L'Abruzzo è un peso morto

« Il comportamento di molte parti delle zone terremotate dell’Abruzzo è stato singolare, abbiamo assistito per mesi a lamentele e sceneggiate. […] Mi domando quale sarebbe stata la reazione degli abruzzesi nei confronti di un comportamento ‘risparmioso’ da parte dello Stato, con l’invio di aiuti a gocce come è per i veneti. Questo fa solo aumentare il senso di disaffezione dei veneti verso lo Stato centralista, credo che siamo ormai giunti a un punto di rottura […] Questa parte del Paese non cambia mai, l’Abruzzo è un peso morto per noi come tutto il Sud. »

Il cervello di Borghezio è un peso morto, un’appendice necrotica animata da scatti convulsi come le code mozze delle lucertole. Per la proprietà transitiva dell’uguaglianza, Borghezio stesso é un peso morto per la democrazia. Come quando tenne lezioni di fascismo ai francesi:
 
 

« Bisogna rientrare nelle amministrazioni dei piccoli comuni. Dovete insistere molto sull’aspetto regionalista del movimento. Ci sono delle buone maniere per non essere etichettati come fascisti nostalgici, ma come un nuovo movimento regionale, cattolico, eccetera, ma sotto sotto rimanere gli stessi. »

Come quando venne fermato con una cartolina firmata “Ordine Nuovo”, indirizzata al “bastardo Luciano Violante“, con scritto “1, 10, 100, 1000 Occorsio“, riferendosi al giudice Vittorio Occorso, ucciso due giorni prima per il suo impegno contro il terrorismo nero. E come quando venne condannato in via definitiva per l’incendio ai pagliericci di alcuni immigrati.
Lo stato necrotico avanzato della materia grigia di Borghezio, ormai nera come il terrorismo nero di cui faceva apologia, è certificato anche dalla totale assenza di prospettiva. Mette indiscriminatamente sullo stesso piano l’alluvione del Veneto con il terremoto in Abruzzo.
Non voglio fare tristi classifiche. Non è elegante e poi dice il proverbio: “Non discutere con un imbecille. Dall’esterno potrebbe non percepirsi la differenza.” Però, con tutto il rispetto per la gente del Veneto, mi corre l’obbligo di mostrare a Borghezio una semplice tabella.
 

  Veneto Abruzzo
Sfollati 14.113 65.000
Morti 3 308
Danni 457.000.000 EUR 10.212.000.000 EUR

Senza ovviamente contare la distruzione totale di una città storicamente ed artisticamente rilevante come L’Aquila. E’ come se Venezia fosse affondata.
Voi capite adesso, italiani, l’importanza di mandare in Parlamento, che sia Roma o Bruxelles, esseri senzienti cui si possa applicare la vecchia massima cartesiana “Cogito Ergo Sum”?
I pesi morti come Borghezio, viceversa, vanno interrati come scorie radioattive nei depositi di rifiuti nucleari che il suo governo vuole addossare sulle spalle degli italiani per i prossimi 10 mila anni.

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this

27 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • come quando sul treno torino-milano si permise di fare commenti xenofobici sulle nigeriane presenti, e si beccò un bel pugno sul naso da qualche notav eccezionalmente non pacifista che rientrava da una manifestazione

    come quando noi notav lo incrociammo a strasburgo dove eravamo x una petizione, e ci disse che era contro il Tav, ma di nascosto, proponendosi x sporchi giochetti, ma lì non l’abbiamo picchiato xchè siamo nonviolenti

  • L’art. 1 dello Statuto della lega Nord recita: «Il Movimento politico denominato “Lega Nord per l’Indipendenza della Padania” – si legge all’articolo 1 dello Statuto – costituito da Associazioni Politiche, ha per finalità il conseguimento dell’indipendenza della Padania attraverso metodi democratici e il suo riconoscimento internazionale quale Repubblica Federale indipendente e sovrana»; secondo me questo spiega molte cose.

    Berlusconi e il PdL, dunque, potrebbero essere solo unpretesto o – peggio ancora – uno strumento per acquisire visibilità, notorietà e per far dimenticare il vero obiettivo leghista: non il federalismo ma l’indipendenza della Padania. Il «conseguimento» citato nello Statuto, infatti, implica non un’azione di forza ma una serie di passaggi graduali di cui il federalismo potrebbe essere non il punto di arrivo – come vorrebbero far credere – ma di partenza.

  • Ho letto il post, ma il video, mi son detto… no, non merita la mia attenzione – Porghezio (sic), s’intende. È come guardare ipnotizzato uno stronzo putrescente di merda e annusarne l’odore nausebondo… Poi mi sono fatto forza (lo stesso nome klauscondicio mi ha dato una certa fiducia e coraggio)… Il fatto poi che si tratti di un fonico, e non di un video, mi ha rincuorato non poco ed evitato ciò che appunto esprimevo poc’anzi: guardare in faccia un pezzo di cacca puzzolenente. Più che un peso morto, Borghezio è un vero porco, da morto (velenoso com’è) buono nemmeno per fare le salsicce…

  • E comunque continuo a chiedermi, ma come hanno potuto gli italiani far salire nelle stanze dei bottoni gente come questa. Ma siamo sicuri che a questi li votano sul serio? Non posso credere che un popolo che arriva da cosi lontano, che erano gia presente al tempo dei greci e discendenti di menti, pensieri e condottieri affini si sia potuto evolvere in tutto questo!

    quando partii dall’Italia 13 anni fa mi sentivo sulle spalle la forza della cultura Italiana, adesso sembri che tutti se ne siano dimenticati.

    Non voglio crederci, non posso crederlo.

     

  • Perchè un movimento federalista e secessionista che ha lo scopo di staccare un pezzo dell’ Italia dall’ Italia stessa, ha i suoi esponenti nel Parlamento italiano? Sarebbe come se gli americani elegessero i loro deputati a Cuba!! Non sarà che dietro un’ idea così “jugoslava” non ci sia un mero calcolo economico? ALLA TAVOLA DI ROMA LADRONA NON SI MANGIA POI MALE: SI COMBINANO AFFARI, SI AGGIUSTANO COSE, SI PRENDONO I SOLDI ALLA GENTE SENZA COLPO FERIRE…

    BORGHEZIO E’ INCAZZATO PERCHE’ GLI IMPRENDITORI CHE SPONSORIZZAVA LUI (E CHE LO AVREBBERO LAUTAMENTE RICOMPENSATO) NON SONO STATI PRESI IN CONSIDERAZIONE, NELL’ OFFERTA DI TECNOLOGIE ANTISISMICHE…E CI CREDO: DIMMI CON CHI VAI E TI DIRO’ CHI SEI! SE UN INDUSTRIALE SI ACCOMPAGNA A UNO CHE HA CERCATO DI DARE FUOCO A UN EXTRACOMUNITARIO, MA NON MERITA SOLO DI ESSERE ESCLUSO, MERITA LA ROVINA PIU’ COMPLETA PER STUPIDITA’!!

  • Ma c’è mai stato a l’Aquila? E nei paesi del cratere??? Dove tutto è com’era?

    La burorocrazia del governo che lui appoggia non ci consente di ricostruire a nostre spese!!!! Ma vaffa…..

  • Ma dove vive Borghezio? Li in Abruzzo sono morte centinaia di Persone, Nel Veneto 3 0 4 e il minimo che è successo a quelle famiglie è avere la casa e gli oggetti pieni di Fango. All’Aquila invece è stata devastata un’intera Città, molta gente è ancora infuriata perché, oltre ad aver perso tutto, non può ricostruire la propria casa oppure è costretta a rimanere negli Hotel sulla costa Abruzzese a loro spese. Berlusconi, dopo il Terremoto, ci ha fatto venire Ministri e Capi di Stato e far costruire casette di legno solo per poche persone, solo per mettersi in mostra e dire che lui c’è. Invece nessuno va più laggiù a vedere le cose come stanno come se laggiù fosse successo poco o Nulla. Era stato più bravo Prodi quando c’era stato il Terremoto ad Assisi: Laggiù sono andati un sacco di Container che così le famiglie avevano un tetto provvisorio sulla Testa in attesa della Ricostruzione. E ora, dopo aver sentito le parole di questa persona, comincio ad odiare ancor di più i Leghisti, in particolare le persone che conosco che hanno pressapoco la mia età (25 a Marzo), che credono alle parole di questi buffoni come oro colato. Ma nessuno pensa che negli anni 50 o 60, gli anni del Boom, per colpa degli Agnelli e della 600, c’è stata una grande Immigrazione Intestina? Ma quelli della mia età non si rendono conto che certi nostri compagni di scuola, sono venuti qui dal Sud, tra cui i Genitori del mio Migliore amico(Lui è nato a Cremona, ma i suoi genitori sono Campani)? Borghezio, come direbbe un grande Campano con le scatole ed il Fegato Grossi e Che ammiro molto, ovvero Pino Scotto, Vai a fare in Culo e datti fuoco, Buffone!!!!! >:-(

  • Quel signore non dovrebbe parlare. Dice un sacco di cavolate.Certi personaggi neanche ne L’aereo più pazzo del mondo!OT, volevo condividere 2 battute da Spinoza:A Chernobyl sono tornate le piante, e… ma…m-mi inseguono AAAAAAAAAAHHHHhhgg…A Chernobyl son tornate a crescere le piante. Adesso quelli del forum nucleare stanno un po’ esagerando.;) ciao.

  • Borghezio è un fenomeno, in una sola dichiarazione di cinque parole ha ricompattato tutti gli italiani, meglio di tutte le celebrazioni sull’Unità d’Italia messe assieme.(alcidamante)

  • Non capisco perchè, per screditare qualcuno, bisogna sempre tirare in ballo vere o presunte nostalgie di fascismo. Ma che cavolo c’entra con le sparate infelici di Borghezio sull’Abruzzo?

    E poi l’intervista bisognerebbe sentirla tutta, io sono andato a riprenderla su youtube, e Borghezio non se la prende solo con il presunto vittimismo degli Abruzzesi(cmq è vero che i Veneti hanno protestato meno. E ok, i danni sono stati molto inferiori, ma anche gli aiuti!), ma soprattutto con i meccanismi clientelari, tra politici, banche, e aziende edili, che speculano sui finanziamenti pubblici alle ricostruzioni.

    Insomma Borghezio, parlando degli Abruzzesi, ha esagerato con le parole, non è stato molto diplomatico, ma non è che ha detto solo cazzate!

     

     

  • togliamogli il passaporto italiano e mandiamolo a vivere su un’isola del pacifico con 200 dollari al mese e diomentichiemoci che in Italia ci sono personaggi così… Borghezio… già il nome fa orrore… brutto, grasso, stupido e leghista… solo per questo dovrebbe stare muto!

  • Sono Abruzzese doc, ho visto molto in profondità i danni psichici e fisici sopportati dagli Aquilani perché per lavoro ho a che fare proprio con il settore tecnico (ingegneri) e non mi sembra affatto che siano dei piagnoni, tutt’altro. Spesso, anzi, mi chiedo come abbiano fatto a non diventare pazzi e ad avere ripreso (o cercato di) la propria vita di sempre, tornando ad insegnare, a fare le madri di famiglia, a lavorare.
    Pensate solamente a questo: domattina vi svegliate e la vostra città è in pezzi, non avete altro posto dove andare e dovete continuare a vivere, a sfamare i vostri figli, senza più una casa, un posto di lavoro, un luogo di ritrovo dove fare quattro chiacchiere. Poi statevene per un anno in tendopoli, al caldo, al freddo, magari con i genitori anziani che, ovviamente, patiscono certe condizioni. Dopo tutto questo, ed è solo la punta dell’iceberg credetemi, vengo a dirvi che siete dei piagnoni ed un peso morto. Voglio vedere la fine che mi fareste fare.
    Borghezio e quelli come lui meritano molti ma molti schiaffi in faccia e poi decenni ai lavori forzati, andando a ricostruire quello che loro stessi hanno distrutto: un po’ a L’Aquila a mettere a posto le case, un po’ a Milano ad informare sulla mafia e la ‘ndrangheta che hanno permesso entrassero perché -evidentemente- hanno anche trovato delinquenti loro pari e così via… Andassero -loro SI- a lavurà!
    Certo, è facile farsi capire urlando messaggi semplici, scontati, ovvi verso un "nemico": i delinquenti tuoi pari, quelli in "sintonia" ti seguiranno. E’ la tecnica elementare del dittatore. Gente immonda che va in chiesa ma che bestemmia Iddio, spesso senza saperlo, molte volte al giorno.
    Con questa gente non si parla, è inutile: con questa gente occorre una profonda rivoluzione culturale, di informazione, di educazione e di rispetto che li emargini e li faccia schiattare per mancanza di nutrimento, come le erbe infestanti senz’acqua.
    Il Veneto è una regione stupenda ed i suoi abitanti tra i più gentili che abbia mai conosciuto (per lavoro conosco molto bene Bassano): mi chiedo come si può dar spazio ad un tale  essere ed ai auoi sostenitori!
    Non capisco nemmeno la ragione politica, sinceramente. Perché dire certe cose, perché spaccare ancor di più la gente tra Nord e Sud. Perchè!?! Con che diritto possono, tali personaggi, permettersi di fare danni di così grande portata? Quanto costa un Borghezio alla Nazione, e non parlo solamente dello stipendio che ruba? Quanti danni produce? Perché, come cittadino italiano, non c’è un cane che protegga la MIA dignità e prenda questo signore e lo sbatta in gattabuia per un mese a pane ed acqua ad insegnargli il rispetto per la Patria? Che me ne debbo occupare io forse, libero cittadino, civile? Oppure un ufficiale in uniforme, un rappresentante della legge di questa Repubblica il quale, oltre ad avere l’onore della divisa che indossa e lo distingue, ha anche il dovere morale di preservarne l’integrità e la dignità di fronte a certi loschi figuri?
    Dov’è, quindi, l’uomo? Dove sono finiti i cd. valori? Quelli per i quali, non molto tempo fa, giovani del Nord e del Sud hanno dato INSIEME le proprie vite?
    Dobbiamo davvero essere costretti noi cittadini ad usare violenza? Ad usare l’extrema ratio? Cosa ci sono a fare i corpi dei Carabinieri o della GdF, gloriosi, dalla storia antica e dall’onestà specchiata (a parte i soliti marpioni che purtroppo capitano dovunque)? Dove cazzo è un generale che se le faccia girare e inizi a dire alla gente che anche lui non ne può più ma che non si può fare un colpo di stato perchè oltre che dannoso è incivile? Perchè questi uomini e donne non parlano? Perchè vedo queste persone agitare manganelli sopra la testa di altre persone, sempre e comunque verso la parte sbagliata? Perchè non si uniscono anche loro al coro delle cosiddette "persone comuni"?
    Guardate cosa hanno fatto, i nostri amati politici. Hanno insozzato la testa, la morale, il cuore di tanti giovani che si son fatti fare il lavaggio del cervello senza nemmeno accorgersi: 50mila coglioni che hanno votato un super-coglione come Renzo Bossi, un altro ragazzo, molto sfortunato ad avere quel padre, a sua volta plagiato fino a diventare quello che è oggi. Un fallito.
    E’ la riscossa dei parassiti: gente che va in politica perché altrimenti non saprebbe fare nulla e morirebbe di stenti e, proprio per questo, attaccata indicibilmente alla materia, al denaro, al potere quale fonte certa delle prime due cose. Fanno schifo, non sono esseri umani ma parassiti.
    Perdonate lo sfogo!

  • Ciao!

     Per correttezza e completezza, mi potresti citare le fonti da cui prendi i dati su Abruzzo e Veneto? Così quando li cito ho la possibilità di non parlare con le spalle scoperte, ma avere un sito di riferimento affidabile e inopinabile.

     Ti ringrazio.

  • Chiederei a questo suino vestito di verde cos’ha mai fatto in vita sua il suo capo Bossi visto che si riempiono la bocca con questo "allaurà". Ha studiato per corrispondenza alla Radio Elettra e poi ha cominciato a fare il leghista. Li manderei io a lavorare questi quattro sfaticati e mantenuti dalla tanto ripudiata Roma ladrona.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi