Provaci ancora Augusto, dì che erano 4 gatte!

Oggi piazza Castello, a Milano, sembrava piazza Tahrir al Cairo: non si sono mai viste tante persone stufe, dannatamente stufe. E le altre città italiane non erano da meno: la stessa musica, lo stesso concerto, lo stesso spartito a 4, 100, 2 milioni di mani.
 
 Se non ora, quando? Sempre, dico io: se non ora, sempre! Dove era tutta questa gente quando Berlusconi si comprava la Mondadori grazie alla corruzione del giudice Metta? E quando David Mills veniva corrotto? E quando si depenalizzava il falso in bilancio? E quando baciava le mani di Gheddafi, dopo avergli portato 200 hostess bionde sopra il metro e settanta? E quando apprezzava il regime di Lukashenco? E quando faceva lingua in bocca con Mubarak, promettendo di andare a scuola di democrazia da lui? E quando si sottraeva alla giustizia, quando delegittimava la magistratura, quando occupava gli studi di Porta a Porta, quando prometteva 16 miliardi di euro agli abruzzesi e poi non se ne vide nessuno?
Ora, per quattro puttane e per una telefonata in questura, l’italia s’è desta. Un risultato che poteva essere battuto solo se avesse abolito il campionato di calcio.
O è Natale tutti i giorni, o non è Natale mai. In ogni caso coraggio, provaci ancora Augusto! Stasera, dì che erano 4 gatte. Fallo, perché in ogni caso, quando il regime cadrà, tu ti discioglierai insieme ai liquami fognari.

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this

18 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • L’ho sempre sostenuto che questo paese ruota attorno alla f*ga. Nel bene o nel male, è lei che tira le fila da dietro le quinte.

    Beh, stiamo a vedere se l’italia s’è desta DAVVERO.

    Io ho paura che sia solo un’ondata di sdegno “temporaneo” facilmente arginabile dal Governo.

  • L’Idaglia è sempre stata desta, solo che la maggioranza degli idagliani sono ben rappresentati da chi siede sulle poltrone della politica. L’ho già ripetuto tante volte ma lo ribadisco per l’ennesima: Berlusconi non è la malattia è solo il sintomo. Non tiene nemmeno la scusante della tv che ha fatto il lavaggio del cervello agli italici, basta pensare che i vari Andreotti, Craxi, Spadolini & co. venivano votati e “tollerati” ben prima che la tv spazzatura inondasse i cervelli della penisola.

    Basta fare un giro tra le persone comuni per capire di che pasta son fatti gli idagliani, basta vedere come guidano, come usano i telefonini in pubblico, come rispettano le code, come usano il carrello al supermercato, come usano il posacenere della macchina ecc. ecc.

    Io non ho girato il mondo ma abito a 1 km dal confine svizzero e vedo un altro mondo quando attraverso il confine e non solo negli ultimi 15 anni ma da sempre. La maggioranza degli idagliani sono ignoranti, egoisti, cafoni, cialtroni, maleducati, incivili ed arroganti e questa è la vera malattia che ci affligge.

    Una volta fatto fuori Berlusconi (politicamente o meno) non cambierebbe nulla e la dimostrazione è stato Craxi: all’apice dello schifo per la politica corrotta quando era evidente come il sole la putrida base su cui poggiava la Repubblica istituzionale guardate cosa sono stati capaci di accettare gli idagliani. Addirittura la maggioranza crede ancora che ci sia differenza tra Pdl, Pd, Lega, Udc e compagnia bella…

    Il popolo idagliano (tranne una sparuta minoranza) merita l’estinzione immediata e sanza appello!

    • Fantastico… complimenti, non avrei saputo usare parole migliori..

      E mi dispiace, perchè gli ultimi millilitri di speranza che serbo dentro prima o poi spariranno, perchè in fondo vedo gli “idagliani” esattamente come li hai descritti tu.

      Certo, fatta eccezione per una piccola minoranza…

      E questa cosa mi spacca dentro, fa male…

      E’ triste, non è pessimismo, è senso della realtà, voglia di una vita migliore senza dover per forza emigrare….

      E’ una rabbia umida, buia… non è pessimismo.

      Io nel mio piccolo ho sempre cercato di nuotare controcorrente, ma non è facile.. soprattutto se tutto intorno trovi un pressapochismo di massa che guarda solo esclusivamente al proprio interesse.

      Ogni giorno spero che succeda qualcosa che mi convinca che il mio era (è) solo pessimismo….

      Ogni giorno vedo blasfemia in continua crescita, costante espansione.

      Il resto è scritto nella tuo post.

      Chi vivrà vedrà.

  • E di cosa parla il suo TG? dopo un servizio sul prossimo festival di Sanremo, una splendida inchiesta sugli interventi di chirurgia estetica da fare ora in vista dell’estate!!!! 

    Dalia

    p.s. non ho seguito il TG, mi sono limitata e sentire gli argomenti che avrebbe trattato

  • Il filmato che vi linko dovrebbe essere visionato dal RIS di PARMA, gli esperti dovrebbero studiare le menti di queste persone che difendono SB e magari venire a capo della terapia.

    Ho apprezzato le parole di questo avvocato genovese. In gambissima.

    L’avvocato dice ai manifestanti davanti al palazzo di giustizia che o sono in malafede o sono stupidi.

    guardate che carica la signora! 

    YouTube – Milano, insulti al presidio Pdl davanti al tribunale

  • Dov’era questa gente? Magari nelle proprie case, senza essere a conoscenza di quanto avveniva ed è avvenuto. Non dimentichiamo come i nuovi media (Internet, Facebook su tutti, e ci aggiungerei pure il ruolo de Il Fatto Quotidiano) siano riusciti a rompere qualche argine e a organizzare e canalizzare la protesta. Cinque, dieci anni tutto questo sarebbe stato possibile? Probabilmente no.

    Per questo motivo io dico: meglio tardi che mai… al limite speriamo si tratti di un bell’inizio piuttosto che di quelle manifestazioni "una tantum"… Non fa mai male ricordare che non tutti hanno i mezzi intellettuali ed economici per informarsi, prendere coscienza e successivamente reagire…

    • E’ quello che sostengo da sempre : se l’informazione non è obbiettiva, e solo alcuni accedono (vuoi per mancanza di mezzi o di voglia) all’informazione libera, i risultati si vedono :

                                              QUINDICI ANNI DI BERLUSCONI

      La propaganda viene usata proprio per addormentare  ed impedire di prendere coscienza della reale situazione. Quando tutti i cittadini avranno accesso ad una libera informazione non credo si ripetano più simili situazioni, perchè cittadino informato equivale a cittadino non fregato.  

  •  “Dove era tutta questa gente quando…”

    Dov’era questa gente non so, so solo dov’ero io, e non ero certo con Berlusconi.

    Comunque sia….

     In piazza Castello IO, oggi, C’ERO…

  • Silvio Berlusconi è dal 1994 che scappa e proroga l’articolo 280 del c.p.p.

    Arriva.. Arriverà e non solo per te, piccolo maledetto bugiardo puttaniere brianzolo.

  • E’ utile ricordare che la Resistenza fu fatta da una minoranza quando tutti gli Italiani erano fascisti.

    Le leggi razziali del 1938 furono promulgate “anche” in Italia, non solo in Germania. 

    Poi lo choc della guerra risvegliò tutti gli Italiani dall’incubo.

    Finchè ci sarà una minoranza che si batte anche per la maggioranza, resto fiducioso.

    P.S. (fuori tema ma ritengo utile sottolinearlo)

    La trasmissione televisiva che è all’origine di questa TV spazzatura non è DRIVE-IN, ma COLPO GROSSO.   DRIVE – IN, anche se con risate finte, era una trasmissione comica che scimmiottava proprio trasmissioni alla “COLPO GROSSO”, che aveva come unico scopo quello di mostrare le “grazie” delle signorine.

    • DRIVE – IN, anche se con risate finte, era una trasmissione comica 

      Sì, Roberto, ma non dimenticare che Colpo Grosso andava in onda su reti minori e in fascia protetta. Drive-In ha sdoganato le classiche inquadrature mediaset, le poppe al vento, le veline usate come stacchetto tra un’intervento e l’altro al grande pubblico, bambini compresi che sono cresciuti con quell’idea della donna in testa: cosce lunghe, sorrisi ammiccanti e ruolo da pin-up e nulla più.

  • byoblu ha scritto :
    DRIVE – IN, anche se con risate finte, era una trasmissione comica  Sì, Roberto, ma non dimenticare che Colpo Grosso andava in onda su reti minori e in fascia protetta. Drive-In ha sdoganato le classiche inquadrature mediaset, le poppe al vento, le veline usate come stacchetto tra un’intervento e l’altro al grande pubblico, bambini compresi che sono cresciuti con quell’idea della donna in testa: cosce lunghe, sorrisi ammiccanti e ruolo da pin-up e nulla più.

     

    Scusa, ma ti capita mai di vedere qualche canale televisivo estero? più o meno, in generale(ovviamente ci sono differenze tra i vari canali), la quota di tette e culi , e mercificazione dei corpi(non solo femminili) è molto simile a quella della TV italiana.

    Quindi è stata davvero mediaset(e quindi, come dicono molti, è sempre colpa di Berlusconi), a sdoganare questa mercificazione dei corpi a livelli al limite del buon gusto e della decenza?o è una tendenza internazionale(forse gli unici immuni da questa tendenza sono li Stati Arabi e Islamici), dovuta al mutamento dei costumi causato dalla rivoluzione sessuale prima, e dall’era del consumismo poi?Secondo me almeno in questo caso Berlusconi non c’entra molto…

     

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi