Alfano contromano

Nel governo Berlusconi tutto è ad-personam. Questi sono i rischi della privatizzazione di uno Stato: se prima era “cosa nostra”, adesso è “cosa loro”.
Gli organi di controllo istituzionale sono nati a garanzia del rispetto delle regole. Un po’ come dire: fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio. Per questo i gradi di giudizio sono almeno tre. Per questo l’AGCOM vigila sul rispetto del contratto di servizio Rai. Per questo il Presidente della Repubblica ha il potere di firma, cioè vigila – dovrebbe – sull’attività legislativa, nonostante questa sia già stata vagliata ed approvata da due camere. Per questo la Consulta vigila sulla costituzionalità delle leggi.
Da quando è “cosa loro”, invece, lo Stato italiano ha un solo organo di garanzia: loro. Ovvero ciò che più gli aggrada, ciò che gli pare, ciò che gli serve.
Angelino Alfano è ormai caduto in una tranche ipnotica e confonde totalmente le relazioni di causa-effetto. Succede, quando tutto quello che fai o dici non ti viene contestato, mai. Anzi: più straparli e più vieni apprezzato.
Durante la conferenza stampa sui risultati ottenuti contro la mafia ha dichiarato che ad ogni osservatore sereno appare evidente che il Governo ha ottenuto risultati strepitosi nella lotto contro “cosa nostra”, e infatti adesso è “cosa loro”. Alfano ha inequivocabilmente dimostrato le sue asserzioni esibendo prove concrete, come il fatto che tutti i boss mafiosi citati nella fiction “il capo dei capi”, programmata su Mediaset, erano morti oppure al 41bis. Anche in una Repubblica Pantelevisiva come quella italiana, nella quale – beninteso: ai soli osservatori sereni – sembra del tutto normale misurare i risultati della propria attività governativa in base alle sceneggiature delle fiction, appare comunque eccessivo fabbricarsi le prove in maniera così smaccata – una fiction è finzione per definizione – e poi esibirle gongolando come se ci si trovasse di fronte ad un popolo di telecomandati.
Ma l’apice del delirio Alfano l’ha toccato quando, nel corso della stessa conferenza stampa, ha temerariamente ridefinito il concetto di utilità di una legge. Secondo Alfano, infatti, il solo fatto che una legge – emanata da loro – venga poi applicata – sfido chiunque a non applicare una legge una volta che sia stata promulgata – è un criterio sufficiente a definirla utile, cioè una legge buona. Un po’ come dire: io ti tiro un calcio nei coglioni, e poi per il solo fatto di avertelo tirato significa che ho fatto bene.
Non contento, oggi Angelino “cosa loro” ha rincarato la dose, sfidando senza scomporsi tutte le leggi della logica elementare. Incalzato a commentare l’eccezione di incostituzionalità che i giudici di Milano hanno sollevato circa l’approvazione con iter ordinario del legittimo impedimento, che incidendo sui comandamenti della Costituzione avrebbe dovuto essere discusso con una procedura diversa da quella ordinaria, ha così commentato:

  “Sulla valutazione che arriverà dalla Corte costituzionale noi siamo tranquilli, perché riteniamo che l’iter ordinario sia legittimo, visto che abbiamo approvato una legge ordinaria.

Un po’ come andare contromano in autostrada e poi, all’agente di polizia stradale impegnato a chiamare la neurodeliri, dichiarare laconicamente: “sulla direzione di marcia imboccata sono tranquillo, visto che sono entrato dalla rampa di uscita.
E’ disponibile, in tutte le librerie, la nuova riedizione, con rifiniture di pregio, della “Logica Razionale” di Angelino Alfano. Edita dalla Mondadori. E da chi se no?.

20 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • io vorrei capire come sia possibile tutto questo !!!!!!!

    sono convinto che ci sia qualcosa che non va nella costituzione per poter permettere queste cose !!!!!!

    cos’è di preciso che non và ???????

    è qualcosa che riguarda noi o la costituzione……..non mi dite tutte e due se no finisce questo tanto acclamato concetto di supervisione delle varie autorità……in pratica non avrebbero senso le autorità se poi alla fine è il cittadino che deve far valere le regole !!!!!

  • Vabbè dai, ripeto il mio solito commento: non mi stupisco delle dichiarazioni di Alfano come neppure di Berlusconi, di D’Alema, Bossi ecc. ecc., loro poveretti sono dei delinquenti e come tali agiscono; quello che mi stupisce è che gli idagliani li votino (destra e sinistra non fa differenza), anzi no, non mi stupisce più nemmeno questo dato che constato quotidianamente il livello medio di educazione e cultura degli idagliani. Purtroppo nessuna legge può nulla contro l’ignoranza e una qualsiasi Costituzione – anche la migliore – è solo carta straccia se il suo popolo è costituito per lo più da cafoni, ignoranti, incivili, egoisti e superficiali. Una Costituzione come la nostra è “perle ai porci” nei confronti della maggioranza degli idagliani. Il popolo italico si stramerita i rappresentanti delle istituzioni che ha. La più adatta definizione dell’italia che ho mai sentito è “l’italia è l’unico paese sudamericano in Europa“…peccato che ora stiamo diventando il primo paese africano in Europa.

  • Commento forse un po’ off topic:

    a proposito di pubblicare su Mondadori, qualcuno può spiegarmi il paradosso di Saviano che pubblica su Mondadori “Gomorra”. Certo non si aspettava il boom che ha fatto, ma cribbio! Gli facciamo fare pure i soldi!

  • parlate tanto di costituzione italiana …varrà sempre di meno ..nel trattato di lisbona per il principio di sussidarietà prima o poi verranno tolti qualunque potere ai nostri governanti tranne che la sicurezza nazionale ….che c’entra tutto questo nervosismo tra berlusconi e la costitutzione ….a brussels si decide ormai tutto …le politiche monetarie che sono il cardine di ogni economia funzionate le decide l’europa .—i fondi ormai si prendono sempre di piu in europa -se un paese sbaglia o azzarda qualcosa l’europa ti multa …eruditi antiberlusconiani che vi lamentate o vi indignate da 16 anni con berlusconi se sono anni che altri ve lo mettono nel sedere sempre di piu da anni ?—e sarà sempre piu concentrato in europa ….vi sentite tanto informati e diversi ma poi byoblu fa un post con due notizie come quella dell’altro giorno tra la strage polacca e raimondo vianello—berlusconi e tra le due notizie parlate solo di vianello–berlusconi …voi amate odiare berlusconi cosi vi sentite eruditi e giustificati dei vostri problemi senza domandarvi cosa avete fatto voi per migliorare la vostra vita?

  • vi aggiorno nel frattempo la situazione da palermo……..

    la situazione è pessima….sono sceso al centro storico dove di solito ci sono negozi e tanti turisti, ora non c’è nessuno…..4 gatti contati !!!!!!  per le strade pochissime macchine….

    mmmmmmmmmmm veramente una strana sensazione…..

    mi sa che questo è solo l’inizio !!!!!   per un annetto di sicuro non si prevedono cose belle…..dopo quest’annetto non so fare previsioni !!!!!!!

    ci decidiamo a farci l’energia fai da te….ad organizzarci finchè siamo in tempo ?????

    abbiamo tutto dobbiamo solo cominciare ad organizzarci….caso mai io sono pronto con un bel po di roba anche gia in commercio ed in produzione…….. prima che sia troppo tardi possibilmente !!!!!!!

    l’unica cosa bella che ho notato è che ha tre quattro giorni che non rilasciano scie kimike …..e si vede e si sente, c’è l’aria piu limpida e frizzante, anche gli uccellini volano e cinguettano piu frizzosamente……….di solito si è in paranoia pesante quando rilasciano ste scie di merda anche la natura ora ho notato ………. speriamo che si ci siano guastate tutte le strutture a ste merde e non sia solo per il vulcano che si siano fermati !!!!!!

  • Non c’è niente di strano in quello che dice Alfano, quello che è strano è che gli italiani non vadano a tirargli le orecchie ed a fargli leggere ed imparare la Costituzione!

    Il popolo che non fa niente è lo stesso che poi si lamenta e pensa che tanto non può farci niente. Lo stesso popolo che, ad esempio, non ha idea di dove sia l’Islanda e pensa che la cenere sia opera di una entità superiore.

    Lo stesso popolo che si arrabbia perchè non ha potuto decollare da Malpensa per Sharm.

    MA ANDATE A FANCULO, POPOLINO!!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi