocumentato dal precedente articolo?
  6. Ritiene che esistano dei motivi di conflitto di interesse nelle consulenze fornite all’Università dal Sig. Luigi Puccetti di Lucca, architetto che si è occupato del restauro della casa di suo marito Luca Rossello?
    http://www.roccoepuccetti.it/restauro07.html
  7. Ed in particolare ritiene che ci siano motivi di conflitti di interessi nei seguenti pagamenti che il Sig. Luigi Puccetti ha ottenuto a seguito di consulenze e progetti richiesti dall’Università?
    1. C.D.A. 26/06/2005 – 20.000 Euro per progettazione spazi ateneo;
    2. C.D.A. 25/07/2005 – 18.604 Euro per progettazione spazi ateneo;

 

INTERNET FOR GIULIANI

 
 

Prenota Internet For Giuliani

 Diffondi l’iniziativa sul tuo sito:

Iscriviti al gruppo su Facebook

 

26 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Com’è che questa non smentisce e non da segni di vita? Eppure le accuse sono belle pesanti… signora Giannini venga a far chiarezza!!!

  • Certo, è un dato di fatto che la rete ha permesso che queste storie venissero fuori, che si cominciasse a parlare del conflitto di interesse delle varie posizioni di potere, all’interno di commissioni e altri contesti, di cui è pieno il paese.

    Mi auguro che salti fuori tutto e che queste persone non siano mai più messe in condizioni di fare il bello e il cattivo tempo con i fondi statali.

  • ho postato questo link ad un mio amico,universitario a perugia,ma non della stessa facoltà in questione, su facebook. mi ha detto che gli studenti di tutto ciò non ne sanno nulla in quanto nessuno ha mai fatto indagini su ciò!mi ha detto che farà dei volantini per distribuirli in giro per il polo universitario di perugia ispirandosi a ciò che sta scritto qui sopra!

  • Scusate l’OT, anche se non so poi quanto sia OT visto che si parla di vizi italiani.

    Vi segnalo un’intervista fatta da Minzolini a Cicchitto il 19/11/1993, in cui Cicchitto parla di Craxi, le tangenti e la P2. Altri tempi…

    Qui l’intervista nell’archivio de La Stampa.

    Qui il PDF scaricabile dell’intervista (non si sa mai che sparisca dall’archivio adesso che è stata resa nota).

    Qui l’articolo del sito L’Antefatto in cui se ne parla (è riportato anche in prima pagina sul numero di oggi 16 gennaio de Il Fatto Quotidiano).

    • manca ovviamente un pezzetto, ho internet che fa le bizze oggi *hai fatto la migliore delle azioni (questo pezzetto va prima dei !! nel mio commento)

      scusate e SPAMMATESPAMMATE SPAMMATE l’articolo sulla Giannini

  • Bel post di giornalismo investigativo… e molto intelligente, perchè va a soprire i gangli della corruzione, a livelli che troppo spesso sottovalutiamo, non abituati a vedere il nesso tra i semplici “favoritismi” e il danno enorme che essi generano, anche se a volte inconsapevolmente. La destra vuole regole, la sinistra l’elevazione culturale: io son per la regola della cultura, e nulla più.

    Grazie Claudio. E grazie anche per gli interessantissimi spunti dei commenti: W le 3 D

  • Signora Giannini sono uno studente e pretendo delle risposte!!! Questi credono di passarla liscia, siamo stufi di questo sistema ladro!!!!

  • 17 domande e neanche una risposta…

    compro il giornale su cui è uscito l’articolo del patto fra baroni e aspettavo anche li una risposta a quell’articolo… ma niente…. questa continua a fare le sue porcate indisturbata

     

    W L’ITALIA!

  • Non comprendo il perché di questa mancanza di risposte,sempre ad urlare vergogna dalla parte sbagliata,ma credo che questa volta sia meritato il vergogna alla persona giusta,risponda

  • Non capisco come sia possibile che nessun organo di controllo faccia niente per controllare se tali accuse sono vere o false!!!!

     

    Dove sono la corte dei conti e la magistratura???

  • Ma come è possibile che nessuno faccia niente?

    Le associazione degli studenti e i sindacati perchè non rispondono o fanna qualcosa?

    Non frega un cazzo a nessuno perchè sono tutti stranieri da sfruttare con gli affitti e i trasporti? E’ solo “merce” senza alcun valore?

    Rosarno non è cosi lontana….

    Mi vergogno di quest’umbria.

  • Ritengo oppurtuno che vengano date delle spiegazioni

    In ogni caso trattandosi di denaro pubblico renedere trasperente come vengono distribuiti tra progetti, consulenze, borse di  studio ed altro….

     

     

     

     

  • Ciao Claudio,

    non conoscevo questi due post ma ora che li ho letti ti volevo chiedere una cosa:

    Io sono uno studente della Starnieri e alcune delle cose che tu scrivi mi sono nuove, altre no. Premesso che nella mia vita non voterò mai il Nano o qualsiasi altro suo burattino, devo dire però che l’Università per stranieri di Perugia è una buona Università, e fino ad oggi paghiamo tasse universitarie molto piu basse rispetto all’altra università di Perugia. La rettrice sembra essere una persona molto disponibile al confronto con gli studenti e sembra che i conti dell’Università siano a posto. Ovviamente il fatto che sia una persona alla mano non vuol dire che se c’è un conflitto d’interessi non vada estirpato.

    Ed infatti volevo aggiungere un tassello: voci di corridoio, sicuramente non confermate, parlano di 60.000 € che l’Università avrebbe pagato ad una società di servizi informatici che, così si dice, sia del marito della rettrice o comunque di qualche suo conoscente. Ora, dato che come succede quando un marito viene tradito e lo sa tutto il paese tranne il marito stesso, tu che sei all’esterno sai qualcosa in piu su questo fatto?

    Grazie

     

    PS: L’Università per Stranieri di Perugia è frequentata si da stranieri (a maggioranza cinese e giapponese), ma ricordo che l’Università è fatta anche per italiani…e siamo un buon numero!

  • Domadare è lecito … rispondere è cortesia !!!

    Sig.ra Giannini risponda alle domande … se risoste vere ne ha !!!

  • Imbarazzante, cosa aggiungere! Siamo una repubbllica delle banane ( e notate been scritto in minuscolo).

    Ma cosa ci è rimasto da fare  se le penne scrivono e non  serve a nente, se non scrivono e se ne denuncia il fatto….cosa dobbiamo fare?

  • (Lo riscrivo perchè in 10 parole ho fatto 15 errori !!!!)

    Domandare è lecito … rispondere è cortesia !!!

     

    Sig.ra Giannini risponda alle domande … se risposte vere ne ha !!!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi