IL METODO PISAPIA

« È sufficiente una scintilla a far scattare in loro l’illusione di poter ripercorrere il sentiero di guerra. Sognano di mettere a ferro e fuoco le città. Sentono però la mancanza di un leader, di una mente organizzativa. Se casomai ne identificassero una disposta a guidarli alla riscossa, sarebbero guai. Il timore nostro non è che Giuliano Pisapia sia un potenziale capo degli eterni ribelli, ma che la sua eventuale presenza ai vertici dell’amministrazione comunale di Milano risvegli gli spiriti bollenti e che questi si persuadano di essere autorizzati a riportarci indietro, quando al sabato incendiavano i tram, lanciavano molotov, spaccavano il cranio (con chiavi inglesi) a ragazzi di diverso parere (per esempio Sergio Ramelli, 18 anni, ucciso da Avanguardia Operaia).
Ricordiamo a chi fosse debole di memoria e a chi, per questione di età, non lo sapesse, che i cittadini erano in balìa dei violenti e non osavano uscire di casa nei giorni e nelle ore in cui i giovani amici dei Pisapia si esercitavano nella prospettiva di prendersi il Palazzo d’inverno. Non è ciò a cui desideriamo assistere di nuovo. Conviene, nel dubbio, prevenire il pericolo.
»
[V.Feltri.Libero di oggi]

 

« Ci riferiamo alla contiguità di alcune aree dell’estremismo di sinistra ai partiti eredi della tradizione comunista. In altri termini, molti personaggi che in passato frequentavano ambienti ai confini della legalità, o addirittura considerati terreno di coltura per il terrorismo, si sono riciclati e adesso militano in formazioni politiche diciamo pure “regolari”. […] Risulta che alcuni ex estremisti abbiano perso il pelo ma non il vizio: in sostanza continuano a coltivare le vecchie passioni e a bazzicare nei luoghi cari a no global, disubbidienti, gente incline alla violenza. »
[V.Feltri.Libero di ieri]

« Amici dei terroristi di Hamas, amici dei terroristi di Prima Linea, amici dei clandestini, dei centri sociali.
Tobagi, Rossa e Alessandrini stanno con Pisapia. Amico dei terroristi che uccisero i loro genitori. »
[A.Sallusti. Il Giornale di oggi]

Quindi è chiaro a tutti? I comunisti da soli non bastano più per vincere le elezioni. I bambini se li sono già mangiati tutti, o forse gli italiani non fanno più figli: bisognava passare a minacciare la vita dei bambini già nati. La nuova strategia di Arcore punta direttamente alle BR. Ha iniziato Lassini, alla chetichella, e ora finalmente i grandi statisti e commentatori che la stagione politica di Arcore ha saputo produrre negli ultimi 40 anni possono uscire allo scoperto.
Milanesi: se votate Pisapia sappiate che inaugurerete una nuova devastante stagione di terrorismo che non risparmierà nessuno. Dovrete chiudervi in casa, perché le strade saranno invase da bande armate che faranno saltare in aria qualsiasi cosa si muova. Ordigni esploderanno nelle stazioni della metropolitana, nelle scuole, nelle code agli uffici postali mentre ritirate la pensione, nei parchi mentre tirate pezzettini di pane alle paperelle e dovrete stare attenti perfino ad ogni volta che aprite la vostra buca delle lettere.
Alle orde di brigatisti di Prima Linea si uniranno eserciti di musulmani e squadroni della morte di clandestini dai quali neppure il grande Magdi Crociato Allam potrebbe difendervi. Raderanno al suolo tutte le chiese, edificheranno moschee al posto di ogni supermercato, bruceranno tutta la carne di maiale, iniziando dagli ospiti di Arcore, faranno un solo, gigantesco rogo di tutte le bibbie delle edizioni S.Paolo e poi prenderanno a saccheggiare le vostre abitazioni, a vandalizzare i vostri Suv, a stuprare le vostre figlie, a schiavizzare le vostre mogli e instaureranno la prima Confederazione Musulmana della Padania che estenderà il suo dominio incontrastato da Sesto San Giovanni a Bisceglie, da Cascina Gobba a Rho, da San Donato Milanese fino a piazzale Maciachini, dove si aprirà una sede stabile della Mecca che richiamerà estremisti islamici in preghiera da ogni parte del mondo.
Questo è IL METODO PISAPIA. Il punto più basso toccato da una classe dirigente di uomini che definire tali è un insulto per qualsiasi altra specie animale che abbia mai calcato o si appresti a calcare questo pianeta, sulle ceneri delle numerose civiltà che questi sudici grumi di materiale biologico altamente infestante hanno ricoperto di incrostazioni tossiche, interrompendo ogni forma di elaborazione superiore di processi chiave come fagocitazione, digestione, escrezione e distruzione di interi ecosistemi culturali.
Per fortuna, la penetrazione di internet nelle nuove generazioni di italiani sta lentamente, anche se faticosamente, avanzando verso il suo naturale destino. Si tratta di resistere, preservando la rete come luogo di libertà totale e incondizionata, fino a quando i giornali e le televisioni non moriranno di inedia. Allora anche questi batteri tra i più letali si estingueranno, non avendo più nicchie di letame, di escrementi e sporcizia ove attecchire.

 

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this

11 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • "Questo è IL METODO PISAPIA. Il punto più basso toccato da una classe dirigente di uomini…"

     Fino ad ora. Troveranno sicuramente un punto ancora più basso da raggiungere. Al peggio non c’è mai fine… finché non saremo NOI a deciderne la fine.

  • Va be’,  Il Giornale parla ai destrorsi fascistoidi, non toglie e non mette nulla, è solo una tattica per mantenere consensi e fomentare la propria parte politica.

    Confido nel fatto che torneranno la polvere che erano e verranno spazzati via da un soffio di vento.

  • quando al sabato incendiavano i tram, lanciavano molotov, spaccavano il cranio (con chiavi inglesi) a ragazzi di diverso parere (per esempio Sergio Ramelli, 18 anni, ucciso da Avanguardia Operaia).”…..”Ricordiamo a chi fosse debole di memoria e a chi, per questione di età, non lo sapesse, che i cittadini erano in balìa dei violenti e non osavano uscire di casa nei giorni e nelle ore in cui i giovani amici dei Pisapia si esercitavano nella prospettiva di prendersi il Palazzo d’inverno. Non è ciò a cui desideriamo assistere di nuovo. Conviene, nel dubbio, prevenire il pericolo.V. Feltri.

    Ricordiamo a Vittorio “Mezzaverità” Feltri che a quell’epoca esistevano anche gli altri amici, quelli di destra: 

     

    • Ordine Nero :Durante l’inchiesta sul movimento, si scoprì che il gruppo era articolato in almeno sette unità territoriali, fra cui la più attiva era probabilmente quella toscana, resasi responsabile di numerosi attentati a linee ferroviarie. Anche la bomba sul treno Italicus, che provocò 12 vittime nell’agosto 1974, fu rivendicata da questa organizzazione.Nel complesso a Ordine Nero fu attribuita la responsabilità di circa 45 attentati.

    Vittorio Mezzverità Feltri tu che sei forte di memoria, non ti ricordi però tutti i SABATI !!!!!!!!!………..questi amici di destra, invece quel SABATO 2 agosto 1980 hanno distribuito FIORI ai viaggiatori nella sala d’attesa alla stazione di Bologna???????????

     


  • Parlare per suscitare paure negli sprovveduti è la linea politica dell’attuale maggioranza. Tuttavia il centrosinistra, in vista di un possibile ballottaggio, poteva scegliere un candidato che potesse risultare più appetibile all’area del terzo polo. Questo lo dico chiaramente senza la minima volontà di giustificare lo sciacallaggio bieco descritto nel post, anzi. Ma proprio sapendo a quali bassezze ricorre l’avversario si poteva scegliere qualcuno che al ballottaggio raccogliesse i voti di tutto l’elettorato d’opposizione. L’ennesima occasione sprecata dal centrosinistra.

  • «Tutti a parlare del 1978, a proposito di Pisapia. E pensare che proprio all’inizio di quell’anno, Silvio Berlusconi si iscriveva alla P2». (Pippo Civati)

  • Anas E. ha scritto :
    .Vittorio Mezzverità Feltri tu che sei forte di memoria, non ti ricordi però tutti i SABATI !!!!!!!!!………..questi amici di destra, invece quel SABATO 2 agosto 1980 hanno distribuito FIORI ai viaggiatori nella sala d’attesa alla stazione di Bologna??????????? 

     

    Ma… anas… permetti una domanda… c’è per caso qualche esponente di quel 2 agosto o dei sopra citati gruppi che si candida?

    • Roger 12 dice :

      “Ma… anas… permetti una domanda… c’è per caso qualche esponente di quel 2 agosto o dei sopra citati gruppi che si candida?”

      Sinceramente penso di no e LO SPERO, so solo che in questo governo ci sono componenti che a quell’epoca e tutt’oggi fanno il saluto Romano!

      Io ho cercato solo di dire che Feltri non la dice tutta. Io non difendo ne Pisapia ne gli altri, se fosse per me, tutte queste mummie con gli scheletri negli armadi le manderei dai magistrati e dalla guardia di finanza a calci nel sedere. Se io avessi la possibilità di votare, avrei votato con orgoglio Mattia Calise.

    • Ne conosco uno, che fa addirittura il capolista a Milano, che negli anni in cui a Pisapia vengono addebitate frequentazioni terroristiche (mai dimostrate e a quanto pare smentite dalle sentenze) prendeva la tessera 1816 della loggia massonica deviata eversiva Propaganda 2. A proposito, oggi non fa il sindaco: fa il Presidente del Consiglio.

    • Ah, mai dimostrate e a quanto pare smentite dalle sentenze… quindi stando a questa logica, Berlusconi dovrebbe essere assolto da tutte le fondate dicerie popolari, caso rubacuori dulcis in fundo, o sbaglio? se lo dicono i giudici…

      La maggior parte dei capi d’accusa (se non quasi tutti… mi vorrei sbagliare) contro Berlusconi non presenta prove certe, quindi niente prove, niente dimostrazione o sbaglio? ma non c’è bisogno di essere un PM per essere convinti che sia un puttaniere di prima classe, o sbaglio? e il nostro giovane pisapia uno spaccavetrine…

      Tutta questa mancanza di obiettività, una intelligence a senso unico, mi lascia spiazzato.

    • La loggia massonica deviata Propaganda2 é stata giudicata eversiva da una apposita commissione Parlamentare presieduta da Tina Anselmi nel 1982, indi illegale. Inoltre, vi é una differenza abissale tra l’affrontare un processo e pretendere che sia una precisa verità processuale stabilire una estraneità totale mediante assoluzione piena, rinunciando a un’amnustia, e portare i processi in prescrizione avvalendosi di escamotage di ogni sorta e di leggi ad personam che derubricano i reati di cui siamo imputati. La tua analisi é faziosa perché pretende di voler far passare sullo stesso piano due condotte di fronte alla legge e al senso stesso delle istituzioni estremamente diverse ed orientate nel senso opposto, l’una ad avvalersi del principio di giustizia cosí come é stato formulato e pensato nell’interesse di tutti, l’altra a piegarlo ai propri fini nell’interesse di uno solo.Spiace sentire che per qualcuno non sia ancora cosí evidente la differenza.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi