Il vergognoso grafico della disinformazione

 


Se qualcuno avesse ancora dubbi, fategli vedere questo grafico. I dati sono stati resi noti dall’Osservatorio di Pavia, e riguardano il conteggio delle notizie di eventi criminosi apparse sui nostri telegiornali nel quinquennio 2005 – 2009.
La linea rossa mostra il numero di notizie relative agli atti criminosi, la linea blu descrive l’andamento reale dei crimini, mentre la linea gialla mostra la percezione degli stessi da parte degli italiani. Potremmo ribattezzarla: linea della paura.
La fascia evidenziata in verticale, invece, è mia. Per la precisione, identifica gli anni della XV legislatura, più comunemente nota come Governo Prodi II, in carica dal 17 maggio 2006 al 7 maggio 2008.
Ed ecco il sortilegio: durante l’ultimo governo di centro-sinistra il numero di reati ha subito una flessione, ma la percezione di insicurezza è aumentata di una quindicina di punti, fino a superare il 53%. Lo spettacolo di illusionismo è stato magistralmente messo in scena dai media televisivi, che hanno trasformato il normale tran-tran dell’ordinaria delinquenza in un film horror degno delle migliori sceneggiature.
Poi, come per magia, con l’apparizione del Governo Berlusconi IV tolto un lieve, marginale incremento dovuto alla necessità di approvare il pacchetto sicurezza – le notizie relative ai piccoli reati sono state sostanzialmente dimenticate da Riotta, Minzolini e soci.
Ecco dunque in soldoni – espresso in grafici e tabelle per i più duri di comprendonio –  come ti strumentalizzo l’opinione pubblica per influenzare il consenso politico e legittimare o delegittimare questo o quello.
Del resto, qui da noi i delinquenti sono un facile spauracchio, disponibile alla bisogna, con il quale tenere per le palle nonni, impiegati e casalinghe di Voghera. L’equivalente mediatico del bau-bau, insomma. Altrimenti non si spiegherebbe come mai, rispetto ai maggiori telegiornali dei nostri cugini europei, dedichiamo oltre il doppio del tempo a furti, rapine, risse ed altre simpatiche bazzecole, quisquilie e pinzellacchere.
I nostri giornalisti dipendenti di RaiUno sprecano il 64% del canone Rai a informarci circa gli sviluppi del giallo di Via Poma e circa i pedali della bicicletta di Alberto Stasi, contro il 28% del principale telegiornale della televisione spagnola, il 18% di quello francese, il 14% di quello inglese e l’infinitesimale 3% del telegiornale tedesco. Evidentemente al di là delle Alpi l’informazione ha altro a cui pensare.
Questi sono fatti, non pugnette!
 Fonte


Società e politica in Italia – III Rapporto su la sicurezza in Italia. Significati, immagine e realtà.

25 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Potreste inviarmi al mio indirizzo e-mail una copia di questo grafico in Jpg? Intendo farne un articolo mio, anche se ovviamente citerò la fonte.

  • Noi frequentatori del blog se siamo qui è proprio perchè immaginiamo come stanno le cose. Il tuo post odierno e soprattutto il tuo blog dovrebbero leggerlo milioni di italiani. Purtroppo è difficile da far capire. Ci sono troppe teste di cazzo su questo pianeta.

    Quando cerco di far leggere le EVIDENZE che tu ci proponi, perchè vorrei essere CELLULA, ho la sensazione di essere preso per il CULO.

    Mi guardano come un marziano, con quella faccia da EBETI!

    Ho sempre l’Iphone tra le mani in cerca di qualche RSS, quando sono in casa con mio suocero che dorme con la tv accesa su SPOSINI, accendo la mia APPLE TV in cucina e mi riguardo i video di BYOBLU, theAB74, dongiorgio e tanti altri ai quali sono iscritto.

    Quando sono in casa e la tv è accesa metto le cuffiette ed ascolto il mio IPOD.

    Adesso ho comprato il mio nuovo MAC MINI e prossimamente lo attaccherò alla tv in sala per avere LA RETE O V U N Q U E.

    Quando sono al cesso leggo i blog, i tweet che ho insegnato a trasmettere al mio papà, la sera a letto un bel PASSAPAROLA di TRAVAGLIO.

    Spessissimo litigo con mia moglie perchè vivo nel MIO MONDO.

    BASTA QUESTO A DIRE CHE LA TV PROPRIO NON LA SOPPORTO?

    P.S. domani mattina mi scarico il FATTO QUOTIDIANO. Come ogni mattina.

  • ..a proposito della caduta repentina del governo Prodi II, ho visto poco tempo fa un documentario sconcertante (nel vero senso della parola) in cui Leo Zagami (ex illuminato, a sua detta) confessa il reale motivo della caduta del governo Prodi II. Se trovo di nuovo il link lo posto, con il minuto in cui nìadnare a vedere (sennò è veramente troppo lungo per uno che non è interessato a tutta la vicenda)

  • Durante il governo Prodi i TG di Mediaset parlavano sempre e solo dei problemi economici degli italiani e di come alcune famiglie non potevano più acquistare il caviale…

    Il plagiamento avviene soprattutto attraverso i telegiornali. La gente purtroppo è distratta e si fa influenzare facilmente. Ecco spiegato perchè Berlusconi vince quasi sempre le elezioni…

  • Il concetto di informazione va’ completamente rivisto. Se vuoi essere veramente informato devi essere tu a cercare l’informazione. Non si puo’ pretendere di “mangiare quello che passa il convento”  e pensare di mangiare come in un ristorante di Gualtiero Marchesi. Ma anche se mangi al ristorante di Gualtiero Marchesi non assaggerai i piatti tipici della Sicilia. L’informazione va’ ricercata, richiede tempo. Quanti sono veramente disposti a dedicare all’informazione questo tempo??? Di tempo purtroppo non ce n’e’ quasi per nessuno. Quindi molta gente scalda il cibo precotto nel forno a microonde e accende la televisione. E’ molto piu’ facile. Vedono il telegiornale e cosi’ poi al bar al mattino possono avere di che discutere quando bevono il caffe e poi guardano qualche tetta siliconata per dormire sperando di fare qualche sogno erotico. E’ la coscienza della gente che deve cambiare per primo non la televisione. La voglia di conoscere veramente il mondo che ci circonda e come funziona. Quanta gente lo vuole veramente???? Pochissimi. Pero’ tutti poi vanno a votare e il voto di colui che conosce  e di quello “ignorante” (nel senso che ignora) valgono uguale. Cosa credete che che chi detiene il potere non lo sa’? E’ questo l’inganno della democrazia. Comunque siamo sulla strada buona. L’informazione c’e per chi la cerca. Trent’anni fa’ era piu’ difficile. Sta’ solo a noi coglierla

  • Ragazzi in questo momento, su italia 1 trasmettono V FOR VENDETTA. Due son le cose, o quelli di italia 1 non lo hanno mai visto, o credono che i telespettatori siano tutti cretini. Vale il discorso dei TG, sanno che siamo in MINORANZA.

    • Film bellissimo, soprattutto la sciorinata iniziale di V nella quale ogni parola comincia appunto con la lettera “v”:)

      Direi di si, siamo in minoranza e ci rodiamo dal di dentro, quando passano un film così su italia 1 e addirittura in prima serata! Resta il fatto che rimane un film girato in modo abbastanza apocalittico e fantastico, quindi verrà sicuramente archiviato dai più come “non reale”, figuriamoci se un telespettatore medio si mette a fare 1+1 davanti allo schermo, arrivando alla conclusione che quella Inghilterra così stretta nella morsa di un governatore pazzo e del suo manipolo di accoliti è per molti versi simile al Bel Paese..

      Che tristezza!

  • Ciao Claudio, e ciao anche a voi “colleghi Byobluiani“…

    come in ogni tuo post, riporti tristi verità, apodittiche, in questo caso però, aggiungerei un ragionamento complementare, che spesso faccio, con questi mammalucchi che ci circondano, convinti che tutto va bene, perché unito al tuo grafico, rende bene l’idea di come siamo messi… 

    Tempo fa, quando la mia tv era in casa (da 5 anni l’ho messa sul balcone in bella vista…), mi incuriosì notare che ad ogni ora, e su tutti i canali, eravamo invasi da telefilm polizieschi di ogni sorta, commissari, tenenti, agenti, da Colombo, Hunter, TJ Hooker, la signora in giallo, Chip’s, e chi piu ne ha più ne metta…

    Incuriosito, feci un censimento, e scoprì che ogni giorno erano circa ventitrè…

    In ognuno di questi, il protagonista in venticinque minuti , risolveva qualsiasi caso, indifferentemente che si trattasse di un furto, di uno stupro, o di un’omicidio.

    Se pensi che in realtà, resta impunito il 96% dei reati, che di un morto ammazzato su due non sapremo mai chi lo abbia ucciso e perché… insomma l’esatto opposto di quello che fanno vedere nei telefilm.

    Il guaio, è che quando gli porti questi dati, ti prendono per matto, perché il loro cervello ormai in disuso, ha memorizzato i dati dei telefilm, ed è a quelli che credono, non alla realtà!

    Forse aveva ragione, Yeoshua ben Yosef (Gesù), quando diceva:

    beati gli stolti…

    In effetti, loro vivono “convinti”, non si rendono conto di niente, e di conseguenza non soffrono, almeno fino a quando la fortuna li assiste, perché basta veramente poco, un nulla, e ti ritrovi nella m…

    Cordiali e civili saluti.

  • 14 febbraio 2010: Riprendiamoci la città!

    Trecento cittadini in piazza con cartelli con scritto “Io non ridevo” e “Riprendiamoci la nostra città”. La protesta contro le intercettazioni divulgate negli ultimi giorni nell’ambito dell’inchiesta sul G8.

    Leggi l’articolo su ilCentro

    http://ilcentro.gelocal.it/dettaglio/appalti-e-terremoto-riprendiamoci-la-citta-la-rivolta-degli-aquilani-nella-zona-rossa/1859092

     

     

    La presa della graniglia

    A PROPOSITO DI INFORMAZIONE PILOTATA

    Li ho visti nel servizio del Tg3 di ieri notte. Ma a parte il servizio mandato in onda dal telegiornale regionale, esauriente, e quello un po’ridotto nazionale, quale altro tg ne avrà parlato o ne parlerà?

    Forza aquilani, è un grande passo avanti.

    TG3 nazionale
    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-612b0150-3c20-49ab-bbf3-f8553a0d2096-popup.html

    TG3 Regione Abruzzo
    http://www.inforegioni.rai.it/abruzzo.htm

    link presi da ilcratere.net dove ci sono anche le gallerie di foto della manifestazione
    http://www.ilcratere.net/node/2022

  • …Poi, come per magia, con l’avvento del Governo Berlusconi IV, i prezzi degli alimentari sempre in aumento nel Governo Prodi II hanno smesso di crescere nonostante la crisi sia aumentata in maniera esponenziale, i vecchietti che rubavano tutti i giorni al supermercato perchè non riuscivano a tirare fine mese sono immediatamente spariti…

    Meno male che ci sono Silvio e i suoi giornalisti schiavi a tenere i cervelli degli italiani calmi, lobotomizzati, ma pronti a scattare al loro comando giornal-televisivo.

    Preparatevi ad un caldo mese di telegiornali a base di "quanto è brutto, sporco e cattivo l’extra-comunitario". Sotto elezioni fa sempre comodo che la Lega Nord di… Silvio Berlusconi si porti a casa palate di voti anche con questa solita storiella…

  • Schiavi dell’illusione, possessori di nulla ed eterni uomini d’oro, figli dell’immagine, del verbo pubblicitario, figli di una servitù che è normalità, liberi di fare tutto tranne di essere se stessi.

    Macchine da denaro, ognuno di noi è una catena di montaggio che crea fantasie, pezzi illibati ma morenti.

  • “[…] La paura è a livello 186, troppo bassa. La gente potrebbe rilassarsi e farsi venire delle strane idee. Bisogna subito riportarla a valori più alti. Legga una delle notizie Tripla Fifa di riserva. Fido PassPass sfoderò il suo sorriso più smagliante. – Chiediamo scusa ai telespettatori per la breve interruzione – disse – e passiamo all’ultima notizia: Agatina e Venerina F., due gemelline dodicenni di Pratolugherio (Florentia), hanno ucciso i genitori, una donna e un cugino a colpi d’ascia, e dopo avere fatto a pezzi i cadaveri li hanno gettati nel fiume vicino, infestato da piranha. […] E ora uno stacco pubblicitario prima del sondaggio-. Una freccia rossa sullo schermo indicò che la Paura in città era tornata sopra una tranquillizzante quota di duecento.”.
    ————————————-
    Da Elianto di Stefano Benni
    ————————————-

  • la mia proposta e’ :

    spazi regolamentati (tipo par condicio) anche nei telegiornali,

    5 minuti di cronca

    5 minuti di politica

    5 minuti di economia

    5 minuti di salute

    5 minuti di esteri

    5 minuti di prima pagina

     

    o meglio ancora telegiornali dedicati, che sarebbero molto meglio che rivedere 8 volte lo stesso servizio (copiato da canale 5) nelle riprese di mattino pomeriggio e sera di tg1 e tg2

  • Notevole Claudio, davvero notevole e anche piuttosto inquietante.

    Che io sapessi che l’informazione nel nostro paese non funzionasse era scontato.

    Ma l’attimo che hai colto in quel grafico rende davvero bene il concetto di enorme distorsione dell’informazione che i media possono fare a vantaggio dei soliti.

    E’ un vero peccato che Giornalisti (con la G maiuscola) non ricevano la giusta attenzione, a volte parlo con le persone che mi circondano e mi sembra di venire da un’altro pianeta…

     

  • Cosa pretendi dalla RAI – Radiotelevisione Israeliana, che ha presentato l’aggressione georgiana alla Russia come un’aggressione russa alla Georgia? E come hanno trattato la strage nazisionista di Gaza? Vi ricordate come ad Anno Zero, che ha osato parlare in maniera non sionisticamente corretta, come la funzionaria del Mossad Lucia Annunziata si è alzata?

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi