Due Lavitola, due misure

Italiani e inglesi sono “diversamente democratici”. Per esempio, se da loro un rappresentante del governo, mettiamo il ministro della Difesa Liam Fox, viene pescato mentre va in missione all’estero -mettiamo nello Sri Lanka – portandosi dietro, durante gli incontri ufficiali, uno che nientemeno non ha alcun ruolo istituzionale, mettiamo Adam Werritty, subito è costretto a mettersi in ginocchio e a implorare la grazia dei cittadini, della stampa e del Parlamento, il quale ha già programmato un’apposita interrogazione alla quale Fox dovrà rispondere, cercando di essere convincente.
Sempre per esempio, se invece da noi un rappresentante del governo, mettiamo il ministro degli Esteri Franco Frattini, viene pescato mentre va in missione all’estero – mettiamo a Panama – portandosi dietro, durante gli incontri ufficiali, uno che nientemeno non ha alcun ruolo istituzionale, mettiamo Valter Lavitola, nessuno gli dice niente, e se qualcuno gli chiede qualcosa è un comunista.
p.s. i video di Liam Fox nello Sri Lanka con Werritty sono stati pescati da un blogger italiano, Filippo Sensi. A un blogger tedesco, svizzero, olandese o danese non avrebbe mai potuto venire in mente: non ne hanno bisogno.

10 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Questo è dovuto certamente al fatto che i cittadini inglesi hanno un potere contrattuale-elettorale molto superiore a quello degli italiani e di conseguenza i politici inglesi ci pensano due volte prima di prendere per il culo i loro cttadini come invece avviene qui in italia. Gli inglesi hanno più consapevolezza e hanno una ben delineata etica mentre noi italiani… bè non vorrei ripetere i soliti discorsi.

    P.S. DIO SALVI LO STIVALE!!

  • A me fa piacere che in altri stati possano fare questo o comunque qualcosa di differente per gli amici di chi mangia ingiustamente a scapito di altri, Ma.

    Ma a questo proposito dovrebbero impiccare o mettere quanto meno in croce tutta la famiglia reale e tutti gli altri per i genocidi che continua a compiere ancora oggi. Non so se ci intendiamo…

  • Spesso i membri del governo, per giustificare qualche legge porcata ( legge bavaglio, condono, legge sull’immigrazione…) dicono che così si fa in tutti i paesi del mondo, così si fà in Europa.

    Ovviamente è falso, nessuno gli smentisce perchè i giornalisti e l’opposizione hanno altro da fare che controllare le balle sparate . Vorrei tanto che prendessero l’esempio degli altri paesi quando si tratta di fare i conti ai politici quando sbagliano, meglio ancora, quando i politici non aspettano che il cittadino gli faccia i conti ma prendono loro l’iniziativa e chiedono perdono o addirittura si mettono da parte. Vorrei tanto che i giornalisti o l’opposizione dicano ai questi politici : così si fà negli altri paesi si chiede perdono ( al datore di stipendio = Cittadino) o si mette da parte! Ma non lo faranno mai non hanno il coraggio, la dignità e nemmeno il senso di responsabilità. Perciò tocca al Blogger e al cittadino di farlo.

  • E’ vero @Claudio i blogger Tedeschi,Olandesi,sveizzeri etc etc non ne hanno, ne ne avrebbero bisogno.

    Quando un loro ministro combina che so un fattarello lieve ,come scopiazzare poche righeuna decina ventina,non di più

    (di questo si tratto e non dell’intera tesi come quelli del Pdl strombazarono)

    scoperto ,SUBITO,dico SUBITO, si dimette e se per caso non l’avesse fatto lo AVREBBERO DIMESSO d’ufficio a calci nel deretano.

    Questa è la nostra politica Italiana e ,ovviamente ,la serietà di questo Governo.Pari,pari,uguale auguale a i tedesci ,olandesi etc etc eeehhheee come no!!!

  • Non ne hanno bisogno come nn hanno stimoli per altre cose, visto che sono chi più chi meno, un paese serio! Nn hanno bisogno ogni volta di sgolarsi per le inefficienze del servizio pubblico, o servizi di pubblica utilità…nn hanno bisogno di sgolarsi per aver emaggiori investimenti sulla banda larga….nn hanno bisogno(o forsesi) di chiedere che gli stipedni dei perlamentari vengano ridotti un pochino, visto che sono i più alti d’Europa; ochiedere l’abbassamento del numero di parlamentari, che da noi sono quasi 1000!!! E noi appena avanziamo un’obiezione c’infarciscono di informazione telecomandata sui mainstream, ci riempiono di proposte e belle parole, dopodichè ci pubblicizzano il nuovo calendario dell’ultima prostituta legalizzata e ci spacciano la semifinale di champions, facendoci tornare nell’oblio(Ovviamente il discorso vale per una cinquantina di milioni, gli altri 10 si salvano, o meglio nn finiscono di denunciare)!!!!

    • E questo di chi è colpa? Io la televisione non la guardo sennon quando mancio per avere qualche informazione al brucio, dato che chi deve capire capisce, poi il medio italiano non capisce.

      Bisogna andare a prenderli è abbastanza semplice, sono più di 40 anni che continuano ma gli italiani sempre quieti. Io per esempio non posso manifestare perchè non ho i soldi per poterlo fare, il lavoro non si trova, tutto delocalizzato. Questo però peggiorerà, e sarà sempre peggio, meno lavoro ci sarà meno persone avranno anche solo i soldi per poter andare a rivoltarsi.

      Pensate che il movimento cinque stelle faccia qualcosa veramente? Serve per guadagnare tempo, come i governi hanno bisogno di guadagnare tempo per i loro scopi. Fateci caso, si aggrappano a tutto, e quello che abbiamo bisogno noi è svegliarci tutti e cambiare domani, no mattone dopo mattone, così loro compiono l’europa unita sotto il falso interesse per i cittadini e noi stiamo per arrivare al parlamento per accorgerci che il parlamento ormai non può più fare nulla.

      Provate a vedere quali sono le possibilità per uscire dall’unione europea… provate a vedere perchè i tedeschi non possono e continuano a perdere soldi per niente diventando schiavi delle gran lobby.

  • miiiiiiiii @Claudio che è successo al tuo server host? Di solito la conferma @mail è immediata Oggi c’h impigato due ore.

    Ormai pensavo d’aver perso il commento,infatti t’ho scritto anche su Google Plus

  • ma NON SOLO!!! il nostro Ministro ( il Nano Nano li scova proprio tutti!!!!) ha un diplominoinino ma questo è il meno.
    Quando deve (fonte sicura ma top secret) accompagnare qualche famigliare a lui caro es.la madre,usa l’elicottero che noi paghiamo e non aggiungo altro….mi viene da vomitare ed è per questo che NON leggo giornali NON guardo telegiornali NON ascolto trasmissioni di un certo tipo che si configurano come trasmissioni di informazione!!!!!!
    …e.il peggio deve ancora venire,non siamo ancora abbastanza saccheggiati di tutto:lavoro,pensioni,EDUCAZIONE,CORRETTEZZA,RISPETTO e vaiiiii.
    E poi tutti questi guru che parlano parlano,guadagnano guadagnano e quando la fontana è colma……se ne vanno e si mettono dove? IN POLITICA e lì chi li tocca più!!!!
    FORZA VENITE GENTE CHE SE CI STUFIAMO PER DAVVERO CI RIUSCIAMO A MANDARLI A…..CASA!!!!
    MA CHI ARRIVERA’?????
    Io Brini Francesca sono vecchia E POSSO FARE POCO ma sono anni e anni che urlo,sbraito,mi agito e sono stata chiamata antiproletaria,illusa,stupida….ma nonostante gli anni NON MOLLO….con un poco di attenzione perchè morire per dei CRETINI che hanno votato e voluto non SOLO il NANO NANO MA TUTTO QUESTO CHE FA COMODO A TUTTI,SAREBBE DA PARTE MIA MOLTO STUPIDO.
    CHIEDO SCUSA PER I TANTI PUNTI ESCLAMATIVI E INTERROGATIVI E PER LA VEEMENZA ma BASTA!!!
    Sinceramente Nonna Francesca
  • Ero al Cairo quando venne in visita il "bamboccione" Frattini di ritorno da una "tournè" africana.Naturalmente trattandosi di volo di Stato il nostro Ministro viaggiava con l’aereo riservato ai Segretari di Stato.Terminata  la visita al Cairo, era il 19 gennaio 2010, il nostro rappresentante invece di tornare a Roma è partito alla volta di Hammamet per far visita  privata al latitante BOTTINO Craxi e a dare un passaggio per tornare a Roma  ad altri ex socialisti come Cicchitto, e Brunetta che erano andati sempre in forma privata,  sulla tomba del loro ex capo per il decennale della sua morte.Chi ha pagato il viaggio CAIRO-TUNISI-ROMA???? meditate gente, meditate…

    ermanno

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi