IL DELIRIO

Non si ferma il profluvio di incensi che si rovesciano su Mario Monti. Oggi il senatore a vita più veloce del west è a colloquio con Nicolas Sarkozy e con Angela Merkel. Un pranzo sobrio e frugale a Strasburgo. Tutti i media si affrettano a definirlo un “Trilaterale” (senza “vertice”). Potenza di un nuovo immaginario che invade la terminologia di uso corrente, oppure sapiente sdoganamento di un termine che iniziava a destare profonda inquietudine?
Non si sa. Quello che è certo è che Carmelo Lo Papa, giornalista di Repubblica, intervistato poco fa da SkyTG24 è riuscito a dire che “ora l’Italia non è più vista come il problema dell’eurozona. Anzi: la Merkel e Sarkozy non considerano Monti neppure un collega, ma lo guardano come a un esperto al quale chiedere consigli. Lo chiamano dottore e si aspettano di apprendere modi e soluzioni per salvarsi” [*] Da quando c’era Berlusconi ad oggi non è cambiato sostanzialmente un’emerita cippa di niente, fatto salvo per il decreto su Roma capitale che aggrava i bilanci dello stato. Anzi, in più ora sotto l’attacco della speculazione ci sono anche la Francia e la Germania. Nuove crisi per nuove soluzioni. Però ora sono tutti più sereni. E siccome da Berlino a Francoforte, da Strasburgo a Lione fino a Parigi non c’è uno straccio di tecnico in grado di consigliare questi poveracci del direttorio franco-tedesco, la Merkel e Sarkozy si rivolgono con deferenza e riverenza al “dottore”, chiedendo con umiltà francescana lumi sulle ricette da adottare per guarire il paziente.
Due sono le cose: se fosse realmente così, allora questo Monti è davvero il grande vecchio della Trilaterale di cui si vocifera in rete (a partire da qui). Se invece così non fosse (come chiunque sano di mente non ha difficoltà ad immaginare), allora stiamo assistendo al più grande spettacolo di paraculo giornalistico dall’inizio della seconda repubblica. Roba da far impallidire il miglior Sallusti e materia di corso avanzato per Belpietro.
Fermate questo delirio adesso!
(*) cit. non letterale ma sostanzialmente corrispondente nelle parole e nel senso.

44 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ciao

     

    sono nuovo sul blog,ma seguo i tuoi video

     

    di economia ,burocrazia ecc non ci capisco molto……ma pensavo

    :<< se dei privati ,speculando sulla ”crisi” fanno soldi comprando i titoli di stato di un paese,ottenendo non solo profitti,ma anche il controllo del paese……..perchè non ci appropiamo di questo metodo (noi come popolo) ……e ci compriamo in massa i titoli italiani?  >>

     

    questo a cosa porterebbe?

    non ci riappropieremmo della sovranità nazionale…..facendo leggi in materia economica ecc?  (un pò quello che hanno fatto in islanda)

     

    e poi…..ci vorrebbero delle tv indipendenti…con inviati indipendenti….

     

    cosa ne pensate?

     

    ciao

     

  • Ricordo a tutti i  mainstream (manipolatori dell’informazione) che nel Requiem si legge:

    Confutatis maledictis, flammis acribus addictis.

    Io non sono credente ma i propagan-giornalisti e soprattutto Monti (che è cattolico praticante) dovrebbero ragionarci sopra.

  • Ormai il cerchio si è chiuso e i discipoli hanno incontrato il loro guida che si è messo sul trono. Adesso comincia una nuova era. Benvenuti nello schiavismo globale. Addio santa democrazia.

  • Secondo me questo tipo di arrendevolezza è proprio il’obbiettivo (e lo strumento) con il quale loro si fanno le loro cose………

  • Buona la primaSecondo me è paraculismoQuanto alla trilaterale anch’io ho notato con stupore ieri al tg l’uso di questo neologismo per indicare un incontro a treVediamo se il prossimi vertice fra due presidenti diventerà la “bilaterale” come l’ernia

  • Voci di sgabuzzino ci informano che, dopo aver sistemato le faccende italiane, il signor Monti si traferirà prima in Germania e successivamente in Francia (dove simpaticamente lo chiamano già  monsieur Montì di pietà) per formare dei Governi tecnici nel tentativo di  risanare le finanze di quei paesi.

    Per la Spagna e la Grecia aspettiamo richieste ufficiali.

  • Il problema è sempre il solito, persone non informate danno dei giudizi senza documentarsi a dovere, sono trent’anni che scivoliamo sempre piu verso il baratro e nessuno si ferma un attimo a pensare ,se non è ora di finirla di essere schivi di questa feccia.

  • Che si tratti da piaggeria, paraculismo e servilismo mediatico, non credo si possano nutrire dubbi. Così come pure si stanno dando da fare per cavalcare l’onda della delegittimazione dell’uso del denaro in contanti, per convertirci tutti quanti all’uso del solo denaro virtuale, facendo in tal modo il gioco dei grandi burattinai, schiavizzandoci completamente, rinunciando a quel minimo di libertà di cui ancora si potrà godere nell’interazione umana. Vorrebbero obbligarci ad usare carte di credito ed assegni, vengono criminalizzati già ora nel linguaggio giornalistico e mediatico, coloro che posseggono ed utilizzano biglietti da 500 euro, affermando che solo I MAFIOSI li usano. Vogliono portare i pagamenti in contanti a soli 300 euro. Spero gli italiani abbiano ancora un briciolo di cultura ed attività sinaptica per capire cosa sta succedendo e quali obiettivi si sono posti e si RIBELLINO prima di lobotomizzarsi del tutto

  • Che si tratti da piaggeria, paraculismo e servilismo mediatico, non credo si possano nutrire dubbi. Così come pure si stanno dando da fare per cavalcare l’onda della delegittimazione dell’uso del denaro in contanti, per convertirci tutti quanti all’uso del solo denaro virtuale, facendo in tal modo il gioco dei grandi burattinai, schiavizzandoci completamente, rinunciando a quel minimo di libertà di cui ancora si potrà godere nell’interazione umana. Vorrebbero obbligarci ad usare carte di credito ed assegni, vengono criminalizzati già ora nel linguaggio giornalistico e mediatico, coloro che posseggono ed utilizzano biglietti da 500 euro, affermando che solo I MAFIOSI li usano. Vogliono portare i pagamenti in contanti a soli 300 euro. In realtà la lotta alla criminalità è solo un alibi, in realtà temono la corsa agli sportelli, che è già in corso, almeno presso alcuni grossi istituti italiani a rischio fallimento (proprio quelli che hanno superato la presa per il culo dei crash test) e temono che aumenti in modo esponenziale il ritiro del denaro dai conti correnti bancari, che avviene appunto soprattuto tramite i biglietti da 500 euro, che poi vengono tenuti in casa nascondendoli o portati all’estero per sottrarli al rischio saccheggio statale …

    Spero gli italiani abbiano ancora un briciolo di cultura ed attività sinaptica per capire cosa sta succedendo e quali obiettivi si sono posti e si RIBELLINO prima di lobotomizzarsi del tutto

  • M.M.S.S.:

    Mario Monti Santo Subito !!!

    Personalmente tutti questi peana bipartisan, tutte queste standing ovations universalmente condivise, tutti questi maitre a penser che ne tessono le lodi, mi terrorizzano:

    temo proprio che abbiano già pronto l’amaro calice ed un suppostone gigantesco da propinarci, ed abbiano scelto l’immagine rassicurante del buon Mario, che sembra tanto una brava persona, per costringerci a subirli, in più con la pretesa di convincerci che non potrebbe essere altrimenti.

    Prima hanno cominciato con il mantra “abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità”, quasi a volerci colpevolizzare, poi hanno proseguito minacciando misure draconiane, inapplicabili ma utili per terrorizzare la pubblica opinione, per finire con soluzioni inique, ma fatte percepire come fossero il male minore, una ineluttabile vendetta del destino cinico e baro.

    E no, signori, io non ho vissuto al di sopra delle mie possibilità; io mi sono sempre fatto un mazzo tanto e nessuno mi ha mai regalato nulla; e se ogni tanto mi sono concesso uno sfizio è perché ho rinunciato a qualcos’altro, non perché non me lo potessi permettere.

    Se un chilometro di metropolitana a Milano è costato il triplo che a Zurigo, non è certo colpa mia, ma i colpevoli ci sono, hanno dei nomi e dei cognomi e sono loro che hanno creato questa voragine nel debito pubblico della quale ora vorrebbero coinvolgerci tutti.

    Credo che sia doveroso per un governo credibile, verificare nelle tasche di lorsignori se ci sono delle “eccedenze” sospette e metterle sotto sequestro, in attesa di verificarne la provenienza.

    Dopo, soltanto dopo, potrebbero rivolgersi ai cittadini onesti ed eventualmente chiedere loro sacrifici.

    E invece sono quegli stessi che, non contenti, continuano a sproloquiare di TAV, di Ponti sullo Stretto, di EXPO, mentre il paese frana, perché non ci sono soldi per riparare ad una gestione del territorio dissennata.

    Sono quegli stessi che minacciano di togliere la fiducia se il buon Mario, che sembra tanto una brava persona, propone di togliere loro privilegi e prebende.

    Sono quegli stessi che gridavano al ribaltone, al mancato rispetto della volontà del Popolo Sovrano, se qualche deputato faceva il salto della quaglia, ed ora invece si sdilinguiscono come se Mario Monti, che sembra tanto una brava persona, fosse stato scelto, invece, da qualcuno di noi.

    Non vorrei che fossimo passati dalla padella ad un’altra padella (per cadere nella brace c’è sempre tempo…) e nemmeno una padella scelta da noi, ma imposta dall’alto.

    O forse, chissà, la situazione è talmente chiara che rifiutiamo di vederla:

    i nostri partner europei, nella consapevolezza del masochismo degli elettori italiani, che per ben tre volte hanno votato per un Presidente del Consiglio impresentabile come Berlusconi, hanno avuto pietà di noi e, prima che potessimo farci ancora del male, magari scegliendo uno come Bersani, hanno deciso di mandarci Monti, che almeno sembra tanto una brava persona…

     

  • Guit ha scritto :
    Scusa, concordo su molte cose, ma da quanto ne so il debito pubblico mica si costituisce sugli prechi per la metro, ma sugli interessi del nostro denaro che è un prestito della BCE. I nostri soldi sono un mutuo. Tutto è indebitamento.  

    Scusa tu se non mi sono spiegato.

    Se un’opera pubblica che dovrebbe costare un miliardo, a causa delle mazzette che chi la costruisce versa a chi delibera e gestisce gli appalti, in realtà ne costa tre, aumenta eccome il debito pubblico di ulteriori due miliardi.

    Poi, su quei tre miliardi devi anche pagare interessi a chi è interessato ad acquistare i tuoi BOT, CCT o BTP, che sia un investitore privato o istituzionale. e anche questo contribuisce ad aumentare il debito pubblico.

  • Io sono convinto che un clima più “normale” in Italia, potrebbe contribuire a sciogliee certi nodi che legano la malapolitica ai sistemi di informazione… in questo senso, ricordiamocelo bene, l’indipendenza dell’informazione dal controllo politico è una condizione essenziale ed inderogabile perché possa esistere una democrazia. In questo senso l’Italia non è più una democrazia di fatto da tempo.

    Perché però questa periodo di relativa tranquillità e normalità serva a smantellare il castello di complicità e di omertà che si è costruito intorno ai media e non a rafforzarlo, occorre che la nostra guardia rimanga molto alta.

    Bene a fatto Claudio a stigmatizzare un cattivo costume dei nostri organi di informazione, dove la piaggeria impazza e dove di giornalisti veri ne esistono sempre meno.

    Spero che il governo Monti intervenga su questa questione nel modo più efficace, accorpando alle sue riforme economihe alcune riforme chiave, penso ad esempio al metodo di nomina del CDA della RAI.

    • Caro Ricercatore80, è ormai chiaro che tu ti sia iscritto a questo bolg solo per provocare e quindi questa è l’ultima volta che ti rispondo.

      Paragonare, come fai tu, Dio ad un politico o governante è assurdo.

      Solo un portatore sano di vuoto mentale come te poteva arrivarci…

      Con ciò chiudo, non meriti di più.

       

    • Caro “erregi3”, se invece le tue risposte sono come al solito confinate ad insulti, allora stiamo ancora più freschi. Il mio paragone seppur estremo, corrisponde a realtà: ci sono esempi molto più “terreni” di quello, come tutte le volte che (se hai fatto l’università) ti sei trovato davanti ad un professore poco avvezzo al dialogo, che decide, ma non vuole confrontarsi, né dare spiegazioni ad esempio su di un voto poco accettabile che ti ha sganciato ad un esame. Eppure quello è il tuo esame, quelli sono i tuoi soldi di tasse che paghi e che per colpa di un trattamento del cazzo sei costretto a continuare a pagare perché rifiuterai il voto e ritornerai al successivo appello. Per non parlare del mondo del lavoro: mai sentito parlare di mobbing? … E si potrebbe andare ancora avanti. Qui nessuno trova giusti questi comportamenti “unilaterali”, ma la vita ti insegna che se non hai i mezzi per metterti di traverso rispetto a chi li impone, non ne caverai mai un ragno dal buco … Sai che tizio te la sta mettendo in culo e stai male perché non puoi farci niente (che non sia aggredirlo fisicamente): al massimo pazienti perché il tempo faccia la sua parte e ti dia la possibilità di trovare una soluzione CONCRETA per uscirne fuori. Il parallelo calza a perfezione con quello che sta succedendo da queste parti, ormai da qualche settimana: dire cose che, pur non sapendosi nei dettagli, si sono sempre pesantemente sospettate e non possono essere risolte con i mezzi e i modi a nostra disposizione. Vale la pena insistere? Fallo pure, ma ad un certo punto chi si sente ancora più “intristito”, comincia a sfavarsi e a dire la sua (come sto facendo io). L’autore di questi scoop insiste ossessivamente a disco rotto? Lo faccio anche io finché non mi stufo. Perché se penso che ci sono tanti altri problemi la fuori, se penso che c’è qualcuno che ha la visibilità di un blog (a suo dire) per fare libera informazione, dando anche una mano a chi “non ha risposte”, sarebbe bene che considerasse anche altri problemi rispetto a quello su cui si è incagliato, visto che ormai ciò che va dicendo da settimane, lo sapranno anche le pietre. Tuttavia dopo tutto questo casino di informazioni e rivelazioni (quasi grottesche), la domanda resta sempre la stessa: il fine? … Peccato che il tuo blogger-eroe non risponde, dunque ritornando al tuo principio del “diritto di risposta”, se non ricevo risposta divento anche io “complottista” nei suoi confronti e comincio a pensar male. Al di là del termine ormai usato a cazzo, questo è ciò che sta realmente accadendo fra una schiera crescente di suoi lettori. Mi meraviglio di voi che essendo così paladini del sapere e delle domande, non vi siate fatti quella fatidica (di cui sopra) che invece si stanno ponendo altre persone, che forse sono già più avanti di voi. Se invece preferite fermarvi all’ “OOOOH”, fate pure. Ma non azzardatevi ad insultare, altrimenti dimostrate di essere i soliti bambini inconsistenti e inutili che siete, anche se siete biologicamente prossimi alla mezza età. E chi vuole intendere, intenda.

    • @ rg3 :

      “خير اجابة السفيه … السكوت”      =     ” The best fool’s answer is SILENCE”

      è un detto Arabo  : “La miglior risposta allo sciocco è il SILENZIO”

       

    • E vai, continuiamo ad offendere: come si vede che siete a corto di argomenti. Quando non avete altro da dire, passate agli epiteti. Non è altro che una conferma a quanto scritto prima. Crescete e cercate di diventare più realistici, perché il mondo delle favole non esiste, neppure se ve lo raccontano.

    • Caro researcher, ma tu pensi davvero di essere originale? Pensi che questo metodo di screditare buttando tutto in burletta l’abbia inventato tu? E’ una delle tecniche più antiche del mondo, quanto il divide et impera. E’ ovvio che se trovassi argomentazioni serie o pseudo-tali (capisco che forse è chiedere troppo!) ribatteresti punto su punto, ci dimostreresti come in realtà organizzazioni come la trilaterale o il bildelberg non esistono, o se esistono sono poco più di una bocciofila. Invece visto il vuoto quasi assoluto che probabilmente dimora in qualche volta cranica, preferisci replicare ai complottisti cattivi usando iperboli di pessimo gusto e di dubbia efficacia (e discutibili proprio dal p.d.v. strettamente linguistico). X dire, usi la tecnica che usa oscar giannino. L’ho visto una volta in tv gli si chiedeva del gruppo bilderberg e lui con quel suo look che definire ridicolo è un eufemismo: “ahahahah, ma siamo seri ahahahaha”. Ora, a parte che uno così dovrebbe avere diritto di ridere solo guardando la sua immagine riflessa, e poi che cavolo di risposta è?    Vedi, questo è solo un esempio. Dal punto di vista metodologico tra te e l’insigne economista già citato non vi è differenza.

  • Sorry Claudio, era da giorni che volevo scriverti ma non ho avuto tempo.

    Vedi, immagina Goldman S come un Calamare gigante che ha dei tentacoli, grazie a la globalizzazione, in tutte le sfere economiche globali… L’unico oggetto di questi tentacoli e’ di fare muovere i grandi capitali globali al cuore, Wall street e Londra (Sono la stessa cosa, una unita diciamo). Wall S e Londra, secondo la loro concezione, devono fare di sistoli e diastoli, da cuore del sistema finanziario mondiali. I capitali devono muoversi, tornare, lasciare profiti e ripartire in un flusso costante.

    Il Euro e’ stato fino dalla sua concezione visto come una minaccia a questo ordine di stato. La forza pronosticata che avrebbe raggiunto in breve era minacciosa per England e gli Usa. E per questo che prima e durante gli inizi della sua activazione, Wall S e londra hanno socavato le fondamenta per esempio, facendo pareggiare i bilanci fake a nazioni come la Greccia, indebbitando comuni e banche in tutta Europa, importando la bolla nella Spagna e nel Portogallo, e altro.

    Chi pensa davvero che Londra non ha adherito al Euro come moneta perche il Pound forte e ancora ciecco. E’ per questo che Londra non ha adherito al Euro perche fin dall’inizio, il Euro era gia partito male.

     Fatte questa domanda… a chi giova la caduta del Euro o il suo indebolimento? a risposta e chiara, al dollaro e al Pound cioe’ a Wall Street e Londra. Perche i capitali si muovono a seconda.

    Imagina i capitali come una macchia d’olio sull’aqua. si muove dalle turbulenze a la zona piu serena… I capitali, in questa situazione Europea, si muovono a Wall street e Londra, che non e’ che siano piu serene quelle acque, ma ne sentono piu sicurezza li. Cio’e, quello che vogio dire e che siamo davvero in una guerra economica fra stati.

    In questo contesto si capisce molto bene il monito, minaccia de la Merkel. Questa minaccia non e’ contro l’Italia o la Greccia ne contro nessuno degli stati della Unione. E’ una minaccia celata contro Londra e Wall street, i veri fautori e giovatori di una posibile caduta dell’Euro.

    Lo stesso intervento degli Inglesi in difessa della democrazia in Italia e Greccia non ti credere che sia senza interesi. da quando gli Inglesi sono cosi democratici nel loro agire… Come ti dico, e’ la eonomica a marcare la politica. Veder cadere L’euro e rinvigorire il dollaro e il Pound di nuovo e’ una finalita.

    Se tu sei in un gran guiao, ti ascesori con qualcuno che conosca dall’interno quel guaio, come lavora, come funziona, i suoi oggetivi… Merkel e sarkosy vedono in uomini come Monti si, uomini di Goldan S profondamente legati a Wall street e molto conoscitori di come lavorano queli la’, ma allo stesso tempo vedono in loro Europeisti, uomini che amano la Europa e che faranno il bene della Europa. E’ per questo che gi hanno messo a governare. Saranno loro a dire con i fatti se veramente amano la Europa.

    • Scusi, mettiamo che l’ipotesi della guerra angloamerica contro europa sia vera, mi chiedo come mai e’ precipitato tutto ora, dopo 10 anni dall’entrata in vigore della nostra moneta? Non pensa che se crolla l’europa anche gli stati uniti subiscono danni incalcolabili, avendo ancora una valanga di interessi (anche strategici) nel vecchio continente?

      Siamo tutti legati a doppia mandata l’un l’altro, se salta uno saltano tutti.

      Concordo con l’idea che il prof. Monti sia super esperto in materia, avendo contribuito a crearla, ma che l’abbiano messo a governare perche’ ama l’europa ho qualche dubbio, e poi CHI l’ha messo?! ops, scusate, sono complottista.

  • Ho, dimenticavo Claudio,

    Pronostico nei prossimi messi un in cresciendo nelle tensioni fra Inglesi (l’avanposto delgi Usa nella Europa) e la Europa come abbiamo incominciato a vedere.

  • gigi53 ha scritto :
    un ripasso della grammatica italiana, no eh?

     

    Ey, scusami Gigi, Hai raggione. Sono straniero. Ma ti assicuro che parlo meglio di come lo scrivo.

  • morpheus65 ha scritto :
    gigi53 ha scritto :” un ripasso della grammatica italiana, no eh? ”   Ey, scusami Gigi, Hai raggione. Sono straniero. Ma ti assicuro che parlo meglio di come lo scrivo.

     

    ok allora va bene :-)))

  • Non voglio assolutamente fare l’avv. difensore di Claudio (perche’ non ne ha affatto bisogno), pero’ vorrei ricordare ai piu’ che quando e’ stato CACCIATO l’impresentabile ex presidente del consiglio, TUTTI hanno salutato con grande gioia la venuta del salvatore(vedi immagine sopra) supertecnico, venuto dal “nulla” delle noiose aule universitarie.

    Tutti tranne pochissime persone, tra queste Claudio che tra un programma televisivo ed il suo blog spiega semplicemente che l’uomo di cui sopra non e’ il signor “nessuno”.

    Se persino il prof. Monti, durante il discorso di INSEDIAMENTO, si e’ affrettato a dire che i POTERI FORTI IN ITALIA NON LI CONOSCE (e’ come chiedere all’oste se il vino e’ buono);il Corrierone scrive articoli sui “complottisti”(neologismo mai sentito prima); Ballaro’ ha fatto un sondaggio chiedendo agli italiani se dietro il professore ci siano poteri forti (fantastico Floris come ha letto i dati), vuol dire che ha toccato qualche punto “nevralgico”.

    • Volevo solo ribadire che ci sono ancora tante persone che non sanno chi e’ il prof. Monti.Il fatto che non ci siano alternative non implica che dobbiamo subire in silenzio, allineati e coperti, mazzati e contenti.L’assoluta mancanza di alternativa e’ un altro segno dell’ENORME gravita’ della situazione, perche’ anche con un parlamento di supertecnici (e non di nani e ballerine come abbiamo) non cambiera’ molto vista la situazione attuale e con la volontà‘, espressa ieri, di decidere la politica economica a Bruxelles.

  • Ho Claudio,

    Voglio chiarire che non sono un amatore del goberno Monti. Questo e’ stato veramente un colpo di Stato. Ho cercato con le mie riflessioni sopra solo di far capire il PERCHE’ abbiamo un Monti e prenderni atto.

    Per me, da qui, dagli Stati Uniti, vedo che l”Europa, con questa crisi, e’ diventata, difatto, uno Stato, Le due nazioni piu influenti al timone hanno potere di gobernare le singole nazioni della Unione senza chiederlo ai cittadini chi sicuramente ne sarebbero contrari.

    Ma siamo in una economia di guerra e quindi Europa e’ diventato di fatto uno stato per salvare la moneta. Gli stati uniti e Londra stanno imprimendo soldi come matti e quindi devaluando le loro monete e portando le due nazioni al collapso. Questo clock mostra il debito americano al momento… Quello europeo e una gocciolina in confronto

    http://www.usdebtclock.org/

    L’ Europa sta prendendo un’altro rumbo, quello della “austerita”.

    Chi vincera, chi collapsera prima? Per me L’Europa vincera e gli USA e Londra collapseranno. Per questo, un crollo dell”euro oggi salvarebbe Wall Street.

     

     

    • Claudio e gli altri…

      Secondo il mio modestissimo parere dovreste smetterla di criticare ed aspettare.

      Io mi auguro che (Monti) sia un bravo amministratore.

    • …..certo che fare opera di censura, cancellazione dei commenti, bannaggio degli utenti non graditi non è un grande esempio di mentalità democratica da parte di un blogger che la invoca quasi giornalmente!!!

      Modificare i commenti degli utenti, cancellarli,  spostarli è un’opera certosina utile a trasformare il dissenso degli utenti  in consenso verso i post pubblicati.

      Complimenti!!!

  • Non posso fare a meno di notate che Google ads ti infila a metà post sempre la stessa pubblicità:<<Sei di centrodestra? Sostieni il Popolo delle Libertà!>>. Sembra fatto apposta. Se non lo si vede più ho preso uno screen shot come prova. Con il titolo del post IL DELIRIO sullo sfondo è proprio fantastico…

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi