Stati di coerenza alterata


per Byoblu.com,
Valerio Valentini


Che non si capisca a che gioco stia giocando il Pd è sentimento diffuso, ma quello che accade negli ultimi giorni è davvero preoccupante. Pare che siano affetti da un virus mutogeno ad alta infettività che si manifesta evidenziando stati di coerenza alterata. I sintomi principali sono tre.
 

Primo sintomo.

I dirigenti del Pd, dopo lunghe e sofferte meditazioni, decidono di appoggiare la campagna referendaria indetta per abolire il porcellum calderoniano. Si lanciano in stucchevoli arringhe “in nome del popolo sovrano” e s’impegnano “fin da subito” a ripristinare una legge elettorale che preveda l’elezione diretta da parte del cittadino, “cosicché la gente sappia chi manda in Parlamento”, anziché delegare un partito a nominare una lista composta da amici, avvocati e qualche delinquente in cerca d’asilo e d’impunità. Dicono che lo fanno “per ristabilire la democrazia diretta”. Applausi!
Qualche giorno dopo, la Conferenza dei Capigruppo del Senato decide di non calendarizzare il ddl Parlamento Pulito proposto da Beppe Grillo, spernacchiando così 350 mila cittadini che per quel disegno di legge avevano firmato. Tutti contrari i voti dei capigruppo, tranne quello di Felice Bellissario (Idv). Dunque ha votato contro anche Anna Finocchiaro, del Pd. E cosa prevedeva il ddl di quel criminale di Grillo? Di abolire il porcellum e ristabilire una legge elettorale con il voto diretto. La stessa cosa per la quale il Pd sta raccogliendo le firme nelle piazze. Come come? Raccogli le firme per abolire il porcellum e contemporaneamente abolisci un disegno di legge che si propone di abolire il porcellum? Stati coerenza alterata…

Secondo sintomo.

Uno dei più grandi cervelli del Pd, che ha in combinato anche i baffetti, è Massimo D’Alema. Da sempre condanna l’omofobia del Vaticano e l’ossequio strisciante delle istituzioni laiche alla Chiesa Cattolica. Poi si scopre che nel 2006 aveva elemosinato dal Segretario di Stato Vaticano Tarcisio Bertone la nomina di conte. Che però era troppo, per uno come D’Alema, e allora s’è optato per vice-conte. Non ancora soddisfatto, se ne esce con un’acuta osservazione secondo cui il matrimonio fra omosessuali “offenderebbe il sentimento religioso di tanta gente”. Affermazioni che, per un vice-conte dimezzato che blandiva falce e martello contro l’omofobia, sono davvero il “Massimo”. Stati di coerenza alterata…

Terzo sintomo.

Roberto Saviano, a “Vieni via con me“, denuncia le collusioni della politica del nord con le mafie meridionali. I leghisti si mettono a starnazzare e pretendono che Maroni, nella puntata successiva del programma, esponga con magniloquenza e petto gonfio “i risultati senza precedenti di questo governo contro la Mafia“. Il Pd sbraita contro l’abuso del servizio pubblico, e denuncia l’indecenza di chi pretende di farsi ospitare per poter replicare alle verità inconfutabili di un giornalista libero come Saviano.
Passa qualche mese, e in un’altra trasmissione di Fazio, un giornalista libero come Luca Mercalli si dichiara contro il progetto della Tav e contro la politica degli arresti. Il giorno dopo, sui giornali si legge: “Anche per Fazio dovrebbe valere il principio che la propaganda aperta deve essere più contenuta, almeno quando si toccano temi delicati. Ora Fazio dovrebbe invitare gli agenti feriti o gli operai del cantiere minacciati. Non è possibile che Mercalli faccia l’avvocato dei No-Tav con i soldi dei contribuenti”. Uno pensa: quelli della Lega ci riprovano. E invece no, a levare in alto i cori di sdegno sono piddini doc come Giorgio Merlo e Stefano Esposito. Stati di coerenza alterata…
Mi raccomando, quando sentite parlare uno del Pd infilate sempre i guantini, la mascherina e subito dopo – ché le precauzioni non sono mai troppe – lavatevi ben bene con l’amuchina, che l’Oms sta già pensando di dichiarare lo stato di pandemia.

9 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • QUESTO REFERENDUM è INUTILE L’UNICO SCOPO DI CHI LO HA PROPOSTO è QUELLO DI AFFOSSARE IL REFERENDUM DI PASSIGLI 
    un ritorno alla legge Mattarella è radicalmente negativo non risolve né il problema delle liste bloccate (i candidati nei collegi sono pur sempre scelti dalle segreterie di partito) né di evita che il Collegio uninominale a turno unico della Mattarella produca gli stessi effetti del Premio di maggioranza (e cioè coalizioni troppo ampie e disomogenee incapaci di governare).
    1. SOLO IL REFERENDUM PASSIGLI SARA’ AMMESSO DALLA CORTE COSTITUZIONALE
    2. IL REFRERENDUM DI IDV+SEL PORTA AD UNA LEGGE ELETTORALE CON GLI STESSI DIFETTI DEL PORCELLUM ANCHE SE IN FORMA ATTENUATA.
    3.SINO AL 15 settembre 2011 è possibile firmare presso le segreterie di tutti i comuni italiani IL REFERENDUM PASSIGLI – L’UNICO REFERENDUM IN GRADO DI RESTITUIRE UNA LEGGE ELETTORALE DEMOCRATICA
    E’ previsto un rimborso pari a 0,52 euro per ogni firma per un totale massimo di 500.000 firme (le minime previste dall’art. 75 Cost.) se viene raggiunto il quorum. Chi presenta le firme autenticate entro i 3 mesi di tempo previsti dalla legge attuativa del referendum (legge 352/70)  e queste sono state ritenute valide ha diritto per legge a 260.000 euro per ogni quesito referendario presentato (0,52 x 500.000). Se i quesiti referendari sono 4 (come per il 12 – 13 giugno scorsi) il rimborso è pari a 260.000 x 4. Capito perché fanno tanti referendum ? Anziché uno solo con più quesiti ?
  • Primo sintomo: è perché il merito se lo voglion prender loro. Operazione pulizie di primavera per presentarsi lindi e pinti e riverginati alle elezioni.

    Secondo sintomo: D’Alema è qualcosa di ineffabile… ‘a fijo der popolo di sti du cojoni!

    Terzo sintomo: ci hanno l’INTERESSE. Qualsiasi cosa pur di salvaguardarlo.

  • Che i vertici del PD siano in stato confusionale è evidente, ma non da oggi.

    Del resto non è un partito nato da basso, a seguito di un movimento di opinione popolare, come il PCI, per intenderci, e in misura minore anche la stessa DC e la maggior parte di partiti nati dalla resistenza e dalla Costituzione Repubblicana.

    Il Partito Democratico è nato, di fatto, dalla fusione della Margherita, (a sua volta originato dalla confluenza dei Popolari con pezzi di ex PRI, PSDI, anche dei tranfughi del PSI) ed i DS, ex PDS, il risultato della Bolognina, nella quale l’ala migliorista del PCI ha dettato le regole.

    In concreto è nato, alla stregua di Forza Italia o la lega o l’ IDV, come un partito dalla forte connotazione personale, nel quale i “soci fondatori” hanno preso il potere e non intendono mollarlo.

    I congressi sono una burla, il ricambio ai vertici è puramente virtuale, i dirigenti sono inamovibili.

    Quindi la loro principale “mission”, non è quella di fare il bene del paese, né dei loro elettori, ma mantenere la cadrega.

    Pretendere che la signora Finocchiaro, che siede in Parlamento da quando succhiava ancora il biberon, avalli una proposta che contiene, oltre all’abrogazione dell’attuale legge elettorale, anche il limite di due mandati sia favorevole, equivale a chiedere al maiale di suicidarsi, perché mi fa un po’ impressione il sangue…

    Quanto a d’alema è il più grande bluff della politica mondiale:

    è stato più funzionale lui al berlusconismo dello stesso berlusconi !!!

    Infine, riguardo ad argomenti come la TAV, l’ Expo o tutte le altre cosiddette “grandi opere” saltano dalla sedia quando qualcuno osa metterle in discussione perché, direttamente o indirettamente attraverso le COOP rosse, hanno le mani in pasta anche loro.

    Ecco perché siamo stati costretti a subire vent’anni di goverso del caimano, perché dall’altra parte c’era il vuoto assoluto!!!

     

  • Il referendum per cui si stanno raccogliendo le firme propone di cancellare l’attuale legge elettorale definita, dallo stesso “genio” che dice d’averla concepita, porcellum per ritornare alla mattarellum.

    Il Ddl proposto da Grillo è altra cosa e, in estrema sintesi propone quanto segue:

    • Nessun cittadino italiano può candidarsi in Parlamento se condannato in via definitiva, o in primo e secondo grado in attesa di giudizio finale.
    • Nessun cittadino italiano può essere eletto in Parlamento per più di due legislature. La regola è valida retroattivamente.
    • I candidati al Parlamento devono essere votati dai cittadini con la preferenza diretta.

    Immaginate i vari D’Alema, Finocchiaro, Bersani e soci schiodarsi dalle poltrone che occupano da decenni.

    Ecco perchè evitano di discutere la proposta di Grillo ma, contemporaneamente, sposano la proposta referendaria per  cancellare la Calderolum e ritornare alla mattarellum.

    Passasse la proposta grillina dovrebbero quasi tutti schiodarsi dai loro seggioloni e ritornare a lavorare, anche se molti fra loro non lo hanno mai fatto Vi sembra reale?

     

    • Concordo con te, ma essendo un disegno di legge potrebbero comunque discuterlo in parlamento e togliere, con il voto, il punto che riguarda le due legislature e volendo anche quella sui condannati.

      Non lo fanno per rendere evidente con un voto il loro specifico pensiero, preferiscono restare nel generico per poter, eventualmente, rispondere agli elettori come meglio credono.

    • raccogliendo le firme 4 anni fa ci aspettavamo solo di chiedere al popolo se questa era la strada che tutti noi auspicavamo, hanno risposto di si. 
      consideriamo che 350.000 firme sono state raccolte in un giorno solo e grazie al lavoro capillare dei gruppi (volantinaggi e manifesti autofinanziati) e sul web, da Grillo ai nostri siti e quelli dei bloggers … senza alcuna notizia nè sui giornali nè in televisione…. 
      immaginate se la raccolta firme fosse durata 2 giorni, 1 settimana o addirittura un mese….

      la Legge ci consente di recriminare la sua discussione, sapendo bene che quello è l’ultima delle cose che farebbero , una Legge improntata sui quei 3 principi vuol dire…. giustamente : tutti a casa….!

      da quell’espressione popolare stiamo faticosamente costruendo qualcosa, sempre con i pochi strumenti a disposizione, e tanto tanto lavoro, per lo più a visibilità quasi nulla, se non sul web….

      spero che il nostro contributo serva almeno a svegliare i cittadini, e che ognuno, con idee veramente proprie e consapevoli .. decida di attivarsi e contribuire alla totale ristrutturazione di questo paese….

      tra un pò saremo alle barricate, costruite con le macerie in cui hanno ridotto questo paese… speriamo solo di essere pronti a non acclamare un semplice ritocco di stucco alla facciata 

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi