Dite al TG5 che le urne sono chiuse


Mentre il TG5 si spertica a sottolineare l’enorme distanza che divide il candidato del centro-destra dai suoi rivali in Veneto; mentre mostra un Formigoni sorridente, eletto per la quarta volta in Lombardia come se fosse un inatteso successo, e mentre parla entusiasticamente di raddoppio delle regioni amministrate dal centro-destra, ignorando che il dato assoluto vince su quello relativo, questa sera il principale organo di informazione del Presidente del Consiglio – che venerdì sera in apertura ha dedicato al padrone una lunga intervista-monologo con tanto di giornalista sdraiato per terra a reggere il gobbo, per poi cambiare repentinamente argomento al termine del comizio, senza contraddittorio di nessun tipo – sminuisce le regioni che continueranno ad essere amministrate dal centro-sinistra definendole null’altro che semplici roccaforti, nelle quali si concentra con cura maniacale a fornire i dati di eventuali saldi negativi nell’entità dello stacco che il vincitore infligge al popolo delleproprie libertà rispetto ai dati analoghi del 2005.
Ma è sul Lazio che il TG5 sfiora il ridicolo, insistendo a trasmettere e ritrasmettere dati parziali che vedono la Polverini in testa sulla Bonino, proprio mentre i dati del Ministero degli Interni dicono l’esatto contrario, ovvero che intorno alle 20.15/20.30 la Bonino è costantemente sopra alla Polverini (forse anche perché non è piaciuto come quest’ultima canta Battisti) di almeno due punti percentuali.
Qualcuno ha avvisato lor signori che le urne sono ormai chiuse e che non è più possibile votare? O vogliono influenzare gli scrutatori e i rappresentanti di lista?
Nel frattempo, Grillo e Giovanni Favia in Emilia Romagna hanno quasi doppiato l’UDC di Casini, e in certi momenti dello spoglio superano anche il 7%. Giulio Cavalli è primo nella lista IDV di Milano e provincia, in Lombardia, mentre Martinelli, a Bergamo, è solo quarto con 213 voti, a 731 preferenze di scarto da Gabriele Sola, il primo tra i preferiti quando siamo a poco più della metà dei comuni scrutinati.
In Calabria, l’unica regione dove IdV corre da sola, Di Pietro a tratti tocca anche l’11%. Ahhh… se avesse fatto altrettanto in Campania!
 

25 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Non ho la tv…per me ormai è cosa antica….

    ho portato una gomma da cancellare ocn me…non mi fidavo della matita…sta gente è capace di tutto.

    Se il movimento 5 stelle avesse avuto una lista nel lazio avrebbe avuto il mio voto…mi sono chiusa il naso votando idv…per via della batosta deluca….

     

     

    quello che emerge è 1 successo del movimento 5 stelle e crescita idv o sbaglio?

  • a Cla’… statte bbono… in Lazio è ancora tutta da giocare. Fossi in te, non sarei tanto tranquillo.

    Quanto al resto, mi par di capire che non è successo assolutamente nulla: scandali, puttane, ruberie non hanno minimamente turbato gli elettroi PDL, a quelli non je frega niente di niente.

    A sinistra è il solito rimescolamento di voti tra partiti tradizionali e liste di protesta. Tanto agitarsi per niente, questo paese è cementato in due blocchi e da là non si schioda. A che serve 5 stelle al 6%? A fare i complimenti a Beppe Grillo per essere riuscito a strappare un bel po’ di voti agli altri partiti di centrosinistra. Tutto qua. Tutti i bei discorsi sull’era di internet eccetera… si si vabbe’, valgono per un blocco sociale più o meno informato e che comunque sta già dalla parte giusta. Giusto per cantarcele e suonarcele tra di noi.

    Non è per fare il guastafeste ma nel tempo che ho scritto queste righe la Polverini ha recuperato un altro 0,2… ma vaffanculo.

     

  • Sono uno di quelli che in Emilia Romagna ha votato 5 stelle, avevo deciso inizialmente di votare IdV, ma dopo la storia di De Luca non ce l’ho fatta.

    Ma De Luca non era un sacrificio necessario per vincere in Campania? Mi sa che gli elettori onesti non hanno capito la strategia e sono rimasti a casa.

    • IdV in Campania ha preso circa il 6%, una bella batosta rispetto al 9% circa preso in Campania nelle europee 2009!

      Tutto questo per appoggiare quel ducetto di De Luca che doveva portare chissà quali risultati.

      Speriamo che la lezione serva!!

  • Uagliù….strategie..strategie..!!! AooooHH!!!

    Qua si tratta di dare la propria fiducia, e se quel sensore non funziona vuol dire che è inutile cercarsi cavilli e stoppilli….Ci sarà O NO !!! Bisogno di una sistematina al sistema…

    Comunque viaggiando nella buona speranza ,salviamo il salvabile….!!!

                              Buon               Proseguimento

  • io dico che se il PD avesse appoggiato Callipo in Calabria al posto di quel pezzo di cavolo di Loiero, avrebbe fatto più figura, anzi avrebbe vinto… fiero di aver votato per Callipo

  • e certo che ci provano a cambiare il voto gli adepti del pdl sono nei posti giusti nei seggi. ma perche ce ancora qualcuno che pensa che il voto non sia taroccato?

  • Abbiamo detto al tg5 che le urne sono chiuse. Adesso ‘Qualcuno’ contestualizzasse pure,ma con molta,molta attenzione. E sono Regionali,eh. Meditiamo,gente,meditiamo.E intendo tutti.

  • Espatria! Mi chiedo perchè non lo fai allora, per favore, invece di scriverlo e basta!

    Ma secondo voi e te caro Byoblu COME MAI ALL’AQUILA il PDL HA PRESO IL 22% visto il fango che circondava le vicende del terremoto? A parte l’astensionismo, anche questa è una falsa notizia? 

    E perchè in CAMPANIA, nonostante l’emergenza rifiuti, si è riconfermato il pdl? Anche qui è colpa delle tv o c’è qualcos’altro?! Sembra che qui le persone abbiano potuto sentire sulla propria pelle gli effetti della “politica della libertà” maggiormente rispetto ad altre regioni votanti.

    Parlare del modo imparziale in cui il tg5 presenta i risultati parziali di queste elezioni, cosa saputa e risaputa da tutti, non mi pare più utile che analizzarne il risultato definitivo caro Messora, anzi… confonde invece di chiarire.

     

    • Forse confonderà te, che hai bisogno di credere di avere fatto la cosa giusta. A me non confonde perché sono capace di leggere gli orari e le date degli articoli, e di capire che un conto è un’analisi complessiva, un conto sono le luci accese sui dettagli, come l’informazione (e questo blog, guardacaso, si occupa di informazione).
      In ogni caso, per quanto riguarda tutto il resto, …sì: la disinformazione fa brutti scherzi, la disinformazione e l’attitudine a “viver come bruti”, curando il proprio orticello e fregandosene di mandare il paese in mano alle ortiche, cosa che evidentemente fai anche tu.

      Ti dirò, peraltro, che tuttavia in un paese dove il Movimento a Cinque Stelle prende quasi il doppio dell’UDC (Emilia Romagna: 7%!) non tutto è perduto. Evidentemente trombare fa bene, …pensaci!

    • Ciao,io sono campano,della provincia di Napoli.Tu scrivi cose imprecise,scrivi ad esempio che “NONOSTANTE” l’emergenza rifiuti sia stato “RICONFERMATO” il PDL…forse mi sfugge qualcosa o più probabilmente sfugge a te,ma se sei un assiduo tel TG5 la cosa è anche ovvia.Ti sfugge ad esempio che il governatore uscente è Bassolino (PD) e che ha governato per due mandati,quindi non è stato RICONFERMATO alcunchè del PDL,inoltre non capisco perchè usi quel “NONOSTANTE L’EMERGENZA RIFIUTI”,in verità l’emergenza potrebbe essere proprio il motivo principale che ha spinto molti campani a decidere di affidare la regione ad una coalizione di destra punendo la sinistra di Bassolino.Ciò che però non sai,perchè il TG5 non l’ha mai detto è che qui a Napoli,provincia e Caserta è già da un mesetto che è ricomparsa l’emergenza.Ciò che non sai è che le strade sono di nuovo invase dai sacchetti.Ciò che non sai è che dopo l’intervento di Berlusconi le discariche straripano di rifiuti e “NONOSTANTE” il presidio militare imposto ormai la spazzatura straripa dal terreno circostante le discariche,fuoriesce dai circuiti di irrigazione dei campi nei dintorni,penetra nelle falde acquifere e la ritrovi anche a chilometri di distanza dal presidio militare.Ciò che non sai è che il termovalorizzatore di Acerra non sta funzionando e anche qualora lo facesse non avrebbe le carte in regola per funzionare correttamente,ed anche quando avesse le carte in regola inquinerebbe comunque.Ciò che non sai è che già da due anni la gestione dei rifiuti in Campania è affidata al centrodestra e che questa coalizione ha lasciato le regione in mezzo al pattume proprio per usare l’argomento a fini elettorali,nei comizi locali,sulle TV regionali tutti i candidati dal PDL hanno usato l’argomento emergenza rifiuti,dimenticando di dire che erano proprio loro ad avere la responsabilità di controllare e gestire.Ciò che non sai,caro amico,è che qui in Campania si muore,ma tanto tu sei di sicuro uno di quelli che guarda il TG5 e quindi al massimo l’unica alternativa che ti viene in mente è espatriare…”ma davvero”.Svegliati caro amico,in Italia di gente come te non c’è più bisogno.Saluti affettuosi.

  • Ambient84 ha scritto :
    Espatria! Mi chiedo perchè non lo fai allora, per favore, invece di scriverlo e basta! Ma secondo voi e te caro Byoblu COME MAI ALL’AQUILA il PDL HA PRESO IL 22% visto il fango che circondava le vicende del terremoto? A parte l’astensionismo, anche questa è una falsa notizia?  E perchè in CAMPANIA, nonostante l’emergenza rifiuti, si è riconfermato il pdl? Anche qui è colpa delle tv o c’è qualcos’altro?! Sembra che qui le persone abbiano potuto sentire sulla propria pelle gli effetti della “politica della libertà” maggiormente rispetto ad altre regioni votanti. Parlare del modo imparziale in cui il tg5 presenta i risultati parziali di queste elezioni, cosa saputa e risaputa da tutti, non mi pare più utile che analizzarne il risultato definitivo caro Messora, anzi… confonde invece di chiarire.  

    La risposta è solo una: gli italiani sono pecore, delinquenti e mafiose nell’anima. E per la maggiorparte. Punto e fine. Vogliono qualcuno che comandi e pensi per loro, attendono le sante parole del cardinale o del papa e osannano gente che glielo ficca in culo tutti i giorni. Godendo come troie. In una parola sono i servi (bastardi) d’europa. E tranquillo, io non espatrierò manco per sogno: questa terra mi piace, ho diritto a godermela e mi spiace per loro ma mi avranno tra i coglioni per un pezzo. Alla prossima

  • Io penso che votano perchè certa tipologia di politici, gli garantisce che se salgono avranno un posto di lavoro ( una colossale panzana, anche perche quelli che realmente sistemano sono neanche  1% )

    per lo meno da me al sud i politici fanno cosi

    sono fiero di aver votato Callipo in Calabria, almeno non e un volto coinvolto in chissa quali giri

     

     

     

  • Date le premesse, poteva andare peggio. La metafora di Luttazzi esprime con una lucidità e una intelligenza incredibile il momento che stiamo attraversando. Ma vedo luce all’orizzonte, ho passato il periodo buio e ora mi sento un filo più ottimista.

    Ciò detto, ho chiesto a tutti i conoscenti di votare Cavalli: ce l’ha fatta? Dovremmo esserci a Milano, no?

  • L’unco vero dato di rilievo e che il partito che ha preso più voti è quello degli astenuti…

    con il 35% si conferma il partito più forte dd’italia e di nuovo quello con meno voce in capitolo.

     

     

    ora come al solito, il discorso si sosterrà su chi ha vinto e chi ha perso, ignorando nel giro di poche ore questo dato inconfutabile e (questo si) pieno di significato.

     

    la gente non crede più alla politica, e non crede più neanche nei salvatori miracolosi ( grillo ecc… )

     

    oramai il paese si abbandona alla volonta ei politici e di quei pochi che ancora credono ad essi.

    ma quanto durerà??

    io sono andato a votare la bonino solo perchè un barlume di speranza nei radicali mi ha spinto a farlo, altrimenti anch’io sarei rimasto comodo a casa.

     

    ma forse è meglio cosi, che vadda tutto a malora, voglio proprio vedere fin dove arriverà la sopportazione di questo popolo.

     

  • “Ma è sul Lazio che il TG5 sfiora il ridicolo, insistendo a trasmettere e ritrasmettere dati parziali che vedono la Polverini in testa sulla Bonino, proprio mentre i dati del Ministero degli Interni dicono l’esatto contrario, ovvero che intorno alle 20.15/20.30 la Bonino è costantemente sopra alla Polverini (forse anche perché non è piaciuto come quest’ultima canta Battisti) di almeno due punti percentuali.”

     

    Francamente, se il TG5 ha sfiorato il ridicolo (e ci può stare tranquillamente, visti i livelli a cui ci ha abituato l’informazione italiana recentemente), questo post di byoblu non è stato da meno…

    Il TG5 si “ostinava” a dare i dati delle PROIEZIONI, che in quanto tali si riferiscono (statisticamente) alla totalità delle sezioni ed hanno un eccellente livello di affidabilità, soprattutto man mano che si va avanti con proiezioni successive. Tant’è vero che le ultime proiezioni davano la Polverini vincente e la Polverini ha effettivamente vinto – peraltro con un margine abbastanza netto alla fine…

    I dati che Byoblu avrebbe tanto voluto vedere sbandierati dal TG5 erano invece quelli relativi allo scrutinio, che al momento era ancora alle prime fasi. Questi dati NON sono attendibili (almeno non fino a quando lo scrutinio non arriva ad un sufficiente livello di completezza), perchè non c’è alcun tipo di controllo su quali sezioni vengano scrutinate per prime e quali dopo. Tant’è vero che questi dati davano la Bonino “costantemente sopra di almeno due punti percentuali”, e la Bonino poi ha perso…

    Morale della favola: il TG5 faceva benissimo a dare i risultati delle proiezioni invece che quelli dello scrutinio parziale. Magari lo facevano per faziosità, magari lo facevano perchè sono berlusconiani, ma… non hanno dato informazioni distorte nè scorrette (almeno non stavolta). E sarebbe davvero bello se, invece, byoblu facesse un pò di autocritica ed ammettesse di aver sbagliato a scrivere questo post… ma dubito che lo farà.

    • Ho preso molto a cuore questa storia e sono andato a rivedermi l’edizione del TG5 delle 20:00 del 29 marzo (tutti possono farlo, è disponibile on-line)… beh, ricordavo bene: i dati snocciolati dal TG5 che davano la Polverini in vantaggio erano tutti PROIEZIONI (e quindi dati più che attendibili!!).

       

      Non solo: all’inizio dell’edizione, il TG5 ha dato anche i dati parziali degli scrutini, che erano quelli di cui parlavi tu e che davano la Bonino in netto vantaggio.

       

      L’autocritica che chiedevo era non in generale nei confronti del mondo dell’informazione (sappiamo tutti che è conciato piuttosto male in Italia), ma nei confronti dei lettori del tuo blog a cui hai dato informazioni sbagliate… chi di loro non aveva visto il TG5 (e immagino che siano molti) non potrà mai rendersene conto, e fidandosi di te avrà preso quello che hai scritto per buono (mentre non lo era). Tutto qua…

  • E’ pazzesco! 7 a 6!!! Ma nemmeno i più penosi pessimisti avrebbero potuto prevedere uno smacco del genere. E tutto questo all’insegna adesso dell’ennesima strombazzata di giornali e televisioni ad personam che alimenteranno la “figura” dei Dipietristi, Grillini, Travaglini, ecc…(ha già iniziato quel bel tomo di Capezzone stamattina sui tg). Ha davvero ragione Luttazzi: siamo proprio un paese di stronzi, peccato però che siano tutti dalla parte sbagliata. Aspetto davvero con ansia a questo punto uno STRONZO che stia dalla parte giusta.

    Ben gli sta a quel coglione di Bersani che coi suoi modini “per bene” e “accomodanti” non fa altro che scagliare frecce nella direzione sbagliata. Povera Italia.

    Una cosa soltanto mi conforta per quanto possa valere 🙁 Il PDL in queste regionali è davvero arrivato al capolinea.

     

     

  •  

    Ho preso molto a cuore questa storia e sono andato a rivedermi l’edizione del TG5 delle 20:00 del 29 marzo (tutti possono farlo, è disponibile on-line)… beh, ricordavo bene: i dati snocciolati dal TG5 che davano la Polverini in vantaggio erano tutti PROIEZIONI (e quindi dati più che attendibili!!).

    Non solo: all’inizio dell’edizione, il TG5 ha dato anche i dati parziali degli scrutini, che erano quelli di cui parlavi tu e che davano la Bonino in netto vantaggio.

    L’autocritica che chiedevo era non in generale nei confronti del mondo dell’informazione (sappiamo tutti che è conciato piuttosto male in Italia), ma nei confronti dei lettori del tuo blog a cui hai dato informazioni sbagliate… chi di loro non aveva visto il TG5 (e immagino che siano molti) non potrà mai rendersene conto, e fidandosi di te avrà preso quello che hai scritto per buono (mentre non lo era). Tutto qua…

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi