Lele Mora vuole mandare i fascisti a spaccare le gambe ai comunisti


Ecco chi è Lele Mora. Per la proprietà transitiva dell’uguaglianza, fate i vostri conti.
 
 

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this

14 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • OT : in un paese civile chi non lavora, non è abbandonato. Vorrei che nella società venisse sradicato il concetto: disoccupato=disperato.Chi non lavora ha diritto a una vita dignitosa.Questo concetto manca a tutti i cittadini.

  • se venissiro i FASCISTI il pappone lele mora sarebbe in un campo di concentramento a morire di stenti e percosse perchè omosessuale.

  • Qualcuno chiedeva se sappiamo quantificare i danni causati da un simile sistema. Eccoli.

    Una società che permette ad un simile personaggio di dire cose simili, è sicuramente una società malata. Dispiace che solo in pochi lo notino.

    Ancora si continua a difendere l’indifendibile parlando dei suoi scandali sessuali. Nella puntata di Annozero di ieri, soltanto Ambra Angiolini ha   centrato il problema : in Italia non si muove foglia che lui non voglia.

    Solo che per “lui” non intendo solo Berlusconi, intendo tutto un sistema che ha voluto che Berlusconi fosse li.

    Avete visto i maiali della politica scappare o scalciare davanti alle domande ?  Storace che ancora si chiede se le ragazze si prostituiscono, quando che nella agenda di Michelle Coincensao (o come cavolo si chiama, di professione prostituta) Ruby è memorizzata come  Ruby troia ; o quando Ferrara si accalora a difendere un puttaniere in nome, non si ben capito, di una non-moralità.

    Non si può più tollerare Berlusconi, ma anche Larussa, Bondi, Gasparri, Cicchitto ma anche D’Alema, Veltroni, Casini, Fini e tanti altri bavosi, ma anche Tronchetti Provera, Geronzi, Marchionne e tanti altri farabutti.  Un cupola che ha ingessato questo Paese, che la fatto scivolare molto in basso, che non ha permesso a oltre 59.900.000 di Italiani di emergere, di diventare quelle “alternative” che si ostinano a dirci che mancano.

    Non voglio vivere in una Italia “berlusconizzata”, come  spiegherò a mia figlia di non aver lottato per evitarlo.

    Non mi vergogno di essere italiano, anzi ne sono fiero, mi vergogno di questa classe dirigente.

    • Chi può dire il contrario … alzi la mano.

      Caro amico mio, anch’io ho il problema di spiegare ai miei figli perchè ho permesso che questo sistema si incancrenisse fino al midollo, ma non temo il loro giudizio … mi vedono ogni giorno su internet scrivere, rispondere, postare, sostenere l’INFORMAZIONE !!

      Più siamo e prima faremo.

      Leggo spesso in questo blog, utenti che si scagliano gli uni contro gli altri, spesso leggo soltanto e non intervengo, mi sentirei come di partecipare ad una puntata di Forum, che purtroppo devo sorbirmi all’ora di pranzo, perchè il proprietario del bar dove mi avveleno ogni giorno, ne è un fan …

      Sono ridotto a dover scegliere il luogo, dove trascorrere la “refezione” … sono contento, e con questo non polemizzo, che tali gestori siano tartassati dal canone rai e dalla siae, due ridicoli balzelli !!

      Io non devo recriminare niente a me stesso, per il resto … “non ti curar di loro, ma guarda e passa”

       

  • la cosa che mi ha fatto più ridere è stata la scalciata di la russa! cioè un uomo di merda, fascistello a modi adolescente e prepotente come un colonnello fascista allo stesso tempo! ministro della difesa..mio DIO come siamo coglioni!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi