Ma la vergogna?


 

« Cosa crederanno di aver dimostrato, impedendo a Marcello Dell’Utri di parlare? Di compiere un’azione fieramente antifascista, visto che a contestarlo a Como è stata l’Associazione dei partigiani? O di irrobustire la lotta alla mafia, come avranno pensato i giovani dei centri sociali che lo hanno fatto andar via? O di dar vita all’ennesima manifestazione di intolleranza, togliendo il diritto di parola a un politico bollato e vituperato come un nemico mostruoso? La solita storia, purtroppo. Che in questo caso si tinge anche di un po’ di grottesco, visto che la «colpa» di Dell’Utri sarebbe quella di voler pubblicare dei diari di Mussolini. E allora, quale sarebbe il delitto? […]  Ma la polemica culturale non c’entra niente con le liturgie della messa al bando decretata da un manipolo di prepotenti. Il bavaglio è una brutto simbolo. […] Basta rispettare le regole della democrazia. Senza distinguo pretestuosi.»  [Il Pompiere della Sera, 31 agosto 2010 – prima pagina]

Pierluigi Battista porta lo stesso cognome del Giovanni, ma tutto ha tranne che del predicatore. Sale in cattedra per tenere una lezione di democrazia, e si scorda – che sbadato – di ricordare ai lettori del Pompiere della Sera che Marcello Dell’Utri ha una condanna in primo e in secondo grado per concorso esterno in associazione mafiosa. E fa pure il senatore, il Marcello dei quattro pensionati al bar.
 
Evidentemente al Corriere gli editorialisti sono sbadati: pochi giorni fa si erano scordati di riportare le accuse di Spatuzza a Schifani, che sarebbe nientepopodimeno che il collegamento tra la mafia e l’accoppiata Dell’Utri (solo per coincidenza, quello della contestazione di ieri) – Berlusconi (quello dell’undicesima domanda che Bossi non pose mai). E Schifani, tra l’altro, al Senato non fa il senatore ma si occupa di   presiederlo direttamente.
Considerato dunque che al Senato ci hanno mandato anche tipetti raccomandabili eletti dalla ‘ndrangheta, come Nicola Di Girolamo, e considerato che tre indizi fanno una prova – ma di indizi volendo ce ne sarebbero a iosa -, direi che la lotta alla mafia ormai non si fa portando a termine blitz scenografici a Palermo o a Corleone, ma facendo una ben più agevole retata in Parlamento.
Care forze dell’ordine, rifletteteci: sono tutti chiusi nello stesso stanzone, non hanno mitra in mano e non ci sono cunicoli o passaggi segreti ad agevolare la fuga. Cos’è, non vi piace vincere facile?

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this

32 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Avrei una voglia irrefrenabile di incontrare il pompiere della sera per dirgli forte forte, scrutandolo attraverso quelle sue lenti amorfe – come ciò che vi sta dietro – una sola parola: _V_E_R_G_O_G_N_A_T_I_!!!!!

    Ma temo che non capirebbe …

  • mi pare che anche Pier Luigi battista abbia avuto pure lui problemi con la giustizia ,quindi si difendono tra di loro. Cane non mangia cane

  • Caro Claudio, ho avuto la sventura di ascoltare Battista in tv, non ricordo bene, credo fosse ospite di Lilli Gruber a La7. Trattasi di esempio di disonestà intellettuale.L’ordine dei giornalisti dovrebbe servire a tutelare i lettori da questo tipo di persone.

  • Grazie Claudio, spesso per il lavoro che faccio non riesco a tenere il passo con le bischerate che ci rifilano… Ogni tanto mi accorgo che la carta igienica non la vendono solo al supermercato, personalmente preferisco i fiorellini.

    Domanda: a cosa serve l’ordine dei giornalisti, oltre che a prendere provvedimenti a tutela dei criminali? 

     

  • ……..Sono senza parole!

    Fin da piccolo mi è stato insegnato ad avere fiducia nello stato perchè era come un papà che fa le cose per il nostro bene anche se a volte non capiamo il perchè.

    Beh, adesso, con quello che ho visto negli ultimi anni tale fiducia è completamente scomparsa. Con che coraggio posso guardare in faccia i miei figli e dirgli: QUESTO E’ LO STATO CHE ABBIAMO COSTRUITO PER VOI E CHE VI LASCIAMO IN EREDITA’.

    BRAVISSIMI I RAGAZZI DI COMO, finalmente pare che qualcuno si stia svegliando e alzi la testa contro il rergime, la dittatura, la tirannide…non so neanche io come chiamarla fatto sta che ci troviamo in una situazione di merda,scusate ma non ho trovato termine che esprimesse meglio il concetto.

    Ma quelle persone che difendevano Dell’Utri come dormono la notte? Quando i loro figli gli chiedono CHE COSA HAI FATTO OGGI PAPA’? vorrei guardarli in faccia e sentire cosa rispondono.

    BRAVI BRAVI BRAVI E’ COSI’ CHE COMINCIANO LE RIVOLUZIONI

    VIA DAL GOVERNO I CRIMINALI!!!!!

  • perché in Cile 33 poveri Cristi rischiano la vita per pochi spiccioli e quel pg di un battista è pagato (lui come altri come lui) profumatamente per truffare in pratica i lettori?!…forse la risposta sta nel fatto che i primi sono minatori e pg non è un giornalista se essere giornalisti implica l’obbligo di raccontare la verità senza mistificare….

  • perché in Cile 33 poveri Cristi rischiano la vita per pochi spiccioli e quel pg di un battista è pagato (lui come altri come lui) profumatamente per truffare in pratica i lettori?!…forse la risposta sta nel fatto che i primi sono minatori e pg non è un giornalista se essere giornalisti implica l’obbligo di raccontare la verità senza mistificare….

  • perché in Cile 33 poveri Cristi rischiano la vita per pochi spiccioli e quel pg di un battista è pagato (lui come altri come lui) profumatamente per truffare in pratica i lettori?!…forse la risposta sta nel fatto che i primi sono minatori e pg non è un giornalista se essere giornalisti implica l’obbligo di raccontare la verità senza mistificare….

  • E’ vero, i ragazzi di Como sono davvero in gamba. Chi l’avrebbe mai detto? Il mio paese natale…   Ti vien da pensare che qualcosa stia per cambiare, che la gente oramai ha capito…poi ti viene lo sconforto quando senti che c’è ancora qualcuno che difende l’infendibile: che tristezza!  Ma è sempre stato così? Mi sento la testimone di una storia che è iniziata migliaia di anni fa e continuerà ancora per molto…dove la sola variabile sono gli attori.

    • E tu Kautostar dicci un po invece come ti stai muovendo per cambiare le cose che così vediamo di seguirti visto che conosci metodi molto migliori!

      GRAZIE!

  • sofiaastori ha scritto :
    E’ vero, i ragazzi di Como sono davvero in gamba. Chi l’avrebbe mai detto? Il mio paese natale…   Ti vien da pensare che qualcosa stia per cambiare, che la gente oramai ha capito…poi ti viene lo sconforto quando senti che c’è ancora qualcuno che difende l’infendibile: che tristezza!  Ma è sempre stato così? Mi sento la testimone di una storia che è iniziata migliaia di anni fa e continuerà ancora per molto…dove la sola variabile sono gli attori.

     

    e non solo, quest’estate mi sono letto le lettere al giornale La Provincia di Como. Sempre più spesso esce l’insofferenza verso tutta la classe politica (anche se la Lega in verità si salva ancora).

    Mi par di sentir un refolo di brezza di cambiamento.. sperem

  • Queste cose fanno saltare i nervi anche a me.

    In merito alla frase “Basta rispettare le regole della democrazia.”, mi piace ricordare a Pierluigi Battista il fatto che uno dei diritti fondamentali della democrazia è proprio quello di poter esprimere un dissenso.

    Ma non c’è verso di gettere un po’ più di letame online su questi pseudo-giornalisti, di infangarli in maniera professionale senza farsi prendere dalla rabbia (pienamente condivisibile)? Una campagna di screditamento su tutti i canali possibili, specificando bene nomi e cognomi, in continuo, affinché entrino nella testa della gente associati a “informazione poco attendibile”?

    Sono convinto che con abbastanza letame sul tetto alla fine la baracca-recinto protetto in cui vive crollerebbe…

  • So che adesso mi darete tutti contro, ma secondo me questo è un episodio che non fa onore a nessuno, è vero Dell’utri è condannato per CONCORSO ESTERNO IN ASSOCIAZIONE MAFIOSA, cioè ha collaborato, ha fatto affari con la mafia, e dovrebbe stare in galera, o perlomeno sicuramente non dovrebbe stare al governo, non dovrebbe sedere al senato, ma bisognerebbe protestare contro la legge che permette l’immunità anche ai politici condannati per reati di una certa rilevanza, ma perchè impedire a Marcello Dell’utri di presentare il suo libro, di parlare di questi presunti diari di Mussolini (perchè di fatto solo questo è stato impedito, quella mianifestazione è stata fine a se stessa!) .

    E’ un gesto democratico impedire a una persona, anche se condannata, di tenere il suo discorso con un pubblico, su un argomento che con la condanna non c’entra nulla? no per come la vedo io è un gesto antidemocratico e illiberale, anche se contro una persona squallida come Dell’UTRI, rimane sempre un gesto incivile, che si ritorce a livello di immagine anche contro quei ragazzi che invocano in piazza la democrazia, la libertà, e la legalità e protestano contro i bavagli (ma solo a senso unico)

    Gli striscioni da soli sarebbero stati un’ottima idea, ma impedire con la forza di parlare, e di fare un dibattito pubblico, da davvero una pessima immagine di questi invasati!

    • Mah guarda non hai tutti i torti, i politici non li sopporto manco io, ma io non solo Dell’UTRI e i PREGIUDICATI e CONDANNATI, perchè anche quelli che non sono condannati, alla fine per la maggior parte “mafiosi” lo stesso, essere mafiosi per me non è solo collaborare esternamente in affari con COSA NOSTRA (come fece Dell’UTRI), se la mafia la definiamo come faceva LEONARDO SCIASCIA una BROGHESIA PARASSITARIA, allora nella nostra classe politica sono quasi tutti mafiosi, anche quelli con la fedina penale immacolata(anche silvio è immacolato dal punto di vista penale) , perchè anche un’operazione cone il “salvataggio” di Alitalia, con la creazione della CAI è un atto mafioso, perchè è un business parassitario, che a spese di tutti i contribuenti, va a vantaggio solo di pochi imprenditori (anzi sarebbe più corretto dire PRENDITORI, perchè che razza di imprenditore è uno che non rischia mai di tasca sua, ma lascia il rischi di impresa ad altri, e se becca solo gli utili)

      Stessa cosa si può dire della mazzetta pagata a Gheddafi coi soldi nostri, per favorire i soliti imprenditori amici di PD e PDL, Tutti quelli che hanno votato a favore di quel provvedimento sono mafiosi.

       

      Ma vabbè chiusa questa parentesi, io contestavo solo lo stile, il fatto di impedire con la prepotenza(la manifestazione è stata non violenta fino a un certo punto!), a una persona di poter avere il suo dibattito pubblico, di impedire a quelle poche persone interessate al dibattito sui diari di Mussolini di ascoltare e parlare.

      La contestazione poteva anche essere silenziosa, senza urla, senza cori da stadio, senza spintoni, senza incitazioni alla violenza…ad esempio un bel pernacchio in coro alla fine del discorso di Dell’Utri avrebbe creato moloto più imbarazzo, sarebbe stato molto più incisivo e molto meno becero e volgare

      Oppure il semplice silenzio, il semplice boicottare la manifestazione, o con il silenzio durante il dibattito, o proprio convincendo più persone possibili a non esserci.

      Ma l’impedire con la forza e con la prepotenza tutto il convegno, il dibattito intorno ai DIari di Mussolini è proprio un calpestare quella libertà di parola e di opinione, la stessa che poi dicono di difendere.

      La libertà d’opinione non è a senso unico, valida solo per l’opinione che vi piace di più, che vi dà meno fastidio, ma è valida universalmente, e se uno ci crede, non impedisce questo diritto nemmeno a un condannato!

      “NON SONO D’ACCORDO CON LE TUE OPINIONI, MA DIFENDERO’ SEMPRE IL TUO DIRITTO DI DIRLE”

      Questa dovrebbe essere la massima di chi scende in piazza contro i bavagli…ma evidentemente si vedono solo i bavagli che fanno comodo!

       

      Insomma ho visto i video ed è stata una manifestazione BECERA,  INCIVILE, senbza un briciolo di stile e di intelligenza.

      Questi di COMO LIBERA hanno imparato tutto dal loro maesto, lo stillone grasso e barbuto e arrogante, con un’unico talento, l’arte di passare dalla parte del torto, anche se si dice qualcosa di vero o di giusto!

      Purtroppo se hanno per IDOLO il grassone barbuto, potranno fare solo i pecoroni da stadio

       

    • Kautostar, Kautostar…sempre controcorrente, eh?

      Io, invece, penso che Piero Ricca abbia ragione; penso che il popolino (siamo noi!) abbia come unica possibilità di fare la voce grossa contro il siparietto dei soprusi. Ogni occasione è buona, visto che non è facile trovarla (mica te le servono su un patto d’argento).

      Alcuni penseranno che i ragazzi di Como abbiano fatto una magra figura ma la voce, comunque, si sparge; i pensieri camminano e altri ragazzi in altre occasioni faranno altrettanto.

      Non dovremmo scandalizzarci in privato, dovremmo avere il coraggio di dirlo a gran voce che è una vergogna assistere apaticamente ai minuetti di questo gruppo di eletti, forti di un alone carismatico creato ad hoc da media servili che li rende irraggiungibili ed intoccabili.

                                             IL RE E’ NUDO!

      Sinceramente, ti pare che il suo volto tradisse soddisfazione? A me pare proprio l’opposto. Solo quando si è avvicinato ai suoi fans ha ritrovato un po’ di verve. Senza contare che il lupo trova sempre una scusa per divorare l’agnello (Esopo). Eppoi, non è mica la prima volta che capita, via! Probabilmente si alzerano sempre di più i toni: vedremo chi saranno i primi a capitolare. Se loro o un popolino sempre più compatto ed arrabbiato.

      L’unico mio pensiero: dobbiamo soprattutto essere ben informati, altrimenti, non porta a nulla.

       

  • nevez ha scritto :
    Come fai allora a dire la tua opinione? Mettiamo che la tua opinione sia condivisa da 1 altro milione di italiani. Come fanno a far sentire la propria voce in un paese simile, se non tramite una manifestazione verbale non violenta in occasione di una delle rare apparizione pubbliche “ravvicinate” di questi soggetti? Dimmelo tu! Fosse per me a dell’Utri gli farei sentire questi cori anche sotto casa e mentre dorme…

    Ah per esprimere la tua opinione devi per forza aggredire verbalmente l’altro? Devi per forza andare a fare i cori da stadio dove c’è qualche politico? non si può proprio esprimere la propria opinione in maniera civile, senza passare dalla parte del torto e senza fare la figura del pecorone( si perchè quelli sono tutti pecoroni, è la psicologia della massa, quelle sono le stesse pecore pronte a farsi tosare al prossimo spettacolo di Grillo, o di qualche altro IDOLO da cui dipendono mentalmente, purtroppo non sono individui)

    Per esempio potrebbero esprimersi come fa Byoblu, che non urla, non sbraita, non fa cori da stadio, ma esprime semplicemente le sue opinioni in un blog, oppure potrebbero fare manifestazioni pubbliche, ma con un po’ più intelligenza, perchè guarda che Dell’UTRI se ne frega delle vostre urla, gli scivolano addosso come l’acqua fresca, se vedi il video, è impassibile, tranquillissimo, per metterlo in imbarazzo ci vorrebbe qualcosa di più incisivo.

    Invece facendo in questo modo, sono passati dalla parte del torto, con una manifestazione del genere, dell’Utri ha gioco facile a farsi passare come vittima dell’intolleranza di sinistra, come vittima di censura, possibile che non lo capisci?

    • Si, allora allarga sempre le natiche. Non pensate sia arrivato il momento in cui uno si incazza leggermente. Forse ancora no.!

    • Per OROARGENTO:

      Ma possibile che nessuno di voi (nemmeno Byoblu che di arte comunicativa se ne intende), si rende conto che a livello mediatico, a prenderla in culo sono stati i contestatori? E perchè l’hanno presa in culo? non per il fatto che hanno contestato, ma perchè nel loro modo di contestare, nel loro stile, si sono mostrati dei frustrati, arrabbiati, intolleranti….

      E ricordati che nella comunicazione la rabbia, la frustrazione, i comportamenti da folla urlante, non premiano MAI, nella comunicazione mediatica, vince chi sa meglio dominare le proprie emozioni, e gioca d’astuzia…e in questo caso Dell’Utri ha avuto gioco facile a passare per vittima!

      Quella gente, se non usa il cervello, è destinata a prenderlo in culo per tutta la vita

    • OROARGENTO, il mio non è buonismo servile, è solo ragionamento, e semplice buonsenso.

      Chi non usa il cervello è destinato a prenderlo in culo tutta la vita, chi sa solo urlare e non sa fare altro, e io se mi devo impegnare cerco di farlo in altri modi, non spreco le mie energie inutilmente e stupidamente.

      Con questa protresta non avete nè risolto, nè cambiato nulla nella vostra vita, avete solo fatto da cassa di risonanza mediatica (insomma tutta pubblicità gratuita) a dei diari che altrimenti non avrebbe conosciuto e comprato quasi nessuno, adesso forse Dell’Utri grazie alle polemiche sfruttate in maniera astuta, andra alla cassa, col sorriso sulle labbra e la certezza che in questo folle paese, in galera non ci finirà mai.

      Dell’Utri ha “vinto” senza muovere un solo dito, semplicemente sfruttando una protesta organizzata male, senza furbizia, senza intelligenza…

  • GRANDISSIMO! Non ci sono parole per definire questo messaggio di grande valore intellettuale in questo paese di cialtroni. Grande e ancora Grande. Non saprei definire il valore di questo messaggio in tutti i sensi economico e etico-morale.

  • nevez ha scritto :
    . Posso essere d’accordo con te che forse esistono modi più efficaci, ma sicuramente non condanno queste persone come fai tu. Generalizzi con una facilità disarmante: sono tutti pecoroni. Anche in piazza davanti a Grillo, sono tutti pecoroni. Immagino che per te siano tutti pecoroni anche i 50000+ che hanno firmato per la legge di iniziativa popolare Parlamento Pulito, una maniera civile di protestare e di levarsi dai coglioni proprio quelli come dell’Utri.

    Ho forse parlato di raccolte firme? non mi pare , ben vengano le raccolte di firme, se possono servire a qualcosa, io ho solamente criticato, non l’indignazione verso Dell’Utri, ma lo stile di contstazione, è molto diverso, se non riuscite a comprendere la differenza da soli, non so che dirvi.

    In quel tipo di manifestazione la massa dei manifestanti(ovviamente ci saranno anche stati manifestanti più intelligenti, ma devo generalizzare x forza) ha fatto di tutto per passare dalla parte del torto, pur dicendo cose vere, hanno manifestato nella peggiore maniera possibile, avrebbero potuto manifestare senza urla, senza rabbia, senza costringerlo ad andare via, senza arrivare a “censurare” tutti il dibattito.

    E ripeto una critica, una manifestazione fatta senza rabbia, fatta in maniera intelligente, può mettere in imbarazzo l’altro 1000 volte più dello stile PIERO RICCA, che l’unica cosa che può imparare, è l’arte di passare dalla parte del torto avendo ragione!

    In questo modo è facilissimo per dell’Utri passare per vittima dell’intolleranza antifascista(anche se i cori non c’entrano nulla col fascismo), dell’UTRI ha vinto la battaglia mediatica, semplicemente mantenendo la calma…senza fare nulla!

    Senza contare poi l’incoerenza di quelle persone che quando fa comodo si stacciano le vesti per la libertà d’espressione, ma a toglierla agli altri (non importa se siano condannati), non ci mettono nulla.

    X questo secondo me hanno in realtà perso, sul piano mediatico e sul piano morale, anche se dell’Utri è un delinquente, e meriterebbe di peggio, è sempre una sconfitta.

     Ben venga quindi chi lo fa civilmente, anche con un coro di “mafioso” di fronte a delle telecamere.

     

    Ma non hanno solo fatto un coro di “mafioso”, hanno impedito il dibattito, per questo secondo me ne escono sconfitti, se avessero fatto un coro, senza impedire con la prepotenza il proseguimento del dibattito, avrebbero ottenuto un risultato mediatico molto più positivo.

  • Ahi Claudio, sul caso schifani hai toppato: non c’è nessuna novità di cui scrivere e parlare, è stata una manovra del FQ andata male.

    Ci hanno provato, speravano di distrarre l’attenzione da fini, ma non c’è cascato nessuno. A meno che tu possa dichiarare che il Puffone controlla anche La Repubblica, L’Unità e il Manifesto, tanto per citarne 3.

    Sembra quasi che Travaglio abbia tentato la rivincita con Feltri per il caso Boffo, perchè lui ci cascò in pieno, salvo ritrattare dopo 4gg (vado a memoria).

    Solo che bastava leggere su cosa si basava il falso scoop per capire che era dossieraggio vecchio se non vecchissimo.

    Rileggi il trascritto del passaparola: è indecente. Di fini punta tutto sulla cucina (la parte debole della vicenda) ed omette di dire 2 società offshore (un giro di parole per non usare il termine, ma col Puffone lo usa sempre, assieme a paradisi fiscali) e della questione rai ne accenna minimizzando.

    Di schifani piazza ben 4 novità e se leggi bene sono minimo di 11 mesi fa, alcune del secolo scorso. Sai che novità, oppure grande botta di culo di Lillo e Abbate che ad agosto “scovano” roba vecchia di cui si ignorava l’esistenza (per i gonzi che ci credono). Incredibile che poi tutto avvenga proprio così per caso nel momento giusto giusto, non trovi? Per le più vecchie poi bisognerebbe dire che sono giornalisti da 2 soldi se non lo sapevano da 15 anni minimo. Per le recenti, Spatuzza ha parlato, sì, a OTTOBRE 2009!

    E’ archivio, dossieraggio… chiamalo come vuoi, basta non cascarci. Patetica anche la tediosa lezioncina su cos’è l’archiviazione, per dire “non è detto che l’abbiano assolto, hanno solo archiviato”: Travaglio, mavaff….

    Ciao 😉

  • sannessuno ha scritto :
    E tu Kautostar dicci un po invece come ti stai muovendo per cambiare le cose che così vediamo di seguirti visto che conosci metodi molto migliori! GRAZIE!

     

    Per me sarebbe già tanto riuscire a migliorare la mia vita, non ho nessuna illusione di rivoluzionare la politica, ma qualunque cosa è meglio che perdere tempo in modo autolesionista, come fanno i coglioncelli che fanno cori e proteste contro Dell’Utri e simili…un conto è Piero Ricca che ne ha fatto un lavoro, e riesce a farsi pagare dagli allocchi, ma farlo gratis…è da scemi!

    Sono riusciti a far passare per vittima, persino un mafioso come Dell’Utri, e sono riusciti a dare notorietà e fama, a dei presunti falsi diari di Mussolini, che altrimenti non se li sarebbe filati quasi nessuno…questo è stato il grande risultato ottenuto da queste grandi teste…

    Poi sarei io il servile verso i potenti (come mi accusava un’altro utente)

    Se avessero fatto trovare a dell’Utri la sala della conferenza quasi vuota, con solo 4 gatti, sarebbe stato un colpo ben peggiore, per il Senatore amico dei mafiosi…

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi