La Gelmini fa pubblicità occulta all'iPad?

« Io sono grata a chi ha inventato l’iPad, perché obiettivamente è diventato uno strumento di lavoro insostituibile e molto pratico. Tra l’altro è di facile utilizzo e consente, soprattutto per chi si sposta, viaggia, di avere un bagaglio più leggero. […] Leggo la posta, oramai ho un’agenda elettronica. Lo utilizzo per le agenzie, anche i siti dei giornali. Insomma, la rassegna stampa oramai non è più cartacea ma è sull’iPad. » [Mariastella Gelmini – SkyTg24 IoReporter – 11.09.2010]

Sembra il discorso di un commerciale o di un testimonial pubblicitario. Invece è l’intervista a Mariastella Gelmini trasmessa questa mattina nel corso di IoReporter, il programma di Marco Montemagno su Sky TG24.
 
E’ accettabile che si parli di nuove tecnologie citando così smaccatamente marca e modello di un prodotto di consumo e facendone l’apologia? Ma soprattutto è ammissibile che a farlo sia un ministro della Repubblica, che si dichiara addirittura grata a Steve Jobs? Non sarebbe forse più appropriato spingere sull’innovazione e sulla modernità riferendosi genericamente ai nuovi tablet disponibili sul mercato, considerati i nuovi modelli che montano il sistema operativo Android come ad esempio il Viewsonic Viewpad, o il Samsung Galaxy Tab?

« La legge vieta qualsiasi “camuffamento” di un messaggio pubblicitario sotto sembianze diverse allorché la dissimulazione della natura pubblicitaria del messaggio sia di per sé idonea ad indurre in errore il destinatario, pregiudicandone il comportamento economico. » [ TAR Lazio, I^, 19.6.2003 n.5450]

Qual’è la tua opinione?

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this

27 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Il fatto è che è ignorante, neanche sa probabilmente che l’iPad è solo l’implementazione di un concept e non l’unica implementazione del genere.

    Neanche ci pensa che è sbagliato fare il nome di una specifica azienda, in qualità di ministro. Probabilmente non c’arriva proprio, capisci? Non lo fa apposta, è che è così e basta. Fulgido esempio di una classe politica che ci porterà nel baratro.

    • Straquoto, è la classica persona scarsamente informatizzata che identifica tutto il mondo del digitale con la Apple e i suoi prodotti, se avesse parlato di tablet-pc non ci sarebbe stato nulla da eccepire chiaramente…

      Del resto è la Gelmini ragazzi… cosa possiamo aspettarci?

  • Accusarla di qualcosa sarebbe semplicemente Ipocrisia!

    Esci per strada col tuo nuovo Samsung Galaxy S e la gente ti chiederà se hai comprato l’iPhone. Compra TV Sorrisi e Canzoni e vedrai una rubrica in cui l’intervista ad un personaggio famoso si conclude sempre con “Cosa c’è nel suo iPod” (Titolo testuale del Paragrafo).

    Le persone non interessate alla cosa non sono interessate e basta! Per loro tutti i Tablet, da qui in avanti saranno modelli di iPad, così come tutti i lettori Mp3 sono modelli di iPod e tutti i cellulari Touchscreen sono modelli di iPhone!

    La Apple si è fatta in 4 per mettere in piedi questo modello di Marketing e se un Ministro ne esalta le qualità non possiamo darle torto, attualmente l’iPad è l’unico prodotto di quel genere commercializzato, quindi se parli di Tablet parli di una cosa, se parli di iPad parli di tutt’altro.

  • Sorry mea culpa ho tirato fuori io l’argomento (che per altro sono utente android) perchè mi sembrava curioso che un politico usasse un device di questo tipo.

    Niente pubblicità occulta (ma se Apple vuole coprirmi di soldi sono qui :)))

    Monty

    • Caro Marco ,ma la dovevi proprio invitare la gelmini?

      Comunque penso ,anzi voglio sperare , che l’abbia fatto in buona fede .

      saluti e baci

  • … diventa pubblicita’ occulta nel momento in cui parla dell’iPad in termini generali e non personali. Nel momento in cui identifica INTERNET con quello che lei fa con l’ipad… nel momento in cui “scopre” la rete grazie all’ipad!!

    E visto che tutto cio’ che appare in video non e’ frutto di banale coincidenza… basta fare 2+2… il tutto condito con una incredibile ignoranza in materia, ma questo e’ il minimo… visto il soggetto “umano” in questione.

     

  • Almeno ha buon gusto.

    Da quando sono passato da windows a Mac 8 anni fa credo che Apple inventi prodotti con la migliore integrazione hardware/software, la migliore “user experience” e affidabilità in assoluto.

    Non ho un iPad, ma credo che iOS sia la soluzione migliore per persone anziane che con un tocco leggono posta, navigano e mille altre cose senza dover pensare a come funziona un sistema operativo, anche se semplice come Mac OS X.

    O persone che non hanno cervello per imparare ad usare un sistema operativo.

    Come la Gelmini ^_^

  • non posso rispondere ai quesiti perché nessuno è appropriato.

    semplicemente, è la solita insipienza assoluta del dirigente. è ha poca importanza che, nel caso di specie, si tratti di un dirigente particolarmente stronzo e incapace.

    fosse per me, non pemetterei a nessuno di dirigere enmmeno una squadra di bidelli senza avere una minima conoscenza di cosa sia un mercato di cosa sia una cultura e di cosa sia, nel nostro mercato e nella nostra cultura, l’open source e la condivisione della conoscenza.

    ma purtroppo, di incapaci come questa Gelmini ne incontriamo a ogni angolo della strada, che pisciano fuori dal cesso le solite banlità.

  • Caro Claudio,
    è ben peggio dei tre casi citati. E’ diseducazione tecnologica.
    E’ incredibile che questa signora che rappresenta l’intero pianeta dell’educazione, del sapere, e della cultura, non in questa occasione, ma da sempre, sia all’oscuro completo di quale tecnologia sia la più adeguata per l’universo che rappresenta.

    Qualcuno l’ha mai sentita citare espressioni tipo “Open Source?”, “Software libero”, “Codice Aperto?” Non ne sa una ciofeca.

    Per la posizione che occupa invece dovrebbe essere una persona competente. Nella scuola l’Open Source sarebbe una incredibile rivoluzione. Risparmi colossali, filosofia del sapere condiviso, della collaborazione, dello scambio di informazioni. Riduzione pazzesca dei costi, possibilità concrete di commissionare agli Istituti Superiori ed Università progetti per la realizzazione di software open per la Pubblica Amministrazione da distribuire senza costi.

    E questa che fa? Pubblicizza una ditta di successo che ci propone non solo Software proprietario e Close (come Microsoft) ma installato su l’hardware CLOSE ed intoccabile!

    Poveretta, manco capirebbe una riga di ciò che ho scritto. L’unica cosa che sa fare per risparmiare è eliminare personale, eliminare spazi, eliminare tempo scuola. Chissà, forse pensa di acquistare tanti bei iPad e darne uno a testa …

  • roberto p. ha scritto :
    non è pubblicità occulta … è PALESE !!

    L’unico che ha scritto una cosa sensata! state tutti lì con il dito puntato…qualsiasi cosa faccia un membro di questo governo subito lì a sospettare qualche cosa di losco.

    Spero (ne sono quasi certo)..che quella di Claudio sia stata solo una provocazione!

  • mi spiego meglio

    pubblicità occulta è quando, per esempio, in un film, viene inquadrata la marca dell’acqua minerale che in quel momento sta bevendo l’attore…

    qui invece, viene esplicitamente menzionato il nome di un prodotto commerciale, in un contesto pubblico…  quindi

    non è pubblicità occulta … è PUBBLICITA’ PALESE !!

    Se poi ci sono intenti loschi, ognuno giudichi da sé.

  • Io non mi sarei aspettato niente di diverso. Anche se Claudio le spiegasse cosa ha fatto, non capirebbe. Maria Stella è troppo impegnata a sembrare un’attrice di Tinto Brass. Che pena!

  • Vi parlo da dentro la scuola e a nome di chi insegna in corsi di informatica anche per docenti. Il ministero della pubblica distruzione non conosce l’informatica.

    I loro siti sono caotici, poco funzionali, non reggono le connessioni. E’ risaputo il caos che si crea alla fine delle prove invalsi, quando tutte le scuole medie d’Italia si connettono per scaricare i fogli di risposta: ogni anno rimaniamo bloccati per ore, e senza le risposte non possiamo correggere o immettere i dati dei risultati.

    Ad esempio, la piattaforma PON, a me utile perchè ci lavoro (quando e se nominata) ogni anno, non riconosce documenti office professional 2007, quindi ogni volta che devo caricare tali documenti occorre convertirli in pdf o in altri formati word più vecchi ed occorre compattarli o dividerli in più documenti perchè la piattaforma carica solo pochi kb alla volta. Abbiamo realizzato un cortometraggio e non siamo riusciti ad inserirlo in piattaforma come il regolamento pretende, figuratevi fotografie che persino fb accetta in pochi secondi.

    I finanziamenti europei ci impongono tetti di spesa ridicoli, così la maggior parte dei computer sono PC con scarse prestazioni e con preinstallato in modo obbligatorio windows. Nessuno a scuola conosce l’open source (cosa su cui mi batto ogni volta che faccio i miei corsi), e non posso utilizzare documenti esterni al pacchetto office altrimenti devo portarmi il portatile. Figuratevi se acquistassi un mac.

    Le connessioni si ottengono con appalti esterni e, per il carico scolastico, sono debolissime. Se voglio mostrare un video in streaming occorre fermare la segreteria ed ogni altro laboratorio che utilizza la connessione, altrimenti lo vediamo a scatti. 

    Senza contare che il Brunetta parla di innovazione tecnologica, eppure nessuna segreteria utilizza le email e così si ricorre ancora alla vecchia raccomandata. L’unico sito scolastico che mi ha risposto via mail risparmiandomi la passeggiata chilometrica allo sportello, è stato quello legato agli stipendi, ovvero il ministero del tesoro. Persino l’INPS non sa cos’è il computer. Tant’è vero che teoricamente possiamo presentare domanda di disoccupazione via web, salvo scoprire che nessuno scarica la posta e così son corsa allo sportello con ovvia perdita di tempo. 

    Ora pretendono il certificato via mail: ma se non leggono la posta a chi lo mando?

    Altro che informatica.

  • mariastella dei miei maroni, pure io vorrei l’ipad e l’agendina elettronica cara mia, ma visto che è da un anno e mezzo che sono disoccupato e non trovo lavoro, l’ipad lo lascio sullo scaffalino del negozietto…..bastarda!!!

    voglio che preghiate..ma tanto! vi auguro per la vostra incolumità che in italia non scoppi mai il caos…..altrimenti inizieranno a piovere randellate come chicchi di grandine….

  • .

    quoto mcputin: è una piacevole considerazione di un lato della medaglia

    .

    quoto roberto p: sintetizza l’altro lato

    .

    dissento per vari motivi da cloc3: no comment per il resto, ho votato la seconda

    .

    grazie comunque a Claudio per il sondaggio e i commenti Oltre al sondaggio, merita un’inchiesta che provi a definire una denunzia circostanziata alla magistratura? chi la fa? e in quali ulteriori modi potrei contribuire oltre questa iniziale intuizione?

    .

    in ultimo ma non per ultimo: per evitare il clicktivism progetto in rete una cosa/partito che presenti un simbolo in scheda alle prossime elezioni che dica NdS_Nessuno dei Suddetti. Chi mi aiuta?

    .

    clicktivism: http://www.uomoplanetario.org/wordpress/2010/09/i-rischi-dell%E2%80%99attivismo-da-click/

    NdS_Nessuno dei Suddetti: direttamente su https://docs.google.com/filewiew?id=OB77e4SDxAO3QZGQxZWQOMjktZjEwNCOOYmFiLTgzODItYmE4ZTg1NTUwNDI2&hl=it&pli=1& oppure click sul titolo del post http://maninrete10.blogspot.com/2010/07/nsnessuno-dei-suddettihtml

     

  • EQUOnet ha scritto :
    . quoto mcputin: è una piacevole considerazione di un lato della medaglia . quoto roberto p: sintetizza l’altro lato . dissento per vari motivi da cloc3: no comment per il resto, ho votato la seconda . grazie comunque a Claudio per il sondaggio e i commenti Oltre al sondaggio, merita un’inchiesta che provi a definire una denunzia circostanziata alla magistratura? chi la fa? e in quali ulteriori modi potrei contribuire oltre questa iniziale intuizione? . in ultimo ma non per ultimo: per evitare il clicktivism progetto in rete una cosa/partito che presenti un simbolo in scheda alle prossime elezioni che dica NdS_Nessuno dei Suddetti. Chi mi aiuta? . clicktivism: http://www.uomoplanetario.org/wordpress/2010/09/i-rischi-dell%E2%80%99attivismo-da-click/ NdS_Nessuno dei Suddetti: direttamente su https://docs.google.com/filewiew?id=OB77e4SDxAO3QZGQxZWQOMjktZjEwNCOOYmFiLTgzODItYmE4ZTg1NTUwNDI2&hl=it&pli=1& oppure click sul titolo del post http://maninrete10.blogspot.com/2010/07/nsnessuno-dei-suddetti.html –  

  • .

    nel primo commento avevo dimenticato il punto finale dell’ultimo URL (tra suddetti e html), nel secondo commento – quello che qui sopra quota il primo – ho inserito il punto ma dopo html appare in modo fuorviante – “. Chi fosse tanto curioso e paziente da tentare verifiche troverebbe difficoltà varie…

    .

    non sarebbe più semplice permettere d’inserire dei link e/o attivare il copia incolla?

    .

    ps: la funzione anteprima l’ho scoperta adesso

    .

  • Ho votato la seconda e sono convinta che la Gelmini capisca poco o niente di informatica.

    Ma credo sia molto più grave che non sappia NULLA di SCUOLA.

  • non ho potuto votare, la mia opzione non c’è.

    non è pubblicità occulta, è pubblicità SFRONTATA.

    questa gente ormai vive nel delirio di onnipotenza, sono convinti di poter fare e dire qualsiasi cosa senza dover rendere conto a nessuno, si ritengono al di sopra delle leggi e del common sense, e probabilmente, grazie all’ignavia della massa, LO SONO.

    ….

    la mia unica preghiera laica giornaliera è che a qualcuno di questi venga un cancro. ma doloroso e lento…lentissimo….e letale.

    e possibilmente a tutta la progenie.

  • Hai dimenticato l’opzione numero 4: e’ troppo "ingenua" per capire quando tira giu’ il sistema scolastico, figurati se si accorge che fa pubblicita’ occulta. Non sopravvalutarla!

  • Ci lamentiamo tanto che questa classe dirigente ha poca dimestichezza con il web… che, ben venga la “adesione” a questo mondo (anche se fatta con un po’ d’ingenuità [forse]).

    Oltretutto, non credo che Steve Jobs abbia bisogno di promuoversi attraverso la Gelmini.

     

     

     

     

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi