Il voto di prostata

 
Tutti sanno cos’è il “voto di protesta“, ma quanti sono così esperti di politica da conoscere tutti i sotterfugi, gli escamotage, le tattiche da piccola guerriglia urbana in grado di sabotare una tornata elettorale? Anche alla più addestrata delle squadre di selezionati guastatori potrebbe infatti sfuggire quella che si sta affermando come l’ultima frontiera in materia di boicottaggio del quorum: il voto di prostata.
Sembra incredibile, ma fonti verificate e più che attendibili mi segnalano quello che segue. 
 
 

 IL VOTO DI PROSTATA

 Cataratte  contro la volontà popolare


 MILANO. Le segnalo quello che mi è capitato oggi andando a votare perchè lei possa portarne a conoscenza l’opinione pubblica.

Al seggio 1132 di via Mac Mahon sta succedendo qualcosa di tragicomico. Sarebbe perfino divertente se non ci fossero di mezzo cose molto importanti. Il seggio è praticamente in mano ad una task-force di ultraottantenni.
Gli effetti sono sicuramente disastrosi per quanto riguarda i tempi di attesa per esprimere il proprio voto, tra lungaggini e intoppi di vario tipo, mentre crescono di ora in ora timori più che giustificati riguardo alla gestione di uno scrutinio che qui a Milano conta ben 9 schede!!!!
Ho segnalato la cosa ai vigili che mi hanno indirizzato alla rappresentante dell’ufficio elettorale responsabile di quella sede. Si sono immediatamente resi conto della situazione e si sono offerti di andare al seggio a dare una mano, ma “dall’alto” è stato proibito di farlo. Ho telefonato allora all’ufficio elettorale di Via Messina che aveva già ricevuto numerose segnalazioni: mi hanno risposto che purtroppo non possono fare nulla pechè la legge non pone limiti di età.
Il numero di anziani convocati ai seggi per questo referendum pare che sia molto elevato, mentre sono stati lasciati a casa molti giovani che avevano lavorato più che bene nella tornata di 15 giorni fa. Non voglio sospettare di nessuno ma, data l’importanza della materia oggetto di consultazione e siccome a pensare male spesso ci si azzecca, vorrei avere la garanzia di avere messo il mio voto in mani sicure.
Elena Coazzoli

6 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Non so voi, ma io sono tesissimo. Tengo nervosamente il mio iPhone tra le dita e leggo continuamente i tweet. Mi fa arrabbiare il fatto che il mio destino debba dipendere da persone che se ne fregano. Dobbiamo abolire il QUORUM. Facciamo una class action contro chi non è andato a votare senza un valido motivo? 

  • O.T. – Intanto che parliamo di quorum, di nucleare e di gestione dei servizi idrici… insomma di volontà popolare, stamattina presto, al mio risveglio, il cielo era solcato da splendide scie chimiche. L’indefessa aeronautica sembra abbia lavorato di notte o almeno già da prima dell’alba. Io mi chiedo se per queste scie chimiche, non (ancora) soggette alla volontà popolare, non sarebbe stato il caso di fare una quinta scheda referendaria. L’aeronautica dovrebbe spiegare il perché fa solcare i cieli nazionali con aerei che lasciano scie chimiche, senza fornire spiegazioni. È una cosa molto inquietante. Sono anni che fanno i loro porci comodi e intanto i partiti che fanno, il governo che fà?… e l’informazione?… e le associazioni ambientaliste? e Greenpeace?…

    • Ma basta con ste cagate delle scie chimiche… lo volete capire o no che sono scie di condensa che gli aerei lasciano in quanto hanno le turbine caldissime e volano a delle latitudini in cui la temperatura è bassissima, e quindi di conseguenza creano l’effetto vapore?

      Dobbiamo concentrarci sul concreto, no su cagate di cui parla Voyager o Mistero, il che, solo per il fatto che ne abbiano parlato queste due trasmissioni, indurrebbe a non crederci a prescindire.

      Non parlo per sentito dire, parlo da figlio di un pilota che ha chiesto spiegazioni!

       

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi