Libero Web in Libero Stato 3. Stasera a Roma

Dopo il successo del primo appuntamento, il 13 febbraio scorso a Milano, e dopo la replica di Firenze, l’11 marzo, questa sera “Libero web in Libero stato” approda a Roma. Una serata speciale per parlare di rete, di chi quotidianamente la fa e la difende.
Ci saremo io, Alessandro Gilioli, Guido Scorza, Gianfranco Mascia, Francesca Fornario, Samanta Di Persio e Piero Ricca.
Se siete a Roma, mi raccomando, venite a trovarci. Saremo a San Lorenzo, presso il Sotto Casa di Andrea, in via dei Reti, 25 a partire dall ore 20,45. Qui l’evento su facebook.

10 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ovviamente l’evento su Facebook rigorosamente protetto da password, mi raccomando. Nel nome del Libero Web, si capisce.

    • non sarebbe bello avere un pensiero libero e andare oltre?

      Andare oltre significa non farsi corrompere dall’intolleranza ,l’importante è quel che si vuol comunicare al prossimo attraverso persone preparate e appassionate .

      Son pur sempre energie che smuovono altre energie da qualunque angolo esse arrivino .

    • Non mi sembra ‘patrocinato’. C’è scritto che danno la loro adesione, come hanno aderito a mille altre manifestazioni. Patrocinare e’ un’altra cosa.In ogni caso, finche’ uno conserva la libertà di poter dire quello che vuole, per quanto mi riguarda potrebbe patrocinarmi pure Pietro gambadilegno. L’importante e’ la libertà di pensiero, di opinione e di parola, e da quando faccio quest “mestiere” nessuno si e’ mai permesso di dirmi cosa dovevo o non dovevo dire.Tutto il resto e’ pretestuoso.P.s. Il gruppo facebook non l’ho creato io. Non so chi l’abbia fatto. So solo che questa sera persone di tutto rispetto discuteranno di rete, in un incontro pubblico ad accesso gratuito. Se non vi interessa c’è sempre Porta a Porta.

    • La polemica non era nei tuoi confronti, Claudio, ma dei promotori dell’iniziativa, ed era limitata al solo aspetto Facebook, non certo al contenuto, che condivido pienamente. Se fossi di Roma stai tranquillo che ci verrei più che volentieri (certo saltare Porta a Porta sarebbe un sacrificio, ma tant’è…).

      Purtroppo molto spesso meritevoli associazioni pubblicizzano le loro lodevoli iniziative su Facebook, dando per scontato che chiunque di noi abbia un account su quella piattaforma. Ma quando mai? Io personalmente mi sono sempre rifiutato di iscrivermi a FB, non mi va di dar loro i miei dati (o di dare dati falsi), e comunque non mi interessa. Se uno mi pubblica il manifesto di un’iniziativa su FB, si rivolge solo a chi frequenta quella piattaforma, escludendo tutti gli altri. Dal mio punto di vista quello che si nota è solo un desolate ed irritante analfabetismo informatico. E allora, in attesa che imparino ad usare gli strumenti web in modo appropriato, che se la cantino e se la suonino da soli.

      La cosa, se ci pensi, è ancora più grottesca e ridicola se l’iniziativa riguarda il Libero Web. Ma come? C’è una serata sul Libero Web, suppongo organizzata da chi di Web e Internet ne capisce (o dovrebbe capirne), e poi la pubblicizzano su una piattaforma che di libero non ha nemmeno un bit? Geniale.

  • Infatti, Byoblu, e’ per quello che gli hai fatto campagna elettorale in streaming tramite il tuo sito, o ricordo male? Non c’e’ nulla di negativo ad avere appartenenza politica a mio avviso, solo non capisco perche’ occultarla. Libera opinione in libero web.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi