Il registro delle chiamate: Rubbi Troia


Gli inservienti di regime che ancora, lingua penzoloni, insistono a cercare di salvare il salvabile, affondando nelle sabbie mobili un po’ di più ad ogni goffo tentativo di sottrarvisi, dicono che Ruby Rubasoldi fosse una ragazza qualunque, cui il premier consegnava decine di migliaia di euro per beneficenza.
Giusto per non farsi mancare niente, ecco un estratto del registro delle chiamate del telefonino di Conceicao Dos Santos Oliveira. Chi era costei?
 
Gli affezionati del blog che il 2 novembre 2010 si sono sorbiti i 40 minuti della diretta streaming “Rendetevi Conto! #0 – La società dei magnaccioni” sanno che Conceicao era la brasiliana coinvolta nel giro di prostituzione che transitava per Arcore. Non fece nessuno scandalo, ovviamente, che avesse sia il numero di cellulare di Silvio Berlusconi, sia il numero della sua residenza romana.
Ora, come aveva registrato Conceicao, nella sua rubrica telefonica, il numero di Karima Heyek, in arte Ruby Rubasoldi? Forse Ruby ragazza qualunque? Magari Ruby educanda? Oppure Ruby suora? O ancora, Ruby pippi calzelunghe? Macchè… Per una qualche bizzarra ragione, la maitresse l’aveva memorizzata come Rubbi Troia.
Continuo a rifletterci su, ma proprio non riesco a capirne il motivo… Un vero e proprio enigma.
(*) grazie a Non Leggerlo


p.s. Il numero di Berlusconi è un 335/…..431. Siccome è un 335, presumibilmente sarà molto vecchio. Solitamente dopo il prefisso hanno 6 cifre. Le ultime 3 le abbiamo, ne restano 1000, dallo 000 al 999. Ci dividiamo il compito di provarle tutte e chiedergli di andare a… diciamo così… dimettersi?

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this

12 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi