Feltri contro il DDL Intercettazioni


Farsi difendere da Feltri è come affidare la tutela dei risparmi di Pinocchio al gatto e alla volpe. Tant’è, anche Feltri difende il suo diritto a portare avanti la linea che ha concordato con il suo editore, e abbiamo visto tutti che linea è. Sembra che Paolo gli abbia detto:

« Sparagli Feltri, sparagli ora, e dopo un colpo sparagli ancora, fino a che tu non lo vedrai esangue cadere a terra a coprire il suo sangue. »
L’etica di Feltri è raccogliere letame di ogni qualità e provenienza, usarlo per concimare le rotative e poi ricoprire di liquami fognari gli obiettivi designati. A costo di essere sospesi dall’ordine dei giornalisti. Quindi, se gli si fa notare che il suo editore verrà – possibilmente – sanzionato da un disegno di legge liberticida voluto dal fratello, una moderna riedizione di Caino ed Abele dove però vanno in scena due Caini, non essendoci più Abeli disponibili, Feltri dice che queste cose non gli interessano, perché il suo compito è, per l’appunto, portare avanti la linea che ha concordato con il suo editore.Questa è l’apoteosi dell’imbarbarimento culturale ed interiore, il lato ombra della frammentazione tecnocratica delle coscienze che, in una globalizzazione scollata e senza amalgama, si fingono monadi, sistemi isolati e autosufficienti i cui atteggiamenti menefreghisti non concorrerebbero all’abbruttimento, al decadimento complessivo dell’universo nel quale occupano uno spazio.
E invece concorri anche tu, caro Feltri. Concorriamo tutti, ogni giorno, grazie alle nostre scelte, con le quali rafforziamo talune evoluzioni culturali e ne indeboliamo altre. Perché se è vero che ogni volta che getti i preservativi nello scarico del cesso contribuisci ad alimentare nuove isole di plastica negli oceani, e se è evidente che tutte le volte che costruisci e vendi un’arma di offesa sei responsabile dell’uso che ne verrà fatto, allo stesso modo, accettando di prestare il tuo servizio in un organismo sociale cattivo, quale può essere quello che gravita intorno a un conflitto di interessi, ti rendi complice di un tumore che divora la democrazia dall’interno.
L’estremismo della specializzazione di ruoli e competenze non funziona più. Dobbiamo recuperare visione d’insieme e riconoscere le nostre responsabilità. Dobbiamo sviluppare empatia e lungimiranza, comprendere che ogni nostro pensiero influisce sul pensiero collettivo. Chiamarsi fuori è come il dito che incolpa la mano che imputa al braccio che fa ricadere sulla spalla la volontà di tirare il grilletto.
E invece tutti facciamo la nostra parte. Io, voi e… ovviamente Feltri.

10 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  •  

    "Dobbiamo sviluppare empatia e lungimiranza, comprendere che ogni nostro pensiero influisce sul pensiero collettivo"

    Bello volerci provare. Su quale pianeta vogliamo andare per fare questo esperimento 😉 ?

    No perche’, giusto per ricordartelo, su questo bellissimo pianeta, abitato da gente che galleggia come quella dei tuoi abili ritratti biografici, sono piu’ importanti le nuove zinne al silicone che si e’ fatta la migliore amica del Papi.

    E’ l’istruzione che deve essere rivoluzionata da ZERO. Per quello personaggi fetidi come papi l’hanno affossata! SEnza cultura e istruzione non ci sara’ mai pensiero collettivo: su come lo basi??

    Il mondo e’ affossato dagli ignoranti e dagli stronzi galleggianti. La nostra societa’ pullula di gentucola che pensa solo ad accumulare denaro e a  tenersi a galla sopra questa merda (citazione, Fegato spappolato, V. Rossi).

    E tu pensi che un dirigibile marrone senza eliche e timone (questa volta da Elio) capisce il significato di frasi tipo "Dobbiamo recuperare visione d’insieme e riconoscere le nostre responsabilità."??? Ahahaha, dai Claudio, sei il solito comunista schierato ideologicamente 😉

  • Perchè solo ora? La domanda sorge spontanea. Dopo i ripetuti attacchi a internet ci si rende conto degli atteggiamenti del governo solo quando ci toccano?! Poca empatia Feltri, hai proprio ragione Claudio, poca lungimiranza.

    Dall’altra parte è un “attacco” anche al fratellino Pier Silvio però? Oltre al fatto che il gossip paga perciò: – gossip = – cash! Oddio poi meno cash è anche una parola grossa visti i dati di mediaset degli ultimi anni, ma con i lavoratori mediaset che scioperano non è un bel biglietto da visita per il C.d.A.

    Affari loro. In questo periodo tira brutta aria con tutti questi scossono, ma queste prese di posizione, spero siano modelli e messaggi per chi se ne dovrebbe andare via davvero. 

    ps. guardate che bel video a proposito di cash, banche etc..

    http://www.youtube.com/watch?v=LFp2dbWwotM

  • byoblu ha scritto :
     l’ottimismo è il sale della vita 😉

     

    Per quello leggo il tuo blog 😉 Scusa per il post doppio, se hai tempo il primo cancellalo che e’ pieno zeppo di errori di battitura, grazie.

  • Già è proprio così! L’ottimismo è il sale della vita. 

    Unica alternativa è l’estinzione di questa merda.

    Noi siamo un virus che sta distruggendo tutto quello che ci circonda, ma fino ad ora siamo riusciti a sopravvivere e a risollevarci anche se poi, ciclicamente ricadiamo.

    Adesso invece siamo ad un punto di svolta senza alternative. Qui si vedrà l’intelligenza umana cosa potrà produrre per cercare un nuovo mondo che si baserà, e di questo ne sono sicuro, su una nuova coscienza personale e collettiva.

  • fino a che apparirai come schieratissimo e con commenti ideologicamente paraocchiati chi vuoi che ti creda? e ti segua?

    solo coloro che come te sono schierati senza il minimo di obiettività

     

    io penso che un bel repulisti alla rumena con processi di 15 minuti come a ceausescu siano opinabili e non necessari, MA INDISPENSABILI!!!!!

    purtroppo insieme a quelli che tu attacchi quotidianamente senza soluzione di continuità ci dovranno essere anche tutti coloro che non menzioni mai e non attacchi mai.

    L’ALTRA META’ DEI BANDITI CHE TU FAI FINTA DI NON CONOSCERE. se Berlusconi è il grande satana….. debenedetti invece come lo vogliamo chiamare?

    SE PROCESSIAMO MOGGI, PERCHE’ A MORATTI INVECE GLI REGALANO UNO SCUDETTO?

    te lo sei domandato? mai? invece pensi che chi è rimasto a muovere i pupi sia meglio?

    infatti il sistema non aveva un solo colpevole, ma molti altri ….. i peggiori.

    lo stesso vale per il mondo politico, il sistema c’era prima che arrivasse berlusconi, e solo perchè ha sgomitato un po’ disturbando il sistema è stato attaccato da tutti, e voi siete solo il braccio (spero inconsapevole) dei soliti politici di professione CHE NON ATTACCATE MAI!!!!!!

    e che ci saranno ancora quando finalmente berlusconi sarà stato sconfitto.

     

    DOPO COSA FARAI? CHI ATTACCHERAI? A CHI DARAI LA COLPA DEI MALI DELLA NOSTRA NAZIONE?

     a gheddafi?

    l’Italia è una dittatura comandata da banche e poteri forti e berlusconi non fa parte di questa cricca,

     

    COMINCIA AD INTERESSARTI DFI QUEELLA CRICCALI’, POI SARO’ ENTUSIASTA ANCHE IO DI TE QUANTO LO SONO QUEL BRANCO DI COMMENTATORI CHE HAI E CHE NON CI HANNO CAPITO NULLA!!!!!!!!!!!!!

  • Mah…proprio Feltri viene a sostenere che le intercettazioni che riguardano la sfera privata andrebbero distrutte…lui che non ha esitato a usare certe informazioni contro Boffo o che ha rovinato Marrazzo e poi ha cominciato a minacciare Fini…Per me le cose sono molto più semplici: Berlusconi si può permettere di pagare 462.000 euro pur di compromettere un’ inchiesta o di rovinare un oppositore politico…Chi non può permettersi questo sono i giornali come Repubblica, Il Manifesto, eccetera. Il Fatto Quotidiano farà disobbedienza civile: tutti lo aspettano al varco per vedere che fine farà…E IO NON CI CREDO CHE FELTRI PUBBLICHERA’ UNA NOTIZIA SE L’ AVRA’…ORAMAI, E’ “SERVO” DA TROPPO TEMPO PER DIVENTARE IMPROVVISAMENTE “UOMO”…

  • DISSENTO ASSOLUTAMENTE E ILLIMITATAMENTE AL DISEGNO DI LEGGE ANTI-INTERCETTAZIONI E ANTI-PUBBLICAZIONI:

    La libertà di opinione e espressione SONO diritti dell’uomo GARANTITI, INSINDACABILI e la BASE DELLA DEMOCRAZIA! (carta delle nazioni unite, corte europea dei diritti umani, corte europea, “costituzione” UE, costituzione italiana ecc). Per fortuna finora chi non ha niente da nascondere non ha niente da temere.

    Secondo la mia opinione da profano questo come la maggior parte delle leggi iniziate da Berlusconi violano la costituzione e tutti i diritti internazionali.

    Chiaramente la privacy deve essere rispettata, ma ANCHE le indagini come pure i processi devono essere TRASPARENTI e di dominio pubblico.

    La base della democrazia e della lotta alla criminalità sono il controllo da parte dell’opinione pubblica, in quanto la maggior parte dei parlamentari sono persone condannate o sotto indagine o sono di parte (chissà perché, forse a causa di “bustarelle”?!) e non adempiono a loro doveri sui quali hanno giurati.

    Secondo me chi è sotto indagine o processo ha ESTINTO il diritto alla privacy! Per cui sarei propenso al contrario del ddl, cioè PUBBLICAZIONE OBBLIGATORIA DETTAGLIATA delle indagini, dei loro risultati e dei processi. (aperte ad OGNI cittadino e ai mass media!). Già nel medio evo i processi avvenivano e gli condannati venivano esposti pubblicamente, come anche le esecuzione. Rispettando lo stato di diritto questo ruolo con una forte azione deterrente questo deve essere possibile per i mass media (compreso le telecamere nelle aule), ma per qualsiasi cittadino.

    Piuttosto farei una legge che vieti, per almeno 10 anni (come tempo condizionale per provare il merito), di di candidarsi come rappresentante pubblico ed esercitare tali ruoli, se si è sotto inchiesta o addirittura condannati. Se non erro ca. la metà dei parlamentare sono criminali condannati, per cui è comprensibile che fanno leggi a tutela dei loro “interessi” e non a tutela della maggioranza dei cittadini.

    Il governo, la maggior parte dei politici e in prima persona Berlusconi hanno completamente perso il buon senso, quello morale, quello etico e calpestano le leggi intenzionali, europee e italiane, come pure la costituzione con i piedi (sporchi). Berlusconi e co. dicono sempre che si tratta di indagini di ordine politico da parte manipolate dall’opposizione. Lo dimostri con denunce penali e civili contribuisca ad eliminare questi elementi e non con continuamente nuove leggi bavaglio Oltretutto, argomentando cosi, si dice, che la polizia, i magistrati e i giudici sarebbero dei delinquenti, in quanto non imparziali. Se cio fosse bisognerebbe rifare tutti i processi contro Berlusconi.
    L’assurdità della legge culmina nel fatto che prevederebbe un collegio di 3 giudici per l’autorizzazione per una intercettazione, ma SOLO un giudice per l’autorizzazione a indagini, per emettere mandati di arresto/cattura/perquisizione e emettere condanne!!

    Chi non ha niente da nascondere sicuramente non teme intercettazioni, indagini e processi(nel rispetto dello stato di diritto, ovviamente). Dove c’è fumo c’è anche l’arrosto. Molto semplice.

    N.B. Nel frattempo il parlamento tedesco ha emesso la legge per la protezione dell’Euro. Mentre per i politici italiani è più importante la salvaguardia dei loro “interessi”. Vergogna

    Per correttezza si deve anche dare ragione a Berlusconi quando dice che la maggioranza degli italiani lo ha votato.
    CIOÉ LA CAUSA E LA RESPONSABILITÀ PER TUTTI QUESTI “PROBLEMI” SONO QUEGLI STU… ELETTORI, CHE LO VOTANO E CONTINUANO A VOTARLO. I politici fino ad un certo punto sono solo lo specchio della società. Probabilmente la società italiana(cioè noi tutti) deve ancora sviluppare il senso civile e e di collettività, anziché rimanere una società di egoisti e opportunisti! Chiaramente nel caos totale, come sussiste in Italia, è molto più semplice fare i propri interessi non rispettando le leggi ecc.

    Una società civile, democratica e con uno stato di diritto (siccome la base legislativa e costituzione bene o male in Italia sussistono) dipende esclusivamente dalle SINGOLE azioni quotidiane di OGNI singolo cittadino, le quali – se corrispondono alla maggioranza – trovano riscontri concreti nel comportamento degli politici e degli amministratori pubblici.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi