IL PEGGIOR FERRARA DEL SECOLO!

Lo spread tocca quota 500 punti. Gli interessi sui rendimenti sfiorano il 7%. Ignazio Visco dice che se arrivano a 8 è il default. Il governo non ha più la maggioranza. Berlusconi sale al Quirinale: entro due settimane le dimissioni. Poi, il commissariamento della BCE e della Commissione Trilaterale.
In queste condizioni, Giuliano Ferrara conclude Radio Londra così:

« Una giornata piena di perfidie e di angosce che finisce in modo rassicurante. Possiamo andare a letto tranquilli ».

11 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • lui si che puo` andare a letto tranquillo, con il suo contratto plurimilionario assicurato, indipendentemente da chi sta al potere. Che schifo! Speriamo che finisca presto st’agonia.

  • a letto c’è andato non solo Ferrara, ma anche Morfeo Napolitano con tutta l’opposizione.

    come è possibile che un governo incapace di rendere conto del proprio passato venga messo in grado di mettere il proprio sigillo mortifero sulla stabilità del nostro futuro.

    quello che sta accadendo in questi giorni è fuori da ogni logica del buon senso e della dignità.

    • Napolitano è uno dei megafoni di Bruxelles: lo stesso Mario Draghi, giusto una diecina di giorni fa, lo definiva testualmente come uno dei punti di forza dell’Italia (ma intendeva dire della BCE). E difatti Napolitano ha sostenuto più volte, reiterandole, le loro richieste. Credere ancora ad una opposizione che faccia davvero il proprio lavoro, mi permetto di dirtelo, significa bersi la storia degli elefanti che volano. Dovremmo averlo ormai capito un po’ tutti che l’opposizione NON esiste, tranne FORSE qualcuno (ma ho i miei dubbi). Tornando a Napolitano, basta essere semplicemente oggettivi ed osservare che si sta parlando di un ultra-ottantenne milionario che è seduto in Parlamento a beccarsi stipendi/integrazioni/agevolazioni/chissachealtro “solamente” da SESSANT’ANNI: chiedere aiuto a LUI sarebbe come se i Parigini fossero andati da Maria Antonietta ed invece che protestare le avessero portato il foglietto con la ricetta per fare il pane chiedendole di usare la sua farina e mettendosi in fila ad aspettare che uscisse a consegnargli le pagnotte calde. Eppoi sappiamo bene com’é che é andata a finire.

  •  

    Siamo alla comica finale:

    da un governo di transizione ad uno di transustanziazione.

    Dal governo del Caimano a quello della Lucertola, nel caso passi la palla ad Alfano;

    dal governo della Mummia a quello della Salma, nel caso di Letta,

    dal governo del “mafioso di Arcore” (copyright Bossi) a quello del consulente dei mafiosi, nel caso di Schifani.

    Delirante, poi, il biglietto degli appunti.

    In psicanalisi questo atteggiamento è considerato una patologia, il termine tecnico è “proiezione”:

    rifiutare le proprie responsabilità, scaricando sugli altri le colpe per i propri fallimenti.

    Questo a conferma che siamo stati per vent’anni nella mani di un pazzo, per colpa dei beoti che lo hanno votato.

    A questo punto, che senso ha continuare con questo accanimento terapeutico?

    Perché lasciargli altre due settimane per riorganizzarsi?

    Non vorrei che si trattasse dell’ennesimo stratagemma per guadagnare il tempo necessario e ricomprarsi qualche deputato che gli garantisca di raggiungere di nuovo i numeri per sopravvivere, come già accaduto a dicembre, anche stavolta con la complicità della cosiddetta opposizione.

    Possibile che ancora qualcuno si fidi delle sue promesse?

    Perché il comunicato è stato diffuso dal Quirinale, invece che dal diretto interessato?

    E se presentasse alla camere un maxiemendamento palesemente e volutamente inaccettabile, soltanto per dilatare i tempi?

    Da un personaggio del genere c’è da aspettarsi di tutto, inclusa la possibilità che abbia accettato questa ulteriore proroga soltanto per preparare un arrocco istituzionale, che di fatto diventerebbe una specie di colpo di stato, concentrando nelle sua mani tutto il potere, questa volta non soltanto quello mediatico…

  • Mens sana in corpore sano……

    Perdonate ferrara il colesterolo alcune volte ostacola i pensieri lui e’ in stato allucinogeno “gratis” da anni.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi