Cosa faceva esattamente Vittorio

Sono tutti Arrigoni col culo degli altri. Chi lo incensa ma non sapeva neppure chi fose, così come chi lo voleva lasciare là, nella Striscia di Gaza, come Belpietro. Gente la cui missione di imbarbarimento culturale non conosce cedimenti neppure di fronte alla morte, neppure di fronte alla dignità e alla coerenza di chi non aveva il cartellino del prezzo appeso in fronte né avrebbe mai potuto vendere, per un solo istante, la più insignificante delle sue convinzioni in cambio di trenta denari.
 
Per capire chi era e cosa faceva davvero Vittorio Arrigoni, al di là dei fiumi di retorica e della cortina fumogena innalzata per depistarne il ricordo, questo passo dell’intervista di Matteo Ponzano di Reset Radio a Luca Galassi è illuminante.

Vittorio faceva un’attività di interposizione pacifica, non violenta.  Lui si frapponeva tra i militari israeleiani nei campi di prezzemolo al confine e si metteva in piedi con un megafono a gridare “non sparate! non sparate! perché qui ci sono dei contadini che stanno svolgendo il loro lavoro e devono tirare avanti“. insomma,  i contadini raccoglievano il prezzemolo. Io ho assistito personalmente a quest’opera di cecchinaggio da parte dei soldati israeliani.
Così come Vittorio assisteva i pescatori in mare, i pescatori che dovevano giocoforza spingersi oltre quelle poche miglia che la marina israeliana aveva imposto al mare di Gaza – c’era un blocco navale -, perché di pesce non ce n’era più vicino alle coste e dovevano rischiare. Perché altrimenti non campavano. Vittorio saliva su questi pescherecci con i pescatori e allo stesso modo si proponeva come scudo umano.
Spesse volte capitava che, colpito da getti di idranti delle motovedette della marina israeliana, i pescatori palestinesi venissero feriti o addirittura uccisi, e si feriva anche lui. Una volta si arrampicò sul pennone di questo peschereccio e si tuffò in acqua ferendosi, cercando di e fuggire così dalle motovedette israeliane. Poi chiaramente veniva catturato, portato in prigione e sottoposto a trattamenti abbastanza duri.
In un’altra occasione venne colpito dall’esplosione di una vetrata della cabina di pilotaggio di un peschereccio e quando io andai giù e lo vidi riportava ancora delle grandi cicatrici sulla schiena.


6 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Bella intervista,
    finalmente qualcosa di equilibrato e che parla di Arrigoni senza sfruttare il fatto per sostenere una causa o l’altra.

    Questo dovrebbe fare il giornalismo.
    Bravo byoblu per l’intervista.

    Fr

  • grazie! sono discustata di tanti link “chiacchiericci”  e di “giornalisti e scrittori” improvvisi, che si pubblicizzano con la vita e la morte di chi combatte, quotidianemente, soprusi, guerre, fame…

    Piaccia, non piaccia, Vittorio è un raro esemplare di razza Umana… e noi, pochi, lo siamo!

    Sensibilità please, la vita parla chiaro… e, soprattutto, il rispetto non è opinabile!

    Sei vivo Vittorio, con le tue idee… Grazie!

  • Sarebbe doveroso nei confronti di Arrigoni, se noi tenessimo compato e unito  l'”INSIEME Vittorio Arrigoni” : Arrigoni la PERSONA e Arrigoni la CAUSA a cui si è deidcato corpo e anima.

    L’umanità di Vittorio Arrigoni è indiscutibile, una persona sensibile e coraggiosa, è stato un testimone in prima linea e ha PROVATO sulla sua pelle la sofferenza QUOTIDIANA del popolo Palestinese.

    Ci sono religioni per tutti e c’è posto per tutti, ma ad alcuni non conviene.

    Non conviene a chi governa, perchè purtroppo è la stessa regola che vale dappertutto: Chi governa non rappresenta il popolo!!!Fa solo i comodi suoi.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi