La vita è una cosa meravigliosa (per Barbareschi)


Il 20 febbraio, o giù di lì, Barbareschi molla FLI, dopo esserci salito in pompa magna sulle note di Ennio Morricone con tanto di lacrimuccia ad effetto, solo tre mesi prima.
Un mese e mezzo dopo il suo ingresso nel gruppo degli scilipotisti, l’uomo che lamentava di non poter andare in Parlamento che una volta su due, perché lo stipendio di parlamentare non gli bastava, vende un programma presumibilmente costoso alla RAI, “La vita è una cosa meravigliosa“, prodotto da Casanova Multimedia, la sua società di produzione.
 
Ma non era Fini quello accusato di avere ganci in RAI? O forse Fini, alla fine della fiera, pensava solo ad agevolare la suocera? Certo è che Berlusconi è Berlusconi! No, dico, ve lo ricordate come il direttore di Rai Fiction, Agostino Saccà, piegasse il capo riverente, paragonando Sua Emittenza addirittura al Papa, in una scena degna di un film di Totò e Peppino?
Ah… la vita, …è davvero una cosa meravigliosa! Specialmente da quando Luca Barbareschi, detto il peristaltico, è entrato in politica.

dal blog di Alessandro Gilioli: vedi, a volte, le coincidenze?

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this

7 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Questo individuo fa parte di quella razza di persone che vuote dentro solamente se la passano ingannando la gente con modi di fare da ricco ma che vada a quel paese lui e tutta la gente falsa marcia dentro e venduta al dio denaro.Sono persone senza dignita’ che non valgono nulla e solamente debbono accontentarsi dei soldi.Che marciume che ce adesso nel nostro paese que quaraquaua uomini senza faccia e sin orgoglio,uominicchi si diceva una volta io direi gente a cui mancano i coglioni e che per vivere nel loro estremo e marcio lusso non ci pensano un secondo a mettersi alla percorina al migliore offerente ,ma vai a fanculo…………….. barbapapa.

  • Uno della folta schiera dei culattoni di regime.

    Senza voler offendere i gay passivi che definisco genericamente gay e non culattoni, ma il termine culattone ben si connota a individui senza dignità, tendenzialmente amorali, supponenti pronti a vendere il proprio deretano, ma preferibilmente quello altrui!

    Barbareschi ne può essere uno dei tanti esempi, nemmeno il più rappresentativo da massoluta mediocrità quale penso sia.

  • Barbareschi: un guitto di infimo ordine, servo di chi offre un euro in piu’; un quacquaracqua’ che solo un paese come questo poteva portare in parlamento.

  • Ma io invidio questa gente, come fanno ad avere una faccia così tosta???

    Se questa gente riesce facilmente a spararla grande, vuole dire che il problema sta nell’interlocutore che non lo smentisce, i casi sono tre:

    1. l’interlocutore è smemorato.
    2. interlocutore è menefreghista.
    3. interlocutore usa anche lui la stessa tecnica.
  • capito il perchè di tanti saltimbanchi nella maggioranza? saranno sempre pronti a leccare perchè i cordoni della borsa dello spettacolo li tiene il porconano

    Barbareschi, come si vive stando piegati a 90° 24 ore su 24?

  • Basta vedere  “l’emblema” della sua società di produzione multimediale, che la dice lunga :

    “CAMALEONTE” !!!!

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi