Berlusconi Show – Dal Bunga Bunga al generale Franco

Berlusconi si sente come il generale Franco, ma a parte che il secondo perse un testicolo in guerra mentre lui ha perso la prostata, non vedo nessun altra analogia.
Alla conferenza stampa per la presentazione di un centro per la Fondazione Zeffirelli il più grande cabarettista dei nostri tempi, colui che è riuscito a far galleggiare perfino un vecchio stivale rendendolo una nave da crociera festosa e goliardica, sembra particolarmente in vena. Non di fare la persona seria, perché in ogni caso stiamo parlando pur sempre di lui, ma di mostrare spavalderia e strafottenza.
 
Gli chiedono se si sente in grado di governare (domanda un po’ debole) e lui risponde che nessuno potrebbe governare meglio di lui. Sky gli consegna una busta con la richiesta formale di partecipare a un confronto politico in tv, e lui risponde che è un dittatore, e che come il generale Franco butterà al fuego la busta. Dice che la sinistra è rimasta incantata dal Bunga Bunga e che tutti ora fanno la coda per venire. Dice che l’Unità ha meno lettori rispetto ai visitatori di un sito archeologico e termina il giro di walzer ricordando a tutti perché gli elettori votano per lui e non per “loro” (ma loro chi?).
Ormai ha comprato tutto. E’ tutto suo, Parlamento compreso. Può disporre di chiunque come meglio crede. Non ha solo un impero economico, non ha solo tutte le donne che vuole, sia pure senza amore (ma in fondo un certo tipo di ammirazione spasmodica si può anche confondere con l’amore). No: lui dispone di un intero paese, ne è proprietario assoluto. Si compra la maggioranza, fa e disfa le leggi, …dategli tempo e cambierà la Costituzione, abolirà la figura del Presidente della Repubblica, restaurerà l’era napoleonica, si farà nominare imperatore e trasformerà l’Italia intera nel gruppo Mediaset.
E quel che è peggio: sembra a tutti una cosa normale.
A questo punto si salvi chi può. Ingraziatevi il Re. Divenitene i migliori servitori. Datevi battaglia per chi riesce ad ottenerne considerazione e stima, cercate di spillarne il meglio, che siano bustarelle gestite da Spinelli, appalti, enti pubblici ricevuti in dono o prestigiosi incarichi personali.
Ognun per sé e Dio per tutti. Che tanto è già così.

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this

6 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Purtroppo lo vedo in forma, ironico, tranquillo.
    Sarà sicuro di aver comprato tutte le persone necessarie e di poter continuare a fare i comodacci suoi.
    Oppure è solo un pò di coca.

  • Un grande regista al servizio di un GRANDE BUFFONE!!

     

    P.S. . il suo truccatore si deve essere particolarmente impegnato per renderloalmeno presentabile !

  • No caro Claudio

    non sarà mai proprietario dell’intero Paese.

    A me non mi comprerà mai.

    Non mi rassegnerò MAI a vivere in una Italia  “burlusconizzata”.

  • BLA BLA BLA BLA POVERA ITALIA,PER FORTUNA E ANNI CHE VIVO E LAVORO ALL’ESTERO E QUELLO CHE MI RICORDO DELL’ITALIA E CHE NEL LAVORO SOLAMENTE LA GENTE SE LA PASSAVA FACENDO I RUFFIANI CON IL CAPETTO DI TURNO,IO DICEVO STATE ATTENTI CHE TUTTI I SACRIFICI DEI NOSTRI PADRI PER AVERE DEI DIRITTI FACENDO COSI LI PERDEREMO TUTTI.MA NULLA ADESSO LA STRAGANGRANDE MAGGIORANZA AMMIRA UN SULTANO CHE SI FA CHIAMARE PREMIER,SIETE ORAMAI RIMASTI SOLI NEL MONDO UNICO PAESE AD AVERE UN SULTANO CHE VI COMANDA,IO LO CRITICO E PENSO CHE COME UOMO NON SAREBBE DEGNO NEMMENO DI FARE IL NETTURBINO,PERO’ IN QUESTO MOMENTO STORICO E QUELLO CHE VI MERITATE.QUINDI STATE ZITTI E IMPARATE IL BUNGA BUNGA CHE SICURO VI PIACE ANCHE,UNA COSA POSITIVA ALMENO ALL’ESTERO CI FATE PASSARE DEI BEI MOMENTI RIDENDO.BLA BLA BLA BLA…………….

  • Che dire? Spettacolino di terz’ordine…

    Ha la fronte liscia liscia… Pare che per spianare le rughe usino la pelle del sedere… Ma di quale, se il suo è così flaccido? Che abbia comperato anche quella? Mah… Io davvero non trovo più parole…

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi