Internet e Berlusconi

 

Niente… Questa internet proprio non gli riesce familiare.
Prima parla di banGa larga, forse pensando al Bunga Bunga di questa sera ad Arcore. O forse ben consapevole che lo stanziamento di 110 milioni di euro, deciso 15 giorni fa per riportare l’Italia in linea con l’Europa, a sostegno di ben dieci settori diversi, produrrà una quota pro banda larga irrisoria rispetto agli 800 milioni di euro originariamente promessi e poi bloccati.

Poi inizia a snocciolare una serie di interventi previsti dalla riforma sulla sicurezza, in approvazione proprio questa mattina alle dieci. Incede a passo militare fino a quando non arriva al punto che prevede la liberalizzazione del Wi-Fi, tenuto al palo dal famigerato Decreto Pisanu. Lì perde tutta la sua sicumera. Si blocca, legge, cerca di capire cosa c’è scritto. Forse teme di sbagliare parole, forse si domanda chi ce l’ha infilato, quell’inutile accrocchio di caratteri nel testo dell’intervento, e se sia il caso di renderlo davvero pubblico.
Passano interminabili secondi. Poi finalmente pronuncia la promessa tanto attesa. Tanto sa che domani potrà sempre negare di averlo detto.
E riesce anche a infilarci un lapsus: liberazione in luogo di liberalizzazione.
Sigmund Freud rulez!

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Ancora sto ridendo IL  BANGA BONGO.

    Siamo in mano a dei mentecatti a cui non affiderei neanche una cerbottana scarica(tratto dal film Armageddon)

    E così siamo noi ma i C E N T O D I E C I milioni di euro che farfuglia il PSB sono

    gli stessi che aveva stanziato per l’Abruzzo per l’ infrastrutture ???

    Mi sfugge qualcosa , ma allora i soldi ci sono non siamo in crisi… oppure.. i soldi so sempre gli stessi è il giochino della 50 euro metto 50 euro sul palmo della mano .. e ti saluto come se te li avessi dati.

    Che tristezza…

    Lo sapevate che in Sicilia, esattamente a Piana degli Albanesi, 4 ragazzi avevano dato internet gratis + o meno a tutta la citadinanza semplicemente facendo un ponte radio tra i loro router

    coprivano un raggio di 8 km sufficienti a un gran numero di persone

     

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi