Gheddafi uccide. Berlusconi non lo disturba

Gheddafi Berlusconi Rais

 

ATTENZIONE: IMMAGINI MOLTO VIOLENTE
Se il video viene rimosso, si può scaricare da qui

Eccolo l’uomo a cui abbiamo steso ponti d’oro, al quale abbiamo concesso di accamparsi con la sua tenda nei luoghi più sacri della nostra Repubblica; l’uomo al quale il nostro Presidente del Consiglio ha portato in dono 200 ragazze bionde sopra il metro e settanta allo stesso modo in cui gli arabi regalano cammelli; l’uomo con il quale il nostro Presidente del Consiglio ha fatto affari milionari; l’uomo al quale il nostro Presidente del Consiglio ha baciato le mani pubblicamente, come si baciano due mafiosi.
Eccolo mentre per mano dei suoi militari fa trucidare un giovane, insieme a centinaia di altri suoi connazionali che ne hanno abbastanza del tiranno al quale abbiamo regalato miliardi, e che grazie al fondo sovrano libico ha il 2% di Finmeccanica ma, soprattutto, che controlla l’Unicredit con il 7,578% delle quote, contravvenendo alla soglia del 5% massima per ogni azionista. Questo è l’uomo dal quale abbiamo importato il bunga bunga.
 
E mentre il dittatore si prepara ad uccidere altre centinaia, se non migliaia di manifestanti, probabilmente dal suo rifugio sicuro in Venezuela (come sostiene Al Jazeera), assoldando milizie di origine africana in grado – grazie alla loro totale estraneità nei cofronti dei legami tribali – di reprimere nel sangue gli afflati di libertà della popolazione, il nostro dittatore locale dichiara:

“Non ho sentito Gheddafi. La situazione è in evoluzione, quindi non mi permetto di disturbare“.

 Non voglio disturbarlo, dice insomma Berlusconi. Sennò poi sbaglia la mira.
Uno dopo l’altro, tutti i migliori amici del piduista di Arcore stanno cadendo, mostrando il loro vero volto a quanti colpevolmente fingevano di ignorarlo o speravano di poterne trarre vantaggio.
Fra tutti i paesi dell’Unione Europea che si affacciano sul Mediterraneo, l’Italia è forse quella più drammaticamente vicina ai popoli che stanno pagando con il sangue la loro sete di libertà.
Siamo i più vicini, …in tutti i sensi.

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this

6 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • La cosa che più mi lascia basito non è tanto il Berlusconi che ancora una volta viene colpito di rimbalzo dalle sue frequentazioni/amicizie/dichiarazioni.. è come tutti i Leader del mondo (Obama in testa) durante queste rivolte non muovano piede, non diano segnali, non protestino anche solo formalmente..

    ora, posso capire che la democrazia abbia delle “regole di comportamento” per le quali l’intervento in altri paesi sia una cosa poco carina.. ma lasciar morire così delle persone che evidentemente protestano per la loro condizione, mi lascia sgomento.

    Se qui in Italia finalmente ci ribellassimo, e cominciassero a sparaci addosso.. non sarebbe quantomeno gradito l’intervento di un paese democratico che politicamente agendo ci desse una mano per ridurre al minimo le morti?

    non capisco.. mi sto aggiornando sui comportamenti degli altri governi perchè ancora non mi sono chiare tutte le posizioni, ma tra la libia e l’episodio precedente dell’egitto non mi sembra che nessuno abbia detto “bè”.

    cosa ne pensate? mi sbaglio?

  • ma no in questi paesi non esiste una dittatura da annientare (come iraq o afganistan) quindi il loro intervento non è necessario, in questi paesi c’è la democrazia

     

    ** il post è volutamente sarcastico **

  • Berlusconi viene disturbato solo dal “gotico ravvicinato”, da Santoro, dalle toghe rotte, da Piero Ricca, da Di Pietro, dall’informazione libera, da tutti coloro che non la pensano come lui , ma sopratutto contro di  lui… Cosa vuoi che gliene importa dei morti altrui, dei libici, della Libia. È un opportunista, pensa al suo tonaconto, al suo bunga bunga, onomatopeicamente, quasi un presagio per la sua destinazione prossima ventura: Africa-Hammamet. Non gliene è importato d’altronde dei pestaggi commissionati nella caserma di Bolzaneto a  Genova… E poi sbandiera il grave colpo accusato (l’unica accusa contro che accetta senza riserve!)  che gli ha fatto la bua, facendogli cadere un dente (poveretto!), e adesso ci’ha ancora un nervo indolenzito che non gli permette il pieno recupero… ecco è proprio qua (aprendo le fauci fameliche agli increduli cappuccetti rossi  italiani tele-revisionati)… ecco è proprio qua vedete, quasi a voler convincere che il colpo inferto alla sua sacra persona fu reale. Non racconta balle. Già, a volte non le racconta, se torna utile… L’unica cosa che conta è il colpo inferto alla sua sacra e inviolabile persona, il resto è mera formalità, sfruttabile a seconda delle opportunità del momento… Autoreferenzialità il tuo nome è Silvio.

  • Il nostro dittatorucolo televisivo locale, che BEN HA VISTO I FORCONI ALL’ORIZZONTE mentre ci ripeteva alla nausea che la crisi era finita, pensava che finanziando le carceri di Gheddafi potesse pararsi il culo.

    E’ andato in Europa sprezzante digendo "ghe pensi mi, altro che accordi internazionali", addestriamo le motovedette libiche armate, costruiamo carceri lagher in piena violazione del diritto internazionale, finanziamo il regime libico affinchè ci offra scudo chiacciando le pressioni immigratorie.

    Forse non aveva previsto le conseguenze di questo crollo, cioè una pressione migratoria SENZA PRECEDENTI soprattutto in Italia, con l’Europa che per ripicca ci dirà "hai voluto fare di testa tua ? arrangiati!"

    Quasi spero che i Tunisini, Libici, Egiziani, Yemeniti, già che passano in Italia, ci liberino anche a noi. Ma credo non avverrà.

    Sempre saldi in poltrona, con il telecomando in mano, mi raccomando.

  • giusto Byo meglio scaricarseli i video(cosa che faccio spesso visto come si comportano poi siti come YouTube) te l’ho scritto(ne precedente commento) NON perchè cerco vendetta,figurati ma per lo schifo che ne ho contro coloro che decantano la libertà di Internet e poi basta una richiesta di una Police COME la Iranina police,per decidere se

    Senza nemmeno controllare,guardare di che video si tratta.

    Se lo avessero fatto avrebbero visto che lo stesso gira su tantissimi canali-…

    Da qui è chiara l’intimidazione e se quelli di Google(Y.T. RICORDO è di propietà Google)

    si fanno intimidire cosi,dico:un minimo di dubbio sulla Police Iraniana noooo???

     http://gabrybabelle.wordpress.com/2011/02/21/la-mia-risposta-a-quelli-di-youtube-italia-e-alla-iranian-policein-memoria-e-ricordo-di-neda-solatanimorta-il-20-giugno-2009-a-teherannelle-manifestazioni-di-piazza-contro-il-governo-irania/

  • Che tristezza ,vedere queste immagini , vi è cosi tanta cattiveria in questo mondo che  non ne ho piu voglia di starci.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi