La nostra resa incondizionata

Il PDL getta la maschera, quella maldestra illusione ottica che nascondeva la dittatura sotto all’immagine di una democrazia ormai cerulea  e svuotata, come si conviene ad ogni cadavere preservato artificialmente dalla decomposizione. Se c’è una cosa che caratterizza un regime, è proprio l’assenza di qualsiasi regola su come scrivere il regolamento, che dunque viene scritto dai più forti.
L’armata brancaleone destituisce se stessa, dichiara fallito lo Stato di Diritto e cerca di ottenere con la forza quello che non può ottenere legalmente. Così, mentre Vittorio Feltri oggi celebra Minzolini per il titolo di assoluzione sul processo Mills – cane non mangia cane -, perché se avesse parlato di prescrizione la gente non avrebbe capito, mentre così è più chiaro – certo: è più chiaro quello che volete far credere agli italiani -, Ignazio La Russa entra a gamba tesa nell’albo d’oro della fantascienza più cupa e inquietante, quella che tratteggia un futuro a tinte fosche, fatto di tirannide e dominio assoluti.
A pag.2 del Corriere della Sera, questa mattina assistiamo increduli a questo passaggio:

Giornalista: “Per il decreto non potevate aspettare il Tar? L’opposizione vi accusa di voler scavalcare i giudici.”
La Russa: “Non potevamo: questo decreto serve al Tar per decidere meglio. Ora è impossibile che ci dia torto.”

Decreto interpretativo? Cosè, di grazia, un decreto interpretativo, se non l’obbligo di spiegare agli altri come devono pensare? E’ una mostruosità del pensiero prima ancora che giuridica. Adesso faranno anche un decreto per stabilire quali sentenze e in favore di chi debbano essere emesse? Subito dopo ne faranno uno per suggerire a chi non è d’accordo come deve ragionare per evitare di contrariarli, nei talk-show – aboliti per legge? E magari, perché no, ne arriverà uno per chiarire una volta per tutte come debbano leggersi le schede elettorali nelle urne, in maniera che il voto venga correttamente attribuito sempre e solo a loro?
Cosa volete ancora, per capire che state concedendo a un gruppo di barbari con la clava di saccheggiare e fare scempio della storia, dell’etica, della politica, delle istituzioni, del buon senso, del rispetto per l’uomo, di ogni conquista di diritti che passano complessivamente sotto il nome di civiltà? Volete che entrino nelle vostre case sfondando la porta, violentando le vostre donne, uccidendo i vostri figli e dando alle fiamme ciò che resta dopo aver depredato la catenina d’ora e il crocifisso della prima comunione?
Beh, sappiate che questo non accadrà mai. Non fino a quando vi consegnerete spontaneamente, mani e piedi legati, all’ira famelica del dominatore, sacrificando al suo capriccio la coscienza, la consapevolezza e il futuro dei vostri figli, condannati a morte già dal primo cartone animato, in una lunga ed estenuante somministrazione di inebetitori che progressivamente alienano ogni forza di volontà e ogni capacità di reazione.
Non si spiega altrimenti lo sconcertante, assordante, fragoroso silenzio di un popolo in costante stato di resa incondizionata.

30 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Questo è un colpo di stato a tutti gli effetti. Di fatto, da oggi, il governo è formalmente illegittimo.

    E la cosa peggiore è che tante, troppe persone non lo capiscono.

    In fondo, cosa vuoi che sia? Siamo sopravvissuti anche al fascismo…

  • ma cosa deve fare un popolo completamente inebetito davanti a questi diavoli ?

    se sono inebetiti e ci sta il diavolo (la mente di questi qua) che prende per il culo con espedienti esasperanti, fin anche per chiunque se ne accorga, come vuoi che reagiscano ?

    loro (popolo) vanno in funzioni dei soldi….se vedono denaro si muovono….

    poi basta che gli dai il bel programmino in tv (grande bordello e compagnia varia) quando li smuovi più !!!!!

    ma poi quelli sono diavoli….credimi ….non hai idea secondo me del loro vero disegno che poi è mondiale !!!!!

  • Claudio, c’è bisogno di qualcuno che trascini la gente in piazza. Non lo fanno e non lo faranno i politici, c’è bisogno che lo faccia chi davvero si sta battendo per un’italia migliore: i blogger ed i giornalisti ed i movimentaristi. Che ti piaccia o no, sei un “leader” nel tuo genere: mettiti in contatto con altri blogger, Martinelli, Ricca, contatta pure Travaglio e tutti gli altri che sai chi sono, e scendete in piazza, ora, ad oltranza. Invitate i lettori a seguirvi, fate dirette via internet, chiamate la gente in strada. E’ il momento di una rivolta pacifica e silenziosa. Se ognuno di noi starà a domandarsi chi farà per primo la mossa, nessuno la farà mai. Basta parlare, ora bisogna agire.

  • ragazzi siccome credo che se ci distaccassimo dal problema dell’energia potremmo addirittura cambiare vita, posto questa notizia di una invenzione tutta italiana:

    News/scienza: Un brevetto italiano minaccia i monopoli energetici?

    io propongo di creare delle comunità con tutti questi generatori e vivere in maniera naturale coltivandoci i campi con le nostre manine ……a quanti siamo secondo me potremmo lavorare tipo un oretta al giorno……

    • Grande soluzione. Così che si attaccano al ……..

      tutti sti assatanati di soldi e ci si puliscono il ……

      con quello che continuano a far credere bene.

      Io   ci   sto…Lavorerei anche 3 ore al giorno

                                      Buon proseguimento

    • si infattamente !!!!!

      io personalmente allora ti posso dire che lavorerei 24 ore su 24…e credo anche tutti quelli che scrivono in questo blog……compreso tu

      ne sono sicuro perche la vita si trasformerebbe completamente…totalmente

      cazzu cazzu iu iu….

      e kiu pilu pi tutti !!!!!

  • Quello che mi fa star male e l”apecoramento” delle persone. Non è possibile che non si rendano conto di dove ci stanno trascinando. Anni e anni di lotte Civili e Sindacali cancellate e buttate nel cesso, nel più assordante silenzio. Sono d’ accordo per una protesta PACIFICA ma che non sia troppo silenziosa. Ho quasi sessant’anni ma per il futuro dei miei figli sono ancora disposta a lottare e scendere in piazza.

    Voi che ne avete la possibilità e la capacita ORGANIZZATECI!!!!!  

  • Vi prego aiutatemi, a volte strozzerei le persone che mi stanno accanto con la tv accesa. Avete mai provato a dire loro di spegnere la tv?

    Si arrabbiano moltissimo, non riescono a vivere senza.

    Quando cerchi di farli ragionare, spiegando cosa è la rete e cosa è byoblu, ti danno ragione e dicono di SAPERE TUTTO.

    Non c’è bisogno che glielo spieghi.

    Tranne poi che tornano sul divano a guardare Carlo Conti o Don Gerry, quello che benedice gli italiani ogni sera.

    Le antenne televisive sono le armi più potenti che l’uomo abbia mai inventato.

    Altro che bombe atomiche!!

    Sono depresso perchè pranzo con la tv accesa, vado a letto con la tv accesa, se dico a mia moglie di spegnerla si incavola e litighiamo.

    Per RESISTERE ho comprato la APPLE TV e cerco di guardare tutti i canali youtube e cerco di farli vedere a chiunque è in casa con me.

    Quando non ne posso più metto le cuffie e guardo i video sul mio IPHONE.

     AIUTO, E’ UN INCUBO!!!!

     

  • Incollo un pezzo di “Antonio Bertinelli”

    (…) Durante la notte appena trascorsa si è superato ogni limite. Con tutta la solidarietà che ci sentiamo di esprimere ai simpatizzanti e ai militanti del Pdl, sono state forzate delle leggi che dovevano rimanere per il momento intoccabili, e a cui si sono precedentemente assoggettate tutte le altre formazioni politiche che avevano palesato irregolarità o ritardi nella presentazione delle liste elettorali. (…)

    http://culex.ilcannocchiale.it/2010/03/06/piccoli_uomini_crescono.html

     


  • Ragazzi, credo che questa volta tocchi a noi per davvero! Personalmente non saprei da che parte cominciare, ma, secondo voi, le parole pronunciate da Thomas Jefferson due secoli fà sono rivolte al nostro paese, per questa epoca?

    ……”Ritengo che un po’ di ribellione, ogni tanto, sia una cosa buona, e che sia necessaria al mondo politico quanto le tempeste lo sono a quello fisico. Quale paese può conservare le sue libertà se i suoi governanti non sono ammoniti di quando in quando che il loro popolo conserva il suo spirito di resistenza? Che esso prenda le armi. Il rimedio consiste nel fargli capire come stanno i fatti, perdonarlo e pacificarlo. Che importanza hanno poche vite in un secolo o due? L’albero della libertà deve essere innaffiato di tanto in tanto con il sangue dei patrioti e dei tiranni. E’ questo il suo naturale concime……

     

  • Quando sono sull’autobus e guardo Travaglio sul mio IPHONE al lunedì, mi guardo attorno e vedo tutti i vecchietti che ignorano quanto grave sia la DISINFORMAZIONE.

    La visione unita alla puzza mi fa star male.

    Intanto a quest’ora i fessi guardano le partite di calcio. Magari con la scheda prepagata del presidente del consiglio e con i decoder del fratello! 

    Non sono degno di vivere su questa terra!!

  • Attenzione, dirò che il Re è nudo. Ne sono pienamente consapevole e me ne assumo la pienaed esclusiva responsabilità.

    Il 1° MANIFESTO  e SUFFICIENTE profilo di illegittimità (ordinaria e costituzionale) del decreto-legge salva-liste è questo: il Governo non può adottare (ed il Presidente della Repubblica non può, quindi, emanare) decreti-legge in materia elettorale. La questione, se il divieto appena enunciato è vero, sarebbe chiusa in partenza, senza nemmeno la necessità di avere il decreto-legge in mano, di aprirlo e di leggerlo (ogni altra considerazione diventa a questo punto irrilevante). 

    ***

    Dimostrazione giuridica: La Costituzione italiana, dopo aver sancito (art. 70) http://www.camera.it/cost_reg_funz/345/348/430/listaarticoliduelivelli.asp#Nuova_Risorsa_2002109105714 che “La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere”, stabilisce per ciascuna Camera (art. 72)http://www.camera.it/cost_reg_funz/345/348/430/listaarticoliduelivelli.asp#Nuova_Risorsa_2002109105810:
    – quale sia la procedura NORMALE di esame ed approvazione di un disegno di legge: “Ogni disegno di legge, presentato a una Camera è (…) esaminato da una Commissione e poi dalla Camera stessa, che l’approva articolo per articolo e con votazione finale.” (comma 1);

    – che il regolamento della Camera interessata possa stabilire procedimenti abbreviati (comma 2) e deferiti a commissioni (comma 3);

    – che la procedura NORMALE di esame ed approvazione è sempre obbligatoria per i progetti di legge in materia costituzionale ed elettorale, di delegazione legislativa, di autorizzazione alla ratifica di trattati internazionali, di approvazione di bilanci e consuntivi (comma 4).

    Dalla stessa logica di obbligo di rispettare la procedura NORMALE di esame ed approvazione imposta a ciascuna camera dall’art. 72 Cost. discende l’ovvio chiarimento che “Il Governo non può, mediante decreto-legge:
    a) (…); b) provvedere nelle materie indicate nell’articolo 72, quarto comma, della Costituzione (art. 15 Legge 23 agosto 1988, n. 400 http://www.italgiure.giustizia.it/nir/lexs/1997/lexs_347807.html)

    Più chiaro di così…

    La Costituzione non l’ha violata solo il Consiglio dei Ministri che ha deliberato il decreto-legge salva-liste, ma – MOLTO PIU’ GRAVEMENTE – il Presidente della Repubblica che lo ha emanato. La più alta carica dello Stato. Il garante dell’equilibrio costituzionale tra i poteri dello Stato. E’ stato proprio lui ad infrangerli.

    ***

    Io, Claudio Solarino

    – non riconosco la legittimità di questo decreto. Per me è un atto nullo. Invito le amministrazioni e i tribunali a disapplicarlo, come se non esistesse.

    – accuso il Presidente della Repubblica di grave incapacità di adempiere ai suoi doveri istituzionali, salva ogni più grave ipotesi di alto tradimento e attentato alla Costituzione della Repubblica. Sono fermamente convinto che si debba procedere alla messa in stato d’accusa del Presidente Napolitano ai sensi dell’art. 90 Cost. http://www.camera.it/cost_reg_funz/345/348/431/listaArticoli.asp#Nuova_Risorsa_200210911714. Chiedo che il Parlamento in seduta comune, unico titolato alla messa in stato d’accusa del Presidente Napolitano, proceda immediatamente ad azionare la procedura di impeachment.

  • che dire… mi vergogno di essere italiana anzi devo purtroppo dire che non mi reputo più tale. Quello che non pensavo potesse succedere è invece successo: il presidente della repubblica si è “consegnato” nelle mani di quegli sciacalli. Stento a comprendere quali ragioni lo abbiano spinto a firmare quel decreto vergognoso ( oltretutto un decreto-legge che dovrebbe essere attuato solo in casi di necessità e urgenza. URGENZA DI PARTITO? necessità di far imporre il proprio potere?) non ho parole. Ora posso dire che abbiamo toccato il fondo. solo un miracolo potrà ora salvarci. l’unico modo per riconquistarci la nostra dignità è far convincere gli italiani a non guardare la tv spazzatura. Sono inoltre fermamente convinta che per distruggere questo sistema corrotto il miglior metodo è combattere dall’interno. sta a noi adesso prendere in mano la situazione. 

  • ragazzi quando si gioca e qualcuno bara si ci alza dal tavolo e non si gioca più !!!!

    quindi intanto tutti i partiti dovrebbero abbandonare queste elezioni, lasciare solo il pdl e scioperare a finchè non venga ripristinato l’ordine…

    è semplice….di pietro, bersani e compagnia varia scioperano e minacciano di non partecipare nessuno a queste elezioni…….resterebbe solo il pdl a partecipare, con nessuno sfidante e qualche migliaglio di persone fuori per le strade a manifestare che non possono esprimere il proprio voto a causa di questa situazione !!!!!

    ma questo sono sicuro che non lo faranno mai….perche sono tutti quanti troppo marci !!!!!!

  • A parte il fatto che questo decreto interpretativo non serve più a niente visto che il TAR ha riammesso le liste specificando che la decisione è stata presa prima che venisse emanato il suddeto decreto, mi sembra ormai ovvio a tutti (per me lo è da un bel pezzo) che TUTTE le istituzioni (partiti di qualsiasi colore, magistratura, presidente della repubblica ecc.) giocano per la stessa squadra e giocano sporco truccando le regole. Le vie d’uscita che ci sono rimaste sono due: la prima, pacifica, è riappropriarci delle istituzioni votando Movimento 5 Stelle o liste civiche simili; la seconda è una bella rivoluzione armi in mano, ma gli italioti sono un popolo senza nè orgoglio nè palle nè cervello perchè questa seconda ipotesi possa accadere. L’italia è la perfetta zombie-land, il paradiso dei manipolatori, qui un delinquente non deve faticare nemmeno un po’ perchè ha il pieno appoggio dei cittadini. Da chè ho imparato a parlare mi sono sempre vergognato d’essere italiano e oggi tutto ciò che succede non fa altro che rafforzare il mio odio profondo per questo non-paese e per la maggioranza dei suoi cittadini cerebrolesi. Al contrario stimo e apprezzo i pochi che sanno ragionare criticamente ma siamo una minoranza stretta in questa cloaca sociale.

  • Cosa volete ancora, per capire che state concedendo a un gruppo di barbari con la clava di saccheggiare e fare scempio della storia, dell’etica, della politica, delle istituzioni, del buon senso, del rispetto per l’uomo, di ogni conquista di diritti che passano complessivamente sotto il nome di civiltà?

    […]

     Non si spiega altrimenti lo sconcertante, assordante, fragoroso silenzio di un popolo in costante stato di resa incondizionata.

    Claudio caro, ti rispondo per quel che mi riguarda. IO non voglio né ho bisogno di nulla di più per rendermi conto di cosa sta accadendo. Resa incondizionata? TU, come molti qui e fuori di qui (blogger, opinionisti, giornalisti e politici compresi), sai perfettamente che né le proteste di piazza né i sit-in né andare a votare risolvono il problema. Cosa vorresti che si facesse, che li si eliminassero fisicamente? Perché solo questo c’è rimasto. Prenderli contro un muro e fucilarli per alto tradimento. IO però non ho nessuna intenzione di rovinarmi la vita per questi quattro vermi, anche se qualcuno come Barnard, ad esempio, accusa quelli che la pensano come me di essere “pavidi”. Preferisco continuare a lavorare onestamente, nel silenzio, piuttosto che fare la rivoluzione o la guerra civile e non è perché avrei qualcosa da perdere ma perché ho capito che le cose si cambiano lentamente, con un impegno costante e non con le rivoluzioni che storicamente non sono mai servite ad un cazzo ai più deboli ma sempre MOLTO e SOLO ai più forti.

  • Siamo allla frutta!

    I giorni passano e gli Italiani si scoprono sempre di più vicini al punto di non ritorno “REGIME” . Credo sia tempo di andare veramente tutti in piazza e se non bastasse dare una prova di forza. Personalmente non sono mai andato a minifestare, e sono sempre stato per la non violenza. STO CAMBIANDO!!! e mi preoccupa veramente questo cambiamento, perchè significa che non ne posso più di avere un governo e dei politici delinquenti, corrotti, e che scaricano sulle nostre spalle tutti costi i delle loro porcherie, ruberie, interessi personali ecc..ecc..ecc..ecc.. BASTA!!!!!!!!!!!!!!!!

  • susate l’OT ma ho visto l’ultima puntata di Iacona e…me la sentivo, sapete? ha capitolato anche lui.

    Ha iniziato bene la puntata sulle energie da fonti rinnovabili, con tanti esempi dalla germania. Quando, però, è arrivato alle centrali a biomassa è crollato un mito!

    Lui non sa che pugnalata alle spalle che mi ha dato: è uno dei temi per cui mi batto da anni e vedermi osteggiata proprio da lui…

    per finire in bellezza ha lasciato pure un quesito: avrà magari ragione Obama, quando afferma che le centrali che vorrà fare, di quarta generazione, saranno sicure?

    Beh, io gli ho scritto la risposta…vorreste darmi una mano?

    presadiretta@raidue.it

    Grazie.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi