Il suo nome è Donna Rosa

 

Se la forza di un uomo è tutta nella sua famiglia, ora si spiega perché Berlusconi stia dove sta. Aveva un padre che lo portava nei cimiteri americani e gli faceva giurare che non avrebbe mai dimenticato il loro supremo sacrificio.
Fa niente che Luigi Berlusconi, in qualità di procuratore di Banca Rasini – la banca dei mafiosi Totò Riina, Bernardo Provenzano e Pippo Calò – tra un ricordo e una commemorazione trovò anche il tempo di ratificare l’acquisizione di una quota della Brittener Anstalt, che aveva nel CdA signori come Roberto Calvi, Michele Sindona, Licio Gelli e monsignor Marcinkus, un covo di simpatici piduisti col pallino degli affari, che intesseva relazioni con la massoneria, con lo IOR e con la mafia. In fondo, che male c’era? Tanto, per Berlusconi la P2 non era niente più che una semplice associazione culturale. Probabilmente si trattava di un circolo che organizzava gite di gruppo per andare a pregare tutti insieme sulla tomba degli americani.
 
Ora si scopre anche che Rosa Berlusconi, la madre, salvava ragazze ebree sfidando da sola, e incinta di otto mesi, i soldati delle SS. Un sodalizio dunque, quello del premier con Israele, che dura da diverse generazioni, e che spiega le grandi pacche sulle spalle che ha scambiato con Benjamin Netanyahu, inframmezzate con dichiarazioni di amore eterno che farebbero impallidire i patti di sangue tra i membri di una confraternita religiosa.
L’Italia è uno strano paese. Se fumi sigarette di cocaina come antidepressivo, e lo dichiari pubblicamente, vieni linciato ed escluso perfino da una manifestazione canora. Se invece ricatti il paese intero minacciando di paralizzare il sistema giudiziario se non ottieni l’immunità dai tuoi processi per corruzione, finanza creativa, evasione fiscale, appropriazione indebita, falso in bilancio e falsa testimonianza – proprio in merito alla P2 – puoi fare addirittura il primo ministro e rappresentare gli italiani all’estero. Se poi muori, prima ti intitolano strade e poi delegittimano i magistrati che ti hanno condannato.
La Knesset oggi sembrava il set di Carramba Che Sorpresa! Berlusconi, da esperto editore televisivo, non ha perso l’occasione di ricordare che era in diretta con le televisioni italiane – il suo blog personale – e che “tutte le donne d’Italia” si sarebbero certamente immedesimate con sua madre e commosse.
Le cose bisogna farle bene: propongo di investire Rosa Berlusconi del titolo di Mamma d’Italia. Verrà festeggiata la seconda domenica di maggio e le verranno intitolati monumenti e statue. Chissà che, con il tempo, non prendano anche a lacrimare, magari in corrispondenza dell’ennesima legge ad personam del figlio.

41 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Tra poco uscirà fuori che la mamma di Berlusconi era la reincarnazione della Madonna… La cosa più grave è che ci sono ancora persone che credono alle frottole che racconta questo ometto di Arcore… Il video, sembra quasi una scena presa da un film da libro cuore…

  • non metto in dubbio che la vicenda relativa alla madre di berlusconi possa essere vera…atto piu che lodevole,ammirabile.

    purtroppo però l’unica chiave di lettura che riesco a dare è il mio profondo disgusto per la bassezza intellettuale e d’onestà di siffatto figlio.

    un uomo che è riuscito a piegare un paese ai propri interessi,e che continua ad usare il potere politico a fini giudiziari (dato reale) e millantando invece presunti attacchi da una giustizia a fini politici (paraculaggine)

  • Dai, la mamma è sempre la mamma. Chi si può permettere di dire nulla a proposito della mamma del Berlusca? Nessuno, ma possiamo (eccome se possiamo!) criticare l’uso che fa delle lacrime per ingraziarsi la solita porzione di pubblico-pecora che non aspetta altro che singhiozzare insieme a Silvio (o agli amici di Maria, o al GF.. tutti sullo stesso livello).

    Che dire, il solito teatrino. Ormai anche se si fa mettere in croce per i nostri peccati di sicuro non faccio la pia donna che piange ma piuttosto il romano che gli trafigge il costato.

    (per quanto riguarda Morgan ben gli sta, è un c*glione.. vive di quello e va pure a sputtanarsi sui giornali.. dai.. lo sai a cosa vai incontro.. vedi cosa succede a fare musica leggera in Italia? hahahaha devono abbatterlo Sanremo non cavarci gli ospiti. Un po’ di musica seria in questo paese.)

  • Un suo pregio e`che sa sfruttare tutte le occasioni!

    Ho solo paura  per la sua eta`….ho paura che da un giorno all`altro crepi, e cosi`passa anche per martire! Daranno sicuramente la colpa alla sinistra!

    Vorrei invece che fosse giovane, cosi potremmo vederlo sprofondare nella tanta merda che prodotto fino ad oggi. Ormai il cappio si sta stringendo, la gente ha cominciato a capire, sia pure lentamente, ha cominciato ad aprire gli occhi.

    Spatuzza, Ciancimino….e ne arriveranno sicuramente altri ad accusarlo, perche`e`noto che la mafia usa sacrificare le proprie pedine quando non servono piu.

  • Andiamoci piano con l’ironia sulle pre-visioni, quando si parla del piazzista d’Arcore o della sua famiglia o, nella fattispecie, di mamma Rosa, d’Italia la sposa. C’è il rischio, anzi un’alta probabilità, che s’avverino… Ho tremato quando Berlusconi fu proposto per il Nobel, poi ho tirato un sospiro di sollievo quando si è sparsa la notizia che Obama lo aveva battuto, probabilmente sul tempo, 1 a 0.

    Io l’ho sempre detto, che Berlusconi cerca all’esterno ciò che non riesce ad ottenere all’interno: il consenso unanime. Questa storia di sua madre coraggio è la prima volta che la sento, sarà perché ci sono scadenze giudiziarie in corso. Probabilmente sarà anche vera… Berlusconi, questa volta mi ha commosso veramente, mi ha fatto veramente pietà. Dal sentimento della politica alla politica del GF.

    Sembra che abbia ottenuto un’altro appoggio esterno di tutto rilievo. Oltre a Netanyahu c’è Gheddafi, c’è Putin… Non si scherza!

    Probabilmente riuscirà a portare l’Italia alla catastrofe…

    La sinistra italiana, o in senso lato, l’opposizione  la vedo sempre più ridimensionata, confinata nei limiti nazionali, mentre Berlusconi smargina, è un cosmopolita. Mi sa che si avvera la previsione di Taormina: Berlusconi ce lo terremo fino al 2020, e quando scadrà il mandato di Napolitano c’è lo ritroveremo anche in sovrapprezzo come Presidente della Repubblica (presidenziale, vale a dire, non democratica). 

    Indro Montanelli ha colto nel segno. Mi piace riportare ancora una volta questo suo aforisma…

    Berlusconi è il bugiardo più sincero che ci sia, è il primo a credere alle proprie menzogne. Quando piange, alcuni pensano che le sue siano lacrime di coccodrillo: niente affatto, sono lacrime vere. È questo che lo rende così pericoloso

    • Ci credo che la sinistra italiana sia ridimensionata.
      Se il meglio che ha da offrire è Bersani, che pare un rappresentante di pedalò.

  • Scusate!

     

    Ma con le credenze si fanno le cucine… e con le supposizioni le supposte!

     

    ESISTONO prove oggettive di questo gesto “eroico” di donna Rosa?!?! altrimenti stiamo solo a prenderci in giro!!!!

     

    Per me e’ l’ennesima IMMANE ed APOCALITTICA… PUTTANATA di regime!!!

     

    Qualcuno puo’ smentire??

     

     

  • Ecco, Claudio, in una tua battuta tutta la realta’ italiana:

     

    “le televisioni italiane – il suo blog personale -“

     

    Ora, spiegami come fa il tuo blog e quello di altri “combattenti per la liberta’” a ottenere piu’ share del blog personale di SB. Un passo dopo l’altro? Sperem.

     

     

     

     

  • Carissimi bentrovati,

    per quanto mi riguarda, la notizia che mi ha colpito di più è la stigmatizzazione di Morgan.

    Non mi interessa altra anilisi se non quella giurdica: pertanto non qualifico Morgan altro se non un cittadino italiano che esprime un’idea.

    Allora, prima di ogni valutazione dimerito dell’idea o delle antipatieo simpatie che nutro per il personaggio, mi interessa dire questo: che secondo l’art. 21 Cost. “Tutti hanno il diritto di esprimere il loro pensiero …

    Il motto volterriano rinato nell’art. 21 si applica anche al nostro (simpatico o antipatico) personaggio. Perchè non è un personaggio, ma una persona con i suoi diritti.

    Il pensiero di Morgan ha valore in quanto rappresenta un’identita degna in sé che ha diritto ad esistere e svilupparsi senza interferenze di chicchessia. Voglio essere preciso in questo. Un diritto non è disponibile. Non si mette ai voti. Non è una questione che possa dipendere dal parere o dalla decisione di una maggioranza.

    Tutti possono poi giudicare un idea. Giusta. O Sbagliata. O Illegittima.

    Nel caso di apologia di reato il giudizio spetta alle corti, In nome del popolo sovrano. Non a noi singolarmente. E non al popolo sovrano.

    Saluti,

    cs

     

  • Nooh, questo non me lo dovevi fare Claudio! Faccio di tutto per evitare la televisione ed in particolare i tg e le patetiche scene del premier..e tu me le metti nel piatto?..Certo che ci vuole del fagato per digerile!! Magari ora si verrà pure a sapere che (sarà di sicuro il prossimo argomento A Porta A Porta) il bambino che sua madre portava in grembo era proprio lui! Non se ne può più!! Credo che presto chiederò asilo politico in qualche altro Paese, possibilmente democratico stavolta!

  • CERTO che era lui… come minimo!!!!

    Ma tanto E’ una palla!!!!

    Solo i suoi “fedeli” possono crederci… un fede, un capezzolone, un minzolin, un bondi… ecc…ecc… ma chiunque abbia un minimo di buon senso e di spirito scientifico non puo’ che farsi due grasse risate e mandarlo dove merita.

     

  • Tra un po’ avremo una fiction o un film dal titolo “Rosa’s List”, con tanto di mega cartelloni pubblicitari e mongolfiere volanti che inneggiano a questa santa donna…

  • Poveri israeliani.. non sanno di avere avuto in casa il Robert De Niro della politica italiana e mondiale. Ma se tenersi il berlusca per tre giorni può anche essere divertente averlo per 15 anni è tutta un altra cosa.. Basterebbero due settimane e lo manderebbero a fare il colono in avamposto sulla striscia di Gaza. 

    Comunque vederlo mentre recita è sempre uno spettacolo.

  • Non per fare il cinico matematico, ma …
    Berlusconi è nato il 29 Settembre del 39, diciamo quindi che la madre sarebbe stata in cinta di otto mesi ai primi di Settembre.

    Il 1 Settembre 1939 inizia l’invasione della Polonia, che ci facevano in quella data le SS in Italia, erano in vacanza sul lago di como?

    Silvio si sbaglia, è più probabile che la madre in cinta di otto mesi salvasse le ebree dalle leggi raziali promulgate dai fascisti (suoi alleati ora) tra il settembre 1938 e il giugno 1939.

    Ora facciamo un breve riassuntino.
    Luigi Berlusconi portava il figlio nei cimiteri americani per ricordargli il sacrificio degli stessi contro i tedeschi e i fascisti, Rosa Bossi probabilmente lottava contro le leggi raziali dei fascisti e Silvio si allea con gli eredi “storico-filosofici” dei fascisti.

    Scusate se mi permetto, ma che merda di figlio è?

  • Se la madre del nano, quella sera di 74 anni fa, fosse andata al cinema, oggi ‘l’italia starebbe molto meglio ! Ma siccome al peggio non c’e’ fine, fino a quando il popolo non si decidera’ a far tabula rasa della casta, andremo sempre peggio ! Argentina insegna, sveglia gente, sciopero totale generale ad oltranza IMMEDIATO !!!! Ps come sempre grazie al mitico Claudio per la precisione, correttezza e consueta ironia !

  • Gli ebrei hanno subito l’olocausto. Ne sono coscente e come essere umano mi rattrista dal profondo del cuore.

    Gli ebrei, come gli italiani hanno la memoria corta però. 

    Nella striscia di Gaza hanno fatto quello che hanno fatto, ed oggi magnificano il più becero personaggio che l’Italia repubblicana abbia mai partorito, piduista xenofobo, ladro e razzista; L’Hitler moderno che non ha bisogno della malvagità manifesta per ottenere il potere ma dei media. “Subdoloooooo!!!”

    Questi ebrei moderni forse non sanno che possono facilmente ricadere nel dolore. 

  • Se quella notte, per divin consiglio,
    la donna Rosa, concependo Silvio,
    avesse dato ad un uomo di Milano
    invece della topa il deretano
    l’avrebbe preso in culo quella sera
    sol donna Rosa e non l’Italia intera

    R. Benigni

  • nn sono proprio daccordo x la 1° volta , in effetti non so di preciso se la madre di Berlusconi ha fatto quel gesto( bellissimo), beh cmq non è detto che se la madre di Berlusca ha un figlio così ha cmq sempre fatto un gesto bellissimo e alla fine anke B ha fatto un bel gesto ricordando Perlasca

  • ricordate la storia del popolo d’israele che sotto il monte sinai si divise in due…..una parte resto fedele a Dio, l’altra parte giuro completa fedeltà all’oro…..

    chissa come sono andate avanti poi le cose….

    fatto sta che se vi informate un po meglio sulla loro religgione vedrete molte cose che non vanno bene…

    una tra tutte è il fatto che prevede che tra loro chi lascia la terra promessa (per il momento geograficamente israele) merita la morte……

    non vorrei che tutti gli ebrei che erano in europa ai tempi di hitler erano quelli che avendo lasciato la terra promessa meritavano la morte……

    se ci pensate bene ed andate a vedere come è nata l’attuale israele 50 anni fa credo che un paio di dubbi vi possano venire su….

    50 anni fa un gruppo di persone ricche ando in quelle terre e comincio a comprare pezzi di terra …pianpiano si comprarono tutta la terra che vediamo ora attribuita geograficamente ad israele….ma non gli basta vogliono la capitale del mondo Jerusalemme……e vogliono soprattutto farlo davanti gli occhi di tutti quanti, vogliono far capire in verita chi sono, cosa sono, ma nessuno dovrà dirlo….

  • A noi piace ricordarla così.
    Negli anni del fascismo circolava questa poesia in onor del duce che aveva una mamma di identico nome (le coincidenze della vita):
    La notte in cui fu concepito il duce
    se Rosa, presa da improvvisa luce,
    avesse porto al fabbro predappiano,
    invece della potta, il deretano,
    l’avrebbe preso in culo qualla sera
    solo la Rosa e non l’Italia intera!
    Benigni la rielaborò così:
    Se quella notte per divin consiglio, Donna Rosa concependo Silvio … avesse dato ad un uomo di Milano, anziché la topa il proprio deretano, l’avrebbe preso in culo quella sera, sol donna Rosa e non l’Italia intera!
  • L’episodio dovrebbe essere accaduto nel maggio 1943. Quando la sig.ra Rosa era incinta di 8 mesi della figlia Antonietta. Antonietta nacque a Milano il 9 giugno dello stesso anno. In quel periodo NON SI ARRESTAVANO GLI EBREI.

    Infatti la cronologia storica indica :

    Maggio-giugno 1943
    Decisione di istituire nella penisola campi di internamento e lavoro obbligatorio per ebrei italiani abili al lavoro.

    15, 25 luglio 1943
    Decisione italiana di consegnare alla polizia tedesca gli ebrei tedeschi presenti nella Francia sudorientale occupata dall’Italia; direttiva di trasferimento a Bolzano degli internati (per lo più ebrei stranieri) del campo di Ferramonti di Tarsia in Calabria.

    10 settembre 1943
    Inizio ufficiale dell’occupazione militare tedesca della penisola; nelle regioni di Trieste e Trento i tedeschi istituiscono le Operationszonen Adriatisches Küstenland e Alpenvorland, assumendovi anche i poteri civili e attivandovi la propria politica antiebraica.

    15-16 settembre 1943
    Prima deportazione di ebrei arrestati in Italia (da Merano) e primi eccidi di ebrei nella penisola (sulla sponda piemontese del lago Maggiore); entrambi ad opera di nazisti.

    Vuoi vedere che la sig.ra in questione stava ANTICIPANDO i tempi  della Resistenza ?

     

  • Se Rosa, punta da divina luce

    la notte in cui fu concepito il duce

    avesse porto al tizio di Milano

    al posta della fica il deretano

    l’avrebbe preso in culo, quella sera,

    Rosa soltanto, e non l’Italia intera.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi