Il numero di Berlusconi


Pubblico la registrazione della diretta streaming di questo pomeriggio, dove analizziamo insieme i fatti degli ultimi giorni. La domanda dalla quale partiamo è: perché è stato pubblicato il numero di telefono di Papi Silvio Berluscone?

 

La risposta è dentro di te. Epperò, è sbagliata!

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this

48 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Le solite stronzate di Messora. Un’altro povero illuso che pensa di disarcionare il Cavaliere attraverso collusi Magistrati.

    • se è una provocazione per alimentare il dibattito purtroppo cogente della vergognosa politica alla quale ci siamo condannati ben venga, se è davvero espressione di ciò che senti quale sintesi della tua visione politica sul tema allora la discussione inevitabilmente si chiude. affrontare i temi per slogan e litanie non aiuta di certo il dialogo, serve semmai (sempre meno) al vecchio puttaniere brianzolo per far breccia nelle coscienze assopite dei teledipendentimediaset, quindi nel caso della seconda ipotesi cerca di articolare il tuo pensiero portando fatti e fonti a sostegno delle tue tesi. grazie

  • per Giovanni Brizzi (e non solo)

    Non so quanto la tua affermazione sia dovuta a dolo o a ignoranza.

    Sono veramente stanco di sentir ripetere che una parte della magistratura (quella che lavora e condanna i delinquenti) è politicizzata, di sinistra, comunista, ecc. ecc.  Quasi una generazione è cresciuta con questa convinzione : Berlusconi e tutto il suo fronte di fuoco mediatico l’ha ripetuto tante di quelle volte, che ormai gran parte della gente lo ritiene vero. Ma non è così. Berlusconi non è un perseguitato, ma un fuggiasco. Giova ricordare (per quelli che non ricordano o fanno finta) che Berlusconi entrò in politica per non finire in galera. Nel 1994 il nostro aveva circa 5000 miliardi di vecchie lire di debito con le banche, e il suo principale referente politico, Bettino Craxi, era ormai fuori gioco. Il famoso avviso di garanzia di Napoli del 1994 non fu l’inizio di una persecuzione “politica”, ma la conclusione di molte indagini iniziate con Mani Pulite. Poi qualcuno dovrà spiegarmi cosa c’è di politico in reati quali corruzione, false dichiarazioni di bilanci aziendali, evasione fiscale, ecc. e il recente reato di prostituzione minorile.

    Oggi molti di questi reati sono stati cancellati da leggi mirate, si è dimezzato il tempo della prescrizione, e si è tentato (per fortuna inutilmente) di rendere il Presidente del Consiglio “più uguale” degli altri, con i vari Lodi (Schifani, Alfano) legittimi impedimenti e simili. La magistratura non ce l’ha con Berlusconi, ma ha l’obbligo di contestare i reati a chi li commette, chiunque esso sia.

    Credo sia giunta veramente l’ora che la gente ascolti anche un’altra versione delle vicende, diversa da quella che l’informazione telecomandata ci continua a propinare. E’ ora che la TV pubblica fornisca quel pluralismo dell’informazione indispensabile per una democrazia, che sia l’informazione a controllare la politica e non il contrario.

    Mi auguro che non solo Claudio Messora continui con le sue denunce ma anche gli altri organi di stampa lo facciano, perché quando ci fu l’affare Marrazzo il martellamento mediatico fu talmente forte che lo costrinse (giustamente) alle dimissioni.

    Spero che lo stesso avvenga per Berlusconi, se non altro perché il suo esempio altamente diseducativo sta lentamente distruggendo la parte sana di questo Paese.  

  • Caro Kauto,

    non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire !

    Le uniche riforme che vuole fare Berlusconi, sono quelle che gli garantiscono l’impunità.

    E questo comportamento è contrario alla Costituzione, che la Magistratura è tenuta a far rispettare. Da chiunque.

  • Messora, la cosa che dovrebbe stupire, visto che siamo in una cosiddetta democrazia liberale, non è che un premier si senta per telefono con una battona(altrimenti puoi anche togliere il liberale, se una persona per il solo fatto di ricoprire una carica pubblica, non potesse più fare nella sua vita privata quello che vuole, nel rispetto della legge- e andare con prostitute maggiorenni è perfettamente legale-dove sarebbe la libertà?!) ma che la magistratura dia in pasto alla stampa il cellulare di un presidente del consiglio, che ha comunque lo stesso diritto di chiunque altro a non veder divulgato il proprio numero contro la propria volontà!

    Se un premier va a puttane, poi magari il suo governo fa leggi contro i clienti delle prostitute, fanno benissimo i giornalisti a sputtanarlo. Ma che la magistratura, nel totale sprezzo della privacy, mandi in giro delle informazioni che dovrebbero rimanere riservate, non dà sicuramente una bella immagine alla magistratura stessa!

    Vedendo anche questi questi comportamenti poco professionali(oltre a tanti errori giudiziaria, e lentezza dei processi), poi è normale che qualunque persona di buonsenso, con un minimo di cervello(che non sia annebbiato dalla propaganda legalitaria, che considera la magistratura come un’organo infallibile, da ammirare in maniera acritica, come una sorta di DIO), non abbia una buona opinione del sistema giudiziario italiano, e della casta magistrale

    • Forse non ci siamo capiti, io dico solo che se la magistratura agisse in maniera un po’ più professionale, tutelando anche maggiormente la privacy di indagati e non (non credo ad esempio che sia regolare che siano finite sui giornali anche intercettazioni di persone che non sono indagate e accusate di alcun reato), farebbe nascere meno sospetti sul suo operato. Chi è nel giusto, dovrebbe stare più attento a non compiere certe scorrettezze, perchè altrimenti questi errori, fatti magari persino in buona fede, possono essere male interpretati, e strumentalizzati.

      Per quanto riguarda le 400 pagine, hai ragione, non le ho lette, ma il fatto che i numeri sputtanati siano quelli di Berlusconi, o di qualcun’altro, poco cambia ai fini del discorso. Insomma se la magistratura stasse più attenta a rispettare determinate norme sulla privacy, forse molte meno persone si farebbero venire certi dubbi sul suo operato, e avrebbe tutto da guadagnarci.

      secondo me è giustissimo dare ai giornali le intercettazioni che riguardano le persone che ricoprono cariche pubbliche, ma è un po’ più discutibile che chiunque sia entrato in contatto con Berlusconi si ritrovi sputtanato, pur non avendo commesso alcun reato(anche se qualcuno può pensare che se lo meritano!)

    • Beh magari una troia maggiorenne e conseziente, in questa vicenda non avrà nessuna imputazione a carico, visto che esercitare quel mestiere non è reato.

      Non è “difendere troie e papponi” ma è una questione di coerenza, se uno dichiara di voler agire per la legalità, e nella legalità, per essere credibile,  le leggi le dovrebbe rispettare lui per primo, compresa anche la privacy, a cui hanno diritto persino le troie e i papponi(perlomeno finchè non comettono un qualche reato). Secondo me gli unici che hanno meno diritto alla privacy, e dovere di trasparenza sono i politici, e pubblici ufficiali

  • byoblu ha scritto :
    autoreferenziale (simile al parlamento) Sì… sai… si chiamano non a caso i tre poteri indipendenti.

    Certo, ma come si può criticare parlamento, si può criticare anche la magistratura, non credi? e se chi governa il parlamento minaccia di ridurre stipendi e pensioni ai magistrati, beh si può anche sospettare che il dispiegamento di forze contro il governo che minaccia lo status quo, venga messo in atto non tanto per chissà quale alto senso di giustizia, ma per conservare determinati privilegi di anzianità, e di pensioni!

    • e infatti sento sempre più gente del Pdl e soprattutto della Lega alzare la testa. Ieri i pidiellini si sono rifiutati di raccogliere le firme oer non so cosa. Hanno detto di farle raccogliere alla Minetti. E oggi sono intervenuto a Rai Due, all’Ultima Parola, insieme alla responsabile delle donne leghiste, e non ho mai sentito pronunciare così tante critiche al berlusconismo mediatico neppure dai più scatenati elementi dell’Italia dei Valori.
      Quindi la gente stufa di questi pagliacci c’è, caro Kauto. Speriamo che tirino fuori i coglioni anche gli altri, perché quello che si deve comprendere è che simili aberrazioni dispotiche non fanno bene al paese, non fanno bene alla sinistra ma, soprattutto, non fanno bene ai milioni di cittadini di destra che vorrebbero persone serie e avere una opportunità di dimostrare le loro idee senza dover soccombere alle Minetti di turno.

    • ovviamente volevo dire i politici di sinistra, fanno i salti di gioia, gli elettori invece stanno nella merda, esattamente come tutti, compreso il “partito” dei NON VOTANTI(di cui faccio parte, perlomeno finchè non salterà fuori qualche schieramento politico decente, che mi ispiri un minimo di fiducia)

  • Il fatto che b. Vada a puttane non é un problema. Il problema che poi alle puttane offre anche posti politici A SPESE NOSTRE! Altro problema che poi va sempre a reti unificate a raccontare fandonie pensando che siamo tutti rincoglioniti!!!! Certo é che anche i magistrati potrebbero avere lo stesso accanimento anche con Dalema, Veltroni, Vendola etc. Etc …che certo non sono santi.
    • Quoto, d’accordissimo con te, il problema non sono le puttane in se, ma lo sfruttamento del ruolo pubblico, per finalità private. Chi non va a puttane, ma sistema l’intera famiglia in incarichi pubblici, commette ugualmente un “crimine”(anche se purtroppo la raccomandazione dell’intera famiglia non è punita dal codice penale)

      Anche io spero che Berlusconi si dimetta presto, almeno forse si volterà pagina(oddio, purtroppo considerando i politici che ne prenderanno il posto, si volterà pagina per modo di dire), però non credo nell’imparzialità della magistratura

  • byoblu ha scritto :
    Sull’imparziale possiamo discutere. Sull’autoreferenzialità devi schiarirti le idee: il potere giudiziario è autoreferenziale per Costituzione. Altrimenti gente come quello che difendi tu potrebbe fare quel cazzo che vuole ancora di più.

    Autoreferenziale, nel senso che quando c’è da difendere la categoria, mettono in campo un grandissimo dispiegamento di forze, ma quando sono gli interessi e le vite dei cittadini ad essere nelle loro mani, campa cavallo che l’erba cresce!

    Mio padre ha subito un abuso edilizio ai suoi danni, e il processo per far valere le sue ragioni va avanti da 10 anni. Insomma i processi del normale cittadino, che vorrebbe avere giustizia in tempi umani, sono infiniti.

    In questi casi invece sono rapidissimi!

    • Insomma i processi del normale cittadino, che vorrebbe avere giustizia in tempi umani, sono infiniti.

      E pensa che io ho un processo per una causa di lavoro che va avanti da almeno tre anni. L’anno scorso mi hanno fissato la data per l’appello. Quando? Nel 2012!!! Per due anni dopo. Campa cavallo che l’erba cresce.

      Però un conto sono le cause civili e un altro conto le cause penali. Per di più, se coninvolgono un Presidente del Consiglio, coinvolgono gioco forza tutto il paese, per cui volenti o nolenti. sono più importanti. Fattene una ragione.

  • Avviso ai naviganti: fastweb (il mio provider attuale) non mi permetteva di inviare una mail contenente un link verso il sito de ilfattoquotidiano.it. Solitamente il rifiuto di invio avviene perchè riconosce quell’email come spam. Ho fatto diversi tentativi: mi permetteva di inviarla solo se eliminavo il link verso ilfattoquotidiano.it. Se avete fastweb provate anche voi e poi sappiatemi dire qualcosa!

  • byoblu ha scritto :
      Se poi vuoi ripetere a pappagallo che esiste un problema di privacy, io cosa ti devo dire. Però riflettici.

     

    Non è un ripetere a pappagallo, ma quando delle intercettazioni di terze persone, per le quali non c’è nemmeno un capo di imputazione(e quindi sono innocenti al 100%, anche se non ci fosse la presunzione di innocenza, che però c’è, e quindi non si può far finta che non esista), finiscono in pasto alla stampa(invece di essere cestinate, o tutt’alpiù usate con la massima discrezione solo durante il processo), la violazione della PRIVACY E’ LAPALISSIANA!

    Sfido chiunque a dimostrare, leggi alla mano, che non sia così, che sia perfettamente regolare intercettare persone innocenti(e qui ripeto che anche una puttana, è innocente davanti alla legge, e anche se fosse imputata gode cmq della presunzione d’innocenza), e addirittura non indagate, e spiattellare le conversazioni private su tutti i giornali, in tv e su internet.

    I magistrati dovrebbero avere il dovere di tutelare la privacy dei propri indagati, specialmente se questi non sono pubblici ufficiali

    Solo i cretini che confondono la democrazia, col motto “INTERCETTATECI TUTTI”(che è l’esatto contrario della democrazia) possono essere ciechi di fronte a questa colossale violazione della riservatezza di non poche persone addirittura non imputate, e accusate di nulla!

    I magistrati possono permettersi di non avere nessuna cura della privacy dei cittadini, perchè appunto sono una casta autoreferenziale, in cui il CSM(l’organo di controllo) è eletto per i 2/3 dai controllati.

    Insomma è come se Berlusconi ai processi, potesse eleggersi da solo i giudici!

    ps. immagina per assurdo di aver partecipato una sera a una cena di Berlusconi, e magari di essere anche cliente di qualche escort(maggiorenne). Ti intercettano, e ti sbattono con tanto di nome e cognome in tutti i giornali, e tutta l’italia venisse a sapere che vai a puttane!

    E il tutto senza aver commesso alcun reato. non credo che ti farebbe tanto piacere, e se non è violazione della privacy questa, allora aboliamo proprio qualunque legge sulla privacy, che si fa prima!

  • Interessante che qua ci sia kautostar che in qualche modo condivide alcune istanze del berlusconismo, ed ha la costanza di scrivere qua da molto tempo, e che byoblu si prenda la briga di instaurare un dialogo con lui, anche se, secondo me, kautostar troppo spesso parla per idee preconcette e non verifica i fatti reali.

    Tuttavia pensandoci bene qualcosa di vero e di importante secodo me c’è anche nelle basi del pensiero di coloro che in buona fede sostengono, o forse meglio dire sostenevano, Berlusconi, ed è utile che anche gli antiberlusconiani se ne rendano conto.

    Berlusconi tradizionalmente è contro la magistratura e fa la vittima nei confronti delle “toghe rosse”. Questo è ovviamente un vittimismo esagerato e una scusa per evitare di essere processato, però… però è vero che all’interno della magistratura ci sono e ci sono sempre state correnti politicizzate, è vero che è stato sempre possibile sapere a priori l’orientamento politico di alcuni magistrati, e che le sentenze in passato hanno in effetti rispecchiato questo orientamento; è vero che la corrente di sinistra è molto forte e lo era ai tempi di mani pulite. Secondo me (questa forse è una mia estrapolazione ma penso che sia verosimile) è anche vero che i magistrati, per fare delle operazioni molto importanti, ad alto livello, hanno bisogno di una certa copertura politica. Questo non toglie che a mani pulite la corruzione ci fosse veramente e che quindi sia stato giusto farla, ma spiega come mai sia stata fatta proprio in quel momento, quando il PCI era in difficoltà in seguito alla caduta del muro, e da mani pulite potevano venire danneggiati (e infatti lo sono stati) i partiti che sono sempre stati al governo, che hanno quindi avuto la possibilità di essere corrotti, e non il PCI che al governo non era (e che prendeva invece i soldi dall’URSS). Inquisire i politici per tutti gli anni 80 sarebbe stato un suicidio per qualsiasi magistrato. Ma con una certa copertura politica, mani pulite si è potuto fare.
    Se non ci nascondiamo dietro a un dito, questo lo dobbiamo ammettere.

    Ancora. Quello che ha danneggiato la sinistra e il centro-sinistra più di tutto è l’infinita ipocrisia dei suoi leader. Mi spiego. Adesso grazie a molti che fanno informazione “libera” possiamo sapere che Berlusconi ha avuto contatti con la mafia, ha corrotto giudici e politici, insomma ne ha fatte di tutte di più anche prima di “scendere in campo”, ma perché la sinistra non ha usato questi argomenti fin da subito, e ancora più sorprendentemente non li usa neanche ora?
    Io mi ricordo le campagne elettorali del 94. A sinistra tutti, tutti parlavano malissimo di Berlusconi, Berlusconi è brutto, è il simbolo del capitalismo, la sua televisione è trash, una campagna mediatica formidabile (allora era la sinistra, ammettiamolo, a detenere il maggiore potere mediatico), ma mai, mai nessuno che parlasse degli affari sporchi di Berlusconi e dei veri argomenti per cui Berlusconi non avrebbe dovuto essere eletto. In quello scenario Berlusconi ha avuto buon gioco nel fare la vittima e, lo confesso, con rammarico, io ero giovane, ed ero dalla parte di Berlusconi perché in effetti dava l’impressione di essere un perseguitato.

    Ebbene è chiaro che fra il PD, ex DS, ex PDS, ci sia stato fin da subito qualche sorta di accordo sotterraneo, per cui il partito di centro sinistra si impegnava a fare una opposizione diciamo “politicamente corretta”, basata sulla solita retorica o al più su qualche scandalo sessuale, ma non tirando mai fuori gli argomenti sopra citati. Persino il famoso conflitto di interessi, chi ne parla più? La sinistra in questi anni non ha mai dato veramente fastidio a Berlusconi, e questo non è, come ingenuamente qualcuno continua a pensare, per incapacità dei suoi leader, ma sicuramente per scelta consapevole. Basta vedere il famoso video di Violante alla camera http://www.youtube.com/watch?v=swntE1iWB5Y
    Non ci è dato sapere i termini di questo “accordo”, e di come Berlusconi sia riuscito a rendere l’opposizione mansueta, e aggiungo anche, a spaccare fino a distruggere i partiti di estrema sinistra (anche questo non lo trovo un caso). Ma è evidente che questo tipo di accordo ci sia.
    Per cui una gran parte della colpa, se Berlusconi è lì a fare quello che fa, è dei dirigenti di sinistra.
    Questo è molto preoccupante perché vuol dire che la gente ora è stufa di berlusconi e allora voterà a sinistra quelle stesse persone che lo hanno protetto ed hanno fatto accordi con lui finora.

    Insomma con questo intervento vorrei alla fine sollecitare tutte le persona a non ragionare per partito preso e “tifare” una parte contro un altra, berlusconiani contro antiberlusconiani, destra contro sinistra, perché così si riduce la politica ad un tifo calcistico e non si ragiona mai sulle cose.

     

    • Ci tengo a precisare che non sostengo il Berlusconismo, ma faccio parte del “partito” dei NON VOTANTI, non ho votato nel 2008 e non voterei nemmeno ora, perchè non ce n’è uno che si salva, uno che mi piaccia, uno che possa perlomeno sembrare meno peggio!

      Per il resto non sono per niente d’accordo con te, la sinistra è da quando Berlusconi è sceso in campo, che non fa altro che ripetere che è mafioso, è proprio quello il problema della cosiddetta opposizione, che sanno solo puntare il dito contro Berlusconi, ma non si sono mai mostrati migliori, non hanno mai proposto nulla di migliore, non hanno idee, anche loro sono interessati solo alla politica del parassitismo, sulle tasche dei contribuenti!

      Almeno Berlusconi nel 1994 si era mostrato con idee nuove, come una forza politica innovativa, ma poi anche lui s’è comportato come tutti gli altri, non ha fatto un cazzo a favore dei lavoratori autonomi, di chi lavora con partita iva, di chi in questo paese è oppresso da una imposizione fiscale allucinante (che per gli autonomi sfiora complessivamente il 70%)

      Cmq io non sono un sostenitore di Berlusconi, ma dire che la magistratura è imparziale, e negare che sia una casta autorefereniale, piena di privilegi, sognifica solo guardare in faccia alla realtà, solo un’illuso o un’imbecille può pensare che la magistratura non possa cadere negli stessi peccati dei parlamentari, e che il suo operato sia sempre perfetto e incriticabile!

  • Harlock ha scritto :
    Non ci è dato sapere i termini di questo “accordo”, e di come Berlusconi sia riuscito a rendere l’opposizione mansueta, e aggiungo anche, a spaccare fino a distruggere i partiti di estrema sinistra (anche questo non lo trovo un caso). Ma è evidente che questo tipo di accordo ci sia.

    Ma scusa, perchè fantasticare di fantomatici accordi, la questione probabilmente è molto più semplice, visto che anche i partiti di sinistra hanno i loro grossi scheletri nell’armadio, non gli conviente buttarla troppo su certe questioni.

    Come diceva un politico del passato(non ricordo chi) “mai fare il gioco a chi è più puro, che c’è sempre uno più puro che ti epura!”

  • Harlock secondo me dice bene però,di nuovo secondo me, si dimentica di dire un concetto base:

    ma come puo un magistrato,proprio loro, non avere un idea politica e quindi non essere “di parte”?!?!?!?!(mi sembra fin giusto).secondo me a parte abusi palesi non ha senso soffermarsi su “problematiche” del genere che sviano solo l’attenzione sui temi centrali della questione.(tipica mossa mediatica/politica)penso che comunque “l’accannimento” sul berlusca(secondo me giusto) derivi dal fatto che se lo si riesce a far abdicare prima che muoia si potranno aprire,e concludere, indagini per portare a galla “merdate” di sx e di dx senza dover aspettare i soliti 50 anni e le solite lapidi prima che vengano palesate a tutti i livelli(libri di storia scolastici) verita attuali.

    (neccisitamo di una riforma del sistema giudiziario,ma non dal berlusca XD)

    ciao

    fabio

    ps:visto che tutti dichiarate di essere NON VOTANTI vi pongo una questione:

    io quando ai seggi ero indeciso ho sempre vidimato la scheda con relativa denunzia perchè pensavo fosse l0unico modo per non destinare soldi ai partiti.è vero o è solo una mia mera illusione?

    continuate cosi!!!!!!!!!!

  • kautostar86 ha scritto :
     la questione probabilmente è molto più semplice, visto che anche i partiti di sinistra hanno i loro grossi scheletri nell’armadio, non gli conviente buttarla troppo su certe questioni…

    E’ vero, ma almeno potrebbero far finta di essere contrapposti, potrebbero spartirsi il governo con berlusconi alternativamente, potrebbero anche alzare la voce, seppure per finta, un pò di più contro Berlusconi, visto che Berlusconi non perde occasione per dire che i suoi avversari sono un pericolo per la democrazia e creano miseria terrore e morte. Non stanno gestendo una “casta” tutti insieme sullo stesso piano, ma sembra che siano tutti sottomessi per lasciar fare a Berlusconi quello che vuole.

    Personalmente, vista la facilità con cui Berlusconi riesce a coprare i voti per la sua fiducia, penso che si sia comprato uomini chiave nel momento in cui gli servivano. Un altra cosa che non avevo citato è anche la P2 col suo piano di rinascita democratico, in cui era specificamente stabilito un badget per corrompere alcuni uomini chiave ed ottenere specifici obiettivi. E naturalmente la nuova P3 di cui nessuno parla più. Penso che avendo le finanze e ragionando in modo pragmatico, Berlusconi abbia potuto effettivamente ottenere gli obiettivi che si è prefissato.

  • la prostituzione e’ legale.. quindi nulla di male..

    ma publicare intercettazioni e’ sbagliato perche’ p-uttane e clienti non vogliono essere “s-puttanati..”

    ma abbiamo appena detto che non fanno nulla di male..non commettono reati..

    ..ok allora forse si tratta di un problema di costume , di reputazione..di moralita’..di etica pubblica..

    faccio la p-uttana e non lo voglio far sapere..

    vado a p-uttane e non lo voglio far sapere..

     

    perche’ non lo voglio far sapere se non c’e’ nulla di male?se e’ legale?

     

    se non c’e’ nulla di male..se e’ legale..un mestiere come un altro..allora qual’e’ il problema se poi io P-uttanone emerito poi vengo fatta entrare in politica o ottengo incarichi pubblici?

    perche’ parlare di violazione della privacy di gogna e di S-puttanamento, di valori morali..di etica
    ??

    e’ tutto legale.. tutto normale.. persone adulte che comprano e offrono prestazioni e servizi..

     

    MA ALLORA DI CHE CAVOLO VI LAMENTATE?

    qual’e’ il problema se poi qualche innocente conversazione su prezzi di Po-mpini 

    o serate passate a lavorare a domicilio finisce in una intercettazione??

    perche’ fate sto casino sulla privacy??

    la privacy de che?? E’ TUTTO LEGALE!! E’ TUTTO APPOSTO

    P-uttane..P-apponi..Ruffiani.. uscite allo scoperto orgogliosi e

    SMETTETELA DI ROMPERE LE PALLE SE FINITE INTERCETTATI MENTRE NON FATE NULLA DI MALE………

     

     

     

     

     

  • Continuare a parlare di Magistratura “politicizzata”, rossa, ecc. non fa altro che favorire Berlusconi, confermare in qualche modo quello che lui, per sua convenienza (si badi bene, non nell’interesse del Paese) va ripetendo da quasi un ventennio. Ma se così fosse, come mai il terrorismo “rosso” è stato sconfitto, tutti i processi quasi ultimati con condanne definitive e invece le stragi di matrice “nera” restano ancora impunite ? Ma non vorrei allargare troppo il discorso. Voglio attenermi ai fatti di cui si discute.

    Si continua a parlare di privacy. Mi chiedo cosa può esserci di privato in un uomo pubblico. L’indignazione per il suo comportamento non dovrebbe riguardare solo il cittadino, ma anche il genitore. Educhiamo i nostri figli a essere bravi, perché il merito viene premiato e poi scoprono che basta una buona raccomandazione per ottenere carriera e successo ; per non parlare poi delle donne (soprattutto se giovani e carine) che se aprono le gambe poi gli si spalancano  tutte le porte.

    Concordo pienamente invece sul fatto che praticamente l’opposizione a Berlusconi (che tanto il cosiddetto centrodestra si impersona con lui) è stata ed è   a tutt’oggi inesistente, a cominciare dalla sua eleggibilità.

     La legge 361/57  all’art. 10 recita che  “non sono eleggibili …coloro che… risultino vincolati con lo Stato… per concessioni o autorizzazioni amministrative di notevole entità economica”. Nel 1994, quando Berlusconi fu eletto, fu presentato ricorso, ma in Parlamento (con un terzo dei deputati assenti) la Giunta per le elezioni rigettò il ricorso, grazie anche ai voti favorevoli (o astenuti) di una parte dell’allora PDS di Massimo D’Alema e dei Progressisti.

    E’ noto altresì come a Berlusconi sia stato garantito il mantenimento delle sue televisioni. Come avrebbero potuto fare una legge sul conflitto d’interessi ?

    Ma non parlerei di accordo, semmai di ricatto, anche perché non si spiega altrimenti il silenzio della Santa Sede in tutti questi anni.

    A Berlusconi hanno permesso di fare tutto quello che gli pare perché (ma questo è un mio pensiero) è il rappresentante spendibile per l’opinione pubblica, di  interessi politici, economici, mafiosi e “vaticani”.

    Spero anch’io che si possa processare Berlusconi prima della sua dipartita, perché come uccidendo Mussolini non si è sconfitto il fascismo, eliminato Berlusconi rimarrà il berlusconismo.

     

    • roberto p. ha scritto :
      Continuare a parlare di Magistratura “politicizzata”, rossa, ecc. non fa altro che favorire Berlusconi…”

       

      No. Io non ho scritto magistratura rossa come la intende Berlusconi ovviamente, e non ho mai voluto dire che la magistratura sia stata in malafede. Ho fatto un ragionamento per capire la realtà dei fatti.
      Capire la realtà dei fatti e rendersene conto non favorisce Berlusconi.
      Invece il pericolo maggiore che io vedo in questo momento è proprio quello che molti finiranno per essere contro Berlusconi, e qualsiasi cosa andrà bene pur di essere contro Berlusconi. Qualcuno cavalcherà l’onda del malcontento e ci ritroveremo dopo con qualcosa forse anche peggiore.
      Scontro estremizzato destra-sinistra, milan-inter: male.
      Comprensione della realtà e discussione: bene.

       

        La legge 361/57  all’art. 10 recita che  “non sono eleggibili …coloro che… risultino vincolati con lo Stato… per concessioni o autorizzazioni amministrative di notevole entità economica”. Nel 1994, quando Berlusconi fu eletto, fu presentato ricorso, ma in Parlamento (con un terzo dei deputati assenti) la Giunta per le elezioni rigettò il ricorso, grazie anche ai voti favorevoli (o astenuti) di una parte dell’allora PDS di Massimo D’Alema e dei Progressisti.

      Questo non lo sapevo. Un’altra cosa schifosa che ho imparato.

      E’ noto altresì come a Berlusconi sia stato garantito il mantenimento delle sue televisioni. Come avrebbero potuto fare una legge sul conflitto d’interessi ? Ma non parlerei di accordo, semmai di ricatto, anche perché non si spiega altrimenti il silenzio della Santa Sede in tutti questi anni.

      Non ho capito il nesso con la Santa Sede.
      La Santa Sede ovviamente è accondiscendente col governo (e ora si trova un pò in difficoltà) perché le sue maggiori fonti di reddito sono garantite dal governo. L’8 per mille, le esenzioni fiscali su immobili e attività economiche, gli incentivi per le scuole private…

       

  • Saremmo tutti più soddisfatti se Berlusconi si facesse processare per i reati più gravi commessi e da imprenditore e da politico. Ma in tutti questi anni Berlusconi è riuscito sempre a farla franca, depenalizzando i reati, dimezzando la prescrizione, quindi allungando ad arte i processi, cercando in tutti imodi di garantirsi l’impunità. Si è visto altresì che tutte le nefandezze commesse in questi anni, non hanno smosso di una virgola gli Italiani.

    Allora ben vengano i reati sessuali, che hanno il pregio di non avere niente di “politico”, si da non poter chiedere impedimenti vari.

    D’altra parte Al Capone, nonostante tutti i reati di mafia, fu condannato per evasione fiscale. 

  • Allora, ho letto con attenzione e lontano dai pasti i vostri commenti per evitare il peggio.

    Meno male esistono questi spazi per potervi insultare argomentando.

    Certo non spetta a me spiegarvi che i magistrati inquirenti non dispongono le intercettazioni, le chiedono. I magistrati inquirenti non sono al di sopra della legge. Per intercettare, per disporre un arresto, per disporre una perquisizione devono CHIEDERE.A chi chiedono? Al giudice. Il giudice legge quanto prodotto dai magistrati in collaborazione e coordinando le forze di polizia giudiziaria. Abbiamo 3 gradi di giudizio nella nostra merdosa patria e non tutti hanno la fortuna di potersi permettere pool di avvocati che fanno anche i parlamentari. 

    La storia del mafioso di Arcore affonda le radici dal padre, Luigi e la banca Rasini di cui era procuratore.

    Berlusconi non è un politico, è un eversivo. Si chiama eversione chi si difende in tv a reti unificate e non dentro l’aula di un tribunale come ogni cazzo di cittadino DEVE fare. 

    Mangano è o no un eroe? Dell’Utri ha preso o no 7 anni in cassazione? Berlusconi è stato prescritto o assolto? (andate voi a vedervi in quali processi) La più grossa casa editoriale Italiana è stata o no presa corrompendo un giudice? (uno dei reati peggiori, stupro della giustizia) Chi era il committente della corruzione? Era o non era “abbonato” ad una associazione segreta con fini eversivi? Possiede o non possiede uno STRAPOTERE mediatico degno del cile di Pinochet? La lista è lunga cari narcotizzati e corrotti che non siete altro…

    Delle due una siete, o peggio, ambedue…

    Che dire poi del resto? Spazzatura che ci meritiamo, perchè tanto siamo … 

    W la TUNISIA!!!

  • Se Berlusconi fosse in grado di comprendere la realtà e tutti questi anni avesse scelto di dialogare, sicuramente non ci troveremmo a questo punto.

    La storia italiana di ultimi 50 anni vede implicato in tutti i misfatti lo I.O.R (Istituto di Opere Religiose) di proprietà della Santa Sede che, in quanto sito in uno Stato indipendente, gode di tutti i vantaggi di extraterritorialità, pur operando come una qualunque banca. Per la cronaca lo I.O.R. fu implicato nel caso Sindona, nel fallimento del Banco Ambrosiano di Roberto Calvi, fu il collettore di tutte le tangenti della D.C. di Andreotti e il crocevia della maxitangente Enimont, emersa durante le indagini di Mani Pulite. Ai magistrati di Milano (Di Pietro in testa) fu impedito di indagare, perchè la Santa Sede coprì gli alti prelati e il maggior responsabile delle operazioni, monsignor Paul Marcincus, che fu salvato dall’arresto e opportunamente   trasferito negli USA, su paese d’origine.  Da non dimenticare poi i legami con la banda della magliana e il coinvolgimento nella vicenda ancora misteriosa di Manuela Orlandi. Ecco, è in  questo contesto che matura il ricatto, perchè Berlusconi (o chi per lui) conosce tante di queste storie.

    P.S.:se ti interessa conoscerne di più ti consiglio di leggere “Vaticano S.p.A” di Gianluigi Nuzzi.

  • credevo fosse chiaro che il mio era un commento ironico..

    si difendono dicendo che non fanno nbulla di male.. ma poi si dicono sput:tanati dalle intercettazioni..

    delle due l’una, o non fai nulla di male o sei sput-tanato

    non si puo essere sput:tanati mentre non si fa nulla di male…

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi