L'isola degli onorevoli


Oggi ho acceso la televisione. C’era gente che perdeva la pazienza, gridava, si insultava. Uno che sembrava avere più autorevolezza degli altri tentava di mettere pace, cercava di separare i contendenti, ma non lo ascoltava nessuno, forse perché aveva ancor meno savoir faire degli altri. Alla fine sbottava e se ne andava. Tra le righe, sembrava voler dire: andatevene tutti a cagare.
 
Credevo di avere sbagliato canale. Credevo di essere finito dentro a un reality show. Ho premuto e ripremuto il tasto del telecomando. Niente. Ho spento e riacceso la televisione. Niente. Ho controllato sulla guida elettronica se ci fosse stata una riorganizzazione delle frequenze. Niente. Niente. Niente.
Ero proprio sul tg di Sky24, quella era proprio una diretta di politica, il set non era il mercato del pesce ma il Parlamento italiano, e i pescivendoli che si tiravano le cartate di merluzzo erano Claudio Scajola e Costantino Garraffa.
A questo punto ditemi: che differenza c’è tra noi che guardiamo le sedute della Camera o del Senato e il popolo del Grande Fratello? Ve lo dico io: nessuna. E allora io voglio Pietro Taricone sullo scranno del Presidente. Voglio Fabrizio Corona senatore a vita. Voglio urlatori professionisti al posto dei parlamentari. Lo fanno meglio e sono più divertenti. Per di più, se esagerano posso sempre nominarli e mandarli a casa. Questi, invece, non li può votare nessuno.
Vedere Scajola, un ministro della Repubblica Italiana, con le vene fuori dal collo mi fa solo una grande tristezza. Propongo l’istituzione di un nuovo reality show: l’isola degli onorevoli. Almeno se ne stanno lontani per qualche mese e imparano a mangiare di meno.

 

13 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Qual’era l’oggetto del contendere tra i due “galantuomini”?

    Temo, ma preferirei essere smentita, non l’interesse dei cittadini.

  • Buon Giorno! Volevo segnalarvi una cosa strana. Ho appreso dal telegiornale francese “france2” e poi da Euronews sempre in lingua francese la notizia direi SCIOCCANTE di Barack Obama che ha deciso di TORNARE AL NUCLEARE!!!! Dopo infiniti slogans sull’energia pulita il presidente americano ha deciso di destinare i fondi sull’energia americana allo sviluppo di centrali nucleari PULITE!!! Ora ecco la cosa starna: Io vivo all’estero e non potendo comprare sempre i quotidiani diciamo più liberi mi informo sempre su internet. Bene né Repubblica.it, il vostro blog, e gli altri blog di libera informazione, né addirittura ansa.it e nemmeno la RAI 1-o RAI 2 (prendo purtroppo solo quelli) ovviamente riportavano questa notizia.
    STRANO, no

  • terrorismo mediatico.

    famiglie felici che si sentono minacciate dal bau bau straniero, fanno sì che siamo il paese più razzista d’Europa.

  • Per quanto condivido che sia decisamente triste che in Parlamento si urli con le vene fuori dal collo, e non si provi semplicemente a discutere come dovrebbero fare le persone adulte, ricordo a tutti (ultimo o tra gli ultimi in un mare magnum di litigate, risse, e santi vari tirati con la pala) Nino Strano e il suo gesto allegorico il giorno della caduta del governo Prodi (perdonate la disquisizione di moda, trovo assolutamente fuori luogo il maglione sopra giacca camicia e cravatta, ma tant’è, tocca sopportare).

    Penso che si debba sempre dare un buon esempio in qualunque ambito. Appunto. annamo bene!

  • Ve lo dico io qual era l’argomento del contendere. Anche senza aver visto il filmato.

    Scajola dice che ci sono 14 proposte da valutare per Termini Imerese.

    Un senatore del pd, Garaffa, si e’ permesso di dire che erano tutte balle.

    La reazione del ministro e’ tipica di chi si sente preso in castagna, e urla offeso e sdegnato. Non e’ abituato a essere contraddetto.

    Ma io sono abbastanza convinta che il senatore abbia purtroppo colto nel segno.

    Lo sono, perche’ il ministro non e’ nuovo a simili rassicurazioni a parole, non confermate poi dai fatti.

    Anche su aziende della mia zona.

     

     

  • Ci sono due modi fare una cosa, la prima e’ che non funzioni ,la seconda che funzioni, e se serve ti vendi la madre. Me l’ ha insegnata Messora sta massima, qualche tempo fa proprio a proposito di Obama. E temo che je la avesse insegnata DiPietro. Chissa’, la pensi ancora cosi’ Claudio? Vuoi, giustamente, difendere il diritto ad una rete libera, e sono con te, ma per farlo a chi chiedi aiuto? Non e’ un contro senso?

    Solo che poi io critico, cerco di dialogare ma di tutta risposta che ne ottengo? O vengo spammato come e’ avvenuto su YT, dai commenti, oppure la tua selva di ammiratori ti fanno cerchio attorno e riscio le web-botte….

    Morale: il 90% dei tuoi lettori hanno il cervello di gomma, Tu sei ingamba e mosso dalle migliori intenzioni ma sei troppo orgoglioso, ricordi? L’orgoglio…ne ha ammazzati piu’ del petrolio.

    Cio’ nonostante, vai cosi’ che sei forte.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi