Il popolo di Internet for Giuliani

per avere INTERNET FOR GIULIANI clicca qui

Le spedizioni di “INTERNET FOR GIULIANItutto quello che la tv non vi dice sui terremoti“, sono iniziate già da un paio di settimane.
La gestione delle richieste è molto onerosa, perché ognuna comporta diversi controlli incrociati. The Blog Must Go On e la giornata è fatta di 24 ore, così più di una quindicina di richieste al giorno non riesco a gestire.
Ho allestito uno spazio sul blog dove ognuno può verificare se il proprio nome è presente nell’elenco dei dvd spediti o in procinto di esserlo. Basta cliccare qui: Il Popolo di Internet For Giuliani.
I primi fortunati lo stanno ricevendo proprio in questi giorni. I riscontri sono a dir poco entusiastici. Ne sono felice: dopo un po’ uno non sa più se ha fatto qualcosa di buono oppure no…
Se non vedete ancora il vostro nome in elenco è normale: ho gestito solo una parte infinitesimale delle vostre richieste. Verificate ogni giorno, perché la lista si allunga a mano a mano che la elaboro. Siamo in ogni caso ancora molto lontani dalla soglia di 3000 copie vendute che ci eravamo prefissati un mese fa con il post Castelli di Sabbia, e che garantirebbe la sopravvivenza del blog. Ad occhio e croce, circa un sesto. Ma se quello che io e voi, tutti insieme, abbiamo fatto vi piace, allora sono sicuro che passerete parola, e tante altre persone si interesseranno al nuovo paradigma di conoscenza condivisa, nato per volontà della gente, grazie alla rete e per la rete, entrando così a far parte del popolo di Internet for Giuliani.
Mandatemi le vostre recensioni. Le pubblicherò tutte, inizialmente qui, e poi magari in uno spazio apposito.

 

 GODOT E’ ARRIVATO!
 di Flavio Cicchetti

 

 Ciao Claudio,
Godot è finalmente arrivato, travestito da radon e da sismografo (o sismometro come segnalato nell’intervista).  Trovo il lavoro davvero buono, talmente buono da non poter pretendere nulla di simile in meno della durata effettiva. L’argomento è tecnicamente delicato e richiederebbe ovviamente una conoscenza appropriata del fenomeno in questione.Ho apprezzato e riscontrato nel lavoro ciò che mi aspettavo, ovvero un confronto reale e leale tra due scuole di pensiero, chiamiamole così,
che per motivi ben noti faticano a trovare spazio all’interno dell’informazione pubblica.
Ho guardato il dvd con un amico. Il fatto che pur ignorando gran parte delle dinamiche sia rimasto incollato alla tv depone largamente a tuo favore, o meglio a favore di chi, come me e molti altri, pensa che prima di linciare a livello mediatico chicchesia, sia bene ascoltarne le argomentazioni, anche quando non avvallate dalla cosidetta scienza ufficiale, come nel caso di Giuliani.Non ho le competenze tecniche per entrare in merito a questioni che tecniche lo sono eccome, tuttavia il servizio offerto è di primissima qualità e permette anche ai ‘diversamente sismologi’ l’opportunità di sviluppare un’idea, o quantomeno di avvicinarsi ad un fenomeno che, ahimè, ci tocca da vicino.Sii orgoglioso del lavoro svolto, ti sarà costato sacrifici in termini di tempo e denaro ma verrà ripagato dall’entusiasmo di chi, come me ed altri,
ha scartato il dvd con un’immensa fame di conoscenza ed ha apprezzato i tuoi sforzi.Bravo davvero! Un’attesa ripagata abbondantemente.
Flavio Cicchetti

 

 Pubblicità perpetua!
 di Fabio Botticini

 

 Ricevuto…MOOOOOOOOLTO BELLO!!! Pubblicità perpetua assicurata. Con stima Fabio

 

 Ti sei fatto battere dalla magistratura!
 di Marco Clocchiatti

 

 Ricevuto!
è stata veramente luuunga!
E pazienza farsi battere sul tempo da Draquila, …ma addirittura dalla magistratura!Però sono molto contento. Ho già ascoltato il lunghissimo monologo di Giuliani, che è ricco di spunti di riflessione.
a sentirci sul blog. 🙂

 

 A futura memoria!
 di Maria Elena

 

 GRAZIE! HO RICEVUTO IL DOPPIO DVD SU GIULIANIE’ UN OTTIMO E PREZIOSO LAVORO, A FUTURA MEMORIA…..
GRAZIE ANCORA.
ELENA

14 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ricevuto. E visto.

    Molto interessante il confronto fra Giuliani e Piersanti, due persone e due mentalità diverse. E’ l’annoso confronto fra coloro che pretendono, giustamente, che si utilizzino i metodi accettati dalla comunità scientifica per poter verificare una tesi, e viceversa chi sostiene di avere dati inconfutabili ma non avere un facile accesso al riconoscimento da parte della scienza “ufficiale”.

    Entrambi hanno argomenti molto validi, ci perde solo una terza figura, assente: la protezione civile. Ma purtroppo credo che Bertolaso non sarebbe stato disposto a partecipare a questo confronto.

    Naturalmente la conclusione logica è che adesso devono collaborare.

    Mi ha lasciato un pò perplesso l’accenno finale di Giuliani quando dice che metterà a disposizione i suoi dati anche contro il voere dei suoi collaboratori. Vuol dire che i collaboratori sono davvero contrari o era solo per dire? Quei dati devono essere messi a disposizione fino in fondo, tutta la metodologia e ogni singolo accorgimento che si usa.

    Per contro, spero che Piersanti abbia la buona volontà di valutare obiettivamente il lavoro di Giuliani e, se ne vale la pena, supportarlo ed aiutarlo nel metodo, in modo che acquisisca finalmente una validità scientifica.

    E adesso aspetto il seguito, ovvero come è andata a finire? Mi pare che un pò di tempo sia già passato. Il fantastico Claudio Messora farà un servizio sugli sviluppi della vicenda?

  • Byoblu….

    …..ho pensato molto poi finalmente mi è sorta un idea !!!!

    per chi vuole sostenere l’informazione libera si potrebbe organizzare una pagina in cui ognuno puo donare 1 euro o anche piu una volta al mese ed il suo nome magari spuntera tra coloro che ogni mese doneranno e quindi sosterranno l’informazione libera……

    ….osservando che su facebook avevi 9000 e rotti fans ho pensato che per noi 1 euro al mese non sono niente, ma per te 1 X 2000 ad esempio fanno 2000 euri al mese !!!!!

    secondo me è una cosa che potrebbe andare ….anzi mi domandavo com’è che non ci avete pensato fino ad ora !!!!!!!

  • Arrivato Claudio 😀

    Ancora non l’ho visto, magari lo guardo in nottata o domani ma una cosa è certa poi ci farò un video sulle mie impressioni. Sono contento e spero lo acquistino in MOLTIIIIIIIII 🙂

  • ho solo visto l’anteprima e  ho risentito la vecchia rigidità del mondo accademico-dicono- io dico dello status quo che l’istituzione ufficiale impone alle varie dscipline: grave ancor di più se sono quelle scientifiche. siamo partiti da lì – da copernico,galileo e lì siamo ancora. dimentichiamo in fretta che le sicurezze istituzionali di oggi, tutte, vengono da rivoluzioni che hanno fatto tremare le sicurezze di una volta e le hanno trvolte, ma facendo fatica ad essere accettte venendo spesso e volentieri definite eresie. non posso difendere le teorie di giuliani da non competente ma non difendo il sistema di non dialogo con il nuovo, ancora una volta abbiamo perso l’occasione di aprir la testa, di esser disponibili senza pregiudizi, di avere dimenticato quali sono in fondo gli obiettivi nobili e primari di ciò che facciamo ogni giorno. oggi succede più spesso. oggi succede in più settori.oggi penso che si siano aggiunte nuove motivazioni otre a quella becera di difendere ad oltranza il pensiero unico: forse interessi economici nuovi che stanno bloccando un pò tuto il paese.

  • Complimenti, bel lavoro! Mi è molto interessato il confronto di Giuliani con Piersanti, da cui si comprende l’entusiasmo e la buona fede del primo e la cautela del ricercatore del secondo. La novità, rispetto ai rappresentanti della ‘scienza ufficiale’, mi sembra sia l’apertura mentale di Piersanti. Personalmente, come uomo di scienza io stesso, con il cuore sto dalla parte di Giuliani, ma con la mente dalla parte di Piersanti. Naturalmente mi auguro di avere torto e che gli studi del buon Giampaolo portino realmente a un risultato positivo. A proposito, fateci sapere al più presto l’esito dell’esame dei dati di Giuliani da parte dell’INGV.

     

  • ciao

     

    volevo darti uno notizia, i terremoti si posso provocare non avengo in profondita come quelli natirali, ma sono piu superficiali.

    esiste una tecnologia militare in grado di provocare volontariamente i terremoti.

     

    ciao tutti

  • Finalmente mi e’ arrivato.Meriterebbe di essere trasmesso su una rete nazionale in prima serata(magari al posto di quella mummia di Piero Angela). Da brividi il racconto di Giuliani del terremoto. Molto interessante,stimolante,bello e di buon auspicio per il futuro la chiacchierata tra Giuliani e il direttore dell’INGV.Lavoro splendido soprattutto perche’ si percepisce la spontaneita’,la genuinita’,la autenticita’ dei 2 protagonisti che parlano col “cuore in mano”.Ho aspettato tanto, ma ne e’ valsa la pena.

    GRAZIE a tutti coloro che han contribuito a realizzarlo.

     

     

  • Ciao Claudio ho appena finito di vedere il dvd, davvero un gran bel lavoro, mi ha riempito di rabbia e speranza insieme. Rabbia nel vedere 7 giorni: la videocassetta che uccide (all’epoca avevo letto solo il post). Speranza perchè in Piersanti vedo la parte sana della scienza, quella che procede con cautela ma anche con sincero confronto senza preclusioni di sorta.  Speriamo si possa sviluppare questa collaborazione!

  • Ciao!

    Nell’ultimo incontro con Marco Travaglio a Roma all’ Alpheus 3-4 mesi fa, riuscivo a parlare a Marco a fine dell’appuntamento. Gli facevo notare che data la recente uscita della sentenza della Cassazione verso le resposabilita’ del sindaco, ma non degli assessori, di Sarno e Quindici per il reato di omicidio colposo o qualcosa del genere (se non ricordo male), l’analogia  anche in peggio riguardo le responsabilita’ data la figura istituzionale della protezione civile (Prevenzione-Protezione-Soccorso…),  di Bertolaso e il suo Entourage riguardo la vicenda dell’Aquila  nel loro comportamento nel periodo prima del terremoto (avvisi del ricercatore sui terremoti Dott.Giuliani palesemente ignorati anzi contradetti pubblicamente in Tv e sui giornali). Diciamo che quel pensiero che che sara’ stato maturato non solo da me ma anche da molte altre persone ora e’ condiviso anche dalla magistratura e ne sono contento per far avere Giustizia ai “300” dell’Aquila).

    Un Saluto a Tutti Maurizio Maccari da Roma 

  • Sono curiosa anch’io di sapere il seguito! Una collaborazione tra la scienza uffciale dell’INGV e la scienza appassionata  di Giuliani potrebbe essere un grande risultato! 

  • Grazie dei DVD, sono arrivati sabato.
    Complimenti per l’ottimo lavoro svolto.. che dire.. sono molto esaustivi e li ho divorati di un sol colpo;
    Soddisfatto al 100%, con la speranza che veramente l’INGV accolga questa proposta.
    Di nuovo Grazie!!
    Cmq resta sempre il fatto che se ti trovi da queste parti passa a farti un bicchiere da noi, non pensare ad altro, solo a scopo di amicizia.
    Ciao Claudio.

  • Io trovo assurdo (e molto italiano) che gente completamente inesperta continui a sciorinare teorie NON-SCIENTIFICHE in materia a lui/lei del tutto oscura.


    Prima che vi scaldiate e che saltiate dal vostro divano inveendo contro chi la pensa come, fermatevi, respirate con calma e rispondete ad una semplice domanda: se fosse possibile prevedere deterministicamente i terremoti, per quale inumana ragione gli scienziati non dovrebbero renderlo noto? 


    Inconsapevolmente o consapevolmente, non solo offendete chi da anni STUDIA la questione con metodo scientifico, ma vi fate complici di stupide teorie complottiste che impoveriscono i cervelli altrui ed arricchiscono i portafogli di chi se ne fa portavoce.


    Se volete accendere le vostre monti sulla questione, dovreste iscrivervi ad un corso di Scienze Geologiche e Geofisiche e poi pretendere di poter discuere in materia. Se non vi è possibile farlo, almeno schiaritevi le idee con un articolo come questo:


     


    http://hybris-joshua.blogspot.com/2009/04/in-qualita-di-studentessa-di-geologia-e.html


     


    o questo


     


    http://hybris-joshua.blogspot.com/2009/09/i-geologi-ed-i-terremoti-scusate-ma.html

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi